30 May 2024

Federalberghi: 8,9 milioni di italiani hanno scelto la montagna

[ 0 ]

Neve, sci, festivitàPrenotano con un anticipo di almeno un mese e scelgono principalmente il soggiorno in hotel; si dedicano allo sci ed in generale ad attività sportive, a passeggiate e ad esperienze legate ad eventi enogastronomici; sono pronti a rinunciare a località troppo care per via della minore capacità di spesa, ma non alla possibilità di fare un soggiorno in montagna, magari aggiustando il tiro per evitare di sforare con il budget; prediligono le destinazioni del Nord Italia soprattutto per la settimana bianca; per lo sci nel week end le località montane del Centro Sud recuperano, laddove la performance è stata penalizzata dalle scarse nevicate sull’Appennino. Ma soprattutto: solo il 4,5% di essi ha scelto di recarsi all’estero.

Questa la fotografia del movimento turistico degli italiani in occasione delle vacanze sulla neve secondo il rapporto realizzato da Tecnè per conto della Federalberghi.

Tra coloro che hanno dedicato alla propria vacanza un’intera settimana (6,5 milioni) e quelli che invece hanno deciso di sciare solo nel week end (2,4 milioni), è certo che l’appuntamento con la neve per gli italiani non è andato deserto.

«Per noi è una bella conferma che arriva a ridosso della Pasqua, il che fa ben sperare. Abbiamo avuto momenti di difficoltà, temendo che il turismo invernale potesse essere penalizzato in termini di performance dalle scarse nevicate. La diretta conseguenza è evidente soprattutto per ciò che riguarda l’Appennino. Attualmente le cime sono ben innevate e lo scenario potrebbe cambiare.  Di certo siamo sempre più ammirati del fatto che i nostri concittadini continuano a prediligere mete italiane nel progettare il proprio viaggio». Cosi ha commentato la ricerca di Tecnè il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca.

«La soluzione in hotel resta la favorita nel periodo delle settimane bianche, una bella boccata di ossigeno per le nostre imprese – ha proseguito Bocca – Tutto questo è di ottimo auspicio».

“Ciò che gioca contro la prospettiva di vacanza, di qualsiasi periodo si voglia parlare, è purtroppo l’impatto della minore capacità di spesa – ha concluso il presidente di Federalberghi – Secondo la nostra indagine, sette italiani su dieci hanno dovuto fare i conti con i rincari, orientando diversamente le proprie scelte. E per noi questa non potrà mai essere una buona notizia”.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468325 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «In Francia la stagione turistica 2023 è stata eccellente - esordisce Frédéric Meyer, direttore Atout France per l’Europa del Sud - Abbiamo accolto 100 milioni di visitatori con un’entrata turistica di 63,5 mld di euro. Il mercato italiano, che ama la Francia in tutte le stagioni, rappresenta 8 milioni di arrivi turistici e 48 milioni di pernottamenti, in crescita rispetto al 2019. L’Italia è il quarto mercato internazionale dopo Germania, Uk e Belgio. L’andamento positivo è stato amplificato dal potenziamento dei collegamenti aerei tra Italia e Francia: per la primavera e l’estate 2024 la capacità aumenta dell’8% con 1123 collegamenti aerei diretti settimanali. Tra questi anche nuovi collegamenti, come quelli Verona-Parigi operati da Air France o i voli Milano-Ajaccio di Air Corsica. La campagna della Francia per il 2024, con lo slogan “Sogna in grande e vivi slow”, è molto efficace per le vendite che innesca e per la visibilità che raggiunge. Le 17 campagne regionali hanno raggiunto 7 milioni di visualizzazioni». Nel presentare la destinazione è importante il ruolo del magazine Explore France 2024 (www.france.fr/it/campagna/magazine-francia), che racconta un anno nel segno dello sport, dell’inclusività e della sostenibilità - con il Tour de France e i Giochi Olimpici e Paralimpici; ricorda importanti celebrazioni - gli 80 anni dallo sbarco in Normandia e i 150 anni dell’Impressionismo - e rivela uno degli eventi più suggestivi dell’anno: la riapertura al pubblico della Cattedrale di Notre Dame l’8 dicembre prossimo. Le numerose ricorrenze invitano a scoprire l’offerta cicloturistica della Francia lungo gli oltre 20mila chilometri di piste ciclabili e sottolineano l’importanza della gastronomia, punto di forza dell’offerta di accoglienza del paese. Rachel Caruhel, vice console generale francese a Milano, si è detta fiera dell’eccellenza del settore turistico francese e dei suoi attori, testimoniata anche dai 15 mln di spettatori attesi per seguire le Olimpiadi. «La cerimonia di apertura si terrà nel cuore di Parigi, ma i numerosi eventi in diverse città della Francia rappresenteranno un momento di incontro perfetto tra lo stile di vita dei francesi e i loro ospiti. I Giochi di Parigi 2024 saranno le prime Olimpiadi sostenibili ed ecologicamente responsabili della storia e risponderanno agli standard indicati dall’accordo di Parigi. Una delle priorità del nostro governo è proprio quella di rendere il settore turistico più sostenibile, come ben racconta la nuova edizione di Explore France». Prossimo cambio al vertice di Atout France in Italia Al termine dell’evento Frédéric Meyer ha annunciato che presto lascerà i suoi incarichi in Italia per assumere la carica di direttore regionale di Atout France per i mercati di lingua tedesca, con sede a Francoforte. «Ho amato ogni minuto degli otto anni trascorsi in Italia. E sono fiero delle tante attività realizzate e del percorso fatto con tutti voi e insieme con la mia dinamica équipe».   [post_title] => Francia: la crescita è costante, in attesa del boom di arrivi per i Giochi Olimpici [post_date] => 2024-05-29T11:28:56+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716982136000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468259 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cresce l'interesse per Londra, seguita da Parigi e quindi Istanbul, Roma e Milano. Ma diminuisce leggermente il trend di sviluppo del Sud Europa, a favore delle altre destinazioni del Vecchio continente. Sono le tendenze principali dell'ultima indagine condotta online dalla European Tourism Association (Etoa), in collaborazione con ForwardKeys. Nel dettaglio, tra gennaio ed aprile 2024, la capitale inglese ha attirato ben il 5% delle ricerche di voli verso l'Europa (+1,9 punti percentuali). Parigi ha invece raggranellato il 4% dell'interesse (+0.5 p.p.), con Istanbul (3%), Roma (3%) e Milano (2%), che hanno messo a segno gli altri incrementi più significativi: +0,4, +0,7 e +0,7 p.p. rispettivamente. Cambiano anche le preferenze dei viaggiatori che, per luglio e agosto, cercano quest'anno maggiormente esperienze in mezzo alla natura (+19%) oppure urban (+14%). In salita ma a un tasso inferiore pure l'interesse per le mete sun & beach (+8%). Tutto ciò si riflette sulle previsioni degli arrivi nelle varie macro-aree europee: la parte centro-orientale del Vecchio continente dovrebbe infatti registrare l'aumento più significativo dei flussi (+25%), seguita dall'Ovest (+15%) e dal Nord (+13%), Per il Sud si parla invece di un incremento attorno all'11%. Le destinazioni mediterranee, va detto però, sono quelle che si distinguono per le loro extra-performance rispetto al periodo pre-Covid (+8%) [post_title] => Etoa: cresce l'interesse dei viaggiatori internazionali per Londra e Parigi [post_date] => 2024-05-28T12:07:26+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716898046000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468267 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Scoprire il Nord Sardegna dal mare, raggiungere le piccole calette della Costa Smeralda o dell’Arcipelago di La Maddalena fino al sud della Corsica con prestigiosi yacht e gommoni in esclusiva guidati da comandanti esperti. Con un incremento del 20% negli ultimi due anni, cresce la domanda di servizi charter esclusivi nel Nord Sardegna: è quanto emerge da un’analisi delle richieste registrate da Poseidon Charter che da oltre 20 anni opera nel settore del noleggio di imbarcazioni da diporto nel Nord Sardegna.   Una flotta di sei tra imbarcazioni e maxi rib ormeggiati nella marina di Cala Capra, approdo turistico privato a soli 3 chilometri da Palau, con possibilità di imbarco da tutti i porti della Gallura. Una posizione strategica, incastonata nel golfo naturale di Cala Capra, sotto la famosa Roccia dell’Orso, ideale per partire alla scoperta dell’Arcipelago di La Maddalena e della Costa Smeralda. La Marina di Cala Capra è a meno di 15 minuti di navigazione dall’Isola di Caprera e dalla cittadina di La Maddalena a nord, mentre a sud dista 10 minuti da Baja Sardinia e Poltu Quatu, 20 minuti da Porto Cervo. Nuove soluzioni Novità 2024, il Joker Boat Clubman 35 della lunghezza di 10,70 m con ampie aree prendisole nella zona giorno, sia a prua che a poppa, adatto ad ospitare comodamente un gruppo composto da 8/10 persone. Un gommone di grandi dimensioni che arricchisce una flotta di prestigiose imbarcazioni a motore, a partire dal Riviera 4000 off-shore di 40 piedi concepita dal rinomato cantiere australiano, dal design sportivo ed elegante con ampi tendalini, un salottino esterno e il pozzetto attrezzato con comode sedute. La soluzione ideale per noleggi di una giornata per escursioni verso la Corsica e le isole dell’Arcipelago di La Maddalena.   La collezione di gommoni a noleggio con comandante di Poseidon Charter comprende anche un Joker Boat Clubman 30, gommone walkaround che sfiora i 10 metri con consolle centrale, ideale per lunghe giornate in mare tra l’Arcipelago di La Maddalena, la Corsica e la Costa Smeralda, un BWA 33 GTO di oltre 10 metri che unisce lusso e confort, pensato per ottimizzare al massimo il piacere della vita a bordo e un BWA 26 GTO che unisce praticità e eleganza, varati nel 2022. Completano la flotta 8 gommoni Ribmarine 40 cavalli per la guida senza patente varati nel 2022 che permettono alla clientela più autonoma di vivere le emozioni che solo l’Arcipelago di La Maddalena sa regalare.   Soluzioni per la navigazione che, rispetto alle grandi imbarcazioni, offrono la possibilità di avvicinarsi più facilmente alle piccole baie e navigare lungo tratti di costa con fondali più bassi, non raggiungibili da grandi yacht e barche a vela, senza rinunciare al comfort e alla sicurezza. [post_title] => Nord Sardegna: Poseidon incrementa l'offerta dei gommoni luxury a noleggio [post_date] => 2024-05-28T12:01:55+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716897715000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468132 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => 8 italiani su 10 (84,4%) passeranno le vacanze estive in Italia. E indipendentemente che il viaggiatore sia alla ricerca di attività sportive all’aria aperta (75,3%) o del relax per ricaricare le batterie (65,4%), la vacanza dovrà essere green (59,2%), e cresce inoltre il desiderio per una vacanza all’insegna del pregio, sempre più ambita (64,3%). Un trend, quello delle vacanze di pregio, confermato dai dati dell’Osservatorio Emma Villas, che registra per la stagione 2024 un +6,4% delle prenotazioni di ville e casali rispetto a quanto si registrava lo scorso anno alla stessa data per la stagione 2023 (con 6045 prenotazioni già confermate). È questa la fotografia dell’estate degli italiani che emerge dalla ricerca AstraRicerche per Emma Villas - azienda leader del vacation rental (affitti brevi di ville e casali di pregio) con oltre 600 proprietà in Italia e quotata sul segmento Euronext Growth Milan della Borsa Italiana – che mette a fuoco il profilo del viaggiatore italiano, le sue aspettative, le necessità e i suoi programmi di viaggio. «La voglia di viaggiare è ormai tornata fortissima tra gli italiani  - dichiara Giammarco Bisogno, Amministratore Delegato di Emma Villas - e, di pari passo, c’è sempre più voglia di continuare a trattarsi bene e vivere esperienze autentiche. La villa sarà una delle soluzioni più scelte da chi cerca comfort, indipendenza, privacy e relax, ma vuole anche essere vicino a città d'arte o a parchi naturali. Per questa stagione stiamo infatti registrando un incremento del 6,4% di prenotazioni rispetto a quanto registravamo un anno fa per il 2023, con un particolare interesse per le ville situate in Toscana, Umbria e Sicilia». Ma in quale struttura soggiorneranno gli italiani? Sicuramente sarà prioritario che sia una struttura sostenibile per almeno il 50% dei turisti. Secondo i dati dello studio AstraRicerche e dell’Osservatorio Emma Villas, la vacanza in una villa a uso esclusivo da condividere con i propri amici o familiari, è un’opzione di vacanza desiderata da oltre 6 italiani su 10 e che piace sempre di più: aumenta il numero dei vacanzieri che hanno deciso di vivere l’esperienza in villa, opzione che ha registrato un incremento del 48,9% rispetto al 2023 (22,7% vs 33,8%).  Chi sceglie la villa per le proprie vacanze sogna un soggiorno comprensivo di tutti i comfort. Insomma, un sogno per cui quasi un 1 italiano su 2 si dichiara disposto a rinunciare a cene fuori durante l’anno (45,8%), acquistare prodotti gourmet (24,9%) o nuovi vestiti (20,6%), pur di vivere l’esperienza di una vacanza in villa. Eppure, se si pensa che il budget dei connazionali per le vacanze è di circa 1000 euro a settimana[3], a fronte di un costo medio a persona che si attesta sui 500 euro, concedersi una vacanza da sogno in villa diventa chiaramente accessibile. Per quanto riguarda le destinazioni scelte, sul podio il Salento (31,6%), seguito dalla Costiera Amalfitana (28,9%) e il Lago di Garda (23,6%), che superano la Sardegna, le Cinque Terre e la Costiera Romagnola. Non manca, però, chi sceglierà sia l’estero che l’Italia (circa 6 italiani su 10). Tra le mete preferite la Spagna (50%), la Grecia (44,6%), il Portogallo (26,4%) e la Costa Azzurra (20,6%), a queste seguono le Baleari, la Croazia le Alpi Austriache, la Provenza e le Alpi Francesi.     [post_title] => Emma Villas, estate in Italia per 8 italiani su 10: obiettivo vacanze slow, outdoor ed esperienziali [post_date] => 2024-05-27T10:45:50+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716806750000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468065 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Explore France 2024: 80 pagine di bellezza, interviste, storie e proposte turistiche per raccontare un paese che quest'anno si rivela seguendo il claim "Sogna in grande e vivi slow". Grandi sono, infatti, gli eventi raccontati dai protagonisti. Slow i ritmi proposti per scoprire la Francia a piedi, in bicicletta e in treno, seguendo le vie di un turismo verde e sostenibile che rivela luoghi, opere di artigianato e sapori unici, come i gustosi abbinamenti di vini e formaggi Aop. Fiera della nuova edizione del magazine Rachel Caruhel, vice console generale di Milano. Fédéric Meyer, coordinatore regionale Europa del Sud per Atout France (nella foto) sottolinea che «L’edizione di Explore France 2024 illustra e racconta un anno eccezionale per la destinazione» e, secondo le parole di Martin Briens, nuovo ambasciatore di Francia in Italia, il magazine accompagna il lettore in un percorso di dialogo tra Francia e Italia sul fronte dell'impegno nella sostenibilità, nella scelta della parità di genere e, soprattutto, nei grandi eventi sportivi dell’anno. La 111esima edizione del Tour de France partirà infatti per la prima volta da Firenze, il 29 giugno, per poi svilupparsi in 21 tappe lungo 3.492km. Viste le Olimpiadi in corso a Parigi, il Tour si concluderà con una cronometro individuale a Nizza, “la città più italiana di Francia”. Sulle pagine di Explore France Christian Prudhomme, direttore del Tour de France, racconta il suo percorso da giornalista appassionato di sport a responsabile del Tour affermando: «è un sogno partire dall'Italia, una terra di campioni che hanno fatto la leggenda del ciclismo». Nel magazine viene anche citata la Toscana con il suo “Atlante degli itinerari cicloturistici” un’utile strumento digitale: i percorsi italiani tra città d’arte e quiete campagne acquisteranno infatti nuova attenzione con “le grand départ del Tour de France” da Firenze. Il cicloturismo è una delle proposte attive di Explore France 2024, che racconta una rete di 26.115km di piste ciclabili lungo 60 itinerari su tutto il territorio del paese. Viene presentato anche il GT20, la Grande Traversata della Corsica in bicicletta: un’appassionante e intensa avventura di 600km e 10mila metri di dislivello. In primo piano un modello di turismo adatto a tutti, attento alla natura, alla sostenibilità e alla cultura. Il 26 luglio, poi, prenderanno poi il via i Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024: sono attesi 15 milioni di visitatori. Sarà uno dei grandi eventi dell'anno, nel centenario della precedente edizione delle Olimpiadi di Parigi e per la prima volta in linea con gli accordi sul clima. Infatti, scrive la testata, «Oggi la parola d’ordine non è più costruzione ma “patrimonio”. E Parigi 2024 non manca di location iconiche che ospiteranno gli eventi». Le competizioni degli sport urbani, ad esempio, si terranno in Place de la Concorde, quelli di scherma e taekwondo nel Grand Palais e le gare di equitazione e pentathlon nella reggia di Versailles. Sulle pagine del magazine in primo piano anche Marie-Amélie Le Fur, campionessa juniores in Francia nella corsa e poi vittima di un incidente che le ha tolto parte di una gamba. Seguendo un percorso di grande perseveranza Le Fur è oggi presidente del Comitato Paralimpico e Sportivo Francese e, come afferma nella sua intervista, vuole fare dei Giochi una vetrina planetaria degli sport paralimpici: «Voglio che delle Paralimpiadi di Parigi si parli in tutto il mondo, si conoscano gli atleti e il loro impegno, si promuova la loro inclusione nel mondo dello sport come nella vita quotidiana». Lo sguardo di Explore France va anche ai menù per gli atleti olimpici, che saranno realizzati da Alexandre Mazzia, chef 3 stelle Michelin con un passato nel basket professionistico, una vita iniziata in Congo e - come racconta nella sua intervista - la soddisfazione di «essere stato scelto anche per il mio percorso … la mia esperienza … per rappresentare la Francia e la sua gastronomia durante i giochi, per rappresentare un territorio, un savoir-fare». Tante le celebrazioni per il 2024, come l’80° anno dallo sbarco in Normandia, i 150 anni dell’Impressionismo e, l’8 dicembre - giorno dell’Immacolata - l’attesa riapertura al pubblico della cattedrale di Notre-Dame, al termine dei Giochi Olimpici. Le pagine del magazine danno anche informazioni su come scoprire Parigi in sedia a rotelle grazie all’esperienza di Myriam e Pierre, viaggiatori-esploratori con disabilità che raccontano la loro esperienza e offrono tanti consigli sul sito jaccede.com. Si legge di città dal ricco patrimonio storico e naturale come Lille, Beauvais, Arles, Biot, Mougins o la nuova Cité della Lingua Francese nel castello rinascimentale di Villers-Cotterêtts e anche Rennes e la Bretagna, la Valle della Loira e la Nouvelle-Aquitaine. Senza dimenticare il nuovo allestimento del Museo Nazionale Picasso a Parigi e tanto altro. Il nuovo numero di Explore France uscirà il 1° giugno. Stampato in 35.000 copie, verrà distribuito in edicola in allegato al numero di giugno di Dove Viaggi, agli abbonati del Corriere della Sera, ai clienti della libreria Hoepli, presso le sedi della rete diplomatica francese, nel corso di tutti gli eventi di Atout France e anche nelle boutique di Roche Bobois, che portano l’eleganza del design francese nell’arredamento. La versione digitale di Explore France 2024 sarà disponibile online sul sito France.fr, sulla pagina facebook di Atout France e con la newsletter b2c. [post_title] => La nuova edizione del magazine Explore France per il 2024 [post_date] => 2024-05-24T11:54:20+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716551660000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467955 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Torino Airport archivia definitivamente il 2023 con l'approvazione del bilancio che evidenza il trend di crescita in atto: il valore della produzione si attesta a 86 milioni di euro e i ricavi aviation segnano un +7,5% sul 2022; il risultato netto è positivo per 7,6 milioni di euro e la posizione finanziaria netta arriva a -7,6 milioni di euro, in miglioramento di 10 milioni di euro sul 2022. In parallelo viene presentato anche il bilancio di sostenibilità 2023 del Gruppo Sagat che, a dieci anni dalla stesura del suo primo bilancio sociale, decide di rendicontare con ancora maggiore trasparenza il proprio contributo al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità in accordo con gli impegni assunti all’interno di una visione strategica di lungo periodo. Il rapporto mette in luce in particolare i risultati conseguiti in termini di impegno per la comunità, sostenibilità ambientale e impatto economico, fra cui: il 2023 è stato un nuovo anno record per il traffico dell’aeroporto, che per la prima volta ha superato la soglia dei 4 milioni e mezzo di passeggeri (4.531.185), in aumento dell’8% rispetto al 2022 e in aumento del 14,6% rispetto al 2019 (ultimo anno pre-Covid). La ricaduta sul territorio di tale risultato è amplificata dal cambio del profilo del passeggero: attraverso l’utilizzo dei big data è stato infatti rilevato che, rispetto al pre-Covid, i turisti in arrivo dall’estero sono cresciuti del 72% e quelli nazionali del 15%, a fronte di passeggeri residenti nel bacino geografico dell’aeroporto pressoché stabili (+2%). È stato deciso di anticipare il raggiungimento dell’obiettivo NetZero 2050: con l’impegno di azzerare già nel 2040 le emissioni di carbonio sotto il nostro controllo. [post_title] => Torino Airport approva il bilancio 2023 con un risultato netto di 7,6 mln di euro [post_date] => 2024-05-24T09:00:47+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716541247000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467874 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => "La città di Quito si prepara al 53° Congresso eucaristico internazionale, in calendario il prossimo 8-15 settembre, con 135 delegazioni": così si presenta alla platea romana il sindaco della capitale dell'Ecuador, Pabel Munòz Lòpez (nella foto). Un'occasione per illustrare le meraviglie di questo paese ricco di storia di tradizioni di storia religiosa, di gastronomia e di risorse naturali visto che a soli trenta minuti dalla città si trova una zona ricchissima di biodiversità.   "Nell'ultimo anno abbiamo ospitato 680.000 turisti con una ricettività composta da circa 7.200 strutture che soddisfano ogni tipo di clientela - afferma il sindaco -. Per il miglioramento della città lo scorso anno abbiamo investito circa 730 milioni dollari e quest'anno prevediamo di investire 800 milioni per garantire le migliori condizioni di ospitalità".   L'Italia, in particolare, "si colloca al 5° posto come presenza turistica" e l'obiettivo 2024 è quello di "aumentare del 50% la presenza di visitatori" in considerazione anche dell'evento internazionale di settembre. Lopez precisa che il turista che soggiorna a Quito può visitare le alture andine con i vulcani, in tre ore raggiungere l'Amazzonia o in 5 il mare "per scoprire il micromondo e le diversità del nostro paese".   "Il 90% del territorio di Quito è rurale e teniamo in grande considerazione il turismo comunitario e sostenibile: ci impegniamo per soddisfare le esigenze di una clientela affine a questi temi. Nel nostro territorio si possono osservare varie specie di  orchidee, di uccelli come il colibrì, ma anche l'orso andino a rischio di estinzione e - per i più fortunati - incontrare il condor. Da ricordare che Quito  fu la prima città insieme a Cracovia nominata Patrimonio mondiale dell'Unesco nel 1978 e il suo centro storico è il più grande e meglio conservato dell'America Latina". (q.f.)   [post_title] => Ecuador: Quito punta a una crescita a doppia cifra degli arrivi nel 2024 [post_date] => 2024-05-23T10:00:21+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716458421000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467807 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Quattro villaggi, cinque settimane di attività per altrettante esibizioni di artisti italiani e tanto divertimento. Sono i numeri della rinnovata collaborazione tra Alpitour World e Radio Italia, che in estate proporrà una serie di dirette radio e appuntamenti live. Dal 10 al 15 giugno Radio Italia sarà in particolare al salentino Bravo Alimini, dall’1 al 6 luglio al Siciliano Bravo Baia di Tindari e dall’8 al 13 luglio al Voi Arenella Resort, sempre sull'isola più grande del Mediterraneo. Dal 22 al 3 agosto sarà infine la volta del Voi Tanka Village in Sardegna. In ogni struttura sarà presente una postazione radio da cui trasmetteranno i conduttori Giuditta Arecco e Marco Falivelli (dalle 15 alle 17, Bravo Alimini), nonché Daniela Cappelletti ed Emiliano Picardi (dalle 17 alle 19, Bravo Alimini); Paoletta (dalle 9 alle 12, Bravo Baia di Tindari), nonché Mauro Marino e Manola Moslehi (dalle 13 alle 16, , Bravo Baia di Tindari); Giuditta Arecco e Marco Falivelli (dalle 15 alle 17, Voi Arenella Resort), nonché Daniela Cappelletti ed Emiliano Picardi (dalle 17 alle 19, Voi Arenella Resort); Paoletta (dalle 9 alle 12, Voi Tanka Village), nonché Mauro Marino e Manola Moslehi (dalle 13 alle 16, Voi Tanka Village). Ospiti ai microfoni e protagonisti di Radio Italia Live Estate saranno i Ricchi e Poveri (Bravo Alimini), Alfa (Bravo Baia di Tindari); Irama (Voi Arenella Resort) Francesco Gabbani (Voi Tanka Village) e Rose Villain (Voi Tanka Village). Copertura prevista anche sul sito e sui canali social dell’emittente Facebook, Instagram, X. “Anche quest’anno siamo al fianco di Radio Italia per offrire ai nostri ospiti, oltre ad un piacevole soggiorno, un ricco palinsesto di musica e intrattenimento - commenta Tommaso Bertini, chief marketing officer di Alpitour World -. Il rapporto speciale che ci lega a Radio Italia, da ormai diversi anni, ci consente di garantire un’estate unica a tutti coloro che sceglieranno di volare con la nostra compagnia Neos e di trascorrere una vacanza nei nostri villaggi Bravo e Voihotels, insieme ai nomi più importanti della musica italiana”. [post_title] => Anche questa estate Radio Italia sarà ospite dei villaggi Bravo e Voi di casa Alpitour [post_date] => 2024-05-22T10:05:56+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716372356000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467672 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dal 1° ottobre 2024 Emirates riaprirà il collegamento giornaliero tra Lagos e Dubai con un Boeing 777-300Er, dotato di 8 suite di First Class, 42 posti in Business Class e 304 posti in Economy Class.  «Il servizio Lagos-Dubai è tradizionalmente molto apprezzato dai clienti nigeriani e speriamo di ricollegare chi viaggia per piacere e per affari a Dubai e al nostro intero network di oltre 140 destinazioni - ha affermato Adnan Kazim, deputy president e chief commercial officer di Emirates -. Ringraziamo il governo nigeriano per la collaborazione e il suo sostegno nel ristabilire questa rotta e non vediamo l'ora di dare il benvenuto ai passeggeri che torneranno a bordo». Con la ripresa delle operazioni verso la Nigeria, Emirates raggiunge 19 gateway in Africa con 157 voli settimanali da Dubai, cui si aggiungono altri 130 punti regionali nel continente africano grazie alle partnership in codeshare e d’interlinea con South African Airways, Airlink, Royal Air Maroc, Tunis Air, tra gli altri. La Nigeria e gli Emirati Arabi Uniti hanno costruito nel corso degli anni forti relazioni commerciali bilaterali, con Lagos come centro commerciale della Nazione. Con la ripresa dei voli passeggeri giornalieri, la divisione cargo della compagnia aerea, Emirates SkyCargo, rafforzerà ulteriormente le relazioni commerciali offrendo più di 300 tonnellate di capacità di carico in stiva, in entrata e in uscita da Lagos ogni settimana. [post_title] => Emirates ripristina i collegamenti tra Dubai e la Nigeria, dal 1° ottobre [post_date] => 2024-05-21T09:15:59+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716282959000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "federalberghi 8" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":14,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":856,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468325","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«In Francia la stagione turistica 2023 è stata eccellente - esordisce Frédéric Meyer, direttore Atout France per l’Europa del Sud - Abbiamo accolto 100 milioni di visitatori con un’entrata turistica di 63,5 mld di euro. Il mercato italiano, che ama la Francia in tutte le stagioni, rappresenta 8 milioni di arrivi turistici e 48 milioni di pernottamenti, in crescita rispetto al 2019. L’Italia è il quarto mercato internazionale dopo Germania, Uk e Belgio. L’andamento positivo è stato amplificato dal potenziamento dei collegamenti aerei tra Italia e Francia: per la primavera e l’estate 2024 la capacità aumenta dell’8% con 1123 collegamenti aerei diretti settimanali. Tra questi anche nuovi collegamenti, come quelli Verona-Parigi operati da Air France o i voli Milano-Ajaccio di Air Corsica. La campagna della Francia per il 2024, con lo slogan “Sogna in grande e vivi slow”, è molto efficace per le vendite che innesca e per la visibilità che raggiunge. Le 17 campagne regionali hanno raggiunto 7 milioni di visualizzazioni».\r\n\r\nNel presentare la destinazione è importante il ruolo del magazine Explore France 2024 (www.france.fr/it/campagna/magazine-francia), che racconta un anno nel segno dello sport, dell’inclusività e della sostenibilità - con il Tour de France e i Giochi Olimpici e Paralimpici; ricorda importanti celebrazioni - gli 80 anni dallo sbarco in Normandia e i 150 anni dell’Impressionismo - e rivela uno degli eventi più suggestivi dell’anno: la riapertura al pubblico della Cattedrale di Notre Dame l’8 dicembre prossimo. Le numerose ricorrenze invitano a scoprire l’offerta cicloturistica della Francia lungo gli oltre 20mila chilometri di piste ciclabili e sottolineano l’importanza della gastronomia, punto di forza dell’offerta di accoglienza del paese.\r\n\r\nRachel Caruhel, vice console generale francese a Milano, si è detta fiera dell’eccellenza del settore turistico francese e dei suoi attori, testimoniata anche dai 15 mln di spettatori attesi per seguire le Olimpiadi. «La cerimonia di apertura si terrà nel cuore di Parigi, ma i numerosi eventi in diverse città della Francia rappresenteranno un momento di incontro perfetto tra lo stile di vita dei francesi e i loro ospiti. I Giochi di Parigi 2024 saranno le prime Olimpiadi sostenibili ed ecologicamente responsabili della storia e risponderanno agli standard indicati dall’accordo di Parigi. Una delle priorità del nostro governo è proprio quella di rendere il settore turistico più sostenibile, come ben racconta la nuova edizione di Explore France».\r\n\r\nProssimo cambio al vertice di Atout France in Italia\r\n\r\nAl termine dell’evento Frédéric Meyer ha annunciato che presto lascerà i suoi incarichi in Italia per assumere la carica di direttore regionale di Atout France per i mercati di lingua tedesca, con sede a Francoforte. «Ho amato ogni minuto degli otto anni trascorsi in Italia. E sono fiero delle tante attività realizzate e del percorso fatto con tutti voi e insieme con la mia dinamica équipe».\r\n\r\n ","post_title":"Francia: la crescita è costante, in attesa del boom di arrivi per i Giochi Olimpici","post_date":"2024-05-29T11:28:56+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1716982136000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468259","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Cresce l'interesse per Londra, seguita da Parigi e quindi Istanbul, Roma e Milano. Ma diminuisce leggermente il trend di sviluppo del Sud Europa, a favore delle altre destinazioni del Vecchio continente. Sono le tendenze principali dell'ultima indagine condotta online dalla European Tourism Association (Etoa), in collaborazione con ForwardKeys.\r\n\r\nNel dettaglio, tra gennaio ed aprile 2024, la capitale inglese ha attirato ben il 5% delle ricerche di voli verso l'Europa (+1,9 punti percentuali). Parigi ha invece raggranellato il 4% dell'interesse (+0.5 p.p.), con Istanbul (3%), Roma (3%) e Milano (2%), che hanno messo a segno gli altri incrementi più significativi: +0,4, +0,7 e +0,7 p.p. rispettivamente.\r\n\r\nCambiano anche le preferenze dei viaggiatori che, per luglio e agosto, cercano quest'anno maggiormente esperienze in mezzo alla natura (+19%) oppure urban (+14%). In salita ma a un tasso inferiore pure l'interesse per le mete sun & beach (+8%). Tutto ciò si riflette sulle previsioni degli arrivi nelle varie macro-aree europee: la parte centro-orientale del Vecchio continente dovrebbe infatti registrare l'aumento più significativo dei flussi (+25%), seguita dall'Ovest (+15%) e dal Nord (+13%), Per il Sud si parla invece di un incremento attorno all'11%. Le destinazioni mediterranee, va detto però, sono quelle che si distinguono per le loro extra-performance rispetto al periodo pre-Covid (+8%)","post_title":"Etoa: cresce l'interesse dei viaggiatori internazionali per Londra e Parigi","post_date":"2024-05-28T12:07:26+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1716898046000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468267","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Scoprire il Nord Sardegna dal mare, raggiungere le piccole calette della Costa Smeralda o dell’Arcipelago di La Maddalena fino al sud della Corsica con prestigiosi yacht e gommoni in esclusiva guidati da comandanti esperti. Con un incremento del 20% negli ultimi due anni, cresce la domanda di servizi charter esclusivi nel Nord Sardegna: è quanto emerge da un’analisi delle richieste registrate da Poseidon Charter che da oltre 20 anni opera nel settore del noleggio di imbarcazioni da diporto nel Nord Sardegna.\r\n\r\n \r\nUna flotta di sei tra imbarcazioni e maxi rib ormeggiati nella marina di Cala Capra, approdo turistico privato a soli 3 chilometri da Palau, con possibilità di imbarco da tutti i porti della Gallura. Una posizione strategica, incastonata nel golfo naturale di Cala Capra, sotto la famosa Roccia dell’Orso, ideale per partire alla scoperta dell’Arcipelago di La Maddalena e della Costa Smeralda. La Marina di Cala Capra è a meno di 15 minuti di navigazione dall’Isola di Caprera e dalla cittadina di La Maddalena a nord, mentre a sud dista 10 minuti da Baja Sardinia e Poltu Quatu, 20 minuti da Porto Cervo.\r\n\r\nNuove soluzioni\r\nNovità 2024, il Joker Boat Clubman 35 della lunghezza di 10,70 m con ampie aree prendisole nella zona giorno, sia a prua che a poppa, adatto ad ospitare comodamente un gruppo composto da 8/10 persone. Un gommone di grandi dimensioni che arricchisce una flotta di prestigiose imbarcazioni a motore, a partire dal Riviera 4000 off-shore di 40 piedi concepita dal rinomato cantiere australiano, dal design sportivo ed elegante con ampi tendalini, un salottino esterno e il pozzetto attrezzato con comode sedute. La soluzione ideale per noleggi di una giornata per escursioni verso la Corsica e le isole dell’Arcipelago di La Maddalena.\r\n\r\n \r\nLa collezione di gommoni a noleggio con comandante di Poseidon Charter comprende anche un Joker Boat Clubman 30, gommone walkaround che sfiora i 10 metri con consolle centrale, ideale per lunghe giornate in mare tra l’Arcipelago di La Maddalena, la Corsica e la Costa Smeralda, un BWA 33 GTO di oltre 10 metri che unisce lusso e confort, pensato per ottimizzare al massimo il piacere della vita a bordo e un BWA 26 GTO che unisce praticità e eleganza, varati nel 2022. Completano la flotta 8 gommoni Ribmarine 40 cavalli per la guida senza patente varati nel 2022 che permettono alla clientela più autonoma di vivere le emozioni che solo l’Arcipelago di La Maddalena sa regalare.\r\n\r\n \r\nSoluzioni per la navigazione che, rispetto alle grandi imbarcazioni, offrono la possibilità di avvicinarsi più facilmente alle piccole baie e navigare lungo tratti di costa con fondali più bassi, non raggiungibili da grandi yacht e barche a vela, senza rinunciare al comfort e alla sicurezza.","post_title":"Nord Sardegna: Poseidon incrementa l'offerta dei gommoni luxury a noleggio","post_date":"2024-05-28T12:01:55+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1716897715000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468132","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"8 italiani su 10 (84,4%) passeranno le vacanze estive in Italia. E indipendentemente che il viaggiatore sia alla ricerca di attività sportive all’aria aperta (75,3%) o del relax per ricaricare le batterie (65,4%), la vacanza dovrà essere green (59,2%), e cresce inoltre il desiderio per una vacanza all’insegna del pregio, sempre più ambita (64,3%).\r\n\r\nUn trend, quello delle vacanze di pregio, confermato dai dati dell’Osservatorio Emma Villas, che registra per la stagione 2024 un +6,4% delle prenotazioni di ville e casali rispetto a quanto si registrava lo scorso anno alla stessa data per la stagione 2023 (con 6045 prenotazioni già confermate). È questa la fotografia dell’estate degli italiani che emerge dalla ricerca AstraRicerche per Emma Villas - azienda leader del vacation rental (affitti brevi di ville e casali di pregio) con oltre 600 proprietà in Italia e quotata sul segmento Euronext Growth Milan della Borsa Italiana – che mette a fuoco il profilo del viaggiatore italiano, le sue aspettative, le necessità e i suoi programmi di viaggio.\r\n\r\n«La voglia di viaggiare è ormai tornata fortissima tra gli italiani  - dichiara Giammarco Bisogno, Amministratore Delegato di Emma Villas - e, di pari passo, c’è sempre più voglia di continuare a trattarsi bene e vivere esperienze autentiche. La villa sarà una delle soluzioni più scelte da chi cerca comfort, indipendenza, privacy e relax, ma vuole anche essere vicino a città d'arte o a parchi naturali. Per questa stagione stiamo infatti registrando un incremento del 6,4% di prenotazioni rispetto a quanto registravamo un anno fa per il 2023, con un particolare interesse per le ville situate in Toscana, Umbria e Sicilia».\r\n\r\nMa in quale struttura soggiorneranno gli italiani? Sicuramente sarà prioritario che sia una struttura sostenibile per almeno il 50% dei turisti.\r\n\r\nSecondo i dati dello studio AstraRicerche e dell’Osservatorio Emma Villas, la vacanza in una villa a uso esclusivo da condividere con i propri amici o familiari, è un’opzione di vacanza desiderata da oltre 6 italiani su 10 e che piace sempre di più: aumenta il numero dei vacanzieri che hanno deciso di vivere l’esperienza in villa, opzione che ha registrato un incremento del 48,9% rispetto al 2023 (22,7% vs 33,8%).  Chi sceglie la villa per le proprie vacanze sogna un soggiorno comprensivo di tutti i comfort.\r\n\r\nInsomma, un sogno per cui quasi un 1 italiano su 2 si dichiara disposto a rinunciare a cene fuori durante l’anno (45,8%), acquistare prodotti gourmet (24,9%) o nuovi vestiti (20,6%), pur di vivere l’esperienza di una vacanza in villa. Eppure, se si pensa che il budget dei connazionali per le vacanze è di circa 1000 euro a settimana[3], a fronte di un costo medio a persona che si attesta sui 500 euro, concedersi una vacanza da sogno in villa diventa chiaramente accessibile.\r\n\r\nPer quanto riguarda le destinazioni scelte, sul podio il Salento (31,6%), seguito dalla Costiera Amalfitana (28,9%) e il Lago di Garda (23,6%), che superano la Sardegna, le Cinque Terre e la Costiera Romagnola. Non manca, però, chi sceglierà sia l’estero che l’Italia (circa 6 italiani su 10). Tra le mete preferite la Spagna (50%), la Grecia (44,6%), il Portogallo (26,4%) e la Costa Azzurra (20,6%), a queste seguono le Baleari, la Croazia le Alpi Austriache, la Provenza e le Alpi Francesi.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Emma Villas, estate in Italia per 8 italiani su 10: obiettivo vacanze slow, outdoor ed esperienziali","post_date":"2024-05-27T10:45:50+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1716806750000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468065","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Explore France 2024: 80 pagine di bellezza, interviste, storie e proposte turistiche per raccontare un paese che quest'anno si rivela seguendo il claim \"Sogna in grande e vivi slow\". Grandi sono, infatti, gli eventi raccontati dai protagonisti. Slow i ritmi proposti per scoprire la Francia a piedi, in bicicletta e in treno, seguendo le vie di un turismo verde e sostenibile che rivela luoghi, opere di artigianato e sapori unici, come i gustosi abbinamenti di vini e formaggi Aop.\r\n\r\nFiera della nuova edizione del magazine Rachel Caruhel, vice console generale di Milano. Fédéric Meyer, coordinatore regionale Europa del Sud per Atout France (nella foto) sottolinea che «L’edizione di Explore France 2024 illustra e racconta un anno eccezionale per la destinazione» e, secondo le parole di Martin Briens, nuovo ambasciatore di Francia in Italia, il magazine accompagna il lettore in un percorso di dialogo tra Francia e Italia sul fronte dell'impegno nella sostenibilità, nella scelta della parità di genere e, soprattutto, nei grandi eventi sportivi dell’anno.\r\n\r\nLa 111esima edizione del Tour de France partirà infatti per la prima volta da Firenze, il 29 giugno, per poi svilupparsi in 21 tappe lungo 3.492km. Viste le Olimpiadi in corso a Parigi, il Tour si concluderà con una cronometro individuale a Nizza, “la città più italiana di Francia”. Sulle pagine di Explore France Christian Prudhomme, direttore del Tour de France, racconta il suo percorso da giornalista appassionato di sport a responsabile del Tour affermando: «è un sogno partire dall'Italia, una terra di campioni che hanno fatto la leggenda del ciclismo».\r\n\r\nNel magazine viene anche citata la Toscana con il suo “Atlante degli itinerari cicloturistici” un’utile strumento digitale: i percorsi italiani tra città d’arte e quiete campagne acquisteranno infatti nuova attenzione con “le grand départ del Tour de France” da Firenze. Il cicloturismo è una delle proposte attive di Explore France 2024, che racconta una rete di 26.115km di piste ciclabili lungo 60 itinerari su tutto il territorio del paese. Viene presentato anche il GT20, la Grande Traversata della Corsica in bicicletta: un’appassionante e intensa avventura di 600km e 10mila metri di dislivello. In primo piano un modello di turismo adatto a tutti, attento alla natura, alla sostenibilità e alla cultura.\r\n\r\nIl 26 luglio, poi, prenderanno poi il via i Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024: sono attesi 15 milioni di visitatori. Sarà uno dei grandi eventi dell'anno, nel centenario della precedente edizione delle Olimpiadi di Parigi e per la prima volta in linea con gli accordi sul clima. Infatti, scrive la testata, «Oggi la parola d’ordine non è più costruzione ma “patrimonio”. E Parigi 2024 non manca di location iconiche che ospiteranno gli eventi». Le competizioni degli sport urbani, ad esempio, si terranno in Place de la Concorde, quelli di scherma e taekwondo nel Grand Palais e le gare di equitazione e pentathlon nella reggia di Versailles. Sulle pagine del magazine in primo piano anche Marie-Amélie Le Fur, campionessa juniores in Francia nella corsa e poi vittima di un incidente che le ha tolto parte di una gamba.\r\n\r\nSeguendo un percorso di grande perseveranza Le Fur è oggi presidente del Comitato Paralimpico e Sportivo Francese e, come afferma nella sua intervista, vuole fare dei Giochi una vetrina planetaria degli sport paralimpici: «Voglio che delle Paralimpiadi di Parigi si parli in tutto il mondo, si conoscano gli atleti e il loro impegno, si promuova la loro inclusione nel mondo dello sport come nella vita quotidiana».\r\n\r\nLo sguardo di Explore France va anche ai menù per gli atleti olimpici, che saranno realizzati da Alexandre Mazzia, chef 3 stelle Michelin con un passato nel basket professionistico, una vita iniziata in Congo e - come racconta nella sua intervista - la soddisfazione di «essere stato scelto anche per il mio percorso … la mia esperienza … per rappresentare la Francia e la sua gastronomia durante i giochi, per rappresentare un territorio, un savoir-fare».\r\n\r\nTante le celebrazioni per il 2024, come l’80° anno dallo sbarco in Normandia, i 150 anni dell’Impressionismo e, l’8 dicembre - giorno dell’Immacolata - l’attesa riapertura al pubblico della cattedrale di Notre-Dame, al termine dei Giochi Olimpici. Le pagine del magazine danno anche informazioni su come scoprire Parigi in sedia a rotelle grazie all’esperienza di Myriam e Pierre, viaggiatori-esploratori con disabilità che raccontano la loro esperienza e offrono tanti consigli sul sito jaccede.com. Si legge di città dal ricco patrimonio storico e naturale come Lille, Beauvais, Arles, Biot, Mougins o la nuova Cité della Lingua Francese nel castello rinascimentale di Villers-Cotterêtts e anche Rennes e la Bretagna, la Valle della Loira e la Nouvelle-Aquitaine. Senza dimenticare il nuovo allestimento del Museo Nazionale Picasso a Parigi e tanto altro.\r\n\r\nIl nuovo numero di Explore France uscirà il 1° giugno. Stampato in 35.000 copie, verrà distribuito in edicola in allegato al numero di giugno di Dove Viaggi, agli abbonati del Corriere della Sera, ai clienti della libreria Hoepli, presso le sedi della rete diplomatica francese, nel corso di tutti gli eventi di Atout France e anche nelle boutique di Roche Bobois, che portano l’eleganza del design francese nell’arredamento. La versione digitale di Explore France 2024 sarà disponibile online sul sito France.fr, sulla pagina facebook di Atout France e con la newsletter b2c.","post_title":"La nuova edizione del magazine Explore France per il 2024","post_date":"2024-05-24T11:54:20+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1716551660000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467955","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Torino Airport archivia definitivamente il 2023 con l'approvazione del bilancio che evidenza il trend di crescita in atto: il valore della produzione si attesta a 86 milioni di euro e i ricavi aviation segnano un +7,5% sul 2022; il risultato netto è positivo per 7,6 milioni di euro e la posizione finanziaria netta arriva a -7,6 milioni di euro, in miglioramento di 10 milioni di euro sul 2022.\r\nIn parallelo viene presentato anche il bilancio di sostenibilità 2023 del Gruppo Sagat che, a dieci anni dalla stesura del suo primo bilancio sociale, decide di rendicontare con ancora maggiore trasparenza il proprio contributo al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità in accordo con gli impegni assunti all’interno di una visione strategica di lungo periodo.\r\nIl rapporto mette in luce in particolare i risultati conseguiti in termini di impegno per la comunità, sostenibilità ambientale e impatto economico, fra cui: il 2023 è stato un nuovo anno record per il traffico dell’aeroporto, che per la prima volta ha superato la soglia dei 4 milioni e mezzo di passeggeri (4.531.185), in aumento dell’8% rispetto al 2022 e in aumento del 14,6% rispetto al 2019 (ultimo anno pre-Covid).\r\nLa ricaduta sul territorio di tale risultato è amplificata dal cambio del profilo del passeggero: attraverso l’utilizzo dei big data è stato infatti rilevato che, rispetto al pre-Covid, i turisti in arrivo dall’estero sono cresciuti del 72% e quelli nazionali del 15%, a fronte di passeggeri residenti nel bacino geografico dell’aeroporto pressoché stabili (+2%).\r\nÈ stato deciso di anticipare il raggiungimento dell’obiettivo NetZero 2050: con l’impegno di azzerare già nel 2040 le emissioni di carbonio sotto il nostro controllo.","post_title":"Torino Airport approva il bilancio 2023 con un risultato netto di 7,6 mln di euro","post_date":"2024-05-24T09:00:47+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716541247000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467874","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\"La città di Quito si prepara al 53° Congresso eucaristico internazionale, in calendario il prossimo 8-15 settembre, con 135 delegazioni\": così si presenta alla platea romana il sindaco della capitale dell'Ecuador, Pabel Munòz Lòpez (nella foto). Un'occasione per illustrare le meraviglie di questo paese ricco di storia di tradizioni di storia religiosa, di gastronomia e di risorse naturali visto che a soli trenta minuti dalla città si trova una zona ricchissima di biodiversità.\r\n \r\n\"Nell'ultimo anno abbiamo ospitato 680.000 turisti con una ricettività composta da circa 7.200 strutture che soddisfano ogni tipo di clientela - afferma il sindaco -. Per il miglioramento della città lo scorso anno abbiamo investito circa 730 milioni dollari e quest'anno prevediamo di investire 800 milioni per garantire le migliori condizioni di ospitalità\".\r\n \r\nL'Italia, in particolare, \"si colloca al 5° posto come presenza turistica\" e l'obiettivo 2024 è quello di \"aumentare del 50% la presenza di visitatori\" in considerazione anche dell'evento internazionale di settembre. Lopez precisa che il turista che soggiorna a Quito può visitare le alture andine con i vulcani, in tre ore raggiungere l'Amazzonia o in 5 il mare \"per scoprire il micromondo e le diversità del nostro paese\".\r\n \r\n\"Il 90% del territorio di Quito è rurale e teniamo in grande considerazione il turismo comunitario e sostenibile: ci impegniamo per soddisfare le esigenze di una clientela affine a questi temi. Nel nostro territorio si possono osservare varie specie di  orchidee, di uccelli come il colibrì, ma anche l'orso andino a rischio di estinzione e - per i più fortunati - incontrare il condor. Da ricordare che Quito  fu la prima città insieme a Cracovia nominata Patrimonio mondiale dell'Unesco nel 1978 e il suo centro storico è il più grande e meglio conservato dell'America Latina\". (q.f.)\r\n ","post_title":"Ecuador: Quito punta a una crescita a doppia cifra degli arrivi nel 2024","post_date":"2024-05-23T10:00:21+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1716458421000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467807","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Quattro villaggi, cinque settimane di attività per altrettante esibizioni di artisti italiani e tanto divertimento. Sono i numeri della rinnovata collaborazione tra Alpitour World e Radio Italia, che in estate proporrà una serie di dirette radio e appuntamenti live. Dal 10 al 15 giugno Radio Italia sarà in particolare al salentino Bravo Alimini, dall’1 al 6 luglio al Siciliano Bravo Baia di Tindari e dall’8 al 13 luglio al Voi Arenella Resort, sempre sull'isola più grande del Mediterraneo. Dal 22 al 3 agosto sarà infine la volta del Voi Tanka Village in Sardegna.\r\n\r\nIn ogni struttura sarà presente una postazione radio da cui trasmetteranno i conduttori Giuditta Arecco e Marco Falivelli (dalle 15 alle 17, Bravo Alimini), nonché Daniela Cappelletti ed Emiliano Picardi (dalle 17 alle 19, Bravo Alimini); Paoletta (dalle 9 alle 12, Bravo Baia di Tindari), nonché Mauro Marino e Manola Moslehi (dalle 13 alle 16, , Bravo Baia di Tindari); Giuditta Arecco e Marco Falivelli (dalle 15 alle 17, Voi Arenella Resort), nonché Daniela Cappelletti ed Emiliano Picardi (dalle 17 alle 19, Voi Arenella Resort); Paoletta (dalle 9 alle 12, Voi Tanka Village), nonché Mauro Marino e Manola Moslehi (dalle 13 alle 16, Voi Tanka Village). Ospiti ai microfoni e protagonisti di Radio Italia Live Estate saranno i Ricchi e Poveri (Bravo Alimini), Alfa (Bravo Baia di Tindari); Irama (Voi Arenella Resort) Francesco Gabbani (Voi Tanka Village) e Rose Villain (Voi Tanka Village). Copertura prevista anche sul sito e sui canali social dell’emittente Facebook, Instagram, X.\r\n\r\n“Anche quest’anno siamo al fianco di Radio Italia per offrire ai nostri ospiti, oltre ad un piacevole soggiorno, un ricco palinsesto di musica e intrattenimento - commenta Tommaso Bertini, chief marketing officer di Alpitour World -. Il rapporto speciale che ci lega a Radio Italia, da ormai diversi anni, ci consente di garantire un’estate unica a tutti coloro che sceglieranno di volare con la nostra compagnia Neos e di trascorrere una vacanza nei nostri villaggi Bravo e Voihotels, insieme ai nomi più importanti della musica italiana”.","post_title":"Anche questa estate Radio Italia sarà ospite dei villaggi Bravo e Voi di casa Alpitour","post_date":"2024-05-22T10:05:56+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1716372356000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467672","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dal 1° ottobre 2024 Emirates riaprirà il collegamento giornaliero tra Lagos e Dubai con un Boeing 777-300Er, dotato di 8 suite di First Class, 42 posti in Business Class e 304 posti in Economy Class. \r\n«Il servizio Lagos-Dubai è tradizionalmente molto apprezzato dai clienti nigeriani e speriamo di ricollegare chi viaggia per piacere e per affari a Dubai e al nostro intero network di oltre 140 destinazioni - ha affermato Adnan Kazim, deputy president e chief commercial officer di Emirates -. Ringraziamo il governo nigeriano per la collaborazione e il suo sostegno nel ristabilire questa rotta e non vediamo l'ora di dare il benvenuto ai passeggeri che torneranno a bordo».\r\nCon la ripresa delle operazioni verso la Nigeria, Emirates raggiunge 19 gateway in Africa con 157 voli settimanali da Dubai, cui si aggiungono altri 130 punti regionali nel continente africano grazie alle partnership in codeshare e d’interlinea con South African Airways, Airlink, Royal Air Maroc, Tunis Air, tra gli altri.\r\nLa Nigeria e gli Emirati Arabi Uniti hanno costruito nel corso degli anni forti relazioni commerciali bilaterali, con Lagos come centro commerciale della Nazione. Con la ripresa dei voli passeggeri giornalieri, la divisione cargo della compagnia aerea, Emirates SkyCargo, rafforzerà ulteriormente le relazioni commerciali offrendo più di 300 tonnellate di capacità di carico in stiva, in entrata e in uscita da Lagos ogni settimana.","post_title":"Emirates ripristina i collegamenti tra Dubai e la Nigeria, dal 1° ottobre","post_date":"2024-05-21T09:15:59+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716282959000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti