29 September 2022

Le Fiandre, grande entusiasmo per il webinar di oggi

[ 0 ]

bruxelles-fiandreSi è concluso con successo il webinar di oggi, 14 marzo, dedicato alle Fiandre. Mayra Caroppo Venturini, responsabile trade dell’ente del turismo delle Fiandre in Italia ha condotto gli agenti di viaggio partecipanti al seminario in un viaggio, seppur virtuale, attraverso questa splendida regione nel cuore dell’Europa.

«Trovo il webinar uno strumento estremamente utile, soprattutto per il suo dinamismo – afferma Mayra Caroppo Venturini -, si può interagire direttamente con gli agenti di viaggio, rispondere alle loro domande e curiosità in tempo utile. Sono molto contenta del risultato ottenuto oggi: è stato un importante momento di formazione ma anche di ispirazione».

Per chi si fosse perso la sessione, sarà a breve disponibile la registrazione, visibile nei prossimi giorni su www.travelopentraining.it

Le Fiandre e Mayra Caroppo Venturini torneranno protagoniste dei webinar del Gruppo Travel nel mese di maggio, con una nuova sessione, mentre gli agenti interessati ai seminari, possono segnarsi in agenda la data di domani, 15 marzo: appuntamento con Gerusalemme.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431263 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cuba, Colombia, Venezuela, Messico, Costarica, Panama, Nicaragua, Honduras, Guatemala e Belize. Sono le destinazioni curate oggi da Brasil World, oltre al Paese da cui il to del gruppo Quality ha preso il nome, in omaggio alla sua vocazione originaria, al momento della fondazione 20 anni fa. Da qui la naturale decisione di cambiare il marchio in Latin World dal prossimo 5 ottobre. L'operazione di rebranding verrà poi completata con l'evoluzione del logo, che sarà sui colori vivi del rosso e del verde, pur mantenendo intatta l’identità grafica e l'elemento iconico del pappagallo. Latin World andrà così ad affiancarsi agli altri tre specialisti dell’area sudamericana di Quality: Latitud Patagonia (Argentina, Cile, Ecuador, Bolivia e Antartide), Mistral Tour (Perù) e America World (Caraibi). “Erano diversi anni che desideravamo rinnovare il nostro logo per renderlo maggiormente identitario rispetto alla gamma di prodotti che proponiamo - spiega il titolare di Lating World, Michele de Carlo -. Lo stop dovuto alla pandemia ci ha consentito di lavorare finalmente sul progetto e arrivare oggi a presentare con orgoglio il nuovo brand”. Tutti i riferimenti societari, operativi e di prodotto rimarranno gli stessi di sempre. Le email cambieranno nel solo suffisso finale in @latinworld.it. [post_title] => Brasil World cresce e diventa Latin World per rispecchiare l'intera gamma di prodotti offerti [post_date] => 2022-09-28T13:16:51+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664371011000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431248 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con l'obiettivo dichiarato di "tornare al più presto alle tre frequenze giornaliere tra Milano e Doha", Qatar Airways ha celebrato ieri nel centro del capoluogo lombardo i primi 20 anni della rotta da Malpensa al Qatar.   Mate Hoffmann, area manager Southern Europe della compagnia, ha sottolineato l'importanza dell'anniversario, "vent'anni durante i quali abbiamo trasportato su questa rotta circa 1,5 milioni di passeggeri". Lo staff è passato dalle sette persone del 2022 agli oltre 100 dipendenti di oggi in tutta Italia, mentre dagli iniziali quattro voli settimanali "oggi operiamo due frequenze giornaliere (14 voli a settimana quindi da Milano e altrettanti da Roma Fiumicino). Attraverso l'hub di Doha, a disposizione dei passeggeri ci sono poi oltre 150 destinazioni raggiungibili attraverso il network globale. Ai nostri clienti vogliamo offrire un' esperienza di volo indimenticabile e servizi su misura dalla cucina all'intrattenimento di bordo".   L'investimento sul mercato italiano prosegue con l'aggiunta "dal prossimo dicembre, di 4 voli notturni da Milano e 3 da Roma, che garantiranno ai passeggeri maggiori collegamenti con le principali destinazioni leisure dell'Asia Pacifico e dell'Australia. L'obiettivo è quello di raggiungere le 17 frequenze settimanali entro marzo 2023". Significativa anche l'operatività cargo "un pilastro per Qatar Airways, che opera attraverso un network di 70 destinazioni globali. Su Milano, in particolare, effettuiamo 12 voli solo merci alla settimana".   E se i prossimi Campionati del mondo di calcio, che vedono la compagnia protagonista in qualità di partner ufficiale della Fifa, "saranno un'ulteriore opportunità per aumentare il traffico e i collegamenti verso Doha, oltre che per portare l'attenzione del mondo sul Qatar come destinazione", questo è anche il momento del lancio della nuova campagna del vettore: "Let's fly, con cui vogliamo ispirare le persone a viaggiare di nuovo e a volare con noi, nonché a vivere un'esperienza eccezionale". [post_title] => Qatar Airways, Hoffmann: "Presto tre voli giornalieri sulla Milano-Doha" [post_date] => 2022-09-28T12:00:01+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664366401000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431238 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si conferma la grande attenzione per Napoli di Oltremare / Caleidoscopio: un territorio da sempre importante per volumi assoluti e relativi; alle agenzie di viaggi dell’ampio raggio che fa riferimento all'aeroporto di Capodichino il to dedica quindi  una serie di proposte in vuoto/pieno dalle caratteristiche uniche per servizi e tipologia di viaggio, con particolare riferimento alle Partenze speciali dal capoluogo campano per i ponti imminenti e il Capodanno 2023, già annunciate nelle scorse settimane. I pacchetti Partenze speciali consentono in particolare di prenotare con la formula del prezzo finito e la garanzia della conferma fino a esaurimento posti con quote vantaggiose, grazie al preacquisto effettuato dalla business unit del gruppo Oltremare / Caleidoscopio. Per il periodo della altissima stagione invernale la serie di proposte decolla l’8 dicembre per il lungo fine settimana della festa dell’Immacolata a Istanbul: un pacchetto con quote da 710 euro per persona in camera doppia, con voli, soggiorno e tasse e assicurazioni incluse, prerogativa che accomuna tutte le Ps. Per Capodanno, oltre alla Turchia, l’offerta si amplia sul lungo raggio. Il 26 dicembre si vola verso la Thailandia con soggiorno di otto notti a Phuket e Khao Lak con quote da 2.230 euro. Due giorni dopo è il turno dell’oceano Indiano: il 28 dicembre decollo per Mauritius per sette notti di soggiorno in all inclusive a 2.800 euro. A seguire, il 29 dicembre partenza per le Maldive, offerta con otto pernottamenti in pensione completa a 4.860 euro; per chiudere infine in bellezza il 30 dicembre con il volo diretto da Napoli per Dubai per cinque notti negli Emirati a 2.380 euro, sempre a prezzo finito. [post_title] => Oltremare: focus su Napoli per le Partenze speciali dei ponti e di Capodanno [post_date] => 2022-09-28T10:47:18+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664362038000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431228 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' programmato per oggi l'incontro fra i vertici di Ita Airways e una delegazione della cordata Certares: al tavolo ci saranno il fondo Usa, con 16 persone, Air France, con il top manager François Maignè e Delta Air Lines, con Isaac Husseini, responsabile delle alleanze della compagnia aerea statunitense. Lo riporta La Repubblica, segnalando il momento quanto meno delicato di questa fase delle trattative per la vendita di Ita. In pratica, nel bel mezzo del passaggio al nuovo esecutivo italiano: ma la rotta tracciata dall'ormai ex premier Draghi sembra essere quella seguita anche dal nuovo governo a trazione Fratelli d'Italia, che tramite il responsabile economico Maurizio Leo, conferma che la cessione andrà avanti, "perché i giochi sono ormai fatti". Focus dell'incontro odierno la situazione finanziaria di Ita (dalla sofferenza della cassa, ai 430 milioni di dollari che serviranno per gestire e rafforzare la flotta da qui al 2023) e la redditività delle rotte, nonché il modello di revenue management. Infine, sotto la lente di ingrandimento, anche le aree di business di Ita. Cargo incluso. [post_title] => Ita Airways: faccia a faccia tra il management e la cordata Certares. E FdI dice sì all'affaire [post_date] => 2022-09-28T10:24:00+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664360640000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431217 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A fine anno sono previsti in Adriatico 3,3 milioni di crocieristi movimentati (imbarchi, sbarchi e transiti), in crescita del 232% sul 2021 grazie a 2.936 accosti di navi da crociera (+195% sul 2021). Un dato positivo, certo, ma ancora lontano da quello del 2019, quando i numeri parlavano di ben 5,7 milioni di passeggeri movimentati nella medesima area. Il podio della classifica 2022 vede quindi Corfù al primo posto con oltre mezzo milione di passeggeri previsti e 411 toccate nave, davanti a Kotor (400 mila passeggeri movimentati e 440 toccate nave) e Trieste (380 mila passeggeri movimentati e 230 accosti). A livello di Paesi, la previsione per la chiusura d’anno vede quindi l’Italia confermarsi al primo posto per numero di passeggeri movimentati (1,36 milioni, pari al 40% del totale), davanti a Croazia (900 mila passeggeri) e Grecia (560 mila passeggeri). La Croazia, invece, registrerà a fine 2022 il numero più alto di toccate nave (995) davanti all’Italia (927) e al Montenegro (453). Sono alcuni dei dati della nuova edizione dell'Adriatic Sea Tourism Report che, insieme alle previsioni per il 2023, verranno presentati da Risposte Turismo in occasione della quinta edizione di Adriatic Sea Forum – Cruise, Ferry, Sail & Yacht, organizzato a Bari dal 6 al 7 ottobre dalla stessa Risposte Turismo, in partnership con l'Autorità di sistema portuale del mar Adriatico meridionale e Pugliapromozione. Lanciato nel 2013, il forum vedrà la partecipazione di operatori dei settori crociere, traghetti e nautica provenienti dai sette Paesi che si affacciano sull’Adriatico (Italia, Albania, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Grecia, Montenegro e Slovenia). «La nuova edizione dell’Adriatic Sea Forum giunge in un momento particolarmente significativo per il comparto, nel quale la sfida, ancor più del passato, si gioca sulla capacità di attrazione della domanda, dunque dei turisti, nell’area adriatica - dichiara Francesco di Cesare, presidente Risposte Turismo - Nei due giorni del forum porremo agli operatori e ai rappresentanti di enti di governo una serie di temi e quesiti per comprendere quali potranno essere le future traiettorie di sviluppo di questi settori in Adriatico, e ascolteremo intenzioni, progetti, programmi e istanze che dovrebbero segnare le prossime dinamiche e consentire il raggiungimento di nuovi e più ambiziosi risultati». Tra gli altri dati del rapporto, si segnalano anche quelli sul segmento dei traghetti e degli aliscafi: i primi numeri dell'Adriatic Sea Tourism Report mostrano a fine 2022 nei porti adriatici quasi 18 milioni di passeggeri movimentati (+26% sul 2021 e risultato vicino ai 20 milioni - numeri record - registrati nel 2019). A fine 2022 Bari si confermerà inoltre primo porto in Adriatico per passeggeri movimentati su rotte internazionali (quasi 800 mila), davanti a Durazzo e Ancona che si contenderanno la seconda posizione con circa 690 mila passeggeri movimentati. Da segnalare come per tutti e tre i porti la movimentazione ferry si sviluppi per il 100% su rotte internazionali. Passando infine alla nautica, secondo i dati elaborati da Risposte Turismo in Adriatico sono attive 337 strutture per quasi 80 mila posti barca (79.171). L’Italia conferma la propria leadership grazie a 189 strutture attive (56% delle marine presenti nell’area, per un totale di 49 mila posti barca, 62% del totale), davanti a Croazia (126 strutture per quasi 21 mila posti barca) e Montenegro (8 strutture per 3.545 posti barca). Il turismo nautico in Adriatico mostra, nel quadriennio 2019 – 2022, una crescita complessiva nel numero di marine, porti turistici e posti barca. Nel periodo, infatti, sono state aperte otto nuove strutture nautiche (tre in Croazia, due in Italia e in Montenegro e una in Grecia), per un totale di quasi 4 mila nuovi posti barca. «Nonostante le incertezze che pesano sul contesto internazionale – conclude di Cesare - il turismo ha dato evidenti segnali di ripresa in questo 2022 e il maritime tourism, con le sue componenti, spicca per dinamicità. Negli scorsi mesi abbiamo registrato attraverso i nostri lavori di ricerca una intensa accelerazione sul fronte degli investimenti, con l’offerta nautica, di traghetti e crociere che tanto sul fronte porti e marine che su quello delle compagnie di navigazione sta alzando man mano il livello qualitativo, con una grande attenzione anche al tema della salvaguardia dell’ambiente». [post_title] => All'Adriatic Sea Forum di Bari i dati del report ad hoc di Risposte Turismo [post_date] => 2022-09-28T10:06:57+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664359617000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431204 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il viaggio in treno piace sempre di più ai turisti: nei primi nove mesi del 2022 circa 7 milioni di viaggiatori hanno scelto le corse di Trenord per spostarsi nel weekend e nel tempo libero verso destinazioni turistiche in Lombardia; di questi, oltre 4,6 milioni solo nel periodo estivo. Dati in costante crescita, dal 2020 a oggi, che dimostrano come il turismo sostenibile e di prossimità sia una tendenza ereditata dalla pandemia, che è destinata a restare. Dal bilancio dei primi nove mesi dell’anno, steso da Trenord in occasione della Giornata mondiale del turismo, emerge che le mete più scelte in Lombardia sono i grandi laghi – in un giorno festivo sono oltre 33.700 i passeggeri nelle stazioni in località lacustri – e i parchi divertimento. Con l’iniziativa “Gite in treno”, che propone biglietti integrati verso località turistiche in regione, Trenord ha superato il dato di 30.000 biglietti venduti per itinerari in Lombardia; di questi, 13.800 verso i laghi; oltre 14.000 verso Gardaland Park, Caneva Aquapark, Movieland. Fra le destinazioni turistiche, a registrare i flussi di passeggeri ferroviari più ingenti nei festivi in estate sono state due stazioni che si affacciano sul Lago di Garda: Desenzano del Garda-Sirmione conta 4.100 passeggeri giornalieri; Peschiera, complice la presenza di Gardaland Park e Caneva, oltre 3.800. E il Lago Maggiore attrae ad Arona nei festivi 3.100 viaggiatori, il 12% in più rispetto ai giorni feriali. “I risultati ottenuti in questi mesi del 2022 sono la conferma del valore del percorso che abbiamo avviato da diversi anni, che rende il treno un vettore di promozione e valorizzazione del territorio – ha commentato Leonardo Cesarini, direttore commerciale Trenord -. I nostri treni raggiungono oltre 470 stazioni in Lombardia e regioni limitrofe; i nostri canali online sono consultati ogni giorno da più di 100mila clienti: è un potenziale che vogliamo sfruttare sempre meglio, per contribuire a realizzare un turismo davvero sostenibile. Dopo i risultati dei mesi estivi, siamo pronti per la stagione autunno/inverno, che vedrà il ritorno dei Treni della Neve e nuove iniziative”. [post_title] => Trenord: 7 milioni di viaggiatori verso le località turistiche lombarde. Tornano i Treni della Neve [post_date] => 2022-09-28T09:00:22+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664355622000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431175 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Le medine acciottolate, i porticcioli pieni di sambuchi profumati, le bianchissime spiagge puntellate di palme e la ricca vegetazione e fauna endemica. Avvolte nel fascino tipico del vecchio mondo che fonde enigmaticamente architettura araba, calore africano ed eleganza francese, le isole Comore sono un territorio ricco di sorprese non ancora colonizzato dal turismo di massa. E’ proprio con questo spirito di scoperta e di rispetto per l’ecoturismo locale che To Destinations propone quindi al trade italiano itinerari diversificati e personalizzati per viaggiatori alla ricerca di una vacanza fuori dai luoghi comuni, avventurosa e rilassante al tempo stesso: dai pacchetti più lunghi e completi, come il Gran Tour Comore e Mayotte (14 giorni/13 notti) e il tour Isola della luna e Mayotte (11 giorni/10 notti), fino al Comore Essential (8 giorni/7 notti) e al minitour Gran Comore (4 giorni/3 notti). I pacchetti, sempre su base individuale ma disponibili anche per piccoli gruppi, puntano a far conoscere le diverse sfaccettature delle quattro isole principali, conosciute con i loro nomi francesi seppur ribattezzate dopo l’indipendenza con nomi swahili: Njazidja (Grande Comore), Mwali (Mohéli), Nzwani (Anjouan), e Mahoré (Mayotte). “I viaggiatori rimarranno ammaliati dal fascino retrò della città di Moroni, capoluogo e sede dell’aeroporto internazionale, con le moschee e le case più antiche che conservano le decorazioni tradizionali, e il mercato che oltre ai prodotti locali offre un tuffo nell’atmosfera vivace e accogliente dell’isola – sottolinea Roberto Cagnasso, general manager di To Destinations, rappresentanza di Adore Comore Dmc -. Ci si potrà inoltre immergere nell’esotica foresta pluviale con i suoi profumi di gelsomino e di ylang-ylang, conquistare la cima del vulcano Karthala per una vista mozzafiato sulla caldera e gli orizzonti sconfinati dell'oceano Indiano, nonché abbandonarsi su spiagge infinite”. Ma To Destinations ha pensato anche ai viaggiatori più sportivi e avventurosi. Da qui la proposta degli itinerari Trekking expedition Karthala e Trekking Grande Comore (con un soggiorno che va da un massimo di 10 a un minimo di 6 giorni) e Diving Comore (di 10 e 8 giorni) per un focus fortemente naturalistico alla scoperta dell’animo selvaggio dell’arcipelago. “Le spedizioni di trekking attraversano paesaggi incredibili, inclusi i siti leggendari di Trou du Prophète, Lac Salé e Dos du Dragon, il magnifico massiccio della Grille e il Monte Karthala con il suo cratere attivo a 2.365 metri – prosegue Cagnasso-. Le immersioni sveleranno invece la vivace vita subacquea di questa biosfera Unesco”. To Destinations Comore sarà presente al Ttg di Rimini: Pad A1 - Box 06 dal 12 al 14 ottobre, per incontrare gli operatori di settore e illustrare la nuova programmazione. [post_title] => To Destinations sarà al Ttg di Rimini con il prodotto Comore [post_date] => 2022-09-27T10:40:26+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664275226000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431144 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Non più Sea, Asia, Sudamerica e Australia Explorer, ma un solo nome, World Explorer, a racchiudere l'offerta mondo nata dai 50 anni di esperienza di Africa Explorer, che invece rimane a sottolineare la profonda specializzazione dell'operatore milanese sul continente Nero. Il tutto accompagnato da un cambio, anche visivo, dei rispettivi loghi, che ora racchiudono i colori della terra, del cielo stellato, dei deserti e della savana, con linee pulite unite da un tratto grafico volto sintetizzare la sostanza dei viaggi proposti. La novità nasce dall'esigenza di dare omogeneità all'offerta del to.  “È stata un’estate, quella che si è appena conclusa, di deciso rilancio - racconta il titolare, Alessandro Simonetti, figlio del fondatore Francesco -. Abbiamo lavorato moltissimo e siamo tornati a portare i nostri clienti in Africa e in numerose altre parti del mondo. Abbiamo raccolto apprezzamenti e ringraziamenti, perché in ogni luogo raggiunto i nostri viaggiatori hanno trovato professionalità e servizi eccellenti. Era giunto, quindi, il momento di segnare, anche visivamente, un passaggio tra un prima, vessato dalla crisi pandemica che ci ha quasi messo in ginocchio, e un dopo, che per noi inizia oggi, con un nuovo look e una più netta definizione del nostro prodotto: da un lato la nostra storia, ovvero African Explorer, e dall’altro il nostro futuro prossimo, World Explorer”. [post_title] => World e African Explorer cambiano logo e riposizionano l'immagine della compagnia [post_date] => 2022-09-27T09:53:39+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664272419000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431137 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => British Airways e Qatar Airways hanno completato l’ultima fase dell’espansione della loro partnership, offrendo connettività globale tra più paesi rispetto a qualsiasi altro airline joint business. Un passo che segna la realizzazione di un piano annunciato per la prima volta nel dicembre dello scorso anno ed espande la già esistente attività congiunta che copre i collegamenti tra Doha e Londra. Sebbene un "piccolo numero" di rotte richieda ancora l'approvazione normativa, i partner hanno aggiunto 42 Paesi al loro network condiviso, tra cui Italia, Norvegia, Singapore e Svezia. I due vettori sottolineano che l'accordo crea la "il più grande joint business tra due compagnie aeree al mondo", che copre destinazioni in Europa, Medio Oriente, Africa e Asia-Pacifico.  Questa espansione "consentirà viaggi in coincidenza senza soluzione di continuità con biglietti unici via Doha e Londra, portando il numero totale di destinazioni servite dalle due compagnie aeree a 185 in oltre 60 Paesi". Sean Doyle, ceo di British, descrive gli accordi come "un'enorme pietra miliare nel nostro rapporto di lunga data con Qatar Airways". Il rapporto tra British e Qatar Airways si estende oltre l'attività comune e l'alleanza condivisa, con il vettore del Golfo già azionista del gruppo Iag, proprietario della compagnia britannica. [post_title] => Qatar Airways e British ampliano la partnership per il joint business più grande di sempre [post_date] => 2022-09-27T09:18:41+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664270321000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "le fiandre grande entusiasmo per il webinar di oggi" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":42,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":4095,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431263","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Cuba, Colombia, Venezuela, Messico, Costarica, Panama, Nicaragua, Honduras, Guatemala e Belize. Sono le destinazioni curate oggi da Brasil World, oltre al Paese da cui il to del gruppo Quality ha preso il nome, in omaggio alla sua vocazione originaria, al momento della fondazione 20 anni fa. Da qui la naturale decisione di cambiare il marchio in Latin World dal prossimo 5 ottobre. L'operazione di rebranding verrà poi completata con l'evoluzione del logo, che sarà sui colori vivi del rosso e del verde, pur mantenendo intatta l’identità grafica e l'elemento iconico del pappagallo.\r\n\r\nLatin World andrà così ad affiancarsi agli altri tre specialisti dell’area sudamericana di Quality: Latitud Patagonia (Argentina, Cile, Ecuador, Bolivia e Antartide), Mistral Tour (Perù) e America World (Caraibi). “Erano diversi anni che desideravamo rinnovare il nostro logo per renderlo maggiormente identitario rispetto alla gamma di prodotti che proponiamo - spiega il titolare di Lating World, Michele de Carlo -. Lo stop dovuto alla pandemia ci ha consentito di lavorare finalmente sul progetto e arrivare oggi a presentare con orgoglio il nuovo brand”. Tutti i riferimenti societari, operativi e di prodotto rimarranno gli stessi di sempre. Le email cambieranno nel solo suffisso finale in @latinworld.it.","post_title":"Brasil World cresce e diventa Latin World per rispecchiare l'intera gamma di prodotti offerti","post_date":"2022-09-28T13:16:51+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664371011000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431248","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con l'obiettivo dichiarato di \"tornare al più presto alle tre frequenze giornaliere tra Milano e Doha\", Qatar Airways ha celebrato ieri nel centro del capoluogo lombardo i primi 20 anni della rotta da Malpensa al Qatar.\r\n \r\nMate Hoffmann, area manager Southern Europe della compagnia, ha sottolineato l'importanza dell'anniversario, \"vent'anni durante i quali abbiamo trasportato su questa rotta circa 1,5 milioni di passeggeri\". Lo staff è passato dalle sette persone del 2022 agli oltre 100 dipendenti di oggi in tutta Italia, mentre dagli iniziali quattro voli settimanali \"oggi operiamo due frequenze giornaliere (14 voli a settimana quindi da Milano e altrettanti da Roma Fiumicino). Attraverso l'hub di Doha, a disposizione dei passeggeri ci sono poi oltre 150 destinazioni raggiungibili attraverso il network globale. Ai nostri clienti vogliamo offrire un' esperienza di volo indimenticabile e servizi su misura dalla cucina all'intrattenimento di bordo\".\r\n \r\nL'investimento sul mercato italiano prosegue con l'aggiunta \"dal prossimo dicembre, di 4 voli notturni da Milano e 3 da Roma, che garantiranno ai passeggeri maggiori collegamenti con le principali destinazioni leisure dell'Asia Pacifico e dell'Australia. L'obiettivo è quello di raggiungere le 17 frequenze settimanali entro marzo 2023\". Significativa anche l'operatività cargo \"un pilastro per Qatar Airways, che opera attraverso un network di 70 destinazioni globali. Su Milano, in particolare, effettuiamo 12 voli solo merci alla settimana\".\r\n \r\nE se i prossimi Campionati del mondo di calcio, che vedono la compagnia protagonista in qualità di partner ufficiale della Fifa, \"saranno un'ulteriore opportunità per aumentare il traffico e i collegamenti verso Doha, oltre che per portare l'attenzione del mondo sul Qatar come destinazione\", questo è anche il momento del lancio della nuova campagna del vettore: \"Let's fly, con cui vogliamo ispirare le persone a viaggiare di nuovo e a volare con noi, nonché a vivere un'esperienza eccezionale\".","post_title":"Qatar Airways, Hoffmann: \"Presto tre voli giornalieri sulla Milano-Doha\"","post_date":"2022-09-28T12:00:01+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664366401000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431238","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si conferma la grande attenzione per Napoli di Oltremare / Caleidoscopio: un territorio da sempre importante per volumi assoluti e relativi; alle agenzie di viaggi dell’ampio raggio che fa riferimento all'aeroporto di Capodichino il to dedica quindi  una serie di proposte in vuoto/pieno dalle caratteristiche uniche per servizi e tipologia di viaggio, con particolare riferimento alle Partenze speciali dal capoluogo campano per i ponti imminenti e il Capodanno 2023, già annunciate nelle scorse settimane.\r\n\r\nI pacchetti Partenze speciali consentono in particolare di prenotare con la formula del prezzo finito e la garanzia della conferma fino a esaurimento posti con quote vantaggiose, grazie al preacquisto effettuato dalla business unit del gruppo Oltremare / Caleidoscopio. Per il periodo della altissima stagione invernale la serie di proposte decolla l’8 dicembre per il lungo fine settimana della festa dell’Immacolata a Istanbul: un pacchetto con quote da 710 euro per persona in camera doppia, con voli, soggiorno e tasse e assicurazioni incluse, prerogativa che accomuna tutte le Ps.\r\n\r\nPer Capodanno, oltre alla Turchia, l’offerta si amplia sul lungo raggio. Il 26 dicembre si vola verso la Thailandia con soggiorno di otto notti a Phuket e Khao Lak con quote da 2.230 euro. Due giorni dopo è il turno dell’oceano Indiano: il 28 dicembre decollo per Mauritius per sette notti di soggiorno in all inclusive a 2.800 euro. A seguire, il 29 dicembre partenza per le Maldive, offerta con otto pernottamenti in pensione completa a 4.860 euro; per chiudere infine in bellezza il 30 dicembre con il volo diretto da Napoli per Dubai per cinque notti negli Emirati a 2.380 euro, sempre a prezzo finito.","post_title":"Oltremare: focus su Napoli per le Partenze speciali dei ponti e di Capodanno","post_date":"2022-09-28T10:47:18+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664362038000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431228","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' programmato per oggi l'incontro fra i vertici di Ita Airways e una delegazione della cordata Certares: al tavolo ci saranno il fondo Usa, con 16 persone, Air France, con il top manager François Maignè e Delta Air Lines, con Isaac Husseini, responsabile delle alleanze della compagnia aerea statunitense. Lo riporta La Repubblica, segnalando il momento quanto meno delicato di questa fase delle trattative per la vendita di Ita. In pratica, nel bel mezzo del passaggio al nuovo esecutivo italiano: ma la rotta tracciata dall'ormai ex premier Draghi sembra essere quella seguita anche dal nuovo governo a trazione Fratelli d'Italia, che tramite il responsabile economico Maurizio Leo, conferma che la cessione andrà avanti, \"perché i giochi sono ormai fatti\".\r\n\r\nFocus dell'incontro odierno la situazione finanziaria di Ita (dalla sofferenza della cassa, ai 430 milioni di dollari che serviranno per gestire e rafforzare la flotta da qui al 2023) e la redditività delle rotte, nonché il modello di revenue management. Infine, sotto la lente di ingrandimento, anche le aree di business di Ita. Cargo incluso.","post_title":"Ita Airways: faccia a faccia tra il management e la cordata Certares. E FdI dice sì all'affaire","post_date":"2022-09-28T10:24:00+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664360640000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431217","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"A fine anno sono previsti in Adriatico 3,3 milioni di crocieristi movimentati (imbarchi, sbarchi e transiti), in crescita del 232% sul 2021 grazie a 2.936 accosti di navi da crociera (+195% sul 2021). Un dato positivo, certo, ma ancora lontano da quello del 2019, quando i numeri parlavano di ben 5,7 milioni di passeggeri movimentati nella medesima area. Il podio della classifica 2022 vede quindi Corfù al primo posto con oltre mezzo milione di passeggeri previsti e 411 toccate nave, davanti a Kotor (400 mila passeggeri movimentati e 440 toccate nave) e Trieste (380 mila passeggeri movimentati e 230 accosti). A livello di Paesi, la previsione per la chiusura d’anno vede quindi l’Italia confermarsi al primo posto per numero di passeggeri movimentati (1,36 milioni, pari al 40% del totale), davanti a Croazia (900 mila passeggeri) e Grecia (560 mila passeggeri). La Croazia, invece, registrerà a fine 2022 il numero più alto di toccate nave (995) davanti all’Italia (927) e al Montenegro (453).\r\n\r\nSono alcuni dei dati della nuova edizione dell'Adriatic Sea Tourism Report che, insieme alle previsioni per il 2023, verranno presentati da Risposte Turismo in occasione della quinta edizione di Adriatic Sea Forum – Cruise, Ferry, Sail & Yacht, organizzato a Bari dal 6 al 7 ottobre dalla stessa Risposte Turismo, in partnership con l'Autorità di sistema portuale del mar Adriatico meridionale e Pugliapromozione. Lanciato nel 2013, il forum vedrà la partecipazione di operatori dei settori crociere, traghetti e nautica provenienti dai sette Paesi che si affacciano sull’Adriatico (Italia, Albania, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Grecia, Montenegro e Slovenia).\r\n\r\n«La nuova edizione dell’Adriatic Sea Forum giunge in un momento particolarmente significativo per il comparto, nel quale la sfida, ancor più del passato, si gioca sulla capacità di attrazione della domanda, dunque dei turisti, nell’area adriatica - dichiara Francesco di Cesare, presidente Risposte Turismo - Nei due giorni del forum porremo agli operatori e ai rappresentanti di enti di governo una serie di temi e quesiti per comprendere quali potranno essere le future traiettorie di sviluppo di questi settori in Adriatico, e ascolteremo intenzioni, progetti, programmi e istanze che dovrebbero segnare le prossime dinamiche e consentire il raggiungimento di nuovi e più ambiziosi risultati».\r\n\r\nTra gli altri dati del rapporto, si segnalano anche quelli sul segmento dei traghetti e degli aliscafi: i primi numeri dell'Adriatic Sea Tourism Report mostrano a fine 2022 nei porti adriatici quasi 18 milioni di passeggeri movimentati (+26% sul 2021 e risultato vicino ai 20 milioni - numeri record - registrati nel 2019). A fine 2022 Bari si confermerà inoltre primo porto in Adriatico per passeggeri movimentati su rotte internazionali (quasi 800 mila), davanti a Durazzo e Ancona che si contenderanno la seconda posizione con circa 690 mila passeggeri movimentati. Da segnalare come per tutti e tre i porti la movimentazione ferry si sviluppi per il 100% su rotte internazionali.\r\n\r\nPassando infine alla nautica, secondo i dati elaborati da Risposte Turismo in Adriatico sono attive 337 strutture per quasi 80 mila posti barca (79.171). L’Italia conferma la propria leadership grazie a 189 strutture attive (56% delle marine presenti nell’area, per un totale di 49 mila posti barca, 62% del totale), davanti a Croazia (126 strutture per quasi 21 mila posti barca) e Montenegro (8 strutture per 3.545 posti barca). Il turismo nautico in Adriatico mostra, nel quadriennio 2019 – 2022, una crescita complessiva nel numero di marine, porti turistici e posti barca. Nel periodo, infatti, sono state aperte otto nuove strutture nautiche (tre in Croazia, due in Italia e in Montenegro e una in Grecia), per un totale di quasi 4 mila nuovi posti barca.\r\n\r\n«Nonostante le incertezze che pesano sul contesto internazionale – conclude di Cesare - il turismo ha dato evidenti segnali di ripresa in questo 2022 e il maritime tourism, con le sue componenti, spicca per dinamicità. Negli scorsi mesi abbiamo registrato attraverso i nostri lavori di ricerca una intensa accelerazione sul fronte degli investimenti, con l’offerta nautica, di traghetti e crociere che tanto sul fronte porti e marine che su quello delle compagnie di navigazione sta alzando man mano il livello qualitativo, con una grande attenzione anche al tema della salvaguardia dell’ambiente».","post_title":"All'Adriatic Sea Forum di Bari i dati del report ad hoc di Risposte Turismo","post_date":"2022-09-28T10:06:57+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664359617000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431204","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il viaggio in treno piace sempre di più ai turisti: nei primi nove mesi del 2022 circa 7 milioni di viaggiatori hanno scelto le corse di Trenord per spostarsi nel weekend e nel tempo libero verso destinazioni turistiche in Lombardia; di questi, oltre 4,6 milioni solo nel periodo estivo. Dati in costante crescita, dal 2020 a oggi, che dimostrano come il turismo sostenibile e di prossimità sia una tendenza ereditata dalla pandemia, che è destinata a restare.\r\nDal bilancio dei primi nove mesi dell’anno, steso da Trenord in occasione della Giornata mondiale del turismo, emerge che le mete più scelte in Lombardia sono i grandi laghi – in un giorno festivo sono oltre 33.700 i passeggeri nelle stazioni in località lacustri – e i parchi divertimento. Con l’iniziativa “Gite in treno”, che propone biglietti integrati verso località turistiche in regione, Trenord ha superato il dato di 30.000 biglietti venduti per itinerari in Lombardia; di questi, 13.800 verso i laghi; oltre 14.000 verso Gardaland Park, Caneva Aquapark, Movieland.\r\nFra le destinazioni turistiche, a registrare i flussi di passeggeri ferroviari più ingenti nei festivi in estate sono state due stazioni che si affacciano sul Lago di Garda: Desenzano del Garda-Sirmione conta 4.100 passeggeri giornalieri; Peschiera, complice la presenza di Gardaland Park e Caneva, oltre 3.800. E il Lago Maggiore attrae ad Arona nei festivi 3.100 viaggiatori, il 12% in più rispetto ai giorni feriali.\r\n\r\n“I risultati ottenuti in questi mesi del 2022 sono la conferma del valore del percorso che abbiamo avviato da diversi anni, che rende il treno un vettore di promozione e valorizzazione del territorio – ha commentato Leonardo Cesarini, direttore commerciale Trenord -. I nostri treni raggiungono oltre 470 stazioni in Lombardia e regioni limitrofe; i nostri canali online sono consultati ogni giorno da più di 100mila clienti: è un potenziale che vogliamo sfruttare sempre meglio, per contribuire a realizzare un turismo davvero sostenibile. Dopo i risultati dei mesi estivi, siamo pronti per la stagione autunno/inverno, che vedrà il ritorno dei Treni della Neve e nuove iniziative”.","post_title":"Trenord: 7 milioni di viaggiatori verso le località turistiche lombarde. Tornano i Treni della Neve","post_date":"2022-09-28T09:00:22+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664355622000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431175","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Le medine acciottolate, i porticcioli pieni di sambuchi profumati, le bianchissime spiagge puntellate di palme e la ricca vegetazione e fauna endemica. Avvolte nel fascino tipico del vecchio mondo che fonde enigmaticamente architettura araba, calore africano ed eleganza francese, le isole Comore sono un territorio ricco di sorprese non ancora colonizzato dal turismo di massa.\r\n\r\nE’ proprio con questo spirito di scoperta e di rispetto per l’ecoturismo locale che To Destinations propone quindi al trade italiano itinerari diversificati e personalizzati per viaggiatori alla ricerca di una vacanza fuori dai luoghi comuni, avventurosa e rilassante al tempo stesso: dai pacchetti più lunghi e completi, come il Gran Tour Comore e Mayotte (14 giorni/13 notti) e il tour Isola della luna e Mayotte (11 giorni/10 notti), fino al Comore Essential (8 giorni/7 notti) e al minitour Gran Comore (4 giorni/3 notti). I pacchetti, sempre su base individuale ma disponibili anche per piccoli gruppi, puntano a far conoscere le diverse sfaccettature delle quattro isole principali, conosciute con i loro nomi francesi seppur ribattezzate dopo l’indipendenza con nomi swahili: Njazidja (Grande Comore), Mwali (Mohéli), Nzwani (Anjouan), e Mahoré (Mayotte).\r\n\r\n“I viaggiatori rimarranno ammaliati dal fascino retrò della città di Moroni, capoluogo e sede dell’aeroporto internazionale, con le moschee e le case più antiche che conservano le decorazioni tradizionali, e il mercato che oltre ai prodotti locali offre un tuffo nell’atmosfera vivace e accogliente dell’isola – sottolinea Roberto Cagnasso, general manager di To Destinations, rappresentanza di Adore Comore Dmc -. Ci si potrà inoltre immergere nell’esotica foresta pluviale con i suoi profumi di gelsomino e di ylang-ylang, conquistare la cima del vulcano Karthala per una vista mozzafiato sulla caldera e gli orizzonti sconfinati dell'oceano Indiano, nonché abbandonarsi su spiagge infinite”.\r\n\r\nMa To Destinations ha pensato anche ai viaggiatori più sportivi e avventurosi. Da qui la proposta degli itinerari Trekking expedition Karthala e Trekking Grande Comore (con un soggiorno che va da un massimo di 10 a un minimo di 6 giorni) e Diving Comore (di 10 e 8 giorni) per un focus fortemente naturalistico alla scoperta dell’animo selvaggio dell’arcipelago. “Le spedizioni di trekking attraversano paesaggi incredibili, inclusi i siti leggendari di Trou du Prophète, Lac Salé e Dos du Dragon, il magnifico massiccio della Grille e il Monte Karthala con il suo cratere attivo a 2.365 metri – prosegue Cagnasso-. Le immersioni sveleranno invece la vivace vita subacquea di questa biosfera Unesco”.\r\n\r\nTo Destinations Comore sarà presente al Ttg di Rimini: Pad A1 - Box 06 dal 12 al 14 ottobre, per incontrare gli operatori di settore e illustrare la nuova programmazione.","post_title":"To Destinations sarà al Ttg di Rimini con il prodotto Comore","post_date":"2022-09-27T10:40:26+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664275226000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431144","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Non più Sea, Asia, Sudamerica e Australia Explorer, ma un solo nome, World Explorer, a racchiudere l'offerta mondo nata dai 50 anni di esperienza di Africa Explorer, che invece rimane a sottolineare la profonda specializzazione dell'operatore milanese sul continente Nero. Il tutto accompagnato da un cambio, anche visivo, dei rispettivi loghi, che ora racchiudono i colori della terra, del cielo stellato, dei deserti e della savana, con linee pulite unite da un tratto grafico volto sintetizzare la sostanza dei viaggi proposti.\r\n\r\nLa novità nasce dall'esigenza di dare omogeneità all'offerta del to.  “È stata un’estate, quella che si è appena conclusa, di deciso rilancio - racconta il titolare, Alessandro Simonetti, figlio del fondatore Francesco -. Abbiamo lavorato moltissimo e siamo tornati a portare i nostri clienti in Africa e in numerose altre parti del mondo. Abbiamo raccolto apprezzamenti e ringraziamenti, perché in ogni luogo raggiunto i nostri viaggiatori hanno trovato professionalità e servizi eccellenti. Era giunto, quindi, il momento di segnare, anche visivamente, un passaggio tra un prima, vessato dalla crisi pandemica che ci ha quasi messo in ginocchio, e un dopo, che per noi inizia oggi, con un nuovo look e una più netta definizione del nostro prodotto: da un lato la nostra storia, ovvero African Explorer, e dall’altro il nostro futuro prossimo, World Explorer”.","post_title":"World e African Explorer cambiano logo e riposizionano l'immagine della compagnia","post_date":"2022-09-27T09:53:39+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1664272419000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431137","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"British Airways e Qatar Airways hanno completato l’ultima fase dell’espansione della loro partnership, offrendo connettività globale tra più paesi rispetto a qualsiasi altro airline joint business.\r\n\r\nUn passo che segna la realizzazione di un piano annunciato per la prima volta nel dicembre dello scorso anno ed espande la già esistente attività congiunta che copre i collegamenti tra Doha e Londra. Sebbene un \"piccolo numero\" di rotte richieda ancora l'approvazione normativa, i partner hanno aggiunto 42 Paesi al loro network condiviso, tra cui Italia, Norvegia, Singapore e Svezia.\r\n\r\nI due vettori sottolineano che l'accordo crea la \"il più grande joint business tra due compagnie aeree al mondo\", che copre destinazioni in Europa, Medio Oriente, Africa e Asia-Pacifico.  Questa espansione \"consentirà viaggi in coincidenza senza soluzione di continuità con biglietti unici via Doha e Londra, portando il numero totale di destinazioni servite dalle due compagnie aeree a 185 in oltre 60 Paesi\".\r\n\r\nSean Doyle, ceo di British, descrive gli accordi come \"un'enorme pietra miliare nel nostro rapporto di lunga data con Qatar Airways\".\r\n\r\nIl rapporto tra British e Qatar Airways si estende oltre l'attività comune e l'alleanza condivisa, con il vettore del Golfo già azionista del gruppo Iag, proprietario della compagnia britannica.","post_title":"Qatar Airways e British ampliano la partnership per il joint business più grande di sempre","post_date":"2022-09-27T09:18:41+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664270321000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti