21 September 2021

Enav: migliorano i conti nel primo semestre

[ 0 ]

La semestrale di Enav evidenzia un’ottima tenuta dei economico-finanziaria del Gruppo a dispetto della forte crisi che ha investito il settore a causa della pandemia.

«Il primo semestre è stato ancora impattato dagli effetti che la pandemia ha prodotto sul trasporto aereo con dati in linea rispetto alle previsioni europee – spiega l’amministratore delegato Paolo Simioni, aggiungendo – a partire dal mese di giugno si è iniziata a rivedere una ripresa e a luglio, sui cieli italiani, abbiamo gestito il 65% dei voli del 2019 con punte di oltre il 75%».

Il numero uno del gruppo ha parlato anche della prosecuzione degli investimenti in tecnologie, «per modernizzare i sistemi e digitalizzare le nostre infrastrutture per supportare la ripresa», in particolare dei nuovi servizi legati ai droni e all’advanced air mobility, e di quelli nelle risorse umane, con l’assunzione di 50 giovani a tempo indeterminato.

«L’azienda – ha sottolineato – è pronta a sfruttare le opportunità del Pnrr per il quale abbiamo presentato progetti per 110 milioni di euro».

Il primo semestre 2021, sebbene abbia evidenziato dati sul traffico aereo negativi rispetto al corrispondente periodo del 2020, ha visto un secondo trimestre in sostanziale ripresa per quanto riguarda il traffico di rotta. Il confronto con i primi sei mesi dello scorso anno risulta comunque falsato dall’andamento forte dei primi due mesi del 2020, prima dello scoppio della crisi sanitaria. Il traffico di rotta e di terminale risultano in diminuzione rispettivamente del 16,6% e del 20,7% in termini di unità di servizio rispetto al primo semestre 2020.

Nonostante questo i ricavi consolidati confermano la resilienza del business ed ammontano a 375 milioni di euro (+0,7% rispetto al 1° semestre 2020). Da segnalare poi la solida crescita dei ricavi da mercato non regolamentato: +28,2% rispetto al 1° semestre 2020, mentre i ricavi da attività operativa si attestano a 142,4 milioni di euro, in diminuzione del 13,5% per effetto del minor traffico gestito nel periodo.

La relazione semestrale evidenzia poi un Ebitda consolidato di 76,6 milioni di euro (-13% rispetto al 1° semestre 2020) ed un Ebit pari a 14,8 milioni di euro, in decremento, del 27,6% rispetto al primo semestre 2020. L’utile netto consolidato si porta a 13,5 milioni di euro, in diminuzione di 2,1 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

L’indebitamento finanziario netto presenta un saldo di 389,6 milioni di euro, in peggioramento di 144,5 milioni di euro rispetto al dato rilevato al 31 dicembre 2020.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti