24 June 2024

Fiavet: decine di milioni pubblici a Ryanair

[ 0 ]

Al di là delle aspettative i primi risultati dell’indagine condotta da Fiavet Nazionale sulle sovvenzioni pubbliche concesse a Ryanair. Sarebbero infatti "parecchie decine di milioni" i soldi pubblici concessi alla low cost dai nostri scali aeroportuali, per un totale, ancora non del tutto definito, che supererebbe di molto le aspettative comuni. «Come promesso, abbiamo querelato la compagnia aerea e stiamo effettuando l’indagine sulle sovvenzioni pubbliche che riceve nel nostro paese – ci ha spiegato Giuseppe Cassarà, presidente Fiavet -. Abbiamo notizie di parecchie decine di milioni che Ryanair prende dalle casse degli aeroporti, cifre sicuramente superiori a quanto ognuno di noi immaginava. Al più presto renderò pubblici i nostri accertamenti, visto che di soldi pubblici si tratta».

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469950 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dal 14 al 29 settembre 2024 torna l’edizione d’Autunno di “Ville Aperte in Brianza”, ancora più ricca di proposte, sorprese, nuove esperienze artistiche, coinvolgendo oltre 180 beni, 85 partner (tra pubblici e privati) e 5 province lombarde: Monza e Brianza, Città Metropolitana di Milano, Lecco, Como e Varese. “Trame di bellezza” è il leit motiv di quest’anno: protagoniste non solo le “ville di delizia” - le dimore di pregio costruite dal XVI al XIX secolo dalle famiglie nobiliari milanesi che in Brianza trascorrevano periodi di vacanza dedicandosi ad attività di svago - ma anche tutto quanto le circonda, musei, edifici religiosi, vie d’acqua, parchi, autentiche opere d’arte industriali, piccoli borghi e tanti altri siti culturali ricchi di bellezze nascoste. Molteplici gli eventi proposti nell’edizione autunnale.  Come “700 Marco Polo”: in occasione delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Marco Polo, la Provincia MB promuove attività dedicate ai temi della scoperta, del nuovo, all’incontro con l’Oriente, con laboratori educativi-didattici per bambini e famiglie.  Con l’Associazione Cammino di Sant’Agostino si percorrerà una tratta lecchese del “Fiore della Rosa”, parte dell’intero Cammino; inoltre, un itinerario in bicicletta permetterà di ammirare la bellezza dei paesaggi lacustri e della biodiversità “Ville aperte in Brianza” è anche ville accessibili e sarà riproposto il progetto Senso Comune dove a fare da guide saranno alcune persone diversamente abili, che illustreranno le bellezze di ville e palazzi. Infine, l’edizione autunnale vedrà ancora una volta la collaborazione con il “Festival del Parco di Monza” con una serie di iniziative dedicate all’ecosostenibilità, all’architettura del paesaggio, insieme a visite guidate alle ville di delizia all’interno del Parco, itinerari storici dalla città al parco e itinerari naturalistici, insieme ad attività per bambini per sensibilizzarli alla tutela dell’ambiente. E poi ancora tante altre novità.       [post_title] => Ville aperte in Brianza, edizione autunnale a settembre con 180 gioielli artistici [post_date] => 2024-06-24T07:29:05+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1719214145000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469854 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La street art è sempre più protagonista delle vie di Budapest, grazie a una vibrante comunità di artisti e a un crescente riconoscimento internazionale. Vera e propria finestra sulle dinamiche sociali e culturali della capitale ungherese, la nuova ondata d’arte ha come unico scopo quello di trasformare in gallerie le aree pubbliche, offrendo consapevolezza e riflessioni sulla vita quotidiana o ironia e allegria a cittadini e visitatori. Gli esempi più suggestivi sono concentrati nel Quartiere Ebraico, nel VII distretto che è diventato il polo della cultura dell’arte urbana di Budapest, con molti murales iconici a pochi passi l’uno dall’altro. Tra le creazioni più celebri, si annoverano i murales di Neopaint Works, che ritraggono scene della vita quotidiana e personaggi storici, e le opere di street artist internazionali che hanno lasciato il loro segno sulla città. L’itinerario urbano inizia vicino alla sinagoga dove i visitatori si imbattono in un meraviglioso ritratto dell’imperatrice Elizabeth, la quale dà il nome al distretto stesso: Erzsébetváros, o “la città di Elizabeth”. Arrivati a Kazinczy Street, famosa per i suoi murales colorati, è possibile ammirare l'opera "Rubik's Cube" di Neopaint Works, una delle più amate, suggerisce la soluzione del famoso puzzle creato dall’ungherese Erno Rubik. Il murales fu dipinto nel 2014 per celebrare il quarantesimo anniversario del cubo di Rubik ed il settantesimo compleanno del suo inventore. Poco distante, un muro colorato dall’artista spagnolo Okuda rende omaggio all’ “Angelo di Budapest”, il diplomatico spagnolo Angel Sanz Briz che salvò dalla deportazione molti ebrei ungheresi durante la Seconda Guerra Mondiale. Sempre nel quartiere ebraico, il murales dell’artista britannico Luke Embden promuove la tolleranza e l’unione con l’invito “Love Thy Neighbour”. In via Kertész 27, invece, il murales dello spagnolo Dan Ferrer, ispirato ad Alice nel paese delle meraviglie, raffigura una ragazza che si libera dalle sue costrizioni come simbolo della speranza per il futuro. L’ultima tappa, obbligatoria, è il Szimpla Kert, il primo e più famoso ruin bar di Budapest.  Un locale aperto in un edificio abbandonato e arredato in maniera più che eccentrica, con oggetti stravaganti, kitsch e di ogni genere, dove colori sgargianti, musica e arte regnano sovrani. [post_title] => Budapest: street art sempre più protagonista tra le vie della capitale ungherese [post_date] => 2024-06-20T12:58:53+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718888333000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469824 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Antitrust e dall’Autorità di regolazione dei trasporti sconfessano il pacchetto Salvini, la riforma del noleggio con conducente che sta agitando il settore del trasporto non di linea, a partire dai taxi per finire ai diretti interessati, il popolo delle “auto nere”.  A cominciare dal tempo minimo di attesa, l’obbligo per gli autisti Ncc di attendere almeno 30 minuti dalla prenotazione prima di effettuare un servizio di trasporto. Per Antitrust e Art si tratta di una prescrizone che «ostacola ingiustificatamente l’esercizio dell’attività d’impresa oltre a depontenziare l’utilità delle app di intermediazione tra domanda e offerta». Le nuove disposizioni in cantiere rappresentano «un discriminatorio e ingiustificato aggravio per gli esercenti il servizio Ncc» che «sembrano proteggere unicamente l’interesse economico degli esercenti i servizi taxi», mentre «motivi di interesse generale quali la corretta gestione del trasporto, del traffico e del rispetto dell’ambiente sembrano invece essere sacrificati». Rilievi Le nuove norme previste dalle bozze dei “decreti Salvini” farebbero diminuire ulteriormente «la già carente offerta di servizi di trasporto pubblico locale, con conseguenze tangibili sulle condizioni del traffico e dell’ambiente. Un altro rilevo che emerge dal documento firmato congiuntamente dal presidente Antitrust Roberto Rustichelli e dal presidente Art Nicola Zaccheo riguarda l’obbligo per gli utenti – prima di inviare tramite app una richiesta di servizio di trasporto e prima di ricevere una stima dei tempi di arrivo della vettura e del corrispettivo della corsa – di scegliere se utilizzare il servizio taxi o il servizio Ncc. Il rischio, segnalano le due Authority, è «l’impossibilità di confrontare la qualità e convenienza dei due servizi a danno dei consumatori» [post_title] => Antitrust e Atr: no al pacchetto Salvini sugli Ncc. E' discriminatorio [post_date] => 2024-06-20T10:58:54+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718881134000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469799 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un vero e proprio vademecum su misura per tour operator e agenzie di viaggio: la sales guide 2024-25 della Regione internazionale del Lago di Costanza - compresa tra Germania, Svizzera, Austria e Principato del Liechtenstein - raccoglie infatti informazioni utili, spunti e curiosità che possono aiutare il trade nel programmare gli itinerari nella regione. La guida è alla sua quinta edizione, disponibile in inglese e tedesco. A livello pratico, la sales guide riporta ad esempio gli orari di apertura e il tempo medio necessario alla visita delle principali attrazioni, le distanze tra le diverse località della regione, i trasporti e i collegamenti con i mezzi pubblici, le date degli eventi, l’offerta e i prezzi delle visite guidate di gruppo e i contatti di riferimento dei diversi uffici del turismo e delle attrazioni – per una destinazione internazionale che si presta ad essere visitata in tutti i periodi dell’anno. Il lago di Costanza unisce culture e popoli diversi, accomunati dalle sponde del lago e dalla lingua tedesca. In questo angolo multiculturale d’Europa si scoprono paesaggi idilliaci e una natura incantevole – ma anche città vivaci, castelli e musei all’avanguardia e una enogastronomia autentica e variegata. La guida conduce attraverso le meraviglie e gli highlight della regione, suggerendo anche itinerari pensati secondo le inclinazioni dei partecipanti al viaggio – per proposte, per esempio, più incentrate sulla cultura, sulle vacanze attive o sulle scoperte legate al cibo, al vino e alla birra. Gli itinerari sono spunti per viaggi da effettuarsi nelle diverse stagioni dell’anno, a seconda delle attrazioni della regione o degli eventi ricorrenti, come i mercatini di Natale. [post_title] => Lago di Costanza: ecco la sales guide 2024-25 dedicata al trade [post_date] => 2024-06-19T14:53:05+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718808785000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469765 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair continua la sua inarrestabile ascesa, ampliando ulteriormente le differenze con il resto delle compagnie operanti nel continente europeo. La low cost irlandese è di gran lunga quella che è cresciuta di più dal 2019, prima dello scoppio della pandemia. Secondo i dati raccolti da Eurocontrol, nell'ultima settimana analizzata Ryanair ha operato una media di 3.420 voli giornalieri, ovvero più di due decolli al minuto. Si registra inoltre una crescita del 35% rispetto allo stesso periodo del 2019. Easyjet è al secondo posto con 1.752 voli giornalieri, la metà di quelli del rivale e il 4% in meno rispetto ai livelli pre-pandemia. Turkish Airlines completa il podio con 1.479 voli, il 14% in più rispetto alle stesse date del 2019. Top ten Nella top ten europea figura solo una compagnia aerea spagnola. Si tratta di Vueling, che si colloca in decima posizione con una media giornaliera di 638 voli. La compagnia aerea IAG, il cui piano di espansione della flotta resta sospeso in attesa dell'accordo con i piloti, è ancora un punto sotto i valori pre-Covid. Completano la lista, in ordine decrescente dal quarto al nono posto, Lufthansa, Air France, JLM, British Airways, Wizz Air e SAS. Tra tutti, solo Wizz Air supera le cifre del 2019, con una percentuale del 35%. Lufthansa, Air France e SAS hanno invece subito le flessioni maggiori, con variazioni negative del 22%, 19% e 27%. [post_title] => Ryanair è la compagnia che è cresciuta di più dal 2019 (+35%) [post_date] => 2024-06-19T12:00:50+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718798450000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469696 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Jazz, teatro e musica saranno i protagonisti dell’Estate Spezzina 2024 che si svolgeranno nell’oramai tradizionale location di Piazza Europa che sarà appositamente allestita. Collaborano all’estate Spezzina la Fondazione Carispezia; l’ Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale; MBDA; BVLG e IREN (main sponsor). «Grazie all’impegno del Comune della Spezia e il sostegno di Enti, Istituzioni e privati la nostra città riesce a crescere ed offrire spettacoli di altissimo livello per un pubblico sempre più numeroso, che già nel 2023 ha superato le 20.000 presenze. – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini- Una collaborazione importante, che auspichiamo continui fattivamente, per una città che è ormai una meta turistica internazionale scelta non solo per le sue bellezze paesaggistiche, ma anche per le svariate occasioni che è in grado di offrire». Si parte con la rassegna teatrale “La Spezia estate Festival” con i grandi nomi del teatro Italiano quali Alessandro Preziosi, Carolina Benvenga, Mariangela D’Abbraccio, Oblivion, Giorgio Panariello e Marco Masini, Beatrice Baldaccini e ancora la grande musica leggera con Mr. Rain, Cristiano De Andrè  Edoardo Bennato e Nina Zilli. I grandi interpreti della musica Jazz mondiale: Paolo Fresu & Uri Caine, Dado Moroni, Eddie Gomez, Joe La Barbera, Mike Stern and Randy Brecker, la voce di Irene Grandi e le incursioni di Goran Bregovich e Russell Crow. Un programma reso possibile grazie anche al sostegno di Enti e Associazioni che hanno contribuito alle realizzazione di tutti questi eventi. Oltre a questi eventi principali ci saranno moltissimi altri appuntamenti come Il 6 luglio in piazza Europa con Festa dei Diciottenni”, una serata di divertimento per festeggiare il raggiungimento della maggiore età. Giovedì 11 luglio il “Radio Stop Festival” per la prima volta dopo 20 anni fa tappa alla Spezia,. Il Festival di Radio Stop è un mega concerto di musica pop durante il quale si esibiscono dai 10 ai 12 artisti fra i più amati dai giovani, e che propone  il meglio della musica pop italiana e che alla Spezia tra gli altri porterà ad esibirsi sul palco di Piazza Europa una delle cantati più raffinate e amate dal pubblico: Malika Ayane. Insieme a lei ci sarà anche  Sophie and the Giants che dal 2020 domina le classifiche pop dance. Il 13 agosto nell’ambito della rassegna “Women – Voci di donne”, si terrà il concerto di CARMEN CONSOLI – Terra ca nun senti Sabato 24 agosto alle 20,30 in Piazza Europa si terrà la finalissima regionale del concorso Miss Italia La rassegna La Spezia Estate Festival vede protagonisti, dal 7 luglio al 20 agosto, nomi quali Alessandro Preziosi, Carolina Benvenga, Mariangela D’Abbraccio, Oblivion, Giorgio Panariello e Marco Masini, Beatrice Baldaccini e il corpo di ballo che renderà omaggio a Raffaella Carrà con l’omonimo musical a lei dedicato. E ancora: i 5 musicisti della Rimbamband, Raul Cremona, Max Giusti e il filosofo rock Matteo Saudino. Spazio anche alla musica sul palco di Piazza Europa con Mr. Rain (12 luglio), Cristiano De Andrè (16 luglio), Edoardo Bennato (22 luglio) e Nina Zilli (10 agosto). Uno straordinario programma anche per il Festival Internazionale del Jazz della Spezia, giunto alla 56ma Edizione. Da luglio un prestigioso cartellone di concerti per il più longevo festival musicale italiano dedicato al jazz, che si svolge alla Spezia e dintorni ininterrottamente dal 1969. Con la direzione artistica di Lorenzo Cimino, uno dei più apprezzati trombettisti contemporanei, la 56ma Edizione del Festival si terrà in Piazza Europa e si svilupperà attraverso appuntamenti con divi internazionali, e progetti speciali in omaggio a giganti del jazz.   [post_title] => La Spezia, Estate all’insegna di musica e teatro tra spettacoli e Festival del Jazz [post_date] => 2024-06-19T11:01:46+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718794906000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469741 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Parte oggi iTeg: l'evento sul turismo enogastronomico e l’hospitality, che fino a domani apre le porte del circolo cittadino di Lecce a esperti, professionisti, operatori del settore, aziende e giornalisti. Tutto ruota intorno all’alta formazione del comparto e alla reciproca conoscenza degli operatori della rete. Panel, masterclass, iSkill, iTalk, laboratori esperienziali, b2e, b2c, convegni e la Green factor challenge special iTeg edition, il fitto programma di eventi all’interno della due giorni, con partecipazione gratuita previa registrazione sul sito, punta a fornire gli strumenti ai fini del miglioramento e dello sviluppo di un turismo specializzato di qualità. Fondamentale in questo sarà l’apporto degli iTalk tra cui il Teg: come Ri-disegnare il turismo enogastronomico, moderato da Barbara Politi, in diverse sessioni che vedono anche la presenza di Cristina Mascanzoni Kaiser, fondatrice di WineHo e Nicola Romanelli, fondatore e presidente di Travel Hashtag; Teg tra target e incoming con la presenza di Ruben Santopietro, founder Visit Italy, Doriana Maltese, consulente e auditor di turismo sostenibile per programmi come Travelife, Alfredo De Liguori, responsabile marketing PugliaPromozione e Paola Puzzovio, founder Teging & iTeg; Comunicare il turismo con Massimo Cicatiello, vice presidente di Fortune Italia, Silvia Famà, founder magazine Cucine d'Italia, Lamberto Funghi, fondatore di Giroviaggiando, rivolta a tutti coloro che accolgono i viaggiatori di turismo enogastronomico. E poi le masterclas,s come quella di Vivere di turismo, gestita da Giuseppe Murina, per formare gli imprenditori dell’extra alberghiero a gestire le risorse economiche per un’offerta rivolta al Teg. E ancora la sostenibilità, grande argomento di iTeg, l'impatto sui territori il futuro del turismo in una prospettiva ottimistica e non in un panel dedicato con Sabrina Cavallo per Aitr e altri esperti internazionali. Interamente pensata e ideata per iTeg è infine la Green Factor Challenge, organizzata da Concetta D'Emma, come prima rappresentante di green destinations per l'Italia: si tratta di un workshop in modalità sfida che vuole far scoprire uno storytelling più responsabile e inclusivo, che coinvolga anche le reti, con l’obiettivo principale di selezionare le eccellenze pugliesi da portare come storie di successo a livello internazionale alle prossime Top 100 stories awards. [post_title] => Inizia oggi a Lecce iTeg: l'evento sul turismo enogastronomico e l’hospitality [post_date] => 2024-06-19T10:39:56+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718793596000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469695 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tre destinazioni - Londra Stansted, Milano Bergamo e Torino - per un totale di 16 voli alla settimana a cominciare dal prossimo agosto: Ryanair non poteva certo mancare l'appuntamento con l'apertura dell'aeroporto di Salerno-Costa d'Amalfi, che diverrà così il 32° scalo italiano della low cost irlandese. «Le nuove rotte di Ryanair da/per Salerno porteranno a una significativa crescita del traffico e del turismo - ha dichiarato il chief commercial officer di Ryanair, Jason McGuinness -. Abbiamo lavorato a stretto contatto con la direzione di Gesac e, per confermare il nostro impegno verso Salerno e l'intera regione Campania, siamo lieti di confermare che le due rotte nazionali - Milano Bergamo e Torino - continueranno nella stagione invernale 2024/25, offrendo più connettività tutto l'anno, turismo e posti di lavoro». La crescita su Salerno, precisa però il cco, «è in netto contrasto con la situazione di Napoli, dove siamo stati costretti a ridurre la connettività a causa dell'ingiustificabile aumento del 30% dell’addizionale municipale/tassa sul turismo. Chiediamo nuovamente al sindaco Manfredi di abolire urgentemente questo ingiustificabile aumento, come è stato fatto a Venezia, per preservare connettività, turismo e posti di lavoro in vista della stagione invernale». Offerta consolidata «Grazie a Ryanair, lo scalo di Salerno-Costa d’Amalfi consolida l’offerta voli sia sul segmento nazionale, con Bergamo e Torino tutto l’anno, che sull’internazionale, con il rafforzamento dei collegamenti con Londra . ha sottolineato Roberto Barbieri, amministratore delegato Gesac -. Questa partnership è il frutto di un intenso lavoro di squadra mirato a soddisfare le esigenze di mobilità dei cittadini e dei tanti turisti che desiderano visitare la nostra regione che può finalmente contare su un secondo aeroporto, con un’offerta di voli stabile e destinata a crescere. Dopo l’allungamento della pista, che ha permesso a Gesac di chiudere gli accordi con le tre principali compagnie low cost sul mercato nazionale, il lavoro continua con la seconda fase del Piano di sviluppo che prevede, fra gli altri investimenti, l’ulteriore allungamento della pista fino a 2.200 metri e la realizzazione, nel 2026, del nuovo terminal passeggeri, di circa 16.000 metri quadrati, che rifletterà i più elevati standard ambientali». [post_title] => Ryanair decollerà da Salerno in agosto verso Londra, Milano Bergamo e Torino [post_date] => 2024-06-18T13:33:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718717633000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469632 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Toscana dei borghi e dei mille tesori, nascosti o meno. E’ il tema della dodicesima edizione di Arcobaleno d’Estate. Un contenitore di eventi, che dal 19 al 25 giugno animeranno la Toscana, promosso dalla Regione insieme a La Nazione con il supporto di Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana e Vetrina Toscana e con la partecipazione delle associazioni di categoria. «Un appuntamento di riferimento che segna l’inizio dell’estate – spiega il presidente della Regione Eugenio Giani -. Fin dalla prima edizione rappresenta il simbolo della collaborazione tra Regione, La Nazione, agenzie regionali e associazioni di categoria. Un’iniziativa che è cresciuta anno dopo anno, grazie ad un grande lavoro di squadra, capace di valorizzare quel senso di identità che è l’essenza di questa regione. Passando dalle città d’arte ai borghi, dalla montagna e dalla collina, fino al mare». «La Toscana diffusa – aggiunge Francesco Tapinassi, direttore Toscana Promozione - è un tema strategico su cui l’Agenzia lavora costantemente attraverso il rapporto con gli Ambiti territoriali e la valorizzazione delle ricchezze che li caratterizzano. Anche la campagna promozionale in corso è improntata a sostenere un turismo, proveniente sia dall’Italia che dall’estero, rivolto a destinazioni la cui scoperta o riscoperta può favorire un aumento dell’incoming complessivo e aiutare a decongestionare le mete tradizionali». «Visittuscany – commenta Francesco Palumbo, direttore Fondazione Sistema Toscana - accompagna la comunicazione di Arcobaleno attraverso il sito e i canali social collegati. Sono, infatti, già presenti sul portale oltre 120 eventi e quasi 600 offerte dedicate al periodo estivo. Con più di 4 milioni e mezzo di visitatori nel 2023, più di 50 milioni di visualizzazioni dei contenuti pubblicati sui social e quasi 1 milione di follower (dato di giugno 2024), visittuscany.com si conferma strumento fondamentale per organizzare il proprio viaggio in Toscana e, grazie alla collaborazione degli operatori turistici e delle amministrazioni locali, è pronto a proporre tante opportunità per la nuova edizione di Arcobaleno e per tutta l'estate. Il flusso di eventi e offerte Arcobaleno confluisce anche nella campagna Toscana Rinascimento senza fine. Invitiamo, quindi, il sistema toscano ad aderire alla manifestazione caricando offerte e servizi su Visittuscany per godere della visibilità della campagna, dando così ai turisti una più ampia scelta della ricchissima offerta toscana». [post_title] => Toscana, il 12° Arcobaleno d’Estate punta sui borghi dai mille tesori [post_date] => 2024-06-18T11:26:04+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718709964000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "fiavet decine di milioni pubblici a ryanair" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":50,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1534,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469950","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dal 14 al 29 settembre 2024 torna l’edizione d’Autunno di “Ville Aperte in Brianza”, ancora più ricca di proposte, sorprese, nuove esperienze artistiche, coinvolgendo oltre 180 beni, 85 partner (tra pubblici e privati) e 5 province lombarde: Monza e Brianza, Città Metropolitana di Milano, Lecco, Como e Varese.\r\n\r\n“Trame di bellezza” è il leit motiv di quest’anno: protagoniste non solo le “ville di delizia” - le dimore di pregio costruite dal XVI al XIX secolo dalle famiglie nobiliari milanesi che in Brianza trascorrevano periodi di vacanza dedicandosi ad attività di svago - ma anche tutto quanto le circonda, musei, edifici religiosi, vie d’acqua, parchi, autentiche opere d’arte industriali, piccoli borghi e tanti altri siti culturali ricchi di bellezze nascoste.\r\n\r\nMolteplici gli eventi proposti nell’edizione autunnale.  Come “700 Marco Polo”: in occasione delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Marco Polo, la Provincia MB promuove attività dedicate ai temi della scoperta, del nuovo, all’incontro con l’Oriente, con laboratori educativi-didattici per bambini e famiglie. \r\n\r\nCon l’Associazione Cammino di Sant’Agostino si percorrerà una tratta lecchese del “Fiore della Rosa”, parte dell’intero Cammino; inoltre, un itinerario in bicicletta permetterà di ammirare la bellezza dei paesaggi lacustri e della biodiversità\r\n\r\n“Ville aperte in Brianza” è anche ville accessibili e sarà riproposto il progetto Senso Comune dove a fare da guide saranno alcune persone diversamente abili, che illustreranno le bellezze di ville e palazzi.\r\n\r\nInfine, l’edizione autunnale vedrà ancora una volta la collaborazione con il “Festival del Parco di Monza” con una serie di iniziative dedicate all’ecosostenibilità, all’architettura del paesaggio, insieme a visite guidate alle ville di delizia all’interno del Parco, itinerari storici dalla città al parco e itinerari naturalistici, insieme ad attività per bambini per sensibilizzarli alla tutela dell’ambiente. E poi ancora tante altre novità.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Ville aperte in Brianza, edizione autunnale a settembre con 180 gioielli artistici","post_date":"2024-06-24T07:29:05+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1719214145000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469854","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La street art è sempre più protagonista delle vie di Budapest, grazie a una vibrante comunità di artisti e a un crescente riconoscimento internazionale. Vera e propria finestra sulle dinamiche sociali e culturali della capitale ungherese, la nuova ondata d’arte ha come unico scopo quello di trasformare in gallerie le aree pubbliche, offrendo consapevolezza e riflessioni sulla vita quotidiana o ironia e allegria a cittadini e visitatori.\r\n\r\nGli esempi più suggestivi sono concentrati nel Quartiere Ebraico, nel VII distretto che è diventato il polo della cultura dell’arte urbana di Budapest, con molti murales iconici a pochi passi l’uno dall’altro. Tra le creazioni più celebri, si annoverano i murales di Neopaint Works, che ritraggono scene della vita quotidiana e personaggi storici, e le opere di street artist internazionali che hanno lasciato il loro segno sulla città.\r\nL’itinerario urbano inizia vicino alla sinagoga dove i visitatori si imbattono in un meraviglioso ritratto dell’imperatrice Elizabeth, la quale dà il nome al distretto stesso: Erzsébetváros, o “la città di Elizabeth”. Arrivati a Kazinczy Street, famosa per i suoi murales colorati, è possibile ammirare l'opera \"Rubik's Cube\" di Neopaint Works, una delle più amate, suggerisce la soluzione del famoso puzzle creato dall’ungherese Erno Rubik. Il murales fu dipinto nel 2014 per celebrare il quarantesimo anniversario del cubo di Rubik ed il settantesimo compleanno del suo inventore.\r\nPoco distante, un muro colorato dall’artista spagnolo Okuda rende omaggio all’ “Angelo di Budapest”, il diplomatico spagnolo Angel Sanz Briz che salvò dalla deportazione molti ebrei ungheresi durante la Seconda Guerra Mondiale. Sempre nel quartiere ebraico, il murales dell’artista britannico Luke Embden promuove la tolleranza e l’unione con l’invito “Love Thy Neighbour”. In via Kertész 27, invece, il murales dello spagnolo Dan Ferrer, ispirato ad Alice nel paese delle meraviglie, raffigura una ragazza che si libera dalle sue costrizioni come simbolo della speranza per il futuro.\r\nL’ultima tappa, obbligatoria, è il Szimpla Kert, il primo e più famoso ruin bar di Budapest.  Un locale aperto in un edificio abbandonato e arredato in maniera più che eccentrica, con oggetti stravaganti, kitsch e di ogni genere, dove colori sgargianti, musica e arte regnano sovrani.","post_title":"Budapest: street art sempre più protagonista tra le vie della capitale ungherese","post_date":"2024-06-20T12:58:53+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1718888333000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469824","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Antitrust e dall’Autorità di regolazione dei trasporti sconfessano il pacchetto Salvini, la riforma del noleggio con conducente che sta agitando il settore del trasporto non di linea, a partire dai taxi per finire ai diretti interessati, il popolo delle “auto nere”. \r\nA cominciare dal tempo minimo di attesa, l’obbligo per gli autisti Ncc di attendere almeno 30 minuti dalla prenotazione prima di effettuare un servizio di trasporto. Per Antitrust e Art si tratta di una prescrizone che «ostacola ingiustificatamente l’esercizio dell’attività d’impresa oltre a depontenziare l’utilità delle app di intermediazione tra domanda e offerta».\r\nLe nuove disposizioni in cantiere rappresentano «un discriminatorio e ingiustificato aggravio per gli esercenti il servizio Ncc» che «sembrano proteggere unicamente l’interesse economico degli esercenti i servizi taxi», mentre «motivi di interesse generale quali la corretta gestione del trasporto, del traffico e del rispetto dell’ambiente sembrano invece essere sacrificati».\r\n\r\nRilievi\r\nLe nuove norme previste dalle bozze dei “decreti Salvini” farebbero diminuire ulteriormente «la già carente offerta di servizi di trasporto pubblico locale, con conseguenze tangibili sulle condizioni del traffico e dell’ambiente.\r\nUn altro rilevo che emerge dal documento firmato congiuntamente dal presidente Antitrust Roberto Rustichelli e dal presidente Art Nicola Zaccheo riguarda l’obbligo per gli utenti – prima di inviare tramite app una richiesta di servizio di trasporto e prima di ricevere una stima dei tempi di arrivo della vettura e del corrispettivo della corsa – di scegliere se utilizzare il servizio taxi o il servizio Ncc. Il rischio, segnalano le due Authority, è «l’impossibilità di confrontare la qualità e convenienza dei due servizi a danno dei consumatori»","post_title":"Antitrust e Atr: no al pacchetto Salvini sugli Ncc. E' discriminatorio","post_date":"2024-06-20T10:58:54+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1718881134000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469799","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un vero e proprio vademecum su misura per tour operator e agenzie di viaggio: la sales guide 2024-25 della Regione internazionale del Lago di Costanza - compresa tra Germania, Svizzera, Austria e Principato del Liechtenstein - raccoglie infatti informazioni utili, spunti e curiosità che possono aiutare il trade nel programmare gli itinerari nella regione. La guida è alla sua quinta edizione, disponibile in inglese e tedesco.\r\n\r\nA livello pratico, la sales guide riporta ad esempio gli orari di apertura e il tempo medio necessario alla visita delle principali attrazioni, le distanze tra le diverse località della regione, i trasporti e i collegamenti con i mezzi pubblici, le date degli eventi, l’offerta e i prezzi delle visite guidate di gruppo e i contatti di riferimento dei diversi uffici del turismo e delle attrazioni – per una destinazione internazionale che si presta ad essere visitata in tutti i periodi dell’anno.\r\n\r\nIl lago di Costanza unisce culture e popoli diversi, accomunati dalle sponde del lago e dalla lingua tedesca. In questo angolo multiculturale d’Europa si scoprono paesaggi idilliaci e una natura incantevole – ma anche città vivaci, castelli e musei all’avanguardia e una enogastronomia autentica e variegata. La guida conduce attraverso le meraviglie e gli highlight della regione, suggerendo anche itinerari pensati secondo le inclinazioni dei partecipanti al viaggio – per proposte, per esempio, più incentrate sulla cultura, sulle vacanze attive o sulle scoperte legate al cibo, al vino e alla birra. Gli itinerari sono spunti per viaggi da effettuarsi nelle diverse stagioni dell’anno, a seconda delle attrazioni della regione o degli eventi ricorrenti, come i mercatini di Natale.","post_title":"Lago di Costanza: ecco la sales guide 2024-25 dedicata al trade","post_date":"2024-06-19T14:53:05+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1718808785000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469765","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ryanair continua la sua inarrestabile ascesa, ampliando ulteriormente le differenze con il resto delle compagnie operanti nel continente europeo. La low cost irlandese è di gran lunga quella che è cresciuta di più dal 2019, prima dello scoppio della pandemia.\r\n\r\nSecondo i dati raccolti da Eurocontrol, nell'ultima settimana analizzata Ryanair ha operato una media di 3.420 voli giornalieri, ovvero più di due decolli al minuto. Si registra inoltre una crescita del 35% rispetto allo stesso periodo del 2019.\r\n\r\nEasyjet è al secondo posto con 1.752 voli giornalieri, la metà di quelli del rivale e il 4% in meno rispetto ai livelli pre-pandemia. Turkish Airlines completa il podio con 1.479 voli, il 14% in più rispetto alle stesse date del 2019.\r\nTop ten\r\nNella top ten europea figura solo una compagnia aerea spagnola. Si tratta di Vueling, che si colloca in decima posizione con una media giornaliera di 638 voli. La compagnia aerea IAG, il cui piano di espansione della flotta resta sospeso in attesa dell'accordo con i piloti, è ancora un punto sotto i valori pre-Covid.\r\n\r\nCompletano la lista, in ordine decrescente dal quarto al nono posto, Lufthansa, Air France, JLM, British Airways, Wizz Air e SAS. Tra tutti, solo Wizz Air supera le cifre del 2019, con una percentuale del 35%. Lufthansa, Air France e SAS hanno invece subito le flessioni maggiori, con variazioni negative del 22%, 19% e 27%.","post_title":"Ryanair è la compagnia che è cresciuta di più dal 2019 (+35%)","post_date":"2024-06-19T12:00:50+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718798450000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469696","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Jazz, teatro e musica saranno i protagonisti dell’Estate Spezzina 2024 che si svolgeranno nell’oramai tradizionale location di Piazza Europa che sarà appositamente allestita.\r\n\r\nCollaborano all’estate Spezzina la Fondazione Carispezia; l’ Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale; MBDA; BVLG e IREN (main sponsor).\r\n\r\n«Grazie all’impegno del Comune della Spezia e il sostegno di Enti, Istituzioni e privati la nostra città riesce a crescere ed offrire spettacoli di altissimo livello per un pubblico sempre più numeroso, che già nel 2023 ha superato le 20.000 presenze. – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini- Una collaborazione importante, che auspichiamo continui fattivamente, per una città che è ormai una meta turistica internazionale scelta non solo per le sue bellezze paesaggistiche, ma anche per le svariate occasioni che è in grado di offrire».\r\n\r\nSi parte con la rassegna teatrale “La Spezia estate Festival” con i grandi nomi del teatro Italiano quali Alessandro Preziosi, Carolina Benvenga, Mariangela D’Abbraccio, Oblivion, Giorgio Panariello e Marco Masini, Beatrice Baldaccini e ancora la grande musica leggera con Mr. Rain, Cristiano De Andrè  Edoardo Bennato e Nina Zilli. I grandi interpreti della musica Jazz mondiale: Paolo Fresu & Uri Caine, Dado Moroni, Eddie Gomez, Joe La Barbera, Mike Stern and Randy Brecker, la voce di Irene Grandi e le incursioni di Goran Bregovich e Russell Crow.\r\n\r\nUn programma reso possibile grazie anche al sostegno di Enti e Associazioni che hanno contribuito alle realizzazione di tutti questi eventi. Oltre a questi eventi principali ci saranno moltissimi altri appuntamenti come Il 6 luglio in piazza Europa con Festa dei Diciottenni”, una serata di divertimento per festeggiare il raggiungimento della maggiore età.\r\n\r\nGiovedì 11 luglio il “Radio Stop Festival” per la prima volta dopo 20 anni fa tappa alla Spezia,. Il Festival di Radio Stop è un mega concerto di musica pop durante il quale si esibiscono dai 10 ai 12 artisti fra i più amati dai giovani, e che propone  il meglio della musica pop italiana e che alla Spezia tra gli altri porterà ad esibirsi sul palco di Piazza Europa una delle cantati più raffinate e amate dal pubblico: Malika Ayane. Insieme a lei ci sarà anche  Sophie and the Giants che dal 2020 domina le classifiche pop dance.\r\n\r\nIl 13 agosto nell’ambito della rassegna “Women – Voci di donne”, si terrà il concerto di CARMEN CONSOLI – Terra ca nun senti\r\n\r\nSabato 24 agosto alle 20,30 in Piazza Europa si terrà la finalissima regionale del concorso Miss Italia\r\n\r\nLa rassegna La Spezia Estate Festival vede protagonisti, dal 7 luglio al 20 agosto, nomi quali Alessandro Preziosi, Carolina Benvenga, Mariangela D’Abbraccio, Oblivion, Giorgio Panariello e Marco Masini, Beatrice Baldaccini e il corpo di ballo che renderà omaggio a Raffaella Carrà con l’omonimo musical a lei dedicato. E ancora: i 5 musicisti della Rimbamband, Raul Cremona, Max Giusti e il filosofo rock Matteo Saudino.\r\n\r\nSpazio anche alla musica sul palco di Piazza Europa con Mr. Rain (12 luglio), Cristiano De Andrè (16 luglio), Edoardo Bennato (22 luglio) e Nina Zilli (10 agosto).\r\n\r\nUno straordinario programma anche per il Festival Internazionale del Jazz della Spezia, giunto alla 56ma Edizione. Da luglio un prestigioso cartellone di concerti per il più longevo festival musicale italiano dedicato al jazz, che si svolge alla Spezia e dintorni ininterrottamente dal 1969. Con la direzione artistica di Lorenzo Cimino, uno dei più apprezzati trombettisti contemporanei, la 56ma Edizione del Festival si terrà in Piazza Europa e si svilupperà attraverso appuntamenti con divi internazionali, e progetti speciali in omaggio a giganti del jazz.\r\n\r\n ","post_title":"La Spezia, Estate all’insegna di musica e teatro tra spettacoli e Festival del Jazz","post_date":"2024-06-19T11:01:46+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1718794906000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469741","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Parte oggi iTeg: l'evento sul turismo enogastronomico e l’hospitality, che fino a domani apre le porte del circolo cittadino di Lecce a esperti, professionisti, operatori del settore, aziende e giornalisti. Tutto ruota intorno all’alta formazione del comparto e alla reciproca conoscenza degli operatori della rete. Panel, masterclass, iSkill, iTalk, laboratori esperienziali, b2e, b2c, convegni e la Green factor challenge special iTeg edition, il fitto programma di eventi all’interno della due giorni, con partecipazione gratuita previa registrazione sul sito, punta a fornire gli strumenti ai fini del miglioramento e dello sviluppo di un turismo specializzato di qualità.\r\n\r\nFondamentale in questo sarà l’apporto degli iTalk tra cui il Teg: come Ri-disegnare il turismo enogastronomico, moderato da Barbara Politi, in diverse sessioni che vedono anche la presenza di Cristina Mascanzoni Kaiser, fondatrice di WineHo e Nicola Romanelli, fondatore e presidente di Travel Hashtag; Teg tra target e incoming con la presenza di Ruben Santopietro, founder Visit Italy, Doriana Maltese, consulente e auditor di turismo sostenibile per programmi come Travelife, Alfredo De Liguori, responsabile marketing PugliaPromozione e Paola Puzzovio, founder Teging & iTeg; Comunicare il turismo con Massimo Cicatiello, vice presidente di Fortune Italia, Silvia Famà, founder magazine Cucine d'Italia, Lamberto Funghi, fondatore di Giroviaggiando, rivolta a tutti coloro che accolgono i viaggiatori di turismo enogastronomico. E poi le masterclas,s come quella di Vivere di turismo, gestita da Giuseppe Murina, per formare gli imprenditori dell’extra alberghiero a gestire le risorse economiche per un’offerta rivolta al Teg. E ancora la sostenibilità, grande argomento di iTeg, l'impatto sui territori il futuro del turismo in una prospettiva ottimistica e non in un panel dedicato con Sabrina Cavallo per Aitr e altri esperti internazionali.\r\n\r\nInteramente pensata e ideata per iTeg è infine la Green Factor Challenge, organizzata da Concetta D'Emma, come prima rappresentante di green destinations per l'Italia: si tratta di un workshop in modalità sfida che vuole far scoprire uno storytelling più responsabile e inclusivo, che coinvolga anche le reti, con l’obiettivo principale di selezionare le eccellenze pugliesi da portare come storie di successo a livello internazionale alle prossime Top 100 stories awards.","post_title":"Inizia oggi a Lecce iTeg: l'evento sul turismo enogastronomico e l’hospitality","post_date":"2024-06-19T10:39:56+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1718793596000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469695","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tre destinazioni - Londra Stansted, Milano Bergamo e Torino - per un totale di 16 voli alla settimana a cominciare dal prossimo agosto: Ryanair non poteva certo mancare l'appuntamento con l'apertura dell'aeroporto di Salerno-Costa d'Amalfi, che diverrà così il 32° scalo italiano della low cost irlandese.\r\n\r\n«Le nuove rotte di Ryanair da/per Salerno porteranno a una significativa crescita del traffico e del turismo - ha dichiarato il chief commercial officer di Ryanair, Jason McGuinness -. Abbiamo lavorato a stretto contatto con la direzione di Gesac e, per confermare il nostro impegno verso Salerno e l'intera regione Campania, siamo lieti di confermare che le due rotte nazionali - Milano Bergamo e Torino - continueranno nella stagione invernale 2024/25, offrendo più connettività tutto l'anno, turismo e posti di lavoro».\r\n\r\nLa crescita su Salerno, precisa però il cco, «è in netto contrasto con la situazione di Napoli, dove siamo stati costretti a ridurre la connettività a causa dell'ingiustificabile aumento del 30% dell’addizionale municipale/tassa sul turismo. Chiediamo nuovamente al sindaco Manfredi di abolire urgentemente questo ingiustificabile aumento, come è stato fatto a Venezia, per preservare connettività, turismo e posti di lavoro in vista della stagione invernale».\r\nOfferta consolidata\r\n«Grazie a Ryanair, lo scalo di Salerno-Costa d’Amalfi consolida l’offerta voli sia sul segmento nazionale, con Bergamo e Torino tutto l’anno, che sull’internazionale, con il rafforzamento dei collegamenti con Londra . ha sottolineato Roberto Barbieri, amministratore delegato Gesac -. Questa partnership è il frutto di un intenso lavoro di squadra mirato a soddisfare le esigenze di mobilità dei cittadini e dei tanti turisti che desiderano visitare la nostra regione che può finalmente contare su un secondo aeroporto, con un’offerta di voli stabile e destinata a crescere.\r\nDopo l’allungamento della pista, che ha permesso a Gesac di chiudere gli accordi con le tre principali compagnie low cost sul mercato nazionale, il lavoro continua con la seconda fase del Piano di sviluppo che prevede, fra gli altri investimenti, l’ulteriore allungamento della pista fino a 2.200 metri e la realizzazione, nel 2026, del nuovo terminal passeggeri, di circa 16.000 metri quadrati, che rifletterà i più elevati standard ambientali».","post_title":"Ryanair decollerà da Salerno in agosto verso Londra, Milano Bergamo e Torino","post_date":"2024-06-18T13:33:53+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1718717633000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469632","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Toscana dei borghi e dei mille tesori, nascosti o meno. E’ il tema della dodicesima edizione di Arcobaleno d’Estate. Un contenitore di eventi, che dal 19 al 25 giugno animeranno la Toscana, promosso dalla Regione insieme a La Nazione con il supporto di Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana e Vetrina Toscana e con la partecipazione delle associazioni di categoria.\r\n\r\n«Un appuntamento di riferimento che segna l’inizio dell’estate – spiega il presidente della Regione Eugenio Giani -. Fin dalla prima edizione rappresenta il simbolo della collaborazione tra Regione, La Nazione, agenzie regionali e associazioni di categoria. Un’iniziativa che è cresciuta anno dopo anno, grazie ad un grande lavoro di squadra, capace di valorizzare quel senso di identità che è l’essenza di questa regione. Passando dalle città d’arte ai borghi, dalla montagna e dalla collina, fino al mare».\r\n\r\n«La Toscana diffusa – aggiunge Francesco Tapinassi, direttore Toscana Promozione - è un tema strategico su cui l’Agenzia lavora costantemente attraverso il rapporto con gli Ambiti territoriali e la valorizzazione delle ricchezze che li caratterizzano. Anche la campagna promozionale in corso è improntata a sostenere un turismo, proveniente sia dall’Italia che dall’estero, rivolto a destinazioni la cui scoperta o riscoperta può favorire un aumento dell’incoming complessivo e aiutare a decongestionare le mete tradizionali».\r\n\r\n«Visittuscany – commenta Francesco Palumbo, direttore Fondazione Sistema Toscana - accompagna la comunicazione di Arcobaleno attraverso il sito e i canali social collegati. Sono, infatti, già presenti sul portale oltre 120 eventi e quasi 600 offerte dedicate al periodo estivo. Con più di 4 milioni e mezzo di visitatori nel 2023, più di 50 milioni di visualizzazioni dei contenuti pubblicati sui social e quasi 1 milione di follower (dato di giugno 2024), visittuscany.com si conferma strumento fondamentale per organizzare il proprio viaggio in Toscana e, grazie alla collaborazione degli operatori turistici e delle amministrazioni locali, è pronto a proporre tante opportunità per la nuova edizione di Arcobaleno e per tutta l'estate. Il flusso di eventi e offerte Arcobaleno confluisce anche nella campagna Toscana Rinascimento senza fine. Invitiamo, quindi, il sistema toscano ad aderire alla manifestazione caricando offerte e servizi su Visittuscany per godere della visibilità della campagna, dando così ai turisti una più ampia scelta della ricchissima offerta toscana».","post_title":"Toscana, il 12° Arcobaleno d’Estate punta sui borghi dai mille tesori","post_date":"2024-06-18T11:26:04+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1718709964000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti