6 October 2022

Blu Hotels: dal 4 dicembre al via la stagione invernale delle strutture montane

[ 0 ]

Come vuole tradizione, in prossimità del ponte dell’Immacolata, e di Sant’Ambrogio per i milanesi, il prossimo 4 dicembre parte la stagione invernale della montagna firmata Blu Hotels.I primi ad aprire le porte saranno il Linta Hotel Wellness & Spa di Asiago, con uno splendido panorama sulle montagne circostanti, il Blu Hotel Natura & Spa di Folgaria, a pochi passi dal centro della località e vicino alle piste da sci e agli impianti di risalita e, per la prima stagione firmata Blu Hotels, l’hotel Rezia di Bormio, struttura storica dell’ospitalità valtellinese.

Sono fissate per il 18 dicembre le riaperture di altri due hotel: il Golf Hotel di Folgaria, direttamente sulle piste da sci, e il Blu Hotel Acquaseria di Ponte di Legno, nella splendida cornice dell’Adamello. Il calendario si completerà giovedì 23 dicembre con il Grand Hotel Misurina, che si affaccia sulle rive del suggestivo lago omonimo, con lo Sporthotel Kurzras di Maso Corto, in Val Senales, che si affianca nell’offerta al Blu Hotel Senales: Zirm-Cristal, aperto già da alcune settimane e, infine, con il Grand Hotel del Parco a Pescasseroli, nel Parco Nazionale d’Abruzzo.

I ristoranti interni agli hotel e i centri benessere saranno tutti in funzione, nel rispetto delle direttive nazionali stabilite in tema di contrasto alla pandemia. “Abbiamo hotel in alcune delle più note località sciistiche del nostro Paese e siamo costantemente impegnati a garantire ai nostri ospiti soggiorni all’insegna del comfort, dell’alta qualità e della sicurezza – sottolinea la events & communication manager del gruppo, Manuela Miraudo -. Consapevoli di dover ancora fronteggiare l’emergenza legata alla pandemia, siamo comunque pronti ad aprire le porte dei nostri hotel di montagna, con la speranza che possa essere finalmente una stagione ‘con i fiocchi”.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431778 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'Irlanda si affaccia sull'inverno forte di numerosi collegamenti aerei dall'Italia, che la rendono una destinazione facilmente raggiungibile lungo tutto l'arco dell'anno. Oltre ai numerosi voli Aer Lingus e Ryanair, raggiunti i livelli 2019, quest’anno verranno lanciati nuovi voli della low cost irlandese, Genova-Dublino, attivo due volte alla settimana, dal 30 ottobre, e Roma Fiumicino-Cork, altro bisettimanale, in partenza dal 31 ottobre. Una grande novità, che si aggiunge alle rotte già attive da Milano Bergamo e da Venezia a Cork, che in passato operavano solo d’estate ed ora saranno attive anche in inverno. Altro cruciale collegamento sarà il ritorno del volo Milano Bergamo-Belfast, operato sempre da Ryanair due volte alla settimana a partire dal 31 marzo 2023. In attesa dei dati definitivi sulla stagione 2022, il Turismo Irlandese stima fin d'ora che a livello complessivo i numeri prodotti dall’Europa si avvicinano a quelli del 2019: a inizio settembre i visitatori europei sono stati 2.257.000 e ad agosto 396.000, con un 8% in meno rispetto allo stesso mese del 2019.  L'ente parteciperà al prossimo Ttg Travel Experience, dove insieme ai partner locali, metterà in risalto i temi chiave della promozione 2023: sostenibilità, natura, soft adventure e outdoor, vacanze esclusive, cultura, golf e soggiorni di alta gamma. "Ci saranno poi eventi davvero per tutti i gusti, nuovi voli, “Winter in Dublin” e una fine dell’anno con sorprese straordinarie: tutti questi elementi proiettano l’Irlanda tra i Paesi più interessanti per una vacanza invernale ideale per differenti target - commenta Marcella Ercolini, direttrice di Turismo Irlandese in Italia -. L’Italia è in linea con la buona prestazione dell’area europea che, come evidenziano le statistiche, è quella che ha prodotto i numeri migliori su scala mondiale. Non possiamo ancora isolare dei dati precisi, ma la rete dei collegamenti dall’Italia ha raggiunto i livelli del 2019, garantendo quindi un cospicuo numero di voli verso l’Irlanda. I primi feedback dal trade e dalle compagnie aeree sono incoraggianti, e aspettiamo i dati definitivi per una valutazione puntuale sulla performance dell’anno”.  [post_title] => Irlanda anche d'inverno con i nuovi voli dall'Italia. Promozione 2023, dalla cultura al golf [post_date] => 2022-10-06T11:18:25+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665055105000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431752 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si è appena concluso Futuriamo: l'evento di team building organizzato da Futura Vacanze presso il cilentano Futura Club Eleamare, ultima new entry in ordine di tempo della stagione 2022. L'appuntamento ha visto il coinvolgimento di tutto il personale del to e della rappresentanza della società di gestione Fv Hotels, con la presenza di direttori, capi ricevimento, chef, maitre e staff alberghiero per un totale di oltre 100 persone. Presente, naturalmente, anche tutto il board direzionale del gruppo. Fortemente voluta, questa tre giorni di team building è stata pensata anche come una preziosa occasione per stare insieme e festeggiare i traguardi raggiunti. Attività e sfide a squadre, momenti di intrattenimento con show e party serali sono state affidate alla conduzione di Art Swiss, società di animazione di riferimento dell’operatore. L’evento è stato poi una bella occasione per fare un bilancio sulle strutture a gestione diretta e premiare i migliori risultati ottenuti per singolo villaggio, secondo gli indici di gradimento dei clienti raccolti nel corso della stagione. “Dopo questi due anni di pandemia, molto difficili, trovare le motivazioni per ripartire è stato complicato e complesso per l’intero comparto - spiega l'amministratore unico di Futura Vacanze, Stefano Brunetti  -. Il nostro gruppo però ha reagito bene e gran parte del merito di tutto ciò è anche del personale e di tutto lo staff. Quest’anno, abbiamo superato qualunque traguardo in termini di fatturato e presenze. La distribuzione e i clienti hanno potuto scegliere tra ben 20 Futura Club, il numero passeggeri è arrivato a quota 150 mila e la società di gestione del gruppo oggi conta 1.500 camere in Italia". Emozioni condivise tra dipendenti e collaboratori per festeggiare la stagione appena conclusa e per guardare tutti insieme al futuro e ai prossimi obiettivi. “Abbiamo fortemente voluto questo evento perché desideravamo ringraziare in un momento speciale i dipendenti e tutto lo staff per l’ottimo lavoro svolto - aggiunge il direttore operativo, Emanuela di Giuseppe -. Futuriamo si è dimostrata un’importante occasione per stare insieme, conoscersi meglio e divertirsi. Inaugura, quindi, una nuova tradizione per la nostra azienda, destinata a ripetersi ogni anno”.   [post_title] => Futura Vacanze: un evento di team building per celebrare quota 150 mila pax [post_date] => 2022-10-06T09:42:08+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665049328000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431747 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sarà un inverno particolarmente freddo per quasi tutte le compagnie aeree decollate negli ultimi due-tre anni. Flyr, Norse Atlantic e Norwegian affrontano con più di una preoccupazione i prossimi mesi che, già tradizionalmente caratterizzati da minor traffico, devono anche tenere in considerazione le sfide aggiuntive, dagli elevati costi del carburante all'inflazione. La start-up norvegese Flyr - decollata nel giugno 2021 - ha già anticipato che l'operativo invernale sarà drasticamente ridotto: invece di operare con i 12 velivoli previsti, nei cieli ce ne saranno solo cinque o sei e sospenderà i voli verso tutti i mercati chiave, tranne alcuni - tra cui Alicante, Barcellona, Parigi e Roma - delle 27 destinazioni servite a settembre. I tagli mirano a dimezzare le spese e a ridurre al minimo la liquidità. "Ci è voluto più tempo del previsto per fidelizzare i viaggiatori d'affari sulle rotte nazionali in Norvegia, dove i vettori storici mantengono ampie quote di mercato", ha dichiarato il ceo Tonje Wikstrøm Frislid. Norse Atlantic Airways, altro vettore norvegese, sospenderà i collegamenti per Los Angeles da Berlino e Oslo per l'inverno - rotte originariamente pianificate per tutto l'anno - con una riduzione del 28% della capacità pianificata per il periodo novembre-marzo. "La stagione invernale è storicamente più impegnativa per il settore e quest'anno deve affrontare l'onere aggiuntivo dei prezzi elevati del carburante, dell'inflazione crescente nei mercati in cui operiamo e dell'incertezza della domanda complessiva", ha dichiarato un portavoce di Norse.  In controtendenza l'andamento previsto da Play, altra start-up nordica che ha debuttato nel giugno 2021: il ceo, Birgir Jónsson, come riferito da Airline Weekly ha dichiarato che il vettore ha "prospettive positive" per l'inverno, specie sulle rotte transatlantiche verso gli Stati Uniti. La domanda continua a crescere grazie alla "fiducia dei consumatori nei viaggi" e Play prevede un continuo aumento del load factor durante le vacanze invernali e nel 2023.  Norwegian non ha aggiornato le sue previsioni per l'inverno dalla fine di agosto. All'epoca, i dirigenti avevano dichiarato di aver assistito a un "normale" rallentamento delle prenotazioni a partire dall'estate rispetto agli anni precedenti alla pandemia. Norwegian ha pianificato di ridurre stagionalmente la sua capacità invernale di circa il 28%, concentrandosi sulla redditività.   [post_title] => Da Flyr a Norse Atlantic: sarà un inverno lungo e più difficile del previsto per le start-up [post_date] => 2022-10-06T09:30:27+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665048627000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431739 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Korean Air è tornata a volare nei cieli italiani, con collegamenti diretti su Seul da Milano e Roma,  a frequenza trisettimanale: da Malpensa, mercoledì, venerdì e domenica e da Fiumicino martedì, giovedì e sabato. Con l'entrata in vigore dell’orario invernale, su Malpensa dal 2 novembre sarà operativo il Boeing 787-9 con 24 posti in business e 245 in economica, da gennaio e fino alla fine di marzo è previsto l’utilizzo del B777-200 con 26 posti in business e 225 in economy; da Roma in inverno opererà il B777-300 con 64 posti business e 227 in economy. Al momento i voli non dispongono della first class. “I due collegamenti si distinguono per la tipologia di traffico - sottolinea Mihyang Seo, responsabile ufficio Korean Air Milano - I voli da Milano sono caratterizzati principalmente da una clientela business, che rappresenta la domanda del mercato del Nord Italia, mentre Roma risponde al flusso leisure”. Intanto, la flotta di 155 aeromobili con cui Korean ha trasportato nel 2019 oltre 27 milioni di passeggeri su 120 città in 43 paesi del mondo, sta ritornando alla normalità, dopo il difficile periodo della pandemia. “Non sono state ancora riaperte tutte le destinazioni. Stiamo lavorando per riattivare gradualmente tutto il network. Incrementeremo le frequenze settimanali e l’arrivo di nuovi aeromobili” sottolinea Gianfranco Antonello Pizzolla, ufficio commerciale Korean Air. Prospettive positive anche per l'aeroporto di Seul, che si è riscoperto come hub ideale sull’Asia. “Una novità da cui dobbiamo trarre vantaggio considerando la situazione asiatica, al momento stagnante – conclude Pizzolla -. Korean Air è molto appetibile, sia per la qualità dei servizi, sia per l’ampiezza del network. Abbiamo avuto ottime vendite sui proseguimenti per Bali, Ho Chi Minh, Hanoi, Manila e Sydney”. [post_title] => Korean Air vola di nuovo dall'Italia verso Seul, hub ideale sull'Asia [post_date] => 2022-10-06T09:07:58+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665047278000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431700 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_422793" align="alignleft" width="300"] Da sinistra, il responsabile booking e operativo Volonline, Luca Frolino, Luca Adami, la project manager Teorema, Gessica Di Natale e Luigi Deli, al momento della presentazione del brand Teorema lo scorso aprile[/caption] Sono mar Rosso, Messico, Repubblica Dominicana, Cuba e, nell’oceano Indiano, le Maldive, le destinazioni più richieste per l'autunno inverno di Teorema Vacanze. Per quanto riguarda invece gli altri due brand della compagnia fondata da Luigi Deli, Volonclick registra una crescita esponenziale per il corto raggio sulle capitali europee in generale, ma anche un crescente interesse per gli Emirati Arabi, tra cui Abu Dhabi e Dubai, e per Sharm El Sheik e il Marocco. Infine, Volonline conferma richieste su destinazioni di lungo raggio, e in particolare oceano Indiano, Medio Oriente, Stati Uniti e Africa, soprattutto Sud Africa. L’unica area che stenta ancora a riprendersi è quella dell’Estremo Oriente, semplicemente perché i paesi hanno aperto tardi al turismo rispetto ad altre aree nel mondo. Il gruppo Volonline sarà quindi presente alla fiera di Rimini dal 12 al 14 ottobre (pad C3 - stand 185-186), insieme al network partecipato Mister Holiday, per presentare le novità delle stagione in arrivo. "Avendo peraltro già caricato da fine luglio su tutte le piattaforme del gruppo gran parte delle proposte per le partenze invernali e per le festività - sottolinea il cmo e cto, Luca Adami -, le prenotazioni sono partite a fine agosto, in modo decisamente positivo con numeri importanti per tutti e tre i marchi”. “Nelle ultime settimane, però, abbiamo notato un forte aumento delle prenotazioni sotto data e un ritardo generalizzato nelle prenotazioni su Natale e Capodanno, probabilmente dovuto a una serie di fattori esterni di incertezza come la crisi energetica, l’aumento del costo dei voli, il cambio alla pari tra euro e dollaro Usa - osserva al contempo Deli, come aveva già rivelato in una precedente intervista con noi di Travel Quotidiano in cui però si mostrava leggermente meno ottimista. "In ogni caso - prosegue infatti il ceo - si tratta di un ritardo che sta interessando tutto il comparto dei viaggi organizzati. Siamo dunque fiduciosi, in quanto se gli indici saranno anche solo paragonabili a quelli del sotto data ci aspettano mesi veramente interessanti. Porteremo perciò in fiera le nostre novità, puntando sulla programmazione autunno inverno di Teorema Vacanze con le partenze settimanali e le nuove linee di prodotto che abbiamo appena finalizzato come i tour e gli itinerari. Per Volonclick presenteremo nuovi strumenti dedicati alle agenzie di viaggi per semplificare il loro lavoro”.   [post_title] => Volonline: molto sotto data ma la fiducia sulla stagione invernale resta alta [post_date] => 2022-10-05T12:59:39+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664974779000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431694 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Croazia, meta ideale da scoprire sulle due ruote di una bicicletta: dalle strade sterrate a quelle asfaltate, ci sono percorsi adatti per tutti gusti, sia per ciclisti amatoriali che per atleti professionisti. Partendo dall'Istria, la penisola più conosciuta per i ciclisti in Croazia, è possibile esplorare l'interno o scendere alle profumate isole del Quarnaro. Il Gorski kotar e le strade storiche della Lika conducono ai passi più alti e alle splendide montagne del Carso Dinarico. E quando la vista si estende fino al mare, la corsa diventa particolarmente magica. Al contrario, i campi di grano dorati della Slavonia raccontano storie bellissime: la Croazia Centrale ha un paesaggio collinare; i suoi castelli, manieri e chiese raccontano storie del passato e conducono all’oasi ciclistica urbana di Zagabria.  E' in calendario per il prossimo 8 ottobre, a Parenzo, l'evento sportivo, “Istria300”, un percorso lungo fino a 300 chilometri, che parte e termina in questa cittadina costiera, dopo aver attraversato alcuni dei più bei percorsi della regione, alla scoperta di località spettacolari che garantiranno un’esperienza ciclistica indimenticabile. [post_title] => La Croazia vista dalle due ruote di una bici: i percorsi più belli, dall'Istria alla Slavonia [post_date] => 2022-10-05T11:46:05+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664970365000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431635 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Engadina è una terra affascinante: laghi, valli e montagne che d’inverno si coprono di una coltre di neve per offrire sport di ogni tipo. E tra tanta bellezza, circondato da grandi spazi, si erge a Celerina il Cresta Palace, una struttura che risale al 1906 e ha poi saputo rinnovarsi, preservando lo stile e la bellezza antichi ma offrendo ai suoi ospiti ogni comodità. Le 90 stanze dell’hotel, 40 delle quali completamente rinnovate la scorsa estate, sono arredate in una diversa nuance di colore su ciascuno dei quattro piani e si affacciano su un panorama adatto al golf e alle escursioni durante l’estate e perfetto per gli sport sul ghiaccio e lo sci invernali, con un comodo ski-in e ski-out e anche la scuola-sci. «Il mercato italiano per noi è molto importante - spiega il direttore Markus Tauss -. Dopo il periodo della pandemia il Cresta Palace riapre agli ospiti stranieri e, in particolare, proprio agli italiani, che possono raggiungere la destinazione in due ore e mezza in macchina ma anche viaggiando fino all’antica stazione di Celerina (1903) a bordo del Trenino Rosso del Bernina, gestito dalla Ferrovia Retica». Il Cresta Palace è connesso all’area sciistica di St.Moritz e ci sono 250 chilometri di percorso per lo sci di fondo. Nel pomeriggio, dopo le diverse attività, si può apprezzare una pausa coffee&cake ascoltando il pianoforte, prenotare lezioni di yoga e diverse attività di fitness o visitare i laghi in sella a una bicicletta elettrica. Il Cresta Palace accoglie con gioia tutti gli ospiti offrendo uno spazio per i bambini, una rilassante area wellness e ben cinque differenti ristoranti, capaci di rispondere a ogni esigenza e con una curata offerta f&b. [post_title] => Lo svizzero Cresta Palace riapre agli stranieri dopo un'importante restyling di 40 delle sue camere [post_date] => 2022-10-05T10:34:39+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664966079000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431656 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Partirà domani, per concludersi a fine novembre, il nuovo roadshow della direzione commerciale di Alpitour: 25 tappe, in altrettante città italiane, con oltre 2 mila agenti di viaggio attesi per presentare le principali novità invernali che caratterizzeranno i singoli cluster, Mainstream, Seamless e Specialties. Un evento che vuol essere innanzitutto un’occasione di contatto e scambio per affrontare con energia ed entusiasmo la prossima stagione ricca di stimolanti obiettivi. “Nel corso di questi ultimi due anni, nonostante le difficoltà legate al periodo pandemico, abbiamo sempre continuato a organizzare incontri di formazione in presenza per non perdere i contatti con le agenzie di viaggio - spiega Alessandro Seghi, direttore commerciale Alpitour World -. La stagione invernale, ormai ai blocchi di partenza, sarà la più importante degli ultimi anni, non solo perché le principali destinazioni sono finalmente tutte raggiungibili, ma soprattutto perché abbiamo investito su ognuna di esse con estrema determinazione, sia in termini di pianificazione aerea, sia di prodotto offerto. Riteniamo pertanto corretto condividere le tante novità messe a scaffale, gli sviluppi dei progetti di omnicanalità, i programmi di fidelizzazione rivolti alle agenzie di viaggio e ai clienti finali, oltre alle politiche commerciali che seguiremo nel corso del nuovo anno”. La partenza del roadshow segue di poco la conclusione della convention commerciale di Alpitour rivolta a tutti i key account della divisione tour operating e ai responsabili degli uffici commerciali di Torino, Milano e Pesaro. Un evento di cinque giorni, che ha avuto luogo in Egitto, tra Marsa Matrouh e Il Cairo, durante il quale la direzione generale e le differenti direzioni aziendali hanno condiviso i risultati dell’ultima stagione, gli sviluppi in corso, gli obiettivi futuri, nonché le diverse strategie che saranno adottate nel prossimo anno.   [post_title] => Parte domani il roadshow Alpitour. Seghi: il prossimo sarà un inverno importante [post_date] => 2022-10-05T10:00:35+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664964035000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431651 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Croatia Airlines cambia passo e punta ad una flotta composta da soli Airbus A220 entro il 2026. La compagnia aerea, che attualmente opera con una flotta composta da cinque Airbus A319-100, un Airbus A320-200 e sei De Havilland Canada DHC-8-402, ha annunciato la firma dell'accordo con Airbus per l'acquisto di sei velivoli A220. Intanto, durante la stagione invernale 2022-23, Croatia Airlines prevede di collegare la Croazia con 13 destinazioni internazionali e di operare voli su un totale di 19 rotte internazionali. In particolare, il vettore conta di effettuare più di 8.500 voli di linea e di offrire circa 869.000 posti, con un aumento del 28% del numero di voli e posti offerti quest'inverno rispetto al numero di voli e posti offerti nell'orario invernale 2021/2022.    Da Zagabria il network include le città di Amsterdam, Vienna, Bruxelles, Dublino, Francoforte, Copenaghen, Londra (Heathrow), Monaco, Parigi, Roma (via Spalato), Sarajevo, Skopje e Zurigo. Da Spalato, invece, sono previsti voli per quattro destinazioni internazionali: giornalieri per Monaco di Baviera giornalieri per Francoforte, giornalieri per Roma e due volte a settimana per Zurigo. Oltre ad ampliare la propria rete di voli internazionali, Croatia Airlines continua a mantenere la connettività aerea delle città e delle regioni croate offrendo voli interni di linea da e per 5 aeroporti croati (Zagabria, Spalato, Dubrovnik, Zara e Pola). [post_title] => Croatia Airlines punta su una flotta di soli Airbus A220 entro il 2026 [post_date] => 2022-10-05T09:17:35+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664961455000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "blu hotels dal 4 dicembre al via la stagione invernale delle strutture montane" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":67,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1311,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431778","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'Irlanda si affaccia sull'inverno forte di numerosi collegamenti aerei dall'Italia, che la rendono una destinazione facilmente raggiungibile lungo tutto l'arco dell'anno. Oltre ai numerosi voli Aer Lingus e Ryanair, raggiunti i livelli 2019, quest’anno verranno lanciati nuovi voli della low cost irlandese, Genova-Dublino, attivo due volte alla settimana, dal 30 ottobre, e Roma Fiumicino-Cork, altro bisettimanale, in partenza dal 31 ottobre. Una grande novità, che si aggiunge alle rotte già attive da Milano Bergamo e da Venezia a Cork, che in passato operavano solo d’estate ed ora saranno attive anche in inverno. Altro cruciale collegamento sarà il ritorno del volo Milano Bergamo-Belfast, operato sempre da Ryanair due volte alla settimana a partire dal 31 marzo 2023. In attesa dei dati definitivi sulla stagione 2022, il Turismo Irlandese stima fin d'ora che a livello complessivo i numeri prodotti dall’Europa si avvicinano a quelli del 2019: a inizio settembre i visitatori europei sono stati 2.257.000 e ad agosto 396.000, con un 8% in meno rispetto allo stesso mese del 2019. \r\n\r\nL'ente parteciperà al prossimo Ttg Travel Experience, dove insieme ai partner locali, metterà in risalto i temi chiave della promozione 2023: sostenibilità, natura, soft adventure e outdoor, vacanze esclusive, cultura, golf e soggiorni di alta gamma.\r\n\r\n\"Ci saranno poi eventi davvero per tutti i gusti, nuovi voli, “Winter in Dublin” e una fine dell’anno con sorprese straordinarie: tutti questi elementi proiettano l’Irlanda tra i Paesi più interessanti per una vacanza invernale ideale per differenti target - commenta Marcella Ercolini, direttrice di Turismo Irlandese in Italia -. L’Italia è in linea con la buona prestazione dell’area europea che, come evidenziano le statistiche, è quella che ha prodotto i numeri migliori su scala mondiale. Non possiamo ancora isolare dei dati precisi, ma la rete dei collegamenti dall’Italia ha raggiunto i livelli del 2019, garantendo quindi un cospicuo numero di voli verso l’Irlanda. I primi feedback dal trade e dalle compagnie aeree sono incoraggianti, e aspettiamo i dati definitivi per una valutazione puntuale sulla performance dell’anno”. ","post_title":"Irlanda anche d'inverno con i nuovi voli dall'Italia. Promozione 2023, dalla cultura al golf","post_date":"2022-10-06T11:18:25+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1665055105000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431752","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si è appena concluso Futuriamo: l'evento di team building organizzato da Futura Vacanze presso il cilentano Futura Club Eleamare, ultima new entry in ordine di tempo della stagione 2022. L'appuntamento ha visto il coinvolgimento di tutto il personale del to e della rappresentanza della società di gestione Fv Hotels, con la presenza di direttori, capi ricevimento, chef, maitre e staff alberghiero per un totale di oltre 100 persone. Presente, naturalmente, anche tutto il board direzionale del gruppo.\r\n\r\nFortemente voluta, questa tre giorni di team building è stata pensata anche come una preziosa occasione per stare insieme e festeggiare i traguardi raggiunti. Attività e sfide a squadre, momenti di intrattenimento con show e party serali sono state affidate alla conduzione di Art Swiss, società di animazione di riferimento dell’operatore. L’evento è stato poi una bella occasione per fare un bilancio sulle strutture a gestione diretta e premiare i migliori risultati ottenuti per singolo villaggio, secondo gli indici di gradimento dei clienti raccolti nel corso della stagione.\r\n\r\n“Dopo questi due anni di pandemia, molto difficili, trovare le motivazioni per ripartire è stato complicato e complesso per l’intero comparto - spiega l'amministratore unico di Futura Vacanze, Stefano Brunetti  -. Il nostro gruppo però ha reagito bene e gran parte del merito di tutto ciò è anche del personale e di tutto lo staff. Quest’anno, abbiamo superato qualunque traguardo in termini di fatturato e presenze. La distribuzione e i clienti hanno potuto scegliere tra ben 20 Futura Club, il numero passeggeri è arrivato a quota 150 mila e la società di gestione del gruppo oggi conta 1.500 camere in Italia\".\r\n\r\nEmozioni condivise tra dipendenti e collaboratori per festeggiare la stagione appena conclusa e per guardare tutti insieme al futuro e ai prossimi obiettivi. “Abbiamo fortemente voluto questo evento perché desideravamo ringraziare in un momento speciale i dipendenti e tutto lo staff per l’ottimo lavoro svolto - aggiunge il direttore operativo, Emanuela di Giuseppe -. Futuriamo si è dimostrata un’importante occasione per stare insieme, conoscersi meglio e divertirsi. Inaugura, quindi, una nuova tradizione per la nostra azienda, destinata a ripetersi ogni anno”.\r\n\r\n ","post_title":"Futura Vacanze: un evento di team building per celebrare quota 150 mila pax","post_date":"2022-10-06T09:42:08+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1665049328000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431747","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sarà un inverno particolarmente freddo per quasi tutte le compagnie aeree decollate negli ultimi due-tre anni. Flyr, Norse Atlantic e Norwegian affrontano con più di una preoccupazione i prossimi mesi che, già tradizionalmente caratterizzati da minor traffico, devono anche tenere in considerazione le sfide aggiuntive, dagli elevati costi del carburante all'inflazione.\r\n\r\nLa start-up norvegese Flyr - decollata nel giugno 2021 - ha già anticipato che l'operativo invernale sarà drasticamente ridotto: invece di operare con i 12 velivoli previsti, nei cieli ce ne saranno solo cinque o sei e sospenderà i voli verso tutti i mercati chiave, tranne alcuni - tra cui Alicante, Barcellona, Parigi e Roma - delle 27 destinazioni servite a settembre. I tagli mirano a dimezzare le spese e a ridurre al minimo la liquidità. \"Ci è voluto più tempo del previsto per fidelizzare i viaggiatori d'affari sulle rotte nazionali in Norvegia, dove i vettori storici mantengono ampie quote di mercato\", ha dichiarato il ceo Tonje Wikstrøm Frislid.\r\n\r\nNorse Atlantic Airways, altro vettore norvegese, sospenderà i collegamenti per Los Angeles da Berlino e Oslo per l'inverno - rotte originariamente pianificate per tutto l'anno - con una riduzione del 28% della capacità pianificata per il periodo novembre-marzo. \"La stagione invernale è storicamente più impegnativa per il settore e quest'anno deve affrontare l'onere aggiuntivo dei prezzi elevati del carburante, dell'inflazione crescente nei mercati in cui operiamo e dell'incertezza della domanda complessiva\", ha dichiarato un portavoce di Norse. \r\n\r\nIn controtendenza l'andamento previsto da Play, altra start-up nordica che ha debuttato nel giugno 2021: il ceo, Birgir Jónsson, come riferito da Airline Weekly ha dichiarato che il vettore ha \"prospettive positive\" per l'inverno, specie sulle rotte transatlantiche verso gli Stati Uniti. La domanda continua a crescere grazie alla \"fiducia dei consumatori nei viaggi\" e Play prevede un continuo aumento del load factor durante le vacanze invernali e nel 2023. \r\n\r\nNorwegian non ha aggiornato le sue previsioni per l'inverno dalla fine di agosto. All'epoca, i dirigenti avevano dichiarato di aver assistito a un \"normale\" rallentamento delle prenotazioni a partire dall'estate rispetto agli anni precedenti alla pandemia. Norwegian ha pianificato di ridurre stagionalmente la sua capacità invernale di circa il 28%, concentrandosi sulla redditività.\r\n\r\n ","post_title":"Da Flyr a Norse Atlantic: sarà un inverno lungo e più difficile del previsto per le start-up","post_date":"2022-10-06T09:30:27+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1665048627000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431739","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Korean Air è tornata a volare nei cieli italiani, con collegamenti diretti su Seul da Milano e Roma,  a frequenza trisettimanale: da Malpensa, mercoledì, venerdì e domenica e da Fiumicino martedì, giovedì e sabato. Con l'entrata in vigore dell’orario invernale, su Malpensa dal 2 novembre sarà operativo il Boeing 787-9 con 24 posti in business e 245 in economica, da gennaio e fino alla fine di marzo è previsto l’utilizzo del B777-200 con 26 posti in business e 225 in economy; da Roma in inverno opererà il B777-300 con 64 posti business e 227 in economy. Al momento i voli non dispongono della first class.\r\n\r\n“I due collegamenti si distinguono per la tipologia di traffico - sottolinea Mihyang Seo, responsabile ufficio Korean Air Milano - I voli da Milano sono caratterizzati principalmente da una clientela business, che rappresenta la domanda del mercato del Nord Italia, mentre Roma risponde al flusso leisure”.\r\n\r\nIntanto, la flotta di 155 aeromobili con cui Korean ha trasportato nel 2019 oltre 27 milioni di passeggeri su 120 città in 43 paesi del mondo, sta ritornando alla normalità, dopo il difficile periodo della pandemia. “Non sono state ancora riaperte tutte le destinazioni. Stiamo lavorando per riattivare gradualmente tutto il network. Incrementeremo le frequenze settimanali e l’arrivo di nuovi aeromobili” sottolinea Gianfranco Antonello Pizzolla, ufficio commerciale Korean Air.\r\n\r\nProspettive positive anche per l'aeroporto di Seul, che si è riscoperto come hub ideale sull’Asia. “Una novità da cui dobbiamo trarre vantaggio considerando la situazione asiatica, al momento stagnante – conclude Pizzolla -. Korean Air è molto appetibile, sia per la qualità dei servizi, sia per l’ampiezza del network. Abbiamo avuto ottime vendite sui proseguimenti per Bali, Ho Chi Minh, Hanoi, Manila e Sydney”.","post_title":"Korean Air vola di nuovo dall'Italia verso Seul, hub ideale sull'Asia","post_date":"2022-10-06T09:07:58+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1665047278000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431700","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_422793\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Da sinistra, il responsabile booking e operativo Volonline, Luca Frolino, Luca Adami, la project manager Teorema, Gessica Di Natale e Luigi Deli, al momento della presentazione del brand Teorema lo scorso aprile[/caption]\r\n\r\nSono mar Rosso, Messico, Repubblica Dominicana, Cuba e, nell’oceano Indiano, le Maldive, le destinazioni più richieste per l'autunno inverno di Teorema Vacanze. Per quanto riguarda invece gli altri due brand della compagnia fondata da Luigi Deli, Volonclick registra una crescita esponenziale per il corto raggio sulle capitali europee in generale, ma anche un crescente interesse per gli Emirati Arabi, tra cui Abu Dhabi e Dubai, e per Sharm El Sheik e il Marocco. Infine, Volonline conferma richieste su destinazioni di lungo raggio, e in particolare oceano Indiano, Medio Oriente, Stati Uniti e Africa, soprattutto Sud Africa. L’unica area che stenta ancora a riprendersi è quella dell’Estremo Oriente, semplicemente perché i paesi hanno aperto tardi al turismo rispetto ad altre aree nel mondo.\r\n\r\nIl gruppo Volonline sarà quindi presente alla fiera di Rimini dal 12 al 14 ottobre (pad C3 - stand 185-186), insieme al network partecipato Mister Holiday, per presentare le novità delle stagione in arrivo. \"Avendo peraltro già caricato da fine luglio su tutte le piattaforme del gruppo gran parte delle proposte per le partenze invernali e per le festività - sottolinea il cmo e cto, Luca Adami -, le prenotazioni sono partite a fine agosto, in modo decisamente positivo con numeri importanti per tutti e tre i marchi”.\r\n\r\n“Nelle ultime settimane, però, abbiamo notato un forte aumento delle prenotazioni sotto data e un ritardo generalizzato nelle prenotazioni su Natale e Capodanno, probabilmente dovuto a una serie di fattori esterni di incertezza come la crisi energetica, l’aumento del costo dei voli, il cambio alla pari tra euro e dollaro Usa - osserva al contempo Deli, come aveva già rivelato in una precedente intervista con noi di Travel Quotidiano in cui però si mostrava leggermente meno ottimista. \"In ogni caso - prosegue infatti il ceo - si tratta di un ritardo che sta interessando tutto il comparto dei viaggi organizzati. Siamo dunque fiduciosi, in quanto se gli indici saranno anche solo paragonabili a quelli del sotto data ci aspettano mesi veramente interessanti. Porteremo perciò in fiera le nostre novità, puntando sulla programmazione autunno inverno di Teorema Vacanze con le partenze settimanali e le nuove linee di prodotto che abbiamo appena finalizzato come i tour e gli itinerari. Per Volonclick presenteremo nuovi strumenti dedicati alle agenzie di viaggi per semplificare il loro lavoro”.\r\n\r\n ","post_title":"Volonline: molto sotto data ma la fiducia sulla stagione invernale resta alta","post_date":"2022-10-05T12:59:39+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664974779000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431694","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Croazia, meta ideale da scoprire sulle due ruote di una bicicletta: dalle strade sterrate a quelle asfaltate, ci sono percorsi adatti per tutti gusti, sia per ciclisti amatoriali che per atleti professionisti.\r\nPartendo dall'Istria, la penisola più conosciuta per i ciclisti in Croazia, è possibile esplorare l'interno o scendere alle profumate isole del Quarnaro. Il Gorski kotar e le strade storiche della Lika conducono ai passi più alti e alle splendide montagne del Carso Dinarico. E quando la vista si estende fino al mare, la corsa diventa particolarmente magica.\r\nAl contrario, i campi di grano dorati della Slavonia raccontano storie bellissime: la Croazia Centrale ha un paesaggio collinare; i suoi castelli, manieri e chiese raccontano storie del passato e conducono all’oasi ciclistica urbana di Zagabria. \r\nE' in calendario per il prossimo 8 ottobre, a Parenzo, l'evento sportivo, “Istria300”, un percorso lungo fino a 300 chilometri, che parte e termina in questa cittadina costiera, dopo aver attraversato alcuni dei più bei percorsi della regione, alla scoperta di località spettacolari che garantiranno un’esperienza ciclistica indimenticabile.","post_title":"La Croazia vista dalle due ruote di una bici: i percorsi più belli, dall'Istria alla Slavonia","post_date":"2022-10-05T11:46:05+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664970365000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431635","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Engadina è una terra affascinante: laghi, valli e montagne che d’inverno si coprono di una coltre di neve per offrire sport di ogni tipo. E tra tanta bellezza, circondato da grandi spazi, si erge a Celerina il Cresta Palace, una struttura che risale al 1906 e ha poi saputo rinnovarsi, preservando lo stile e la bellezza antichi ma offrendo ai suoi ospiti ogni comodità. Le 90 stanze dell’hotel, 40 delle quali completamente rinnovate la scorsa estate, sono arredate in una diversa nuance di colore su ciascuno dei quattro piani e si affacciano su un panorama adatto al golf e alle escursioni durante l’estate e perfetto per gli sport sul ghiaccio e lo sci invernali, con un comodo ski-in e ski-out e anche la scuola-sci.\r\n\r\n«Il mercato italiano per noi è molto importante - spiega il direttore Markus Tauss -. Dopo il periodo della pandemia il Cresta Palace riapre agli ospiti stranieri e, in particolare, proprio agli italiani, che possono raggiungere la destinazione in due ore e mezza in macchina ma anche viaggiando fino all’antica stazione di Celerina (1903) a bordo del Trenino Rosso del Bernina, gestito dalla Ferrovia Retica».\r\n\r\nIl Cresta Palace è connesso all’area sciistica di St.Moritz e ci sono 250 chilometri di percorso per lo sci di fondo. Nel pomeriggio, dopo le diverse attività, si può apprezzare una pausa coffee&cake ascoltando il pianoforte, prenotare lezioni di yoga e diverse attività di fitness o visitare i laghi in sella a una bicicletta elettrica. Il Cresta Palace accoglie con gioia tutti gli ospiti offrendo uno spazio per i bambini, una rilassante area wellness e ben cinque differenti ristoranti, capaci di rispondere a ogni esigenza e con una curata offerta f&b.","post_title":"Lo svizzero Cresta Palace riapre agli stranieri dopo un'importante restyling di 40 delle sue camere","post_date":"2022-10-05T10:34:39+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664966079000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431656","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Partirà domani, per concludersi a fine novembre, il nuovo roadshow della direzione commerciale di Alpitour: 25 tappe, in altrettante città italiane, con oltre 2 mila agenti di viaggio attesi per presentare le principali novità invernali che caratterizzeranno i singoli cluster, Mainstream, Seamless e Specialties. Un evento che vuol essere innanzitutto un’occasione di contatto e scambio per affrontare con energia ed entusiasmo la prossima stagione ricca di stimolanti obiettivi.\r\n\r\n“Nel corso di questi ultimi due anni, nonostante le difficoltà legate al periodo pandemico, abbiamo sempre continuato a organizzare incontri di formazione in presenza per non perdere i contatti con le agenzie di viaggio - spiega Alessandro Seghi, direttore commerciale Alpitour World -. La stagione invernale, ormai ai blocchi di partenza, sarà la più importante degli ultimi anni, non solo perché le principali destinazioni sono finalmente tutte raggiungibili, ma soprattutto perché abbiamo investito su ognuna di esse con estrema determinazione, sia in termini di pianificazione aerea, sia di prodotto offerto. Riteniamo pertanto corretto condividere le tante novità messe a scaffale, gli sviluppi dei progetti di omnicanalità, i programmi di fidelizzazione rivolti alle agenzie di viaggio e ai clienti finali, oltre alle politiche commerciali che seguiremo nel corso del nuovo anno”.\r\n\r\nLa partenza del roadshow segue di poco la conclusione della convention commerciale di Alpitour rivolta a tutti i key account della divisione tour operating e ai responsabili degli uffici commerciali di Torino, Milano e Pesaro. Un evento di cinque giorni, che ha avuto luogo in Egitto, tra Marsa Matrouh e Il Cairo, durante il quale la direzione generale e le differenti direzioni aziendali hanno condiviso i risultati dell’ultima stagione, gli sviluppi in corso, gli obiettivi futuri, nonché le diverse strategie che saranno adottate nel prossimo anno.\r\n\r\n ","post_title":"Parte domani il roadshow Alpitour. Seghi: il prossimo sarà un inverno importante","post_date":"2022-10-05T10:00:35+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664964035000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431651","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Croatia Airlines cambia passo e punta ad una flotta composta da soli Airbus A220 entro il 2026. La compagnia aerea, che attualmente opera con una flotta composta da cinque Airbus A319-100, un Airbus A320-200 e sei De Havilland Canada DHC-8-402, ha annunciato la firma dell'accordo con Airbus per l'acquisto di sei velivoli A220.\r\n\r\nIntanto, durante la stagione invernale 2022-23, Croatia Airlines prevede di collegare la Croazia con 13 destinazioni internazionali e di operare voli su un totale di 19 rotte internazionali. In particolare, il vettore conta di effettuare più di 8.500 voli di linea e di offrire circa 869.000 posti, con un aumento del 28% del numero di voli e posti offerti quest'inverno rispetto al numero di voli e posti offerti nell'orario invernale 2021/2022. \r\n\r\n \r\n\r\nDa Zagabria il network include le città di Amsterdam, Vienna, Bruxelles, Dublino, Francoforte, Copenaghen, Londra (Heathrow), Monaco, Parigi, Roma (via Spalato), Sarajevo, Skopje e Zurigo.\r\n\r\nDa Spalato, invece, sono previsti voli per quattro destinazioni internazionali: giornalieri per Monaco di Baviera giornalieri per Francoforte, giornalieri per Roma e due volte a settimana per Zurigo.\r\n\r\nOltre ad ampliare la propria rete di voli internazionali, Croatia Airlines continua a mantenere la connettività aerea delle città e delle regioni croate offrendo voli interni di linea da e per 5 aeroporti croati (Zagabria, Spalato, Dubrovnik, Zara e Pola).","post_title":"Croatia Airlines punta su una flotta di soli Airbus A220 entro il 2026","post_date":"2022-10-05T09:17:35+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664961455000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti