28 September 2022

Visit Emilia da Bertolucci a Bellocchio, itinerari nei luoghi e nelle storie dei film narrati da grandi registri

[ 0 ]

Scoprire l’Emilia è percorrere i paesaggi, ammirare gli scorci, visitare le città e vivere le storie rese celebri dalle telecamere di Bertolucci e di altri grandi registi, riconoscere le eterne vicende di Don Camillo e Peppone, guardare alle intuizioni visive di Marco Bellocchio, rileggere la storia del pittore Ligabue nei luoghi dell’opera d’arte cinematografica “Volevo Nascondermi”. 

Il viaggio di Visit Emilia nella cinematografia può cominciare da Brescello (RE), le cui strade e piazze sono state scenario del celebre “Don Camillo e Peppone” diretto da Mario Camerini nel 1972. È facile ritrovare qui il mondo piccolo descritto da Giovannino Guareschi, immaginare il parroco e il sindaco, i compagni e i fedeli”. Tante le curiosità cinematografiche, come la cappella della Madonnina del Borghetto e la campana fatta costruire da Peppone nell’episodio “Don Camillo Monsignore… ma non troppo”, oggi appesa sotto il porticato di Via Giglioli. Non può mancare una sosta alla casa del sindaco in via Carducci, invece la stazione ferroviaria è alla fine di Viale Venturini.

Vale la pena una tappa a Campegine (RE) in cui è ambientato il film “Il Cammino della speranza” di Pietro Germi e a Novellara (RE) che fu ricostruita oniricamente a Cinecittà da Federico Fellini per “La voce della luna”. Da non perdere Correggio (RE), luogo d’origine di Luciano Ligabue, che qui ha ambientato il suo “Radiofreccia”, con scene girate anche a Guastalla e Gualtieri. Quest’ultimo è il borgo di un altro Ligabue, il pittore Antonio Ligabue, interpretato da Elio Germano nel film “Volevo Nascondermi”, girato nel territorio reggiano, tra sterminati boschi di pioppi e le banchine del fiume Po.. A Gualtieri (RE), oltre alla Casa Museo Antonio Ligabue, è visitabile, fino al 14 novembre 2021, nel Salone dei Giganti di Palazzo Bentivoglio, la mostra “Ligabue, la figura ritrovata” con un inedito confronto tra il genio emiliano e 11 artisti contemporanei.

Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020+2021, è stata set di molti lavori cinematografici e Bernardo Bertolucci ha dedicato diversi film alla sua città natale. Come “Prima della Rivoluzione”, ambientato al Duomo di Parma e in zona Villetta –

I castelli e i borghi storici che circondano Parma non sono sfuggiti agli occhi dei registi e non sfuggiranno ai cineamatori. Sempre Bertolucci ha scelto Roncole Verdi (PR), a poca distanza dalla Busseto del Maestro Giuseppe Verdi, per un momento di “Novecento” ambientato nella corte agricola delle Piacentine. Invece a Salsomaggiore Terme (PR) si possono rivivere alcune scene di “L’Ultimo Imperatore” ambientato nell’elegante salone moresco del Palazzo dei Congressi.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431088 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Franco Baroni è il nuovo area sales Azemar per le regioni Emilia-Romagna, Marche e San Marino. Baroni vanta un’esperienza trentennale nel mondo dei turismo, prima come agente di viaggio e poi, dal 1995 come commerciale per alcuni dei più importanti tour operator del settore, oltre ad aver ricoperto il ruolo di capo area Centro Italia per un noto network nazionale. Azemar, tour operator specialista sull’oceano Indiano da oltre trent’anni, va così a rafforzare la propria forza vendite, con i suoi dieci area sales presenti su tutto il territorio nazionale e Canton Ticino. [post_title] => Franco Baroni si aggiunge al team sales di Azemar [post_date] => 2022-09-26T11:37:37+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664192257000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431059 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Stagione 2022 con un deciso segno più per CdsHotels che ha registrato un incremento delle prenotazioni del 35% rispetto sia al 2021, sia al 2019. La Puglia e la Sicilia, in particolare, sono state nuovamente premiate dal mercato estero: rispetto al 2019, anno in cui CdsHotels aveva raggiunto il picco di presenze provenienti dall’estero, si è riscontrato infatti un aumento di fatturato del 30 %, con una concentrazione nella prima parte della stagione. “Mentre un’altra stagione si appresta a chiudersi, è il momento di guardarsi indietro e fare un primo bilancio su questa prima parte del 2022 che, se sotto molti aspetti (rincaro dei prezzi delle materie prime e delle forniture, incertezza generale dovuta alla situazione geopolitica internazionale e a due anni di pandemia) è stata piuttosto difficile e preannuncia un futuro ancora più arduo, sotto molti altri aspetti è stata invece decisamente positiva - spiega il direttore commerciale della compagnia, Ada Miraglia -. Ciò ci permette di supporre che il mercato comincia a premiare con un gradimento sempre più elevato l’impegno che il nostro gruppo dedica al miglioramento e all’ampliamento dell’offerta". Dopo due anni di pandemia, che hanno modificato le abitudini dei consumatori portando a un incremento delle prenotazioni last minute, CdsHotels rileva inoltre un’inversione di tendenza con un ritorno dell’early booking, grazie a un picco di conferme giunte entro il 31 marzo. Anche il settore mice si è rimesso in moto e le presenze di gruppi sono aumentate rispetto al 2019, portando a un incremento di fatturato del segmento pari al 63%. Le proiezioni per l’autunno sono infine altrettanto positive: alla data del 21 settembre si registra un aumento di fatturato, rispetto alla stesso periodo del 2021, di circa il 35%, che va a confermare i trend registrati finora. “Tutti questi numeri ci fanno ben sperare – prosegue Ada Miraglia – per un futuro in crescita. Ma purtroppo bisogna essere onesti e non possiamo vedere il bicchiere del tutto pieno: insieme alla crescita dei risultati abbiamo, infatti, registrato anche un aumento esponenziale dei costi. Le nostre politiche aziendali sono da sempre orientate alla riduzione degli sprechi, anche in un’ottica di risparmio ecologico e facciamo molti sforzi per sensibilizzare i nostri ospiti verso queste necessità; gli ospiti dal canto loro si dimostrano sempre molto sensibili, ma ciò non basta ed è necessario che qualcosa si muova a livello europeo affinché il caro-prezzi venga in qualche modo contenuto e vengano impedite eventuali speculazioni in tale direzione”. [post_title] => CdsHotels: prenotazioni a +35% sul 2019. Ed è tornato anche l'early booking [post_date] => 2022-09-26T10:02:45+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664186565000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430913 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Palazzo Ducale di Genova ospita, dal 6 ottobre 2022 al 22 gennaio 2023, una straordinaria esposizione per raccontare la grandezza del massimo pittore barocco di sempre: Peter Paul Rubens e il suo rapporto con la città. Il progetto nasce in occasione del quarto centenario della pubblicazione ad Anversa del celebre volume di Pietro Paolo Rubens, Palazzi di Genova (1622). La curatela è di Nils Büttner. Rubens soggiornò in diverse occasioni a Genova tra il 1600 e il 1607, visitandola anche al seguito del duca di Mantova, Vincenzo I Gonzaga, presso cui ricopriva il ruolo di pittore di corte. Ebbe così modo di intrattenere rapporti diretti e in alcuni casi molto stretti con i più ricchi e influenti aristocratici dell’oligarchia cittadina. In mostra sono presentate più di 150 opere, tra le quali hanno il ruolo di protagonisti oltre venti Rubens provenienti da musei e collezioni europee e italiane, che si sommano a quelli presenti in città, giungendo così a un numero come non vi era dalla fine del Settecento a Genova; da quando, cioè, la crisi dell’aristocrazia con i contraccolpi della Rivoluzione Francese diede avvio a un’inesorabile diaspora di capolavori verso le collezioni del mondo. A partire dal nucleo rubensiano, il racconto del contesto culturale e artistico della città nell’epoca del suo maggiore splendore viene completato da dipinti degli autori che Rubens per certo vide e studiò (Tintoretto e Luca Cambiaso); che incontrò in Italia e in particolare a Genova durante il suo soggiorno (Frans Pourbus il Giovane, Sofonisba Anguissola e Bernardo Castello), o con cui collaborò (Jan Wildens e Frans Snyders). Disegni, incisioni, arazzi, arredi, volumi antichi, perfino abiti, accessori femminili e gioielli consentono di celebrare la grandiosità di una capitale artistica visitata da uno dei maggiori artisti di tutti i tempi e confermano quell’appellativo di Superba che fu dato a Genova. La mostra gode della collaborazione della città di Anversa e del Centrum Rubenianum di Anversa, dell’ambasciata del Belgio in Italia, del consolato onorario del Belgio a Genova, della città di Mantova, di VisitFlanders, nonché della Camera di commercio di Genova. Il comune sta lavorando ad attivare altre partnership istituzionali con altri enti e città italiane ed europee. L’appuntamento espositivo di Palazzo Ducale è l’occasione per attivare un progetto di grande rilievo, dal titolo Rubens 22. A network ideato e curato da Anna Orlando; di fatto la più importante rete culturale mai attivata a Genova intorno a un singolo artista. In città, inoltre, il visitatore potrà seguire un vero e proprio itinerario rubensiano alla scoperta dei capolavori nelle loro sedi permanenti. Il tour in città sarà segnalato con veri e propri focus, a completamento del racconto narrato dalla mostra di Palazzo Ducale e toccherà anche i palazzi cinquecenteschi che Rubens certamente visitò. Nel quadro delle altre iniziative cittadine si segnala, nel giugno del 2023, la finale di Ocean Race, il maggior evento velistico internazionale che prenderà avvio da Alicante nel 2022. La città si prepara a questo importante appuntamento con una serie di eventi che presentano Genova al mondo. Ebbene, Rubens a Genova e il progetto Rubens 22. A Network fanno parte del programma culturale di Ocean Race. La mostra è prodotta dal comune di Genova con fondazione Palazzo Ducale per la vultura e la casa editrice Electa, con il supporto e la partecipazione dello sponsor unico Rimorchiatori Riuniti. Ilgruppo ha voluto sostenere questo importante progetto artistico e cultuale per celebrare, insieme alla città dove è nato e ha sede, i suoi primi 100 anni di storia. [post_title] => Rubens a Genova: 150 opere in mostra nella città ligure dal 6 ottobre 2022 al 22 gennaio 2023 [post_date] => 2022-09-22T12:36:01+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663850161000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430923 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Visit Usa Italy partecipa alla prossima edizione di Ttg Travel Experience confermandosi un punto di riferimento per informazione e formazione al trade. L'associazione è pronta ad affrontare la stagione con una serie di novità e alcune importanti conferme, come il calendario di webinar in programma per i prossimi mesi e per la prima parte del 2023, strutturato dai soci per gli agenti di viaggio e la cui partecipazione contribuisce ad acquisire, o consolidare, la qualifica di“Ambassador” (mentre uscirà di scena quella di “Master Ambassador” sostituita da altra metodologia di certificazione). Tra le novità formative spicca la serie di webinar denominati “My Secret VISIT USA”, che saranno ad uso esclusivo degli agenti Master Ambassador certificati dal 2021 ad oggi e dei TO soci, e che avranno argomenti particolari di approfondimento. La prima serie partirà il 10 Novembre e comprenderà 5 sessioni di 1h 30’ ciascuna concludendosi il 24 Gennaio. L’argomento di questa prima serie verrà “svelato” direttamente con un prossimo comunicato stampa dal socio Visit USA che aprirà questo nuovo corso di approfondimento con un tema di sicuro interesse e di grande attualità. Inoltre, è previsto il ritorno “su strada” di Visit USA con un classico Roadshow che riporta i soci ad incontrare di persona gli agenti di viaggio del centro-nord Italia. 9 tappe a partire dal 22 novembre con Palmanova /Udine e che si concluderà il 23 febbraio a Mantova. Per gli agenti del sud-Italia invece ci sarà l'evento clou dell’anno dedicato alla promozione degli Stati Uniti ovvero lo Showcase Usa Italy 2023, che si svolgerà a Catania dal 3 al 6 marzo. La mattina del 4 marzo sarà dedicata proprio alle agenzie di viaggio. Novità, infine, anche in merito alle certificazioni rilasciate da Visit USA e al maggior coinvolgimento degli agenti di viaggio alla vita associativa: dal 2023 niente più qualifica Master Ambassador ma solo qualifica Ambassador suddivisa in livelli; possibilità di affiliazione “light”a Visit USA Italy da parte delle agenzie di viaggio con numerosi benefit  e l’accesso ad un percorso professionale di altissimo livello.  Non ultimo il riconoscimento, da parte dei viaggiatori, della competenza acquisita dagli agenti affiliati tramite la pubblicazione dei loro profili sul sito della Visit USA. [post_title] => Visit Usa Italy amplia e rinnova la formazione per gli agenti di viaggio [post_date] => 2022-09-22T10:05:09+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663841109000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430910 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Vivi la magia dell’inverno in Estonia: dalle calde luci dei mercatini di Natale al ghiaccio del Baltico passando per una smoke sauna. E' il nuovo Reportage di Travel Quotidiano realizzato in collaborazione con Visit Estonia.  Un viaggio alla scoperta della bellezza dell’inverno estone tra ghiacciai, foreste innevate e mercatini di Natale. L'Estonia è la meta ideale per coloro che sono alla ricerca di un romantico inverno in un ambiente medievale illuminato dalle spettacolari luci di Natale o desiderano un momento di relax in un grazioso cottage in mezzo alla natura invernale o in Igloo sauna. Una destinazione che sa coinvolgere tutti grazie alle numerose attività che è possibile praticare, tra sci di fondo, pattinaggio, escursioni con gli husky, Ice Road, bagni in laghi ghiacciati e tanto altro. Un’avventura magica per amanti dello sport, coppie in cerca di una fuga romantica o famiglie con bambini. Leggi il Reportage [post_title] => Vivi la magia dell’inverno in Estonia. Online il nuovo Reportage [post_date] => 2022-09-22T09:50:39+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => aurora-boreale-estonia [1] => bagno-sul-lago-ghiacciato-estonia [2] => cosa-fare-con-bambini-in-estonia [3] => cosa-fare-in-estonia [4] => escursioni-husky-estonia [5] => escursioni-sul-ghiaccio-estonia [6] => estonia [7] => fishing-village-estonia [8] => foreste-estonia [9] => ghiacciai-estonia [10] => ice-road-estonia [11] => igloo-saunas-estonia [12] => maria-farm-estonia [13] => mercatini-di-natale-estonia [14] => mercatini-di-natale-tallinn [15] => reportage-travel-quotidiano [16] => sci-di-fondo-in-estonia [17] => smoke-sauna-estonia [18] => spa-estonia [19] => tallinn-estonia [20] => vacanza-in-estonia [21] => viaggio-in-estonia [22] => viaggio-in-famiglia-in-estonia ) [post_tag_name] => Array ( [0] => aurora boreale estonia [1] => bagno sul lago ghiacciato estonia [2] => cosa fare con bambini in estonia [3] => cosa fare in estonia [4] => escursioni husky estonia [5] => escursioni sul ghiaccio estonia [6] => estonia [7] => fishing village estonia [8] => foreste estonia [9] => ghiacciai estonia [10] => ice road estonia [11] => igloo saunas estonia [12] => maria farm estonia [13] => mercatini di natale estonia [14] => mercatini di natale tallinn [15] => reportage travel quotidiano [16] => sci di fondo in estonia [17] => smoke sauna estonia [18] => spa estonia [19] => tallinn estonia [20] => vacanza in estonia [21] => viaggio in estonia [22] => viaggio in famiglia in estonia ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663840239000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430862 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Parte la 2° edizione di iTEG, l’evento di cui Travel Quotidiano è media partner, progettato per ridisegnare il Turismo Enogastronomico Italiano con un forte focus sui 17 Obiettivi della Agenda 2030. L’evento, che vuole fornire nuove linee guida per gli operatori di tutta la filiera, si svolgerà il 30 settembre e 1 ottobre a Galatina (LE), nel centro storico, all'interno di due location d'eccezione: il Chiostro delle Clarisse e Chiesa dei Battenti. Venerdì 23 settembre, alle ore 11, si terrà la Conferenza stampa di presentazione nella Sala Dante museo Cavoti Galatina. iTEG: le novità dell'edizione 2022 iTEG  è uno degli obiettivi del progetto TEGing Italia, fondato nel 2020 da Paola Puzzovio. Un sistema consolidato per la gestione del T.EG. e delle aree operative progettuali: formazione, incoming, destinazioni e servizi alle aziende. Tra le novità di quest’edizione: block-chain e Metaverso; opportunità con PNRR; marketing e comunicazione specifico per il T.EG; mindfulness; disegno di esperienze turistiche sostenibili e inclusive; turismo low-carbon; turismo outdoor; ospitalità a 5 stelle; l’arte pasticcera; l’evoluzione della formazione; spreco alimentare; oltre ai consolidati Unconventional foodies e TEGing & co-project. Inoltre, si svolgeranno due tavole rotonde: una sulla Sostenibilità e l’altra sulla Wine Hospitality. Il programma prevede anche cinque salotti tematici: Comunicazione, ️Produttori, Reti, Autori e Intermediari con un unico obiettivo: delineare nuove strategie e linee guida per il Turismo Enogastronomico Italiano. Le attività formative e le Masterclass saranno tenute da esperti italiani e internazionali, con un totale di 16 ore no stop per tutti gli operatori della filiera turistico-enogastronomica: produttori, tour operators, albergatori, host, sommelier, ristoratori, generazione Z, DMO. I racconti di best practice e storie di successo di operatori che ce l’hanno fatta, hanno il compito di essere una fonte d’ispirazione e di rendere reale tutto ciò che sembra impossibile. In piazza Galluccio, sarà organizzata un'area dedicata alla simulazione di attività ed esperienze di turismo enogastronomico, coinvolgendo tutti, attivamente, in esperienze che fanno vivere momenti speciali.   'A cena con la Puglia' Una cena conviviale, sotto le stelle, dal titolo 'A cena con la Puglia' animerà il borgo la sera del 30 settembre: una grande tavolata per favorire l’interazione tra produttori, operatori, rappresentanti privati e pubblici, storici, autori pugliesi e non. I padroni di casa, i pugliesi, intratterranno i commensali non pugliesi, raccontando la Puglia e la loro storia. Tutti verranno ammaliati da un team composto da sommelier narratori, allievi delle scuole alberghiere, cuochi professionisti e amatoriali, affiancati dai produttori locali che si alterneranno per raccontare le eccellenze del territorio. Durante le due giornate, gli ospiti accompagnati da guide abilitate, scopriranno il patrimonio storico culturale di Galatina in “Discovery Galatina”. "Sono orgogliosa dell'evoluzione dei progetti TEGing e iTEG, e di tutto ciò che stiamo mettendo a disposizione della Puglia, ospitando professionisti italiani e internazionali - dichiara Paola Puzzovio - Per me è fondamentale agire, fare prima ancora di dire sia per TEGing Italia sia per iTEG. Un agire in cui la forza delle reti è tangibile e si presenta in ogni momento dell'organizzazione di iTEG 2022. Le reti sono il sostegno del progetto e dell'evento ed è questa certezza che mi spinge ad alzare sempre di più l'asticella, fino a progettare la presentazione di TEGing e iTEG a New York. Grazie ad iTEG il sud sarà protagonista del futuro.” Per partecipare gratuitamente all’evento, registrarsi su https://www.eventbrite.it/e/394215337687 Patrocini: Regione Puglia, Comune di Galatina, Confagricoltura, CCIAA Lecce, CNA Lecce, Laica, Cultura Italiae. World Food Travel Association, Trails for Peace, Green Destination, Centro Español de Turismo Responsable. [post_title] => Al via la seconda edizione di iTEG: il turismo enogastronomico va in scena [post_date] => 2022-09-21T13:00:18+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663765218000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430866 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'associazione di imprese che operano nel settore wedding ed eventi privati, FederMep, è ufficialmente parte di Federterziario Turismo. La novità è frutto di un accordo appena siglato anche con la partecipazione di FederTerziario e rientra nella strategia di valorizzazione di tuti i segmenti della filiera dell'industria dei viaggi. Quello del wedding e degli eventi privati è un ambito fortemente professionale, ma allo stesso tempo duramente penalizzato dagli anni della pandemia. Un comparto, quello degli eventi, in grande espansione che registra un indotto primario di 15 miliardi e riguarda circa 50 mila imprese e professionisti, 300 mila impiegati stabili e 150 mila lavoratori stagionali. L’obiettivo condiviso dell’accordo è quello di contribuire alla crescita delle imprese e associate, assicurando una particolare attenzione alla rappresentanza sindacale, insieme a un’offerta integrata di attività di assistenza, consulenza, formazione, in quest’ultimo caso anche con il supporto di FondItalia, Fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua, di cui FederTerziario è parte costituente. “Accogliamo FederMep con spirito di grande collaborazione - spiega Enzo Carella, presidente di FederTerziario Turismo -. Porteremo avanti delle battaglie comuni per dare il giusto peso, in ambito istituzionale, a tutti segmenti della filiera, valorizzando in maniera adeguata e puntuale le tante professionalità esistenti in questo ambito. La filiera degli eventi contribuisce in maniera sostanziale allo sviluppo turistico delle destinazioni e genera un indotto economico dall’elevato valore aggiunto. Un’eccellenza tutta italiana che va sostenuta e tutelata. Apprezziamo le iniziative già avviate da FederMep e siamo felici di poter annoverare questa realtà nella nostra confederazione”. [post_title] => FederTerziario Turismo accoglie FederMep tra le proprie fila [post_date] => 2022-09-21T12:31:36+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663763496000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430734 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Buenos Aires e l'Argentina rinsaldano il legame con il mercato italiano, puntando a ripristinare al più presto i flussi turistici pre-pandemia. Ecco quindi la serata tutta romana organizzata dall’ambasciata argentina, che ha acceso i riflettori su plus e novità della capitale sudamericana, dove nel 2019 i viaggiatori italiani si classificavano all'ottavo posto per numero di arrivi stranieri. “Presentare le attrattive di Buenos Aires a Roma è per noi estremamente importante, poiché questo tipo di scambio di esperienze contribuisce alla ripresa del settore" ha spiegato Lucas Delfino, presidente dell'Ente del Turismo di Buenos Aires. Nei primi mesi del 2022, da gennaio a maggio, sono stati 688.000 gli arrivi internazionali in Argentina, e di questi 18.000 era di origine italiana secondo i dati forniti dalla Direzione Nazionale delle Migrazioni. Nello stesso periodo del 2019 i viaggiatori italiani erano 44.000, ma va precisato che durante i primi cinque mesi del 2022 non ci sono stati collegamenti diretti con l'Italia, e che la connettività è stata in parte recuperata solo tra giugno e luglio con otto voli settimanali. “Buenos Aires è una destinazione che ruota su tre assi principali: cultura, gastronomia e natura; una città che presenta tanta varietà”, ha detto Karina Perticone, executive director di Visit Buenos Aires, un nuovo ente di promozione focalizzato sui segmenti di fascia alta, Lgbt e Mice, che si concentra su temi come la gastronomia, la cultura e le attività urbane all'aperto.     [post_title] => Buenos Aires a Roma con tutte le novità fra cultura, gastronomia e natura [post_date] => 2022-09-20T10:32:44+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663669964000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430657 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Bilancio sostanzialmente positivo per l'estate della Lettonia: i dati dell'Ufficio centrale di statistica riportano infatti che, a luglio, il numero di turisti stranieri è raddoppiato rispetto all'anno precedente. La capitale Rīga è la meta più visitata, con quasi il 60% dei turisti stranieri entrati nel Paese. Il 16% dei turisti ha visitato Jūrmala, seguita da Liepāja, Sigulda e Ventspils. La maggior parte dei sono domestici o provenienti dalla vicina Estonia, seguiti da finlandesi e polacchi, mentre il numero di turisti provenienti dalla Russia è, ovviamente, in calo. "I turisti provenienti dalla Russia compaiono ancora nelle statistiche, che non possono certo essere paragonate a quelle del 2018 o del 2019, quando il numero totale di turisti russi si avvicinava a 200.000 all'anno - ha dichiarato la rappresentante dell'Agenzia per gli investimenti e il turismo di Riga, Ieva Lasmane -. A livello globale, in precedenza, si aggirava intorno al 10-13%. È chiaro che è molto difficile sostituire una tale quantità, ma abbiamo investito più risorse nel mercato tedesco, che è per noi importante. Abbiamo molti voli diretti per diverse città tedesche, quindi è molto facile arrivare a Rīga. Il secondo di questi mercati strategici è la Gran Bretagna, che è cresciuta costantemente in questi anni e, naturalmente, i nostri vicini dei Paesi nordici, la Scandinavia". Nei primi 7 mesi di quest'anno, sono stati 1,2 milioni i turisti - stranieri e locali  - registrati negli alloggi turistici lettoni, con un aumento dell'85% rispetto al periodo corrispondente dell'anno scorso, ma ancora in calo di quasi il 30% rispetto al 2019.   [post_title] => La Lettonia si appresta a chiudere un'estate di ripresa, malgrado il crollo dei flussi dalla Russia [post_date] => 2022-09-19T10:33:06+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663583586000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "visit emilia bertolucci bellocchio itinerari nei luoghi nelle storie dei film narrati grandi registri" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":122,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":597,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431088","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Franco Baroni è il nuovo area sales Azemar per le regioni Emilia-Romagna, Marche e San Marino. Baroni vanta un’esperienza trentennale nel mondo dei turismo, prima come agente di viaggio e poi, dal 1995 come commerciale per alcuni dei più importanti tour operator del settore, oltre ad aver ricoperto il ruolo di capo area Centro Italia per un noto network nazionale.\r\n\r\nAzemar, tour operator specialista sull’oceano Indiano da oltre trent’anni, va così a rafforzare la propria forza vendite, con i suoi dieci area sales presenti su tutto il territorio nazionale e Canton Ticino.","post_title":"Franco Baroni si aggiunge al team sales di Azemar","post_date":"2022-09-26T11:37:37+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664192257000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431059","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Stagione 2022 con un deciso segno più per CdsHotels che ha registrato un incremento delle prenotazioni del 35% rispetto sia al 2021, sia al 2019. La Puglia e la Sicilia, in particolare, sono state nuovamente premiate dal mercato estero: rispetto al 2019, anno in cui CdsHotels aveva raggiunto il picco di presenze provenienti dall’estero, si è riscontrato infatti un aumento di fatturato del 30 %, con una concentrazione nella prima parte della stagione.\r\n\r\n“Mentre un’altra stagione si appresta a chiudersi, è il momento di guardarsi indietro e fare un primo bilancio su questa prima parte del 2022 che, se sotto molti aspetti (rincaro dei prezzi delle materie prime e delle forniture, incertezza generale dovuta alla situazione geopolitica internazionale e a due anni di pandemia) è stata piuttosto difficile e preannuncia un futuro ancora più arduo, sotto molti altri aspetti è stata invece decisamente positiva - spiega il direttore commerciale della compagnia, Ada Miraglia -. Ciò ci permette di supporre che il mercato comincia a premiare con un gradimento sempre più elevato l’impegno che il nostro gruppo dedica al miglioramento e all’ampliamento dell’offerta\".\r\n\r\nDopo due anni di pandemia, che hanno modificato le abitudini dei consumatori portando a un incremento delle prenotazioni last minute, CdsHotels rileva inoltre un’inversione di tendenza con un ritorno dell’early booking, grazie a un picco di conferme giunte entro il 31 marzo. Anche il settore mice si è rimesso in moto e le presenze di gruppi sono aumentate rispetto al 2019, portando a un incremento di fatturato del segmento pari al 63%. Le proiezioni per l’autunno sono infine altrettanto positive: alla data del 21 settembre si registra un aumento di fatturato, rispetto alla stesso periodo del 2021, di circa il 35%, che va a confermare i trend registrati finora.\r\n\r\n“Tutti questi numeri ci fanno ben sperare – prosegue Ada Miraglia – per un futuro in crescita. Ma purtroppo bisogna essere onesti e non possiamo vedere il bicchiere del tutto pieno: insieme alla crescita dei risultati abbiamo, infatti, registrato anche un aumento esponenziale dei costi. Le nostre politiche aziendali sono da sempre orientate alla riduzione degli sprechi, anche in un’ottica di risparmio ecologico e facciamo molti sforzi per sensibilizzare i nostri ospiti verso queste necessità; gli ospiti dal canto loro si dimostrano sempre molto sensibili, ma ciò non basta ed è necessario che qualcosa si muova a livello europeo affinché il caro-prezzi venga in qualche modo contenuto e vengano impedite eventuali speculazioni in tale direzione”.","post_title":"CdsHotels: prenotazioni a +35% sul 2019. Ed è tornato anche l'early booking","post_date":"2022-09-26T10:02:45+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664186565000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430913","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Palazzo Ducale di Genova ospita, dal 6 ottobre 2022 al 22 gennaio 2023, una straordinaria esposizione per raccontare la grandezza del massimo pittore barocco di sempre: Peter Paul Rubens e il suo rapporto con la città. Il progetto nasce in occasione del quarto centenario della pubblicazione ad Anversa del celebre volume di Pietro Paolo Rubens, Palazzi di Genova (1622). La curatela è di Nils Büttner.\r\n\r\nRubens soggiornò in diverse occasioni a Genova tra il 1600 e il 1607, visitandola anche al seguito del duca di Mantova, Vincenzo I Gonzaga, presso cui ricopriva il ruolo di pittore di corte. Ebbe così modo di intrattenere rapporti diretti e in alcuni casi molto stretti con i più ricchi e influenti aristocratici dell’oligarchia cittadina.\r\n\r\nIn mostra sono presentate più di 150 opere, tra le quali hanno il ruolo di protagonisti oltre venti Rubens provenienti da musei e collezioni europee e italiane, che si sommano a quelli presenti in città, giungendo così a un numero come non vi era dalla fine del Settecento a Genova; da quando, cioè, la crisi dell’aristocrazia con i contraccolpi della Rivoluzione Francese diede avvio a un’inesorabile diaspora di capolavori verso le collezioni del mondo.\r\n\r\nA partire dal nucleo rubensiano, il racconto del contesto culturale e artistico della città nell’epoca del suo maggiore splendore viene completato da dipinti degli autori che Rubens per certo vide e studiò (Tintoretto e Luca Cambiaso); che incontrò in Italia e in particolare a Genova durante il suo soggiorno (Frans Pourbus il Giovane, Sofonisba Anguissola e Bernardo Castello), o con cui collaborò (Jan Wildens e Frans Snyders).\r\n\r\nDisegni, incisioni, arazzi, arredi, volumi antichi, perfino abiti, accessori femminili e gioielli consentono di celebrare la grandiosità di una capitale artistica visitata da uno dei maggiori artisti di tutti i tempi e confermano quell’appellativo di Superba che fu dato a Genova.\r\n\r\nLa mostra gode della collaborazione della città di Anversa e del Centrum Rubenianum di Anversa, dell’ambasciata del Belgio in Italia, del consolato onorario del Belgio a Genova, della città di Mantova, di VisitFlanders, nonché della Camera di commercio di Genova. Il comune sta lavorando ad attivare altre partnership istituzionali con altri enti e città italiane ed europee.\r\n\r\nL’appuntamento espositivo di Palazzo Ducale è l’occasione per attivare un progetto di grande rilievo, dal titolo Rubens 22. A network ideato e curato da Anna Orlando; di fatto la più importante rete culturale mai attivata a Genova intorno a un singolo artista. In città, inoltre, il visitatore potrà seguire un vero e proprio itinerario rubensiano alla scoperta dei capolavori nelle loro sedi permanenti. Il tour in città sarà segnalato con veri e propri focus, a completamento del racconto narrato dalla mostra di Palazzo Ducale e toccherà anche i palazzi cinquecenteschi che Rubens certamente visitò. Nel quadro delle altre iniziative cittadine si segnala, nel giugno del 2023, la finale di Ocean Race, il maggior evento velistico internazionale che prenderà avvio da Alicante nel 2022. La città si prepara a questo importante appuntamento con una serie di eventi che presentano Genova al mondo. Ebbene, Rubens a Genova e il progetto Rubens 22. A Network fanno parte del programma culturale di Ocean Race.\r\n\r\nLa mostra è prodotta dal comune di Genova con fondazione Palazzo Ducale per la vultura e la casa editrice Electa, con il supporto e la partecipazione dello sponsor unico Rimorchiatori Riuniti. Ilgruppo ha voluto sostenere questo importante progetto artistico e cultuale per celebrare, insieme alla città dove è nato e ha sede, i suoi primi 100 anni di storia.","post_title":"Rubens a Genova: 150 opere in mostra nella città ligure dal 6 ottobre 2022 al 22 gennaio 2023","post_date":"2022-09-22T12:36:01+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1663850161000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430923","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Visit Usa Italy partecipa alla prossima edizione di Ttg Travel Experience confermandosi un punto di riferimento per informazione e formazione al trade. L'associazione è pronta ad affrontare la stagione con una serie di novità e alcune importanti conferme, come il calendario di webinar in programma per i prossimi mesi e per la prima parte del 2023, strutturato dai soci per gli agenti di viaggio e la cui partecipazione contribuisce ad acquisire, o consolidare, la qualifica di“Ambassador” (mentre uscirà di scena quella di “Master Ambassador” sostituita da altra metodologia di certificazione).\r\nTra le novità formative spicca la serie di webinar denominati “My Secret VISIT USA”, che saranno ad uso esclusivo degli agenti Master Ambassador certificati dal 2021 ad oggi e dei TO soci, e che avranno argomenti particolari di approfondimento. La prima serie partirà il 10 Novembre e comprenderà 5 sessioni di 1h 30’ ciascuna concludendosi il 24 Gennaio. L’argomento di questa prima serie verrà “svelato” direttamente con un prossimo comunicato stampa dal socio Visit USA che aprirà questo nuovo corso di approfondimento con un tema di sicuro interesse e di grande attualità.\r\nInoltre, è previsto il ritorno “su strada” di Visit USA con un classico Roadshow che riporta i soci ad incontrare di persona gli agenti di viaggio del centro-nord Italia. 9 tappe a partire dal 22 novembre con Palmanova /Udine e che si concluderà il 23 febbraio a Mantova.\r\nPer gli agenti del sud-Italia invece ci sarà l'evento clou dell’anno dedicato alla promozione degli Stati Uniti ovvero lo Showcase Usa Italy 2023, che si svolgerà a Catania dal 3 al 6 marzo. La mattina del 4 marzo sarà dedicata proprio alle agenzie di viaggio.\r\nNovità, infine, anche in merito alle certificazioni rilasciate da Visit USA e al maggior coinvolgimento degli agenti di viaggio alla vita associativa: dal 2023 niente più qualifica Master Ambassador ma solo qualifica Ambassador suddivisa in livelli; possibilità di affiliazione “light”a Visit USA Italy da parte delle agenzie di viaggio con numerosi benefit  e l’accesso ad un percorso professionale di altissimo livello.  Non ultimo il riconoscimento, da parte dei viaggiatori, della competenza acquisita dagli agenti affiliati tramite la pubblicazione dei loro profili sul sito della Visit USA.","post_title":"Visit Usa Italy amplia e rinnova la formazione per gli agenti di viaggio","post_date":"2022-09-22T10:05:09+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1663841109000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430910","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\nVivi la magia dell’inverno in Estonia: dalle calde luci dei mercatini di Natale al ghiaccio del Baltico passando per una smoke sauna. E' il nuovo Reportage di Travel Quotidiano realizzato in collaborazione con Visit Estonia. \r\n\r\nUn viaggio alla scoperta della bellezza dell’inverno estone tra ghiacciai, foreste innevate e mercatini di Natale. L'Estonia è la meta ideale per coloro che sono alla ricerca di un romantico inverno in un ambiente medievale illuminato dalle spettacolari luci di Natale o desiderano un momento di relax in un grazioso cottage in mezzo alla natura invernale o in Igloo sauna.\r\n\r\nUna destinazione che sa coinvolgere tutti grazie alle numerose attività che è possibile praticare, tra sci di fondo, pattinaggio, escursioni con gli husky, Ice Road, bagni in laghi ghiacciati e tanto altro.\r\n\r\nUn’avventura magica per amanti dello sport, coppie in cerca di una fuga romantica o famiglie con bambini.\r\n\r\nLeggi il Reportage","post_title":"Vivi la magia dell’inverno in Estonia. Online il nuovo Reportage","post_date":"2022-09-22T09:50:39+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["aurora-boreale-estonia","bagno-sul-lago-ghiacciato-estonia","cosa-fare-con-bambini-in-estonia","cosa-fare-in-estonia","escursioni-husky-estonia","escursioni-sul-ghiaccio-estonia","estonia","fishing-village-estonia","foreste-estonia","ghiacciai-estonia","ice-road-estonia","igloo-saunas-estonia","maria-farm-estonia","mercatini-di-natale-estonia","mercatini-di-natale-tallinn","reportage-travel-quotidiano","sci-di-fondo-in-estonia","smoke-sauna-estonia","spa-estonia","tallinn-estonia","vacanza-in-estonia","viaggio-in-estonia","viaggio-in-famiglia-in-estonia"],"post_tag_name":["aurora boreale estonia","bagno sul lago ghiacciato estonia","cosa fare con bambini in estonia","cosa fare in estonia","escursioni husky estonia","escursioni sul ghiaccio estonia","estonia","fishing village estonia","foreste estonia","ghiacciai estonia","ice road estonia","igloo saunas estonia","maria farm estonia","mercatini di natale estonia","mercatini di natale tallinn","reportage travel quotidiano","sci di fondo in estonia","smoke sauna estonia","spa estonia","tallinn estonia","vacanza in estonia","viaggio in estonia","viaggio in famiglia in estonia"]},"sort":[1663840239000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430862","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Parte la 2° edizione di iTEG, l’evento di cui Travel Quotidiano è media partner, progettato per ridisegnare il Turismo Enogastronomico Italiano con un forte focus sui 17 Obiettivi della Agenda 2030.\r\n\r\nL’evento, che vuole fornire nuove linee guida per gli operatori di tutta la filiera, si svolgerà il 30 settembre e 1 ottobre a Galatina (LE), nel centro storico, all'interno di due location d'eccezione: il Chiostro delle Clarisse e Chiesa dei Battenti.\r\n\r\nVenerdì 23 settembre, alle ore 11, si terrà la Conferenza stampa di presentazione nella Sala Dante museo Cavoti Galatina.\r\n\r\niTEG: le novità dell'edizione 2022\r\n\r\niTEG  è uno degli obiettivi del progetto TEGing Italia, fondato nel 2020 da Paola Puzzovio. Un sistema consolidato per la gestione del T.EG. e delle aree operative progettuali: formazione, incoming, destinazioni e servizi alle aziende.\r\n\r\nTra le novità di quest’edizione: block-chain e Metaverso; opportunità con PNRR; marketing e comunicazione specifico per il T.EG; mindfulness; disegno di esperienze turistiche sostenibili e inclusive; turismo low-carbon; turismo outdoor; ospitalità a 5 stelle; l’arte pasticcera; l’evoluzione della formazione; spreco alimentare; oltre ai consolidati Unconventional foodies e TEGing & co-project.\r\nInoltre, si svolgeranno due tavole rotonde: una sulla Sostenibilità e l’altra sulla Wine Hospitality.\r\n\r\nIl programma prevede anche cinque salotti tematici: Comunicazione, ️Produttori, Reti, Autori e Intermediari con un unico obiettivo: delineare nuove strategie e linee guida per il Turismo Enogastronomico Italiano.\r\n\r\nLe attività formative e le Masterclass saranno tenute da esperti italiani e internazionali, con un totale di 16 ore no stop per tutti gli operatori della filiera turistico-enogastronomica: produttori, tour operators, albergatori, host, sommelier, ristoratori, generazione Z, DMO. I racconti di best practice e storie di successo di operatori che ce l’hanno fatta, hanno il compito di essere una fonte d’ispirazione e di rendere reale tutto ciò che sembra impossibile.\r\n\r\nIn piazza Galluccio, sarà organizzata un'area dedicata alla simulazione di attività ed esperienze di turismo enogastronomico, coinvolgendo tutti, attivamente, in esperienze che fanno vivere momenti speciali.\r\n\r\n \r\n\r\n'A cena con la Puglia'\r\n\r\nUna cena conviviale, sotto le stelle, dal titolo 'A cena con la Puglia' animerà il borgo la sera del 30 settembre: una grande tavolata per favorire l’interazione tra produttori, operatori, rappresentanti privati e pubblici, storici, autori pugliesi e non. I padroni di casa, i pugliesi, intratterranno i commensali non pugliesi, raccontando la Puglia e la loro storia. Tutti verranno ammaliati da un team composto da sommelier narratori, allievi delle scuole alberghiere, cuochi professionisti e amatoriali, affiancati dai produttori locali che si alterneranno per raccontare le eccellenze del territorio.\r\n\r\nDurante le due giornate, gli ospiti accompagnati da guide abilitate, scopriranno il patrimonio storico culturale di Galatina in “Discovery Galatina”.\r\n\r\n\"Sono orgogliosa dell'evoluzione dei progetti TEGing e iTEG, e di tutto ciò che stiamo mettendo a disposizione della Puglia, ospitando professionisti italiani e internazionali - dichiara Paola Puzzovio - Per me è fondamentale agire, fare prima ancora di dire sia per TEGing Italia sia per iTEG. Un agire in cui la forza delle reti è tangibile e si presenta in ogni momento dell'organizzazione di iTEG 2022. Le reti sono il sostegno del progetto e dell'evento ed è questa certezza che mi spinge ad alzare sempre di più l'asticella, fino a progettare la presentazione di TEGing e iTEG a New York. Grazie ad iTEG il sud sarà protagonista del futuro.”\r\n\r\nPer partecipare gratuitamente all’evento, registrarsi su https://www.eventbrite.it/e/394215337687\r\n\r\nPatrocini: Regione Puglia, Comune di Galatina, Confagricoltura, CCIAA Lecce, CNA Lecce, Laica, Cultura Italiae. World Food Travel Association, Trails for Peace, Green Destination, Centro Español de Turismo Responsable.","post_title":"Al via la seconda edizione di iTEG: il turismo enogastronomico va in scena","post_date":"2022-09-21T13:00:18+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1663765218000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430866","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'associazione di imprese che operano nel settore wedding ed eventi privati, FederMep, è ufficialmente parte di Federterziario Turismo. La novità è frutto di un accordo appena siglato anche con la partecipazione di FederTerziario e rientra nella strategia di valorizzazione di tuti i segmenti della filiera dell'industria dei viaggi. Quello del wedding e degli eventi privati è un ambito fortemente professionale, ma allo stesso tempo duramente penalizzato dagli anni della pandemia. Un comparto, quello degli eventi, in grande espansione che registra un indotto primario di 15 miliardi e riguarda circa 50 mila imprese e professionisti, 300 mila impiegati stabili e 150 mila lavoratori stagionali.\r\n\r\nL’obiettivo condiviso dell’accordo è quello di contribuire alla crescita delle imprese e associate, assicurando una particolare attenzione alla rappresentanza sindacale, insieme a un’offerta integrata di attività di assistenza, consulenza, formazione, in quest’ultimo caso anche con il supporto di FondItalia, Fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua, di cui FederTerziario è parte costituente. “Accogliamo FederMep con spirito di grande collaborazione - spiega Enzo Carella, presidente di FederTerziario Turismo -. Porteremo avanti delle battaglie comuni per dare il giusto peso, in ambito istituzionale, a tutti segmenti della filiera, valorizzando in maniera adeguata e puntuale le tante professionalità esistenti in questo ambito. La filiera degli eventi contribuisce in maniera sostanziale allo sviluppo turistico delle destinazioni e genera un indotto economico dall’elevato valore aggiunto. Un’eccellenza tutta italiana che va sostenuta e tutelata. Apprezziamo le iniziative già avviate da FederMep e siamo felici di poter annoverare questa realtà nella nostra confederazione”.","post_title":"FederTerziario Turismo accoglie FederMep tra le proprie fila","post_date":"2022-09-21T12:31:36+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1663763496000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430734","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\nBuenos Aires e l'Argentina rinsaldano il legame con il mercato italiano, puntando a ripristinare al più presto i flussi turistici pre-pandemia. Ecco quindi la serata tutta romana organizzata dall’ambasciata argentina, che ha acceso i riflettori su plus e novità della capitale sudamericana, dove nel 2019 i viaggiatori italiani si classificavano all'ottavo posto per numero di arrivi stranieri.\r\n\r\n“Presentare le attrattive di Buenos Aires a Roma è per noi estremamente importante, poiché questo tipo di scambio di esperienze contribuisce alla ripresa del settore\" ha spiegato Lucas Delfino, presidente dell'Ente del Turismo di Buenos Aires.\r\n\r\nNei primi mesi del 2022, da gennaio a maggio, sono stati 688.000 gli arrivi internazionali in Argentina, e di questi 18.000 era di origine italiana secondo i dati forniti dalla Direzione Nazionale delle Migrazioni. Nello stesso periodo del 2019 i viaggiatori italiani erano 44.000, ma va precisato che durante i primi cinque mesi del 2022 non ci sono stati collegamenti diretti con l'Italia, e che la connettività è stata in parte recuperata solo tra giugno e luglio con otto voli settimanali.\r\n\r\n“Buenos Aires è una destinazione che ruota su tre assi principali: cultura, gastronomia e natura; una città che presenta tanta varietà”, ha detto Karina Perticone, executive director di Visit Buenos Aires, un nuovo ente di promozione focalizzato sui segmenti di fascia alta, Lgbt e Mice, che si concentra su temi come la gastronomia, la cultura e le attività urbane all'aperto.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Buenos Aires a Roma con tutte le novità fra cultura, gastronomia e natura","post_date":"2022-09-20T10:32:44+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1663669964000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430657","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Bilancio sostanzialmente positivo per l'estate della Lettonia: i dati dell'Ufficio centrale di statistica riportano infatti che, a luglio, il numero di turisti stranieri è raddoppiato rispetto all'anno precedente. La capitale Rīga è la meta più visitata, con quasi il 60% dei turisti stranieri entrati nel Paese. Il 16% dei turisti ha visitato Jūrmala, seguita da Liepāja, Sigulda e Ventspils. La maggior parte dei sono domestici o provenienti dalla vicina Estonia, seguiti da finlandesi e polacchi, mentre il numero di turisti provenienti dalla Russia è, ovviamente, in calo.\r\n\r\n\"I turisti provenienti dalla Russia compaiono ancora nelle statistiche, che non possono certo essere paragonate a quelle del 2018 o del 2019, quando il numero totale di turisti russi si avvicinava a 200.000 all'anno - ha dichiarato la rappresentante dell'Agenzia per gli investimenti e il turismo di Riga, Ieva Lasmane -. A livello globale, in precedenza, si aggirava intorno al 10-13%. È chiaro che è molto difficile sostituire una tale quantità, ma abbiamo investito più risorse nel mercato tedesco, che è per noi importante. Abbiamo molti voli diretti per diverse città tedesche, quindi è molto facile arrivare a Rīga. Il secondo di questi mercati strategici è la Gran Bretagna, che è cresciuta costantemente in questi anni e, naturalmente, i nostri vicini dei Paesi nordici, la Scandinavia\".\r\n\r\nNei primi 7 mesi di quest'anno, sono stati 1,2 milioni i turisti - stranieri e locali  - registrati negli alloggi turistici lettoni, con un aumento dell'85% rispetto al periodo corrispondente dell'anno scorso, ma ancora in calo di quasi il 30% rispetto al 2019.\r\n\r\n ","post_title":"La Lettonia si appresta a chiudere un'estate di ripresa, malgrado il crollo dei flussi dalla Russia","post_date":"2022-09-19T10:33:06+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1663583586000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti