21 September 2021

Il Louvre e gli altri musei parigini pagano un conto salato alla pandemia

[ 0 ]

Il Louvre così come altri musei parigini, vere e proprie icone della Francia nell’immaginario dei turisti di tutto il mondo, pagano un caro prezzo alle conseguenze della pandemia da Covid-19, registrando nel 2020 il 70% in meno di visitatori. Chiuso per sei mesi, privato dei preziosi arrivi dall’estero, il Louvre ha accolto solo 2,7 milioni di visitatori lo scorso anno, cifra che rappresenta una flessione del del 72% rispetto al 2019. Le perdite in termini di entrate si attestano a oltre 90 milioni di euro. L’assenza di turisti stranieri si è fatta sentire anche alla reggia di Versailles: circa 2 milioni i visitatori registrati nel 2020 contro gli 8,2 milioni del 2019, per un calo di circa il 75%.

Allo stesso modo, Museo d’Orsay e il Museo dell’Orangerie riportano un calo del 77% rispetto al 2019, un anno record per questi due musei. Il Centre Pompidou ha visto diminuire le presenze del 72%, così come il Musée de l’Armée. Poco più di un milione di visitatori hanno visitato la dozzina di musei della città di Parigi (Petit Palais, Museo d’Arte Moderna, Museo Guimet, ecc.). Il Grand Palais, prima della chiusura per lavori fino al 2024, ha ricevuto meno della metà dei visitatori rispetto al 2019.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti