29 January 2023

Certosa Viaggi sceglie Filo diretto Assistance

[ 0 ]

Franco Tortoli, Certosa Viaggi, Filo diretto, Dopo oltre trent’anni di attività è ancora capace di incassare successi e “fare scuola”. Si tratta di Certosa Viaggi, agenzia fiorentina, fondata da Franco Tortoli nel lontano ’85. L’adv, tra le più note del panorama fiorentino, si è aggiudicata il prestigioso premio Italian Travel Awards 2018 come migliore adv. Certosa Viaggi per proseguire garantire il miglior servizi ai propri clienti, ha scelto Filo diretto Assistance come partner assicurativo, sia per quanto riguarda le polizze per la clientela sia per la sostituzione del Fondo di Garanzia, con il prodotto Filo diretto Protection. «La nostra collaborazione con Filo diretto Assistance può considerarsi storica, dato che le loro polizze assicurative da sempre rappresentano un valore aggiunto ai pacchetti turistici che offriamo ai nostri clienti, così come si configurano come una garanzia per un viaggio sicuro e a prova di imprevisto – spiega Franco Tortoli, amministratore unico di Certosa Viaggi – ad essere sincero non avrei mai pensato di vincere, anche tenendo conto del fatto che fino allo scorso mese non sapevamo della nostra candidatura. Detto questo, aver vinto per noi significa essere fieri del lavoro che facciamo da 33 anni e avere consapevolezza che sia i viaggiatori che i Tour Operator apprezzano la nostra azienda».

Franco Tortoli, Certosa Viaggi, Filo diretto,

Stefano Pedrone

Soddisfazione confermata da Stefano Pedrone, responsabile direzione turismo di Filo diretto Assistance. «Siamo davvero felici per questo straordinario risultato conseguito da Certosa Viaggi, un’agenzia con cui collaboriamo in modo proficuo da tantissimi anni e con cui intratteniamo rapporti che vanno al di là della semplice collaborazione professionale – sottolinea Pedrone -, il fatto che Certosa, come molte altre adv dislocate su tutto il territorio nazionale, ci sia fedele e continui a preferire le nostre polizze assicurative non può che riempirci d’orgoglio e spingerci a offrire soluzioni sempre più innovative e capaci di soddisfare nel migliore dei modi le esigenze degli operatori».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438092 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_438093" align="alignleft" width="300"] Grotte di Frasassi[/caption] Il 2022 si certifica un anno da record per le Grotte di Frasassi. Alla partenza del nuovo anno il Consorzio Grotte di Frasassi fa un primo bilancio con fatturati che superano quelli del 2019, anno pre covid, e con un afflusso di circa 270.000 visitatori che riconferma il primato delle Grotte di Frasassi come uno dei siti naturalistici tra i più visitati e apprezzati d’Italia. “Numeri importanti che con soddisfazione premiano il nostro impegno - Ha dichiarato il Sindaco di Genga Marco Filipponi- Grazie ad un attento piano di marketing, studiato per rilanciare l’area dopo i difficili anni della pandemia che ha visto la pianificazione di azioni strategiche di promozione e l’organizzazione di grandi eventi con una forte risonanza nazionale ed internazionale, oggi le Grotte con un aumento degli afflussi sia dei visitatori italiani che stranieri, si riconfermano tra i siti naturalistici più visitati d’Italia.” A partire dai festeggiamenti del 50° Anniversario della scoperta delle Grotte di Frasassi che ha visto protagonisti di un concerto andato in onda su Rai 1 e testimonial del sito carsico i tre celebri tenori Piero Gianluca e Ignazio de Il Volo nel docufilm diretto dal Maestro Vittorio Storaro. Un messaggio di pace Nella Pasqua 2022, le Grotte di Frasassi, hanno lanciato un forte messaggio di pace con la suggestiva proiezione di Armondo Linus Acosta   “The last supper. The living tableau” ispirato all’ “Ultima Cena” di Leonardo Da Vinci e realizzato con i tre grandi maestri della cinematografia mondiale vincitori di Premi Oscar: Vittorio Storaro, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo. Per quanto riguarda l’offerta alle scuole, il 2022 ha visto il Consorzio Grotte di Frasassi impegnato nell’implementazione dei prodotti didattici elaborati appositamente per gli studenti, di secondarie e superiori. Grazie alla convenzione stipulata con la Sezione di Geologia dell’Università di Camerino il Consorzio Grotte di Frasassi ha creato a Genga un hub internazionale di ricerca in ambito geologico che ha coinvolto gli studenti di istituti ed università di tutto il mondo. Tra le altre iniziative di partnership ricordiamo l’accordo siglato con Trenitalia per la promozione integrata e sostenibile del territorio che ha garantito ai visitatori oltre al trasporto diretto e facilitato davanti alla biglietteria delle Grotte di Frasassi anche uno sconto speciale nel biglietto d’ingresso.     [post_title] => Grotte di Frasassi: 270 mila visitatori nel 2022. Superato il 2019 [post_date] => 2023-01-27T12:07:43+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674821263000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438054 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Futura Vacanze inaugura la stagione estiva con una serie di eventi dedicati alle agenzie di viaggio. «A tu per tu è il nome della nostra campagna, che vuole rappresentare un rilancio diretto a contatto con le persone - spiega il direttore vendite, Francesco Maio - Iniziamo da Milano, dove sono presenti circa 80 adv, e proseguiremo poi in tutto il Nord Italia (Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto), per spostarci quindi a marzo nelle regioni del Centro-Sud. Nel frattempo, a gennaio, sono partiti anche diversi educational». Fra le novità, l’uscita dei nuovi cataloghi: tre cartacei (Mare Italia, Club e Club Estero), a cui se ne aggiungono altrettanti online (Neve, Benessere, Monti Estivi), più un ulteriore in arrivo. Da segnalare pure la new entry del sardo Cala Fiorita, che va a potenziare il prodotto Italia. «Contiamo su una rete di 3.500 agenzie con cui lavoriamo in maniera meritocratica e per cluster, tramite undici venditori attivi in tutta Italia e quattro in telemarketing, che vanno a coprire ogni regione - aggiunge Maio –. Grazie ai molti feedback positivi beneficiamo di un ottimo trend di advance booking e di una buona percentuale di repeater». E la pandemia ha in qualche modo accelerato il processo di crescita di Futura. «Oggi è un dato di fatto che stiamo entrando sempre più nel novero dei maggiori player italiani del tour operating per fatturato, numero di prodotti e viaggiatori – sottolinea il direttore commerciale trade, Belinda Coccia –. Da una criticità come la pandemia abbiamo colto un’opportunità: le agenzie avevano bisogno di prodotti, di rassicurazioni… Abbiamo avvicinato non soltanto il cliente del mare Italia, ma anche chi era abituato ai viaggi all’estero e si è ritrovato a riscoprire il nostro Paese». I costi per l’adeguamento delle strutture ai decreti sull’emergenza sanitaria e i rincari energetici del 2022 sembra non abbiano insomma rallentato il cammino della compagnia, anche se sono andati un po’ a discapito delle marginalità. Le cifre dicono infatti che nel 2022 il to ha trasportato 150 mila passeggeri, ma soprattutto che il suo fatturato è cresciuto del 40% rispetto ai 53 milioni di euro del 2019. E per il futuro l’operatore capitolino conta di migliorare ulteriormente, anche tramite il contributo del prodotto estero, che si punta a portare al 30% del giro d’affari complessivo sfruttando la qualità dell’offerta Egitto e del combinato su Madeira. [post_title] => Coccia, Futura Vacanze: siamo tra i top player del settore [post_date] => 2023-01-27T09:36:20+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674812180000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438004 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Stéphane Valeri è il nuovo presidente esecutivo della Société des Bains de Mer. Succede a Jean-Luc Biamonti. Laureatosi alla Escp business school nel 1986, Valeri ha presieduto il Consiglio nazionale del Principato dal 2003 al 2010 e successivamente dal 2018 al 2022. Nominato dal principe sovrano alla carica di consigliere del governo-ministro degli Affari sociali e della salute dal 2010 al 2017, ha guidato la riforma delle pensioni del settore privato e ha istituito il telelavoro. Dal 2003, nell’ambito di queste funzioni, ha anche potuto seguire regolarmente l’evoluzione della Société des Bains de Mer. Commendatore dell’ordine di San Carlo (massima onorificenza monegasca), ufficiale della Legion d’Onore, Valeri ha fondato e diretto tra il 1987 e il 2003 un importante gruppo di comunicazione del Principato, prima di intraprendere la carriera pubblica al servizio dello Stato. In data 23 settembre 2022 è stato eletto consigliere della Sbm per cooptazione del consiglio di amministrazione, con nomina ratificata dagli azionisti tramite votazione nel corso dell’assemblea ordinaria dello scorso 2 dicembre. “Assumo con orgoglio il mio nuovo incarico all’interno di questa grande realtà, a cui io e la mia famiglia siamo molto legati da diverse generazioni - dichiara lo stesso Valeri ., Grazie all’operato del mio predecessore, Jean-Luc Biamonti, al quale desidero rendere omaggio, la Société des Bains de Mer si trova oggi in una buonissima situazione economica e finanziaria. Ringrazio il consiglio di amministrazione per la fiducia. Conscio dell’importanza del compito che mi attende, m’impegnerò al massimo per continuare a far prosperare e risplendere quest’azienda, che è il vanto imprenditoriale del Principato".   [post_title] => Stéphane Valeri nuovo presidente esecutivo della Société des Bains de Mer [post_date] => 2023-01-26T12:37:17+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674736637000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437936 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovo marchio per Eurostar dalla fine del 2023: l'annuncio del rinnovato brand, che prevede la fusione tra Thalys ed Eurostar, arriva mentre la società rende noto di voler raggiungere i 30 milioni di passeggeri trasportati all'anno entro il 2030, rispetto ai 19 milioni del 2019. Una decisione che segue il già avviato processo di integrazione delle due realtà sotto la holding Gruppo Eurostar, varato il 1° maggio 2022. In pratica, i treni che oggi collegano Parigi, Bruxelles, Amsterdam e Colonia cambieranno nome a favore di Eurostar. Attualmente, però, Eurostar trasporta il 30% di passeggeri in meno sui treni tra il Regno Unito e Parigi: secondo Gwendoline Cazenave, ceo della società, il risultato negativo è conseguenza dei controlli di frontiera post-Brexit e degli attuali livelli del personale di frontiera, che creano "colli di bottiglia" nelle stazioni. Sono 14 i servizi giornalieri tra Londra e Parigi, rispetto ai 18 del 2019 e la ceo anticipa che la compagnia potrebbe non ripristinare alcuni collegamenti sospesi lo scorso anno. "Abbiamo problemi nei principali terminal Eurostar a causa delle nuove condizioni di imbarco tra Regno Unito e Unione europea, ma anche per le conseguenze del Covid, e con il personale operativo nelle stazioni" ha affermato la ceo, ripresa da Bbc News, sottolineando le tante iniziative in corso per trovare soluzioni, tra cui un maggior numero di persone in servizio alle frontiere. L'anno scorso Eurostar aveva annunciato l'interruzione del servizio diretto da Londra a Disneyland Paris nonché la sospensione dei servizi con scalo nelle stazioni internazionali di Ebbsfleet e Ashford. [post_title] => Eurostar: nuovo marchio entro l'autunno, sparirà il brand Thalys [post_date] => 2023-01-25T13:34:01+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674653641000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437926 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Annunciata già a fine agosto, viene finalmente messa a terra la parte degli aiuti previsti dal Pnrr per le imprese del ricettivo, a valere sul Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti di sviluppo del turismo (Fri-Tur). Si tratta di un contributo in conto capitale, concesso alle imprese beneficiarie utilizzando 180 milioni di risorse del Pnrr. A queste si aggiungono i finanziamenti agevolati, concessi da Cdp a valere sul Fri, per un importo complessivo fino a 600 milioni, in affiancamento a prestiti di pari importo e durata (fino a 15 anni) erogati dal settore bancario a condizioni di mercato. Per un totale di quasi 1,4 miliardi. Santanché: dal 2023 il sorpasso sui dati pre-pandemici "E' una leva finanziaria necessaria per il turismo, perché dobbiamo alzare l'asticella - ha commentato il ministro del Turismo, Daniela Santanché, in occasione di una conferenza stampa a Roma -. La richiesta è sempre più alta, il target sempre più esigente. Dobbiamo quindi aumentare la qualità dei nostri servizi per competere. La nuova leva si inserisce peraltro in un momento buono per l'industria dei viaggi: il 2023 sarà l'anno del sorpasso rispetto ai dati pre-pandemici". Da qualche minuto è peraltro già attivo il sito con tutte le informazioni sulla misura, ha contestualmente rivelato Luigi Gallo, responsabile area innovazione di Invitalia, che gestirà la piattaforma: "Dal prossimo 30 gennaio sarà invece possibile accedere e scaricare la domanda che si potrà poi inviare a partire dal 1° di marzo". Focus sugli investimenti da 500 mila a 10 milioni di euro La misura si rivolge, tra gli altri, ad alberghi, agriturismi, stabilimenti balnearie e termali, strutture ricettive all'aria aperta, porti turistici, imprese del settore fieristico e congressuale. Sono richiesti investimenti medio-grandi, compresi tra 500 mila e 10 milioni di euro, che puntano sulla sostenibilità e sulla digitalizzazione, in particolare sulla riqualificazione energetica e antisismica. Altri interventi agevolabili riguardano l'eliminazione delle barriere architettoniche, la manutenzione straordinaria, la realizzazione di piscine termali, l'acquisto o il rinnovo di arredi. Due le forme di agevolazione previste: il contributo diretto alla spesa, concessi dal ministero del Turismo, e un finanziamento agevolato, concesso da Cassa Depositi e Prestiti. Entrambe le agevolazioni verranno concesse sulla base della valutazione dei progetti affidata a Invitalia. Al finanziamento agevolato dovrà essere abbinato un finanziamento bancario a tasso di mercato di pari importo e durata, erogato da una banca che aderisce all'apposita convenzione firmata da dicastero del Turismo, Associazione Bancaria Italiana e Cdp.   [post_title] => Pnrr: arrivano 1,4 miliardi per le imprese del ricettivo [post_date] => 2023-01-25T12:38:35+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674650315000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437911 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_437915" align="alignleft" width="300"] Lublino[/caption] La Polonia rilancia la scommessa sul mercato Italia per il 2023 con più collegamenti aerei, numerose novità e una ancor più presente attività di formazione al trade. Obiettivo: consolidare i risultati 2019, quando si erano registrati arrivi per oltre 600.000 italiani. “La Polonia è una meta moderna e dinamica, molto apprezzata dagli italiani, che prediligono fra tutto le nostre città d’arte (Cracovia, Varsavia, Danzica e Breslavia fra tutte) – afferma Barbara Minczewa, direttrice dell’Ente nazionale polacco per il turismo in Italia - ma la promozione della destinazione per il 2023 sarà incentrata su una Polonia meno nota, una terra che attrae per il ricco patrimonio storico-culturale ma che deve oggi rivelare al grande pubblico la sua bellezza naturalistica, la biodiversità, le possibilità legate all’outdoor e la squisita offerta gastronomica”. Nei primi 10 mesi del 2022, il numero di pernottamenti dei visitatori italiani non ha ancora raggiunto i dati dello stesso periodo del 2019 (anche se si attestano al 60%), ma con un aumento del +90% se si guarda al 2021. “Sono dati al momento ancora parziali, ma che ci mostrano un trend in crescita, non solo per quanto riguarda il turismo dall’Italia, ma in generale per i flussi provenienti dall’Unione europea”. In calendario incontri di formazione online e fam trip, così da dare ad agenti e operatori l’occasione di approfondire la propria conoscenza sulla destinazione, ma anche la partecipazione a fiere ed eventi insieme ai dmc polacchi. Sul fronte dei collegamenti spiccano i due nuovi per Lublino, città accademica e importante punto di unione fra l’Europa occidentale e quella orientale e, in secondo luogo, il grande ritorno del volo diretto Roma-Danzica. “La nostra forza sta nei numerosi collegamenti aerei che permettono a molti italiani di raggiungere il nostro paese in ogni stagione dell’anno grazie a operativi che consentono di organizzare long weekend oppure di approfittare dei ponti di primavera, per una breve vacanza o, ancora, del periodo delle festività natalizie, quando si svolgono i mercatini di Natale”.   [post_title] => La Polonia scommette sulle mete meno note. Più voli e tanta formazione al trade [post_date] => 2023-01-25T11:11:30+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674645090000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437904 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air France apre un nuovo canale di comunicazione con i passeggeri sbarcando su WhatsApp. Il servizio gratuito, che risponde alle mutate abitudini e agli usi digitali dei clienti, è  disponibile 7 giorni su 7 in 22 Paesi e in 4 lingue, tra cui l'italiano (oltre a francese, inglese, brasiliano/portoghese). Già presente su diverse piattaforme di messaggistica e social media, in particolare Facebook Messenger, Air France continua a rafforzare le sue relazioni commerciali offrendo un servizio clienti più proattivo. I passeggeri, durante e dopo il volo potranno avere risposte istantanee alle domande più comuni tramite il chatbot Louis e, per risposte più specifiche, il contatto con un rappresentante di Air France. Se i clienti optano per questa opzione, saranno inviate loro notifiche in ogni momento chiave del viaggio: dall'emissione della carta d'imbarco alle informazioni sul volo; promozioni personalizzate permetteranno ai clienti di migliorare la loro esperienza di viaggio, con la possibilità di scegliere posti più spaziosi o di acquistare l'accesso alla lounge Air France in aeroporto. [post_title] => Air France approda su WhatsApp: contatto più diretto con i passeggeri, anche in italiano [post_date] => 2023-01-25T10:46:06+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674643566000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437858 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Repubblica Dominicana è una destinazione molto amata da chi ama le vacanze mare, in particolare le aree di La Romana, Punta Cana, Samanà e Puerto Plata. «Tuttavia tra le tendenze che hanno caratterizzato il 2022 ci sono state sicuramente l’ecoturismo insieme al turismo sostenibile e il turismo di lusso – spiega Neyda Garcia, direttrice dell’Ufficio del Turismo della Repubblica Dominicana  -. Ecoturismo e turismo sostenibile sono segmenti in crescita nel paese, grazie anche alle tante attività che si possono fare. Negli ultimi anni, sono sorte diverse strutture ricettive sostenibili nel paese, per accontentare chi ama un contatto più diretto con la natura senza impattare sull’ambiente».  Tra i punti di forza dell’offerta 2023, Miches, uno dei nuovi gioielli turistici del Paese, sulla sponda meridionale della baia di Samanà: sarà un nuovo polo turistico con resort e boutique hotel e strutture per convegni. Rafforzare l’offerta significa anche rafforzare i rapporti con il trade. «Abbiamo in essere una serie di accordi con alcuni tour operator e realtà turistiche italiane – conclude Garcia -  per sensibilizzare gli agenti di viaggi nei confronti della Repubblica Dominicana. Sono previsti webinar, campagne pubblicitarie, famtrip per agenti di viaggi e seminari nel corso dell’anno». [post_title] => Repubblica Dominicana, focus su turismo sostenibile e turismo del lusso [post_date] => 2023-01-25T09:45:16+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674639916000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437837 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiamano Venezuela: lagune, cascate e spiagge incontaminate e Los Roques Ecoluxury i due nuovi programmi della linea Viaggi Imperdibili di Tour2000AmericaLatina, con cui il to marchigiano riapre finalmente i confini del Paese con capitale Caracas. Si tratta di itinerari a conferma immediata con minimo due partecipanti, partenze a date fisse con inclusi nella quota a persona voli intercontinentali e domestici, hotel e trasferimenti. Prima partenza il 4 aprile per Pasqua per il tour Venezuela: lagune, cascate e spiagge incontaminate, 11 giorni/nove notti alla scoperta del parco nazionale di Canaima, una delle zone geologiche più antiche della Terra, Patrimonio dell’umanità Unesco, dove si trova il Salto Angel, la cascata più alta del mondo. Il viaggio prosegue poi per l’arcipelago di Los Roques, con soggiorno sull’unica isola abitata in una semplice posada a diretto contatto con la natura. La proposta Los Roques Ecoluxury nove giorni/sette notti con partenze ogni 15 giorni dai principali aeroporti italiani è pensata invece per chi vuole trascorrere una settimana di relax in uno dei mari più belli del mondo ai Caraibi, per disconnettersi totalmente dalla vita frenetica dei nostri giorni. “Riaprire il Venezuela è per noi un momento unico ed emozionante, se pensiamo che fino a una decina di anni fa questo Paese era la nostra prima destinazione per fatturato", afferma Marino Pagni, general manager di Tour2000AmericaLatina. La programmazione è stata creata in collaborazione con Air Europa, top partner del to per i voli in Sud America. Tutti i voli sono operati dai nuovi Boeing 787 DreamLiner configurati con la nuova cabina di business ed economy class. In alternativa, è possibile acquistare la premium economy, laddove operi il Boeing 787 DreamLiner configurato con cabina premium.     [post_title] => Tour2000AmericaLatina riapre il Venezuela con due pacchetti della linea Viaggi Imperdibili [post_date] => 2023-01-24T13:10:54+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674565854000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "certosa viaggi sceglie filo diretto assistance" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":36,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":715,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438092","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_438093\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Grotte di Frasassi[/caption]\r\n\r\nIl 2022 si certifica un anno da record per le Grotte di Frasassi. Alla partenza del nuovo anno il Consorzio Grotte di Frasassi fa un primo bilancio con fatturati che superano quelli del 2019, anno pre covid, e con un afflusso di circa 270.000 visitatori che riconferma il primato delle Grotte di Frasassi come uno dei siti naturalistici tra i più visitati e apprezzati d’Italia.\r\n\r\n“Numeri importanti che con soddisfazione premiano il nostro impegno - Ha dichiarato il Sindaco di Genga Marco Filipponi- Grazie ad un attento piano di marketing, studiato per rilanciare l’area dopo i difficili anni della pandemia che ha visto la pianificazione di azioni strategiche di promozione e l’organizzazione di grandi eventi con una forte risonanza nazionale ed internazionale, oggi le Grotte con un aumento degli afflussi sia dei visitatori italiani che stranieri, si riconfermano tra i siti naturalistici più visitati d’Italia.”\r\n\r\nA partire dai festeggiamenti del 50° Anniversario della scoperta delle Grotte di Frasassi che ha visto protagonisti di un concerto andato in onda su Rai 1 e testimonial del sito carsico i tre celebri tenori Piero Gianluca e Ignazio de Il Volo nel docufilm diretto dal Maestro Vittorio Storaro.\r\nUn messaggio di pace\r\nNella Pasqua 2022, le Grotte di Frasassi, hanno lanciato un forte messaggio di pace con la suggestiva proiezione di Armondo Linus Acosta   “The last supper. The living tableau” ispirato all’ “Ultima Cena” di Leonardo Da Vinci e realizzato con i tre grandi maestri della cinematografia mondiale vincitori di Premi Oscar: Vittorio Storaro, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo.\r\n\r\nPer quanto riguarda l’offerta alle scuole, il 2022 ha visto il Consorzio Grotte di Frasassi impegnato nell’implementazione dei prodotti didattici elaborati appositamente per gli studenti, di secondarie e superiori. Grazie alla convenzione stipulata con la Sezione di Geologia dell’Università di Camerino il Consorzio Grotte di Frasassi ha creato a Genga un hub internazionale di ricerca in ambito geologico che ha coinvolto gli studenti di istituti ed università di tutto il mondo.\r\n\r\nTra le altre iniziative di partnership ricordiamo l’accordo siglato con Trenitalia per la promozione integrata e sostenibile del territorio che ha garantito ai visitatori oltre al trasporto diretto e facilitato davanti alla biglietteria delle Grotte di Frasassi anche uno sconto speciale nel biglietto d’ingresso.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Grotte di Frasassi: 270 mila visitatori nel 2022. Superato il 2019","post_date":"2023-01-27T12:07:43+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1674821263000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438054","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Futura Vacanze inaugura la stagione estiva con una serie di eventi dedicati alle agenzie di viaggio. «A tu per tu è il nome della nostra campagna, che vuole rappresentare un rilancio diretto a contatto con le persone - spiega il direttore vendite, Francesco Maio - Iniziamo da Milano, dove sono presenti circa 80 adv, e proseguiremo poi in tutto il Nord Italia (Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto), per spostarci quindi a marzo nelle regioni del Centro-Sud. Nel frattempo, a gennaio, sono partiti anche diversi educational».\r\n\r\nFra le novità, l’uscita dei nuovi cataloghi: tre cartacei (Mare Italia, Club e Club Estero), a cui se ne aggiungono altrettanti online (Neve, Benessere, Monti Estivi), più un ulteriore in arrivo. Da segnalare pure la new entry del sardo Cala Fiorita, che va a potenziare il prodotto Italia.\r\n\r\n«Contiamo su una rete di 3.500 agenzie con cui lavoriamo in maniera meritocratica e per cluster, tramite undici venditori attivi in tutta Italia e quattro in telemarketing, che vanno a coprire ogni regione - aggiunge Maio –. Grazie ai molti feedback positivi beneficiamo di un ottimo trend di advance booking e di una buona percentuale di repeater».\r\n\r\nE la pandemia ha in qualche modo accelerato il processo di crescita di Futura. «Oggi è un dato di fatto che stiamo entrando sempre più nel novero dei maggiori player italiani del tour operating per fatturato, numero di prodotti e viaggiatori – sottolinea il direttore commerciale trade, Belinda Coccia –. Da una criticità come la pandemia abbiamo colto un’opportunità: le agenzie avevano bisogno di prodotti, di rassicurazioni… Abbiamo avvicinato non soltanto il cliente del mare Italia, ma anche chi era abituato ai viaggi all’estero e si è ritrovato a riscoprire il nostro Paese».\r\n\r\nI costi per l’adeguamento delle strutture ai decreti sull’emergenza sanitaria e i rincari energetici del 2022 sembra non abbiano insomma rallentato il cammino della compagnia, anche se sono andati un po’ a discapito delle marginalità. Le cifre dicono infatti che nel 2022 il to ha trasportato 150 mila passeggeri, ma soprattutto che il suo fatturato è cresciuto del 40% rispetto ai 53 milioni di euro del 2019. E per il futuro l’operatore capitolino conta di migliorare ulteriormente, anche tramite il contributo del prodotto estero, che si punta a portare al 30% del giro d’affari complessivo sfruttando la qualità dell’offerta Egitto e del combinato su Madeira.","post_title":"Coccia, Futura Vacanze: siamo tra i top player del settore","post_date":"2023-01-27T09:36:20+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1674812180000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438004","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Stéphane Valeri è il nuovo presidente esecutivo della Société des Bains de Mer. Succede a Jean-Luc Biamonti. Laureatosi alla Escp business school nel 1986, Valeri ha presieduto il Consiglio nazionale del Principato dal 2003 al 2010 e successivamente dal 2018 al 2022. Nominato dal principe sovrano alla carica di consigliere del governo-ministro degli Affari sociali e della salute dal 2010 al 2017, ha guidato la riforma delle pensioni del settore privato e ha istituito il telelavoro.\r\n\r\nDal 2003, nell’ambito di queste funzioni, ha anche potuto seguire regolarmente l’evoluzione della Société des Bains de Mer. Commendatore dell’ordine di San Carlo (massima onorificenza monegasca), ufficiale della Legion d’Onore, Valeri ha fondato e diretto tra il 1987 e il 2003 un importante gruppo di comunicazione del Principato, prima di intraprendere la carriera pubblica al servizio dello Stato. In data 23 settembre 2022 è stato eletto consigliere della Sbm per cooptazione del consiglio di amministrazione, con nomina ratificata dagli azionisti tramite votazione nel corso dell’assemblea ordinaria dello scorso 2 dicembre.\r\n\r\n“Assumo con orgoglio il mio nuovo incarico all’interno di questa grande realtà, a cui io e la mia famiglia siamo molto legati da diverse generazioni - dichiara lo stesso Valeri ., Grazie all’operato del mio predecessore, Jean-Luc Biamonti, al quale desidero rendere omaggio, la Société des Bains de Mer si trova oggi in una buonissima situazione economica e finanziaria. Ringrazio il consiglio di amministrazione per la fiducia. Conscio dell’importanza del compito che mi attende, m’impegnerò al massimo per continuare a far prosperare e risplendere quest’azienda, che è il vanto imprenditoriale del Principato\".\r\n\r\n ","post_title":"Stéphane Valeri nuovo presidente esecutivo della Société des Bains de Mer","post_date":"2023-01-26T12:37:17+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1674736637000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437936","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuovo marchio per Eurostar dalla fine del 2023: l'annuncio del rinnovato brand, che prevede la fusione tra Thalys ed Eurostar, arriva mentre la società rende noto di voler raggiungere i 30 milioni di passeggeri trasportati all'anno entro il 2030, rispetto ai 19 milioni del 2019. Una decisione che segue il già avviato processo di integrazione delle due realtà sotto la holding Gruppo Eurostar, varato il 1° maggio 2022. In pratica, i treni che oggi collegano Parigi, Bruxelles, Amsterdam e Colonia cambieranno nome a favore di Eurostar.\r\n\r\nAttualmente, però, Eurostar trasporta il 30% di passeggeri in meno sui treni tra il Regno Unito e Parigi: secondo Gwendoline Cazenave, ceo della società, il risultato negativo è conseguenza dei controlli di frontiera post-Brexit e degli attuali livelli del personale di frontiera, che creano \"colli di bottiglia\" nelle stazioni. Sono 14 i servizi giornalieri tra Londra e Parigi, rispetto ai 18 del 2019 e la ceo anticipa che la compagnia potrebbe non ripristinare alcuni collegamenti sospesi lo scorso anno.\r\n\r\n\"Abbiamo problemi nei principali terminal Eurostar a causa delle nuove condizioni di imbarco tra Regno Unito e Unione europea, ma anche per le conseguenze del Covid, e con il personale operativo nelle stazioni\" ha affermato la ceo, ripresa da Bbc News, sottolineando le tante iniziative in corso per trovare soluzioni, tra cui un maggior numero di persone in servizio alle frontiere.\r\n\r\nL'anno scorso Eurostar aveva annunciato l'interruzione del servizio diretto da Londra a Disneyland Paris nonché la sospensione dei servizi con scalo nelle stazioni internazionali di Ebbsfleet e Ashford.","post_title":"Eurostar: nuovo marchio entro l'autunno, sparirà il brand Thalys","post_date":"2023-01-25T13:34:01+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674653641000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437926","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Annunciata già a fine agosto, viene finalmente messa a terra la parte degli aiuti previsti dal Pnrr per le imprese del ricettivo, a valere sul Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti di sviluppo del turismo (Fri-Tur). Si tratta di un contributo in conto capitale, concesso alle imprese beneficiarie utilizzando 180 milioni di risorse del Pnrr. A queste si aggiungono i finanziamenti agevolati, concessi da Cdp a valere sul Fri, per un importo complessivo fino a 600 milioni, in affiancamento a prestiti di pari importo e durata (fino a 15 anni) erogati dal settore bancario a condizioni di mercato. Per un totale di quasi 1,4 miliardi.\r\nSantanché: dal 2023 il sorpasso sui dati pre-pandemici\r\n\"E' una leva finanziaria necessaria per il turismo, perché dobbiamo alzare l'asticella - ha commentato il ministro del Turismo, Daniela Santanché, in occasione di una conferenza stampa a Roma -. La richiesta è sempre più alta, il target sempre più esigente. Dobbiamo quindi aumentare la qualità dei nostri servizi per competere. La nuova leva si inserisce peraltro in un momento buono per l'industria dei viaggi: il 2023 sarà l'anno del sorpasso rispetto ai dati pre-pandemici\".\r\n\r\nDa qualche minuto è peraltro già attivo il sito con tutte le informazioni sulla misura, ha contestualmente rivelato Luigi Gallo, responsabile area innovazione di Invitalia, che gestirà la piattaforma: \"Dal prossimo 30 gennaio sarà invece possibile accedere e scaricare la domanda che si potrà poi inviare a partire dal 1° di marzo\".\r\nFocus sugli investimenti da 500 mila a 10 milioni di euro\r\nLa misura si rivolge, tra gli altri, ad alberghi, agriturismi, stabilimenti balnearie e termali, strutture ricettive all'aria aperta, porti turistici, imprese del settore fieristico e congressuale. Sono richiesti investimenti medio-grandi, compresi tra 500 mila e 10 milioni di euro, che puntano sulla sostenibilità e sulla digitalizzazione, in particolare sulla riqualificazione energetica e antisismica. Altri interventi agevolabili riguardano l'eliminazione delle barriere architettoniche, la manutenzione straordinaria, la realizzazione di piscine termali, l'acquisto o il rinnovo di arredi.\r\n\r\nDue le forme di agevolazione previste: il contributo diretto alla spesa, concessi dal ministero del Turismo, e un finanziamento agevolato, concesso da Cassa Depositi e Prestiti. Entrambe le agevolazioni verranno concesse sulla base della valutazione dei progetti affidata a Invitalia. Al finanziamento agevolato dovrà essere abbinato un finanziamento bancario a tasso di mercato di pari importo e durata, erogato da una banca che aderisce all'apposita convenzione firmata da dicastero del Turismo, Associazione Bancaria Italiana e Cdp.\r\n\r\n ","post_title":"Pnrr: arrivano 1,4 miliardi per le imprese del ricettivo","post_date":"2023-01-25T12:38:35+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1674650315000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437911","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_437915\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Lublino[/caption]\r\n\r\nLa Polonia rilancia la scommessa sul mercato Italia per il 2023 con più collegamenti aerei, numerose novità e una ancor più presente attività di formazione al trade. Obiettivo: consolidare i risultati 2019, quando si erano registrati arrivi per oltre 600.000 italiani.\r\n\r\n“La Polonia è una meta moderna e dinamica, molto apprezzata dagli italiani, che prediligono fra tutto le nostre città d’arte (Cracovia, Varsavia, Danzica e Breslavia fra tutte) – afferma Barbara Minczewa, direttrice dell’Ente nazionale polacco per il turismo in Italia - ma la promozione della destinazione per il 2023 sarà incentrata su una Polonia meno nota, una terra che attrae per il ricco patrimonio storico-culturale ma che deve oggi rivelare al grande pubblico la sua bellezza naturalistica, la biodiversità, le possibilità legate all’outdoor e la squisita offerta gastronomica”.\r\n\r\nNei primi 10 mesi del 2022, il numero di pernottamenti dei visitatori italiani non ha ancora raggiunto i dati dello stesso periodo del 2019 (anche se si attestano al 60%), ma con un aumento del +90% se si guarda al 2021. “Sono dati al momento ancora parziali, ma che ci mostrano un trend in crescita, non solo per quanto riguarda il turismo dall’Italia, ma in generale per i flussi provenienti dall’Unione europea”.\r\n\r\nIn calendario incontri di formazione online e fam trip, così da dare ad agenti e operatori l’occasione di approfondire la propria conoscenza sulla destinazione, ma anche la partecipazione a fiere ed eventi insieme ai dmc polacchi.\r\n\r\nSul fronte dei collegamenti spiccano i due nuovi per Lublino, città accademica e importante punto di unione fra l’Europa occidentale e quella orientale e, in secondo luogo, il grande ritorno del volo diretto Roma-Danzica. “La nostra forza sta nei numerosi collegamenti aerei che permettono a molti italiani di raggiungere il nostro paese in ogni stagione dell’anno grazie a operativi che consentono di organizzare long weekend oppure di approfittare dei ponti di primavera, per una breve vacanza o, ancora, del periodo delle festività natalizie, quando si svolgono i mercatini di Natale”.\r\n\r\n ","post_title":"La Polonia scommette sulle mete meno note. Più voli e tanta formazione al trade","post_date":"2023-01-25T11:11:30+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1674645090000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437904","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air France apre un nuovo canale di comunicazione con i passeggeri sbarcando su WhatsApp. Il servizio gratuito, che risponde alle mutate abitudini e agli usi digitali dei clienti, è  disponibile 7 giorni su 7 in 22 Paesi e in 4 lingue, tra cui l'italiano (oltre a francese, inglese, brasiliano/portoghese).\r\n\r\nGià presente su diverse piattaforme di messaggistica e social media, in particolare Facebook Messenger, Air France continua a rafforzare le sue relazioni commerciali offrendo un servizio clienti più proattivo. I passeggeri, durante e dopo il volo potranno avere risposte istantanee alle domande più comuni tramite il chatbot Louis e, per risposte più specifiche, il contatto con un rappresentante di Air France.\r\n\r\nSe i clienti optano per questa opzione, saranno inviate loro notifiche in ogni momento chiave del viaggio: dall'emissione della carta d'imbarco alle informazioni sul volo; promozioni personalizzate permetteranno ai clienti di migliorare la loro esperienza di viaggio, con la possibilità di scegliere posti più spaziosi o di acquistare l'accesso alla lounge Air France in aeroporto.","post_title":"Air France approda su WhatsApp: contatto più diretto con i passeggeri, anche in italiano","post_date":"2023-01-25T10:46:06+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674643566000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437858","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Repubblica Dominicana è una destinazione molto amata da chi ama le vacanze mare, in particolare le aree di La Romana, Punta Cana, Samanà e Puerto Plata. «Tuttavia tra le tendenze che hanno caratterizzato il 2022 ci sono state sicuramente l’ecoturismo insieme al turismo sostenibile e il turismo di lusso – spiega Neyda Garcia, direttrice dell’Ufficio del Turismo della Repubblica Dominicana  -. Ecoturismo e turismo sostenibile sono segmenti in crescita nel paese, grazie anche alle tante attività che si possono fare. Negli ultimi anni, sono sorte diverse strutture ricettive sostenibili nel paese, per accontentare chi ama un contatto più diretto con la natura senza impattare sull’ambiente». \r\n\r\nTra i punti di forza dell’offerta 2023, Miches, uno dei nuovi gioielli turistici del Paese, sulla sponda meridionale della baia di Samanà: sarà un nuovo polo turistico con resort e boutique hotel e strutture per convegni.\r\n\r\nRafforzare l’offerta significa anche rafforzare i rapporti con il trade. «Abbiamo in essere una serie di accordi con alcuni tour operator e realtà turistiche italiane – conclude Garcia -  per sensibilizzare gli agenti di viaggi nei confronti della Repubblica Dominicana. Sono previsti webinar, campagne pubblicitarie, famtrip per agenti di viaggi e seminari nel corso dell’anno».","post_title":"Repubblica Dominicana, focus su turismo sostenibile e turismo del lusso","post_date":"2023-01-25T09:45:16+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1674639916000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437837","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiamano Venezuela: lagune, cascate e spiagge incontaminate e Los Roques Ecoluxury i due nuovi programmi della linea Viaggi Imperdibili di Tour2000AmericaLatina, con cui il to marchigiano riapre finalmente i confini del Paese con capitale Caracas. Si tratta di itinerari a conferma immediata con minimo due partecipanti, partenze a date fisse con inclusi nella quota a persona voli intercontinentali e domestici, hotel e trasferimenti.\r\n\r\nPrima partenza il 4 aprile per Pasqua per il tour Venezuela: lagune, cascate e spiagge incontaminate, 11 giorni/nove notti alla scoperta del parco nazionale di Canaima, una delle zone geologiche più antiche della Terra, Patrimonio dell’umanità Unesco, dove si trova il Salto Angel, la cascata più alta del mondo. Il viaggio prosegue poi per l’arcipelago di Los Roques, con soggiorno sull’unica isola abitata in una semplice posada a diretto contatto con la natura. La proposta Los Roques Ecoluxury nove giorni/sette notti con partenze ogni 15 giorni dai principali aeroporti italiani è pensata invece per chi vuole trascorrere una settimana di relax in uno dei mari più belli del mondo ai Caraibi, per disconnettersi totalmente dalla vita frenetica dei nostri giorni.\r\n\r\n“Riaprire il Venezuela è per noi un momento unico ed emozionante, se pensiamo che fino a una decina di anni fa questo Paese era la nostra prima destinazione per fatturato\", afferma Marino Pagni, general manager di Tour2000AmericaLatina. La programmazione è stata creata in collaborazione con Air Europa, top partner del to per i voli in Sud America. Tutti i voli sono operati dai nuovi Boeing 787 DreamLiner configurati con la nuova cabina di business ed economy class. In alternativa, è possibile acquistare la premium economy, laddove operi il Boeing 787 DreamLiner configurato con cabina premium.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Tour2000AmericaLatina riapre il Venezuela con due pacchetti della linea Viaggi Imperdibili","post_date":"2023-01-24T13:10:54+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1674565854000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti