9 December 2022

Capsule Turisanda viaggi inconfondibili dal 1924

[ 0 ]



Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435083 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Completata l'acquisizione del Leading Hotels of the World toscano Castel Monastero, il gruppo Marcegaglia sta ora definendo gli ultimi dettagli di un progetto che prevede importanti interventi strutturali e un nuovo concept benessere. I diversi lavori di restyling riguarderanno in particolare le suite, le camere e alcune aree comuni. La piscina esterna verrà completamente ripensata e ospiterà un nuovo snack bar con terrazza panoramica. Anche la spa verrà rinnovata, puntando a un approccio olistico capace di accompagnare gli ospiti lungo percorsi personalizzati per rigenerare il corpo, riscoprendo al tempo stesso una più ampia consapevolezza di sé e dell’equilibrio interiore. La ristorazione, sotto la guida dell'executive chef Davide Canella, seguirà la tradizione rivisitandola in chiave creativa o recuperandola grazie anche ad antiche ricette del patrimonio culinario toscano e non solo. In vista di tali importanti evoluzioni, la compagnia ha inoltre confermato Graziella Arba nel ruolo di general manager della struttura: "Sono onorata della scelta fatta dalla proprietà – commenta la stessa gm – e sono certa che, insieme a Emma Marcegaglia, che ha creduto fortemente nel progetto, sapremo portare il resort a distinguersi nel panorama delle strutture più esclusive del nostro Paese, rafforzandone la posizione anche tra le stelle dell’hotellerie di lusso mondiali. Un borgo medievale che risale all’XI secolo, trasformato con grande equilibrio e rispetto in un luogo di benessere che rende omaggio all’eleganza e all’armonia delle antiche dimore toscane per offrire ai nostri ospiti un'esperienza unica in un luogo di rara e inconfondibile bellezza”. [post_title] => Restyling in vista per Castel Monastero. Il gruppo Marcegaglia conferma Graziella Arba alla guida del resort [post_date] => 2022-11-30T10:14:52+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669803292000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434045 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un box dedicato alla collezione Trails chiamato il tuo Zaino ideale e contenente utili consigli circa il giusto kit di equipaggiamento e il materiale tecnico necessario, nonché una gift card del valore di 50 euro. Il brand Made by Turisanda e Decathlon lanciano una partnership dedicata alle vacanze attive. Nella landing page dedicata sul sito turisanda.it e all’interno del catalogo digitale Made sarà possibile quindi scoprire maggiori dettagli sui programmi di viaggio e sull’equipaggiamento consigliato. Inoltre, visitando il portale decathlon.it e gli oltre 140 store in tutta Italia, gli appassionati di sport e vita all’aria aperta potranno trovare materiale visual dedicato a questa collaborazione e scoprire, tra gli itinerari Trails di Made, il proprio prossimo viaggio: inquadrando il Qr code riportato sui singoli materiali, si verrà infatti indirizzati al sito di Turisanda, dove saranno disponibili le numerose avventure firmate Made. Durante l’anno saranno anche previsti vantaggi specifici riservati ai soli clienti Decathlon. [post_title] => Al via una nuova partnership Made - Decathlon dedicata alle vacanze attive [post_date] => 2022-11-14T10:39:39+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668422379000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 433955 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Alpitour World stringe un patto di collaborazione con la Saudi Tourism Authority nell'ottica di incentiva nuovi flussi di viaggiatori verso la destinazione nel prossimo futuro. Il memorandum di intesa è stato siglato durante il Wtm di Londra: “Alpitour World è da sempre pioniere nella promozione di mete dall’elevato potenziale, per questo già da questa stagione presenteremo viaggi high level attraverso il Brand Turisanda1924. Un primo tassello che speriamo di ampliare nel prossimo futuro con una maggiore e diversificata programmazione che andrà a rafforzare lo sviluppo del turismo in questo territorio” ha affermato Gabriele Burgio, presidente e amministratore delegato di Alpitour World. Fahd Hamidaddin, ceo e membro del Board del Saudi Tourism Authority, ha aggiunto: "L'offerta turistica saudita è incomparabile per ampiezza e varietà: una natura incontaminata, paesaggi disparati, un’affascinante cultura e un tessuto di eventi e iniziative in rapida crescita, oltre a un’autentica ospitalità. Siamo nel pieno di una grande trasformazione, a piena velocità e su vasta scala e stiamo cercando i partner giusti per coinvolgerli e renderli partecipi di questo viaggio. Questa partnership con Alpitour World sarà fondamentale per aiutarci a costruire la nuova immagine della destinazione per il viaggiatore italiano e per permetterci di accedere a una vasta rete di distribuzione con visibilità sia sul trade, sia verso il consumatore”. Per la stagione 2022-23, Alpitour World ha realizzato itinerari proposti da Turisanda1924 e Made by Turisanda, i due marchi high level del gruppo che permetteranno di entrare in contatto con la storia millenaria del Paese, i suoi tesori archeologici e la bellezza dei suoi paesaggi. Il marchio Turisanda1924 inserisce in programmazione due tour Voyager:  “Voyager Saudi”, da Jeddah a AlUla passando per Medina, della durata di sei giorni, e “Voyager Saudi Arabia & Riyadh”, da Jeddah a Riyadh passando per Medina e AlUla, di otto giorni. Ai due precedenti, si unisce poi l’itinerario “Principi del Deserto” di Made by Turisanda. [post_title] => Alpitour World stringe un patto con l'Arabia: primi itinerari con il brand Turisanda1924 [post_date] => 2022-11-11T10:42:03+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668163323000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 433901 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Db-Öbb EuroCity entra nel vivo della stagione invernale con l'apertura dei mercatini di Natale, dal Trentino al Tirolo passando dall'Alto Adige. Come da tradizione il viaggio comincia da Trento e Rovereto, per toccare Bolzano e Bressanone e arrivare oltralpe a Innsbruck e Monaco di Baviera. Sono cinque i collegamenti quotidiani per raggiungere il Trentino Alto Adige, l’Austria, con capolinea Monaco di Baviera senza alcun cambio: tutti transitano per Verona. I biglietti sono disponibili dall’Italia all’Austria a partire da 29,90 euro e per i collegamenti in Italia a partire da 9,90 euro.  Trento (dal 19 novembre all’8 gennaio) propone due mercatini: uno in Piazza Fiera e uno in Piazza Cesare Battisti. In tutto sono circa 100 casette in legno nelle quali si possono trovare  prodotti artigianali del territorio, specialità gastronomiche tipiche e ottimi vini da degustare. Da non perdere per esempio il Tortel de patate o i Cevap della Valle dei Mocheni. Bolzano (dal 25 novembre al 6 gennaio) è il mercatino di Natale più grande non solo dell’Alto Adige, ma di tutta Italia, e da oltre 20 anni attira innumerevoli visitatori grazie alla sua inconfondibile magia e al suo fascino. Il centro nevralgico è la Piazza Walther; ci sono poi diverse attrazioni per i bambini, come le passeggiate in sella ai pony, i teatrini dei burattini, il trenino e le giostre. A Innsbruck (dal 15 novembre al 6 gennaio) tradizione tirolese e modernità vanno di pari passo: ci sono ben sette mercatini con oltre 200 bancarelle e un albero di cristallo, alto 14 metri. Tutti hanno il loro carattere distintivo, il più nostalgico, tradizionale e grande della città è quello sotto l’imponente albero di Natale davanti al Tettuccio d'Oro. Monaco di Baviera (dal 21 novembre fino al 24 dicembre): qui i mercatini hanno origini antiche, si parla addirittura del XIV secolo, ma è solo nel 1972 che dopo un lungo girovagare si è pensato di dargli una sede definitiva e di allestire il tutto a Marienplatz. Qui viene allestito il grande albero di Natale, lungo quasi 30 metri sul quale risplendono 2500 luci che ogni sera danno quel tocco di magia alla piazza.    [post_title] => Db-Obb: la stagione invernale entra nel vivo con i Mercatini di Natale [post_date] => 2022-11-11T09:00:59+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668157259000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 432849 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_432850" align="alignleft" width="300"] Gabriella Aires e Alessandro Saglio[/caption] C’è la Polonia al centro della nuova iniziativa di Fiavet Piemonte per offrire agli agenti associati, e ai loro clienti, nuovo prodotto di qualità, originale e immediatamente fruibile. Protagonista del programma, studiato dalle agenzie piemontesi con i fornitori polacchi incontrati in eductour, è il Mercato di Natale di Breslavia, uno dei più ricchi e grandi d’Europa. Lo si raggiunge con il nuovo volo Ryanair Torino-Breslavia, ogni lunedì e venerdì, per visitare l’antica, vivace e bella capitale della Bassa Slesia, animatissima città universitaria. Il tutto in quattro intensi giorni dal 9 al 12 dicembre prossimi, quotato per gruppi volo incluso da Torino. Insieme, per far crescere l’interscambio turistico L’operazione è concertata con l’Ente del turismo polacco ed energicamente promossa da Confindustria Polonia, che ha stretto con Fiavet Piemonte una nuova partnership dedicata allo sviluppo dell’interscambio turistico tra Bassa Slesia e Piemonte, in collaborazione con Turismo Torino e Visit Piemonte. Così lo scorso agosto Torino ha accolto gli operatori della Bassa Slesia in un primo eductour, organizzato per Confindustria Polonia da Turismo Torino e Visit Piemonte. Pochi giorni fa il tour di Fiavet Piemonte in Bassa Slesia, con sei agenti di viaggi e due blogger. «Confindustria Polonia – spiega Gabriella Aires, presidente di Fiavet Piemonte – ci ha contattati tramite Confindustria Piemonte, chiedendoci di selezionare insieme a Turismo Torino un’offerta significativa da presentare in workshop ai buyer polacchi. È iniziata così la nostra collaborazione con Alessandro Saglio, direttore di Confindustria Polonia. Insieme abbiamo organizzato anche l’eductour per i nostri agenti a Breslavia, meta affascinante, semisconosciuta in Italia». «Sono molto orgoglioso di questa bella operazione – afferma Alessandro Saglio, direttore di Confindustria Polonia – che costruisce nuovi ponti e nuove relazioni di business tra Bassa Slesia e Piemonte, tra Wroclaw e la mia Torino. Con il volo di Ryanair abbiamo avviato la collaborazione tra gli aeroporti. Ringrazio di cuore i consoli onorari Ulrico Leiss e Monika Kwiatosz, e Gabriella Aires che con Fiavet Piemonte ha realizzato tutto il resto. Siamo felici di accogliere il gruppo italiano in arrivo per il Mercatino di Natale…il format funziona benissimo, sarebbe bello replicarlo altrove, collaborando con altre Fiavet regionali”. L’iniziativa ha contato sul supporto di una squadra importante, con l’impegno del console onorario di Polonia a Torino Ulrico Leiss e della console onoraria d’Italia a Breslavia Monika Przemyslawa Kwiatosz, che hanno accompagnato gli eductour illustrandone gli obiettivi a ospiti e partner. All’aeroporto di Torino ha fatto gli onori di casa Rita Pucci, Relazioni Esterne di Sagat; al Port Lotniczy di Breslavia ha accolto gli agenti di Fiavet Jaroslaw Sztucki, direttore sales& marketing dello scalo, insieme a Krzysztof Maj, presidente della Bassa Slesia e assessore al turismo e a Jakub Feiga, direttore della DMO di Breslavia. La città degli gnomi e dei premi Nobel Gli agenti piemontesi, accompagnati da Viktoria sono stati ospiti per due notti dell’Altus Palace Hotel, sontuoso cinque stelle un tempo residenza di famiglia del banchiere Leipziger: appena inaugurato dal Dobry Hotel Group che ne ha conservato l’elegante atmosfera fin de siècle. Wocrlaw, in italiano Breslavia, è da oltre un millennio tappa importante sulla romana via dell’Ambra che da Aquileia arriva a Danzica. È la città universitaria che ha dato al mondo 9 Premi Nobel, con il centro medievale illuminato da oltre 100 lampioni a gas accesi a mano ogni sera e le vie disseminate di oltre 600 gnomi scolpiti – creature fantastiche della mitologia nordica – i primi comparsi negli anni 80 come espressione del forte sentimento antisovietico. Tedesca fino al 1945, Breslavia è verdissima e solcata dall’Oder, diviso in due rami per abbracciare le sue isole. Cancellata ogni traccia della guerra il Rynek, la vastissima Piazza del Mercato, sfoggia la sua bella cornice di palazzi barocchi in tinte pastello fedelmente ricostruiti, animata giorno e notte da feste, musica e artisti di strada, tra i tavoli di caffè e ristoranti dove studenti, residenti e stranieri sorseggiano Zubrowka, la vodka del Bisonte, animale simbolo della Polonia. Poi Swidnica, da secoli uno dei primi centri di produzione dell’ottima birra polacca. Per visitare l’inquietante castello duecentesco di Ksiaz, nei cui sotterranei si cerca ancora il leggendario treno carico di oro che Hitler vi avrebbe fatto seppellire nel 1944. Infine una notte a Polanica a visitare la miniera d’oro di Zloty Stok con il suo insediamento medievale, e poi raggiungere in barca e a piedi fino alla straordinaria e unica cascata sotterranea. Nel corso del tour gli agenti hanno visitato alcuni hotel e hanno potuto assaporare la ricca gastronomia polacca nei ristoranti classici e tipici delle tre città visitate. [post_title] => La Fiavet Piemonte va in Polonia, al mercato di Natale di Breslavia [post_date] => 2022-10-24T14:53:56+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1666623236000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 432451 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' Mirko Marchi il nuovo managing director di Rosewood Castiglion del Bosco. Toscano, classe 1974, Mirko è entrato a far parte di Rosewood Castiglion del Bosco nel febbraio 2019 come food & beverage operations manager e ha rapidamente dimostrato il suo talento e la sua leadership, tanto da essere promosso a director of operations nel giugno 2021. Vanta una consolidata expertise nel settore food & beverage di diversi brand di hotel di lusso, tra cui Hyatt e Marriott. Negli ultimi mesi ha guidato il team di Rosewood Castiglion del Bosco nel ruolo di director of operations e managing director ad interim. "Sono profondamente grato e onorato di questa nomina. Rosewood Castiglion del Bosco sta vivendo una fase particolarmente dinamica, anche dopo il riconoscimento di Travel + Leisure a luglio come Best hotel in the world; Best resort in Europe; Best resort in Italy. Sono quindi pronto e motivato a continuare questo importante percorso insieme al team eccezionale con cui ho avuto il piacere di rapportarmi per quattro anni. Mi impegnerò a elevare ulteriormente il livello delle nostre esperienze create su misura per ogni singolo ospite e a migliorare ancora di più il servizio caloroso e sincero per cui CdBb è diventato famoso - sottolinea lo stesso Marchi -. Essendo toscano di origine, questo incarico mi riempie ancora di più di orgoglio. Quella di Castiglion del Bosco è una comunità vivace, una tenuta che comprende un'azienda vinicola di Brunello di Montalcino e un golf club oltre alla proprietà gestita da Rosewood: tutte realtà che coesistono armoniosamente come un tutt'uno e offrono alla nostra clientela un’esperienza unica nel suo genere. Sono onorato di essere stato scelto per arricchire l’impressionante eredità culturale e storica che questo ex borgo medievale ha vissuto nei secoli”. [post_title] => Mirko Marchi nuovo managing director del Rosewood Castiglion del Bosco [post_date] => 2022-10-19T09:20:55+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1666171255000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 432258 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_432299" align="alignleft" width="300"] Alberto Gutiérrez Pascual[/caption] Civitatis ha rivelato che nei mesi di luglio, agosto e settembre di quest'anno, più di 2.200.000 persone hanno usufruito di alcune delle sue attività, sparse in tutto il mondo. Si tratta del 65,58% in più rispetto agli stessi mesi del 2019. Oltre al confronto con la vita pre-pandemica, colpisce anche il confronto con l'anno in corso. Civitatis ha iniziato bene l'anno, nonostante il boom della variante omicron, e ha vissuto un secondo trimestre caratterizzato dai buoni numeri della Pasqua e dei weekend lunghi, oltre che dall'allentamento di ogni tipo di restrizione ai viaggi. Tuttavia, è nel terzo trimestre che i risultati si sono finalmente concretizzati, con un aumento del 221,54% del numero di persone che hanno prenotato il loro viaggio con Civitatis nei primi tre mesi dell'anno e un aumento del 60,39% nel secondo trimestre. Infatti, i dati dei primi sei mesi sono quasi identici a quelli dei soli mesi di luglio, agosto e settembre. Se le cifre sono scioccanti, le destinazioni preferite e le attività più prenotate lo sono meno: il convenzionale ha trionfato. I luoghi più visitati nell'ultimo trimestre, secondo le statistiche della piattaforma spagnola, sono Roma (6,12% delle prenotazioni), Parigi (5,68%), Porto (3,61%), Lisbona (3,52%) e New York (2,96%). I tour più richiesti sono stati la visita guidata ai Musei Vaticani e alla Cappella Sistina (1,62%), il tour gratuito di Parigi (1,58%), il tour dei contrasti di New York (1,43%), la gita in battello sulla Senna (1,25%) e la visita guidata al Colosseo, ai Fori e al Palatino (1,24%). «Abbiamo chiuso un trimestre con cifre davvero buone, non solo in termini di vendite, ma anche in termini di crescita dell'azienda nel suo complesso. Non mi stupisco, perché ho sempre avuto piena fiducia in quello che offriamo e perché sono un ottimista per natura». Tuttavia, Alberto Gutiérrez non si accontenta e afferma che «vogliamo di più, molto di più, come dice la canzone della nostra pubblicità, che risuona in TV in Spagna e nei Paesi dell'America Latina come Argentina e Messico. Il nostro obiettivo è chiudere l'anno con oltre 6.500.000 clienti, quasi il doppio rispetto al 2019». [post_title] => Civitatis: miglior trimestre di sempre. Gutiérrez: «Vogliamo di più» [post_date] => 2022-10-14T10:41:21+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665744081000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431977 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un futuro da aeroporto “più smart del mondo”: questo l'obiettivo dell'Incheon Airport di Seul. Il principale hub della Corea del Sud, con l'elevatissimo impiego di tecnologia e robot, è in realtà già oggi uno degli aeroporti più innovativi del pianeta. Tutto completamente automatizzato: immigrazione, bagaglio, registrazioni attraverso web/mobile, dispositivo per il check-in automatico, check-in da casa, valigia a caduta automatica, navetta senza pilota a guida autonoma, servizi per la pulizia robotizzati e il robot caffè. E poi ancora token ID, riconoscimento facciale, “controllo intelligente delle malattie” che include verifica della temperatura, robot disinfettante, robot guida in quarantena. I droni invece sono utilizzati per rimuovere gli uccelli dalle piste. Tra le diverse facilities dello scalo ci sono anche campo da golf, spa e uno spazio per pattinaggio sul ghiaccio. E' inoltre l'aeroporto con il più veloce processo di immigrazione al mondo, sia in arrivo che in partenza; un’offerta di hotel per il transito che va dal Capsula Hotel ai tradizionali 5 stelle; ristorazione gourmet e lounge per ogni tipo di classe. La zona di riposo offre, inoltre, strutture per il relax centralizzate e facilmente accessibili e gratuite con sedia relax e presa di ricarica aperto 24 ore su 24, zona internet, bagni con doccia, area bambini e massaggi. Incheon è anche un vero green airport: varie strutture paesaggistiche sono il combinato di una tecnologia eco-compatibile. Tecnologia ecologica che sfrutta la luce solare e la geotermia, energia che rende l’aeroporto efficiente e pulito.  Le vendite duty-free dell'aeroporto di Incheon superano i 2 miliardi di dollari. [post_title] => Incheon: ecco il futuro 'smart' dell'aeroporto di Seul [post_date] => 2022-10-11T09:10:57+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665479457000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430888 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Scoprire Mauritius attraverso l’arte gourmet di grandi chef stellati. La promozione dell’isola passa anche attraverso la gastronomia e così profumi e sapori approdano a Milano per la settimana “Mauritius Gourmet Week” presso l’hub di Identità Golose, dal 21 al 24 settembre. A fare gli onori di casa Claudio Cerroni, cofondatore di Identità Golose, “la casa degli chef”. “Esportare e dare un assaggio di Mauritius anche senza viaggiare” ed è così che nasce la Gourmet Week a Milano con lo chef pluripremiato Moorongun Coopen, chef executive dello Shandrani Beachcomber Resort & Spa direttamente da Mauritius, per creare un mix di cucina tra mauriziano e mediterraneo. Un evento organizzato da Beachcomber Resort & Spa, Turisanda, l’Ente di promozione turistica mauriziana ed Air Mauritius. Per le serate saranno presenti anche due chef italiani Luca Marchini,  del ristorante L’Erba del Re, stella Michelin, e Antonella Ricci del Fornello da Ricci, entrambi molto legati all’isola. La partecipazione del gruppo Gruppo Alpitour per l’area tour operating con Turisanda, sinonimo di esperienza è il brand italiano più longevo del settore, dall’esperienza storica, garanzia di professionalità soprattutto nel luxury e nei luoghi da sogno. Inoltre voli diretti settimanali di Neos collegheranno l’isola una volta alla settimana dal 20 dicembre con il Dreamliner 787. La presenza di Beachcomber conferma l’attenzione del brand riservata da sempre alla qualità e alla varietà in cucina, per un servizio impeccabile in ogni suo ristorante attraverso scuola di formazione, eventi gourmet e collaborazioni con chef stellati da tutto il mondo. “La Gourmet Week porta alla luce la ricca varietà di esperienze che Mauritius ha da offrire e la sua ricca cultura gastronomica incrocio di varie culture. Ciò che colpisce dell’isola di Mauritius è anche l’ospitalià e il calore delle persone - afferma Mia Hezi, account director Mtpa – che dà la sensazione di essere a casa: cibo e calore, un matrimonio perfetto”. La collaborazione con partner di alto livello chiude il cerchio con Air Mauritius. La compagnia aerea, rappresentata nel nostro Paese da Apg Italy, vanta una certificazione a 4 stelle dall’agenzia di rating Skytrax, con velivoli di nuova generazione, 2 Airbus 330-900Neo, 2 Airbus 350-900Xwb e 3 Atr 72-500. Collega l’Italia sia da Parigi in code-share con Air France con 10 voli alla settimana e da Londra con 3 voli settimanali. Il servizio di bordo prevede due classi, la business e l’economica. In arrivo altre due nuovi aeromobili in quanto la domanda di viaggio ha superato i livelli del 2019.   [post_title] => La 'Mauritius Gourmet Week' è di scena a Milano, all'Hub di Identità Golose [post_date] => 2022-09-21T15:28:46+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663774126000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "capsule turisanda viaggi inconfondibili dal 1924" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":32,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":74,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435083","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Completata l'acquisizione del Leading Hotels of the World toscano Castel Monastero, il gruppo Marcegaglia sta ora definendo gli ultimi dettagli di un progetto che prevede importanti interventi strutturali e un nuovo concept benessere. I diversi lavori di restyling riguarderanno in particolare le suite, le camere e alcune aree comuni. La piscina esterna verrà completamente ripensata e ospiterà un nuovo snack bar con terrazza panoramica. Anche la spa verrà rinnovata, puntando a un approccio olistico capace di accompagnare gli ospiti lungo percorsi personalizzati per rigenerare il corpo, riscoprendo al tempo stesso una più ampia consapevolezza di sé e dell’equilibrio interiore. La ristorazione, sotto la guida dell'executive chef Davide Canella, seguirà la tradizione rivisitandola in chiave creativa o recuperandola grazie anche ad antiche ricette del patrimonio culinario toscano e non solo.\r\n\r\nIn vista di tali importanti evoluzioni, la compagnia ha inoltre confermato Graziella Arba nel ruolo di general manager della struttura: \"Sono onorata della scelta fatta dalla proprietà – commenta la stessa gm – e sono certa che, insieme a Emma Marcegaglia, che ha creduto fortemente nel progetto, sapremo portare il resort a distinguersi nel panorama delle strutture più esclusive del nostro Paese, rafforzandone la posizione anche tra le stelle dell’hotellerie di lusso mondiali. Un borgo medievale che risale all’XI secolo, trasformato con grande equilibrio e rispetto in un luogo di benessere che rende omaggio all’eleganza e all’armonia delle antiche dimore toscane per offrire ai nostri ospiti un'esperienza unica in un luogo di rara e inconfondibile bellezza”.","post_title":"Restyling in vista per Castel Monastero. Il gruppo Marcegaglia conferma Graziella Arba alla guida del resort","post_date":"2022-11-30T10:14:52+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1669803292000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434045","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un box dedicato alla collezione Trails chiamato il tuo Zaino ideale e contenente utili consigli circa il giusto kit di equipaggiamento e il materiale tecnico necessario, nonché una gift card del valore di 50 euro. Il brand Made by Turisanda e Decathlon lanciano una partnership dedicata alle vacanze attive. Nella landing page dedicata sul sito turisanda.it e all’interno del catalogo digitale Made sarà possibile quindi scoprire maggiori dettagli sui programmi di viaggio e sull’equipaggiamento consigliato.\r\n\r\nInoltre, visitando il portale decathlon.it e gli oltre 140 store in tutta Italia, gli appassionati di sport e vita all’aria aperta potranno trovare materiale visual dedicato a questa collaborazione e scoprire, tra gli itinerari Trails di Made, il proprio prossimo viaggio: inquadrando il Qr code riportato sui singoli materiali, si verrà infatti indirizzati al sito di Turisanda, dove saranno disponibili le numerose avventure firmate Made. Durante l’anno saranno anche previsti vantaggi specifici riservati ai soli clienti Decathlon.","post_title":"Al via una nuova partnership Made - Decathlon dedicata alle vacanze attive","post_date":"2022-11-14T10:39:39+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1668422379000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"433955","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Alpitour World stringe un patto di collaborazione con la Saudi Tourism Authority nell'ottica di incentiva nuovi flussi di viaggiatori verso la destinazione nel prossimo futuro.\r\nIl memorandum di intesa è stato siglato durante il Wtm di Londra: “Alpitour World è da sempre pioniere nella promozione di mete dall’elevato potenziale, per questo già da questa stagione presenteremo viaggi high level attraverso il Brand Turisanda1924. Un primo tassello che speriamo di ampliare nel prossimo futuro con una maggiore e diversificata programmazione che andrà a rafforzare lo sviluppo del turismo in questo territorio” ha affermato Gabriele Burgio, presidente e amministratore delegato di Alpitour World.\r\nFahd Hamidaddin, ceo e membro del Board del Saudi Tourism Authority, ha aggiunto: \"L'offerta turistica saudita è incomparabile per ampiezza e varietà: una natura incontaminata, paesaggi disparati, un’affascinante cultura e un tessuto di eventi e iniziative in rapida crescita, oltre a un’autentica ospitalità. Siamo nel pieno di una grande trasformazione, a piena velocità e su vasta scala e stiamo cercando i partner giusti per coinvolgerli e renderli partecipi di questo viaggio. Questa partnership con Alpitour World sarà fondamentale per aiutarci a costruire la nuova immagine della destinazione per il viaggiatore italiano e per permetterci di accedere a una vasta rete di distribuzione con visibilità sia sul trade, sia verso il consumatore”.\r\nPer la stagione 2022-23, Alpitour World ha realizzato itinerari proposti da Turisanda1924 e Made by Turisanda, i due marchi high level del gruppo che permetteranno di entrare in contatto con la storia millenaria del Paese, i suoi tesori archeologici e la bellezza dei suoi paesaggi.\r\nIl marchio Turisanda1924 inserisce in programmazione due tour Voyager:  “Voyager Saudi”, da Jeddah a AlUla passando per Medina, della durata di sei giorni, e “Voyager Saudi Arabia & Riyadh”, da Jeddah a Riyadh passando per Medina e AlUla, di otto giorni. Ai due precedenti, si unisce poi l’itinerario “Principi del Deserto” di Made by Turisanda.","post_title":"Alpitour World stringe un patto con l'Arabia: primi itinerari con il brand Turisanda1924","post_date":"2022-11-11T10:42:03+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1668163323000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"433901","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Db-Öbb EuroCity entra nel vivo della stagione invernale con l'apertura dei mercatini di Natale, dal Trentino al Tirolo passando dall'Alto Adige. Come da tradizione il viaggio comincia da Trento e Rovereto, per toccare Bolzano e Bressanone e arrivare oltralpe a Innsbruck e Monaco di Baviera.\r\nSono cinque i collegamenti quotidiani per raggiungere il Trentino Alto Adige, l’Austria, con capolinea Monaco di Baviera senza alcun cambio: tutti transitano per Verona. I biglietti sono disponibili dall’Italia all’Austria a partire da 29,90 euro e per i collegamenti in Italia a partire da 9,90 euro. \r\nTrento (dal 19 novembre all’8 gennaio) propone due mercatini: uno in Piazza Fiera e uno in Piazza Cesare Battisti. In tutto sono circa 100 casette in legno nelle quali si possono trovare  prodotti artigianali del territorio, specialità gastronomiche tipiche e ottimi vini da degustare. Da non perdere per esempio il Tortel de patate o i Cevap della Valle dei Mocheni.\r\nBolzano (dal 25 novembre al 6 gennaio) è il mercatino di Natale più grande non solo dell’Alto Adige, ma di tutta Italia, e da oltre 20 anni attira innumerevoli visitatori grazie alla sua inconfondibile magia e al suo fascino. Il centro nevralgico è la Piazza Walther; ci sono poi diverse attrazioni per i bambini, come le passeggiate in sella ai pony, i teatrini dei burattini, il trenino e le giostre.\r\nA Innsbruck (dal 15 novembre al 6 gennaio) tradizione tirolese e modernità vanno di pari passo: ci sono ben sette mercatini con oltre 200 bancarelle e un albero di cristallo, alto 14 metri. Tutti hanno il loro carattere distintivo, il più nostalgico, tradizionale e grande della città è quello sotto l’imponente albero di Natale davanti al Tettuccio d'Oro.\r\nMonaco di Baviera (dal 21 novembre fino al 24 dicembre): qui i mercatini hanno origini antiche, si parla addirittura del XIV secolo, ma è solo nel 1972 che dopo un lungo girovagare si è pensato di dargli una sede definitiva e di allestire il tutto a Marienplatz. Qui viene allestito il grande albero di Natale, lungo quasi 30 metri sul quale risplendono 2500 luci che ogni sera danno quel tocco di magia alla piazza. \r\n ","post_title":"Db-Obb: la stagione invernale entra nel vivo con i Mercatini di Natale","post_date":"2022-11-11T09:00:59+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1668157259000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"432849","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_432850\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Gabriella Aires e Alessandro Saglio[/caption]\r\n\r\nC’è la Polonia al centro della nuova iniziativa di Fiavet Piemonte per offrire agli agenti associati, e ai loro clienti, nuovo prodotto di qualità, originale e immediatamente fruibile.\r\n\r\nProtagonista del programma, studiato dalle agenzie piemontesi con i fornitori polacchi incontrati in eductour, è il Mercato di Natale di Breslavia, uno dei più ricchi e grandi d’Europa. Lo si raggiunge con il nuovo volo Ryanair Torino-Breslavia, ogni lunedì e venerdì, per visitare l’antica, vivace e bella capitale della Bassa Slesia, animatissima città universitaria. Il tutto in quattro intensi giorni dal 9 al 12 dicembre prossimi, quotato per gruppi volo incluso da Torino.\r\nInsieme, per far crescere l’interscambio turistico\r\nL’operazione è concertata con l’Ente del turismo polacco ed energicamente promossa da Confindustria Polonia, che ha stretto con Fiavet Piemonte una nuova partnership dedicata allo sviluppo dell’interscambio turistico tra Bassa Slesia e Piemonte, in collaborazione con Turismo Torino e Visit Piemonte.\r\n\r\nCosì lo scorso agosto Torino ha accolto gli operatori della Bassa Slesia in un primo eductour, organizzato per Confindustria Polonia da Turismo Torino e Visit Piemonte. Pochi giorni fa il tour di Fiavet Piemonte in Bassa Slesia, con sei agenti di viaggi e due blogger.\r\n\r\n«Confindustria Polonia – spiega Gabriella Aires, presidente di Fiavet Piemonte – ci ha contattati tramite Confindustria Piemonte, chiedendoci di selezionare insieme a Turismo Torino un’offerta significativa da presentare in workshop ai buyer polacchi. È iniziata così la nostra collaborazione con Alessandro Saglio, direttore di Confindustria Polonia. Insieme abbiamo organizzato anche l’eductour per i nostri agenti a Breslavia, meta affascinante, semisconosciuta in Italia».\r\n\r\n«Sono molto orgoglioso di questa bella operazione – afferma Alessandro Saglio, direttore di Confindustria Polonia – che costruisce nuovi ponti e nuove relazioni di business tra Bassa Slesia e Piemonte, tra Wroclaw e la mia Torino. Con il volo di Ryanair abbiamo avviato la collaborazione tra gli aeroporti. Ringrazio di cuore i consoli onorari Ulrico Leiss e Monika Kwiatosz, e Gabriella Aires che con Fiavet Piemonte ha realizzato tutto il resto. Siamo felici di accogliere il gruppo italiano in arrivo per il Mercatino di Natale…il format funziona benissimo, sarebbe bello replicarlo altrove, collaborando con altre Fiavet regionali”.\r\n\r\nL’iniziativa ha contato sul supporto di una squadra importante, con l’impegno del console onorario di Polonia a Torino Ulrico Leiss e della console onoraria d’Italia a Breslavia Monika Przemyslawa Kwiatosz, che hanno accompagnato gli eductour illustrandone gli obiettivi a ospiti e partner. All’aeroporto di Torino ha fatto gli onori di casa Rita Pucci, Relazioni Esterne di Sagat; al Port Lotniczy di Breslavia ha accolto gli agenti di Fiavet Jaroslaw Sztucki, direttore sales& marketing dello scalo, insieme a Krzysztof Maj, presidente della Bassa Slesia e assessore al turismo e a Jakub Feiga, direttore della DMO di Breslavia.\r\nLa città degli gnomi e dei premi Nobel\r\nGli agenti piemontesi, accompagnati da Viktoria sono stati ospiti per due notti dell’Altus Palace Hotel, sontuoso cinque stelle un tempo residenza di famiglia del banchiere Leipziger: appena inaugurato dal Dobry Hotel Group che ne ha conservato l’elegante atmosfera fin de siècle.\r\n\r\nWocrlaw, in italiano Breslavia, è da oltre un millennio tappa importante sulla romana via dell’Ambra che da Aquileia arriva a Danzica. È la città universitaria che ha dato al mondo 9 Premi Nobel, con il centro medievale illuminato da oltre 100 lampioni a gas accesi a mano ogni sera e le vie disseminate di oltre 600 gnomi scolpiti – creature fantastiche della mitologia nordica – i primi comparsi negli anni 80 come espressione del forte sentimento antisovietico. Tedesca fino al 1945, Breslavia è verdissima e solcata dall’Oder, diviso in due rami per abbracciare le sue isole. Cancellata ogni traccia della guerra il Rynek, la vastissima Piazza del Mercato, sfoggia la sua bella cornice di palazzi barocchi in tinte pastello fedelmente ricostruiti, animata giorno e notte da feste, musica e artisti di strada, tra i tavoli di caffè e ristoranti dove studenti, residenti e stranieri sorseggiano Zubrowka, la vodka del Bisonte, animale simbolo della Polonia.\r\n\r\nPoi Swidnica, da secoli uno dei primi centri di produzione dell’ottima birra polacca. Per visitare l’inquietante castello duecentesco di Ksiaz, nei cui sotterranei si cerca ancora il leggendario treno carico di oro che Hitler vi avrebbe fatto seppellire nel 1944.\r\n\r\nInfine una notte a Polanica a visitare la miniera d’oro di Zloty Stok con il suo insediamento medievale, e poi raggiungere in barca e a piedi fino alla straordinaria e unica cascata sotterranea.\r\n\r\nNel corso del tour gli agenti hanno visitato alcuni hotel e hanno potuto assaporare la ricca gastronomia polacca nei ristoranti classici e tipici delle tre città visitate.","post_title":"La Fiavet Piemonte va in Polonia, al mercato di Natale di Breslavia","post_date":"2022-10-24T14:53:56+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1666623236000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"432451","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' Mirko Marchi il nuovo managing director di Rosewood Castiglion del Bosco. Toscano, classe 1974, Mirko è entrato a far parte di Rosewood Castiglion del Bosco nel febbraio 2019 come food & beverage operations manager e ha rapidamente dimostrato il suo talento e la sua leadership, tanto da essere promosso a director of operations nel giugno 2021. Vanta una consolidata expertise nel settore food & beverage di diversi brand di hotel di lusso, tra cui Hyatt e Marriott. Negli ultimi mesi ha guidato il team di Rosewood Castiglion del Bosco nel ruolo di director of operations e managing director ad interim.\r\n\r\n\"Sono profondamente grato e onorato di questa nomina. Rosewood Castiglion del Bosco sta vivendo una fase particolarmente dinamica, anche dopo il riconoscimento di Travel + Leisure a luglio come Best hotel in the world; Best resort in Europe; Best resort in Italy. Sono quindi pronto e motivato a continuare questo importante percorso insieme al team eccezionale con cui ho avuto il piacere di rapportarmi per quattro anni. Mi impegnerò a elevare ulteriormente il livello delle nostre esperienze create su misura per ogni singolo ospite e a migliorare ancora di più il servizio caloroso e sincero per cui CdBb è diventato famoso - sottolinea lo stesso Marchi -. Essendo toscano di origine, questo incarico mi riempie ancora di più di orgoglio. Quella di Castiglion del Bosco è una comunità vivace, una tenuta che comprende un'azienda vinicola di Brunello di Montalcino e un golf club oltre alla proprietà gestita da Rosewood: tutte realtà che coesistono armoniosamente come un tutt'uno e offrono alla nostra clientela un’esperienza unica nel suo genere. Sono onorato di essere stato scelto per arricchire l’impressionante eredità culturale e storica che questo ex borgo medievale ha vissuto nei secoli”.","post_title":"Mirko Marchi nuovo managing director del Rosewood Castiglion del Bosco","post_date":"2022-10-19T09:20:55+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1666171255000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"432258","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_432299\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Alberto Gutiérrez Pascual[/caption]\r\n\r\nCivitatis ha rivelato che nei mesi di luglio, agosto e settembre di quest'anno, più di 2.200.000 persone hanno usufruito di alcune delle sue attività, sparse in tutto il mondo. Si tratta del 65,58% in più rispetto agli stessi mesi del 2019.\r\n\r\nOltre al confronto con la vita pre-pandemica, colpisce anche il confronto con l'anno in corso. Civitatis ha iniziato bene l'anno, nonostante il boom della variante omicron, e ha vissuto un secondo trimestre caratterizzato dai buoni numeri della Pasqua e dei weekend lunghi, oltre che dall'allentamento di ogni tipo di restrizione ai viaggi.\r\n\r\nTuttavia, è nel terzo trimestre che i risultati si sono finalmente concretizzati, con un aumento del 221,54% del numero di persone che hanno prenotato il loro viaggio con Civitatis nei primi tre mesi dell'anno e un aumento del 60,39% nel secondo trimestre. Infatti, i dati dei primi sei mesi sono quasi identici a quelli dei soli mesi di luglio, agosto e settembre.\r\n\r\nSe le cifre sono scioccanti, le destinazioni preferite e le attività più prenotate lo sono meno: il convenzionale ha trionfato. I luoghi più visitati nell'ultimo trimestre, secondo le statistiche della piattaforma spagnola, sono Roma (6,12% delle prenotazioni), Parigi (5,68%), Porto (3,61%), Lisbona (3,52%) e New York (2,96%). I tour più richiesti sono stati la visita guidata ai Musei Vaticani e alla Cappella Sistina (1,62%), il tour gratuito di Parigi (1,58%), il tour dei contrasti di New York (1,43%), la gita in battello sulla Senna (1,25%) e la visita guidata al Colosseo, ai Fori e al Palatino (1,24%).\r\n\r\n«Abbiamo chiuso un trimestre con cifre davvero buone, non solo in termini di vendite, ma anche in termini di crescita dell'azienda nel suo complesso. Non mi stupisco, perché ho sempre avuto piena fiducia in quello che offriamo e perché sono un ottimista per natura». Tuttavia, Alberto Gutiérrez non si accontenta e afferma che «vogliamo di più, molto di più, come dice la canzone della nostra pubblicità, che risuona in TV in Spagna e nei Paesi dell'America Latina come Argentina e Messico. Il nostro obiettivo è chiudere l'anno con oltre 6.500.000 clienti, quasi il doppio rispetto al 2019».","post_title":"Civitatis: miglior trimestre di sempre. Gutiérrez: «Vogliamo di più»","post_date":"2022-10-14T10:41:21+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1665744081000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431977","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un futuro da aeroporto “più smart del mondo”: questo l'obiettivo dell'Incheon Airport di Seul. Il principale hub della Corea del Sud, con l'elevatissimo impiego di tecnologia e robot, è in realtà già oggi uno degli aeroporti più innovativi del pianeta. Tutto completamente automatizzato: immigrazione, bagaglio, registrazioni attraverso web/mobile, dispositivo per il check-in automatico, check-in da casa, valigia a caduta automatica, navetta senza pilota a guida autonoma, servizi per la pulizia robotizzati e il robot caffè. E poi ancora token ID, riconoscimento facciale, “controllo intelligente delle malattie” che include verifica della temperatura, robot disinfettante, robot guida in quarantena. I droni invece sono utilizzati per rimuovere gli uccelli dalle piste.\r\nTra le diverse facilities dello scalo ci sono anche campo da golf, spa e uno spazio per pattinaggio sul ghiaccio. E' inoltre l'aeroporto con il più veloce processo di immigrazione al mondo, sia in arrivo che in partenza; un’offerta di hotel per il transito che va dal Capsula Hotel ai tradizionali 5 stelle; ristorazione gourmet e lounge per ogni tipo di classe. La zona di riposo offre, inoltre, strutture per il relax centralizzate e facilmente accessibili e gratuite con sedia relax e presa di ricarica aperto 24 ore su 24, zona internet, bagni con doccia, area bambini e massaggi.\r\nIncheon è anche un vero green airport: varie strutture paesaggistiche sono il combinato di una tecnologia eco-compatibile. Tecnologia ecologica che sfrutta la luce solare e la geotermia, energia che rende l’aeroporto efficiente e pulito. \r\nLe vendite duty-free dell'aeroporto di Incheon superano i 2 miliardi di dollari.","post_title":"Incheon: ecco il futuro 'smart' dell'aeroporto di Seul","post_date":"2022-10-11T09:10:57+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1665479457000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430888","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Scoprire Mauritius attraverso l’arte gourmet di grandi chef stellati. La promozione dell’isola passa anche attraverso la gastronomia e così profumi e sapori approdano a Milano per la settimana “Mauritius Gourmet Week” presso l’hub di Identità Golose, dal 21 al 24 settembre. A fare gli onori di casa Claudio Cerroni, cofondatore di Identità Golose, “la casa degli chef”.\r\n\r\n“Esportare e dare un assaggio di Mauritius anche senza viaggiare” ed è così che nasce la Gourmet Week a Milano con lo chef pluripremiato Moorongun Coopen, chef executive dello Shandrani Beachcomber Resort & Spa direttamente da Mauritius, per creare un mix di cucina tra mauriziano e mediterraneo. Un evento organizzato da Beachcomber Resort & Spa, Turisanda, l’Ente di promozione turistica mauriziana ed Air Mauritius. Per le serate saranno presenti anche due chef italiani Luca Marchini,  del ristorante L’Erba del Re, stella Michelin, e Antonella Ricci del Fornello da Ricci, entrambi molto legati all’isola.\r\n\r\nLa partecipazione del gruppo Gruppo Alpitour per l’area tour operating con Turisanda, sinonimo di esperienza è il brand italiano più longevo del settore, dall’esperienza storica, garanzia di professionalità soprattutto nel luxury e nei luoghi da sogno. Inoltre voli diretti settimanali di Neos collegheranno l’isola una volta alla settimana dal 20 dicembre con il Dreamliner 787.\r\n\r\nLa presenza di Beachcomber conferma l’attenzione del brand riservata da sempre alla qualità e alla varietà in cucina, per un servizio impeccabile in ogni suo ristorante attraverso scuola di formazione, eventi gourmet e collaborazioni con chef stellati da tutto il mondo.\r\n\r\n“La Gourmet Week porta alla luce la ricca varietà di esperienze che Mauritius ha da offrire e la sua ricca cultura gastronomica incrocio di varie culture. Ciò che colpisce dell’isola di Mauritius è anche l’ospitalià e il calore delle persone - afferma Mia Hezi, account director Mtpa – che dà la sensazione di essere a casa: cibo e calore, un matrimonio perfetto”.\r\n\r\nLa collaborazione con partner di alto livello chiude il cerchio con Air Mauritius. La compagnia aerea, rappresentata nel nostro Paese da Apg Italy, vanta una certificazione a 4 stelle dall’agenzia di rating Skytrax, con velivoli di nuova generazione, 2 Airbus 330-900Neo, 2 Airbus 350-900Xwb e 3 Atr 72-500. Collega l’Italia sia da Parigi in code-share con Air France con 10 voli alla settimana e da Londra con 3 voli settimanali. Il servizio di bordo prevede due classi, la business e l’economica. In arrivo altre due nuovi aeromobili in quanto la domanda di viaggio ha superato i livelli del 2019.  ","post_title":"La 'Mauritius Gourmet Week' è di scena a Milano, all'Hub di Identità Golose","post_date":"2022-09-21T15:28:46+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1663774126000]}]}}

Lascia un commento