6 October 2022

Alitalia: 373 milioni di euro di rimborsi effettuati da febbraio 2020

[ 0 ]

Contrariamente a molte altre compagnie aeree, Alitalia sta continuando pagare i rimborsi. Infatti da metà febbraio fino al 27 dicembre, Alitalia ha evaso 1 milione e 369 mila richieste di rimborso avanzate dai propri clienti, per un valore di 373,8 milioni di euro di biglietteria non utilizzata, di cui circa 79,8 milioni di euro è l’ammontare degli oltre 362 mila voucher emessi, numero che include più di 47.400 voucher nei quali Alitalia ha riconosciuto un valore maggiorato rispetto a quanto originariamente pagato dal passeggero. Lo si legge in una nota della compagnia, in riferimento alla gestione dell’emergenza Covid.

 “L’impatto sul trasporto aereo generato dalla pandemia da Covid-19 – scrive in una nota la compagnia – ha fatto sì che Alitalia abbia dovuto rivedere più volte i propri programmi operativi in funzione delle restrizioni ai collegamenti aerei e dei mutati comportamenti di viaggio, adattando la propria offerta di voli al significativo calo della domanda che tuttora persiste. Ciò ha generato un volume di richieste di assistenza e rimborso del tutto eccezionale”




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431780 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Al via la nuova promo di Boscolo Tours destinata ai clienti delle agenzie di viaggio che da oggi fino al 23 ottobre prenoteranno i tour in partenza a dicembre: tutte le prenotazioni effettuate nel periodo indicato includeranno l’assicurazione Zero Rischi in omaggio, a garanzia di una copertura completa contro ogni imprevisto prima e durante il viaggio, incluso il rimborso integrale delle penali in caso di annullamento o interruzione. Un ulteriore strumento che Boscolo dedica al trade per supportare gli agenti nelle vendite degli ultimi mesi dell’anno sulle partenze tradizionali del periodo: dai mercatini di Natale in Italia e in Europa alle mete da scoprire nelle feste di fine anno, con molte proposte di viaggi guidati non solo nelle più belle regioni del nostro paese e tra le capitali del vecchio continente ma anche nei luoghi più suggestivi proposti dal catalogo Boscolo in Egitto, Giordania, Marocco e nella gettonatissima Turchia.   [post_title] => Boscolo: polizza Zero Rischi inclusa per le prenotazioni fino a 23 ottobre su partenze a dicembre [post_date] => 2022-10-06T10:51:25+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665053485000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431580 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ha aperto i propri battenti lo scorso 29 agosto il nuovo nhow Frankfurt: situata nel distretto bancario occidentale della città, la seconda struttura del brand unconventional del gruppo spagnolo in Germania è ispirata al tema dell'Arte del denaro. I suoi spazi sono stati ricavati all'interno della One Tower di Ca Immo da 190 metri di altezza e si distribuiscono su 14 dei 47 piani totali del grattacielo, per un totale di 375 camere. L’interior design è firmato dallo studio spagnolo Rafael de La Hoz e dall'artista di murales David Zuker, che per le pareti e i soffitti dell'albergo hanno interpretato il concept dedicato all’arte del denaro, attraverso la decorazione di banconote in stile pop-art. Fiore all'occhiello dell'nhow Frankfurt è l’Nft Skybar & Restaurant, il rooftop bar più alto della Germania grazie alla sua posizione davvero unica: si trova, infatti, in cima alla One Tower, al quarantasettesimo piano, e offre una vista panoramica a 360 gradi sullo skyline della città. Il nuovo skybar, che verrà inaugurato questo autunno, andrà a completare l'offerta food&beverage dell’hotel, disponibile presso il Gold bar e café Rich Barista, nonché nel ristorante Kantine. Tra gli altri servizi, anche un'area benessere con due saune e una sala fitness, oltre a 18 sale meeting. [post_title] => L'arte del denaro è l'ispirazione del nuovo nhow Frankfurt e del suo rooftop bar più alto di Germania [post_date] => 2022-10-04T10:23:59+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664879039000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431437 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Swissport ha rilevato le attività di assistenza a terra dell'aeroporto di Milano-Linate da Alitalia - Società Aerea Italiana in amministrazione straordinaria - e dal 1° ottobre 2022 fornirà i servizi di Ground handling dell'aeroporto, tra cui check-in, operazioni di imbarco, ospitalità nelle lounge aeroportuali e servizi lost & found.  A Milano, Swissport supporterà Ita Airways con servizi di alta qualità ed efficienza. "Siamo onorati di servire ITA Airways anche all’aeroporto di Milano", afferma Marina Bottelli, Direttore Generale Italia di Swissport. "Questo è un ulteriore passo avanti nella nostra strategia di espansione in Italia e siamo molto contenti di dare il benvenuto a 104 ex dipendenti Alitalia. Poter contare sulla loro professionalità sarà fondamentale per il successo delle nostre operazioni a Milano Linate". Il 14 luglio scorso, Swissport ha iniziato a fornire servizi di assistenza a terra presso il più grande hub italiano, Roma-Fiumicino, e alla fine di agosto aveva già assistito oltre 900.000 passeggeri e gestito 7.225 voli per 42 compagnie aeree. Swissport ha esordito con successo in Italia, dimostrando da subito la propria capacità di avviare le operazioni in qualsiasi aeroporto in modo rapido e affidabile o di saper rilevare la gestione di servizi aeroportuali senza interruzioni delle attività, anche in presenza di un elevato volume di passeggeri durante la stagione estiva. Continuare a espandersi in altri aeroporti italiani rientra nei piani di crescita di Swissport che in poco più di 25 anni ha visto l'azienda trasformarsi da piccolo operatore locale in Svizzera a leader mondiale dei servizi di trasporto aereo. Con Linate, Swissport è ora presente in 288 aeroporti di 45 Paesi in sei continenti. [post_title] => Swissport ha acquisito da Alitalia l'assistenza a terra dell'aeroporto di Linate [post_date] => 2022-09-30T10:58:50+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664535530000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431217 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A fine anno sono previsti in Adriatico 3,3 milioni di crocieristi movimentati (imbarchi, sbarchi e transiti), in crescita del 232% sul 2021 grazie a 2.936 accosti di navi da crociera (+195% sul 2021). Un dato positivo, certo, ma ancora lontano da quello del 2019, quando i numeri parlavano di ben 5,7 milioni di passeggeri movimentati nella medesima area. Il podio della classifica 2022 vede quindi Corfù al primo posto con oltre mezzo milione di passeggeri previsti e 411 toccate nave, davanti a Kotor (400 mila passeggeri movimentati e 440 toccate nave) e Trieste (380 mila passeggeri movimentati e 230 accosti). A livello di Paesi, la previsione per la chiusura d’anno vede quindi l’Italia confermarsi al primo posto per numero di passeggeri movimentati (1,36 milioni, pari al 40% del totale), davanti a Croazia (900 mila passeggeri) e Grecia (560 mila passeggeri). La Croazia, invece, registrerà a fine 2022 il numero più alto di toccate nave (995) davanti all’Italia (927) e al Montenegro (453). Sono alcuni dei dati della nuova edizione dell'Adriatic Sea Tourism Report che, insieme alle previsioni per il 2023, verranno presentati da Risposte Turismo in occasione della quinta edizione di Adriatic Sea Forum – Cruise, Ferry, Sail & Yacht, organizzato a Bari dal 6 al 7 ottobre dalla stessa Risposte Turismo, in partnership con l'Autorità di sistema portuale del mar Adriatico meridionale e Pugliapromozione. Lanciato nel 2013, il forum vedrà la partecipazione di operatori dei settori crociere, traghetti e nautica provenienti dai sette Paesi che si affacciano sull’Adriatico (Italia, Albania, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Grecia, Montenegro e Slovenia). «La nuova edizione dell’Adriatic Sea Forum giunge in un momento particolarmente significativo per il comparto, nel quale la sfida, ancor più del passato, si gioca sulla capacità di attrazione della domanda, dunque dei turisti, nell’area adriatica - dichiara Francesco di Cesare, presidente Risposte Turismo - Nei due giorni del forum porremo agli operatori e ai rappresentanti di enti di governo una serie di temi e quesiti per comprendere quali potranno essere le future traiettorie di sviluppo di questi settori in Adriatico, e ascolteremo intenzioni, progetti, programmi e istanze che dovrebbero segnare le prossime dinamiche e consentire il raggiungimento di nuovi e più ambiziosi risultati». Tra gli altri dati del rapporto, si segnalano anche quelli sul segmento dei traghetti e degli aliscafi: i primi numeri dell'Adriatic Sea Tourism Report mostrano a fine 2022 nei porti adriatici quasi 18 milioni di passeggeri movimentati (+26% sul 2021 e risultato vicino ai 20 milioni - numeri record - registrati nel 2019). A fine 2022 Bari si confermerà inoltre primo porto in Adriatico per passeggeri movimentati su rotte internazionali (quasi 800 mila), davanti a Durazzo e Ancona che si contenderanno la seconda posizione con circa 690 mila passeggeri movimentati. Da segnalare come per tutti e tre i porti la movimentazione ferry si sviluppi per il 100% su rotte internazionali. Passando infine alla nautica, secondo i dati elaborati da Risposte Turismo in Adriatico sono attive 337 strutture per quasi 80 mila posti barca (79.171). L’Italia conferma la propria leadership grazie a 189 strutture attive (56% delle marine presenti nell’area, per un totale di 49 mila posti barca, 62% del totale), davanti a Croazia (126 strutture per quasi 21 mila posti barca) e Montenegro (8 strutture per 3.545 posti barca). Il turismo nautico in Adriatico mostra, nel quadriennio 2019 – 2022, una crescita complessiva nel numero di marine, porti turistici e posti barca. Nel periodo, infatti, sono state aperte otto nuove strutture nautiche (tre in Croazia, due in Italia e in Montenegro e una in Grecia), per un totale di quasi 4 mila nuovi posti barca. «Nonostante le incertezze che pesano sul contesto internazionale – conclude di Cesare - il turismo ha dato evidenti segnali di ripresa in questo 2022 e il maritime tourism, con le sue componenti, spicca per dinamicità. Negli scorsi mesi abbiamo registrato attraverso i nostri lavori di ricerca una intensa accelerazione sul fronte degli investimenti, con l’offerta nautica, di traghetti e crociere che tanto sul fronte porti e marine che su quello delle compagnie di navigazione sta alzando man mano il livello qualitativo, con una grande attenzione anche al tema della salvaguardia dell’ambiente». [post_title] => All'Adriatic Sea Forum di Bari i dati del report ad hoc di Risposte Turismo [post_date] => 2022-09-28T10:06:57+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664359617000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430768 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un'altra svolta interessante per Msc della famiglia Aponte. Secondo fonti accreditate la compagnia starebbe guardando ai treni di Italo per espandere i suoi investimenti nella logistica e nel trasporto passeggeri verso i porti italiani. Un un accordo che potrebbe aggirarsi tra i 6 e i 7 miliardi di euro. È quanto apprende il Corriere della Sera da fonti finanziarie e industriali a conoscenza del dossier. Non è al momento chiaro se ci siano stati dei contatti ufficiali tra Msc e Global Infrastructure Partners, fondo proprietario di Italo. Si apprende che all’alta velocità ferroviaria la famiglia Aponte starebbe pensando dalla scorsa primavera. Piani di espansione I piani potenziali di Msc si incrociano con l’indiscrezione pubblicata dall’agenzia Bloomberg sulla possibilità per Global Infrastructure Partners di vendere la società di trasporto per 4 miliardi di euro, anche se la notizia è stata poi ridimensionata da ambienti interni a GIP. Le fonti finanziarie alzano l’asticella ad almeno 5 miliardi ai quali Msc potrebbe affiancare un «premio» del 25-30%, per un valore complessivo di 6,5 miliardi di euro. Nei progetti dell'azienda di Aponte l’inserimento di Italo nel proprio portafoglio si affiancherebbe alle mire su Ita Airways, la compagnia aerea tricolore che ha preso il posto di Alitalia nell’ottobre 2021. Ma la scelta del Mef di preferire l’offerta rivale di Certares a quella di Msc e Lufthansa ha fatto congelare, al momento, questo piano. Anche se le stesse fonti spiegano che Msc tiene ancora aperto il dossier Ita nella speranza che salti la trattativa dei rivali. [post_title] => Msc non si ferma più e potrebbe puntare decisamente su Italo [post_date] => 2022-09-20T11:43:14+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663674194000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430561 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Aegean è tornata all'utile nel secondo trimestre 2022, dopo aver triplicato i ricavi sulla scia della significativa ripresa della domanda. I ricavi sono saliti a 327 milioni di euro, +201% rispetto all'analogo periodo del 2021.  Il traffico passeggeri è cresciuto del +171% raggiungendo quota 3,3 milioni, con un load factor del 79,2%, 23 punti percentuali in più rispetto al secondo trimestre del 2021. Nei tre mesi da aprile a giugno, Aegean ha operato con livelli di capacità all'86% dei livelli pre-pandemia. Nonostante il costo del carburante più che raddoppiato (rispetto al 2019), il Gruppo ha registrato un utile prima delle imposte di 17,7 milioni di euro e un profitto netto di 10,8 milioni di euro. Complessivamente, nel primo semestre dell'anno, i ricavi consolidati sono aumentati del 193%, il traffico passeggeri del 187% e i posti disponibili del 101% rispetto al primo semestre del 2021. Nel primo semestre del 2022 le perdite al netto delle imposte sono state pari a 27,7 milioni di euro. Commentando i dati del trimestre, il ceo della compagnia Dimitris Gerogiannis, ha sottolineato che "Questo trend positivo è proseguito durante i mesi estivi, dove abbiamo offerto il 98% del numero di posti pre-pandemia e abbiamo raggiunto load factor dell'84% e 3,2 milioni di passeggeri nei due mesi di luglio e agosto, supportando ulteriormente le nostre previsioni di redditività per l'esercizio 2022". [post_title] => Aegean torna all'utile nel secondo trimestre. Oltre 3,2 mln di passeggeri fra luglio e agosto [post_date] => 2022-09-16T09:06:28+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663319188000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430419 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => El Al ha punta a rimborsare entro fine 2022 un prestito di 45 milioni di dollari ottenuto dal governo israeliano per fronteggiare le conseguenze della pandemia di Covid-19. Il prestito faceva parte di un pacchetto governativo per aiutare la compagnia aerea di bandiera israeliana a superare la crisi, periodo in cui le frontiere del Paese sono state chiuse ai turisti stranieri per quasi due anni. Il Ministero delle Finanze israeliano ed El Al hanno dichiarato che il prestito sarà rimborsato due anni prima del previsto, ma come parte dell'accordo, la prevista offerta di azioni di El Al per 62 milioni di dollari sarà ritardata fino all'aprile 2023, mentre lo Stato anticiperà a El Al 20 milioni di dollari in pagamenti entro il 20 dicembre. Il rimborso del prestito consentirà inoltre al vettore di aggiornare e ampliare il network delle rotte servite, aggiungere personale, noleggiare nuovi aeromobili, investire in capitale circolante e sviluppare nuovi canali di reddito. Allo stesso tempo, la compagnia aerea israeliana non potrà pagare dividendi o riacquistare le proprie azioni fino al 2028.   [post_title] => El Al rimborsa con due anni di anticipo il prestito statale da 45 milioni di dollari [post_date] => 2022-09-14T09:15:03+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663146903000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430259 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Inizio settimana complicato per Ita Airways, costretta alla cancellazione di una parte dei suoi voli (qui l'elenco) "a seguito dell’agitazione proclamata da alcune sigle sindacali del comparto aereo, aeroportuale e indotto aeroporti per lunedì 12 settembre 2022". Come specificato dal sito della compagnia aerea, "potrebbero verificarsi alcune modifiche dell’operativo dei voli di Ita Airways. La compagnia, inoltre, si è vista costretta a cancellare alcuni voli nazionali previsti per la giornata del 12 settembre".  Il vettore precisa di aver attivato "un piano straordinario per limitare i disagi dei passeggeri, riprenotando sui primi voli disponibili il maggior numero possibile di viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni: il 43% riuscirà a volare nella stessa giornata del 12 settembre. I passeggeri che hanno acquistato un biglietto per viaggiare il 12 settembre, in caso di cancellazione o di modifica dell’orario del proprio volo, potranno cambiare la prenotazione senza alcuna penale o chiedere il rimborso del biglietto (solo nel caso in cui il volo sia stato cancellato o abbia subito un ritardo superiore alle 5 ore) fino al 19 settembre 2022".   [post_title] => Ita Airways: voli cancellati per lo sciopero odierno del comparto aereo [post_date] => 2022-09-12T09:06:54+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1662973614000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 429889 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => FlixBus viene incontro a chi viaggerà per fare ritorno al proprio luogo di residenza per votare alle prossime elezioni politiche del 25 settembre. La società rilancia l’iniziativa #IoVoglioVotare, con cui rimborserà il viaggio di andata di tutte le persone che nella settimana del voto, fra lunedì 19 settembre e domenica 25 settembre, sceglieranno di viaggiare con FlixBus. L’iniziativa è valida su tutti i collegamenti nazionali e internazionali operativi con l’Italia, e si applicherà anche ai viaggi effettuati per tornare in Sicilia in vista delle elezioni regionali del 25 settembre. «Da sempre siamo in prima linea per garantire il diritto alla mobilità al maggior numero possibile di persone, consentendo a chiunque di spostarsi in Italia e in tutto il mondo indipendentemente dalle proprie disponibilità economiche. Ora più che mai, vogliamo fare la nostra parte affinché le spese necessarie ad affrontare un viaggio non ostacolino l’esercizio di un diritto e dovere civico fondamentale quale, appunto, quello del voto. Siamo convinti che iniziative come questa costituiscano un piccolo ma indispensabile contributo al mantenimento della democrazia, e ogni apporto che saremo in grado di dare in questo senso rappresenterà una vittoria in più per il nostro Paese», ha dichiarato Andrea Incondi, managing director di FlixBus Italia. [post_title] => FlixBus rimborsa i viaggi per andare a votare con l'iniziativa #IoVoglioVotare [post_date] => 2022-09-05T09:43:47+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1662371027000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "alitalia 373 milioni di euro di rimborsi" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":27,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":558,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431780","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Al via la nuova promo di Boscolo Tours destinata ai clienti delle agenzie di viaggio che da oggi fino al 23 ottobre prenoteranno i tour in partenza a dicembre: tutte le prenotazioni effettuate nel periodo indicato includeranno l’assicurazione Zero Rischi in omaggio, a garanzia di una copertura completa contro ogni imprevisto prima e durante il viaggio, incluso il rimborso integrale delle penali in caso di annullamento o interruzione.\r\n\r\nUn ulteriore strumento che Boscolo dedica al trade per supportare gli agenti nelle vendite degli ultimi mesi dell’anno sulle partenze tradizionali del periodo: dai mercatini di Natale in Italia e in Europa alle mete da scoprire nelle feste di fine anno, con molte proposte di viaggi guidati non solo nelle più belle regioni del nostro paese e tra le capitali del vecchio continente ma anche nei luoghi più suggestivi proposti dal catalogo Boscolo in Egitto, Giordania, Marocco e nella gettonatissima Turchia.\r\n\r\n ","post_title":"Boscolo: polizza Zero Rischi inclusa per le prenotazioni fino a 23 ottobre su partenze a dicembre","post_date":"2022-10-06T10:51:25+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1665053485000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431580","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ha aperto i propri battenti lo scorso 29 agosto il nuovo nhow Frankfurt: situata nel distretto bancario occidentale della città, la seconda struttura del brand unconventional del gruppo spagnolo in Germania è ispirata al tema dell'Arte del denaro. I suoi spazi sono stati ricavati all'interno della One Tower di Ca Immo da 190 metri di altezza e si distribuiscono su 14 dei 47 piani totali del grattacielo, per un totale di 375 camere. L’interior design è firmato dallo studio spagnolo Rafael de La Hoz e dall'artista di murales David Zuker, che per le pareti e i soffitti dell'albergo hanno interpretato il concept dedicato all’arte del denaro, attraverso la decorazione di banconote in stile pop-art.\r\n\r\nFiore all'occhiello dell'nhow Frankfurt è l’Nft Skybar & Restaurant, il rooftop bar più alto della Germania grazie alla sua posizione davvero unica: si trova, infatti, in cima alla One Tower, al quarantasettesimo piano, e offre una vista panoramica a 360 gradi sullo skyline della città. Il nuovo skybar, che verrà inaugurato questo autunno, andrà a completare l'offerta food&beverage dell’hotel, disponibile presso il Gold bar e café Rich Barista, nonché nel ristorante Kantine. Tra gli altri servizi, anche un'area benessere con due saune e una sala fitness, oltre a 18 sale meeting.","post_title":"L'arte del denaro è l'ispirazione del nuovo nhow Frankfurt e del suo rooftop bar più alto di Germania","post_date":"2022-10-04T10:23:59+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664879039000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431437","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Swissport ha rilevato le attività di assistenza a terra dell'aeroporto di Milano-Linate da Alitalia - Società Aerea Italiana in amministrazione straordinaria - e dal 1° ottobre 2022 fornirà i servizi di Ground handling dell'aeroporto, tra cui check-in, operazioni di imbarco, ospitalità nelle lounge aeroportuali e servizi lost & found. \r\n\r\nA Milano, Swissport supporterà Ita Airways con servizi di alta qualità ed efficienza. \"Siamo onorati di servire ITA Airways anche all’aeroporto di Milano\", afferma Marina Bottelli, Direttore Generale Italia di Swissport. \"Questo è un ulteriore passo avanti nella nostra strategia di espansione in Italia e siamo molto contenti di dare il benvenuto a 104 ex dipendenti Alitalia. Poter contare sulla loro professionalità sarà fondamentale per il successo delle nostre operazioni a Milano Linate\".\r\n\r\nIl 14 luglio scorso, Swissport ha iniziato a fornire servizi di assistenza a terra presso il più grande hub italiano, Roma-Fiumicino, e alla fine di agosto aveva già assistito oltre 900.000 passeggeri e gestito 7.225 voli per 42 compagnie aeree. Swissport ha esordito con successo in Italia, dimostrando da subito la propria capacità di avviare le operazioni in qualsiasi aeroporto in modo rapido e affidabile o di saper rilevare la gestione di servizi aeroportuali senza interruzioni delle attività, anche in presenza di un elevato volume di passeggeri durante la stagione estiva.\r\n\r\nContinuare a espandersi in altri aeroporti italiani rientra nei piani di crescita di Swissport che in poco più di 25 anni ha visto l'azienda trasformarsi da piccolo operatore locale in Svizzera a leader mondiale dei servizi di trasporto aereo. Con Linate, Swissport è ora presente in 288 aeroporti di 45 Paesi in sei continenti.","post_title":"Swissport ha acquisito da Alitalia l'assistenza a terra dell'aeroporto di Linate","post_date":"2022-09-30T10:58:50+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664535530000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431217","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"A fine anno sono previsti in Adriatico 3,3 milioni di crocieristi movimentati (imbarchi, sbarchi e transiti), in crescita del 232% sul 2021 grazie a 2.936 accosti di navi da crociera (+195% sul 2021). Un dato positivo, certo, ma ancora lontano da quello del 2019, quando i numeri parlavano di ben 5,7 milioni di passeggeri movimentati nella medesima area. Il podio della classifica 2022 vede quindi Corfù al primo posto con oltre mezzo milione di passeggeri previsti e 411 toccate nave, davanti a Kotor (400 mila passeggeri movimentati e 440 toccate nave) e Trieste (380 mila passeggeri movimentati e 230 accosti). A livello di Paesi, la previsione per la chiusura d’anno vede quindi l’Italia confermarsi al primo posto per numero di passeggeri movimentati (1,36 milioni, pari al 40% del totale), davanti a Croazia (900 mila passeggeri) e Grecia (560 mila passeggeri). La Croazia, invece, registrerà a fine 2022 il numero più alto di toccate nave (995) davanti all’Italia (927) e al Montenegro (453).\r\n\r\nSono alcuni dei dati della nuova edizione dell'Adriatic Sea Tourism Report che, insieme alle previsioni per il 2023, verranno presentati da Risposte Turismo in occasione della quinta edizione di Adriatic Sea Forum – Cruise, Ferry, Sail & Yacht, organizzato a Bari dal 6 al 7 ottobre dalla stessa Risposte Turismo, in partnership con l'Autorità di sistema portuale del mar Adriatico meridionale e Pugliapromozione. Lanciato nel 2013, il forum vedrà la partecipazione di operatori dei settori crociere, traghetti e nautica provenienti dai sette Paesi che si affacciano sull’Adriatico (Italia, Albania, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Grecia, Montenegro e Slovenia).\r\n\r\n«La nuova edizione dell’Adriatic Sea Forum giunge in un momento particolarmente significativo per il comparto, nel quale la sfida, ancor più del passato, si gioca sulla capacità di attrazione della domanda, dunque dei turisti, nell’area adriatica - dichiara Francesco di Cesare, presidente Risposte Turismo - Nei due giorni del forum porremo agli operatori e ai rappresentanti di enti di governo una serie di temi e quesiti per comprendere quali potranno essere le future traiettorie di sviluppo di questi settori in Adriatico, e ascolteremo intenzioni, progetti, programmi e istanze che dovrebbero segnare le prossime dinamiche e consentire il raggiungimento di nuovi e più ambiziosi risultati».\r\n\r\nTra gli altri dati del rapporto, si segnalano anche quelli sul segmento dei traghetti e degli aliscafi: i primi numeri dell'Adriatic Sea Tourism Report mostrano a fine 2022 nei porti adriatici quasi 18 milioni di passeggeri movimentati (+26% sul 2021 e risultato vicino ai 20 milioni - numeri record - registrati nel 2019). A fine 2022 Bari si confermerà inoltre primo porto in Adriatico per passeggeri movimentati su rotte internazionali (quasi 800 mila), davanti a Durazzo e Ancona che si contenderanno la seconda posizione con circa 690 mila passeggeri movimentati. Da segnalare come per tutti e tre i porti la movimentazione ferry si sviluppi per il 100% su rotte internazionali.\r\n\r\nPassando infine alla nautica, secondo i dati elaborati da Risposte Turismo in Adriatico sono attive 337 strutture per quasi 80 mila posti barca (79.171). L’Italia conferma la propria leadership grazie a 189 strutture attive (56% delle marine presenti nell’area, per un totale di 49 mila posti barca, 62% del totale), davanti a Croazia (126 strutture per quasi 21 mila posti barca) e Montenegro (8 strutture per 3.545 posti barca). Il turismo nautico in Adriatico mostra, nel quadriennio 2019 – 2022, una crescita complessiva nel numero di marine, porti turistici e posti barca. Nel periodo, infatti, sono state aperte otto nuove strutture nautiche (tre in Croazia, due in Italia e in Montenegro e una in Grecia), per un totale di quasi 4 mila nuovi posti barca.\r\n\r\n«Nonostante le incertezze che pesano sul contesto internazionale – conclude di Cesare - il turismo ha dato evidenti segnali di ripresa in questo 2022 e il maritime tourism, con le sue componenti, spicca per dinamicità. Negli scorsi mesi abbiamo registrato attraverso i nostri lavori di ricerca una intensa accelerazione sul fronte degli investimenti, con l’offerta nautica, di traghetti e crociere che tanto sul fronte porti e marine che su quello delle compagnie di navigazione sta alzando man mano il livello qualitativo, con una grande attenzione anche al tema della salvaguardia dell’ambiente».","post_title":"All'Adriatic Sea Forum di Bari i dati del report ad hoc di Risposte Turismo","post_date":"2022-09-28T10:06:57+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664359617000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430768","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un'altra svolta interessante per Msc della famiglia Aponte. Secondo fonti accreditate la compagnia starebbe guardando ai treni di Italo per espandere i suoi investimenti nella logistica e nel trasporto passeggeri verso i porti italiani. Un un accordo che potrebbe aggirarsi tra i 6 e i 7 miliardi di euro. È quanto apprende il Corriere della Sera da fonti finanziarie e industriali a conoscenza del dossier. Non è al momento chiaro se ci siano stati dei contatti ufficiali tra Msc e Global Infrastructure Partners, fondo proprietario di Italo. Si apprende che all’alta velocità ferroviaria la famiglia Aponte starebbe pensando dalla scorsa primavera.\r\nPiani di espansione\r\nI piani potenziali di Msc si incrociano con l’indiscrezione pubblicata dall’agenzia Bloomberg sulla possibilità per Global Infrastructure Partners di vendere la società di trasporto per 4 miliardi di euro, anche se la notizia è stata poi ridimensionata da ambienti interni a GIP. Le fonti finanziarie alzano l’asticella ad almeno 5 miliardi ai quali Msc potrebbe affiancare un «premio» del 25-30%, per un valore complessivo di 6,5 miliardi di euro.\r\n\r\nNei progetti dell'azienda di Aponte l’inserimento di Italo nel proprio portafoglio si affiancherebbe alle mire su Ita Airways, la compagnia aerea tricolore che ha preso il posto di Alitalia nell’ottobre 2021. Ma la scelta del Mef di preferire l’offerta rivale di Certares a quella di Msc e Lufthansa ha fatto congelare, al momento, questo piano. Anche se le stesse fonti spiegano che Msc tiene ancora aperto il dossier Ita nella speranza che salti la trattativa dei rivali.","post_title":"Msc non si ferma più e potrebbe puntare decisamente su Italo","post_date":"2022-09-20T11:43:14+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1663674194000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430561","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Aegean è tornata all'utile nel secondo trimestre 2022, dopo aver triplicato i ricavi sulla scia della significativa ripresa della domanda. I ricavi sono saliti a 327 milioni di euro, +201% rispetto all'analogo periodo del 2021. \r\n\r\nIl traffico passeggeri è cresciuto del +171% raggiungendo quota 3,3 milioni, con un load factor del 79,2%, 23 punti percentuali in più rispetto al secondo trimestre del 2021. Nei tre mesi da aprile a giugno, Aegean ha operato con livelli di capacità all'86% dei livelli pre-pandemia.\r\n\r\nNonostante il costo del carburante più che raddoppiato (rispetto al 2019), il Gruppo ha registrato un utile prima delle imposte di 17,7 milioni di euro e un profitto netto di 10,8 milioni di euro. Complessivamente, nel primo semestre dell'anno, i ricavi consolidati sono aumentati del 193%, il traffico passeggeri del 187% e i posti disponibili del 101% rispetto al primo semestre del 2021. Nel primo semestre del 2022 le perdite al netto delle imposte sono state pari a 27,7 milioni di euro.\r\n\r\nCommentando i dati del trimestre, il ceo della compagnia Dimitris Gerogiannis, ha sottolineato che \"Questo trend positivo è proseguito durante i mesi estivi, dove abbiamo offerto il 98% del numero di posti pre-pandemia e abbiamo raggiunto load factor dell'84% e 3,2 milioni di passeggeri nei due mesi di luglio e agosto, supportando ulteriormente le nostre previsioni di redditività per l'esercizio 2022\".","post_title":"Aegean torna all'utile nel secondo trimestre. Oltre 3,2 mln di passeggeri fra luglio e agosto","post_date":"2022-09-16T09:06:28+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1663319188000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430419","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"El Al ha punta a rimborsare entro fine 2022 un prestito di 45 milioni di dollari ottenuto dal governo israeliano per fronteggiare le conseguenze della pandemia di Covid-19.\r\n\r\n\r\nIl prestito faceva parte di un pacchetto governativo per aiutare la compagnia aerea di bandiera israeliana a superare la crisi, periodo in cui le frontiere del Paese sono state chiuse ai turisti stranieri per quasi due anni.\r\n\r\nIl Ministero delle Finanze israeliano ed El Al hanno dichiarato che il prestito sarà rimborsato due anni prima del previsto, ma come parte dell'accordo, la prevista offerta di azioni di El Al per 62 milioni di dollari sarà ritardata fino all'aprile 2023, mentre lo Stato anticiperà a El Al 20 milioni di dollari in pagamenti entro il 20 dicembre.\r\n\r\nIl rimborso del prestito consentirà inoltre al vettore di aggiornare e ampliare il network delle rotte servite, aggiungere personale, noleggiare nuovi aeromobili, investire in capitale circolante e sviluppare nuovi canali di reddito. Allo stesso tempo, la compagnia aerea israeliana non potrà pagare dividendi o riacquistare le proprie azioni fino al 2028.\r\n\r\n ","post_title":"El Al rimborsa con due anni di anticipo il prestito statale da 45 milioni di dollari","post_date":"2022-09-14T09:15:03+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1663146903000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430259","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Inizio settimana complicato per Ita Airways, costretta alla cancellazione di una parte dei suoi voli (qui l'elenco) \"a seguito dell’agitazione proclamata da alcune sigle sindacali del comparto aereo, aeroportuale e indotto aeroporti per lunedì 12 settembre 2022\".\r\n\r\nCome specificato dal sito della compagnia aerea, \"potrebbero verificarsi alcune modifiche dell’operativo dei voli di Ita Airways. La compagnia, inoltre, si è vista costretta a cancellare alcuni voli nazionali previsti per la giornata del 12 settembre\". \r\n\r\nIl vettore precisa di aver attivato \"un piano straordinario per limitare i disagi dei passeggeri, riprenotando sui primi voli disponibili il maggior numero possibile di viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni: il 43% riuscirà a volare nella stessa giornata del 12 settembre.\r\n\r\nI passeggeri che hanno acquistato un biglietto per viaggiare il 12 settembre, in caso di cancellazione o di modifica dell’orario del proprio volo, potranno cambiare la prenotazione senza alcuna penale o chiedere il rimborso del biglietto (solo nel caso in cui il volo sia stato cancellato o abbia subito un ritardo superiore alle 5 ore) fino al 19 settembre 2022\".\r\n\r\n ","post_title":"Ita Airways: voli cancellati per lo sciopero odierno del comparto aereo","post_date":"2022-09-12T09:06:54+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1662973614000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"429889","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"FlixBus viene incontro a chi viaggerà per fare ritorno al proprio luogo di residenza per votare alle prossime elezioni politiche del 25 settembre. La società rilancia l’iniziativa #IoVoglioVotare, con cui rimborserà il viaggio di andata di tutte le persone che nella settimana del voto, fra lunedì 19 settembre e domenica 25 settembre, sceglieranno di viaggiare con FlixBus.\r\n\r\nL’iniziativa è valida su tutti i collegamenti nazionali e internazionali operativi con l’Italia, e si applicherà anche ai viaggi effettuati per tornare in Sicilia in vista delle elezioni regionali del 25 settembre.\r\n\r\n«Da sempre siamo in prima linea per garantire il diritto alla mobilità al maggior numero possibile di persone, consentendo a chiunque di spostarsi in Italia e in tutto il mondo indipendentemente dalle proprie disponibilità economiche. Ora più che mai, vogliamo fare la nostra parte affinché le spese necessarie ad affrontare un viaggio non ostacolino l’esercizio di un diritto e dovere civico fondamentale quale, appunto, quello del voto. Siamo convinti che iniziative come questa costituiscano un piccolo ma indispensabile contributo al mantenimento della democrazia, e ogni apporto che saremo in grado di dare in questo senso rappresenterà una vittoria in più per il nostro Paese», ha dichiarato Andrea Incondi, managing director di FlixBus Italia.","post_title":"FlixBus rimborsa i viaggi per andare a votare con l'iniziativa #IoVoglioVotare","post_date":"2022-09-05T09:43:47+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1662371027000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti