27 May 2022

Salone Nautico Internazionale dal 16 al 21 settembre a Genova, la 61° edizione è già sold out

[ 0 ]

Il 61° Salone Nautico Internazionale di Genova si svolgerà dal 16 al 21 settembre.  Il tutto esaurito in termini di adesione da parte degli espositori nazionali e internazionali è anche il risultato dell’autorevolezza e della credibilità acquisite con il successo dell’organizzazione della 60ª edizione lo scorso anno, unica manifestazione di settore organizzata in presenza e in sicurezza in Europa nel 2020 nel periodo della pandemia.

Il layout del 61° Salone Nautico ripropone quest’anno il collaudato format multi-specialistico che si svilupperà su una superficie di oltre 200.000 mq, con l’85% delle aree completamente all’aperto, ospitando oltre 1.000 imbarcazioni. Sfiorano il numero di 1.000 anche i brand presenti.

«Oggi più che mai voglio testimoniare  – commenta Saverio Cecchi, Presidente Confindustria Nautica e I Saloni Nautici – quanto io creda nel lavoro di squadra: fa parte del mio dna di sportivo e di professionista, e ho sempre impostato su questo principio il mio lavoro. La riunificazione è stata il primo contributo al nostro successo, che insieme al consolidato rapporto con le istituzioni ci consente di guardare al 61° Salone Nautico e ai futuri saloni con la consapevolezza di lavorare per il bene di tutto il comparto di Genova e del Paese».

«Continua e si conferma lo stretto rapporto che lega il Salone Nautico alla città di Genova – dice il sindaco di Genova, Marco Bucci -. Lavorando così, fianco a fianco, saremo in grado, ancora una volta, di offrire un appuntamento di altissimo livello. Siamo orgogliosi, ora più che mai, di tornare ad essere la Capitale della Nautica: sarà un grande evento per tutti, per sperimentare molte cose della ripartenza e per vivere la cultura del mare, parte fondamentale della nostra storia e elemento importante del nostro futuro. La città, intanto, sta lavorando per diventare il polo della nautica da diporto a livello internazionale, sfruttando spazi di crescita e cambiando volto ad alcune zone, come il Waterfront».

«Sono certo che sarà un bel Salone Nautica – sottolinea Giovanni Toti, presidente Regione Liguria –  Già l’anno scorso siamo stati i primi a riaprire e quest’anno sarà ancora più importante perché sarà il Salone della ripartenza, visto che ci avviamo verso un +5 di Pil e nei prossimi 16 mesi recupereremo la perdita dovuta alla pandemia. Bisogna andare avanti e incentivare la crescita del nostro Paese. Ora più che mai è importante dare una spinta all’economia, tornando a lavorare senza avere ulteriori interruzioni. Ci stiamo confermando uno dei Paesi più all’avanguardia nel settore della Nautica e la Liguria è tra i maggiori protagonisti, anche grazie al fatto che siano stati i primi a riaprire i cantieri in un momento difficile per il Paese».

«Quest’anno gli espositori del Salone Nautico vedranno una differenza paesaggistica importante – commenta Paolo Emilio Signorini, Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mar ligure Occidentale –  I lavori per il nuovo allestimento renderanno l’area espositiva sempre più competitiva nel Mediterraneo. Per rendere più fruibile l’accessibilità al Salone ci saranno più parcheggi – 800 in totale – e una passerella, che arriverà in un secondo tempo ed è un progetto più articolato. Obiettivo importante è il porto a emissioni zero: stiamo elettrificando tutte le attività della nautica con il fotovoltaico e questo porterà un effetto positivo»

«Siamo ottimisti per il futuro del Salone – continua Carla Demaria, Amministratore Delegato I Saloni Nautici – Questa edizione sarà ancora una volta diversa dalle precedenti, è così da 60 anni, perché il Salone si adatta al contesto e reagisce cogliendo le opportunità nei momenti favorevoli e ottimizzando costi e risorse in quelli meno favorevoli. In 60 anni di storia il Salone Nautico di Genova ha dato prova di una granitica resilienza, specialmente quando ha dovuto affrontare situazioni straordinarie ed estremamente complesse come nel caso del crollo del Ponte Morandi e della pandemia. La performance della scorsa edizione, unica manifestazione di settore organizzata in Europa, ha dato al Salone una reputazione e un posizionamento altissimi a livello internazionale. Questo elemento, insieme ad un mercato eccellente, all’imponente progetto del waterfront di Renzo Piano, che cambierà il paradigma dell’organizzazione del Salone e a un orizzonte temporale decennale grazie all’accordo con le istituzioni siglato lo scorso anno, consentiranno a questa  61ma edizione e poi soprattutto a quelle a seguire, di conquistare la leadership mondiale nel panorama degli eventi di settore».

Partner istituzionali del 61° Salone Nautico sono Ministero dello Sviluppo Economico, ICE-AGENZIA, Regione Liguria, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti