27 July 2021

Antigua e Barbuda pronta ad accogliere i turisti, attivati i protocolli di sicurezza

[ 0 ]

E’ stato direttamente il ministro del turismo di Antigua & Barbuda, Charles “Max” Fernandez, a comunicare i nuovi protocolli di sicurezza sul territorio, nel corso di una conferenza virtuale. Ieri è atterrato il primo volo su Antigua ed il governo locale ha specificato tutte le procedure attivate per garantire la riapertura del turismo e dell’ospitalità nel paese.

L’apertura dei confini internazionali è comunque una fase in continuo divenire ed è necessario monitorare le diverse situazioni. Il governo ha introdotto una serie di protocolli di sicurezza per i viaggi che interessano tutti i momenti dell’esperienza del visitatore. «Dobbiamo assicurare ai cittadini e agli ospiti – commenta  Charles “Max” Fernandez,ministro del turismo e degli investimenti – una vacanza sicura sotto ogni punto di vista. Per questo prima di riattivare tutti i servizi sul territorio, che dal punto di vista economico ha sofferto moltissimo per questa chiusura, abbiamo voluto avere la certezza di poter garantire a tutti ogni un’esperienza sicura».

L’emergenza sanitaria ha profondamente cambiato le priorità soprattutto nel settore dei viaggi e le aspettative dei visitatori sono oggi completamente diverse. «Siamo pronti per accogliere di nuovo i viaggiatori – sottolinea Colin James, ceo, Antigua and Barbuda Tourism Authority – La situazione sicuramente evolverà ancora. Il nostro impegno nel preparare ed attivare tutti i protocolli sulla sicurezza proseguirà nelle fasi successive. Abbiamo lavorato per coprire ogni settore delle isole, perché l’accoglienza include diversi momenti. Non solo ma abbiamo collaborato con i nostri vicini nei Caraibi, per prepararci alla nuova normalità e garantire un ambiente sano e sicuro per tutti».

In questa fase 1 della riapertura dei confini internazionali i porti di ingresso sono così organizzati: mascherina da indossare all’arrivo e nei luoghi pubblici; compilazione di dichiarazione sullo stato di salute,  screening e misurazione della temperatura; transfer aeroportuali, un singolo veicolo può ospitare fino a 4 membri della stessa famiglia, mentre i mezzi commerciali per il trasporto dei passeggeri con maggiore capienza possono utilizzare solo il 50% della capacità di posti a sedere;  passeggeri in arrivo con imbarcazioni (yacht privati/traghetti) sono soggetti alle linee guida emanate dalle autorità sanitarie portuali; Tutte le imbarcazioni da diporto e i traghetti avranno accesso solamente al Nevis Street Pier; Tutte le strutture per il pernottamento, inclusi hotel, resort, ville e case in affitto, hanno l’obbligo di soddisfare le disposizioni del ministero della salute, del wellness e dell’ambiente e devono essere certificate prima della riapertura per accogliere i visitatori; I protocolli per la ristorazione includono una pulizia accurata e la sanificazione delle superfici toccate frequentemente e l’introduzione di misure di distanziamento personale.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti