28 May 2024

928

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Per abbattere prezzi vostra programmazione aprite ufficio a scelta Cuba/Messico/Guatemala oppure anche Miami costo irrilevante + piccola cointeressenza. Inviate nome persona e contatto telefonico; massima discrezione se voluta; scrivete allmkt45@hotmail.com


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467772 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Aperte le vendite Costa per le crociere dell'inverno 2025.26, che includono la novità dell'itinerario alle Canarie. I viaggi in partenza da dicembre 2025 a marzo 2026 proporranno anche una vasta scelta di vacanze nel Mediterraneo, ai Caraibi e negli Emirati Arabi, oltre alla nuova edizione del Giro del Mondo. A incrociare al largo delle Canarie sarà in particolare la Fortuna, con imbarco da Las Palmas o Santa Cruz de Tenerife, raggiungibili con le offerte volo+crociera della compagnia. In una settimana di vacanza gli ospiti potranno visitare ben sei isole, tra cui Madeira e ben cinque Canarie: Tenerife, La Gomera, La Palma, Lanzarote, Gran Canaria. Per andare alla scoperta dei luoghi più iconici di Italia, Francia e Spagna, la Smeralda offrirà invece crociere di una settimana con visite a Savona, Marsiglia, Barcellona, Palma di Maiorca, Palermo e Civitavecchia/Roma. Per iniziare la propria crociera si può partire da ognuno di questi porti. Sui Caraibi la formula proposta è quella del pacchetto volo+crociera, con imbarchi da Point-à-Pitre (Guadalupa) o Fort-de-France (Martinica) per la Fascinosa, e da La Romana (Repubblica Dominicana) per la Pacifica. Il primo dei tre itinerari della Fascinosa va alla scoperta delle Antille Olandesi, con Aruba, Bonaire e Curaçao. Il secondo consente di esplorare le diverse sfumature dei Caraibi, tra le antiche tradizioni di Santa Lucia e Barbados e la natura di Antigua e Barbuda. L’ultimo itinerario della Fascinosa è dedicato a sei isole, tra cui Trinidad e Tobago, con la sua colorata barriera corallina, Barbados e Grenada. Il primo tour caraibico della Pacifica è invece una full immersion nella Repubblica Dominicana, tra le foreste di mangrovie di Samanà, le piantagioni di caffè di Amber Cove e una giornata intera a Catalina, l’isola esclusiva di Costa. Il secondo va alla scoperta di sei tra le più belle isole dei Caraibi, per nuotare nelle piscine naturali di Tortola e conoscere le tradizioni rurali di Santa Lucia. Un’altra destinazione per vivere l’inverno al caldo, ma più vicina a casa, raggiungibile sempre grazie alla formula volo+crociera, sono gli Emirati Arabi, dove opererà la Toscana. Le crociere, di una settimana, visiteranno Dubai (Emirati Arabi), con una sosta di due giorni, Muscat (Oman), Doha (Qatar) e Abu Dhabi (Emirati Arabi), portando gli ospiti a conoscere le antiche tradizioni, la natura ma anche le città di quest’area. Imbarchi disponibili da ognuno dei porti compresi nell’itinerario. Infine, l’edizione 2026 del Giro del Mondo, con la Deliziosa, in partenza il 21 novembre 2025 da Trieste, circumnavigherà il globo, muovendosi sempre verso ovest: 128 giorni, esplorando quattro continenti, alla scoperta dei paesaggi del Sud America, della natura primordiale delle isole del Pacifico, dalla Polinesia Francese alla nuova Caledonia, spingendosi sino a Tokyo e all’India. [post_title] => Costa: al via le vendite inverno 2025/26. Arriva il nuovo itinerario alle Canarie [post_date] => 2024-05-21T12:57:09+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716296229000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465994 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Puerto Rico è una destinazione molto inclusiva - esordisce Francisco Blanch, direttore commerciale di Discover Puerto Rico – Come gli Usa seguiamo l’Ada Act - America with Disabilities - per questo tutti gli hotel e strutture sono accessibili a chi dev’essere aiutato nella mobilità. È interessante vedere come tutti i to che offrono servizi sulle isole siano impegnati in questa direzione, aiutando chi vuole entrare in piscina, offrendo rampe che facilitano l’accesso sia alla spiaggia che al mare con speciali reti e kayak. Lo scorso ottobre abbiamo celebrato la 40esima edizione dell’Iglta Global Convention, che accoglie i visitatori Lgbtq+. E da 128 anni siamo un territorio degli Stati Uniti». Secondo i dati raccolti nel 2023 gli italiani sono stati il 2% dei nostri ospiti - sottolinea Blanch e prosegue descrivendo la destinazione - Posta al centro del mar dei Caraibi, Puerto Rico è collegata a Madrid dai voli quotidiani di Iberia ed è quindi accessibile da tutti gli aeroporti italiani. Le connessioni sono operate anche da American, United, Delta e da ciascun gate del mar Orientale. Si può fare scalo negli States o volare direttamente in uno degli aeroporti di Puerto Rico, da cui raggiungere ogni tipo d’hotel dove ciascuno può trovare la propria vacanza ideale. Il nostro è un territorio dove la natura è meravigliosa. Abbiamo riserve naturali con paesaggi montuosi e marini, la foresta pluviale, 300 spiagge, 43 fiumi, cascate, percorsi di trekking e anche il suggestivo fenomeno naturale della bio-luminescenza: quando i microrganismi marini liberano luce avvertendo il movimento dell’acqua. Puerto Rico offre anche tanta azione con il “Toro Verde Adventure Park” e le due zipline più lunghe dell’emisfero occidentale. L’isola è poi una tappa delle crociere internazionali: si può proporre agli ospiti di trascorrere 2 o 3 notti a Puerto Rico prima o dopo una crociera, anche visitando le bella città coloniale di San Juan, fondata nel 1521». E, per concludere, le eccellenze per il palato: «La nostra gastronomia è ricchissima e sappiamo quanto questo sia importante per i viaggiatori italiani. - afferma infatti Blanch – Produciamo rum eccellenti e diverse varietà di caffè: a Puerto Rico di sono 14 piantagioni».   [post_title] => Brand Usa racconta Puerto Rico: destinazione inclusiva, accessibile e connessa [post_date] => 2024-05-02T10:47:02+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714646822000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466430 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lavori al nastro di partenza per il nuovo terminal passeggeri del Dubai World Central - Al Maktoum International Airport : un'operazione da circa 35 miliardi di dollari che punta a fare dello scalo il più grande del mondo, con una capacità di 260 milioni di passeggeri e cinque volte più grande dell'attuale aeroporto internazionale dell'Emirato. Il progetto, come svelato dallo stesso sceicco Ahmed bin Saeed al-Maktoum, prevede il totale trasferimento dei voli dall'attuale scalo cittadino a quello di Al Maktoum  - situato nel deserto meridionale - nell'arco dei prossimi dieci anni. Il nuovo scalo, che comprenderà anche 400 terminal e cinque piste, ospiterà la nuova sede della compagnia di bandiera Emirates nonché quella della divisione low cost Flydubai insieme a tutte le compagnie aeree partner che collegano il mondo da e per Dubai.  «La crescita di Dubai è sempre andata di pari passo con la crescita delle sue infrastrutture aeronautiche e oggi assistiamo a un altro passo coraggioso in questo viaggio - ha commentato Paul Griffiths, ceo di Dubai Airports -. L'annuncio della seconda fase dell'espansione del Dubai World Central - Al Maktoum International Airport (Dwc), che rappresenta un investimento sostanziale di 128 miliardi di Aed, segna l'inizio di un enorme investimento di risorse da parte dei nostri numerosi stakeholder nella progettazione e costruzione di un aeroporto all'avanguardia - aeroporto d'arte che fornirà ai nostri passeggeri un'esperienza del 21° secolo rapida, conveniente e di alta qualità. Ciò consolida ulteriormente la posizione dello scalo  come hub leader nel settore dell'aviazione sulla scena mondiale. Dubai continuerà a fungere da hub principale, soddisfacendo le esigenze di oltre 100 milioni di ospiti nei prossimi anni mentre prende forma la fase due del Dwc». [post_title] => Dubai: 35 mld di dollari per il nuovo terminal dell'aeroporto Al-Maktoum, che sarà il più grande al mondo [post_date] => 2024-04-30T09:50:27+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714470627000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466357 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La forte domanda di viaggi e il controllo dei costi hanno spinto al rialzo l'utile operativo di Ana Holdings, casa madre di All Nippon Airways, fino a raggiungere livelli da record nell'ultimo anno finanziario. I risultati positivo dell'esercizio chiuso lo scorso 31 marzo sono stati trainati dalla domanda in entrata dall'Asia e dal Nord America, che ha visto anche rendimenti «più alti per un periodo più lungo». A livello domestico, Ana ha registrato un'elevata domanda di viaggi leisure mentre l'unità low-cost Peach ha ampliato il network internazionale, registrando ricavi e redditività operativa da record. «La domanda di passeggeri continua a riprendersi nonostante le preoccupazioni per i rischi geopolitici, come la situazione in Ucraina e nella regione del Medio Oriente, e le conseguenti implicazioni per il settore aereo» sottolinea una nota del gruppo giapponese. «I collegamenti passeggeri sia internazionali sia domestici hanno avuto un buon andamento, sostenuti da una forte domanda di viaggi inbound verso il Giappone e dalla domanda domestica leisure, che ha portato a ricavi operativi significativamente più alti rispetto all'anno fiscale precedente». Per l'anno finanziario 2023 Ana ha dunque registrato un utile operativo consolidato di 208 miliardi di yen (1,3 miliardi di dollari), cifra raddoppiata rispetto all'anno precedente. Le entrate sono aumentate del 20,4% a 2.100 miliardi di yen, mentre gli utili netti sono quasi raddoppiati a 157 miliardi di yen. I ricavi passeggeri internazionali della Ana sono cresciuti del 68% a 728 miliardi di yen, mentre il numero di passeggeri internazionali trasportati è salito del 69,4% a 7,1 milioni. Per il nuovo anno fiscale che terminerà il 31 marzo 2025, Ana Holdings prevede che i ricavi operativi aumenteranno del 6,5%, raggiungendo i 2.200 miliardi di yen, ma ritiene che l'aumento dei costi operativi farà scendere i profitti operativi del 18% a 170 miliardi di yen. [post_title] => Ana: ricavi e utile operativo al rialzo grazie al boom del traffico internazionale [post_date] => 2024-04-29T11:00:47+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714388447000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465341 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un giro d'affari di quasi 700 milioni di euro (precisamente 686,9 mln), per una crescita del 40% sull'anno precedente, con la sezione travel che ha contribuito con 295 mln (+40,1%), quella business travel con 254 mln (+3.,2%), gli eventi con 61 mln (+71,8%), più le società partecipate e controllate che hanno pesato per 76,9 mln (+51,6%). Il tutto corroborato da margini operativi lordi per 14,62 milioni, pari al 40% in più rispetto all'obiettivo di budget originario. Sono i numeri del 2023 di Gattinoni, a cui si devono inoltre aggiungere i 922 milioni del network (+33,4%). "Dopo l'acquisizione nel 2022 di Robintur e la coda lunga della pandemia, lo scorso è stato il primo anno in cui abbiamo potuto tracciare un bilancio completo - spiega il presidente e amministratore delegato, Franco Gattinoni - Si tratta di cifre importanti. E proprio per questo abbiamo deciso che fosse venuto il momento di mettere mano all'organizzazione: semplificandola per continuare a crescere". Da qui la decisione di creare tre distinte aree di business che opereranno tutte sotto la supervisione della capogruppo: travel (prodotto e agenzie), business travel ed events. La semplificazione riguarderà peraltro anche l’aspetto societario: l'idea è infatti di raggruppare le numerose aziende del gruppo in tre sole realtà: "Dal 1°gennaio 2025 avremo una società per ciascuna delle nostre business unit, nelle quali  confluiranno progressivamente tutte le altre", sottolinea Gattinoni. L'obiettivo è quella di dare la massima importanza a ognuna delle nostre specializzazioni, nella consapevolezza che abbiano necessità sia sinergiche, sia distinte e specifiche per ciascun segmento di mercato". A tal fine sono stati quindi nominati tre nuovi amministratore delegati: per la divisione Gattinoni Travel diventa a.d. Mario Vercesi, già direttore prodotto e regista della piattaforma tecnologica; Gattinoni Events riconferma al timone la già managing director, Elisa Presutti, mentre la divisione Business Travel si avvarrà del nuovo ingresso di Piergiulio Donzelli, che curerà il completamento della fusione fra Gattinoni Business Travel e BtExpert. Alla luce di tali cambiamenti, anche il resto dell'organigramma societario varia leggermente con una serie di conferme e alcune new entry: il cda della capogruppo è in particolare ora composto da Franco Gattinoni, presidente, Stefano Dall'Ara, vicepresidente (senza incarichi operativi, per dare continuità al retaggio Robintur, ndr), nonché Sergio Testi, Amanda Shupbach e Valeria Vaghi, consiglieri. La stessa Valeria Vaghi è poi chief financial officer, mentre responsabile del controllo di gestione e compliance è Claudio Passuti, al timone della divisione risorse umane c'è Amanda Shupbach, all'It e servizi generali, Mattia Tieghi, e al marketing, comunicazione e digital, Isabella Maggi. Infine una parola sul budget 2024: "L'anno in corso ci vedrà impegnati in questo importante processo di riorganizzazione e consolidamento, con la conclusione della fase d'integrazione con Robintur - conclude Gattinoni -. Ma prevediamo comunque di proseguire lungo il nostro percorso di espansione, stimando un incremento del giro d'affari del 12% circa, sino a quota 774,3 milioni. Salirà anche l'ebitda di una percentuale ancora maggiore. Anzi, proprio la riorganizzazione in corso mira tra le altre cose a supportare una crescita delle marginalità, puntando ad allinearle a quelle di altri settori merceologici tradizionalmente più profittevoli del mondo travel".   [post_title] => Rivoluzione Gattinoni che si riorganizza in tre business unit [post_date] => 2024-04-11T13:56:54+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712843814000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465016 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il treno storico di Trenord compie 100 anni nel 2024 e festeggia con una nuova meta: oltre al lago Maggiore è infatti possibile raggiungere da Milano anche il Lago di Como. Sarà domenica 14 aprile la prima corsa del treno storico, che tornerà sui binari per riproporre ai passeggeri nuovi viaggi da trascorrere nell’atmosfera degli anni ’20, sui sedili di velluto rosso delle carrozze di prima classe dagli interni in legno, in compagnia di personaggi in costume d’epoca che svolgeranno performance teatrali. A Laveno Mombello Lago, destinazione proposta nell’edizione 2023, quest’anno si aggiungerà quella nuova di Como Lago, stazione affacciata sulle rive del Lario. Restaurato nel biennio 2021-2022, il treno storico è composto da tre carrozze di prima classe AZ 130-136-137, costruite negli anni 1924-25, dal locomotore E 600-3, realizzato da OM-CGE nel 1928, e dal locomotore E 610-04, prodotto dalla Breda-CGE nel 1949, tutti completamente restaurati. Il biglietto speciale dedicato all’iniziativa comprende, al costo di 15,60 euro, il percorso di andata e ritorno sul treno storico, più il viaggio di andata e ritorno su treni Trenord da qualunque stazione della Lombardia a Milano, Saronno o Varese, per le corse dirette a Laveno. Per i ragazzi fino ai 13 anni il viaggio è gratuito. La corsa Milano-Como di domenica 14 aprile Il primo treno storico della stagione, domenica 14 aprile, partirà da Milano Cadorna alle ore 9.40; e arriverà alle ore 11.30 alla stazione di Como Lago, a pochi passi dalla riva del Lario. La fermata intermedia a Saronno è prevista alle 10.28, con ripartenza alle 10.35. Da Como, la corsa di rientro partirà alle ore 16.30, con fermata a Saronno alle ore 17.22 e arrivo a Milano Cadorna alle ore 18.17.   [post_title] => Trenord celebra i 100 anni del treno storico, da Milano ai laghi Maggiore e di Como [post_date] => 2024-04-08T10:36:02+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712572562000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465018 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => New entry elbana per Th Resorts che raddoppia la propria presenza sull'isola con il Th Capoliveri Grand Hotel Elba International. Situata ai confini del parco nazionale dell’Arcipelago toscano, la struttura dispone di 120 camere, spiaggia privata, due piscine, due ristoranti, tre bar, centro benessere, area fitness e sala meeting. Il gruppo padovano era già presente all'Elba con un complesso composto dal residence Th Ortano Mare da 100 appartamenti, nonché dal 4 stelle da 128 camere Th Ortano Mare – Village. In Toscana la compagnia opera pure un altro 4 stelle da 148 camere: il Th Tirrenia Green Park Resort di Calambrone, nel pisano. Con questa new entry il portfolio Th sale ora a 31 proprietà, per un totale di circa 5.700 camere.  [post_title] => Th Resorts raddoppia all'Elba con il Capoliveri [post_date] => 2024-04-08T10:32:25+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712572345000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464071 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_464075" align="alignleft" width="300"] Foto di Stylt Trampoli[/caption] Si ispira a una vera casa di vacanza danese con un’attenzione particolare a elementi legati all’idea di nostalgia e a oggetti che sembrano il ricordo di un’era passata, il secondo indirizzo danese del brand 25hours Hotels. La struttura è un hotel di 128 camere, sei delle quali dispongono di un’area outdoor privata. Il 25hours Hotel Paper Island è ospitato in un nuovo, spettacolare edificio, e disporrà anche di ristorante di cucina asiatica, bar e rooftop bar nel centro città, a poca distanza da Nyhavn, sull’isola di Christiansholm, conosciuta proprio come Paper Island. Per molto tempo quest’area nel porto di Copenaghen è infatti stata utilizzata come deposito per la carta ed è diventata recentemente sede di un famoso street food market. L’insieme degli edifici è stato progettato dagli architetti dello studio danese Cobe, con la collaborazione dei designer svedesi di Stylt Trampoli (Göteborg). “Grazie alla sua posizione vicinissima al porto, l'hotel incarna perfettamente il carattere unico di Copenaghen - racconta la general manager, Grit Rister -. Nel nostro albergo gli ospiti possono godersi quella speciale sensazione di hygge, lontani dalla frenetica folla della città, ma con accesso diretto al centro grazie al ponte pedonale. La Royal Opera si trova sull’isola confinante. Con diversi negozi pop-up, momenti di musica dal vivo ed eventi, oltre ai ristoranti, caffè e bar, entrambe le nostre strutture di Copenaghen sono aperte anche alla gente del posto". Grit Rister è stata alla guida del 25hours Hotel Indre By di Copenaghen da aprile 2023, e sarà ora general manager delle due strutture presenti nella capitale danese. [gallery ids="464080,464081,464082"] [post_title] => 25hours raddoppia a Copenaghen con il Paper Island sull'isola di Christiansholm [post_date] => 2024-03-22T10:42:24+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711104144000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463741 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air Serbia archivia il 2023 con un utile da 40,5 milioni di euro, su ricavi per 628 milioni di euro, risultato che segna il livello più alto nel suo decennio di attività. Una performance particolarmente positiva che il vettore attribuisce all'introduzione di 23 destinazioni aggiuntive e a un aumento "significativo" del numero di passeggeri. Lo scorso anno la compagnia ha trasportato quasi 4,2 milioni di passeggeri: «Una crescita intensa nel 2022 e 2023 era inevitabile per soddisfare l'aumento della domanda e raggiungere la massa critica e la presenza sul mercato necessarie per un ulteriore sviluppo del business", afferma l'amministratore delegato Jiri Marek. «Una volta raggiunta la massa critica... lavoreremo per stabilizzare ulteriormente le operazioni, espandere il network e migliorare i servizi offerti ai passeggeri». Air Serbia afferma di avere piani di crescita "ambiziosi", principalmente con l'aggiunta di altri Atr 72-600 regionali, e aggiunge che il cambio di operatore di terra nella sua base di Belgrado - dalla società di gestione dell'aeroporto a Menzies Aviation - sosterrà questo obiettivo. [post_title] => Air Serbia: profitti per oltre 40 milioni di euro e ricavi da record nel 2023 [post_date] => 2024-03-19T09:15:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710839749000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "928" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":75,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467772","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Aperte le vendite Costa per le crociere dell'inverno 2025.26, che includono la novità dell'itinerario alle Canarie. I viaggi in partenza da dicembre 2025 a marzo 2026 proporranno anche una vasta scelta di vacanze nel Mediterraneo, ai Caraibi e negli Emirati Arabi, oltre alla nuova edizione del Giro del Mondo.\r\n\r\nA incrociare al largo delle Canarie sarà in particolare la Fortuna, con imbarco da Las Palmas o Santa Cruz de Tenerife, raggiungibili con le offerte volo+crociera della compagnia. In una settimana di vacanza gli ospiti potranno visitare ben sei isole, tra cui Madeira e ben cinque Canarie: Tenerife, La Gomera, La Palma, Lanzarote, Gran Canaria. Per andare alla scoperta dei luoghi più iconici di Italia, Francia e Spagna, la Smeralda offrirà invece crociere di una settimana con visite a Savona, Marsiglia, Barcellona, Palma di Maiorca, Palermo e Civitavecchia/Roma. Per iniziare la propria crociera si può partire da ognuno di questi porti.\r\n\r\nSui Caraibi la formula proposta è quella del pacchetto volo+crociera, con imbarchi da Point-à-Pitre (Guadalupa) o Fort-de-France (Martinica) per la Fascinosa, e da La Romana (Repubblica Dominicana) per la Pacifica. Il primo dei tre itinerari della Fascinosa va alla scoperta delle Antille Olandesi, con Aruba, Bonaire e Curaçao. Il secondo consente di esplorare le diverse sfumature dei Caraibi, tra le antiche tradizioni di Santa Lucia e Barbados e la natura di Antigua e Barbuda. L’ultimo itinerario della Fascinosa è dedicato a sei isole, tra cui Trinidad e Tobago, con la sua colorata barriera corallina, Barbados e Grenada.\r\n\r\nIl primo tour caraibico della Pacifica è invece una full immersion nella Repubblica Dominicana, tra le foreste di mangrovie di Samanà, le piantagioni di caffè di Amber Cove e una giornata intera a Catalina, l’isola esclusiva di Costa. Il secondo va alla scoperta di sei tra le più belle isole dei Caraibi, per nuotare nelle piscine naturali di Tortola e conoscere le tradizioni rurali di Santa Lucia.\r\n\r\nUn’altra destinazione per vivere l’inverno al caldo, ma più vicina a casa, raggiungibile sempre grazie alla formula volo+crociera, sono gli Emirati Arabi, dove opererà la Toscana. Le crociere, di una settimana, visiteranno Dubai (Emirati Arabi), con una sosta di due giorni, Muscat (Oman), Doha (Qatar) e Abu Dhabi (Emirati Arabi), portando gli ospiti a conoscere le antiche tradizioni, la natura ma anche le città di quest’area. Imbarchi disponibili da ognuno dei porti compresi nell’itinerario.\r\n\r\nInfine, l’edizione 2026 del Giro del Mondo, con la Deliziosa, in partenza il 21 novembre 2025 da Trieste, circumnavigherà il globo, muovendosi sempre verso ovest: 128 giorni, esplorando quattro continenti, alla scoperta dei paesaggi del Sud America, della natura primordiale delle isole del Pacifico, dalla Polinesia Francese alla nuova Caledonia, spingendosi sino a Tokyo e all’India.","post_title":"Costa: al via le vendite inverno 2025/26. Arriva il nuovo itinerario alle Canarie","post_date":"2024-05-21T12:57:09+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1716296229000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465994","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«Puerto Rico è una destinazione molto inclusiva - esordisce Francisco Blanch, direttore commerciale di Discover Puerto Rico – Come gli Usa seguiamo l’Ada Act - America with Disabilities - per questo tutti gli hotel e strutture sono accessibili a chi dev’essere aiutato nella mobilità. È interessante vedere come tutti i to che offrono servizi sulle isole siano impegnati in questa direzione, aiutando chi vuole entrare in piscina, offrendo rampe che facilitano l’accesso sia alla spiaggia che al mare con speciali reti e kayak. Lo scorso ottobre abbiamo celebrato la 40esima edizione dell’Iglta Global Convention, che accoglie i visitatori Lgbtq+. E da 128 anni siamo un territorio degli Stati Uniti».\r\n\r\nSecondo i dati raccolti nel 2023 gli italiani sono stati il 2% dei nostri ospiti - sottolinea Blanch e prosegue descrivendo la destinazione - Posta al centro del mar dei Caraibi, Puerto Rico è collegata a Madrid dai voli quotidiani di Iberia ed è quindi accessibile da tutti gli aeroporti italiani. Le connessioni sono operate anche da American, United, Delta e da ciascun gate del mar Orientale. Si può fare scalo negli States o volare direttamente in uno degli aeroporti di Puerto Rico, da cui raggiungere ogni tipo d’hotel dove ciascuno può trovare la propria vacanza ideale. Il nostro è un territorio dove la natura è meravigliosa.\r\n\r\nAbbiamo riserve naturali con paesaggi montuosi e marini, la foresta pluviale, 300 spiagge, 43 fiumi, cascate, percorsi di trekking e anche il suggestivo fenomeno naturale della bio-luminescenza: quando i microrganismi marini liberano luce avvertendo il movimento dell’acqua. Puerto Rico offre anche tanta azione con il “Toro Verde Adventure Park” e le due zipline più lunghe dell’emisfero occidentale. L’isola è poi una tappa delle crociere internazionali: si può proporre agli ospiti di trascorrere 2 o 3 notti a Puerto Rico prima o dopo una crociera, anche visitando le bella città coloniale di San Juan, fondata nel 1521».\r\n\r\nE, per concludere, le eccellenze per il palato: «La nostra gastronomia è ricchissima e sappiamo quanto questo sia importante per i viaggiatori italiani. - afferma infatti Blanch – Produciamo rum eccellenti e diverse varietà di caffè: a Puerto Rico di sono 14 piantagioni».\r\n\r\n ","post_title":"Brand Usa racconta Puerto Rico: destinazione inclusiva, accessibile e connessa","post_date":"2024-05-02T10:47:02+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1714646822000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466430","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Lavori al nastro di partenza per il nuovo terminal passeggeri del Dubai World Central - Al Maktoum International Airport : un'operazione da circa 35 miliardi di dollari che punta a fare dello scalo il più grande del mondo, con una capacità di 260 milioni di passeggeri e cinque volte più grande dell'attuale aeroporto internazionale dell'Emirato.\r\n\r\nIl progetto, come svelato dallo stesso sceicco Ahmed bin Saeed al-Maktoum, prevede il totale trasferimento dei voli dall'attuale scalo cittadino a quello di Al Maktoum  - situato nel deserto meridionale - nell'arco dei prossimi dieci anni.\r\n\r\nIl nuovo scalo, che comprenderà anche 400 terminal e cinque piste, ospiterà la nuova sede della compagnia di bandiera Emirates nonché quella della divisione low cost Flydubai insieme a tutte le compagnie aeree partner che collegano il mondo da e per Dubai. \r\n\r\n\r\n\r\n«La crescita di Dubai è sempre andata di pari passo con la crescita delle sue infrastrutture aeronautiche e oggi assistiamo a un altro passo coraggioso in questo viaggio - ha commentato Paul Griffiths, ceo di Dubai Airports -. L'annuncio della seconda fase dell'espansione del Dubai World Central - Al Maktoum International Airport (Dwc), che rappresenta un investimento sostanziale di 128 miliardi di Aed, segna l'inizio di un enorme investimento di risorse da parte dei nostri numerosi stakeholder nella progettazione e costruzione di un aeroporto all'avanguardia - aeroporto d'arte che fornirà ai nostri passeggeri un'esperienza del 21° secolo rapida, conveniente e di alta qualità. Ciò consolida ulteriormente la posizione dello scalo  come hub leader nel settore dell'aviazione sulla scena mondiale. Dubai continuerà a fungere da hub principale, soddisfacendo le esigenze di oltre 100 milioni di ospiti nei prossimi anni mentre prende forma la fase due del Dwc».\r\n\r\n\r\n","post_title":"Dubai: 35 mld di dollari per il nuovo terminal dell'aeroporto Al-Maktoum, che sarà il più grande al mondo","post_date":"2024-04-30T09:50:27+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1714470627000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466357","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La forte domanda di viaggi e il controllo dei costi hanno spinto al rialzo l'utile operativo di Ana Holdings, casa madre di All Nippon Airways, fino a raggiungere livelli da record nell'ultimo anno finanziario.\r\n\r\nI risultati positivo dell'esercizio chiuso lo scorso 31 marzo sono stati trainati dalla domanda in entrata dall'Asia e dal Nord America, che ha visto anche rendimenti «più alti per un periodo più lungo».\r\nA livello domestico, Ana ha registrato un'elevata domanda di viaggi leisure mentre l'unità low-cost Peach ha ampliato il network internazionale, registrando ricavi e redditività operativa da record.\r\n\r\n«La domanda di passeggeri continua a riprendersi nonostante le preoccupazioni per i rischi geopolitici, come la situazione in Ucraina e nella regione del Medio Oriente, e le conseguenti implicazioni per il settore aereo» sottolinea una nota del gruppo giapponese.\r\n«I collegamenti passeggeri sia internazionali sia domestici hanno avuto un buon andamento, sostenuti da una forte domanda di viaggi inbound verso il Giappone e dalla domanda domestica leisure, che ha portato a ricavi operativi significativamente più alti rispetto all'anno fiscale precedente».\r\n\r\nPer l'anno finanziario 2023 Ana ha dunque registrato un utile operativo consolidato di 208 miliardi di yen (1,3 miliardi di dollari), cifra raddoppiata rispetto all'anno precedente. Le entrate sono aumentate del 20,4% a 2.100 miliardi di yen, mentre gli utili netti sono quasi raddoppiati a 157 miliardi di yen.\r\n\r\nI ricavi passeggeri internazionali della Ana sono cresciuti del 68% a 728 miliardi di yen, mentre il numero di passeggeri internazionali trasportati è salito del 69,4% a 7,1 milioni.\r\n\r\nPer il nuovo anno fiscale che terminerà il 31 marzo 2025, Ana Holdings prevede che i ricavi operativi aumenteranno del 6,5%, raggiungendo i 2.200 miliardi di yen, ma ritiene che l'aumento dei costi operativi farà scendere i profitti operativi del 18% a 170 miliardi di yen.","post_title":"Ana: ricavi e utile operativo al rialzo grazie al boom del traffico internazionale","post_date":"2024-04-29T11:00:47+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1714388447000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465341","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un giro d'affari di quasi 700 milioni di euro (precisamente 686,9 mln), per una crescita del 40% sull'anno precedente, con la sezione travel che ha contribuito con 295 mln (+40,1%), quella business travel con 254 mln (+3.,2%), gli eventi con 61 mln (+71,8%), più le società partecipate e controllate che hanno pesato per 76,9 mln (+51,6%). Il tutto corroborato da margini operativi lordi per 14,62 milioni, pari al 40% in più rispetto all'obiettivo di budget originario. Sono i numeri del 2023 di Gattinoni, a cui si devono inoltre aggiungere i 922 milioni del network (+33,4%).\r\n\r\n\"Dopo l'acquisizione nel 2022 di Robintur e la coda lunga della pandemia, lo scorso è stato il primo anno in cui abbiamo potuto tracciare un bilancio completo - spiega il presidente e amministratore delegato, Franco Gattinoni - Si tratta di cifre importanti. E proprio per questo abbiamo deciso che fosse venuto il momento di mettere mano all'organizzazione: semplificandola per continuare a crescere\".\r\n\r\nDa qui la decisione di creare tre distinte aree di business che opereranno tutte sotto la supervisione della capogruppo: travel (prodotto e agenzie), business travel ed events. La semplificazione riguarderà peraltro anche l’aspetto societario: l'idea è infatti di raggruppare le numerose aziende del gruppo in tre sole realtà: \"Dal 1°gennaio 2025 avremo una società per ciascuna delle nostre business unit, nelle quali  confluiranno progressivamente tutte le altre\", sottolinea Gattinoni. L'obiettivo è quella di dare la massima importanza a ognuna delle nostre specializzazioni, nella consapevolezza che abbiano necessità sia sinergiche, sia distinte e specifiche per ciascun segmento di mercato\".\r\n\r\nA tal fine sono stati quindi nominati tre nuovi amministratore delegati: per la divisione Gattinoni Travel diventa a.d. Mario Vercesi, già direttore prodotto e regista della piattaforma tecnologica; Gattinoni Events riconferma al timone la già managing director, Elisa Presutti, mentre la divisione Business Travel si avvarrà del nuovo ingresso di Piergiulio Donzelli, che curerà il completamento della fusione fra Gattinoni Business Travel e BtExpert.\r\n\r\nAlla luce di tali cambiamenti, anche il resto dell'organigramma societario varia leggermente con una serie di conferme e alcune new entry: il cda della capogruppo è in particolare ora composto da Franco Gattinoni, presidente, Stefano Dall'Ara, vicepresidente (senza incarichi operativi, per dare continuità al retaggio Robintur, ndr), nonché Sergio Testi, Amanda Shupbach e Valeria Vaghi, consiglieri. La stessa Valeria Vaghi è poi chief financial officer, mentre responsabile del controllo di gestione e compliance è Claudio Passuti, al timone della divisione risorse umane c'è Amanda Shupbach, all'It e servizi generali, Mattia Tieghi, e al marketing, comunicazione e digital, Isabella Maggi.\r\n\r\nInfine una parola sul budget 2024: \"L'anno in corso ci vedrà impegnati in questo importante processo di riorganizzazione e consolidamento, con la conclusione della fase d'integrazione con Robintur - conclude Gattinoni -. Ma prevediamo comunque di proseguire lungo il nostro percorso di espansione, stimando un incremento del giro d'affari del 12% circa, sino a quota 774,3 milioni. Salirà anche l'ebitda di una percentuale ancora maggiore. Anzi, proprio la riorganizzazione in corso mira tra le altre cose a supportare una crescita delle marginalità, puntando ad allinearle a quelle di altri settori merceologici tradizionalmente più profittevoli del mondo travel\".\r\n\r\n ","post_title":"Rivoluzione Gattinoni che si riorganizza in tre business unit","post_date":"2024-04-11T13:56:54+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1712843814000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465016","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il treno storico di Trenord compie 100 anni nel 2024 e festeggia con una nuova meta: oltre al lago Maggiore è infatti possibile raggiungere da Milano anche il Lago di Como.\r\nSarà domenica 14 aprile la prima corsa del treno storico, che tornerà sui binari per riproporre ai passeggeri nuovi viaggi da trascorrere nell’atmosfera degli anni ’20, sui sedili di velluto rosso delle carrozze di prima classe dagli interni in legno, in compagnia di personaggi in costume d’epoca che svolgeranno performance teatrali.\r\nA Laveno Mombello Lago, destinazione proposta nell’edizione 2023, quest’anno si aggiungerà quella nuova di Como Lago, stazione affacciata sulle rive del Lario.\r\nRestaurato nel biennio 2021-2022, il treno storico è composto da tre carrozze di prima classe AZ 130-136-137, costruite negli anni 1924-25, dal locomotore E 600-3, realizzato da OM-CGE nel 1928, e dal locomotore E 610-04, prodotto dalla Breda-CGE nel 1949, tutti completamente restaurati.\r\nIl biglietto speciale dedicato all’iniziativa comprende, al costo di 15,60 euro, il percorso di andata e ritorno sul treno storico, più il viaggio di andata e ritorno su treni Trenord da qualunque stazione della Lombardia a Milano, Saronno o Varese, per le corse dirette a Laveno. Per i ragazzi fino ai 13 anni il viaggio è gratuito.\r\nLa corsa Milano-Como di domenica 14 aprile\r\nIl primo treno storico della stagione, domenica 14 aprile, partirà da Milano Cadorna alle ore 9.40; e arriverà alle ore 11.30 alla stazione di Como Lago, a pochi passi dalla riva del Lario. La fermata intermedia a Saronno è prevista alle 10.28, con ripartenza alle 10.35. Da Como, la corsa di rientro partirà alle ore 16.30, con fermata a Saronno alle ore 17.22 e arrivo a Milano Cadorna alle ore 18.17.\r\n ","post_title":"Trenord celebra i 100 anni del treno storico, da Milano ai laghi Maggiore e di Como","post_date":"2024-04-08T10:36:02+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712572562000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465018","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"New entry elbana per Th Resorts che raddoppia la propria presenza sull'isola con il Th Capoliveri Grand Hotel Elba International. Situata ai confini del parco nazionale dell’Arcipelago toscano, la struttura dispone di 120 camere, spiaggia privata, due piscine, due ristoranti, tre bar, centro benessere, area fitness e sala meeting.\r\n\r\nIl gruppo padovano era già presente all'Elba con un complesso composto dal residence Th Ortano Mare da 100 appartamenti, nonché dal 4 stelle da 128 camere Th Ortano Mare – Village. In Toscana la compagnia opera pure un altro 4 stelle da 148 camere: il Th Tirrenia Green Park Resort di Calambrone, nel pisano. Con questa new entry il portfolio Th sale ora a 31 proprietà, per un totale di circa 5.700 camere. ","post_title":"Th Resorts raddoppia all'Elba con il Capoliveri","post_date":"2024-04-08T10:32:25+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712572345000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464071","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_464075\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Foto di Stylt Trampoli[/caption]\r\n\r\nSi ispira a una vera casa di vacanza danese con un’attenzione particolare a elementi legati all’idea di nostalgia e a oggetti che sembrano il ricordo di un’era passata, il secondo indirizzo danese del brand 25hours Hotels. La struttura è un hotel di 128 camere, sei delle quali dispongono di un’area outdoor privata. Il 25hours Hotel Paper Island è ospitato in un nuovo, spettacolare edificio, e disporrà anche di ristorante di cucina asiatica, bar e rooftop bar nel centro città, a poca distanza da Nyhavn, sull’isola di Christiansholm, conosciuta proprio come Paper Island. Per molto tempo quest’area nel porto di Copenaghen è infatti stata utilizzata come deposito per la carta ed è diventata recentemente sede di un famoso street food market.\r\nL’insieme degli edifici è stato progettato dagli architetti dello studio danese Cobe, con la collaborazione dei designer svedesi di Stylt Trampoli (Göteborg). “Grazie alla sua posizione vicinissima al porto, l'hotel incarna perfettamente il carattere unico di Copenaghen - racconta la general manager, Grit Rister -. Nel nostro albergo gli ospiti possono godersi quella speciale sensazione di hygge, lontani dalla frenetica folla della città, ma con accesso diretto al centro grazie al ponte pedonale. La Royal Opera si trova sull’isola confinante. Con diversi negozi pop-up, momenti di musica dal vivo ed eventi, oltre ai ristoranti, caffè e bar, entrambe le nostre strutture di Copenaghen sono aperte anche alla gente del posto\". Grit Rister è stata alla guida del 25hours Hotel Indre By di Copenaghen da aprile 2023, e sarà ora general manager delle due strutture presenti nella capitale danese.\r\n\r\n[gallery ids=\"464080,464081,464082\"]","post_title":"25hours raddoppia a Copenaghen con il Paper Island sull'isola di Christiansholm","post_date":"2024-03-22T10:42:24+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1711104144000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463741","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air Serbia archivia il 2023 con un utile da 40,5 milioni di euro, su ricavi per 628 milioni di euro, risultato che segna il livello più alto nel suo decennio di attività. Una performance particolarmente positiva che il vettore attribuisce all'introduzione di 23 destinazioni aggiuntive e a un aumento \"significativo\" del numero di passeggeri.\r\n\r\nLo scorso anno la compagnia ha trasportato quasi 4,2 milioni di passeggeri: «Una crescita intensa nel 2022 e 2023 era inevitabile per soddisfare l'aumento della domanda e raggiungere la massa critica e la presenza sul mercato necessarie per un ulteriore sviluppo del business\", afferma l'amministratore delegato Jiri Marek.\r\n\r\n«Una volta raggiunta la massa critica... lavoreremo per stabilizzare ulteriormente le operazioni, espandere il network e migliorare i servizi offerti ai passeggeri».\r\n\r\nAir Serbia afferma di avere piani di crescita \"ambiziosi\", principalmente con l'aggiunta di altri Atr 72-600 regionali, e aggiunge che il cambio di operatore di terra nella sua base di Belgrado - dalla società di gestione dell'aeroporto a Menzies Aviation - sosterrà questo obiettivo.","post_title":"Air Serbia: profitti per oltre 40 milioni di euro e ricavi da record nel 2023","post_date":"2024-03-19T09:15:49+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1710839749000]}]}}

Lascia un commento