16 April 2024

1713

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Agente di viaggio/direttore tecnico esperienza decennale offresi zone Campania e Basso Lazio.
Banconista – biglietteria aerea sabre – biglietteria low cost – biglietteria ferroviaria con Sipax Plus- biglietteria navale.
Biglietteria autobus – vendita pacchetti – prenotazione hotel – noleggio auto – organizzatrice di programmi di viaggio per eventi fieristici e viaggi su misura e itineranti soprattutto per gli sposi.
Disponibilità immediata.
Email: roberto.desantis@libero.it cell 329 5419176.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465117 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Delta Air Lines punta i riflettori su Filadelfia, Baltimora, New York, Lancaster, in totale otto città della costa orientale degli Stati Uniti, che hanno ricoperto il ruolo di capitale degli Usa in un determinato momento della storia prima di Washington D.C. Località che sono state protagonista nella costituzione del paese e hanno molto da offrire ai viaggiatori: grazie ai voli diretti della compagnia aerea da Milano, Roma, Venezia e - dal 25 maggio - Napoli per New York-Jfk, è possibile scoprire i siti storici di queste città. È a Filadelfia che nel 1776 i padri fondatori degli Stati Uniti firmarono la Dichiarazione di Indipendenza e, nel 1787, la Costituzione. Tra il 1774 e il 1800 tre gli edifici furono sede di quello che oggi può essere considerato il Congresso degli Stati Uniti, tra cui spiccano la Carpenters Hall e l'Independece Hall, nell'Independence National Historical Park, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco nel 1979.  Baltimora ha svolto un ruolo chiave nella rivoluzione americana. Il Congresso si riunì alla Henry Fite House tra il dicembre 1776 e il febbraio 1777, facendo di questa città costiera la capitale degli Stati Uniti in questo breve periodo. Annapolis, piccola città costiera a 50 km a sud di Baltimora, è l'attuale capoluogo dello stato del Maryland e ospitò il Congresso nella Maryland State House tra il 1783 e il 1784 per appena nove mesi. Anche in questo caso le città sono raggiungibili con la compagnia aerea via New York. Lancaster ospitò il Congresso per un solo giorno, il 27 settembre 1777, presso la Court House. Quest’area della Pennsylvania è famosa per essere sede di molte comunità Amish.  York fu capitale tra il 1777 e il 1778 e vanta attrazioni come lo York County Colonial Complex, un complesso museale che comprende l'edificio più antico della città, risalente al XVIII secolo, e una replica del tribunale dove Il Congresso approvò gli Articoli della Confederazione (la prima Costituzione della nazione) nel 1777, rendendo York, secondo alcuni, la vera prima capitale del Paese. Lancaster si raggiunge in auto da Filadelfia in un’ora e mezza, York in un’ora e 45 minuti. Princeton, sede di una delle università più prestigiose degli Stati Uniti, merita una visita anche di un solo giorno da New York per respirare l'atmosfera delle vie raccolte attorno a Nassau Street, piene di ristoranti e animate da studenti, e vedere l'università, con edifici ricchi di storia e prati da cartolina. Trenton è l'attuale capoluogo del New Jersey e fu capitale degli Stati Uniti per due mesi nel 1784. Entrambe le località distano circa un’ora di macchina da New York. New York è stata capitale della nazione tra il 1785 e il 1788, fu la prima capitale degli Stati Uniti dopo la Guerra di Indipendenza, A New York, nel 1789, George Washington fece giuramento come primo Presidente del Paese alla Federal Hall, situata in Wall Street. Washington D.C., capitale del Paese dal 1800 ad oggi. I punti di interesse qui per i viaggiatori curiosi qui sono innumerevoli, dal Campidoglio ai monumenti in onore di Abraham Lincoln, Washington e a Jefferson, fino al cimitero nazionale di Arlington. Inoltre, la città ospita molti altri luoghi di interesse come il complesso museale Smithsonian, che include il Museo Nazionale dell'Aria e dello Spazio, il Museo Nazionale di Storia Naturale o il Museo di Arte Americana. Punto d’arrivo di un viaggio alla scoperta della storia degli Stati Uniti è la Casa Bianca, con i suoi oltre 200 anni di storia. [gallery ids="465124,465127,465126"] [post_title] => Delta Air Lines alla scoperta delle ex capitali Usa: tutti i voli dall'Italia, via New York [post_date] => 2024-04-09T10:54:28+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712660068000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463478 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si consolidano le top 5 delle cinque principali aziende italiane per fatturato nei settore dell'ospitalità e del tour operating. Lo rivela il tradizionale lavoro di analisi svolto da Pambianco e presentato ieri alla Borsa di Milano, in occasione della seconda edizione dell'Hotellerie Summit. Per quanto riguarda in particolare le imprese del turismo organizzato, a svettare su tutte nel 2023 si è confermata come prevedibile la divisione tour operating di Alpitour che ha chiuso l'anno fiscale il 31 ottobre a 1,361 miliardi di euro, appena un milione sotto i livelli pre-Covid del 2019, ma mettendo al contempo a segno una crescita del 57% rispetto al 2022. A seguire  ancora una volta Veratour a quota 230 milioni (249 mln nel 2019, 181 mln nel 2022), mentre sul gradino più basso del podio troviamo sempre Quality Group con 205 milioni (173 mln nel 2019; 111 mln nel 2022). L'unica variazione si è registrata tra la quarta e la quinta piazza, con il gruppo Nicolaus e Idee per Viaggiare che hanno invertito le rispettive posizioni: la compagnia pugliese è ora sopra con 148 milioni (91 mln nel 2019; 94 mln nel 2022), mentre IpV ha chiuso l'anno il 31 ottobre a 105 milioni (50 mln nel 2019; 97 mln nel 2022). Discorso simile per quanto riguarda il segmento dell'ospitalità, che vede nuovamente Starhotels in cima alla classifica con 304 milioni di euro (216 mln nel 2019; 243 mln nel 2022), seguito sempre dal gruppo Una poco sopra i 200 milioni (124 mln nel 2019; 146 mln nel 2022), nonché da Th Resorts a quota 187 milioni (94 mln nel 2019; 136 mln nel 2022). Appena sotto il podio c'è ancora una volta la divisione alberghiera di Alpitour con 177 milioni di euro (107 mln nel 2019; 134 mln nel 2022 - chiusura bilanci al 31 ottobre). In fondo alla top 5 troviamo infine l'unica new entry 2023 delle due classifiche: il gruppo Aeroviaggi - Mangia's che con i suoi 117 milioni di euro ha scalzato dalla posizione Hnh Hospitality, capace comunque di raggiungere i 106 milioni (34 mln nel 2019; 71 mln nel 2022). Pambianco ha poi introdotto quest'anno per la prima volta anche la top 5 dedicata agli operatori del benessere: una classifica dominata da Qc Spa of Wonders che ha chiuso il 2023 con un fatturato di 147 milioni (87 mln nel 2019; 105 mln nel 2022). Più lontano si trova Terme e Grandi Alberghi Sirmione a quota 44 milioni (40 mln sia nel 2019, sia nel 2022), tallonata da Lefay Resorts a 42 milioni (34 mln nel 2019; 37 mln nel 2022). Non molto distanti si piazzano anche la nuova holding creata nel 2021 da Massimo Caputi, Terme Italia, che ha raggiunto i 37 milioni (stesso livello del 2022), nonché Gb Thermae Hotels con 36 milioni di valore di produzione totale (37 mln nel 2019; 36 mln nel 2022). [post_title] => Pambianco: si consolidano le top 5 per fatturato di hotel e to in Italia. Unica novità Mangia's [post_date] => 2024-03-14T13:32:42+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710423162000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463115 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si avvicina a grandi passi il momento del debutto della Queen Anne: la nuova ammiraglia Cunard, quarta nave della flotta, effettuerà il proprio viaggio inaugurale il prossimo 10 maggio da Southampton a Lisbona. L'unità da 113 mila tonnellate e 3 mila passeggeri costruita in Italia da Fincantieri racchiude, nei 14 ponti a disposizione, un’offerta completa. A partire dalle nuove esperienze culinarie e multisensoriali proposte nei 15 ristoranti, molti dei quali con vista, sino alle più disparate attività sportive con campo da padel e golf, bar e punti ritrovo dalle atmosfere britanniche, piscina e idromassaggi da intrattenimenti e attività e un focus prioritario su salute e benessere con un programma olistico dedicato e l’esclusiva collaborazione con Harper’s Bazaar; e ancora l’atmosfera alla James Bond del casinò, il teatro e la collaborazione esclusiva con il pluripremiato produttore teatrale di Broadway, David Pugh. Su una nave Cunard non può inoltre mancare la firma di una vera esperienza britannica: il rito del tè pomeridiano, servito tutti i pomeriggi in guanti bianchi nella scenografica Ball Room; ma la vera punta di diamante sarà la più grande collezione d’arte mai curata in mare: oltre 3 mila artisti e designer sono stati coinvolti nel progetto e verrà esposta una collezione contemporanea di più di 4.300 opere d’arte e sculture. Tra i programmi della Queen Anne spicca anche il Giro del mondo in calendario dal 9 gennaio al 27 aprile che in 107 notti effettuerà la circumnavigazione completa del globo verso ovest (vendibile anche in singole tratte). [post_title] => Si avvicina il debutto della Queen Anne: appuntamento a Southampton il 10 maggio [post_date] => 2024-03-08T11:21:54+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709896914000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463054 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuova partnership per il gruppo Alpitour World che ha scelto adesso.it per potenziare la propria software factory. La digital factory italiana parte del gruppo internazionale adesso Se, quotato alla Borsa di Francoforte, supporterà l'operatore nel suo programma di modernizzazione del portafoglio applicativo. Negli ultimi anni, infatti, Alpitour ha impresso una forte accelerazione all’innovazione, con progetti che abbracciano anche le più recenti evoluzioni tecnologiche come l’intelligenza artificiale generativa e la Blockchain con gli Nft. “La decisione di collaborare con adesso.it – afferma Francesco Ciuccarelli, cio e cto di Alpitour World – riflette il nostro impegno nel fornire ai propri clienti soluzioni all’avanguardia e un’esperienza di viaggio sempre migliore. Modernizzare il parco applicativo che gestisce i processi chiave dell’azienda ci permette di essere scalabili e più rapidi nell’innovazione, per poter seguire la velocità richiesta dal mercato ed essere più pronti a recepire nuove opportunità tecnologiche.” [post_title] => Adesso.it nuovo partner della software factory Alpitour. Obiettivo rinnovare il parco applicativo [post_date] => 2024-03-07T13:07:37+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709816857000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461462 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => C'è anche Alpitour tra i grandi marchi inclusi nella mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands. Voluta dal ministero delle Imprese e del made in Italy, l'esposizione è ospitata a palazzo Piacentini a Roma. L'iniziativa, a cui hanno aderito 100 aziende, per un totale di 113 marchi, del settore abbigliamento e cura della persona, arredamento, automotive e agroalimentare, nasce per celebrare i 140 anni dell’Ufficio italiano brevetti e marchi, che nel 2019 si è arricchito del Registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale, contenente i brand iscritti da più di cinquant’anni e ancora attivi. Lo scopo della mostra, curata dai professori Carlo Martino e Francesco Zurlo, docenti di design all’università La Sapienza di Roma e al Politecnico di Milano, disponibile fino al 6 aprile nell’atrio principale di palazzo Piacentini, è quello di valorizzare un patrimonio industriale, progettuale e materiale di inestimabile valore per il Paese, fatto di storie imprenditoriali di successo e di designer che hanno cambiato il modo di comunicare l’immagine aziendale dei prodotti. “Essere stati scelti dal Mimit ci onora e ci rende orgogliosi – sottolinea Gabriele Burgio, presidente e amministratore delegato di Apitour World – perché significa che Alpitour ha saputo rimanere nel cuore e nella mente di milioni di italiani, crescendo insieme a loro. In questi 75 anni abbiamo raggiunto grandi risultati con impegno, passione e lavoro di squadra. Oggi il brand Alpitour è più vivo che mai e presta il suo nome anche al gruppo, Alpitour World: un’eredità che abbiamo sempre voluto proteggere e celebrare, perché questo marchio ha fatto il turismo italiano”. [post_title] => Alpitour tra i grandi marchi presenti alla mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands [post_date] => 2024-02-14T11:23:12+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707909792000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461029 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_445817" align="alignleft" width="300"] Vittorio Messina[/caption] Il turismo italiano torna a correre: secondo le stime di Cst per Assoturismo Confesercenti, il 2023 ha chiuso con oltre 445 milioni di presenze, segnando un’accelerazione del +8,1% sull’anno precedente e superando i livelli pre-pandemia. Ma è una ripresa a velocità differenziate: nel Meridione e nelle Isole, infatti, l’incremento delle presenze dovrebbe fermarsi a +4,4%. Un ritmo di crescita sostanzialmente dimezzato rispetto alla media nazionale. A pesare sulle performance dell’Italia meridionale nell’anno appena trascorso - oltre ai soliti problemi infrastrutturali - il rallentamento della spesa dei turisti italiani, che è stata la vera componente in frenata. Ha pesato, però, anche la ripartenza di alcune importanti mete balneari estere competitor nella zona mediterranea, a partire dall’Egitto. Una combinazione che ha frenato la crescita del mercato turistico di queste regioni, dove la componente interna e il turismo balneare danno un contributo fondamentale alla domanda. “In questa fase, la crescita delle presenze è essenziale per il comparto - così Vittorio Messina, presidente di Assoturismo Confesercenti -. I bilanci delle imprese sono ancora sotto pressione per gli aumenti dei costi: quelli dell’energia sono ancora più alti dei livelli del 2019, e l’incremento dei tassi di interesse ha avuto un impatto rilevante su un sistema uscito indebitato dal Covid. Sarebbe quindi importante valorizzare le potenzialità di crescita del turismo delle regioni meridionali, che avrebbero un effetto positivo su tutto il sistema economico territoriale: se la performance del Mezzogiorno fosse stata in linea con quella nazionale, avremmo avuto 2,9 milioni di presenze e oltre 400 milioni di consumi turistici in più”. [post_title] => Assoturismo: crescita forte del turismo italiano (+8,1%) [post_date] => 2024-02-07T13:54:14+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707314054000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461000 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiama Sandals Saint Vincent and The Grenadines la grande novità del gruppo Sri per il 2024. In apertura il prossimo 27 marzo, includerà 301 camere, dodici ristoranti e cinque bar, per un totale di ben 16 differenti concept f&b. Ma l'anno si apre bene anche dal punto di vista dei numeri provenienti del mercato italiano: "Dopo un 2023 in crescita in doppia cifra percentuale rispetto ai dodici mesi precedenti - spiega il sales manager Southern Europe di Sandals Resorts International, Christian Casagrande -, i primi mesi di quest'anno si sono già aperti molto bene, tanto che nel 2024 contiamo di tornare definitivamente ai livelli pre-Covid. L'aspetto forse più interessante è che le prenotazioni, al momento, riguardano soprattutto il periodo compreso tra febbraio e aprile, mentre l'estate non è ancora del tutto partita. Ciò farebbe presagire una stagione booking piuttosto lunga. Il che è positivo, se pensiamo che l'anno scorso, invece, a seguito di un inizio da record, le vendite si sono poi un po' normalizzate, frenate anche dal costo dei voli e dagli effetti dell'inflazione". E buone notizie arrivano anche dal fronte dei collegamenti aerei che, secondo Casagrande, soprattutto sulle tratte tra Europa e Usa vedrebbero finalmente un certo calo delle tariffe rispetto ai prezzi del 2022. A livello di prodotto, Sandals, sta puntando in particolare sulla parte esperienziale dell'offerta: "A Bahamas e Curaçao, per esempio, per alcune tipologie di camere mettiamo oggi a disposizione la formula inclusive island dining: un voucher da 250 dollari che i nostri ospiti possono utilizzare in alcuni ristoranti selezionati della destinazione". Sono inoltre ripartire già dal 2023 le operazioni di co-marketing in collaborazione con i principali operatori italiani per eventi in presenza, serate e roadshow, nonché webinar formativi dedicati alle adv. Sempre a loro è inoltre riservata la formula Sell & go, che garantisce pernottamenti gratis agli agenti che vendono le strutture Sandals. "In programma per quest'anno - conclude Casagrande - ci sono infine anche due o tre fam trip ad hoc, riservati agli operatori e agli adv italiani". [post_title] => Sandals approda a Saint Vincent e punta sull'offerta emozionale. Mercato italiano in netta ripresa [post_date] => 2024-02-07T13:11:52+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707311512000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461003 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Tribunale dell'Ue ha annullato il via libera Ue agli aiuti di stato concessi nel 2020 dai Paesi Bassi a favore della compagnia di bandiera Klm per 3,4 miliardi di euro per rispondere alla crisi del Covid-19. La decisione dei giudici di Lussemburgo arriva dopo un ricorso di Ryanair che contestava il regime di aiuti di cui aveva beneficiato la concorrente olandese.  Nel 2020, la Commissione europea aveva approvato un regime di aiuti da 3,4 miliardi di euro a favore di Klm sotto forma di garanzia statale volto a garantire temporaneamente liquidità alla compagnia di bandiera dei Paesi Bassi nel contesto della pandemia. Una decisione annullata in prima battuta nel 2021 dallo stesso Tribunale Ue per "difetto di motivazione riguardo alla determinazione del beneficiario della misura in questione". Una controversia che riguardava nello specifico la holding Air France-Klm e Air France, escluse dal sostegno pubblico. I giudici avevano poi deciso di sospendere gli effetti dell'annullamento del via libera Ue in attesa di una nuova delibera da parte di Bruxelles. [post_title] => La giustizia Ue annulla gli aiuti olandesi per 3,4 miliardi a Klm [post_date] => 2024-02-07T13:05:38+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707311138000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460002 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dieci nuove rotte per l'estate firmata Ryanair da Milano: nel dettaglio, cinque da Bergamo - Beni Mellal, Castellon, Dubrovnik, Sarajevo e Skiathos - e cinque da Malpensa - Atene, Budapest, Parigi, Marrakech e Tallinn. A sottolineare la valenza del bacino di Milano il country manager Italia, Mauro Bolla, insieme al ceo del gruppo, Michael O'Leary. Si comincia da Milano Bergamo dove quest'anno Ryanair posiziona 23 aeromobili e opera un totale di 113 rotte con l'obiettivo di trasportare 15 milioni di passeggeri, il 13% in più rispetto all'anno precedente. Qui sono un migliaio i posti di lavoro diretti e oltre 11.800 quelli nell'indotto. A Malpensa sono otto i velivoli basati, per 36 rotte complessive, incluse le cinque new entry, e nel mirino ci sono 5 milioni di passeggeri, per una crescita di circa il +15%.   Complessivamente, quindi, quest'estate saranno 31 i Boeing 737 basati negli scali di Malpensa e Milano Bergamo con un investimento di circa 3.1 miliardi di dollari; il traffico generato sui due aeroporti sarà di 20 milioni di passeggeri, il 14% in più rispetto allo scorso anno.  [post_title] => Ryanair: dieci nuove rotte da Milano (Bergamo e Malpensa). Obiettivo 20 milioni di passeggeri [post_date] => 2024-01-24T10:23:01+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706091781000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1713" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":9,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":117,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465117","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Delta Air Lines punta i riflettori su Filadelfia, Baltimora, New York, Lancaster, in totale otto città della costa orientale degli Stati Uniti, che hanno ricoperto il ruolo di capitale degli Usa in un determinato momento della storia prima di Washington D.C.\r\n\r\nLocalità che sono state protagonista nella costituzione del paese e hanno molto da offrire ai viaggiatori: grazie ai voli diretti della compagnia aerea da Milano, Roma, Venezia e - dal 25 maggio - Napoli per New York-Jfk, è possibile scoprire i siti storici di queste città.\r\n\r\nÈ a Filadelfia che nel 1776 i padri fondatori degli Stati Uniti firmarono la Dichiarazione di Indipendenza e, nel 1787, la Costituzione. Tra il 1774 e il 1800 tre gli edifici furono sede di quello che oggi può essere considerato il Congresso degli Stati Uniti, tra cui spiccano la Carpenters Hall e l'Independece Hall, nell'Independence National Historical Park, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco nel 1979. \r\n\r\nBaltimora ha svolto un ruolo chiave nella rivoluzione americana. Il Congresso si riunì alla Henry Fite House tra il dicembre 1776 e il febbraio 1777, facendo di questa città costiera la capitale degli Stati Uniti in questo breve periodo. Annapolis, piccola città costiera a 50 km a sud di Baltimora, è l'attuale capoluogo dello stato del Maryland e ospitò il Congresso nella Maryland State House tra il 1783 e il 1784 per appena nove mesi. Anche in questo caso le città sono raggiungibili con la compagnia aerea via New York.\r\n\r\nLancaster ospitò il Congresso per un solo giorno, il 27 settembre 1777, presso la Court House. Quest’area della Pennsylvania è famosa per essere sede di molte comunità Amish.  York fu capitale tra il 1777 e il 1778 e vanta attrazioni come lo York County Colonial Complex, un complesso museale che comprende l'edificio più antico della città, risalente al XVIII secolo, e una replica del tribunale dove Il Congresso approvò gli Articoli della Confederazione (la prima Costituzione della nazione) nel 1777, rendendo York, secondo alcuni, la vera prima capitale del Paese. Lancaster si raggiunge in auto da Filadelfia in un’ora e mezza, York in un’ora e 45 minuti.\r\n\r\nPrinceton, sede di una delle università più prestigiose degli Stati Uniti, merita una visita anche di un solo giorno da New York per respirare l'atmosfera delle vie raccolte attorno a Nassau Street, piene di ristoranti e animate da studenti, e vedere l'università, con edifici ricchi di storia e prati da cartolina. Trenton è l'attuale capoluogo del New Jersey e fu capitale degli Stati Uniti per due mesi nel 1784. Entrambe le località distano circa un’ora di macchina da New York.\r\n\r\nNew York è stata capitale della nazione tra il 1785 e il 1788, fu la prima capitale degli Stati Uniti dopo la Guerra di Indipendenza, A New York, nel 1789, George Washington fece giuramento come primo Presidente del Paese alla Federal Hall, situata in Wall Street. Washington D.C., capitale del Paese dal 1800 ad oggi. I punti di interesse qui per i viaggiatori curiosi qui sono innumerevoli, dal Campidoglio ai monumenti in onore di Abraham Lincoln, Washington e a Jefferson, fino al cimitero nazionale di Arlington. Inoltre, la città ospita molti altri luoghi di interesse come il complesso museale Smithsonian, che include il Museo Nazionale dell'Aria e dello Spazio, il Museo Nazionale di Storia Naturale o il Museo di Arte Americana. Punto d’arrivo di un viaggio alla scoperta della storia degli Stati Uniti è la Casa Bianca, con i suoi oltre 200 anni di storia.\r\n\r\n[gallery ids=\"465124,465127,465126\"]","post_title":"Delta Air Lines alla scoperta delle ex capitali Usa: tutti i voli dall'Italia, via New York","post_date":"2024-04-09T10:54:28+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712660068000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463478","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si consolidano le top 5 delle cinque principali aziende italiane per fatturato nei settore dell'ospitalità e del tour operating. Lo rivela il tradizionale lavoro di analisi svolto da Pambianco e presentato ieri alla Borsa di Milano, in occasione della seconda edizione dell'Hotellerie Summit. Per quanto riguarda in particolare le imprese del turismo organizzato, a svettare su tutte nel 2023 si è confermata come prevedibile la divisione tour operating di Alpitour che ha chiuso l'anno fiscale il 31 ottobre a 1,361 miliardi di euro, appena un milione sotto i livelli pre-Covid del 2019, ma mettendo al contempo a segno una crescita del 57% rispetto al 2022. A seguire  ancora una volta Veratour a quota 230 milioni (249 mln nel 2019, 181 mln nel 2022), mentre sul gradino più basso del podio troviamo sempre Quality Group con 205 milioni (173 mln nel 2019; 111 mln nel 2022). L'unica variazione si è registrata tra la quarta e la quinta piazza, con il gruppo Nicolaus e Idee per Viaggiare che hanno invertito le rispettive posizioni: la compagnia pugliese è ora sopra con 148 milioni (91 mln nel 2019; 94 mln nel 2022), mentre IpV ha chiuso l'anno il 31 ottobre a 105 milioni (50 mln nel 2019; 97 mln nel 2022).\r\n\r\nDiscorso simile per quanto riguarda il segmento dell'ospitalità, che vede nuovamente Starhotels in cima alla classifica con 304 milioni di euro (216 mln nel 2019; 243 mln nel 2022), seguito sempre dal gruppo Una poco sopra i 200 milioni (124 mln nel 2019; 146 mln nel 2022), nonché da Th Resorts a quota 187 milioni (94 mln nel 2019; 136 mln nel 2022). Appena sotto il podio c'è ancora una volta la divisione alberghiera di Alpitour con 177 milioni di euro (107 mln nel 2019; 134 mln nel 2022 - chiusura bilanci al 31 ottobre). In fondo alla top 5 troviamo infine l'unica new entry 2023 delle due classifiche: il gruppo Aeroviaggi - Mangia's che con i suoi 117 milioni di euro ha scalzato dalla posizione Hnh Hospitality, capace comunque di raggiungere i 106 milioni (34 mln nel 2019; 71 mln nel 2022).\r\n\r\nPambianco ha poi introdotto quest'anno per la prima volta anche la top 5 dedicata agli operatori del benessere: una classifica dominata da Qc Spa of Wonders che ha chiuso il 2023 con un fatturato di 147 milioni (87 mln nel 2019; 105 mln nel 2022). Più lontano si trova Terme e Grandi Alberghi Sirmione a quota 44 milioni (40 mln sia nel 2019, sia nel 2022), tallonata da Lefay Resorts a 42 milioni (34 mln nel 2019; 37 mln nel 2022). Non molto distanti si piazzano anche la nuova holding creata nel 2021 da Massimo Caputi, Terme Italia, che ha raggiunto i 37 milioni (stesso livello del 2022), nonché Gb Thermae Hotels con 36 milioni di valore di produzione totale (37 mln nel 2019; 36 mln nel 2022).","post_title":"Pambianco: si consolidano le top 5 per fatturato di hotel e to in Italia. Unica novità Mangia's","post_date":"2024-03-14T13:32:42+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1710423162000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463115","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si avvicina a grandi passi il momento del debutto della Queen Anne: la nuova ammiraglia Cunard, quarta nave della flotta, effettuerà il proprio viaggio inaugurale il prossimo 10 maggio da Southampton a Lisbona. L'unità da 113 mila tonnellate e 3 mila passeggeri costruita in Italia da Fincantieri racchiude, nei 14 ponti a disposizione, un’offerta completa. A partire dalle nuove esperienze culinarie e multisensoriali proposte nei 15 ristoranti, molti dei quali con vista, sino alle più disparate attività sportive con campo da padel e golf, bar e punti ritrovo dalle atmosfere britanniche, piscina e idromassaggi da intrattenimenti e attività e un focus prioritario su salute e benessere con un programma olistico dedicato e l’esclusiva collaborazione con Harper’s Bazaar; e ancora l’atmosfera alla James Bond del casinò, il teatro e la collaborazione esclusiva con il pluripremiato produttore teatrale di Broadway, David Pugh.\r\n\r\nSu una nave Cunard non può inoltre mancare la firma di una vera esperienza britannica: il rito del tè pomeridiano, servito tutti i pomeriggi in guanti bianchi nella scenografica Ball Room; ma la vera punta di diamante sarà la più grande collezione d’arte mai curata in mare: oltre 3 mila artisti e designer sono stati coinvolti nel progetto e verrà esposta una collezione contemporanea di più di 4.300 opere d’arte e sculture. Tra i programmi della Queen Anne spicca anche il Giro del mondo in calendario dal 9 gennaio al 27 aprile che in 107 notti effettuerà la circumnavigazione completa del globo verso ovest (vendibile anche in singole tratte).","post_title":"Si avvicina il debutto della Queen Anne: appuntamento a Southampton il 10 maggio","post_date":"2024-03-08T11:21:54+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1709896914000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463054","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuova partnership per il gruppo Alpitour World che ha scelto adesso.it per potenziare la propria software factory. La digital factory italiana parte del gruppo internazionale adesso Se, quotato alla Borsa di Francoforte, supporterà l'operatore nel suo programma di modernizzazione del portafoglio applicativo. Negli ultimi anni, infatti, Alpitour ha impresso una forte accelerazione all’innovazione, con progetti che abbracciano anche le più recenti evoluzioni tecnologiche come l’intelligenza artificiale generativa e la Blockchain con gli Nft.\r\n\r\n“La decisione di collaborare con adesso.it – afferma Francesco Ciuccarelli, cio e cto di Alpitour World – riflette il nostro impegno nel fornire ai propri clienti soluzioni all’avanguardia e un’esperienza di viaggio sempre migliore. Modernizzare il parco applicativo che gestisce i processi chiave dell’azienda ci permette di essere scalabili e più rapidi nell’innovazione, per poter seguire la velocità richiesta dal mercato ed essere più pronti a recepire nuove opportunità tecnologiche.”","post_title":"Adesso.it nuovo partner della software factory Alpitour. Obiettivo rinnovare il parco applicativo","post_date":"2024-03-07T13:07:37+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1709816857000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461462","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"C'è anche Alpitour tra i grandi marchi inclusi nella mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands. Voluta dal ministero delle Imprese e del made in Italy, l'esposizione è ospitata a palazzo Piacentini a Roma. L'iniziativa, a cui hanno aderito 100 aziende, per un totale di 113 marchi, del settore abbigliamento e cura della persona, arredamento, automotive e agroalimentare, nasce per celebrare i 140 anni dell’Ufficio italiano brevetti e marchi, che nel 2019 si è arricchito del Registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale, contenente i brand iscritti da più di cinquant’anni e ancora attivi. Lo scopo della mostra, curata dai professori Carlo Martino e Francesco Zurlo, docenti di design all’università La Sapienza di Roma e al Politecnico di Milano, disponibile fino al 6 aprile nell’atrio principale di palazzo Piacentini, è quello di valorizzare un patrimonio industriale, progettuale e materiale di inestimabile valore per il Paese, fatto di storie imprenditoriali di successo e di designer che hanno cambiato il modo di comunicare l’immagine aziendale dei prodotti.\r\n\r\n“Essere stati scelti dal Mimit ci onora e ci rende orgogliosi – sottolinea Gabriele Burgio, presidente e amministratore delegato di Apitour World – perché significa che Alpitour ha saputo rimanere nel cuore e nella mente di milioni di italiani, crescendo insieme a loro. In questi 75 anni abbiamo raggiunto grandi risultati con impegno, passione e lavoro di squadra. Oggi il brand Alpitour è più vivo che mai e presta il suo nome anche al gruppo, Alpitour World: un’eredità che abbiamo sempre voluto proteggere e celebrare, perché questo marchio ha fatto il turismo italiano”.","post_title":"Alpitour tra i grandi marchi presenti alla mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands","post_date":"2024-02-14T11:23:12+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1707909792000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461029","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_445817\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Vittorio Messina[/caption]\r\n\r\nIl turismo italiano torna a correre: secondo le stime di Cst per Assoturismo Confesercenti, il 2023 ha chiuso con oltre 445 milioni di presenze, segnando un’accelerazione del +8,1% sull’anno precedente e superando i livelli pre-pandemia. Ma è una ripresa a velocità differenziate: nel Meridione e nelle Isole, infatti, l’incremento delle presenze dovrebbe fermarsi a +4,4%. Un ritmo di crescita sostanzialmente dimezzato rispetto alla media nazionale.\r\n\r\nA pesare sulle performance dell’Italia meridionale nell’anno appena trascorso - oltre ai soliti problemi infrastrutturali - il rallentamento della spesa dei turisti italiani, che è stata la vera componente in frenata. Ha pesato, però, anche la ripartenza di alcune importanti mete balneari estere competitor nella zona mediterranea, a partire dall’Egitto. Una combinazione che ha frenato la crescita del mercato turistico di queste regioni, dove la componente interna e il turismo balneare danno un contributo fondamentale alla domanda.\r\n\r\n“In questa fase, la crescita delle presenze è essenziale per il comparto - così Vittorio Messina, presidente di Assoturismo Confesercenti -. I bilanci delle imprese sono ancora sotto pressione per gli aumenti dei costi: quelli dell’energia sono ancora più alti dei livelli del 2019, e l’incremento dei tassi di interesse ha avuto un impatto rilevante su un sistema uscito indebitato dal Covid. Sarebbe quindi importante valorizzare le potenzialità di crescita del turismo delle regioni meridionali, che avrebbero un effetto positivo su tutto il sistema economico territoriale: se la performance del Mezzogiorno fosse stata in linea con quella nazionale, avremmo avuto 2,9 milioni di presenze e oltre 400 milioni di consumi turistici in più”.","post_title":"Assoturismo: crescita forte del turismo italiano (+8,1%)","post_date":"2024-02-07T13:54:14+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1707314054000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461000","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiama Sandals Saint Vincent and The Grenadines la grande novità del gruppo Sri per il 2024. In apertura il prossimo 27 marzo, includerà 301 camere, dodici ristoranti e cinque bar, per un totale di ben 16 differenti concept f&b.\r\n\r\nMa l'anno si apre bene anche dal punto di vista dei numeri provenienti del mercato italiano: \"Dopo un 2023 in crescita in doppia cifra percentuale rispetto ai dodici mesi precedenti - spiega il sales manager Southern Europe di Sandals Resorts International, Christian Casagrande -, i primi mesi di quest'anno si sono già aperti molto bene, tanto che nel 2024 contiamo di tornare definitivamente ai livelli pre-Covid. L'aspetto forse più interessante è che le prenotazioni, al momento, riguardano soprattutto il periodo compreso tra febbraio e aprile, mentre l'estate non è ancora del tutto partita. Ciò farebbe presagire una stagione booking piuttosto lunga. Il che è positivo, se pensiamo che l'anno scorso, invece, a seguito di un inizio da record, le vendite si sono poi un po' normalizzate, frenate anche dal costo dei voli e dagli effetti dell'inflazione\".\r\n\r\nE buone notizie arrivano anche dal fronte dei collegamenti aerei che, secondo Casagrande, soprattutto sulle tratte tra Europa e Usa vedrebbero finalmente un certo calo delle tariffe rispetto ai prezzi del 2022. A livello di prodotto, Sandals, sta puntando in particolare sulla parte esperienziale dell'offerta: \"A Bahamas e Curaçao, per esempio, per alcune tipologie di camere mettiamo oggi a disposizione la formula inclusive island dining: un voucher da 250 dollari che i nostri ospiti possono utilizzare in alcuni ristoranti selezionati della destinazione\".\r\n\r\nSono inoltre ripartire già dal 2023 le operazioni di co-marketing in collaborazione con i principali operatori italiani per eventi in presenza, serate e roadshow, nonché webinar formativi dedicati alle adv. Sempre a loro è inoltre riservata la formula Sell & go, che garantisce pernottamenti gratis agli agenti che vendono le strutture Sandals. \"In programma per quest'anno - conclude Casagrande - ci sono infine anche due o tre fam trip ad hoc, riservati agli operatori e agli adv italiani\".","post_title":"Sandals approda a Saint Vincent e punta sull'offerta emozionale. Mercato italiano in netta ripresa","post_date":"2024-02-07T13:11:52+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1707311512000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461003","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Tribunale dell'Ue ha annullato il via libera Ue agli aiuti di stato concessi nel 2020 dai Paesi Bassi a favore della compagnia di bandiera Klm per 3,4 miliardi di euro per rispondere alla crisi del Covid-19.\r\nLa decisione dei giudici di Lussemburgo arriva dopo un ricorso di Ryanair che contestava il regime di aiuti di cui aveva beneficiato la concorrente olandese.\r\n Nel 2020, la Commissione europea aveva approvato un regime di aiuti da 3,4 miliardi di euro a favore di Klm sotto forma di garanzia statale volto a garantire temporaneamente liquidità alla compagnia di bandiera dei Paesi Bassi nel contesto della pandemia. Una decisione annullata in prima battuta nel 2021 dallo stesso Tribunale Ue per \"difetto di motivazione riguardo alla determinazione del beneficiario della misura in questione\".\r\n\r\nUna controversia che riguardava nello specifico la holding Air France-Klm e Air France, escluse dal sostegno pubblico. I giudici avevano poi deciso di sospendere gli effetti dell'annullamento del via libera Ue in attesa di una nuova delibera da parte di Bruxelles.","post_title":"La giustizia Ue annulla gli aiuti olandesi per 3,4 miliardi a Klm","post_date":"2024-02-07T13:05:38+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1707311138000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460002","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dieci nuove rotte per l'estate firmata Ryanair da Milano: nel dettaglio, cinque da Bergamo - Beni Mellal, Castellon, Dubrovnik, Sarajevo e Skiathos - e cinque da Malpensa - Atene, Budapest, Parigi, Marrakech e Tallinn.\r\n\r\nA sottolineare la valenza del bacino di Milano il country manager Italia, Mauro Bolla, insieme al ceo del gruppo, Michael O'Leary. Si comincia da Milano Bergamo dove quest'anno Ryanair posiziona 23 aeromobili e opera un totale di 113 rotte con l'obiettivo di trasportare 15 milioni di passeggeri, il 13% in più rispetto all'anno precedente. Qui sono un migliaio i posti di lavoro diretti e oltre 11.800 quelli nell'indotto.\r\n\r\nA Malpensa sono otto i velivoli basati, per 36 rotte complessive, incluse le cinque new entry, e nel mirino ci sono 5 milioni di passeggeri, per una crescita di circa il +15%.\r\n\r\n \r\n\r\nComplessivamente, quindi, quest'estate saranno 31 i Boeing 737 basati negli scali di Malpensa e Milano Bergamo con un investimento di circa 3.1 miliardi di dollari; il traffico generato sui due aeroporti sarà di 20 milioni di passeggeri, il 14% in più rispetto allo scorso anno. ","post_title":"Ryanair: dieci nuove rotte da Milano (Bergamo e Malpensa). Obiettivo 20 milioni di passeggeri","post_date":"2024-01-24T10:23:01+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706091781000]}]}}

Lascia un commento