1 March 2024

1794

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Decennale esperienza come addetta al booking presso t.o. a Roma zona centro ricerca lavoro presso t.o. o agenzie di viaggio o altro sia part time sia full time a Roma e zone limitrofe. Ottima conoscenza inglese, ottimi contatti con fornitori e clienti, uso di internet, posta elettronica e pacchetto office. Contattare stephania_@hotmail.it oppure 333 5839559.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462236 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Centro e Sud Italia si riconfermano aree di "importanza strategica" per la Slovenia, che anche quest'anno torna alla Bmt di Napoli: ben quattro i co-espositori che accompagneranno l’Ente Sloveno per il Turismo, rispetto ai due dello scorso anno. «In un’ottica di ulteriore crescita dei flussi turistici dall’Italia verso la Slovenia – conferma Aljosa Ota, direttore dell’Ente in Italia – è per noi fondamentale portare la nostra attenzione e i nostri prodotti ad un mercato che ha grosse potenzialità, che non può che crescere e che da sempre ha dimostrato grande interesse nei confronti del nostro territorio». Partecipazione a fiere, attività di co-marketing, workshop e roadshow, eventi dedicati, una carrellata di azioni che già nello scorso anno ha dato i suoi frutti quando, trainato da un dicembre 2023 da record, che ha visto ben 63.162 italiani visitare la Slovenia (pari al 29,25% degli arrivi totali dall’estero) per 125.560 pernottamenti (25,5% del totale dall’estero), l’incoming dall’Italia si è ritagliato una fetta di mercato dell’11% degli arrivi (+17,4% rispetto al 2022), corrispondenti al 9,3% dei pernottamenti totali dall’estero (+17,8%): in sostanza nel 2023 solo la Germania ha fatto meglio dell’Italia. «Parliamo di dati importanti che si inseriscono nel contesto di un anno che è stato da record per la Slovenia che è andata a posizionarsi in cima alle classifiche europee per gli incrementi negli arrivi (6,2 milioni) e nei pernottamenti (16,1 milioni), con una crescita rispettivamente del 5,5% e del 3,5% sui valori dello stesso periodo del 2022. Superarci è, quindi, una missione molto ambiziosa che può trovare il suo sbocco andando a presidiare quei territori che hanno grosse potenzialità come quelli del centro e sud Italia». I co-espositori sono due catene alberghiere, Hit Alpinea Hotels & Apartments Kranjska Gora e Sava Hotels&Resorts; un dmc locale, Palma TO e una destinazione, Love Istria. Alla luce anche dell’importante novità, già annunciata ad inizio anno, e cioè l’introduzione del Frecciarossa Milano-Lubiana per il quale è stato recentemente siglato l’accordo preliminare tra Trenitalia e SPassenger Transport, società ferroviaria slovena, per l’avvio del collegamento diretto tra il capoluogo lombardo e la capitale slovena. Il nuovo collegamento ferroviario va ad aggiungersi all’annuncio di Ryanair di posizionarsi nello scalo di Trieste (ad un’ora e mezza d’auto da Lubiana) a partire dal prossimo aprile, in un quadro d’insieme che vede Italia e Slovenia sempre più vicine, sempre più accessibili anche per gli utenti del centro e sud Italia [post_title] => La Slovenia scommette sui flussi da Centro-Sud Italia, «area di importanza strategica» [post_date] => 2024-02-26T11:46:36+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708947996000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461967 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Miami sarà teatro di sette partite della Coppa del Mondo Fifa 26, in programma dal 15 giugno al 18 luglio 2026, tra cui uno dei quarti di finale e la partita per il terzo posto.  Fifa World Cup 26 segna il ritorno del torneo negli Stati Uniti dall’edizione del 1994. Sarà la più grande Coppa del Mondo mai organizzata in Canada, Messico e Stati Uniti, con un record di 48 squadre e 104 partite in tutto il Nord America. Sette di queste partite si giocheranno all'Hard Rock Stadium di Miami Gardens, che ha ospitato alcune delle partite di calcio di più alto profilo della storia recente. «I residenti di Miami Gardens sanno già cosa significa essere riconosciuti come una comunità che ha un pedigree da campionato e indossare il titolo di mecca dello sport tutto l'anno - ha dichiarato il sindaco di Miami Gardens Rodney Harris -. Possiamo unire una comunità attraverso lo sport e trovare modi per offrire opportunità economiche ai nostri cittadini grazie all'Hard Rock Stadium, che con orgoglio chiama Miami Gardens casa». «Abbiamo un'opportunità unica per mostrare la diversità della contea di Miami-Dade e dello stato della Florida e siamo entusiasti di metterci al lavoro» ha aggiunto Rodney Barreto, co-presidente del Comitato ospitante della Coppa del Mondo. [post_title] => Miami si prepara ad ospitare sette partite della Coppa del Mondo Fifa 2026 [post_date] => 2024-02-21T10:26:28+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708511188000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460477 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si è chiuso con risultati record il 2023 del gruppo Blu Hotels, che ha visto il proprio fatturato crescere di 10 milioni rispetto all'anno precedente, toccando quota 80 milioni di euro. Bene pure i margini operativi lordi (ebitda) della compagnia, che hanno raggiunto gli 11 milioni. Prestazioni, queste, frutto di ricavi medi per camera disponibile (total revpar) pari a 136,8 euro, corrispondenti a una tariffa media di 194 euro e a un'occupazione del 70,7% (contro il 66,8% dell'esercizio 2022). A far da traino si conferma il mare, con il Salento destinazione più apprezzata. Positivi pure i risultati di Sardegna e Toscana, così come del lago di Garda e della montagna. Quest'ultima, in particolare, grazie alla sua ritrovata capacità di offrire una doppia stagionalità, assume un'importanza strategica per il gruppo. Una valenza confermata dalle previsioni per l'inverno 2023/2024, che indicano già un +20% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. “I risultati testimoniano la validità del nostro modello di business, con un portfolio diversificato, sia per destinazioni sia per tipologia di offerta - sottolinea il presidente di Blu Hotels, Nicola Risatti -. A differenza di quanto emerso a livello nazionale, abbiamo avuto molti italiani sia nelle destinazioni mare sia in montagna. Sicuramente anche il grande lavoro di fidelizzazione della clientela svolto in questi 30 anni ha fatto molto”. A conferma del successo di questo anno, in occasione del Natale, Blu Hotels ha voluto riconoscere ai propri dipendenti un premio welfare di mille euro, spendibile in buoni spesa, buoni carburante e buoni e-commerce, rimborsi bollette, viaggi, benessere e svago. Questo gesto si unisce a nuove politiche retributive e a incentivazioni implementate dal gruppo, come la possibilità di un giorno di smartworking alla settimana nella sede amministrativa. Inoltre, anche ai dipendenti stagionali sarà riconosciuto un premio welfare a fine contratto. “Per noi la soddisfazione e il benessere dei nostri collaboratori sono basilari - conclude Risatti -. Pertanto è altrettanto fondamentale creare un ambiente di lavoro in cui il dipendente si senta valorizzato nelle proprie inclinazioni, con l’obiettivo di garantire l’esperienza professionale migliore, ogni giorno”. [post_title] => Il gruppo Blu Hotels chiude un 2023 record toccando gli 80 mln di fatturato [post_date] => 2024-01-31T11:43:29+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706701409000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460322 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dati ufficiali 2023 per la Slovenia che conquista il primo posto della classifica europea per gli incrementi negli arrivi (6,2 milioni) e nei pernottamenti (16,1 milioni), con un incremento rispettivamente del 5,5% e del 3,5% sui valori dello stesso periodo del 2022. Il secondo dato segna un record nella storia del turismo in Slovenia: mai erano stati così tanti i pernottamenti nel paese, neanche nel 2019. I pernottamenti totali nel 2023 hanno superato, infatti, del 2,2% quelli pre-pandemia. Infine, gli arrivi e i pernottamenti dall’estero, rispettivamente il 75,2 e il 71,6% del totale, si sono rivelati anche per lo scorso anno una risorsa imprescindibile non solo per il comparto turistico sloveno, ma per tutta l’economia del Paese. Il primo mercato è stato, anche per il 2023, la Germania, che ha detenuto un market share pari a circa il 15% del totale degli arrivi e al 16,3% dei pernottamenti esteri. Trainato da un dicembre da record, che ha visto ben 63.162 italiani visitare la Slovenia (pari al 29,25% degli arrivi totali dall’estero) per 125.560 pernottamenti (25,5% del totale dall’estero), l’incoming dall’Italia si è ritagliato una fetta di mercato dell’11% degli arrivi (+17,4% rispetto allo scorso anno), corrispondenti al 9,3% dei pernottamenti totali dall’estero (+17,8%): complessivamente nel 2023 solo la Germania ha fatto meglio dell’Italia. Seguono l’Austria (8,6% degli arrivi) e la Croazia (6,1%). «Si tratta di numeri che non possono che inorgoglirci - afferma soddisfatto Aljoša Ota, direttore dell’Ente sloveno per il turismo in Italia – a riconferma della bontà di un lavoro straordinario che da anni portiamo avanti per promuovere la Slovenia in Italia come destinazione privilegiata». [post_title] => Slovenia: l'ottima annata del 2023 consacra l'Italia secondo mercato a livello globale [post_date] => 2024-01-30T09:37:10+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706607430000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459102 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_459112" align="alignleft" width="300"] Un'immagine della serata di Trani[/caption] Proseguono le serate Azemar, che a fine anno hanno visto protagoniste due località della Puglia in collaborazione con Lux* Resorts & Hotels: giovedì 21 dicembre 2023, l'evento si è tenuto a Trani, nella cornice delle Lampare al Fortino, mentre venerdì 22 è stata la volta del ristorante la Battigia di Bari. Alle due serate hanno partecipato, per Azemar, Maila Lattanzio, in qualità di area sales Puglia e Basilicata, per Lux* la responsabile Italia, Spagna e Portogallo, Denise Cattaneo. [caption id="attachment_459113" align="alignright" width="300"] L'evento di Bari[/caption] Lux* è una collezione di resort e hotel a 5 stelle e 5 stelle lusso nell’oceano Indiano, tra Mauritius, Reunion e Maldive. Lo scorso 1° ottobre la compagnia ha visto l'attesissima riapertura del Lux* Belle Mare, 5 stelle da 174 suite e 12 ville situato sulla selvaggia costa orientale di Mauritius, immerso in lussureggianti giardini tropicali vicino al caratteristico villaggio omonimo. Dopo oltre un anno di lavori di ristrutturazione, il complesso, con la sua architettura progettata dall'architetto mauriziano Jean-Francois Adam, si presenta con un nuovo design, pur mantenendo il suo dna family-oriented. I nuovi interni dalle tonalità rilassanti, dove il minimalismo incontra lo stile tropicale, sono stati in particolare concepiti da Jean-Marc Tang, designer mauriziano di fama internazionale. Della collezione The Lux Collective, fanno parte anche i brand Tamassa e Salt, con i rispettivi Tamassa Bel Ombre e Salt of Palmar, sempre a Mauritius. Tra gli agenti di viaggio che hanno partecipato alla serata di Trani, Valeria della Gattinoni Point, Luigi, Giordano, Gianni e Anna Giulia della a Proposito di Viaggi, Gianluca e Valeria della Ormas Viaggi, Carmela della Cumira Viaggi, Nicola e Sebastiano della Vassallucci Viaggi, Simona e Antonio della My Mondo, Francesca e Antonio della Marviraise, Antonio della Matera Viaggi,  Gianluca della Bv Viaggi, Antonio della Astro Tour, Claudio della C&C, Leonardo della Tuttiviaggi, Loredana della Luci sul Mondo e Maddalena della Maddalena Colamussi. A Bari invece erano presenti sempre Valeria della Gattinoni Point e poi  Vito della Squadro Viaggi,  Simone della Safira Viaggi, Spillo e Roberta della i Viaggi di Spiro, Oronzo e Sabbino della Eurocomex, Manuel e Domenico della Aprile Viaggi, Domenica e Mariella della Vierre Viaggi, nonché Vito della Spazio Sole. [post_title] => Si sono svolte in Puglia le serate natalizie di Azemar in collaborazione con Lux* [post_date] => 2024-01-10T10:23:14+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704882194000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458900 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con una crescita del +6% del numero di passeggeri movimentati il 2023 dell'Aeroporto di Bologna ha definitivamente sancito il superamento dei livelli di traffico pre-Covid. Gli oltre 9,96 milioni di passeggeri (+17,4% sul 2022) rappresentano anche il miglior risultato annuale mai raggiungo dal Marconi. Dopo un inizio anno ancora “tiepido”, con numeri in aumento sul 2022 ma ancora inferiori allo stesso periodo del 2019, dal mese di maggio si è registrata la prima inversione di tendenza, con il dato progressivo dei passeggeri in campo positivo (+0,5%) anche rispetto all’ultimo anno senza Covid. Ma è in estate che si è evidenziato il picco mensile di passeggeri, con circa un milione di passeggeri al mese per giugno, luglio, agosto e settembre ed un incremento sui dati del 2019 che è andato via via crescendo. Nel 2023 i passeggeri su voli domestici sono stati 2.438.699, in crescita del 10,0% sul 2022 e del 24,6% sul 2019, mentre quelli sui voli internazionali sono stati 7.521.506, in aumento del 20,0% sul 2022 e dell’1,1% sul 2019. I movimenti aerei annuali sono stati 73.718, in crescita del 12,5% sul 2022 e dell’1,1% sul 2019, mentre le merci trasportate per via aerea sono state 41.174 tonnellate in calo rispetto al 2022 (-4,1%) ma in aumento sul 2019 (+8,3%). Nella classifica delle destinazioni “più volate” nel 2023 troviamo Catania, Barcellona e Palermo ai primi tre posti (come già per il 2022). Seguono: Tirana, Parigi Charles de Gaulle, Madrid, Londra Heathrow, Istanbul, Francoforte e Brindisi. Si evidenziano, in particolare, la forte crescita della capitale albanese (+48,8% sul 2022) e l’ingresso nella “top ten” della città turca, che ha registrato un incremento di passeggeri da/per Bologna del 38,5% sull’anno precedente. [post_title] => L'Aeroporto di Bologna sfiora i 10 mln di passeggeri nel 2023, è il miglior dato di sempre [post_date] => 2024-01-05T10:25:58+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704450358000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458556 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Numeri tutti in positivo per la Sac, società che gestisce gli aeroporti di Catania e Comiso, per il periodo natalizio e nel bilancio di chiusura dell’anno 2023. Le proiezioni per fine anno indicano una crescita del +6,3% per i viaggiatori che raggiungeranno quota 10.735.700 rispetto ai 10.099.441 del 2022. E per il periodo delle festività natalizie e di fine anno, dal 22 dicembre al 7 gennaio, la stima è quella di 3.320 movimenti (rispetto ai 2.896 del 2022), di cui 2.210 nazionali e 1.110 internazionali, questi ultimi con un incremento del 42,67%.  Sono invece 505.000 i viaggiatori previsti che transiteranno nello scalo catanese, registrando un aumento del +13,8%. Di questi, 333.000 nazionali e 172.000 internazionali (+38% rispetto al 2022). Per lo scalo catanese, tra le destinazioni nazionali preferite si confermano, come nel precedente ponte, Roma Fiumicino, Milano Linate e Milano Malpensa. Malta, Tirana e Bucarest Otopeni, invece, sono le mete estere più scelte dai passeggeri con volato su Malta incrementato di circa il 30%, mentre per le altre 2 realtà, più che raddoppiato. Anche l’aeroporto di Comiso chiude l’anno con il segno positivo. Nonostante il numero dei passeggeri abbia subito una flessione rispetto al 2022 (-16,8%) ed è previsto in calo anche a dicembre, il 2023 è stato un anno in crescita in termini di spostamenti che, infatti, hanno registrato un + 4,19% con 3459 movimenti rispetto ai 3320 del 2022.  Solo nel mese di dicembre, inoltre, sono previsti 179 movimenti contro i 157 effettivi dello scorso anno, segnando un +14%. Per il periodo delle feste di Natale, si stima che saranno 94 i movimenti contro gli 82 del 2022 con un incremento del 14,63%. Di questi, 80 sono nazionali (+15,94%) e 14 internazionali (+7,69%). Il numero dei passeggeri previsti per il ponte è di 10740 contro i 11797 effettivi dello scorso anno (-8,96%), di cui 9480 di tipo nazionale (-11,47%) e 1260 internazionali (+15,7%). Secondo il nuovo rapporto dell’Aci - Airports Council International Europe, l’aeroporto di Catania si piazza al quarto posto in Europa per crescita del traffico passeggeri, rispetto al periodo pre-pandemico. Secondo i dati, lo scalo siciliano ha registrato un incremento del +17% rispetto all'ottobre 2019, tra gli aeroporti europei con un volume tra 10 e 25 milioni di passeggeri annui. «Dopo una fase complessa per il settore aeroportuale, dovuta all’impatto della pandemia sulla mobilità e sul turismo, questo risultato conferma la traiettoria di crescita del nostro aeroporto ed è frutto di una collaborazione positiva tra il nostro team, i partner del comparto e le autorità locali e nazionali - ha dichiarato Nico Torrisi, ad di Sac -. La Sicilia è più che una destinazione: è un luogo riconosciuto in tutto il mondo per la sua bellezza, cultura e autenticità. Il notevole incremento delle attività aeroportuali dimostra l’interesse dei viaggiatori e la fiducia riposta nella qualità e nella sicurezza dei servizi offerti ai passeggeri. Guardiamo al futuro con determinazione e continueremo a impegnarci per elevare gli standard e consolidare la nostra posizione come hub di riferimento».   [post_title] => Aeroporto di Catania sugli scudi: previsti 505.000 viaggiatori per le festività [post_date] => 2023-12-22T09:15:45+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1703236545000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458386 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La brasiliana Azul ha siglato un ordine fermo per quattro ulteriori A330-900 destinati all'ampliamento del network internazionale, sulla base di un contratto di acquisto firmato a giugno 2023. L'A330neo è dotato della cabina Airspace, che offre ai passeggeri grande comfort, atmosfera e design: garantisce maggiore spazio individuale, cappelliere più grandi, un nuovo sistema di illuminazione e l'accesso ai più recenti sistemi di intrattenimento e connettività in volo. Azul Linhas Aereas ha avviato le operazioni nel 2008 e da allora è cresciuta fino a diventare una delle maggiori compagnie aeree in Brasile, servendo oltre 160 destinazioni in Brasile, Stati Uniti, Europa e Sud America. Il vettore ha ricevuto il primo A330neo delle Americhe nel 2019 e opera attualmente 12 aeromobili della Famiglia A330. L'A330neo è il più recente aeromobile widebody di Airbus. Alimentato da motori Rolls-Royce Trent 7000 di ultima generazione: l'A330-900 è in grado di volare per 7.200 mn / 13.300 km senza scalo. A fine novembre 2023 la Famiglia A330 aveva totalizzato oltre 1.800 ordini fermi da parte di più di 130 clienti in tutto il mondo. Airbus ha venduto oltre 1.150 aeromobili in America Latina e nei Caraibi: oltre 750 sono in funzione in tutta la regione, circa 500 sono in portafoglio ordini, e rappresentano una quota di mercato del 58% degli aeromobili passeggeri in servizio. Dal 1994 Airbus si è assicurata il 75% degli ordini netti nella regione. [post_title] => Azul vuole crescere sul lungo raggio: ordine fermo per altri 4 Airbus A330-900 [post_date] => 2023-12-20T09:15:07+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1703063707000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 457932 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La nona edizione del workshop France Méditerranée si è tenuta a Tolone ed è stata l’occasione per scoprire la regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra: un territorio collinare e rigoglioso affacciato sul Mediterraneo dove si incontrano cittadine piene di charme, piccoli centri medievali, lagune e lunghe spiagge adatte alle attività sportive. Un luogo di grande bellezza, dove il clima è temperato tutto l’anno, con 300 giorni di sole che attirano ogni anno 4 milioni di visitatori. Una terra che testimonia lo scorrere della storia: popolata dai greci e poi dai romani sin dalla fine del II secolo a.C., entrò a far parte del Regno di Francia nel 1481. Nel 1793 Napoleone Bonaparte combatté la sua prima battaglia proprio nella grande baia di Tolone. Oggi la baia ospita la vasta cittadella della marina militare francese, dove lavorano 10mila persone ed è il porto di collegamento con la Corsica. Il ruolo marittimo è una delle cifre della città insieme con la grande passione degli abitanti per il rugby: uno sport fatto di lealtà, rispetto e coraggio, che ha il suo luogo deputato nel grande stadio costruito grazie al lascito del cantante locale Felix Mayol e a lui dedicato. Negli ultimi 15 anni Tolone ha vissuto un’importante opera di rigenerazione urbana e oggi è una città sicura, ricca di arte e cultura, con uno dei Teatri dell’opera più antichi della Francia, sorto nel 1860. La metropoli è un luogo dinamico, ideale per lo shopping - in particolare in questo tempo natalizio - e libero dal traffico, che scorre in percorsi sotterranei. I viali in stile haussmann e gli eleganti edifici possono essere ammirati dalla funivia che sale sul Monte Faron, luogo ideale per il trekking, l’hiking e le escursioni in famiglia. Tolone un’affascinante strada costiera collega 12 comuni della regione, ciascuno con proprie caratteristiche, dove vengono celebrati diversi festival e allestiti colorati mercatini nel periodo natalizio. Grande il fascino di Hyères, già fortificata nel XIV secolo, dove nel 1600 Luigi XIV fece piantare decine di alberi di limoni e arance e che nell’800 divenne famosa per le cure termali. A Hyères i monumenti medievali che richiamano la storia dei cavalieri templari, incontrano edifici della Belle Epoque. Poi lo sguardo si rivolge al mare, dove le prime strisce di sabbia accolgono centinaia di fenicotteri da novembre alla primavera e sono predilette anche dagli amanti del kyte-surf. Sullo sfondo si staglia il profilo delle isole di Hyères o Isole d’Oro, un paradiso naturale che ha la sua leggenda, naturalmente triste, che narra di quattro principesse abili nuotatrici che gli dei salvarono dai pirati trasformandole nelle tre isole che compongono l’arcipelago, Porquerolles, Port-Cros e Levant, insieme con la penisola di Gies. In queste settimane ogni città della regione allestisce il proprio presepe e offre agli ospiti accoglienza e prodotti a km.0: i noti saponi, l’olio d’oliva, il sale, i piatti tipici e anche “la cade”, la saporita versione locale della farinata di ceci. [gallery ids="457934,457942,457937"] [post_title] => Alla scoperta della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra [post_date] => 2023-12-13T10:31:41+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1702463501000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1794" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":66,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462236","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Centro e Sud Italia si riconfermano aree di \"importanza strategica\" per la Slovenia, che anche quest'anno torna alla Bmt di Napoli: ben quattro i co-espositori che accompagneranno l’Ente Sloveno per il Turismo, rispetto ai due dello scorso anno.\r\n\r\n«In un’ottica di ulteriore crescita dei flussi turistici dall’Italia verso la Slovenia – conferma Aljosa Ota, direttore dell’Ente in Italia – è per noi fondamentale portare la nostra attenzione e i nostri prodotti ad un mercato che ha grosse potenzialità, che non può che crescere e che da sempre ha dimostrato grande interesse nei confronti del nostro territorio».\r\n\r\nPartecipazione a fiere, attività di co-marketing, workshop e roadshow, eventi dedicati, una carrellata di azioni che già nello scorso anno ha dato i suoi frutti quando, trainato da un dicembre 2023 da record, che ha visto ben 63.162 italiani visitare la Slovenia (pari al 29,25% degli arrivi totali dall’estero) per 125.560 pernottamenti (25,5% del totale dall’estero), l’incoming dall’Italia si è ritagliato una fetta di mercato dell’11% degli arrivi (+17,4% rispetto al 2022), corrispondenti al 9,3% dei pernottamenti totali dall’estero (+17,8%): in sostanza nel 2023 solo la Germania ha fatto meglio dell’Italia.\r\n\r\n«Parliamo di dati importanti che si inseriscono nel contesto di un anno che è stato da record per la Slovenia che è andata a posizionarsi in cima alle classifiche europee per gli incrementi negli arrivi (6,2 milioni) e nei pernottamenti (16,1 milioni), con una crescita rispettivamente del 5,5% e del 3,5% sui valori dello stesso periodo del 2022. Superarci è, quindi, una missione molto ambiziosa che può trovare il suo sbocco andando a presidiare quei territori che hanno grosse potenzialità come quelli del centro e sud Italia».\r\n\r\nI co-espositori sono due catene alberghiere, Hit Alpinea Hotels & Apartments Kranjska Gora e Sava Hotels&Resorts; un dmc locale, Palma TO e una destinazione, Love Istria.\r\n\r\nAlla luce anche dell’importante novità, già annunciata ad inizio anno, e cioè l’introduzione del Frecciarossa Milano-Lubiana per il quale è stato recentemente siglato l’accordo preliminare tra Trenitalia e SPassenger Transport, società ferroviaria slovena, per l’avvio del collegamento diretto tra il capoluogo lombardo e la capitale slovena. Il nuovo collegamento ferroviario va ad aggiungersi all’annuncio di Ryanair di posizionarsi nello scalo di Trieste (ad un’ora e mezza d’auto da Lubiana) a partire dal prossimo aprile, in un quadro d’insieme che vede Italia e Slovenia sempre più vicine, sempre più accessibili anche per gli utenti del centro e sud Italia","post_title":"La Slovenia scommette sui flussi da Centro-Sud Italia, «area di importanza strategica»","post_date":"2024-02-26T11:46:36+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708947996000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461967","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Miami sarà teatro di sette partite della Coppa del Mondo Fifa 26, in programma dal 15 giugno al 18 luglio 2026, tra cui uno dei quarti di finale e la partita per il terzo posto. \r\n\r\nFifa World Cup 26 segna il ritorno del torneo negli Stati Uniti dall’edizione del 1994. Sarà la più grande Coppa del Mondo mai organizzata in Canada, Messico e Stati Uniti, con un record di 48 squadre e 104 partite in tutto il Nord America. Sette di queste partite si giocheranno all'Hard Rock Stadium di Miami Gardens, che ha ospitato alcune delle partite di calcio di più alto profilo della storia recente.\r\n\r\n«I residenti di Miami Gardens sanno già cosa significa essere riconosciuti come una comunità che ha un pedigree da campionato e indossare il titolo di mecca dello sport tutto l'anno - ha dichiarato il sindaco di Miami Gardens Rodney Harris -. Possiamo unire una comunità attraverso lo sport e trovare modi per offrire opportunità economiche ai nostri cittadini grazie all'Hard Rock Stadium, che con orgoglio chiama Miami Gardens casa».\r\n\r\n«Abbiamo un'opportunità unica per mostrare la diversità della contea di Miami-Dade e dello stato della Florida e siamo entusiasti di metterci al lavoro» ha aggiunto Rodney Barreto, co-presidente del Comitato ospitante della Coppa del Mondo.","post_title":"Miami si prepara ad ospitare sette partite della Coppa del Mondo Fifa 2026","post_date":"2024-02-21T10:26:28+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708511188000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460477","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si è chiuso con risultati record il 2023 del gruppo Blu Hotels, che ha visto il proprio fatturato crescere di 10 milioni rispetto all'anno precedente, toccando quota 80 milioni di euro. Bene pure i margini operativi lordi (ebitda) della compagnia, che hanno raggiunto gli 11 milioni. Prestazioni, queste, frutto di ricavi medi per camera disponibile (total revpar) pari a 136,8 euro, corrispondenti a una tariffa media di 194 euro e a un'occupazione del 70,7% (contro il 66,8% dell'esercizio 2022).\r\n\r\nA far da traino si conferma il mare, con il Salento destinazione più apprezzata. Positivi pure i risultati di Sardegna e Toscana, così come del lago di Garda e della montagna. Quest'ultima, in particolare, grazie alla sua ritrovata capacità di offrire una doppia stagionalità, assume un'importanza strategica per il gruppo. Una valenza confermata dalle previsioni per l'inverno 2023/2024, che indicano già un +20% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.\r\n\r\n“I risultati testimoniano la validità del nostro modello di business, con un portfolio diversificato, sia per destinazioni sia per tipologia di offerta - sottolinea il presidente di Blu Hotels, Nicola Risatti -. A differenza di quanto emerso a livello nazionale, abbiamo avuto molti italiani sia nelle destinazioni mare sia in montagna. Sicuramente anche il grande lavoro di fidelizzazione della clientela svolto in questi 30 anni ha fatto molto”.\r\n\r\nA conferma del successo di questo anno, in occasione del Natale, Blu Hotels ha voluto riconoscere ai propri dipendenti un premio welfare di mille euro, spendibile in buoni spesa, buoni carburante e buoni e-commerce, rimborsi bollette, viaggi, benessere e svago. Questo gesto si unisce a nuove politiche retributive e a incentivazioni implementate dal gruppo, come la possibilità di un giorno di smartworking alla settimana nella sede amministrativa. Inoltre, anche ai dipendenti stagionali sarà riconosciuto un premio welfare a fine contratto. “Per noi la soddisfazione e il benessere dei nostri collaboratori sono basilari - conclude Risatti -. Pertanto è altrettanto fondamentale creare un ambiente di lavoro in cui il dipendente si senta valorizzato nelle proprie inclinazioni, con l’obiettivo di garantire l’esperienza professionale migliore, ogni giorno”.","post_title":"Il gruppo Blu Hotels chiude un 2023 record toccando gli 80 mln di fatturato","post_date":"2024-01-31T11:43:29+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1706701409000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460322","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dati ufficiali 2023 per la Slovenia che conquista il primo posto della classifica europea per gli incrementi negli arrivi (6,2 milioni) e nei pernottamenti (16,1 milioni), con un incremento rispettivamente del 5,5% e del 3,5% sui valori dello stesso periodo del 2022.\r\n\r\nIl secondo dato segna un record nella storia del turismo in Slovenia: mai erano stati così tanti i pernottamenti nel paese, neanche nel 2019. I pernottamenti totali nel 2023 hanno superato, infatti, del 2,2% quelli pre-pandemia.\r\n\r\nInfine, gli arrivi e i pernottamenti dall’estero, rispettivamente il 75,2 e il 71,6% del totale, si sono rivelati anche per lo scorso anno una risorsa imprescindibile non solo per il comparto turistico sloveno, ma per tutta l’economia del Paese. Il primo mercato è stato, anche per il 2023, la Germania, che ha detenuto un market share pari a circa il 15% del totale degli arrivi e al 16,3% dei pernottamenti esteri.\r\n\r\nTrainato da un dicembre da record, che ha visto ben 63.162 italiani visitare la Slovenia (pari al 29,25% degli arrivi totali dall’estero) per 125.560 pernottamenti (25,5% del totale dall’estero), l’incoming dall’Italia si è ritagliato una fetta di mercato dell’11% degli arrivi (+17,4% rispetto allo scorso anno), corrispondenti al 9,3% dei pernottamenti totali dall’estero (+17,8%): complessivamente nel 2023 solo la Germania ha fatto meglio dell’Italia. Seguono l’Austria (8,6% degli arrivi) e la Croazia (6,1%).\r\n\r\n«Si tratta di numeri che non possono che inorgoglirci - afferma soddisfatto Aljoša Ota, direttore dell’Ente sloveno per il turismo in Italia – a riconferma della bontà di un lavoro straordinario che da anni portiamo avanti per promuovere la Slovenia in Italia come destinazione privilegiata».","post_title":"Slovenia: l'ottima annata del 2023 consacra l'Italia secondo mercato a livello globale","post_date":"2024-01-30T09:37:10+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1706607430000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459102","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_459112\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Un'immagine della serata di Trani[/caption]\r\n\r\nProseguono le serate Azemar, che a fine anno hanno visto protagoniste due località della Puglia in collaborazione con Lux* Resorts & Hotels: giovedì 21 dicembre 2023, l'evento si è tenuto a Trani, nella cornice delle Lampare al Fortino, mentre venerdì 22 è stata la volta del ristorante la Battigia di Bari. Alle due serate hanno partecipato, per Azemar, Maila Lattanzio, in qualità di area sales Puglia e Basilicata, per Lux* la responsabile Italia, Spagna e Portogallo, Denise Cattaneo.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_459113\" align=\"alignright\" width=\"300\"] L'evento di Bari[/caption]\r\n\r\nLux* è una collezione di resort e hotel a 5 stelle e 5 stelle lusso nell’oceano Indiano, tra Mauritius, Reunion e Maldive. Lo scorso 1° ottobre la compagnia ha visto l'attesissima riapertura del Lux* Belle Mare, 5 stelle da 174 suite e 12 ville situato sulla selvaggia costa orientale di Mauritius, immerso in lussureggianti giardini tropicali vicino al caratteristico villaggio omonimo. Dopo oltre un anno di lavori di ristrutturazione, il complesso, con la sua architettura progettata dall'architetto mauriziano Jean-Francois Adam, si presenta con un nuovo design, pur mantenendo il suo dna family-oriented. I nuovi interni dalle tonalità rilassanti, dove il minimalismo incontra lo stile tropicale, sono stati in particolare concepiti da Jean-Marc Tang, designer mauriziano di fama internazionale. Della collezione The Lux Collective, fanno parte anche i brand Tamassa e Salt, con i rispettivi Tamassa Bel Ombre e Salt of Palmar, sempre a Mauritius.\r\n\r\nTra gli agenti di viaggio che hanno partecipato alla serata di Trani, Valeria della Gattinoni Point, Luigi, Giordano, Gianni e Anna Giulia della a Proposito di Viaggi, Gianluca e Valeria della Ormas Viaggi, Carmela della Cumira Viaggi, Nicola e Sebastiano della Vassallucci Viaggi, Simona e Antonio della My Mondo, Francesca e Antonio della Marviraise, Antonio della Matera Viaggi,  Gianluca della Bv Viaggi, Antonio della Astro Tour, Claudio della C&C, Leonardo della Tuttiviaggi, Loredana della Luci sul Mondo e Maddalena della Maddalena Colamussi.\r\n\r\nA Bari invece erano presenti sempre Valeria della Gattinoni Point e poi  Vito della Squadro Viaggi,  Simone della Safira Viaggi, Spillo e Roberta della i Viaggi di Spiro, Oronzo e Sabbino della Eurocomex, Manuel e Domenico della Aprile Viaggi, Domenica e Mariella della Vierre Viaggi, nonché Vito della Spazio Sole.","post_title":"Si sono svolte in Puglia le serate natalizie di Azemar in collaborazione con Lux*","post_date":"2024-01-10T10:23:14+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1704882194000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458900","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con una crescita del +6% del numero di passeggeri movimentati il 2023 dell'Aeroporto di Bologna ha definitivamente sancito il superamento dei livelli di traffico pre-Covid. Gli oltre 9,96 milioni di passeggeri (+17,4% sul 2022) rappresentano anche il miglior risultato annuale mai raggiungo dal Marconi.\r\nDopo un inizio anno ancora “tiepido”, con numeri in aumento sul 2022 ma ancora inferiori allo stesso periodo del 2019, dal mese di maggio si è registrata la prima inversione di tendenza, con il dato progressivo dei passeggeri in campo positivo (+0,5%) anche rispetto all’ultimo anno senza Covid. Ma è in estate che si è evidenziato il picco mensile di passeggeri, con circa un milione di passeggeri al mese per giugno, luglio, agosto e settembre ed un incremento sui dati del 2019 che è andato via via crescendo.\r\nNel 2023 i passeggeri su voli domestici sono stati 2.438.699, in crescita del 10,0% sul 2022 e del 24,6% sul 2019, mentre quelli sui voli internazionali sono stati 7.521.506, in aumento del 20,0% sul 2022 e dell’1,1% sul 2019.\r\nI movimenti aerei annuali sono stati 73.718, in crescita del 12,5% sul 2022 e dell’1,1% sul 2019, mentre le merci trasportate per via aerea sono state 41.174 tonnellate in calo rispetto al 2022 (-4,1%) ma in aumento sul 2019 (+8,3%).\r\nNella classifica delle destinazioni “più volate” nel 2023 troviamo Catania, Barcellona e Palermo ai primi tre posti (come già per il 2022). Seguono: Tirana, Parigi Charles de Gaulle, Madrid, Londra Heathrow, Istanbul, Francoforte e Brindisi. Si evidenziano, in particolare, la forte crescita della capitale albanese (+48,8% sul 2022) e l’ingresso nella “top ten” della città turca, che ha registrato un incremento di passeggeri da/per Bologna del 38,5% sull’anno precedente.","post_title":"L'Aeroporto di Bologna sfiora i 10 mln di passeggeri nel 2023, è il miglior dato di sempre","post_date":"2024-01-05T10:25:58+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1704450358000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458556","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Numeri tutti in positivo per la Sac, società che gestisce gli aeroporti di Catania e Comiso, per il periodo natalizio e nel bilancio di chiusura dell’anno 2023. Le proiezioni per fine anno indicano una crescita del +6,3% per i viaggiatori che raggiungeranno quota 10.735.700 rispetto ai 10.099.441 del 2022.\r\n\r\nE per il periodo delle festività natalizie e di fine anno, dal 22 dicembre al 7 gennaio, la stima è quella di 3.320 movimenti (rispetto ai 2.896 del 2022), di cui 2.210 nazionali e 1.110 internazionali, questi ultimi con un incremento del 42,67%.  Sono invece 505.000 i viaggiatori previsti che transiteranno nello scalo catanese, registrando un aumento del +13,8%. Di questi, 333.000 nazionali e 172.000 internazionali (+38% rispetto al 2022).\r\n\r\nPer lo scalo catanese, tra le destinazioni nazionali preferite si confermano, come nel precedente ponte, Roma Fiumicino, Milano Linate e Milano Malpensa. Malta, Tirana e Bucarest Otopeni, invece, sono le mete estere più scelte dai passeggeri con volato su Malta incrementato di circa il 30%, mentre per le altre 2 realtà, più che raddoppiato.\r\n\r\nAnche l’aeroporto di Comiso chiude l’anno con il segno positivo. Nonostante il numero dei passeggeri abbia subito una flessione rispetto al 2022 (-16,8%) ed è previsto in calo anche a dicembre, il 2023 è stato un anno in crescita in termini di spostamenti che, infatti, hanno registrato un + 4,19% con 3459 movimenti rispetto ai 3320 del 2022.  Solo nel mese di dicembre, inoltre, sono previsti 179 movimenti contro i 157 effettivi dello scorso anno, segnando un +14%.\r\n\r\nPer il periodo delle feste di Natale, si stima che saranno 94 i movimenti contro gli 82 del 2022 con un incremento del 14,63%. Di questi, 80 sono nazionali (+15,94%) e 14 internazionali (+7,69%). Il numero dei passeggeri previsti per il ponte è di 10740 contro i 11797 effettivi dello scorso anno (-8,96%), di cui 9480 di tipo nazionale (-11,47%) e 1260 internazionali (+15,7%).\r\n\r\nSecondo il nuovo rapporto dell’Aci - Airports Council International Europe, l’aeroporto di Catania si piazza al quarto posto in Europa per crescita del traffico passeggeri, rispetto al periodo pre-pandemico. Secondo i dati, lo scalo siciliano ha registrato un incremento del +17% rispetto all'ottobre 2019, tra gli aeroporti europei con un volume tra 10 e 25 milioni di passeggeri annui.\r\n«Dopo una fase complessa per il settore aeroportuale, dovuta all’impatto della pandemia sulla mobilità e sul turismo, questo risultato conferma la traiettoria di crescita del nostro aeroporto ed è frutto di una collaborazione positiva tra il nostro team, i partner del comparto e le autorità locali e nazionali - ha dichiarato Nico Torrisi, ad di Sac -. La Sicilia è più che una destinazione: è un luogo riconosciuto in tutto il mondo per la sua bellezza, cultura e autenticità. Il notevole incremento delle attività aeroportuali dimostra l’interesse dei viaggiatori e la fiducia riposta nella qualità e nella sicurezza dei servizi offerti ai passeggeri. Guardiamo al futuro con determinazione e continueremo a impegnarci per elevare gli standard e consolidare la nostra posizione come hub di riferimento».\r\n ","post_title":"Aeroporto di Catania sugli scudi: previsti 505.000 viaggiatori per le festività","post_date":"2023-12-22T09:15:45+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1703236545000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458386","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La brasiliana Azul ha siglato un ordine fermo per quattro ulteriori A330-900 destinati all'ampliamento del network internazionale, sulla base di un contratto di acquisto firmato a giugno 2023.\r\n\r\nL'A330neo è dotato della cabina Airspace, che offre ai passeggeri grande comfort, atmosfera e design: garantisce maggiore spazio individuale, cappelliere più grandi, un nuovo sistema di illuminazione e l'accesso ai più recenti sistemi di intrattenimento e connettività in volo.\r\n\r\nAzul Linhas Aereas ha avviato le operazioni nel 2008 e da allora è cresciuta fino a diventare una delle maggiori compagnie aeree in Brasile, servendo oltre 160 destinazioni in Brasile, Stati Uniti, Europa e Sud America. Il vettore ha ricevuto il primo A330neo delle Americhe nel 2019 e opera attualmente 12 aeromobili della Famiglia A330.\r\n\r\nL'A330neo è il più recente aeromobile widebody di Airbus. Alimentato da motori Rolls-Royce Trent 7000 di ultima generazione: l'A330-900 è in grado di volare per 7.200 mn / 13.300 km senza scalo. A fine novembre 2023 la Famiglia A330 aveva totalizzato oltre 1.800 ordini fermi da parte di più di 130 clienti in tutto il mondo. Airbus ha venduto oltre 1.150 aeromobili in America Latina e nei Caraibi: oltre 750 sono in funzione in tutta la regione, circa 500 sono in portafoglio ordini, e rappresentano una quota di mercato del 58% degli aeromobili passeggeri in servizio. Dal 1994 Airbus si è assicurata il 75% degli ordini netti nella regione.","post_title":"Azul vuole crescere sul lungo raggio: ordine fermo per altri 4 Airbus A330-900","post_date":"2023-12-20T09:15:07+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1703063707000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"457932","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\nLa nona edizione del workshop France Méditerranée si è tenuta a Tolone ed è stata l’occasione per scoprire la regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra: un territorio collinare e rigoglioso affacciato sul Mediterraneo dove si incontrano cittadine piene di charme, piccoli centri medievali, lagune e lunghe spiagge adatte alle attività sportive. Un luogo di grande bellezza, dove il clima è temperato tutto l’anno, con 300 giorni di sole che attirano ogni anno 4 milioni di visitatori. Una terra che testimonia lo scorrere della storia: popolata dai greci e poi dai romani sin dalla fine del II secolo a.C., entrò a far parte del Regno di Francia nel 1481. Nel 1793 Napoleone Bonaparte combatté la sua prima battaglia proprio nella grande baia di Tolone.\r\n\r\nOggi la baia ospita la vasta cittadella della marina militare francese, dove lavorano 10mila persone ed è il porto di collegamento con la Corsica. Il ruolo marittimo è una delle cifre della città insieme con la grande passione degli abitanti per il rugby: uno sport fatto di lealtà, rispetto e coraggio, che ha il suo luogo deputato nel grande stadio costruito grazie al lascito del cantante locale Felix Mayol e a lui dedicato. Negli ultimi 15 anni Tolone ha vissuto un’importante opera di rigenerazione urbana e oggi è una città sicura, ricca di arte e cultura, con uno dei Teatri dell’opera più antichi della Francia, sorto nel 1860. La metropoli è un luogo dinamico, ideale per lo shopping - in particolare in questo tempo natalizio - e libero dal traffico, che scorre in percorsi sotterranei. I viali in stile haussmann e gli eleganti edifici possono essere ammirati dalla funivia che sale sul Monte Faron, luogo ideale per il trekking, l’hiking e le escursioni in famiglia. Tolone un’affascinante strada costiera collega 12 comuni della regione, ciascuno con proprie caratteristiche, dove vengono celebrati diversi festival e allestiti colorati mercatini nel periodo natalizio. Grande il fascino di Hyères, già fortificata nel XIV secolo, dove nel 1600 Luigi XIV fece piantare decine di alberi di limoni e arance e che nell’800 divenne famosa per le cure termali.\r\n\r\nA Hyères i monumenti medievali che richiamano la storia dei cavalieri templari, incontrano edifici della Belle Epoque. Poi lo sguardo si rivolge al mare, dove le prime strisce di sabbia accolgono centinaia di fenicotteri da novembre alla primavera e sono predilette anche dagli amanti del kyte-surf. Sullo sfondo si staglia il profilo delle isole di Hyères o Isole d’Oro, un paradiso naturale che ha la sua leggenda, naturalmente triste, che narra di quattro principesse abili nuotatrici che gli dei salvarono dai pirati trasformandole nelle tre isole che compongono l’arcipelago, Porquerolles, Port-Cros e Levant, insieme con la penisola di Gies. In queste settimane ogni città della regione allestisce il proprio presepe e offre agli ospiti accoglienza e prodotti a km.0: i noti saponi, l’olio d’oliva, il sale, i piatti tipici e anche “la cade”, la saporita versione locale della farinata di ceci.\r\n\r\n[gallery ids=\"457934,457942,457937\"]","post_title":"Alla scoperta della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra","post_date":"2023-12-13T10:31:41+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1702463501000]}]}}

Lascia un commento