1 March 2024

1000

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

PROMOTER, ZONA ROMA E LAZIO, PLURIENNALE ESPERIENZA RELATIVAMENTE ALLA PROMOZIONE VENDITE RETE AGENZIE DI VIAGGI, OTTIMA CONOSCENZA ADV DEL TERRITORIO, SI PROPONE PER EVENTUALE COLLABORAZIONE CON TOUR OPERATOR – TELEFONARE A MARCO: 328 7963874.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462329 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air Dolomiti avanza sicura verso un 2024 nel segno della crescita, dopo un 2023 che ha visto per la prima volta la compagnia italiana del Gruppo Lufthansa raggiungere i 3 milioni di passeggeri trasportati. Cresce innanzitutto la flotta che ora conta 21 aeromobili: 17 Embraer 195 da 122 posti e 4 Embraer 190 da 108 posti. Un programma di ampliamento che prevede nuovi inserimenti durante tutto l’anno, nei mesi di aprile, maggio e luglio per raggiungere a novembre la quota di 25 macchine. E aumentano di pari passo le nuove assunzioni: attualmente i dipendenti sono 1.000, tra personale di terra e personale navigante. Le campagne di recruiting per le operazioni in volo, per gli uffici della sede di Verona e per le basi di Venezia e Firenze, operative dalla scorsa estate, sono ancora in corso e continueranno ad accompagnare il percorso di sviluppo di Air Dolomiti. Prosegue in parallelo anche lo sviluppo qualitativo della compagnia che, pur mantenendo il proprio ruolo di vettore feeder del traffico italiano sugli hub tedeschi di Monaco di Baviera e Francoforte, negli ultimi anni ha ricevuto fiducia dal Gruppo Lufthansa anche su diverse tratte europee. Numerose sono le tratte europee operate da Air Dolomiti dagli hub tedeschi come i voli su London City e Ginevra dall’aeroporto di Francoforte inaugurati nei giorni scorsi. «Abbiamo chiuso il 2023 registrando 3 milioni di passeggeri: un record assoluto per la nostra compagnia, commenta il ceo, Steffen Harbarth -. Stiamo aumentando la flotta, assumendo nuovi colleghi e ci sentiamo pronti ad accogliere con entusiasmo il nostro nuovo ruolo e le sfide che seguiranno proseguendo lo sviluppo sulle tratte europee. La mission è crescere e posizionarci in modo sicuro sul mercato senza dimenticare i nostri valori, ma cogliendo al contempo tutte le innovazioni che la crescita presenta; un settore complesso e affascinante come quello del trasporto aereo richiede solide basi ma anche prontezza e fantasia per reagire rapidamente ai cambiamenti. Questo è stato sempre il punto di forza di Air Dolomiti: coerenza di percorso e progettualità con l’obiettivo di essere sempre più affidabili e attrattivi, tanto per i nostri passeggeri quanto per chi viene selezionato per lavorare con noi». [post_title] => L'allungo di Air Dolomiti: 3 milioni di passeggeri trasportati, mentre la flotta salirà a 25 velivoli [post_date] => 2024-02-27T14:01:30+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709042490000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461516 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Basilicata è sempre più una regione che dà spazio a luoghi unici, insoliti, lontani dalle rotte del turismo di massa e attento a riscoprire luoghi di autentica bellezza, cultura e tradizione.  Molteplici sono le possibilità di dare un senso “terapeutico” alle tanto desiderate vacanze dedicandosi ad attività rigeneranti immergendosi nella natura, riscoprendo il fascino delle tradizioni, gustando i piatti tipici e praticando sport e attività all’aria aperta. Il progetto Turismo delle Passioni ha individuato come mete di turismo lucano alcuni ambiti   meno conosciuti, ma decisamente non scontati e da scoprire.  Erbe spontanee e fiori: la Lucania con la sua incredibile biodiversità, tutelata e protetta da due parchi nazionali, tre parchi regionali e riserve naturali, è davvero il luogo ideale per trascorrere momenti unici di condivisione. La Basilicata è la terra ideale per ammirare chiaramente le stelle di notte nelle campagne, in montagna, o nei dintorni dei piccoli borghi arroccati; l’inquinamento luminoso è infatti molto basso con cieli bui che consentono di sentirsi in collegamento diretto con l’universo  in diverse modalità: Osservatorio astronomico di Anzi (PZ), tra i più accreditati in Italia per la divulgazione scientifica e astronomica è possibile ammirare circa 4500 stelle del cielo boreale e australe; SPARKme Space Academy – Museo della Scienza e dello Spazio a Matera, sito di divulgazione scientifica che propone all’utenza visite immersive nel mondo della scienza e dello spazio; Osservatorio per detriti spaziali di Castelgrande (PZ) a 1258 metri di quota, con 2 cupole con altrettanti telescopi di 20 e 40 cm.  Fiabe e Magia: alla scoperta di nuove idee di viaggio in una regione misteriosa e ancestrale, che conserva la sua bellezza antropologica lontana dagli sguardi indiscreti del turismo di massa. Il viaggio parte da Rapone (PZ) il Paese delle Fiabe e da un libro “Lo Cunto de Li Cunti” scritto nel 1600 dal napoletano Giambattista Basile che, ispirato dal territorio lucano, raccoglie e traduce numerosi racconti popolari. Si prosegue poi verso Albano di Lucania (PZ), il “Paese della Magia” già al centro degli studi durante le spedizioni in Lucania di Ernesto De Martino negli anni ’50, con un percorso–rituale “La Rocca del Cappello”, passando per Colobraro, con la coinvolgente iniziativa “Sogno di una notte a quel paese”, per giungere ad Agromonte, il paese degli indovinelli, tra le vette del Parco Nazionale del Pollino, dichiarato nel 2015 patrimonio naturale dell’Unesco. Non dimentichiamo, comunque, le altre meravigliose attrattive della Basilicata da vivere e gustare en plain air grazie ai parchi nazionali e alle aree protette, dove il verde dei boschi domina ampie valli e fiumi sinuosi. Qui puoi rigenerarti in completa simbiosi con la natura, scegliendo tra le tantissime attività dedicate a escursionisti e appassionati della montagna da scegliere tra Nordic Walking, River Walking, Ciaspolate sulla neve, torrentismo tra le cascate di Savoia, diverse offerte di Trekking guidato nel parco nazionale dell’Appennino Lucano, passeggiate botaniche nell’area del Vulture e molto altro ancora.  Anche il mare gioca un ruolo fondamentale nella proposta turistica lucana, sia sulla costa di Maratea che quella Ionica, in un coast to coast imperdibile e sorprendente: l’offerta prevede veleggiate sulla rotta dei delfini, escursioni in gozzo a Maratea, percorsi in barca tra le due coste, veleggiate in catamarano a partire da Policoro o marina di Pisticci, servizi sportivi come canoa e kayak e proposte di pesca sportiva. Il fascino unico della Basilicata è da scoprire nei piccoli borghi e nelle città d’arte, alla ricerca di tesori nascosti. Qui, dove la storia ha lasciato nei secoli segni e vestigia di popoli provenienti da ogni dove, puoi regalarti momenti unici in perfetta armonia tra arte e cultura. Partendo da Matera con i suoi Sassi e il parco della Murgia materana, ecco alcuni esempi da scoprire come  Montescaglioso, uno dei borghi più belli della Basilicata con il suo monumento più rappresentativo: l’Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo; Tricarico, città d’arte e città arabo normanna; Pietrapertosa, il paese più alto della Regione e uno dei borghi più belli d’Italia immerso nel Parco Regionale di Gallipoli Cognato; Castelmezzano, per la sua rara bellezza offerta dallo scenario delle Dolomiti Lucane che gli fanno da sfondo. E non dimentichiamo infine il turismo esperienziale per conciliare, negli appositi laboratori, tempo libero e apprendimento grazie a esperienze multisensoriali che portano alla scoperta di luoghi inediti, antiche tradizioni e gustosi piatti tipici.     ­ [post_title] => Basilicata, nuove idee di viaggio alla scoperta di luoghi insoliti e unici [post_date] => 2024-02-15T09:41:09+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707990069000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461403 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Yichun City e la sua provincia, per la prima volta in Italia, dalla vetrina della Bit 2024 strizzano l’occhio al mercato Italia, pronti ad affascinare i viaggiatori nostrani. Una città situata a nord ovest della regione Jiangxi, fra le 35 aree amministrative cinesi, Yichun City e provincia puntano a far conoscere agli europei un prodotto turistico che attrae principalmente i mercati di Corea, Giappone e Africa, praticamente ancora sconosciuta al pubblico di casa nostra. Un'area immersa nel verde, tra colline e montagne, foreste che ricoprono più del 68% del territorio. Paesaggi e panorami unici, 28 parchi forestali provinciali e 3 parchi nazionali ecologici, ricca di preziose materie prime esportate in tutto il mondo. 4503 luoghi storici e culturali da visitare e ottima cucina. La montagna Mingyue con i suoi 1736 metri sprigiona benessere anche dalle sue acque ricche di minerali che sgorga anche a una temperatura di 70 gradi, preziosa per i bagni termali. Sono numerosi infatti centri di benessere per la cura delle malattie fra terme e resort. Le strutture alberghiere, moderne e tradizionali, offrono confortevole ospitalità per tutte le tasche. “I trasporti sono il fiore all’occhiello della Cina. È molto diffusa l’alta velocità ferroviaria in tutto il Paese – conferma Lan Ya Qing vice presidente della provincia -. Ottimi collegamenti anche con i principali aeroporti internazionali, in particolare su Pechino, Shanghai e Yuanzhou. Il Mingyue Mountain Airport collega 20 tra le principali città del Paese. Shanghai è raggiungibile in un’ora e mezza di volo e 4 ore in treno; 3 ore per Yuanzhou. Dall’Italia è comodissimo il volo diretto Milano Malpensa - Yuanzhou”. Yichun City è una città ricca di storia, lunga oltre 2000 anni, dal patrimonio culturale e naturale di straordinaria ricchezza. Sin dall’antichità è conosciuta come il paese dell’agricoltura, tra le 28 maggiori aree produttrici di grano e bamboo e poi e prodotti organici agricoli fonte della tradizionale medicina cinese; territorio ricco di minerali. Clima mite in tutte le stagioni, immersa nel verde di colline e montagne, ricca di acque e cascate. Una città industriale in crescita che vanta primati sulla nuova energia al litio, medicina biologica, elettronica, mobili, tessile e green food. Wanzai, una delle principali città della provincia, è custode di 4 patrimoni culturali: un particolare tessuto, un tamburo speciale, una maschera tradizionale e i fuochi d’artificio, dotati di una tecnologia avanzata, esportati in tutto il mondo, un esempio è su Disney Paris o lo spettacolo di apertura dei giochi olimpici di Pechino. Yifeng è la città del bamboo, esportato in tutto il mondo sia come prodotto edibile sia come legno. Da qui si esporta il prezioso litio. Città conosciuta anche per le terme dalle acque molto salutari e luogo di origine della cultura Zen. Tonguu è famosa per le piante pregiate utilizzate dalla medicina cinese. Il taxus, utilizzato contro il cancro, risulta più caro dell’oro. Seconda area in tutta la Cina per ricchezza di foreste. Ottima qualità dell’aria e dell’acqua, ricca di centri termali. Qui è famoso il té nero e la sua storia ultra millenaria, come il bamboo e la sua cucina. Qui a 1400 metri è praticabile anche lo sci.  [gallery ids="461407,461405,461406"]   [post_title] => Cina: Yichun City e provincia fanno capolino sul mercato Italia, focus sulla natura [post_date] => 2024-02-14T09:15:20+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => jiangxi [1] => yichun-city ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Jiangxi [1] => Yichun City ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707902120000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461412 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Boom di adesioni all'iniziativa "Destination Unknown" firmata Scandanavian Airlines: nell'arco di pochi minuti oltre 1.000 persone iscritte al programma EuroBonus si sono registrate sul sito di Sas per partecipare al viaggio misterioso, in calendario il prossimo 5 aprile. In pratica, i soci EuroBonus si incontreranno all'aeroporto di Copenhagen pronti a decollare verso una destinazione sconosciuta fino al momento dell'atterraggio.  «La prospettiva di intraprendere un viaggio avventuroso e misterioso con altri appassionati, trovando nuovi legami e amicizie lungo il percorso, è davvero entusiasmante - ha sottolineato Paul Verhagen, evp & chief commercial officer del vettore scandinavo -. Sas è sinonimo di fiducia e qualità e promette ai suoi passeggeri un'avventura che porterà la loro esperienza di viaggio a un nuovo livello. Questi non sono solo viaggi, sono viaggi straordinari che vi accompagneranno per tutta la vita». Tutti i posti sul volo sono riservati ai soci Sas EuroBonus e possono essere acquistati solo utilizzando i punti del programma di fidelizzazione. I biglietti Destination Unknown sono tutti cosiddetti biglietti biofuel. [post_title] => Sas: oltre 1.000 iscritti all'iniziativa 'Destination Unknown' [post_date] => 2024-02-14T09:00:04+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707901204000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461129 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovo appuntamento ieri a Milano per l'Ufficio Nazionale Israeliano per il Turismo, con il consueto Premio stampa. Israel, land of Creation, è apparsa su oltre 1000 uscite, 987 giornali senza contare la parte social. Per questo il premio stampa "Israele nel cuore" ogni anno vuole premiare i reportage più emozionanti e approfonditi. La categoria spiritualità la vince Elio Buonsignore per il programma televisivo che appare sulle reti Mediaset, i Viaggi del Cuore con un fervido racconto di Gerusalemme e della Terra Santa. La categoria culturale la vince Roberto Sveva Burchiello con il programma Moto Excape. La categoria natura la vincono Domenico Gambardella per Kilimangiaro e ancora Daniela Rainaldi produttore e Angela Costantino autore per Linea Verde Life, Leopoldo Gasparotto per Little Big Italy. Per la categoria sport vince il premio Lorenzo Franculli di Gazzetta dello Sport, per la categoria content creator è premiata Camilla Gullà. Menzione speciale per Canale 5 a Giancarlo Scheri ed Emiliano Facchinetti per lo straordinario concerto dalla Torre di Davide a Gerusalemme. Ritornata due mesi fa, infine, Rosa Stella Brienza di Panorama, è stata la prima giornalista ad andare in Israele dopo lo scoppio della guerra.  [post_title] => "Israele nel cuore": torna anche quest'anno il premio stampa dedicato ai reportage più emozionanti [post_date] => 2024-02-08T13:56:07+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707400567000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461093 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Appuntamento a Durban dal 13 al 16 maggio prossimi per l'edizione 2024 dell'Africa's Travel Indaba. Organizzato da South African Tourism, in collaborazione con Tourism KwaZulu-Natal, il comune di eThekwini e il Centro Convegni Internazionale Inkosi Albert Luthuli, l'Indaba riunisce ogni anno professionisti del settore turistico da tutto il mondo. Nombulelo Guliwe, direttore generale ad interim di South African Tourism, ha dichiarato che l'evento «è molto più di una semplice fiera del turismo. È una vetrina dell'eccezionale molteplicità e vitalità dell'industria turistica africana che mette in risalto destinazioni mozzafiato con culture uniche e un'ospitalità senza pari. Africa's Travel Indaba non solo si è affermato come evento di rilievo, ma è anche diventato un simbolo di incontro e innovazione nell'industria turistica». L'edizione 2023 di Africa’s Travel Indaba ha accolto oltre 8.600 visitatori alla scoperta delle ultime tendenze, insieme a più di 1.000 espositori: sono stati registrati oltre 23.000 incontri, rispetto ai 14.000 dell'edizione 2022. L'evento ha accolto i rappresentanti di 21 paesi africani, portandoci a riflettere così sullo spirito panafricano del turismo nel continente e l'impegno a promuovere l'unità del Paese attraverso il turismo. Per questa edizione 2024, si osserva nuovamente una forte presenza del continente africano: oltre al Sudafrica, saranno presenti altre destinazioni come la Namibia, Zanzibar, il Botswana, il Kenya, l'Uganda, l'Eswatini e lo Zimbabwe. Intanto, il 2023 ha registrato arrivi dall'Italia vicini ai livelli pre-pandemia, per un totale di 52 .091 visitatori rispetto ai 32.357 nel 2022, per un aumento del +61% degli arrivi. South African Tourism prevede un ritorno ai livelli pre-Covid nel 2025 e punta a raggiungere 21 milioni di visitatori internazionali entro il 2030. [post_title] => Sudafrica: appuntamento a Durban, dal 13 al 16 maggio, per l'Africa's Travel Indaba [post_date] => 2024-02-08T10:18:46+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707387526000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460967 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Davanti ad una platea sterminata di agenti di viaggio (circa 1600 o giù di lì) riunite per la grandiosa performance di Welcome Travel durante la Bit, il ministro del turismo Daniela Santanchè ha fatto un'altra gaffe. Vediamo di cosa si tratta. Quegli agenti sono soprattutto specializzati in outgoing, che significa (per chi ancora non l'abbia capito) che cercano di mandare in viaggio gli italiani fuori dai confini nazionali. Naturalmente il ministro, che da quando lo ascolto fa sempre lo stesso discorso indifferente a chi gli stia davanti, ha ripreso la sua tiritera. E cioè: “Mi raccomando fate arrivare più stranieri così l'Italia ritornerà ad essere il primo paese al mondo". E diceva questa cosa con un certo entusiasmo, tanto che alcuni agenti erano presi da una specie di convulsione per evitare di ridere in modo fragoroso. Curricula Non contenta ha continuato: "Vi abbiamo tolto il reddito di cittadinanza così vi arrivano di nuovo i curricula (si dice curriculum anche al plurale. Come si dice i quorum, i referendum, ecc ecc ndr) sulla scrivania". Un agente dietro di me a queste parole ha fatto il gesto tipico degli italiani, convergendo tutte le dita sul pollice e muovendo il braccio come a dire: ma che dici?  Giuseppe Aloe [post_title] => Qualcuno spieghi al ministro la differenza fra incoming e outgoing [post_date] => 2024-02-07T10:50:38+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707303038000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460933 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => C'è ottimismo in casa Eva Air a quasi un anno e mezzo di attività sulla Milano-Taipei, sia per i risultati finora conseguiti sia a livello di aspettative per i prossimi mesi. "Abbiamo debuttato sulla rotta nell'ottobre 2022 con due voli settimanali che in breve tempo sono raddoppiati a quattro, con load factor che si è attestato al 90% - osserva Eric Hsueh, general manager Italia della compagnia aerea taiwanese - con una strategica componente di traffico corporate. Attualmente la percentuale di passeggeri provenienti da Taiwan e dall'Italia si aggira rispettivamente intorno al 70% e al 30%. La maggior parte dei passeggeri taiwanesi viaggia verso l'Italia, mentre la gran parte degli italiani è diretta a Taiwan (30%), Giappone (27%), Filippine (21%) e altri Paesi asiatici (22%). Guardando al 2024 siamo piuttosto ottimisti e prevediamo che l'attuale domanda di viaggio continui a crescere. Per quanto riguarda il cargo, gli ultimi dati dicono che l'interscambio commerciale tra i due Paesi Italia-Asia rimane forte, consapevoli che il made in Italy non passa mai di moda. Come scalo milanese, il nostro punto di forza rimane il volo diretto Milano-Taipei, ma questo non esclude una grande richiesta per il resto dell'Asia, come ad esempio il Giappone. L'export si conferma un solido motore di sviluppo dell'economia italiana". Il vettore continua a lavorare sul rafforzamento della brand awareness nel nostro Paese, ad esempio con "la campagna che ha preso il via a inizio febbraio e che per tutto il mese vede 40 taxi brandizzati Eva Air che circolano per la città di Milano. Oltre al dipinto all'esterno del taxi, anche all'interno il passeggero potrà leggere informazioni e acquistare i biglietti scansionando il codice QR. Fondamentale il rapporto  con le agenzie di viaggio, che sono nostri partner strategici. La promozione non è comunque concentrata solo su Milano, ma si allarga a tutto il Nord Italia, da Bergamo, Torino, Verona, Bologna fino a Lugano, per incontrare gli agenti di viaggio. Adv che coinvolgiamo anche in fam trip per toccare con mano il prodotto Eva Air e scoprire la destinazione Taiwan". Sulla Milano-Taipei la compagnia opera con Boeing 787-9 (configurato con la Royal Laurel Class e la Economy Class): "I piani di rinnovo della flotta includono l'arrivo di 18 Airbus A350-1000, in consegna dal 2026 al 2030, e abbiamo opzioni di acquisto per altri sei. In ordine ci sono poi ulteriori 15 Airbus A321neos con consegne dal 2029 al 2032. L'investimento per questi 33 nuovi velivoli ammonta a 10,1 miliardi di dollari". [post_title] => Eva Air: bilancio positivo sulla Milano-Taipei. "Vogliamo aumentare la brand awareness in Italia" [post_date] => 2024-02-07T09:45:58+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707299158000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460804 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Intelligenza artificiale e autonomazione, insieme alla consulenza umana al servizio dell’hotellerie. Oggi siamo sempre più all’avanguardia, anche in Italia. Ne parla alla Bit Andrea Delfini, Ceo e Founder di Blastness, soluzione per hotel: “Abbiamo più di 1000 clienti, soprattutto italiani, e siamo focalizzati con un obiettivo ben chiaro, la massimizzazione del revenue. Per questo obiettivo sfruttiamo un algoritmo che identifica, momento per momento, chi sono i potenziali clienti e competitor, in modo da stabilire così le tariffe con l’Ai, intelligenza artificiale, a supporto della strategia tariffaria. Una quantità di azioni e con estrema precisione che sarebbe impossibile pensare di far fare a un umano. Più queste “macchine intelligenti” lavorano su un progetto, più sono efficienti e focalizzati”. “Il turismo sarà uno dei settori più impattati dall’Ai, il futuro, secondo gli ultimi rapporti McKenzie” racconta Ambra Lee Angioletti, Director of Business Developmente di Minor Hotels. “ La nostra chat bot risponde in tempo reale e a qualsiasi ora ai clienti in home. Inoltre riceviamo oltre 1200 richieste di prenotazioni al giorno ma spesso caratterizzati da richieste molto semplici che però per avere un preventivo finito richiederebbe almeno 30 minuti, questo viene fatto direttamente dall’Ai. Oggi quindi i colleghi del Booking Office si concentrano su richieste più particolari. Inoltre l’Ai ci permette di dare supporto al marketing e creare azioni dedicate dal 4 stelle Nh Urban al brand Anantara focalizzato sul lussso 5 stelle: la Ai ci aiuta a personalizzare tutti i servizi”. Interagire con esseri umani viene sempre preferito, secondo le ultime ricerche. Risponde a questa provocazione Sara Schiaffonati, Commerciale e Marketing di B&B Hotels: “L’Ai per noi è un modo per avere un vantaggio competitivo, ci dà le basi per fare delle analisi di settore a cui possiamo rispondere in modo “umano”. Ma certo riteniamo l’Ai un grande supporto per il nostro lavoro". A Siracusa l’hotel One, parte di Una Hotels il Concierge è automatizzato. “Sostituiamo con il robot Lola per la consegna dei piatti pronti al pass” racconta Annibale Linguanti, proprietario di Una Hotels One Siracusa. “Abbiamo efficentato la consegna dei piatti caldi, risparmiando l’impiego di personale “non esperto” liberandoli da questo servizio. E poi in Italia abbiamo portato per la prima volta Leonard, un butler robot per consegna ai piani, attraverso un’applicazione che il cliente stesso può usare per le richieste”. [post_title] => Ai e autonomazione nel mondo dell’hotellerie [post_date] => 2024-02-06T08:00:13+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => ai [1] => ai-hotel [2] => ai-turismo ) [post_tag_name] => Array ( [0] => AI [1] => AI hotel [2] => Ai turismo ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707206413000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1000" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":200,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462329","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air Dolomiti avanza sicura verso un 2024 nel segno della crescita, dopo un 2023 che ha visto per la prima volta la compagnia italiana del Gruppo Lufthansa raggiungere i 3 milioni di passeggeri trasportati.\r\nCresce innanzitutto la flotta che ora conta 21 aeromobili: 17 Embraer 195 da 122 posti e 4 Embraer 190 da 108 posti. Un programma di ampliamento che prevede nuovi inserimenti durante tutto l’anno, nei mesi di aprile, maggio e luglio per raggiungere a novembre la quota di 25 macchine.\r\nE aumentano di pari passo le nuove assunzioni: attualmente i dipendenti sono 1.000, tra personale di terra e personale navigante. Le campagne di recruiting per le operazioni in volo, per gli uffici della sede di Verona e per le basi di Venezia e Firenze, operative dalla scorsa estate, sono ancora in corso e continueranno ad accompagnare il percorso di sviluppo di Air Dolomiti.\r\nProsegue in parallelo anche lo sviluppo qualitativo della compagnia che, pur mantenendo il proprio ruolo di vettore feeder del traffico italiano sugli hub tedeschi di Monaco di Baviera e Francoforte, negli ultimi anni ha ricevuto fiducia dal Gruppo Lufthansa anche su diverse tratte europee. Numerose sono le tratte europee operate da Air Dolomiti dagli hub tedeschi come i voli su London City e Ginevra dall’aeroporto di Francoforte inaugurati nei giorni scorsi.\r\n«Abbiamo chiuso il 2023 registrando 3 milioni di passeggeri: un record assoluto per la nostra compagnia, commenta il ceo, Steffen Harbarth -. Stiamo aumentando la flotta, assumendo nuovi colleghi e ci sentiamo pronti ad accogliere con entusiasmo il nostro nuovo ruolo e le sfide che seguiranno proseguendo lo sviluppo sulle tratte europee. La mission è crescere e posizionarci in modo sicuro sul mercato senza dimenticare i nostri valori, ma cogliendo al contempo tutte le innovazioni che la crescita presenta; un settore complesso e affascinante come quello del trasporto aereo richiede solide basi ma anche prontezza e fantasia per reagire rapidamente ai cambiamenti. Questo è stato sempre il punto di forza di Air Dolomiti: coerenza di percorso e progettualità con l’obiettivo di essere sempre più affidabili e attrattivi, tanto per i nostri passeggeri quanto per chi viene selezionato per lavorare con noi».","post_title":"L'allungo di Air Dolomiti: 3 milioni di passeggeri trasportati, mentre la flotta salirà a 25 velivoli","post_date":"2024-02-27T14:01:30+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1709042490000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461516","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Basilicata è sempre più una regione che dà spazio a luoghi unici, insoliti, lontani dalle rotte del turismo di massa e attento a riscoprire luoghi di autentica bellezza, cultura e tradizione. \r\nMolteplici sono le possibilità di dare un senso “terapeutico” alle tanto desiderate vacanze dedicandosi ad attività rigeneranti immergendosi nella natura, riscoprendo il fascino delle tradizioni, gustando i piatti tipici e praticando sport e attività all’aria aperta.\r\n\r\nIl progetto Turismo delle Passioni ha individuato come mete di turismo lucano alcuni ambiti   meno conosciuti, ma decisamente non scontati e da scoprire. \r\nErbe spontanee e fiori: la Lucania con la sua incredibile biodiversità, tutelata e protetta da due parchi nazionali, tre parchi regionali e riserve naturali, è davvero il luogo ideale per trascorrere momenti unici di condivisione.\r\n\r\n La Basilicata è la terra ideale per ammirare chiaramente le stelle di notte nelle campagne, in montagna, o nei dintorni dei piccoli borghi arroccati; l’inquinamento luminoso è infatti molto basso con cieli bui che consentono di sentirsi in collegamento diretto con l’universo  in diverse modalità: Osservatorio astronomico di Anzi (PZ), tra i più accreditati in Italia per la divulgazione scientifica e astronomica è possibile ammirare circa 4500 stelle del cielo boreale e australe; SPARKme Space Academy – Museo della Scienza e dello Spazio a Matera, sito di divulgazione scientifica che propone all’utenza visite immersive nel mondo della scienza e dello spazio; Osservatorio per detriti spaziali di Castelgrande (PZ) a 1258 metri di quota, con 2 cupole con altrettanti telescopi di 20 e 40 cm. \r\n\r\nFiabe e Magia: alla scoperta di nuove idee di viaggio in una regione misteriosa e ancestrale, che conserva la sua bellezza antropologica lontana dagli sguardi indiscreti del turismo di massa. Il viaggio parte da Rapone (PZ) il Paese delle Fiabe e da un libro “Lo Cunto de Li Cunti” scritto nel 1600 dal napoletano Giambattista Basile che, ispirato dal territorio lucano, raccoglie e traduce numerosi racconti popolari. Si prosegue poi verso Albano di Lucania (PZ), il “Paese della Magia” già al centro degli studi durante le spedizioni in Lucania di Ernesto De Martino negli anni ’50, con un percorso–rituale “La Rocca del Cappello”, passando per Colobraro, con la coinvolgente iniziativa “Sogno di una notte a quel paese”, per giungere ad Agromonte, il paese degli indovinelli, tra le vette del Parco Nazionale del Pollino, dichiarato nel 2015 patrimonio naturale dell’Unesco.\r\n\r\nNon dimentichiamo, comunque, le altre meravigliose attrattive della Basilicata da vivere e gustare en plain air grazie ai parchi nazionali e alle aree protette, dove il verde dei boschi domina ampie valli e fiumi sinuosi. Qui puoi rigenerarti in completa simbiosi con la natura, scegliendo tra le tantissime attività dedicate a escursionisti e appassionati della montagna da scegliere tra Nordic Walking, River Walking, Ciaspolate sulla neve, torrentismo tra le cascate di Savoia, diverse offerte di Trekking guidato nel parco nazionale dell’Appennino Lucano, passeggiate botaniche nell’area del Vulture e molto altro ancora. \r\n\r\nAnche il mare gioca un ruolo fondamentale nella proposta turistica lucana, sia sulla costa di Maratea che quella Ionica, in un coast to coast imperdibile e sorprendente: l’offerta prevede veleggiate sulla rotta dei delfini, escursioni in gozzo a Maratea, percorsi in barca tra le due coste, veleggiate in catamarano a partire da Policoro o marina di Pisticci, servizi sportivi come canoa e kayak e proposte di pesca sportiva.\r\n\r\nIl fascino unico della Basilicata è da scoprire nei piccoli borghi e nelle città d’arte, alla ricerca di tesori nascosti. Qui, dove la storia ha lasciato nei secoli segni e vestigia di popoli provenienti da ogni dove, puoi regalarti momenti unici in perfetta armonia tra arte e cultura. Partendo da Matera con i suoi Sassi e il parco della Murgia materana, ecco alcuni esempi da scoprire come  Montescaglioso, uno dei borghi più belli della Basilicata con il suo monumento più rappresentativo: l’Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo; Tricarico, città d’arte e città arabo normanna; Pietrapertosa, il paese più alto della Regione e uno dei borghi più belli d’Italia immerso nel Parco Regionale di Gallipoli Cognato; Castelmezzano, per la sua rara bellezza offerta dallo scenario delle Dolomiti Lucane che gli fanno da sfondo.\r\n\r\nE non dimentichiamo infine il turismo esperienziale per conciliare, negli appositi laboratori, tempo libero e apprendimento grazie a esperienze multisensoriali che portano alla scoperta di luoghi inediti, antiche tradizioni e gustosi piatti tipici.\r\n \r\n \r\n\r\n­","post_title":"Basilicata, nuove idee di viaggio alla scoperta di luoghi insoliti e unici","post_date":"2024-02-15T09:41:09+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1707990069000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461403","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Yichun City e la sua provincia, per la prima volta in Italia, dalla vetrina della Bit 2024 strizzano l’occhio al mercato Italia, pronti ad affascinare i viaggiatori nostrani.\r\n\r\nUna città situata a nord ovest della regione Jiangxi, fra le 35 aree amministrative cinesi, Yichun City e provincia puntano a far conoscere agli europei un prodotto turistico che attrae principalmente i mercati di Corea, Giappone e Africa, praticamente ancora sconosciuta al pubblico di casa nostra.\r\n\r\nUn'area immersa nel verde, tra colline e montagne, foreste che ricoprono più del 68% del territorio. Paesaggi e panorami unici, 28 parchi forestali provinciali e 3 parchi nazionali ecologici, ricca di preziose materie prime esportate in tutto il mondo. 4503 luoghi storici e culturali da visitare e ottima cucina. La montagna Mingyue con i suoi 1736 metri sprigiona benessere anche dalle sue acque ricche di minerali che sgorga anche a una temperatura di 70 gradi, preziosa per i bagni termali. Sono numerosi infatti centri di benessere per la cura delle malattie fra terme e resort. Le strutture alberghiere, moderne e tradizionali, offrono confortevole ospitalità per tutte le tasche.\r\n\r\n“I trasporti sono il fiore all’occhiello della Cina. È molto diffusa l’alta velocità ferroviaria in tutto il Paese – conferma Lan Ya Qing vice presidente della provincia -. Ottimi collegamenti anche con i principali aeroporti internazionali, in particolare su Pechino, Shanghai e Yuanzhou. Il Mingyue Mountain Airport collega 20 tra le principali città del Paese. Shanghai è raggiungibile in un’ora e mezza di volo e 4 ore in treno; 3 ore per Yuanzhou. Dall’Italia è comodissimo il volo diretto Milano Malpensa - Yuanzhou”.\r\n\r\nYichun City è una città ricca di storia, lunga oltre 2000 anni, dal patrimonio culturale e naturale di straordinaria ricchezza. Sin dall’antichità è conosciuta come il paese dell’agricoltura, tra le 28 maggiori aree produttrici di grano e bamboo e poi e prodotti organici agricoli fonte della tradizionale medicina cinese; territorio ricco di minerali. Clima mite in tutte le stagioni, immersa nel verde di colline e montagne, ricca di acque e cascate. Una città industriale in crescita che vanta primati sulla nuova energia al litio, medicina biologica, elettronica, mobili, tessile e green food.\r\n\r\nWanzai, una delle principali città della provincia, è custode di 4 patrimoni culturali: un particolare tessuto, un tamburo speciale, una maschera tradizionale e i fuochi d’artificio, dotati di una tecnologia avanzata, esportati in tutto il mondo, un esempio è su Disney Paris o lo spettacolo di apertura dei giochi olimpici di Pechino.\r\n\r\nYifeng è la città del bamboo, esportato in tutto il mondo sia come prodotto edibile sia come legno. Da qui si esporta il prezioso litio. Città conosciuta anche per le terme dalle acque molto salutari e luogo di origine della cultura Zen.\r\n\r\nTonguu è famosa per le piante pregiate utilizzate dalla medicina cinese. Il taxus, utilizzato contro il cancro, risulta più caro dell’oro. Seconda area in tutta la Cina per ricchezza di foreste. Ottima qualità dell’aria e dell’acqua, ricca di centri termali. Qui è famoso il té nero e la sua storia ultra millenaria, come il bamboo e la sua cucina. Qui a 1400 metri è praticabile anche lo sci. \r\n\r\n[gallery ids=\"461407,461405,461406\"]\r\n\r\n ","post_title":"Cina: Yichun City e provincia fanno capolino sul mercato Italia, focus sulla natura","post_date":"2024-02-14T09:15:20+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["jiangxi","yichun-city"],"post_tag_name":["Jiangxi","Yichun City"]},"sort":[1707902120000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461412","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Boom di adesioni all'iniziativa \"Destination Unknown\" firmata Scandanavian Airlines: nell'arco di pochi minuti oltre 1.000 persone iscritte al programma EuroBonus si sono registrate sul sito di Sas per partecipare al viaggio misterioso, in calendario il prossimo 5 aprile. In pratica, i soci EuroBonus si incontreranno all'aeroporto di Copenhagen pronti a decollare verso una destinazione sconosciuta fino al momento dell'atterraggio. \r\n\r\n«La prospettiva di intraprendere un viaggio avventuroso e misterioso con altri appassionati, trovando nuovi legami e amicizie lungo il percorso, è davvero entusiasmante - ha sottolineato Paul Verhagen, evp & chief commercial officer del vettore scandinavo -. Sas è sinonimo di fiducia e qualità e promette ai suoi passeggeri un'avventura che porterà la loro esperienza di viaggio a un nuovo livello. Questi non sono solo viaggi, sono viaggi straordinari che vi accompagneranno per tutta la vita».\r\n\r\nTutti i posti sul volo sono riservati ai soci Sas EuroBonus e possono essere acquistati solo utilizzando i punti del programma di fidelizzazione. I biglietti Destination Unknown sono tutti cosiddetti biglietti biofuel.","post_title":"Sas: oltre 1.000 iscritti all'iniziativa 'Destination Unknown'","post_date":"2024-02-14T09:00:04+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1707901204000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461129","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuovo appuntamento ieri a Milano per l'Ufficio Nazionale Israeliano per il Turismo, con il consueto Premio stampa. Israel, land of Creation, è apparsa su oltre 1000 uscite, 987 giornali senza contare la parte social. Per questo il premio stampa \"Israele nel cuore\" ogni anno vuole premiare i reportage più emozionanti e approfonditi.\r\nLa categoria spiritualità la vince Elio Buonsignore per il programma televisivo che appare sulle reti Mediaset, i Viaggi del Cuore con un fervido racconto di Gerusalemme e della Terra Santa. La categoria culturale la vince Roberto Sveva Burchiello con il programma Moto Excape. La categoria natura la vincono Domenico Gambardella per Kilimangiaro e ancora Daniela Rainaldi produttore e Angela Costantino autore per Linea Verde Life, Leopoldo Gasparotto per Little Big Italy.\r\nPer la categoria sport vince il premio Lorenzo Franculli di Gazzetta dello Sport, per la categoria content creator è premiata Camilla Gullà. Menzione speciale per Canale 5 a Giancarlo Scheri ed Emiliano Facchinetti per lo straordinario concerto dalla Torre di Davide a Gerusalemme. Ritornata due mesi fa, infine, Rosa Stella Brienza di Panorama, è stata la prima giornalista ad andare in Israele dopo lo scoppio della guerra. ","post_title":"\"Israele nel cuore\": torna anche quest'anno il premio stampa dedicato ai reportage più emozionanti","post_date":"2024-02-08T13:56:07+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1707400567000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461093","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Appuntamento a Durban dal 13 al 16 maggio prossimi per l'edizione 2024 dell'Africa's Travel Indaba. Organizzato da South African Tourism, in collaborazione con Tourism KwaZulu-Natal, il comune di eThekwini e il Centro Convegni Internazionale Inkosi Albert Luthuli, l'Indaba riunisce ogni anno professionisti del settore turistico da tutto il mondo.\r\n\r\nNombulelo Guliwe, direttore generale ad interim di South African Tourism, ha dichiarato che l'evento «è molto più di una semplice fiera del turismo. È una vetrina dell'eccezionale molteplicità e vitalità dell'industria turistica africana che mette in risalto destinazioni mozzafiato con culture uniche e un'ospitalità senza pari. Africa's Travel Indaba non solo si è affermato come evento di rilievo, ma è anche diventato un simbolo di incontro e innovazione nell'industria turistica».\r\n\r\nL'edizione 2023 di Africa’s Travel Indaba ha accolto oltre 8.600 visitatori alla scoperta delle ultime tendenze, insieme a più di 1.000 espositori: sono stati registrati oltre 23.000 incontri, rispetto ai 14.000 dell'edizione 2022. L'evento ha accolto i rappresentanti di 21 paesi africani, portandoci a riflettere così sullo spirito panafricano del turismo nel continente e l'impegno a promuovere l'unità del Paese attraverso il turismo. Per questa edizione 2024, si osserva nuovamente una forte presenza del continente africano: oltre al Sudafrica, saranno presenti altre destinazioni come la Namibia, Zanzibar, il Botswana, il Kenya, l'Uganda, l'Eswatini e lo Zimbabwe.\r\n\r\nIntanto, il 2023 ha registrato arrivi dall'Italia vicini ai livelli pre-pandemia, per un totale di 52 .091 visitatori rispetto ai 32.357 nel 2022, per un aumento del +61% degli arrivi. South African Tourism prevede un ritorno ai livelli pre-Covid nel 2025 e punta a raggiungere 21 milioni di visitatori internazionali entro il 2030.","post_title":"Sudafrica: appuntamento a Durban, dal 13 al 16 maggio, per l'Africa's Travel Indaba","post_date":"2024-02-08T10:18:46+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1707387526000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460967","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Davanti ad una platea sterminata di agenti di viaggio (circa 1600 o giù di lì) riunite per la grandiosa performance di Welcome Travel durante la Bit, il ministro del turismo Daniela Santanchè ha fatto un'altra gaffe.\r\n\r\nVediamo di cosa si tratta. Quegli agenti sono soprattutto specializzati in outgoing, che significa (per chi ancora non l'abbia capito) che cercano di mandare in viaggio gli italiani fuori dai confini nazionali. Naturalmente il ministro, che da quando lo ascolto fa sempre lo stesso discorso indifferente a chi gli stia davanti, ha ripreso la sua tiritera. E cioè: “Mi raccomando fate arrivare più stranieri così l'Italia ritornerà ad essere il primo paese al mondo\". E diceva questa cosa con un certo entusiasmo, tanto che alcuni agenti erano presi da una specie di convulsione per evitare di ridere in modo fragoroso.\r\nCurricula\r\nNon contenta ha continuato: \"Vi abbiamo tolto il reddito di cittadinanza così vi arrivano di nuovo i curricula (si dice curriculum anche al plurale. Come si dice i quorum, i referendum, ecc ecc ndr) sulla scrivania\".\r\n\r\nUn agente dietro di me a queste parole ha fatto il gesto tipico degli italiani, convergendo tutte le dita sul pollice e muovendo il braccio come a dire: ma che dici? \r\n\r\nGiuseppe Aloe","post_title":"Qualcuno spieghi al ministro la differenza fra incoming e outgoing","post_date":"2024-02-07T10:50:38+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1707303038000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460933","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"C'è ottimismo in casa Eva Air a quasi un anno e mezzo di attività sulla Milano-Taipei, sia per i risultati finora conseguiti sia a livello di aspettative per i prossimi mesi.\r\n\r\n\"Abbiamo debuttato sulla rotta nell'ottobre 2022 con due voli settimanali che in breve tempo sono raddoppiati a quattro, con load factor che si è attestato al 90% - osserva Eric Hsueh, general manager Italia della compagnia aerea taiwanese - con una strategica componente di traffico corporate. Attualmente la percentuale di passeggeri provenienti da Taiwan e dall'Italia si aggira rispettivamente intorno al 70% e al 30%. La maggior parte dei passeggeri taiwanesi viaggia verso l'Italia, mentre la gran parte degli italiani è diretta a Taiwan (30%), Giappone (27%), Filippine (21%) e altri Paesi asiatici (22%).\r\n\r\nGuardando al 2024 siamo piuttosto ottimisti e prevediamo che l'attuale domanda di viaggio continui a crescere. Per quanto riguarda il cargo, gli ultimi dati dicono che l'interscambio commerciale tra i due Paesi Italia-Asia rimane forte, consapevoli che il made in Italy non passa mai di moda. Come scalo milanese, il nostro punto di forza rimane il volo diretto Milano-Taipei, ma questo non esclude una grande richiesta per il resto dell'Asia, come ad esempio il Giappone. L'export si conferma un solido motore di sviluppo dell'economia italiana\".\r\n\r\nIl vettore continua a lavorare sul rafforzamento della brand awareness nel nostro Paese, ad esempio con \"la campagna che ha preso il via a inizio febbraio e che per tutto il mese vede 40 taxi brandizzati Eva Air che circolano per la città di Milano. Oltre al dipinto all'esterno del taxi, anche all'interno il passeggero potrà leggere informazioni e acquistare i biglietti scansionando il codice QR. Fondamentale il rapporto  con le agenzie di viaggio, che sono nostri partner strategici. La promozione non è comunque concentrata solo su Milano, ma si allarga a tutto il Nord Italia, da Bergamo, Torino, Verona, Bologna fino a Lugano, per incontrare gli agenti di viaggio. Adv che coinvolgiamo anche in fam trip per toccare con mano il prodotto Eva Air e scoprire la destinazione Taiwan\".\r\n\r\nSulla Milano-Taipei la compagnia opera con Boeing 787-9 (configurato con la Royal Laurel Class e la Economy Class): \"I piani di rinnovo della flotta includono l'arrivo di 18 Airbus A350-1000, in consegna dal 2026 al 2030, e abbiamo opzioni di acquisto per altri sei. In ordine ci sono poi ulteriori 15 Airbus A321neos con consegne dal 2029 al 2032. L'investimento per questi 33 nuovi velivoli ammonta a 10,1 miliardi di dollari\".","post_title":"Eva Air: bilancio positivo sulla Milano-Taipei. \"Vogliamo aumentare la brand awareness in Italia\"","post_date":"2024-02-07T09:45:58+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1707299158000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460804","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Intelligenza artificiale e autonomazione, insieme alla consulenza umana al servizio dell’hotellerie. Oggi siamo sempre più all’avanguardia, anche in Italia.\r\nNe parla alla Bit Andrea Delfini, Ceo e Founder di Blastness, soluzione per hotel: “Abbiamo più di 1000 clienti, soprattutto italiani, e siamo focalizzati con un obiettivo ben chiaro, la massimizzazione del revenue. Per questo obiettivo sfruttiamo un algoritmo che identifica, momento per momento, chi sono i potenziali clienti e competitor, in modo da stabilire così le tariffe con l’Ai, intelligenza artificiale, a supporto della strategia tariffaria. Una quantità di azioni e con estrema precisione che sarebbe impossibile pensare di far fare a un umano. Più queste “macchine intelligenti” lavorano su un progetto, più sono efficienti e focalizzati”.\r\n\r\n“Il turismo sarà uno dei settori più impattati dall’Ai, il futuro, secondo gli ultimi rapporti McKenzie” racconta\r\nAmbra Lee Angioletti, Director of Business Developmente di Minor Hotels. “ La nostra chat bot risponde in tempo reale e a qualsiasi ora ai clienti in home. Inoltre riceviamo oltre 1200 richieste di prenotazioni al giorno ma spesso caratterizzati da richieste molto semplici che però per avere un preventivo finito richiederebbe almeno 30 minuti, questo viene fatto direttamente dall’Ai. Oggi quindi i colleghi del Booking Office si concentrano su richieste più particolari. Inoltre l’Ai ci permette di dare supporto al marketing e creare azioni dedicate dal 4 stelle Nh Urban al brand Anantara focalizzato sul lussso 5 stelle: la Ai ci aiuta a personalizzare tutti i servizi”.\r\n\r\nInteragire con esseri umani viene sempre preferito, secondo le ultime ricerche. Risponde a questa provocazione Sara Schiaffonati, Commerciale e Marketing di B&B Hotels: “L’Ai per noi è un modo per avere un vantaggio competitivo, ci dà le basi per fare delle analisi di settore a cui possiamo rispondere in modo “umano”. Ma certo riteniamo l’Ai un grande supporto per il nostro lavoro\".\r\n\r\nA Siracusa l’hotel One, parte di Una Hotels il Concierge è automatizzato. “Sostituiamo con il robot Lola per la consegna dei piatti pronti al pass” racconta Annibale Linguanti, proprietario di Una Hotels One Siracusa. “Abbiamo efficentato la consegna dei piatti caldi, risparmiando l’impiego di personale “non esperto” liberandoli da questo servizio. E poi in Italia abbiamo portato per la prima volta Leonard, un butler robot per consegna ai piani, attraverso un’applicazione che il cliente stesso può usare per le richieste”.","post_title":"Ai e autonomazione nel mondo dell’hotellerie","post_date":"2024-02-06T08:00:13+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["ai","ai-hotel","ai-turismo"],"post_tag_name":["AI","AI hotel","Ai turismo"]},"sort":[1707206413000]}]}}

Lascia un commento