21 September 2021

Italy Family Hotels festeggia i 20 anni con tre new entry

[ 0 ]

Sono l’Adriatico Family Village di Gatteo Mare, il Park Hotel Pineta di Eraclea e lo Sporthotel Tyrol di San Candido le tre new entry di questo inizio d’anno per il consorzio Italy Family Hotels, che proprio nel 2021 festeggia i propri primi 20 anni. Fondato nel 2001 con i primi cinque alberghi, tutti a conduzione femminile, il network è coordinato e gestito da Hospitality Marketing, agenzia di Rimini specializzata in marketing turistico. Il consorzio è cresciuto in maniera importante nelle ultime due decadi e conta a oggi 111 strutture in 13 regioni d’Italia, scelte da 300 mila famiglie ogni anno per le loro vacanze.

“Noi siamo più di un consorzio di strutture che si uniscono per promuoversi insieme – dice Marina Pasquini, proprietaria dell’hotel Belvedere di Riccione, nonché presidente e fondatrice di Italy Family Hotels -. Siamo l’associazione di strutture family friendly più longeva d’Italia, che conosce i desideri di chi viaggia con i bambini e sa come realizzarli al meglio. E se è vero che l’unione fa la forza per promuovere il brand, per noi è fondamentale la condivisione delle esperienze, lo stimolo reciproco e il saper condividere le intuizioni dei singoli a beneficio di tutti”.

Le famiglie che scelgono Italy Family Hotels sono all’85% italiane, con figli d’età compresa fra gli zero e i 12 anni, di cui circa il 60% hanno fra i tre e i sette anni, mentre i genitori sono, per oltre il 46%, nella fascia di età tra i 35 e i 44 anni: un target specifico con esigenze precise, alle quali le strutture del consorzio rispondono con servizi puntuali e articolati. Sicurezza, servizio, flessibilità e il divertimento per grandi e piccini sono in particolare il fiore all’occhiello degli associati, la cui adesione al consorzio è vincolata all’offerta di alcuni servizi comuni a tutti gli hotel, che vengono sottoposti a controlli periodici e che rappresentano al tempo stesso la garanzia di qualità di Italy Family Hotels.

Nel tempo, con l’evolversi dei desideri delle famiglie, è cambiata anche la tipologia dell’offerta Italy Family Hotels. Se all’inizio degli anni Duemila l’intuizione è stata infatti quella di mettere a disposizione delle mamme una stanza con tutto il necessario per l’alimentazione dei bebè, servizio sconosciuto all’epoca nella maggior parte degli hotel, oggi è anche fondamentale, per esempio, offrire una varietà di proposte di svago e apprendimento per il tempo libero, come corsi di cucina, lingue straniere o teatro, o menù particolari. Perché i ragazzini di oggi sono, anche loro, attenti all’alimentazione bio e apprezzano il sushi.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti