3 October 2022

Astoi: ristori ancora bloccati; inaccettabili i ritardi Inps e del ministero

[ 1 ]

Pochi, maledetti e neppure subito. Ancora niente ristori per gli operatori del turismo organizzato, bloccati dai ritardi dell’Inps e del ministero del Turismo. Un fatto “gravissimo”, lo definisce Astoi, “che rende in pratica inefficaci le già esili misure di ristoro previste”.

“Può sembrare un paradosso – prosegue la nota – ma il tanto agognato supporto, approvato dal governo a inizio 2022, non solo non ha risposto, in termini di capienza e di tipologia di intervento, alle richieste delle associazioni del turismo organizzato, ma oggi sono addirittura bloccate per inaccettabili ritardi imputabili all’Inps (per quanto attiene l’esonero dal versamento della contribuzione datoriale sui dipendenti in forza) e al ministero del Turismo, per quanto concerne la notifica alla Commissione europea volta all’ottenimento dell’autorizzazione relativa all’erogazione dei 39,3 milioni di euro stanziati per il comparto”.

Il settore esce da due anni terribili; di fatto, solo a marzo, con la rimozione del divieto di viaggiare per turismo verso i Paesi extra Schengen, si è iniziata a vedere una lenta ripresa “ma, purtroppo – sottolinea sempre Astoi – permangono le cicatrici operative e finanziarie causate dalla pandemia e le misure devono immediatamente trovare efficacia e concretezza, tanto più dopo essere già state approvate”.

Siamo pertanto a chiedere con assoluta tempestività e immediatezza all’Inps di emanare la circolare con le istruzioni per l’effettiva fruizione da parte di tour operator e agenzie di viaggio della decontribuzione sui rapporti di lavoro in essere, per il periodo aprile-agosto 2022. Le aziende non hanno potuto beneficiare di tale agevolazione fino a oggi e, qualora l’ente non diramasse celermente le istruzioni, ci sarebbe il rischio di non potere godere interamente di tale misura, in quanto fruibile solo fino a dicembre 2022; al ministero del Turismo di provvedere all’immediata notifica alla Commissione europea dell’aiuto di 39,3 milioni di euro per tour operator e agenzie di viaggio. Tra l’altro, questo aiuto si pone fuori dal quadro temporaneo, ormai scaduto lo scorso 30 giugno, e verrà certamente notificato sulla base degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (Tfue), portando così a una negoziazione con la Commissione molto lunga, complessa e dagli esiti incerti“.

È davvero difficile – conclude la nota – comprendere come la politica possa risultare così insensibile alla crisi finanziaria che sta vivendo il settore. L’aver approvato misure per quasi 100 milioni, tra decontribuzione e risorse a fondo perduto, e non aver ancora fatto quanto necessario per poterle attuare dimostra una distanza e uno scollamento totale dalla vita delle imprese e dei loro dipendenti che, francamente, lascia poco spazio alla comprensione“.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431512 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => "Il brand ha aperto le vendite a inizio di giugno. Troppo presto per stilare un bilancio ad hoc. Ma un primo risultato importante Teorema Vacanza l'ha già ottenuto: mettere ordine nell'offerta tour operating del nostro gruppo". Così il ceo di Volonline, Luigi Deli, a commento della prima estate di attività successiva all'acquisizione del marchio Teorema, ufficializzata lo scorso aprile: "Il primo a godere di tale effetto è stato il nostro to online Volonclick, che ha sostanzialmente quadruplicato i risultati del 2019. Identificare partenze speciali-pacchetti con il marchio Teorema Vacanze ha infatti sostanzialmente permesso alle agenzie di posizionare meglio il core business del dynamic packaging e dell’offerta dei singoli servizi di Volonclick. Molto bene è andata anche la vendita di biglietteria e flight consolidation: un’attività, che stiamo gestendo con il freno tirato per questioni di controllo di gestione, ma che è cresciuta di ben il 30%. Il tailor made, infine, trainato da oceano Indiano e Africa, ma penalizzato dall’Oriente, ha invece registrato sostanzialmente gli stessi risultati del 2019". Sulle performance specifiche di Teorema Vacanza, prosegue Deli, "possiamo dirci comunque sostanzialmente soddisfatti, in quanto a inizio luglio avevamo già venduto tutto il prodotto in vuoto-pieno che avevamo budgettizzato per la business unit originale di Volonclick. Ad agosto abbiamo poi registrato un volume importante di vendite anticipate sulle partenze di Natale/Capodanno e da inizio settembre le prenotazioni Teorema Vacanze sono ripartite molto bene, tanto che a oggi l’unità vanta volumi superiori del 50% rispetto al 2019". Ma le sfide certo non mancano: "Sono veramente molte le incognite macro-economiche che stiamo vivendo (inflazione, finanza, cambio euro-dollaro, problematiche dell’aviazione civile…) - conclude Deli -. Siamo molto preoccupati e stiamo sostanzialmente navigando a vista. La realtà è che, a parte Teorema Vacanze, stiamo registrando ottimi risultati di vendita sotto data, ma al contempo un ritardo molto forte sulle partenze di Natale – Capodanno". [post_title] => Volonline: l'effetto Teorema traina Volonclick, ma preoccupa l'inflazione [post_date] => 2022-10-03T10:19:05+00:00 [category] => Array ( [0] => top-news ) [category_name] => Array ( [0] => Top News ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664792345000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431505 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Se il prossimo governo confermerà il ministero del turismo, per il settore sarebbe meglio che a reggerlo venga chiamato Gian Marco Centinaio. Conosce la materia, è stato già ministro del Beni culturali e turismo, è stimato dall'ambiente, e soprattutto sa di cosa parla. Non bisogna fargli un breef ogni volta che incontra qualcuno. Perché Centinaio quel qualcuno, e quel problema specifico li conosce già. E non è poco. Scrivo questo perché negli ultimi giorni sono usciti vari nomi per il ministero del turismo. Quelli che mi hanno francamente steso, nel senso che sono caduto senza forze, sono stati quelli di Daniela Santanchè e di Massimo Garavaglia. Santanchè ha capito da poco che il turismo è una risorsa nazionale. Cioè per tutti e non solo per il suo amico Briatore. Mentre Garavaglia ormai ha un discorso standard che usa per tutte le occasioni cambiando solo il soggetto a cui si rivolge. Nuovi ruoli Ora Garavaglia ha espresso il desiderio di ritornare a fare il sottosegretario all'economia. Mansione per altro già ricoperta durante il primo governo Conte. E a dire la verità non so se la cosa ci possa far piacere, visto che il ministero dell'economia è il cuore dell'azione di governo. Dall'altra parte negli ultimi giorni la candidatura della Santanchè è un po' declinata. Lei può continuare ad occuparsi delle concessioni balneari. Non è un cattivo mestiere. Its funny. Giuseppe Aloe   [post_title] => Sarebbe opportuno se al turismo ritornasse Gian Marco Centinaio [post_date] => 2022-10-03T10:09:14+00:00 [category] => Array ( [0] => senza-categoria ) [category_name] => Array ( [0] => Senza categoria ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664791754000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431374 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una strategia vincente quella della Repubblica Dominicana negli ultimi due anni che, dati alla mano, hanno registrato ottimi risultati raggiunti. Le mosse giuste? Investimenti in sicurezza, sul rinnovo del ricettivo e delle infrastrutture, in collaborazione con il privato. Il riconoscimento arriva direttamente dal Wttc, per la migliore gestione della ripresa turistica. In visita a Milano nei giorni scorsi, il ministro del turismo, David Collado, è stato accolto anche da Gabriele Burgio, presidente e ad di Alpitour World, insieme ad Aldo Sarnataro, direttore commerciale di Neos, Pier Ezhaya general manager tour operating di Alpitour e presidente di Astoi, oltre che da Carlo Schiavon, country manger di Costa Crociere. “Siamo venuti a riconquistarvi - ha dichiarato il ministro - In 20 anni non era mai successo che un ministro del turismo incontrasse il settore turistico italiano. L’Italia è il sesto mercato più importante per noi e vogliamo che si ricominci da dove siamo rimasti”. Nel 2019 gli italiani hanno rappresentato il 7% dei visitatori del Vecchio Continente per un totale di 93 mila arrivi e per il 2022 è in previsione il sorpasso. Nel complesso i dati hanno mostrato 110 mila turisti nell’agosto 2020 e 700 mila nell’agosto 2022. Nel dicembre 2021 il recupero era già dell’80% e nonostante la guerra si è giunti a un +120% pre-pandemia. I dati parlano di un +7% rispetto ai livelli di pre-pandemia e per il 2022 sono in previsione 7 milioni di turisti complessivi. “Abbiamo aperto al turismo nell’estate del 2020, senza un piano perfetto, ma con il desiderio e la necessità di andare avanti. Il turismo nella Repubblica Dominicana rappresenta il 15% del Pil per un valore di oltre 9 miliardi di dollari. Ci siamo impegnati nella sicurezza e nei protocolli sanitari covid, in un momento in cui neanche le assicurazioni del paese coprivano questa malattia. E' stata lanciata un’assicurazione per la copertura dei turisti e test Pcr covid gratuiti in tutti gli hotel per le richieste di rientro nel proprio Paese". [post_title] => Repubblica Dominicana avanti tutta. Tornano anche i turisti italiani [post_date] => 2022-09-30T09:00:36+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664528436000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431350 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Wizz Air ha aperto oggi il suo primo volo da Roma a Dammam, che sarà con due frequenze alla settimana. La nuova rotta di oggi è una delle 23 rotte verso l'Arabia Saudita annunciate dalla low cost a conferma dell'impegno della compagnia a sostenere il settore turistico in crescita del Paese, portando oltre un milione di passeggeri nel Regno e in linea con il programma saudita, Vision 2030, che mira tra l'altro a triplicare il traffico passeggeri in Arabia entro il 2030. "Quella di oggi è un'importante pietra miliare nello sviluppo della connettività tra l'Italia e l'Arabia Saudita, un mercato con un forte potenziale - ha dichiarato Ivan Bassato, chief aviation officer di Aeroporti di Roma -. La nuova rotta Roma-Dammam è un'opportunità interessante per incrementare il turismo tra i due Paesi e Adr si impegna a offrire la migliore qualità di servizio ai passeggeri che scelgono di volare da e per Roma". Wizz Air, spiega una nota della low cost, ha siglato un Memorandum of Understanding con il Ministero degli investimenti del Regno dell'Arabia Saudita nel maggio 2022. Il MoU è sostenuto da DC1-Internal Data il Saudi National Air Connectivity Programme, un'iniziativa del Ministero del turismo, volta a migliorare lo sviluppo del settore turistico saudita. "Riflette una visione condivisa tra le parti sul potenziale che Wizz Air potrebbe apportare al Regno per stimolare la domanda turistica, contribuendo così in modo significativo alla crescita programmata dell'Arabia Saudita". [post_title] => Wizz Air operativa da oggi sulla Roma-Dammam (Arabia Saudita) [post_date] => 2022-09-29T13:05:00+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664456700000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431271 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Le isole Bahamas sbarcano a Rimini con numerose novità, dal comparto crocieristico a quello dell'hotellerie. A presentarle al trade ci sarà Maria Grazia Marino, area manager del Ministero del Turismo. L'arcipelago caraibico conferma tutti i suoi plus per una vacanza all’insegna della natura, del green, ideale sia per le coppie ma anche ricca di proposte per le famiglie. Recentemente le isole delle Bahamas sono state incluse nei "World's Best Awards" di Travel + Leisure 2022, grazie all’inserimento delle Exuma, Harbour Island ed Eleuthera nell’elenco delle 25 migliori isole dei Caraibi. Intanto, dallo scorso 20 settembre il requisito del test Covid-19 (per i non vaccinati) è stato completamente eliminato. Già ad agosto le Bahamas avevano tolto l’obbligo di vaccino anti-Covid per i passeggeri delle crociere, con il vincolo per i non vaccinati di presentare un test Covid-19 negativo effettuato non più di tre giorni (72 ore) prima del viaggio alle Bahamas. Primo piano per il settore crocieristico, che ha giocato un ruolo cruciale per la ripresa del turismo alla Bahamas: solo nel primo trimestre del 2022 sono sbarcati oltre 1 milione di crocieristi, quando in tutto il 2021 gli arrivi registrati furono 1,1 milioni, con ricadute molto importanti su tutto l’indotto. [post_title] => Le isole Bahamas sbarcano a Rimini con numerose novità [post_date] => 2022-09-28T14:58:21+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664377101000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431087 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ita Airways ha aperto la data room alla cordata Certares: il fondo statunitense e Delta Air Lines sono stati autorizzati ad accedere ai dati più sensibili della compagnia, come anticipato da Il Corriere della Sera, che cita fonti ministeriali. Air France-Klm, per ora, non sarebbe stato approvato "per questioni documentali relative all’accordo di non divulgazione dei numeri". La mossa di Ita arriva su richiesta di Equita, advisor del ministero dell'Economia e delle finanze (Mef), azionista unico dell'aviolinea. L'apertura della data room, a un mese circa di distanza dalla decisione del Tesoro a favore di Certares (a scapito della cordata Msc-Lufthansa) dovrebbe consentire alla cordata vincitrice di perfezionare i dettagli dell'offerta di acquisizione del 50% del vettore. È ipotizzabile che il 28 settembre, giorno dell’"expert session" tra Certares e Ita (con delegati di Delta e Air France - Klm), il fondo Usa chieda la proroga della trattativa: decisione che, nel caso, spetterebbe al nuovo governo.  [post_title] => Ita Airways: aperta la data room al fondo Certares (e Delta Air Lines) [post_date] => 2022-09-26T11:49:21+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664192961000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431004 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Isole Cook più facilmente raggiungibili grazie al nuovo volo di Air Rarotonga che collega direttamente l'arcipelago con Tahiti e lo rende quindi accessibile anche via Parigi. Oltre alle tradizionali rotte che passano da Nuova Zelanda, Giappone, Singapore, Australia. Il nuovo collegamento è frutto di impegni intergovernativi e di partnership fra Air Rarotonga, Air Tahiti Nui e Air Tahiti. Ulteriori pacchetti come estensioni via Usa, sono in lavorazione. “Le Isole Cook sono nuovamente aperte. Decadute tutte le restrizioni covid, si viaggia semplicemente con il passaporto – afferma Noeline Mateariki, sales marketing director dell’Ente del turismo delle Cook Islands – e non occorre nessun visto per l’ingresso”. In questi due anni, grazie agli incentivi del governo, il settore turistico è stato protetto. Le strutture turistiche hanno potuto beneficiare di ristori e soprattutto le strutture alberghiere hanno potuto effettuare un salto di qualità, upgrading in categoria superiore e di conseguenza “l’offerta turistica è stata ampliata - spiega Nicholas Costantini, general manager Southern Europe –. Il settore ha continuato a crescere grazie anche al turismo domestico che in questi due anni di pandemia non si è mai fermato”. Tutte le isole si sono preparate alla riapertura. Oggi insieme ad Aitutaki e Rarotonga, nell’offerta si aggiungono altre isole, quelle del Sud, tutte spettacolari dal punto di vista naturalistico inserendo nuovi tour alla scoperta della natura e gastronomia. Il gruppo delle isole del Nord fino a quest’anno quasi inaccessibili, è stato aperto al turismo con meravigliose lagune e i pochi abitanti. Tutte isole raggiungibili unicamente attraverso voli domestici considerate le distanze, (15 isole sparse su una superficie di 2,2 milioni di kmq) sono inseriti in tour veramente esclusivi. “A questo punto abbiamo programmato nuovi tour sulla Coral Route e Island-Hopping anche per pacchetti di pochi giorni” sottolinea Robert Skews managing director della Turama Pacific Travel Group. [post_title] => Isole Cook aperte e più facilmente raggiungibili, grazie ai voli di Air Rarotonga [post_date] => 2022-09-23T10:58:46+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663930726000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430909 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il governo cinese ha pubblicato una bozza di norme volte a facilitare l'ingresso di alcuni turisti stranieri in Cina per visitare i siti lungo il confine cinese. I gruppi organizzati dalle agenzie di viaggio, come riferito da Reuters, nelle zone di confine della Cina potranno scegliere il punto di ingresso e di uscita in modo "flessibile", ha dichiarato lunedì il Ministero della Cultura e del Turismo, senza fornire indicazioni specifiche su luoghi e date. La Cina ha chiuso le frontiere ai turisti stranieri all'inizio dello scoppio della pandemia nel 2020, consentendo l'ingresso nel Paese solo a gruppi specifici di cittadini stranieri, come quelli in possesso di determinati visti di lavoro. Negli ultimi mesi, le regole sono state gradualmente allentate, come confermato dalla parziale ripresa di un certo numero di voli diretti tra la Cina e alcuni Paesi, così come dalla possibilità di ingresso concessa agli studenti stranieri con permesso di soggiorno valido. Anche la quarantena per gli arrivi di stranieri è stata ridotta. [post_title] => Cina pronta a consentire l'ingresso ai turisti stranieri che viaggiano in gruppi organizzati [post_date] => 2022-09-22T09:52:34+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663840354000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430872 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una piena decarbonizzazione del settore aereo entro il 2050: lo studio realizzato dal Politecnico di Milano che traccia l'iter futuro da seguire è stato presentato al Terminal 5 dell'aeroporto di Fiumicino. Il piano è stato realizzato per il Patto per la Decarbonizzazione del Trasporto Aereo, l’Osservatorio promosso da Aeroporti di Roma che raggruppa player industriali, stakeholder istituzionali, associazioni, rappresentanti del mondo accademico con il patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica, del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili e dell’Enac. Un obiettivo raggiungibile grazie all’attuazione di molteplici strategie che nel breve-medio termine saranno indirizzate allo sviluppo dei bio-fuels e con il necessario sostegno del policy maker, mentre nel medio-lungo termine potranno includere soluzioni innovative, tra cui l’utilizzo dell’idrogeno in turbina. Il Patto è nato con l'obiettivo di definire un percorso che renda compatibile lo sviluppo della connettività e della produttività a livello planetario con la tutela dell'ambiente. Lo studio realizzato dal Politecnico di Milano comprende un modello matematico che delinea nell'arco temporale fino al 2050 quale dovrà essere il mix tecnologico che il settore aereo dovrà adottare con la relativa massimizzazione della fattibilità tecnico-economica. In base a questo, è stato possibile definire gli strumenti indispensabili per procedere nel cammino della decarbonizzazione che riguardano gli aspetti normativi, tecnologici per la produzione di carburanti ed il settore delle infrastrutture aeroportuali e di intermodalità. Per raggiungere gli obiettivi di neutralità climatica sarà infatti necessario introdurre politiche che, anziché basarsi su misure restrittive, consentano la necessaria espansione e sviluppo del trasporto aereo attraverso la definizione di regole certe ed obiettivi chiari e vincolanti, concretamente realizzabili attraverso target intermedi. [post_title] => Adr: primo congresso sul Patto per la decarbonizzazione del trasporto aereo [post_date] => 2022-09-21T12:53:20+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663764800000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "astoi ristori ancora bloccati inaccettabili ritardi inps del ministero" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":78,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":957,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431512","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\"Il brand ha aperto le vendite a inizio di giugno. Troppo presto per stilare un bilancio ad hoc. Ma un primo risultato importante Teorema Vacanza l'ha già ottenuto: mettere ordine nell'offerta tour operating del nostro gruppo\". Così il ceo di Volonline, Luigi Deli, a commento della prima estate di attività successiva all'acquisizione del marchio Teorema, ufficializzata lo scorso aprile: \"Il primo a godere di tale effetto è stato il nostro to online Volonclick, che ha sostanzialmente quadruplicato i risultati del 2019. Identificare partenze speciali-pacchetti con il marchio Teorema Vacanze ha infatti sostanzialmente permesso alle agenzie di posizionare meglio il core business del dynamic packaging e dell’offerta dei singoli servizi di Volonclick. Molto bene è andata anche la vendita di biglietteria e flight consolidation: un’attività, che stiamo gestendo con il freno tirato per questioni di controllo di gestione, ma che è cresciuta di ben il 30%. Il tailor made, infine, trainato da oceano Indiano e Africa, ma penalizzato dall’Oriente, ha invece registrato sostanzialmente gli stessi risultati del 2019\".\r\n\r\nSulle performance specifiche di Teorema Vacanza, prosegue Deli, \"possiamo dirci comunque sostanzialmente soddisfatti, in quanto a inizio luglio avevamo già venduto tutto il prodotto in vuoto-pieno che avevamo budgettizzato per la business unit originale di Volonclick. Ad agosto abbiamo poi registrato un volume importante di vendite anticipate sulle partenze di Natale/Capodanno e da inizio settembre le prenotazioni Teorema Vacanze sono ripartite molto bene, tanto che a oggi l’unità vanta volumi superiori del 50% rispetto al 2019\".\r\n\r\nMa le sfide certo non mancano: \"Sono veramente molte le incognite macro-economiche che stiamo vivendo (inflazione, finanza, cambio euro-dollaro, problematiche dell’aviazione civile…) - conclude Deli -. Siamo molto preoccupati e stiamo sostanzialmente navigando a vista. La realtà è che, a parte Teorema Vacanze, stiamo registrando ottimi risultati di vendita sotto data, ma al contempo un ritardo molto forte sulle partenze di Natale – Capodanno\".","post_title":"Volonline: l'effetto Teorema traina Volonclick, ma preoccupa l'inflazione","post_date":"2022-10-03T10:19:05+00:00","category":["top-news"],"category_name":["Top News"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664792345000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431505","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Se il prossimo governo confermerà il ministero del turismo, per il settore sarebbe meglio che a reggerlo venga chiamato Gian Marco Centinaio. Conosce la materia, è stato già ministro del Beni culturali e turismo, è stimato dall'ambiente, e soprattutto sa di cosa parla. Non bisogna fargli un breef ogni volta che incontra qualcuno. Perché Centinaio quel qualcuno, e quel problema specifico li conosce già. E non è poco.\r\n\r\nScrivo questo perché negli ultimi giorni sono usciti vari nomi per il ministero del turismo. Quelli che mi hanno francamente steso, nel senso che sono caduto senza forze, sono stati quelli di Daniela Santanchè e di Massimo Garavaglia. Santanchè ha capito da poco che il turismo è una risorsa nazionale. Cioè per tutti e non solo per il suo amico Briatore. Mentre Garavaglia ormai ha un discorso standard che usa per tutte le occasioni cambiando solo il soggetto a cui si rivolge.\r\nNuovi ruoli\r\nOra Garavaglia ha espresso il desiderio di ritornare a fare il sottosegretario all'economia. Mansione per altro già ricoperta durante il primo governo Conte. E a dire la verità non so se la cosa ci possa far piacere, visto che il ministero dell'economia è il cuore dell'azione di governo. Dall'altra parte negli ultimi giorni la candidatura della Santanchè è un po' declinata. Lei può continuare ad occuparsi delle concessioni balneari. Non è un cattivo mestiere. Its funny.\r\n\r\nGiuseppe Aloe\r\n\r\n ","post_title":"Sarebbe opportuno se al turismo ritornasse Gian Marco Centinaio","post_date":"2022-10-03T10:09:14+00:00","category":["senza-categoria"],"category_name":["Senza categoria"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1664791754000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431374","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una strategia vincente quella della Repubblica Dominicana negli ultimi due anni che, dati alla mano, hanno registrato ottimi risultati raggiunti. Le mosse giuste? Investimenti in sicurezza, sul rinnovo del ricettivo e delle infrastrutture, in collaborazione con il privato. Il riconoscimento arriva direttamente dal Wttc, per la migliore gestione della ripresa turistica.\r\n\r\nIn visita a Milano nei giorni scorsi, il ministro del turismo, David Collado, è stato accolto anche da Gabriele Burgio, presidente e ad di Alpitour World, insieme ad Aldo Sarnataro, direttore commerciale di Neos, Pier Ezhaya general manager tour operating di Alpitour e presidente di Astoi, oltre che da Carlo Schiavon, country manger di Costa Crociere.\r\n\r\n“Siamo venuti a riconquistarvi - ha dichiarato il ministro - In 20 anni non era mai successo che un ministro del turismo incontrasse il settore turistico italiano. L’Italia è il sesto mercato più importante per noi e vogliamo che si ricominci da dove siamo rimasti”.\r\n\r\nNel 2019 gli italiani hanno rappresentato il 7% dei visitatori del Vecchio Continente per un totale di 93 mila arrivi e per il 2022 è in previsione il sorpasso. Nel complesso i dati hanno mostrato 110 mila turisti nell’agosto 2020 e 700 mila nell’agosto 2022. Nel dicembre 2021 il recupero era già dell’80% e nonostante la guerra si è giunti a un +120% pre-pandemia.\r\n\r\nI dati parlano di un +7% rispetto ai livelli di pre-pandemia e per il 2022 sono in previsione 7 milioni di turisti complessivi. “Abbiamo aperto al turismo nell’estate del 2020, senza un piano perfetto, ma con il desiderio e la necessità di andare avanti. Il turismo nella Repubblica Dominicana rappresenta il 15% del Pil per un valore di oltre 9 miliardi di dollari. Ci siamo impegnati nella sicurezza e nei protocolli sanitari covid, in un momento in cui neanche le assicurazioni del paese coprivano questa malattia. E' stata lanciata un’assicurazione per la copertura dei turisti e test Pcr covid gratuiti in tutti gli hotel per le richieste di rientro nel proprio Paese\".","post_title":"Repubblica Dominicana avanti tutta. Tornano anche i turisti italiani","post_date":"2022-09-30T09:00:36+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664528436000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431350","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Wizz Air ha aperto oggi il suo primo volo da Roma a Dammam, che sarà con due frequenze alla settimana. La nuova rotta di oggi è una delle 23 rotte verso l'Arabia Saudita annunciate dalla low cost a conferma dell'impegno della compagnia a sostenere il settore turistico in crescita del Paese, portando oltre un milione di passeggeri nel Regno e in linea con il programma saudita, Vision 2030, che mira tra l'altro a triplicare il traffico passeggeri in Arabia entro il 2030.\r\n\r\n\"Quella di oggi è un'importante pietra miliare nello sviluppo della connettività tra l'Italia e l'Arabia Saudita, un mercato con un forte potenziale - ha dichiarato Ivan Bassato, chief aviation officer di Aeroporti di Roma -. La nuova rotta Roma-Dammam è un'opportunità interessante per incrementare il turismo tra i due Paesi e Adr si impegna a offrire la migliore qualità di servizio ai passeggeri che scelgono di volare da e per Roma\".\r\n\r\nWizz Air, spiega una nota della low cost, ha siglato un Memorandum of Understanding con il Ministero degli investimenti del Regno dell'Arabia Saudita nel maggio 2022. Il MoU è sostenuto da DC1-Internal Data il Saudi National Air Connectivity Programme, un'iniziativa del Ministero del turismo, volta a migliorare lo sviluppo del settore turistico saudita. \"Riflette una visione condivisa tra le parti sul potenziale che Wizz Air potrebbe apportare al Regno per stimolare la domanda turistica, contribuendo così in modo significativo alla crescita programmata dell'Arabia Saudita\".","post_title":"Wizz Air operativa da oggi sulla Roma-Dammam (Arabia Saudita)","post_date":"2022-09-29T13:05:00+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664456700000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431271","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Le isole Bahamas sbarcano a Rimini con numerose novità, dal comparto crocieristico a quello dell'hotellerie. A presentarle al trade ci sarà Maria Grazia Marino, area manager del Ministero del Turismo.\r\nL'arcipelago caraibico conferma tutti i suoi plus per una vacanza all’insegna della natura, del green, ideale sia per le coppie ma anche ricca di proposte per le famiglie. Recentemente le isole delle Bahamas sono state incluse nei \"World's Best Awards\" di Travel + Leisure 2022, grazie all’inserimento delle Exuma, Harbour Island ed Eleuthera nell’elenco delle 25 migliori isole dei Caraibi.\r\nIntanto, dallo scorso 20 settembre il requisito del test Covid-19 (per i non vaccinati) è stato completamente eliminato. Già ad agosto le Bahamas avevano tolto l’obbligo di vaccino anti-Covid per i passeggeri delle crociere, con il vincolo per i non vaccinati di presentare un test Covid-19 negativo effettuato non più di tre giorni (72 ore) prima del viaggio alle Bahamas.\r\nPrimo piano per il settore crocieristico, che ha giocato un ruolo cruciale per la ripresa del turismo alla Bahamas: solo nel primo trimestre del 2022 sono sbarcati oltre 1 milione di crocieristi, quando in tutto il 2021 gli arrivi registrati furono 1,1 milioni, con ricadute molto importanti su tutto l’indotto.","post_title":"Le isole Bahamas sbarcano a Rimini con numerose novità","post_date":"2022-09-28T14:58:21+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664377101000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431087","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ita Airways ha aperto la data room alla cordata Certares: il fondo statunitense e Delta Air Lines sono stati autorizzati ad accedere ai dati più sensibili della compagnia, come anticipato da Il Corriere della Sera, che cita fonti ministeriali. Air France-Klm, per ora, non sarebbe stato approvato \"per questioni documentali relative all’accordo di non divulgazione dei numeri\".\r\n\r\nLa mossa di Ita arriva su richiesta di Equita, advisor del ministero dell'Economia e delle finanze (Mef), azionista unico dell'aviolinea. L'apertura della data room, a un mese circa di distanza dalla decisione del Tesoro a favore di Certares (a scapito della cordata Msc-Lufthansa) dovrebbe consentire alla cordata vincitrice di perfezionare i dettagli dell'offerta di acquisizione del 50% del vettore.\r\n\r\nÈ ipotizzabile che il 28 settembre, giorno dell’\"expert session\" tra Certares e Ita (con delegati di Delta e Air France - Klm), il fondo Usa chieda la proroga della trattativa: decisione che, nel caso, spetterebbe al nuovo governo. ","post_title":"Ita Airways: aperta la data room al fondo Certares (e Delta Air Lines)","post_date":"2022-09-26T11:49:21+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664192961000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431004","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Isole Cook più facilmente raggiungibili grazie al nuovo volo di Air Rarotonga che collega direttamente l'arcipelago con Tahiti e lo rende quindi accessibile anche via Parigi. Oltre alle tradizionali rotte che passano da Nuova Zelanda, Giappone, Singapore, Australia. Il nuovo collegamento è frutto di impegni intergovernativi e di partnership fra Air Rarotonga, Air Tahiti Nui e Air Tahiti. Ulteriori pacchetti come estensioni via Usa, sono in lavorazione.\r\n\r\n“Le Isole Cook sono nuovamente aperte. Decadute tutte le restrizioni covid, si viaggia semplicemente con il passaporto – afferma Noeline Mateariki, sales marketing director dell’Ente del turismo delle Cook Islands – e non occorre nessun visto per l’ingresso”.\r\n\r\nIn questi due anni, grazie agli incentivi del governo, il settore turistico è stato protetto. Le strutture turistiche hanno potuto beneficiare di ristori e soprattutto le strutture alberghiere hanno potuto effettuare un salto di qualità, upgrading in categoria superiore e di conseguenza “l’offerta turistica è stata ampliata - spiega Nicholas Costantini, general manager Southern Europe –. Il settore ha continuato a crescere grazie anche al turismo domestico che in questi due anni di pandemia non si è mai fermato”.\r\n\r\nTutte le isole si sono preparate alla riapertura. Oggi insieme ad Aitutaki e Rarotonga, nell’offerta si aggiungono altre isole, quelle del Sud, tutte spettacolari dal punto di vista naturalistico inserendo nuovi tour alla scoperta della natura e gastronomia. Il gruppo delle isole del Nord fino a quest’anno quasi inaccessibili, è stato aperto al turismo con meravigliose lagune e i pochi abitanti. Tutte isole raggiungibili unicamente attraverso voli domestici considerate le distanze, (15 isole sparse su una superficie di 2,2 milioni di kmq) sono inseriti in tour veramente esclusivi.\r\n\r\n“A questo punto abbiamo programmato nuovi tour sulla Coral Route e Island-Hopping anche per pacchetti di pochi giorni” sottolinea Robert Skews managing director della Turama Pacific Travel Group.","post_title":"Isole Cook aperte e più facilmente raggiungibili, grazie ai voli di Air Rarotonga","post_date":"2022-09-23T10:58:46+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1663930726000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430909","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il governo cinese ha pubblicato una bozza di norme volte a facilitare l'ingresso di alcuni turisti stranieri in Cina per visitare i siti lungo il confine cinese. I gruppi organizzati dalle agenzie di viaggio, come riferito da Reuters, nelle zone di confine della Cina potranno scegliere il punto di ingresso e di uscita in modo \"flessibile\", ha dichiarato lunedì il Ministero della Cultura e del Turismo, senza fornire indicazioni specifiche su luoghi e date.\r\n\r\nLa Cina ha chiuso le frontiere ai turisti stranieri all'inizio dello scoppio della pandemia nel 2020, consentendo l'ingresso nel Paese solo a gruppi specifici di cittadini stranieri, come quelli in possesso di determinati visti di lavoro.\r\n\r\nNegli ultimi mesi, le regole sono state gradualmente allentate, come confermato dalla parziale ripresa di un certo numero di voli diretti tra la Cina e alcuni Paesi, così come dalla possibilità di ingresso concessa agli studenti stranieri con permesso di soggiorno valido. Anche la quarantena per gli arrivi di stranieri è stata ridotta.","post_title":"Cina pronta a consentire l'ingresso ai turisti stranieri che viaggiano in gruppi organizzati","post_date":"2022-09-22T09:52:34+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1663840354000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430872","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una piena decarbonizzazione del settore aereo entro il 2050: lo studio realizzato dal Politecnico di Milano che traccia l'iter futuro da seguire è stato presentato al Terminal 5 dell'aeroporto di Fiumicino. Il piano è stato realizzato per il Patto per la Decarbonizzazione del Trasporto Aereo, l’Osservatorio promosso da Aeroporti di Roma che raggruppa player industriali, stakeholder istituzionali, associazioni, rappresentanti del mondo accademico con il patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica, del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili e dell’Enac.\r\n\r\nUn obiettivo raggiungibile grazie all’attuazione di molteplici strategie che nel breve-medio termine saranno indirizzate allo sviluppo dei bio-fuels e con il necessario sostegno del policy maker, mentre nel medio-lungo termine potranno includere soluzioni innovative, tra cui l’utilizzo dell’idrogeno in turbina.\r\n\r\nIl Patto è nato con l'obiettivo di definire un percorso che renda compatibile lo sviluppo della connettività e della produttività a livello planetario con la tutela dell'ambiente. Lo studio realizzato dal Politecnico di Milano comprende un modello matematico che delinea nell'arco temporale fino al 2050 quale dovrà essere il mix tecnologico che il settore aereo dovrà adottare con la relativa massimizzazione della fattibilità tecnico-economica. In base a questo, è stato possibile definire gli strumenti indispensabili per procedere nel cammino della decarbonizzazione che riguardano gli aspetti normativi, tecnologici per la produzione di carburanti ed il settore delle infrastrutture aeroportuali e di intermodalità.\r\n\r\nPer raggiungere gli obiettivi di neutralità climatica sarà infatti necessario introdurre politiche che, anziché basarsi su misure restrittive, consentano la necessaria espansione e sviluppo del trasporto aereo attraverso la definizione di regole certe ed obiettivi chiari e vincolanti, concretamente realizzabili attraverso target intermedi.","post_title":"Adr: primo congresso sul Patto per la decarbonizzazione del trasporto aereo","post_date":"2022-09-21T12:53:20+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1663764800000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti