16 April 2024

580

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

INTERSAGA T.O. CERCA URGENTEMENTE RESPONSABILE PROGRAMMAZIONE E BOOKING MEDIO E CORTO RAGGIO.
INVIARE CURRICULUM VITAE A: massimocovelli@libero.it oppure TELEFONARE 338 3545563.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465524 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_465527" align="aligncenter" width="510"] Mangia's Brucoli, Sicily, Autograph Collection[/caption] Online il nuovo Reportage firmato Mangia’s Resorts & Clubs, un approfondimento sulle unicità di alcune strutture della compagnia in Sicilia e Sardegna. Proprietà che hanno in comune il comfort, i paesaggi mozzafiato, il mare cristallino, le spiagge sabbiose o rocciose, le esperienze enogastronomiche uniche e una vasta gamma di servizi che includono piscine, SPA, attività sportive, intrattenimento e molto altro per vivere un'autentica vacanza italiana.  [gallery columns="4" ids="465529,465531,465533,465534"] Focus del Reportage in Sicilia: il Mangia’s Brucoli, Sicily, Autograph Collection, resort 5 stelle recentemente rinnovato a Siracusa, il Mangia’s Torre del Barone Resort & SPA, 5 stelle a Sciacca, il Mangia’s Pollina Resort, 4 stelle vicino a Cefalù, il Mangia’s Favignana Resort, il Mangia’s Himera Resort a Campofelice di Roccella, il Mangia’s Selinunte Resort a pochi passi dal Parco Archeologico di Selinunte. In Sardegna, il Mangia’s Santa Teresa Sardinia, 5 stelle della Curio Collection by Hilton.  Scopri di più. Leggi il Reportage.     [post_title] => Mangia’s Resorts & Clubs, online il nuovo Reportage [post_date] => 2024-04-15T13:02:43+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => mangias-brucoli-resort-siracusa [2] => mangias-favignana-resort [3] => mangias-himera-resort-cefalu [4] => mangias-pollina-resort [5] => mangias-resorts-clubs [6] => mangias-resorts-clubs-sicilia [7] => mangias-santa-teresa-sardinia [8] => mangias-selinunte-resort-trapani [9] => mangias-torre-del-barone-resort-agrigento [10] => mclub-alicudi [11] => mclub-budoni-a-budoni [12] => mclub-cala-regina [13] => mclub-del-golfo-a-marina-di-sorso [14] => mclub-lipari-sempre-in-provincia-di-agrigento-il-resto-delle-proprieta-mangias-si-trovano-in-sardegna [15] => mclub-marmorata-a-santa-teresa-gallura [16] => nel-nord-dellisola-mangias-santa-teresa-resort-vicino-a-santa-reparata [17] => reportage-mangias-resorts-clubs [18] => resort-mangias-resorts-clubs-sardegna ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Mangia’s Brucoli Resort Siracusa [2] => Mangia’s Favignana Resort [3] => Mangia’s Himera Resort Cefalù [4] => Mangia’s Pollina Resort [5] => Mangia’s Resorts & Clubs [6] => Mangia’s Resorts & Clubs sicilia [7] => Mangia’s Santa Teresa Sardinia [8] => Mangia’s Selinunte Resort Trapani [9] => Mangia’s Torre del Barone Resort Agrigento [10] => MClub Alicudi [11] => MClub Budoni a Budoni [12] => MClub Cala Regina [13] => MClub Del Golfo a Marina di Sorso [14] => MClub Lipari sempre in provincia di Agrigento. Il resto delle proprietà Mangia’s si trovano in Sardegna [15] => MClub Marmorata a Santa Teresa Gallura [16] => nel nord dell’isola: Mangia’s Santa Teresa Resort vicino a Santa Reparata [17] => reportage Mangia’s Resorts & Clubs [18] => resort Mangia’s Resorts & Clubs sardegna ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713186163000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465511 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo gli eventi in Svizzera, nonché a Parma, Novara, Bologna, Roma, Pisa e Torino, Travel Software prosegue il roadshow in tutta Italia con altre dieci città, per incontrare le agenzie di viaggio e mostrare la semplicità di utilizzo di Easy-Adv. La software house milanese dà appuntamento alla distribuzione del turismo e ai to per illustrare le novità del gestionale giunto alla release 11. Si concluderà in particolare con la Sicilia la fase primaverile, per riprendere poi a fine estate con altre città del Nord. Ulteriori date sono ancora da fissare a Milano e a Firenze. che concluderanno il giro d’Italia. "Incontriamo le agenzie e i tour operator nelle loro città. Vogliamo mantenere un contatto diretto per spiegare le novità di prodotto e soprattutto per ascoltare - spiega il presidente di Travel Software, Marco Gozzi -: in questa fase di grande ripresa in molti convengono che un errore da non fare sia quello di sbagliare la scelta del software gestionale. In questo senso Easy-Adv ha voluto evolversi ulteriormente in flessibilità e nuove importanti funzionalità. Ma il Gestionale non è tutto: grande soddisfazione ci sta dando anche la divisione accounting (service di contabilità). Argomento sul quale torneremo presto con maggiori dettagli. Ora contiamo di incontrare ancora oltre 500 agenzie oltre alle 350 già viste, svolgendo il roadshow in collaborazione con importanti player del settore che cambiano anche in base alle aree visitate”. [post_title] => Prosegue il roadshow Travel Software. Gozzi: "Abbiamo oltre 500 adv ancora da incontrare" [post_date] => 2024-04-15T10:41:09+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713177669000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465197 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => R Collection, il gruppo italiano con dieci strutture di proprietà (500 camere e  mille dipendenti), punta ai 50 milioni di euro di fatturato. In occasione della presentazione del nuovo Marina di Bardi Beach Club a Rapallo , Riccardo Bortolotti, general manager del Grand Hotel Bristol ha posto l’attenzione sull’obiettivo del gruppo, che ha chiuso il 2023 a 40 milioni, con il 40% del traffico proveniente da to e adv, per la maggior parte stranieri.   «Per noi è importantissima la sostenibilità intesa a 360 gradi – spiega il manager – . Ogni albergo leisure è infatti certificato perché l'impegno deve essere al 100% e deve includere ogni aspetto della vita e dell'attività delle strutture». Nel 2023 il Grand Hotel Bristol ha inoltre conquistato la quinta stella: sono stati fatti importanti interventi sulle camere e il prossimo passo saranno gli ambienti comuni. La struttura punta agli 8 milioni di fatturato. «Il team che lavora in un hotel è fondamentale - conclude Bortolotti -. Per questo lo scegliamo con cura. Il lavoro deve essere una gioia. Il recruiting comprende proprio una ricerca di persone che lavorano per passione, perché servire il cliente è una vera vocazione». [post_title] => R Collection, obiettivo 50 milioni di fatturato nel 2024 [post_date] => 2024-04-10T12:33:37+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712752417000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465028 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’apertura a Firenze dell’Anglo American Hotel Florence, lo scorso 31 marzo, ha segnato il debutto nella città del Giglio del brand Curio Collection, con un design ispirato ai movimenti artistici di inizio ‘900. "L’Italia è per noi un paese importante - afferma Alan Mantin, vicepresidente sviluppo Sud Europa del gruppo Hilton -. Volevamo essere presenti in centro città a Firenze e, dopo aver avviato i lavori nel difficile periodo del Covid, siamo fieri della nuova veste dell’Anglo American: un hotel che ha una propria storia, un’identità che è stata recuperata in ottica moderna. Crediamo che sia stato fatto un lavoro assolutamente puntuale e ora questo gioiello riapre le sue porte alla città e a una clientela internazionale che cerca esperienze uniche. Siamo certi che l’Anglo American sarà un grande successo: lo vediamo dal riscontro della clientela degli alberghi di collezione che abbiamo aperto negli ultimi anni in Italia". Oggi Hilton ha tre marchi di collezione (soft brand, ndr): "Curio Collection si posiziona nel segmento upper upscale ed è rappresentata in Italia da sette hotel: insieme con l’Anglo American a Firenze abbiamo il Britannique a Napoli, l’Aleph a Roma, Villa Torretta a Sesto e poi, in Sardegna, il Baia Sardinia a Chia e il Sulià a Porto Rotondo, con il Mangia’s Santa Teresa che aprirà a breve. Per il segmento upscale, abbiamo cinque strutture a marchio Tapestry Collection: due sono già aperte, il Cosmopolite di Roma e l’Ambasciatori di Venezia-Mestre, mentre le altre tre saranno Palazzo Caracciolo a Napoli (della stessa proprietà del Curio Britannique), la Spring House a Roma, a ridosso dei musei Vaticani, che aprirà all’inizio dell’anno prossimo e il riposizionamento dell’hotel La Rosetta, in pieno centro a Perugia. L’Umbria è una delle destinazioni emergenti per il mercato internazionale, capace di attirare turisti stranieri che hanno già soggiornato a Firenze, Roma e Milano e cercano nuove destinazioni in Italia. C’è poi il nuovo marchio nel segmento lusso, Lxr: a ottobre abbiamo annunciato la prima struttura in Italia con il riposizionamento dell’hotel Gardone sul lago di Garda, che aprirà nel 2026 dopo una ristrutturazione molto importante". "L’ospite chiede un soggiorno di qualità, ma vuole soprattutto vivere all’interno della struttura un’esperienza che sia integrata con il territorio e la destinazione - conclude Mantin -. Abbiamo queste informazioni attraverso il nostro strumento di comunicazione e di relazione con la clientela fidelizzata: il programma Hilton Honors, che oggi conta 180 milioni di iscritti. E’ un numero importante, ma la cosa più importante è che a livello mondiale il 61% delle notti occupate nei 7.500 del nostro gruppo attualmente attivi è occupata da clienti parte del nostro programma fedeltà". [post_title] => Mantin, Hilton: è il momento dei brand collezione [post_date] => 2024-04-09T12:37:22+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712666242000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464899 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Wizz Air entra nelle scuole superiori specializzate italiane per presentare il nuovo "Programma Wizz Air Pathway”: obiettivo reclutare futuri piloti e proseguire nel percorso verso il raggiungimento dei 500 aeromobili nella flotta entro il 2030. L’appuntamento con gli studenti è a Roma e Forlì, rispettivamente l’8 aprile (Istituto Tecnico Trasporti e Logistica "Francesco De Pinedo") e il 9 aprile (IIstituto Tecnico Aeronautico Statale Trasporti e Logistica "Francesco Baracca" di Forlì). Il programma è concepito per selezionare e formare i futuri piloti di aerei commerciali, offrendo loro prospettive di opportunità professionali al termine del percorso formativo. L'obiettivo del programma è di trasformare giovani cadetti in professionisti altamente qualificati, dotati non solo di competenze tecniche avanzate, ma anche di solide abilità personali.  Wizz Air stabilirà gli standard e i requisiti di formazione da soddisfare, mentre Urbe Aero utilizzerà la propria infrastruttura, flotta ed esperienza consolidata per sviluppare un corso Integrato Atpl, il quale, entro 18 mesi, permetterà agli studenti di conseguire la licenza commerciale e avviare una carriera esclusiva come piloti con la compagnia aerea. Il "Programma Wizz Air Pathway" prevede un processo di selezione condotto dalla compagnia aerea e consiste in una serie di test e colloqui sia online che presso la sede centrale della low cost, per consentire una valutazione delle capacità di volo e delle qualità personali dei candidati prima ancora che si iscrivano al corso presso la scuola di volo. Una volta superata la selezione, i partecipanti con le migliori performance riceveranno una Lettera di Impegno prima di iniziare il corso Integrato ATPL presso l'Urbe Aero Flight Academy. Gli studenti che entreranno a far parte del programma, per ottenere la licenza, dovranno impegnarsi nel soddisfare i requisiti definiti e completare con successo il corso. Successivamente, la compagnia aerea fornirà una formazione specifica per consentire ai nuovi piloti di operare sugli aeromobili della famiglia Airbus 320, inizialmente come primi ufficiali e successivamente come comandanti.  [post_title] => Wizz Air plana nelle scuole italiane a caccia di futuri piloti [post_date] => 2024-04-05T09:32:57+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712309577000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464818 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Mangia’s Pollina Resort avvierà il 7 aprile la stagione 2024. E per farlo nel migliore dei modi ha organizzato la nona edizione della Mangia’s Academy, al fine di "formare e informare" 300 dei suoi oltre 1.500 collaboratori su quelli che sono i pilastri del brand: Italian taste, biophilic design, sustainability e people. Quel capitale umano che è un valore inestimabile per Mangia’s, fondato proprio sul concetto di famiglia. Il brand gestisce 13 strutture in Sicilia e Sardegna: resort 4 e 5 stelle più strutture club. Il Pollina resort di Cefalù, 4 stelle, si annida su un promontorio di rossa ferrite siciliana, che si accende della luce del tramonto e ha una doppia esposizione: da una parte si vede l’alba, dall’altra lo sguardo può seguire il tramonto del sole. Immerso nella macchia mediterranea, è la porta d’accesso al parco delle Madonie. «Pollina è un posto unico nel suo genere - sottolinea il general manager Giosué Miceli -. Immerso in 20 ettari di parco naturale, offre un panorama che toglie il fiato: montagne che si susseguono a perdita d’occhio, la rocca di Cefalù con la sua ricca storia e le affascinanti isole Eolie. In stato di abbandono dopo la crisi Valtur, la natura aveva ripreso il sopravvento, nel 2016 è stato acquisito da Mangia’s che ha rinnovato le 345 camere, ha rifatto gli esterni, le zone comuni e la piscina. Se prima c’erano un ristorante centrale e un bar, adesso ci sono cinque ristoranti, tre bar, terrazze panoramiche e sunset. Il personale è cresciuto del 27% e tutti i nostri collaboratori sono del comprensorio madonita con contratti italiani. È veramente un tesoro nel territorio, anche perché abbracciamo il chilometro zero: a 500 metri abbiamo un feudo confiscato alla mafia, dove una ditta molto importante ha creato un enorme agrumeto e un orto e ci fornisce i suoi prodotti. Quindi è un processo virtuoso che ha risvolti positivi sull’economia locale». «Con l’acquisizione di Pollina è iniziato un percorso di riposizionamento per raggiungere la categoria 5 stelle, grazie a un investimento di 20 milioni di euro: 11 per le camere e nove per gli spazi comuni», aggiunge Gaetano Scancarello, senior marketing manager del gruppo Mangia’s. Su un fronte del promontorio le camere del resort si affacciano sul mare, poi ci sono il kids-club e la piscina con scivoli: un’area da dove i rumori non invadono le zone dove si trovano i vari servizi dedicati al relax. Non mancano gli spazi per i più sportivi. I ristoranti dei Mangia’s Pollina Resort propongono poi una ricca esperienza gastronomica made in Italy e si aprono a esperienze internazionali come il Kaigan Sushi Bar. L’ospite scopre, tra gli scorci inattesi, le terrazze affacciate sul mare dello Scausu Grill, dove allestire anche cene esclusive per coppie. «Abbiamo incrementato il comparto wedding - conclude Scancarello -. Ogni angolo del resort è una location ideale per un rito nuziale, autorizzato dal comune di Pollina per il matrimonio civile. Ricca anche la disponibilità di servizi per il settore mice, con un ampio centro congressi e aree da allestire secondo le richieste dei clienti». [gallery ids="464825,464826,464832,464828,464824,464821"] [post_title] => Il Pollina Resort protagonista della nona edizione della Mangia’s Academy [post_date] => 2024-04-04T12:00:40+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712232040000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464849 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Annunciato già più di un anno fa, e successivamente protagonista di molti degli incontri del to di famiglia Azemar, aprirà finalmente i propri battenti il prossimo 1° di giugno a Zanzibar il Bawe Island della Cocoon Collection. Si tratta di un 5 stelle lusso, primo one island one resort della destinazione. Situato a 15 minuti di trasferimento in barca o taxi water da Stone Town, sull’isola principale di Zanzibar, il resort fonde il design contemporaneo con influenze african chic. Su un’ampia superficie di oltre 30 ettari, sorgono solo 70 ville: sistemazioni che vanno dalla camera più piccola, la Sunrise villa, di ben 200 mq, fino ai 500 mq della Sultan Palace. Tutte le camere hanno giardino privato e piscina, servizio di maggiordomo esclusivo e chef a disposizione degli ospiti nelle cinque ville più grandi. Ma Bawe Island include pure quattro ristoranti principali e un main bar a disposizione degli ospiti. La struttura è stata realizzata seguendo il concept dine around, che consente ai clienti di poter accedere a ogni area f&b liberamente senza costi extra e di avere a disposizione un servizio a là carte sin dalla colazione. “Zanzibar è per noi un luogo importante sul quale abbiamo investito moltissimo - sottolinea il founder e corporate sales manager The Cocoon Collection, Attilio Azzola -. Proprio per le sue unicità e contrasti, è un mondo affascinante che offre ai nostri clienti una luxury experience senza eguali. I visitatori di Bawe, ma anche delle altre strutture firmate The Cocoon Collection presenti sull’isola, potranno unire a un servizio di altissimo profilo un’esperienza diretta e profonda con l’ambiente circostante, apprezzandone l’importante patrimonio culturale e naturale che il territorio racchiude.” [post_title] => L'attesa è finita: il 1° giugno apre a Zanzibar il Bawe Island della Cocoon Collection [post_date] => 2024-04-04T10:29:00+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712226540000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464840 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Inizia l'anno col giusto passo Aegean che ha chiuso il primo trimestre 2024 con numeri significativamente positivi nel traffico passeggeri: una crescita dell'11% sia nel network domestico che in quello internazionale. Nel trimestre tradizionalmente più debole dell'anno, la compagnia aerea greca ha trasportato circa 2,9 milioni di passeggeri, 278 mila in più rispetto al 2023, a fronte di una capacità offerta di 3,5 milioni di posti. La crescita è stata altrettanto equilibrata rispetto al 2023, sia per le operazioni del network internazionale di Atene (+10%) che per quelle di Salonicco (+10%), a conferma dell'impegno del vettore a sviluppare ulteriormente il potenziale di crescita di entrambi i principali aeroporti greci con un significativo traffico internazionale durante l'inverno. La rete invernale di Aegean comprende 85 collegamenti diretti con destinazioni internazionali, 10 dei quali operati per la prima volta durante l'inverno, tra cui Bilbao, Bratislava, Tallinn e Barcellona da Salonicco, oltre alla nuova rotta per Dubai. Da sottolineare come l'aumento del traffico passeggeri internazionale abbia superato il 27% per Atene e il 32% per Salonicco rispetto al corrispondente periodo del 2019, registrando i primi risultati significativamente positivi per la compagnia e per il turismo greco, derivanti dal continuo investimento di Aegean nel mantenimento della rete, dell'interconnettività e delle frequenze del Paese durante il periodo invernale. L'anno scorso il vettore ha offerto più di 18,5 milioni di posti, con 11,1 milioni di posti internazionali, 2 milioni in più rispetto al 2022 e 800.000 in più rispetto al 2019. La rete della compagnia ha coperto un totale di 180 destinazioni in 49 Paesi con 307 rotte operate con 76 aeromobili, a seguito anche di 9 nuove consegne di aeromobili Airbus 320/321 neo. [post_title] => Aegean: passeggeri a +11% nel primo trimestre. Forte crescita del traffico internazionale [post_date] => 2024-04-04T10:07:18+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712225238000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464700 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuove opportunità di sviluppo per l’aeroporto di Brindisi grazie alla consegna da parte dell’Aeronautica Militare, dell’area ex Orm (Officine revisione motori), situata nella zona Sud-ovest dello scalo del Salento. «La consegna di queste nuove aree da parte della Aeronautica Militare - ha dichiarato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile (nella foto) - significa innanzitutto miglioramenti e ottimizzazione per l’infrastruttura dell’aeroporto del Salento, ma anche e soprattutto il rafforzamento del legame e della collaborazione tra Aeroporti di Puglia e le forze armate che ringrazio. Queste nuove aree, grazie anche al lavoro che stiamo facendo in sinergia con l’Enac, miglioreranno la connettività dello scalo brindisino e consentiranno una migliore integrazione con le esigenze civili e commerciali. Le aree cedute verranno integrate nel piano di sviluppo dell’aeroporto del Salento e contribuiranno a potenziare le sue capacità operative e a promuovere il ruolo strategico per la comunità che su esso insiste». Intanto, nei giorni delle ultime festività di Pasqua, Aeroporti di Puglia ha sfiorato i 111.000 passeggeri: nel dettaglio sono stati 107.000 i viaggiatori in transito di cui 75.000 su Bari e 32.000 su Brindisi. I dati, che hanno previsto 500 voli programmati su Bari (250 in arrivo e 250 in partenza) e 210 voli programmati su Brindisi (105 in partenza e 105 in arrivo), si riferiscono al periodo 29 marzo-1° aprile. [post_title] => Brindisi: ceduta dall'Aeronautica Militare una nuova area per lo sviluppo dell'aeroporto del Salento [post_date] => 2024-04-02T11:54:36+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712058876000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "580" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":481,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465524","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_465527\" align=\"aligncenter\" width=\"510\"] Mangia's Brucoli, Sicily, Autograph Collection[/caption]\r\n\r\nOnline il nuovo Reportage firmato Mangia’s Resorts & Clubs, un approfondimento sulle unicità di alcune strutture della compagnia in Sicilia e Sardegna. Proprietà che hanno in comune il comfort, i paesaggi mozzafiato, il mare cristallino, le spiagge sabbiose o rocciose, le esperienze enogastronomiche uniche e una vasta gamma di servizi che includono piscine, SPA, attività sportive, intrattenimento e molto altro per vivere un'autentica vacanza italiana. \r\n\r\n[gallery columns=\"4\" ids=\"465529,465531,465533,465534\"]\r\n\r\nFocus del Reportage in Sicilia: il Mangia’s Brucoli, Sicily, Autograph Collection, resort 5 stelle recentemente rinnovato a Siracusa, il Mangia’s Torre del Barone Resort & SPA, 5 stelle a Sciacca, il Mangia’s Pollina Resort, 4 stelle vicino a Cefalù, il Mangia’s Favignana Resort, il Mangia’s Himera Resort a Campofelice di Roccella, il Mangia’s Selinunte Resort a pochi passi dal Parco Archeologico di Selinunte. In Sardegna, il Mangia’s Santa Teresa Sardinia, 5 stelle della Curio Collection by Hilton. \r\n\r\nScopri di più. Leggi il Reportage.  \r\n\r\n ","post_title":"Mangia’s Resorts & Clubs, online il nuovo Reportage","post_date":"2024-04-15T13:02:43+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["in-evidenza","mangias-brucoli-resort-siracusa","mangias-favignana-resort","mangias-himera-resort-cefalu","mangias-pollina-resort","mangias-resorts-clubs","mangias-resorts-clubs-sicilia","mangias-santa-teresa-sardinia","mangias-selinunte-resort-trapani","mangias-torre-del-barone-resort-agrigento","mclub-alicudi","mclub-budoni-a-budoni","mclub-cala-regina","mclub-del-golfo-a-marina-di-sorso","mclub-lipari-sempre-in-provincia-di-agrigento-il-resto-delle-proprieta-mangias-si-trovano-in-sardegna","mclub-marmorata-a-santa-teresa-gallura","nel-nord-dellisola-mangias-santa-teresa-resort-vicino-a-santa-reparata","reportage-mangias-resorts-clubs","resort-mangias-resorts-clubs-sardegna"],"post_tag_name":["In evidenza","Mangia’s Brucoli Resort Siracusa","Mangia’s Favignana Resort","Mangia’s Himera Resort Cefalù","Mangia’s Pollina Resort","Mangia’s Resorts & Clubs","Mangia’s Resorts & Clubs sicilia","Mangia’s Santa Teresa Sardinia","Mangia’s Selinunte Resort Trapani","Mangia’s Torre del Barone Resort Agrigento","MClub Alicudi","MClub Budoni a Budoni","MClub Cala Regina","MClub Del Golfo a Marina di Sorso","MClub Lipari sempre in provincia di Agrigento. Il resto delle proprietà Mangia’s si trovano in Sardegna","MClub Marmorata a Santa Teresa Gallura","nel nord dell’isola: Mangia’s Santa Teresa Resort vicino a Santa Reparata","reportage Mangia’s Resorts & Clubs","resort Mangia’s Resorts & Clubs sardegna"]},"sort":[1713186163000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465511","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dopo gli eventi in Svizzera, nonché a Parma, Novara, Bologna, Roma, Pisa e Torino, Travel Software prosegue il roadshow in tutta Italia con altre dieci città, per incontrare le agenzie di viaggio e mostrare la semplicità di utilizzo di Easy-Adv. La software house milanese dà appuntamento alla distribuzione del turismo e ai to per illustrare le novità del gestionale giunto alla release 11. Si concluderà in particolare con la Sicilia la fase primaverile, per riprendere poi a fine estate con altre città del Nord. Ulteriori date sono ancora da fissare a Milano e a Firenze. che concluderanno il giro d’Italia.\r\n\r\n\"Incontriamo le agenzie e i tour operator nelle loro città. Vogliamo mantenere un contatto diretto per spiegare le novità di prodotto e soprattutto per ascoltare - spiega il presidente di Travel Software, Marco Gozzi -: in questa fase di grande ripresa in molti convengono che un errore da non fare sia quello di sbagliare la scelta del software gestionale. In questo senso Easy-Adv ha voluto evolversi ulteriormente in flessibilità e nuove importanti funzionalità. Ma il Gestionale non è tutto: grande soddisfazione ci sta dando anche la divisione accounting (service di contabilità). Argomento sul quale torneremo presto con maggiori dettagli. Ora contiamo di incontrare ancora oltre 500 agenzie oltre alle 350 già viste, svolgendo il roadshow in collaborazione con importanti player del settore che cambiano anche in base alle aree visitate”.","post_title":"Prosegue il roadshow Travel Software. Gozzi: \"Abbiamo oltre 500 adv ancora da incontrare\"","post_date":"2024-04-15T10:41:09+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1713177669000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465197","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"R Collection, il gruppo italiano con dieci strutture di proprietà (500 camere e  mille dipendenti), punta ai 50 milioni di euro di fatturato. In occasione della presentazione del nuovo Marina di Bardi Beach Club a Rapallo , Riccardo Bortolotti, general manager del Grand Hotel Bristol ha posto l’attenzione sull’obiettivo del gruppo, che ha chiuso il 2023 a 40 milioni, con il 40% del traffico proveniente da to e adv, per la maggior parte stranieri.\r\n\r\n\r\n\r\n \r\n\r\n«Per noi è importantissima la sostenibilità intesa a 360 gradi – spiega il manager – . Ogni albergo leisure è infatti certificato perché l'impegno deve essere al 100% e deve includere ogni aspetto della vita e dell'attività delle strutture». Nel 2023 il Grand Hotel Bristol ha inoltre conquistato la quinta stella: sono stati fatti importanti interventi sulle camere e il prossimo passo saranno gli ambienti comuni. La struttura punta agli 8 milioni di fatturato. «Il team che lavora in un hotel è fondamentale - conclude Bortolotti -. Per questo lo scegliamo con cura. Il lavoro deve essere una gioia. Il recruiting comprende proprio una ricerca di persone che lavorano per passione, perché servire il cliente è una vera vocazione».","post_title":"R Collection, obiettivo 50 milioni di fatturato nel 2024","post_date":"2024-04-10T12:33:37+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712752417000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465028","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’apertura a Firenze dell’Anglo American Hotel Florence, lo scorso 31 marzo, ha segnato il debutto nella città del Giglio del brand Curio Collection, con un design ispirato ai movimenti artistici di inizio ‘900. \"L’Italia è per noi un paese importante - afferma Alan Mantin, vicepresidente sviluppo Sud Europa del gruppo Hilton -. Volevamo essere presenti in centro città a Firenze e, dopo aver avviato i lavori nel difficile periodo del Covid, siamo fieri della nuova veste dell’Anglo American: un hotel che ha una propria storia, un’identità che è stata recuperata in ottica moderna. Crediamo che sia stato fatto un lavoro assolutamente puntuale e ora questo gioiello riapre le sue porte alla città e a una clientela internazionale che cerca esperienze uniche. Siamo certi che l’Anglo American sarà un grande successo: lo vediamo dal riscontro della clientela degli alberghi di collezione che abbiamo aperto negli ultimi anni in Italia\". \r\nOggi Hilton ha tre marchi di collezione (soft brand, ndr): \"Curio Collection si posiziona nel segmento upper upscale ed è rappresentata in Italia da sette hotel: insieme con l’Anglo American a Firenze abbiamo il Britannique a Napoli, l’Aleph a Roma, Villa Torretta a Sesto e poi, in Sardegna, il Baia Sardinia a Chia e il Sulià a Porto Rotondo, con il Mangia’s Santa Teresa che aprirà a breve. Per il segmento upscale, abbiamo cinque strutture a marchio Tapestry Collection: due sono già aperte, il Cosmopolite di Roma e l’Ambasciatori di Venezia-Mestre, mentre le altre tre saranno Palazzo Caracciolo a Napoli (della stessa proprietà del Curio Britannique), la Spring House a Roma, a ridosso dei musei Vaticani, che aprirà all’inizio dell’anno prossimo e il riposizionamento dell’hotel La Rosetta, in pieno centro a Perugia. L’Umbria è una delle destinazioni emergenti per il mercato internazionale, capace di attirare turisti stranieri che hanno già soggiornato a Firenze, Roma e Milano e cercano nuove destinazioni in Italia. C’è poi il nuovo marchio nel segmento lusso, Lxr: a ottobre abbiamo annunciato la prima struttura in Italia con il riposizionamento dell’hotel Gardone sul lago di Garda, che aprirà nel 2026 dopo una ristrutturazione molto importante\". \r\n\"L’ospite chiede un soggiorno di qualità, ma vuole soprattutto vivere all’interno della struttura un’esperienza che sia integrata con il territorio e la destinazione - conclude Mantin -. Abbiamo queste informazioni attraverso il nostro strumento di comunicazione e di relazione con la clientela fidelizzata: il programma Hilton Honors, che oggi conta 180 milioni di iscritti. E’ un numero importante, ma la cosa più importante è che a livello mondiale il 61% delle notti occupate nei 7.500 del nostro gruppo attualmente attivi è occupata da clienti parte del nostro programma fedeltà\".","post_title":"Mantin, Hilton: è il momento dei brand collezione","post_date":"2024-04-09T12:37:22+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712666242000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464899","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Wizz Air entra nelle scuole superiori specializzate italiane per presentare il nuovo \"Programma Wizz Air Pathway”: obiettivo reclutare futuri piloti e proseguire nel percorso verso il raggiungimento dei 500 aeromobili nella flotta entro il 2030.\r\n\r\nL’appuntamento con gli studenti è a Roma e Forlì, rispettivamente l’8 aprile (Istituto Tecnico Trasporti e Logistica \"Francesco De Pinedo\") e il 9 aprile (IIstituto Tecnico Aeronautico Statale Trasporti e Logistica \"Francesco Baracca\" di Forlì).\r\n\r\nIl programma è concepito per selezionare e formare i futuri piloti di aerei commerciali, offrendo loro prospettive di opportunità professionali al termine del percorso formativo. L'obiettivo del programma è di trasformare giovani cadetti in professionisti altamente qualificati, dotati non solo di competenze tecniche avanzate, ma anche di solide abilità personali. \r\n\r\nWizz Air stabilirà gli standard e i requisiti di formazione da soddisfare, mentre Urbe Aero utilizzerà la propria infrastruttura, flotta ed esperienza consolidata per sviluppare un corso Integrato Atpl, il quale, entro 18 mesi, permetterà agli studenti di conseguire la licenza commerciale e avviare una carriera esclusiva come piloti con la compagnia aerea.\r\n\r\nIl \"Programma Wizz Air Pathway\" prevede un processo di selezione condotto dalla compagnia aerea e consiste in una serie di test e colloqui sia online che presso la sede centrale della low cost, per consentire una valutazione delle capacità di volo e delle qualità personali dei candidati prima ancora che si iscrivano al corso presso la scuola di volo. Una volta superata la selezione, i partecipanti con le migliori performance riceveranno una Lettera di Impegno prima di iniziare il corso Integrato ATPL presso l'Urbe Aero Flight Academy. Gli studenti che entreranno a far parte del programma, per ottenere la licenza, dovranno impegnarsi nel soddisfare i requisiti definiti e completare con successo il corso. Successivamente, la compagnia aerea fornirà una formazione specifica per consentire ai nuovi piloti di operare sugli aeromobili della famiglia Airbus 320, inizialmente come primi ufficiali e successivamente come comandanti. ","post_title":"Wizz Air plana nelle scuole italiane a caccia di futuri piloti","post_date":"2024-04-05T09:32:57+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712309577000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464818","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Mangia’s Pollina Resort avvierà il 7 aprile la stagione 2024. E per farlo nel migliore dei modi ha organizzato la nona edizione della Mangia’s Academy, al fine di \"formare e informare\" 300 dei suoi oltre 1.500 collaboratori su quelli che sono i pilastri del brand: Italian taste, biophilic design, sustainability e people. Quel capitale umano che è un valore inestimabile per Mangia’s, fondato proprio sul concetto di famiglia.\r\nIl brand gestisce 13 strutture in Sicilia e Sardegna: resort 4 e 5 stelle più strutture club. Il Pollina resort di Cefalù, 4 stelle, si annida su un promontorio di rossa ferrite siciliana, che si accende della luce del tramonto e ha una doppia esposizione: da una parte si vede l’alba, dall’altra lo sguardo può seguire il tramonto del sole. Immerso nella macchia mediterranea, è la porta d’accesso al parco delle Madonie.\r\n«Pollina è un posto unico nel suo genere - sottolinea il general manager Giosué Miceli -. Immerso in 20 ettari di parco naturale, offre un panorama che toglie il fiato: montagne che si susseguono a perdita d’occhio, la rocca di Cefalù con la sua ricca storia e le affascinanti isole Eolie. In stato di abbandono dopo la crisi Valtur, la natura aveva ripreso il sopravvento, nel 2016 è stato acquisito da Mangia’s che ha rinnovato le 345 camere, ha rifatto gli esterni, le zone comuni e la piscina. Se prima c’erano un ristorante centrale e un bar, adesso ci sono cinque ristoranti, tre bar, terrazze panoramiche e sunset. Il personale è cresciuto del 27% e tutti i nostri collaboratori sono del comprensorio madonita con contratti italiani. È veramente un tesoro nel territorio, anche perché abbracciamo il chilometro zero: a 500 metri abbiamo un feudo confiscato alla mafia, dove una ditta molto importante ha creato un enorme agrumeto e un orto e ci fornisce i suoi prodotti. Quindi è un processo virtuoso che ha risvolti positivi sull’economia locale».\r\n«Con l’acquisizione di Pollina è iniziato un percorso di riposizionamento per raggiungere la categoria 5 stelle, grazie a un investimento di 20 milioni di euro: 11 per le camere e nove per gli spazi comuni», aggiunge Gaetano Scancarello, senior marketing manager del gruppo Mangia’s. Su un fronte del promontorio le camere del resort si affacciano sul mare, poi ci sono il kids-club e la piscina con scivoli: un’area da dove i rumori non invadono le zone dove si trovano i vari servizi dedicati al relax. Non mancano gli spazi per i più sportivi. I ristoranti dei Mangia’s Pollina Resort propongono poi una ricca esperienza gastronomica made in Italy e si aprono a esperienze internazionali come il Kaigan Sushi Bar. L’ospite scopre, tra gli scorci inattesi, le terrazze affacciate sul mare dello Scausu Grill, dove allestire anche cene esclusive per coppie.\r\n«Abbiamo incrementato il comparto wedding - conclude Scancarello -. Ogni angolo del resort è una location ideale per un rito nuziale, autorizzato dal comune di Pollina per il matrimonio civile. Ricca anche la disponibilità di servizi per il settore mice, con un ampio centro congressi e aree da allestire secondo le richieste dei clienti».\r\n[gallery ids=\"464825,464826,464832,464828,464824,464821\"]\r\n","post_title":"Il Pollina Resort protagonista della nona edizione della Mangia’s Academy","post_date":"2024-04-04T12:00:40+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712232040000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464849","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Annunciato già più di un anno fa, e successivamente protagonista di molti degli incontri del to di famiglia Azemar, aprirà finalmente i propri battenti il prossimo 1° di giugno a Zanzibar il Bawe Island della Cocoon Collection. Si tratta di un 5 stelle lusso, primo one island one resort della destinazione. Situato a 15 minuti di trasferimento in barca o taxi water da Stone Town, sull’isola principale di Zanzibar, il resort fonde il design contemporaneo con influenze african chic. Su un’ampia superficie di oltre 30 ettari, sorgono solo 70 ville: sistemazioni che vanno dalla camera più piccola, la Sunrise villa, di ben 200 mq, fino ai 500 mq della Sultan Palace. Tutte le camere hanno giardino privato e piscina, servizio di maggiordomo esclusivo e chef a disposizione degli ospiti nelle cinque ville più grandi.\r\n\r\nMa Bawe Island include pure quattro ristoranti principali e un main bar a disposizione degli ospiti. La struttura è stata realizzata seguendo il concept dine around, che consente ai clienti di poter accedere a ogni area f&b liberamente senza costi extra e di avere a disposizione un servizio a là carte sin dalla colazione. “Zanzibar è per noi un luogo importante sul quale abbiamo investito moltissimo - sottolinea il founder e corporate sales manager The Cocoon Collection, Attilio Azzola -. Proprio per le sue unicità e contrasti, è un mondo affascinante che offre ai nostri clienti una luxury experience senza eguali. I visitatori di Bawe, ma anche delle altre strutture firmate The Cocoon Collection presenti sull’isola, potranno unire a un servizio di altissimo profilo un’esperienza diretta e profonda con l’ambiente circostante, apprezzandone l’importante patrimonio culturale e naturale che il territorio racchiude.”","post_title":"L'attesa è finita: il 1° giugno apre a Zanzibar il Bawe Island della Cocoon Collection","post_date":"2024-04-04T10:29:00+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712226540000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464840","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Inizia l'anno col giusto passo Aegean che ha chiuso il primo trimestre 2024 con numeri significativamente positivi nel traffico passeggeri: una crescita dell'11% sia nel network domestico che in quello internazionale. Nel trimestre tradizionalmente più debole dell'anno, la compagnia aerea greca ha trasportato circa 2,9 milioni di passeggeri, 278 mila in più rispetto al 2023, a fronte di una capacità offerta di 3,5 milioni di posti.\r\n\r\nLa crescita è stata altrettanto equilibrata rispetto al 2023, sia per le operazioni del network internazionale di Atene (+10%) che per quelle di Salonicco (+10%), a conferma dell'impegno del vettore a sviluppare ulteriormente il potenziale di crescita di entrambi i principali aeroporti greci con un significativo traffico internazionale durante l'inverno. La rete invernale di Aegean comprende 85 collegamenti diretti con destinazioni internazionali, 10 dei quali operati per la prima volta durante l'inverno, tra cui Bilbao, Bratislava, Tallinn e Barcellona da Salonicco, oltre alla nuova rotta per Dubai.\r\n\r\nDa sottolineare come l'aumento del traffico passeggeri internazionale abbia superato il 27% per Atene e il 32% per Salonicco rispetto al corrispondente periodo del 2019, registrando i primi risultati significativamente positivi per la compagnia e per il turismo greco, derivanti dal continuo investimento di Aegean nel mantenimento della rete, dell'interconnettività e delle frequenze del Paese durante il periodo invernale.\r\n\r\nL'anno scorso il vettore ha offerto più di 18,5 milioni di posti, con 11,1 milioni di posti internazionali, 2 milioni in più rispetto al 2022 e 800.000 in più rispetto al 2019. La rete della compagnia ha coperto un totale di 180 destinazioni in 49 Paesi con 307 rotte operate con 76 aeromobili, a seguito anche di 9 nuove consegne di aeromobili Airbus 320/321 neo.","post_title":"Aegean: passeggeri a +11% nel primo trimestre. Forte crescita del traffico internazionale","post_date":"2024-04-04T10:07:18+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712225238000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464700","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuove opportunità di sviluppo per l’aeroporto di Brindisi grazie alla consegna da parte dell’Aeronautica Militare, dell’area ex Orm (Officine revisione motori), situata nella zona Sud-ovest dello scalo del Salento.\r\n\r\n«La consegna di queste nuove aree da parte della Aeronautica Militare - ha dichiarato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile (nella foto) - significa innanzitutto miglioramenti e ottimizzazione per l’infrastruttura dell’aeroporto del Salento, ma anche e soprattutto il rafforzamento del legame e della collaborazione tra Aeroporti di Puglia e le forze armate che ringrazio. Queste nuove aree, grazie anche al lavoro che stiamo facendo in sinergia con l’Enac, miglioreranno la connettività dello scalo brindisino e consentiranno una migliore integrazione con le esigenze civili e commerciali. Le aree cedute verranno integrate nel piano di sviluppo dell’aeroporto del Salento e contribuiranno a potenziare le sue capacità operative e a promuovere il ruolo strategico per la comunità che su esso insiste».\r\n\r\nIntanto, nei giorni delle ultime festività di Pasqua, Aeroporti di Puglia ha sfiorato i 111.000 passeggeri: nel dettaglio sono stati 107.000 i viaggiatori in transito di cui 75.000 su Bari e 32.000 su Brindisi. I dati, che hanno previsto 500 voli programmati su Bari (250 in arrivo e 250 in partenza) e 210 voli programmati su Brindisi (105 in partenza e 105 in arrivo), si riferiscono al periodo 29 marzo-1° aprile.","post_title":"Brindisi: ceduta dall'Aeronautica Militare una nuova area per lo sviluppo dell'aeroporto del Salento","post_date":"2024-04-02T11:54:36+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712058876000]}]}}

Lascia un commento