9 December 2022

1690

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

DIRETTORE TECNICO AGENZIA DI VIAGGIO OFFRESI PER COPERTURA TITOLO, COLLABORAZIONE, ISCRITTO ALBO REGIONE CAMPANIA, DISPONIBILITA’ IMMEDIATA.
CONTATTARE ELISABETTA TEL. 338 2728402.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435531 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_309863" align="alignleft" width="300"] Stefano Gargiulo[/caption] Anche quest’anno, per la sesta edizione consecutiva, l’indagine “Migliori in Italia - Campioni del servizio” realizzata dall’Istituto tedesco di qualità e finanza, premia Europcar Mobility Group Italy come il Miglior autonoleggio in Italia per l’eccellente servizio offerto con il suo brand Europcar. La chiave per fidelizzare i clienti? Senza dubbio un servizio eccellente. Ed è proprio sulla Customer Satisfaction, da sempre una priorità per Europcar Mobility Group, che si basa “Migliori in Italia – Campioni del Servizio”, la più ampia indagine sul livello del servizio offerto dalle aziende in Italia che, quest’anno, ha raccolto il giudizio dei consumatori di quasi 2.000 aziende suddivise in 190 diversi settori.  Per ciascuno dei 190 settori del mercato analizzati è stato calcolato un punteggio “Service Experience Score” (SES) che indica la quota media degli italiani che hanno dato un giudizio positivo al servizio ricevuto dalle aziende appartenenti a quel settore. Europcar, con un punteggio SES del 78,2% si è collocato al primo posto nel mercato di appartenenza ricevendo il sigillo “N.1 Servizio”.  «Aggiudicarsi un premio prestigioso è sempre motivo di grande orgoglio, ma nulla ci gratifica più della soddisfazione dei nostri Ccienti che con costanza, anno dopo anno, scelgono di premiare Europcar - ha detto Stefano Gargiulo, managing director di Europcar Mobility Group Italia -. Il Sigillo di Qualità che ci viene riconosciuto dall’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza, non rappresenta un traguardo, ma un invito a continuare a fare il massimo per garantire un servizio sempre più innovativo, con la qualità che contraddistingue un brand Premium come Europcar». [post_title] => Europcar premiato come miglior autonoleggio italiano [post_date] => 2022-12-07T12:00:15+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1670414415000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435132 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuove tendenze del turismo. Il turismo culturale è in forte crescita e le previsioni del settore sono molto positive con un incremento del 160% e un fatturato di quasi 12 miliardi di dollari entro il 2028.  E' quanto emerge dai dati di GlobeNewswire che prevedono una crescita media annuale del 14,4% nel corso dei prossimi sei anni. Incoraggianti anche i dati dell'Organizzazione mondiale del turismo: almeno 4 turisti su 10 al mondo apprezzano i viaggi culturali e, nello specifico, secondo la Travel agent central più di 1 americano su 2 viaggia esclusivamente per conoscere nuove culture.   Il settore ha conquistato anche social come Instagram e TikTok: l'hashtag #culturaltourism conta quasi 80 mila contenuti pubblicati su Instagram mentre su TikTok lo stesso hashtag ha 774mila visualizzazioni.   Lo scenario generale è arricchito anche dalla nascita di progetti universitari, campagne di sensibilizzazioni e associazioni che promuovono il turismo culturale con un occhio attento all'ambiente. Tra queste iniziative spicca "Cultura Identità", rivista mensile che promuove e valorizza le bellezze e il patrimonio del territorio italiano attraverso la scrittura e lo storytelling. Da alcune ricerche condotte sulle principali testate internazionali del settore la rivista conferma che la cultura è il cuore pulsante dell'intrattenimento e dell'economia globale.     [post_title] => Il turismo culturale continua la sua ascesa(previsioni a +160%) [post_date] => 2022-11-30T12:04:30+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669809870000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434893 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Icelandair aprirà una nuova rotta stagionale verso gli Stati Uniti: Detroit, Michigan, sarà servita dal 18 maggio 2023 dall'aeroporto di Keflavik (Reykjavík), con quattro voli settimanali diretti, fino al 30 ottobre successivo. Il volo partirà per l'Islanda alle 20:30 il lunedì, martedì, giovedì e venerdì con un Boeing 737MAX da 160 posti; il volo di ritorno 873 partirà dall'Islanda alla volta di Detroit alle 17:00 negli stessi giorni e arriverà alle 18:25. Il tempo di volo è di circa sei ore, con coincidenze disponibili presso l'hub Icelandair dell'aeroporto internazionale di Keflavík per oltre 25 destinazioni in Islanda, Groenlandia, Regno Unito, Scandinavia ed Europa continentale. I passeggeri Icelandair possono anche fare uno scalo in Islanda per un massimo di 7 notti senza costi aggiuntivi, durante il viaggio verso la destinazione finale. Il traffico sui collegamenti transatlantici del vettore ha registrato un progressivo incremento dopo l'eliminazione delle restrizioni di viaggio contro il Covid; nel terzo trimestre 2022 i passeggeri su queste rotte hanno rappresentato circa il 43% del totale della compagnia islandese. Con Detroit salgono a quota 15 le destinazioni servite da Icelandair negli Stati Uniti.   [post_title] => Icelandair aggiunge Detroit al network delle destinazioni servite negli Stati Uniti [post_date] => 2022-11-28T09:51:17+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669629077000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434762 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Prenderà il via a maggio 2023 il primo evento dell’Ente Sloveno del Turismo promosso con tecnologia Blockchain: la Ultimate Julian Alps Sensory Adventure sarà una vetrina per la promozione di esperienze uniche nel paese, destinazione smart e all’avanguardia in materia di Nft.  Tra i primi in assoluto in Italia a credere nel potenziale della Blockchain, Aljoša Ota, direttore innovativo e preparato dell’Ente, ha saputo cogliere l’opportunità fornita da token digitali e dalle criptovalute per una digitalizzazione dell’offerta turistica, facendo dell’ente presente in Italia il vero e proprio precursore nell’utilizzo della tecnologia Blockchain per la promozione turistica. “Le Alpi Giulie sono sinonimo del concetto turistico che la Slovenia intende condurre - ha dichiarato Aljosa Ota - bellezza, natura incontaminata e un turismo green, fatto di servizi e prodotti sostenibili e a KM0. Ed è proprio su questo tema, la sostenibilità, che la blockchain technology va ad inserirsi andando a fornire un’opportunità in più per promuovere le bellezze del Paese, sensibilizzando al contempo le persone sui temi della salvaguardia ambientale”. Possedendo uno dei 15 token disponibili in edizione limitata sulla piattaforma Vandri, il marketplace sloveno degli Nft nel turismo - presentati al recente Wtm di Londra - si potrà avere accesso alla straordinaria Ultimate Sensory Adventure oltre che detenere l’Nft come souvenir digitale e prova dell’esperienza svolta. Oltre a promuovere il territorio delle Alpi Giulie, questa nuova esperienza intende sensibilizzare le persone sulle tematiche della salvaguardia ambientale di un’area contraddistinta da una biodiversità unica al mondo con più di 7000 specie animali e 1600 specie vegetali: “La Ultimate Julian Alps Sensory Adventure metterà in contatto gli utenti con storie uniche e a tratti sconosciute, come quella del Gallo Cedrone delle Alpi, oggi specie a rischio, ma che fino a cento anni fa arrivava a cantare fin sotto le porte di Lubiana, o di fiori come la Calcatreppola blu, la regina delle Alpi, la cui presenza in Slovenia è minacciata dalle nuove condizioni ambientali”.   [post_title] => La Slovenia prosegue lungo il percorso Nft: a maggio il progetto dedicato alle Alpi Giulie [post_date] => 2022-11-24T15:20:36+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669303236000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434567 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ö Magazin, il bistrot a Santa Margherita Ligure, spin off dello storico ristorante a Portofino della famiglia Mussini, dal prossimo dicembre, si presenta con un’offerta rinnovata, che punta a proporre i più iconici piatti regionali nella loro autenticità. Ringraziando l’imprenditore milanese Marcello Forti per il contributo apportato durante la stagione estiva con la formula del bistrot, Simona ed Emilia Mussini danno così vita a l’Österia Ö Magazin, Cucina genovese di riconoscenza, un progetto che nasce dall’intento rinnovato di proporre le tipiche ricette della tradizione gastronomica locale e riportare in auge i veri sapori e profumi di Liguria. Un inno alle tavole di pizzo, al profumo di lavanda che permeava l’atmosfera nelle antiche case nobiliari e ad una grande Genova, che torna a vivere grazie alle specialità enogastronomiche che omaggiano la cucina di una volta. A guidare la brigata di cucina della nuova osteria rimane la sapiente mano dello Chef genovese Edoardo Ferrera, cuoco “nomade e irrequieto” che firma un percorso gastronomico nella cucina territoriale della tradizione. Un vero e proprio viaggio attraverso i sapori sinceri e veraci della Liguria, che racconta la storia dalle origini per arrivare ad oggi attraverso proposte in cui passato e presente costituiscono gli ingredienti principali per una vera cucina genovese di riconoscenza. Il progetto imprenditoriale Ö Magazin nasce originariamente nel 2017 dall'incontro tra le sorelle Simona ed Emilia Mussini e lo Chef Edo Ferrera che, da liguri Doc, vogliono promuovere la propria tradizione gastronomica attraverso una sensibilità romantica, un  ritorno ad uno “spirito di bottega” antico e alla valorizzazione di sapori autentici. Dal 1990 la storia del ristorante Ö Magazìn a Portofino si lega indissolubilmente a quella della famiglia Mussini e al mondo del mare. Le sorelle Emilia e Simona rilevarono l’attività di quel vecchio “magazzino” dove i nonni custodivano le reti e l’attrezzatura da pesca e ne fecero il ristorante, punto di riferimento che è oggi. La famiglia Mussini, a capo dal 1949 di uno storico cantiere navale fondato da Giorgio Mussini, è da sempre legata al mare e al Tigullio tanto che il richiamo alla nautica e ai suoi elementi è evidente anche nel design e nella concezione del ristorante. Dal 2019 Ö Magazin raddoppia, aprendo il bistrot nel centro storico di Santa Margherita, che da dicembre 2022 si trasformerà nell’ Österia Ö Magazìn, omaggio all’autentica tradizione gastronomica regionale. Tra le novità in programma, anche l’apertura di un’enoteca, in cui verranno serviti i tipici prodotti esclusivi della regione e uno spazio verrà destinato a un laboratorio, nel quale personalità celebri della Liguria potranno utilizzare per presentazioni o degustazioni. [post_title] => Santa Margherita Ligure, Ö Magazin, il bistrot tra i caruggi, punta su sapori e profumi della Liguria [post_date] => 2022-11-24T10:04:01+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669284241000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434561 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Per la Val d’Ega, nel cuore delle Dolomiti, si preannuncia come una stagione sciistica eccezionale, che si aprirà come da tradizione in notturna il 25 novembre 2022. Se agli impianti che servono il leggendario Ski Center Latemar si aggiunge quest’anno l’avveniristica seggiovia “Campanil” di Pampeago, dotata di 29 seggiole da 6 posti ciascuna, la nuova pista “Zanggen II” a Obereggen va ad arricchire un autentico parco giochi degli sport sulla neve che, tra Obereggen e Carezza, conta già 90 km di piste, 3 circuiti da slittino, 2 snowpark e 1 nightpark, tanti sentieri per escursioni e ciaspolate in un candido panorama fiabesco e 160 km di tappeti bianchi per il fondo. Tra le sorprese della stagione in arrivo, è prevista la possibilità di avventurarsi anche in inverno sul Sentiero delle Stelle che collega gli Astrovillaggi di S. Valentino in Campo e Collepietra, per immergersi nei segreti del firmamento e dell'universo in un abbraccio di montagne innevate. L’area di Carezza alza il sipario su quello che si conferma uno dei teatri invernali più amati dalle famiglie il 26 novembre. Ad attendere le piccole star di sci e snowboard con genitori al seguito, c’è il risultato di una formula magica data dalla moltiplicazione di 13 impianti di risalita per 40 km di piste perfettamente preparate (55% blu - 30% rosse - 15% nere), alle quali vanno assommati 1 Snowpark con Family Fun Line & Kids Line, 3 parchi per bambini e
1 miniclub con assistenza ai bambini, la pista da slittino “Hubertus”, quella a tema “Re Laurino”
e il percorso leggende “Re Laurino”. Obereggen si presenta dal canto suo come un’esplosione di emozione e piacere, che mette a disposizione dei patiti della neve 48 km di piste di tutte le difficoltà servite da 18 impianti di risalita, snowpark e un’offerta gastronomica originale e di qualità, per un’esperienza moderna su sci, snowboard e slittino in uno scenario dal fascino eterno. Due parchi per bambini e 1 Miniclub, 4 piste da slittino e la mitologica Apline Coaster non fanno che aumentare la portata dell'offerta. Ed è proprio al calar del sole che l’area sciistica prepara come di consueto l’anteprima di stagione il 25 novembre, per poi aprire ufficialmente le danze il giorno successivo. Se Il rifugio Oberholz e l’alpine club LOOX incarnano il lato più sofisticato di questa perla di montagna che parla la lingua del design, sciatori e snowboarder di ogni misura ed età troveranno pane per i loro denti all’interno dello Ski Center Latemar, eletto da skiresort.de migliore area sciistica al mondo. Per cominciare col piede giusto la stagione, Dolomiti Super Première – valida dal 26 novembre al 24 dicembre 2022 - offre una giornata gratuita ogni 4, che diventano due nel caso di permanenze di 8 giorni. La proposta copre alloggio e skipass, senza contare che anche le scuole di sci e i noleggi mettono sul piatto corsi e attrezzature a prezzi incredibilmente vantaggiosi. Due comprensori a misura di bambino non potevano poi far mancare pacchetti pensati per le famiglie delle nevi. Dall’8 al 28 gennaio e dal 19 marzo al 16 aprile 2023, Obereggen For Families offre ai piccoli sciatori l’opportunità di muovere i primi passi sugli sci, di divertirsi con l’Orso Bruno e di svagarsi su due piste da slittino, volando su tre fun slopes e sbizzarrendosi in due parchi ammantati di bianco. Inclusi nel prezzo di 1400 euro, 7 pernottamenti in MP/B&B/APP, 6 giorni Skipass Fiemme-Obereggen, Skipass gratuito per bambini sotto gli 8 anni, 6 giorni di noleggio sci e attrezzatura per bambini, 1 giorno di noleggio gratuito di una slitta e ingresso gratuito a “Brunoland”. Il comprensorio di Re Laurino risponde con Carezza All Family, valida dal 7 al 15 gennaio, dal 28 gennaio al 4 febbraio e dal 4 al 19 marzo 2022. L’offerta di 7 pernottamenti comprende alloggio e skipass gratuito per tutti i bambini sotto gli 8 anni e il 30% di sconto per i bambini fino a 16 anni, 6 giorni di Skipass Fassa-Carezza.   [post_title] => Val d'Ega, molte le novità per la nuova stagione sciistica [post_date] => 2022-11-24T09:56:20+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669283780000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434689 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Da fine novembre ai primi di gennaio, Bruxelles ospita la nuova edizione di Plaisirs d’Hiver (Winter Wonders), la rassegna di mercatini che ogni anno colora il centro cittadino di luci e lustrini, offrendo l’occasione ideale per vivere la magica atmosfera del Natale e comprare leccornie e regali. Il fulcro dell’evento è sicuramente il centro storico: il 25 novembre sarà acceso l’albero di Natale della Grand Place, alto venti metri, che quest’anno è decorato con 600 palline color champagne e 2 km di ghirlande luminose a led. Ad illuminare la piazza anche un suggestivo spettacolo di son et lumière dedicato al tema dell’inclusione e della valorizzazione delle diversità culturali, con video mapping ed effetti speciali. Tutto intorno alla Grand Place, lungo un percorso di quasi 3 km che si snoda tra le vie del centro storico, si possono visitare oltre 250 chalet in legno, che propongono ogni tipo di idea regalo, tra prodotti di artigianato, addobbi natalizi, manufatti tipici e oggetti vintage. I più golosi troveranno tra le bancarelle il loro personale paradiso e potranno gustare specialità natalizie internazionali e locali, come le famose praline, le tipiche gouffre con cioccolata calda, il vin brulée e l’immancabile birra. E, ancora, la splendida ruota panoramica, giostre d’antan, recital di canti natalizi, gospel, una pista di pattinaggio su ghiaccio in Place De Brouckère e, per i bambini, un rarissimo esemplare di dinosauro lungo 45 metri, pronto ad offrire un pieno di divertimento ed avventure a tutti i suoi piccoli visitatori! Il momento migliore per visitare i mercatini è sicuramente la sera, quando l’area del Plaisirs d’Hiver si accende di suoni e luci, per un totale di 160 strade illuminate a festa. Tante anche le novità: in Place de la Monnaie è stato allestito un vero e proprio villaggio après-ski dove si possono ripercorrere i fasti delle ultime Olimpiadi Invernali provando il curling, uno degli sport invernali più amati, mentre nel cortile dell’Hôtel de Ville si può ammirare l’installazione dedicata all’artista belga René Magritte, anteprima degli eventi che nel 2023 caratterizzeranno il centoventicinquesimo anniversario della nascita dell’artista. Da segnalare anche il Secret Garden al Grand Hospice, un vero e proprio giardino segreto nel cuore della città, che ospita un ricco programma di concerti acustici e spettacoli teatrali, offrendo un’alternativa più intima e raccolta ai festeggiamenti principali. La magia non finisce qui! Infatti, le celebrazioni natalizie di Bruxelles continuano nella seconda location: il villaggio natalizio del Bois de la Cambre, polmone verde della città che in questo periodo si trasforma in un vero e proprio bosco incantato per conquistare grandi e piccini con le sue giostre e i suoi giocattoli giganti, che invitano a scattare indimenticabili selfie. Anche qui gli appassionati possono trovare stand gastronomici, spettacoli di luci e attività divertenti per tutta la famiglia. Ursula Jone Gandini, Direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles, dichiara: “I nostri mercatini di Natale tornano in grande stile, regalando alla città un’atmosfera magica che la rende perfetta per trascorrere qualche giorno di vacanza, prima o durante le feste. Abbiamo dedicato molta attenzione alla sostenibilità, promuovendo il commercio equo solidale, le attività artigianali locali e garantendo una maggiore accessibilità ai disabili; abbiamo inoltre istituito un sistema per il recupero e la ridistribuzione quotidiana delle eccedenze alimentari alle persone che ne hanno bisogno. Guardiamo anche alla riduzione dei consumi energetici e dell’impatto ambientale: le decorazioni luminose, ad esempio, sono realizzate con led a basso consumo e tutto lo street food è servito con stoviglie biodegradabili e compostabili”. [post_title] => A Bruxelles la nuova edizione della rassegna di mercatini di Natale Plaisir d'Hivier [post_date] => 2022-11-23T10:38:30+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669199910000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434205 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Da qualche giorno si riconcorrono le voci sul futuro di Club Med. La capogruppo Fosun, zavorrata da un debito che le è recentemente costato il declassamento al rating B2 con outlook negativo da parte di Moody’s, si starebbe infatti apprestando a cedere fino a 11 miliardi di dollari di asset non-core. Alcuni voci hanno perciò cominciato a circolare, suggerendo che in vendita ci sarebbe anche la compagnia francese, il cui valore di mercato si aggirerebbe oggi sugli 1,5 miliardi di dollari. E tra i possibili acquirenti, forse come mera suggestione, è spuntato anche il nome della Investindustrial di Andrea Bonomi, che nel 2015 contese il gruppo transalpino proprio a Fosun. Poche ore fa è però giunta quella che sembra essere una smentita categorica da parte di Club Med su qualsiasi voce di vendita. In una nota ufficiale la compagnia francese conferma in particolare le prospettive di vendita di asset non-core Fosun per 7-11 miliardi di dollari. Allo stesso tempo, però, il documento specifica che il gruppo cinese avrebbe intenzione di concentrarsi su quelli che considera i propri settori chiave, tra cui compare anche il turismo, oltre alla farmaceutica, alla vendita al dettaglio e alle assicurazioni. Fosun Tourism Group, la divisione della holding cinese dedicata all'industria dei viaggi a cui riferiscono i brand Club Med, Thomas Cook Travel e Atlantis Sanya, avrebbe tra l'altro fatto segnare risultati soddisfacenti per il primo semestre del 2022, almeno dal punto di vista dei margini operativi lordi, con l'ebitda che avrebbe raggiunto quota 169 milioni di dollari, rispetto al rosso da 72 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso. Tra le opzioni a disposizione del gruppo cinese rimarrebbero tuttavia ancora quelle del ritorno in Borsa di Club Med e/o dell'entrata nel capitale di eventuali fondi di private equity. Voci, queste ultime, che non sono state ancora smentite. Fatto sta che, secondo quanto riporta recentemente Bloomberg citando fonti vicine a Fosun, le discussioni in merito alla questione cessioni sarebbero ancora in una fase estremamente prematura: nessuna decisione sarebbe quindi ancora stata presa, né sarebbe neppure stata assoldata ancora alcuna società di consulenza per la gestione delle eventuali transazioni.   [post_title] => Club Med smentisce le voci: non siamo in vendita (probabilmente) [post_date] => 2022-11-16T10:08:17+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668593297000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 433972 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Grande successo per il Travel Open Day di Genova. Oltre 20 operatori italiani ed esteri hanno incontrato numerose agenzie genovesi e liguri all’interno di Palazzo Imperiale, una delle antiche dimore dei Rolli. Ancora una volta l’incontro tra domanda ed offerta ha visto la collaborazione del Gruppo Travel con Palazzo Imperiale  e Creattivando Art & Food per un evento all’insegna della storia, della cultura, ma anche della gastronomia e dell’accoglienza locale. Dopo il work shop Raoul Bollani, responsabile di Palazzo Imperiale – Saloni delle Feste e Cristina Robello di Creattivando Art & Food hanno fatto toccare con mano a seller e buyer la storia  e la cultura di Genova ai tempi di Rubens tra il 1500 e il 1600. I partecipanti al Travel Open Day di Genova hanno potuto gustare un pranzo con piatti delle ricette rinascimentali e barocche ancora oggi indicate nei menù della tipicità tradizionale. «Ancora una volta abbiamo voluto creare, grazie al supporto di due partner d’eccezione, Palazzo Imperiale e Creattivando – sottolinea Daniela Battaglioni ad del Gruppo Travel – un evento in grado di valorizzare il territorio e far conoscere a seller e buyer le potenzialità delle nostre città. Genova entusiasma sempre gli operatori che partecipano al nostro Travel Open Day per storia, cultura ed accoglienza». Quest’anno il Gruppo Travel ha riservato un desk al Comune di Genova per offrire un supporto concreto alla città che ha potuto così incontrare i protagonisti del Turismo, o meglio chi crea pacchetti e proposte ma anche chi si rapporta direttamente con i viaggiatori: un’occasione per mostrare ed evidenziare i punti di forza di Genova. L’organizzazione di un evento di questo tipo richiede molto tempo ed investimenti ma consente, grazie alla collaborazione di partner motivati e di rilievo, di raggiungere risultati importanti. Il Gruppo Travel punta proprio sulla collaborazione con gli operatori e gli Enti locali per dare un forte contributo alla valorizzazione dei territori. Da una parte Travel con i propri strumenti editoriali online e offline  e dall’altra operatori, agenzie di viaggio ed Enti pubblici, per dare vita ad una rete in grado di creare eventi ed iniziative di grande respiro allo scopo di promuovere il territorio e di far toccare con mano ai buyer italiani e stranieri l’offerta di una destinazione. Nel caso di Genova, città vivace ed accogliente, il Gruppo Travel si augura che la collaborazione con i professionisti del settore, che hanno mostrato grande disponibilità, e le istituzioni possa costituire in futuro un ulteriore momento di crescita per tutta la città. Saloni delle Feste – Palazzo Imperiale ha sede nel cuore del centro storico di Genova, nei locali del secondo piano nobile di Palazzo Imperiale a pochi passi dal Porto Antico, da Palazzo Ducale e direttamente collegato, per volere della stessa famiglia Imperiale, alla Cattedrale di San Lorenzo. Saloni delle Feste – Palazzo Imperiale è un contenitore poliedrico di 850 mq. La struttura proposta da Saloni delle Feste permette una grande modularità di intervento che permette di ottenere il miglior risultato possibile in termini di accoglienza e realizzazione di qualsiasi evento. Attualmente il Palazzo ospita nel contesto di Genova per Rubens. A network in contemporanea con l’esposizione a Palazzo Ducale dedicata a Peter Paul Rubens e il suo rapporto con la città) “Rubens e aristocratiche bellezze al Palazzo Imperiale”, un viaggio attraverso i segreti della vita privata delle dame genovesi. La mostra è visitabile fino al 31 marzo 2023. All’interno di Palazzo Imperiale ha sede Creattivando Art & Food che fa vivere ai visitatori esperienze a contatto diretto con le tradizioni della cucina territoriale, partendo dalla storia di Genova e della Famiglia Imperiale.       [post_title] => Genova, grande successo per il Travel Open Day a Palazzo Imperiale [post_date] => 2022-11-11T11:46:57+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668167217000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1690" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":6,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":161,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435531","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_309863\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Stefano Gargiulo[/caption]\r\n\r\nAnche quest’anno, per la sesta edizione consecutiva, l’indagine “Migliori in Italia - Campioni del servizio” realizzata dall’Istituto tedesco di qualità e finanza, premia Europcar Mobility Group Italy come il Miglior autonoleggio in Italia per l’eccellente servizio offerto con il suo brand Europcar.\r\n\r\nLa chiave per fidelizzare i clienti? Senza dubbio un servizio eccellente. Ed è proprio sulla Customer Satisfaction, da sempre una priorità per Europcar Mobility Group, che si basa “Migliori in Italia – Campioni del Servizio”, la più ampia indagine sul livello del servizio offerto dalle aziende in Italia che, quest’anno, ha raccolto il giudizio dei consumatori di quasi 2.000 aziende suddivise in 190 diversi settori.\r\n\r\n Per ciascuno dei 190 settori del mercato analizzati è stato calcolato un punteggio “Service Experience Score” (SES) che indica la quota media degli italiani che hanno dato un giudizio positivo al servizio ricevuto dalle aziende appartenenti a quel settore. Europcar, con un punteggio SES del 78,2% si è collocato al primo posto nel mercato di appartenenza ricevendo il sigillo “N.1 Servizio”.\r\n\r\n «Aggiudicarsi un premio prestigioso è sempre motivo di grande orgoglio, ma nulla ci gratifica più della soddisfazione dei nostri Ccienti che con costanza, anno dopo anno, scelgono di premiare Europcar - ha detto Stefano Gargiulo, managing director di Europcar Mobility Group Italia -. Il Sigillo di Qualità che ci viene riconosciuto dall’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza, non rappresenta un traguardo, ma un invito a continuare a fare il massimo per garantire un servizio sempre più innovativo, con la qualità che contraddistingue un brand Premium come Europcar».","post_title":"Europcar premiato come miglior autonoleggio italiano","post_date":"2022-12-07T12:00:15+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1670414415000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435132","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuove tendenze del turismo. Il turismo culturale è in forte crescita e le previsioni del settore sono molto positive con un incremento del 160% e un fatturato di quasi 12 miliardi di dollari entro il 2028.\r\n E' quanto emerge dai dati di GlobeNewswire che prevedono una crescita media annuale del 14,4% nel corso dei prossimi sei anni. Incoraggianti anche i dati dell'Organizzazione mondiale del turismo: almeno 4 turisti su 10 al mondo apprezzano i viaggi culturali e, nello specifico, secondo la Travel agent central più di 1 americano su 2 viaggia esclusivamente per conoscere nuove culture.\r\n \r\nIl settore ha conquistato anche social come Instagram e TikTok: l'hashtag #culturaltourism conta quasi 80 mila contenuti pubblicati su Instagram mentre su TikTok lo stesso hashtag ha 774mila visualizzazioni.\r\n \r\nLo scenario generale è arricchito anche dalla nascita di progetti universitari, campagne di sensibilizzazioni e associazioni che promuovono il turismo culturale con un occhio attento all'ambiente. Tra queste iniziative spicca \"Cultura Identità\", rivista mensile che promuove e valorizza le bellezze e il patrimonio del territorio italiano attraverso la scrittura e lo storytelling. Da alcune ricerche condotte sulle principali testate internazionali del settore la rivista conferma che la cultura è il cuore pulsante dell'intrattenimento e dell'economia globale.\r\n \r\n ","post_title":"Il turismo culturale continua la sua ascesa(previsioni a +160%)","post_date":"2022-11-30T12:04:30+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669809870000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434893","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Icelandair aprirà una nuova rotta stagionale verso gli Stati Uniti: Detroit, Michigan, sarà servita dal 18 maggio 2023 dall'aeroporto di Keflavik (Reykjavík), con quattro voli settimanali diretti, fino al 30 ottobre successivo.\r\n\r\nIl volo partirà per l'Islanda alle 20:30 il lunedì, martedì, giovedì e venerdì con un Boeing 737MAX da 160 posti; il volo di ritorno 873 partirà dall'Islanda alla volta di Detroit alle 17:00 negli stessi giorni e arriverà alle 18:25. Il tempo di volo è di circa sei ore, con coincidenze disponibili presso l'hub Icelandair dell'aeroporto internazionale di Keflavík per oltre 25 destinazioni in Islanda, Groenlandia, Regno Unito, Scandinavia ed Europa continentale. I passeggeri Icelandair possono anche fare uno scalo in Islanda per un massimo di 7 notti senza costi aggiuntivi, durante il viaggio verso la destinazione finale.\r\n\r\nIl traffico sui collegamenti transatlantici del vettore ha registrato un progressivo incremento dopo l'eliminazione delle restrizioni di viaggio contro il Covid; nel terzo trimestre 2022 i passeggeri su queste rotte hanno rappresentato circa il 43% del totale della compagnia islandese. Con Detroit salgono a quota 15 le destinazioni servite da Icelandair negli Stati Uniti.\r\n\r\n ","post_title":"Icelandair aggiunge Detroit al network delle destinazioni servite negli Stati Uniti","post_date":"2022-11-28T09:51:17+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669629077000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434762","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Prenderà il via a maggio 2023 il primo evento dell’Ente Sloveno del Turismo promosso con tecnologia Blockchain: la Ultimate Julian Alps Sensory Adventure sarà una vetrina per la promozione di esperienze uniche nel paese, destinazione smart e all’avanguardia in materia di Nft. \r\n\r\nTra i primi in assoluto in Italia a credere nel potenziale della Blockchain, Aljoša Ota, direttore innovativo e preparato dell’Ente, ha saputo cogliere l’opportunità fornita da token digitali e dalle criptovalute per una digitalizzazione dell’offerta turistica, facendo dell’ente presente in Italia il vero e proprio precursore nell’utilizzo della tecnologia Blockchain per la promozione turistica.\r\n\r\n“Le Alpi Giulie sono sinonimo del concetto turistico che la Slovenia intende condurre - ha dichiarato Aljosa Ota - bellezza, natura incontaminata e un turismo green, fatto di servizi e prodotti sostenibili e a KM0. Ed è proprio su questo tema, la sostenibilità, che la blockchain technology va ad inserirsi andando a fornire un’opportunità in più per promuovere le bellezze del Paese, sensibilizzando al contempo le persone sui temi della salvaguardia ambientale”.\r\n\r\nPossedendo uno dei 15 token disponibili in edizione limitata sulla piattaforma Vandri, il marketplace sloveno degli Nft nel turismo - presentati al recente Wtm di Londra - si potrà avere accesso alla straordinaria Ultimate Sensory Adventure oltre che detenere l’Nft come souvenir digitale e prova dell’esperienza svolta.\r\n\r\nOltre a promuovere il territorio delle Alpi Giulie, questa nuova esperienza intende sensibilizzare le persone sulle tematiche della salvaguardia ambientale di un’area contraddistinta da una biodiversità unica al mondo con più di 7000 specie animali e 1600 specie vegetali: “La Ultimate Julian Alps Sensory Adventure metterà in contatto gli utenti con storie uniche e a tratti sconosciute, come quella del Gallo Cedrone delle Alpi, oggi specie a rischio, ma che fino a cento anni fa arrivava a cantare fin sotto le porte di Lubiana, o di fiori come la Calcatreppola blu, la regina delle Alpi, la cui presenza in Slovenia è minacciata dalle nuove condizioni ambientali”.\r\n\r\n ","post_title":"La Slovenia prosegue lungo il percorso Nft: a maggio il progetto dedicato alle Alpi Giulie","post_date":"2022-11-24T15:20:36+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1669303236000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434567","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ö Magazin, il bistrot a Santa Margherita Ligure, spin off dello storico ristorante a Portofino della famiglia Mussini, dal prossimo dicembre, si presenta con un’offerta rinnovata, che punta a proporre i più iconici piatti regionali nella loro autenticità.\r\n\r\nRingraziando l’imprenditore milanese Marcello Forti per il contributo apportato durante la stagione estiva con la formula del bistrot, Simona ed Emilia Mussini danno così vita a l’Österia Ö Magazin, Cucina genovese di riconoscenza, un progetto che nasce dall’intento rinnovato di proporre le tipiche ricette della tradizione gastronomica locale e riportare in auge i veri sapori e profumi di Liguria.\r\n\r\nUn inno alle tavole di pizzo, al profumo di lavanda che permeava l’atmosfera nelle antiche case nobiliari e ad una grande Genova, che torna a vivere grazie alle specialità enogastronomiche che omaggiano la cucina di una volta. A guidare la brigata di cucina della nuova osteria rimane la sapiente mano dello Chef genovese Edoardo Ferrera, cuoco “nomade e irrequieto” che firma un percorso gastronomico nella cucina territoriale della tradizione. Un vero e proprio viaggio attraverso i sapori sinceri e veraci della Liguria, che racconta la storia dalle origini per arrivare ad oggi attraverso proposte in cui passato e presente costituiscono gli ingredienti principali per una vera cucina genovese di riconoscenza.\r\n\r\nIl progetto imprenditoriale Ö Magazin nasce originariamente nel 2017 dall'incontro tra le sorelle Simona ed Emilia Mussini e lo Chef Edo Ferrera che, da liguri Doc, vogliono promuovere la propria tradizione gastronomica attraverso una sensibilità romantica, un  ritorno ad uno “spirito di bottega” antico e alla valorizzazione di sapori autentici.\r\n\r\nDal 1990 la storia del ristorante Ö Magazìn a Portofino si lega indissolubilmente a quella della famiglia Mussini e al mondo del mare. Le sorelle Emilia e Simona rilevarono l’attività di quel vecchio “magazzino” dove i nonni custodivano le reti e l’attrezzatura da pesca e ne fecero il ristorante, punto di riferimento che è oggi. La famiglia Mussini, a capo dal 1949 di uno storico cantiere navale fondato da Giorgio Mussini, è da sempre legata al mare e al Tigullio tanto che il richiamo alla nautica e ai suoi elementi è evidente anche nel design e nella concezione del ristorante. Dal 2019 Ö Magazin raddoppia, aprendo il bistrot nel centro storico di Santa Margherita, che da dicembre 2022 si trasformerà nell’ Österia Ö Magazìn, omaggio all’autentica tradizione gastronomica regionale. Tra le novità in programma, anche l’apertura di un’enoteca, in cui verranno serviti i tipici prodotti esclusivi della regione e uno spazio verrà destinato a un laboratorio, nel quale personalità celebri della Liguria potranno utilizzare per presentazioni o degustazioni.","post_title":"Santa Margherita Ligure, Ö Magazin, il bistrot tra i caruggi, punta su sapori e profumi della Liguria","post_date":"2022-11-24T10:04:01+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1669284241000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434561","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Per la Val d’Ega, nel cuore delle Dolomiti, si preannuncia come una stagione sciistica eccezionale, che si aprirà come da tradizione in notturna il 25 novembre 2022.\r\n\r\nSe agli impianti che servono il leggendario Ski Center Latemar si aggiunge quest’anno l’avveniristica seggiovia “Campanil” di Pampeago, dotata di 29 seggiole da 6 posti ciascuna, la nuova pista “Zanggen II” a Obereggen va ad arricchire un autentico parco giochi degli sport sulla neve che, tra Obereggen e Carezza, conta già 90 km di piste, 3 circuiti da slittino, 2 snowpark e 1 nightpark, tanti sentieri per escursioni e ciaspolate in un candido panorama fiabesco e 160 km di tappeti bianchi per il fondo.\r\n\r\nTra le sorprese della stagione in arrivo, è prevista la possibilità di avventurarsi anche in inverno sul Sentiero delle Stelle che collega gli Astrovillaggi di S. Valentino in Campo e Collepietra, per immergersi nei segreti del firmamento e dell'universo in un abbraccio di montagne innevate.\r\n\r\nL’area di Carezza alza il sipario su quello che si conferma uno dei teatri invernali più amati dalle famiglie il 26 novembre. Ad attendere le piccole star di sci e snowboard con genitori al seguito, c’è il risultato di una formula magica data dalla moltiplicazione di 13 impianti di risalita per 40 km di piste perfettamente preparate (55% blu - 30% rosse - 15% nere), alle quali vanno assommati 1 Snowpark con Family Fun Line & Kids Line, 3 parchi per bambini e
1 miniclub con assistenza ai bambini, la pista da slittino “Hubertus”, quella a tema “Re Laurino”
e il percorso leggende “Re Laurino”.\r\n\r\nObereggen si presenta dal canto suo come un’esplosione di emozione e piacere, che mette a disposizione dei patiti della neve 48 km di piste di tutte le difficoltà servite da 18 impianti di risalita, snowpark e un’offerta gastronomica originale e di qualità, per un’esperienza moderna su sci, snowboard e slittino in uno scenario dal fascino eterno. Due parchi per bambini e 1 Miniclub, 4 piste da slittino e la mitologica Apline Coaster non fanno che aumentare la portata dell'offerta.\r\n\r\nEd è proprio al calar del sole che l’area sciistica prepara come di consueto l’anteprima di stagione il 25 novembre, per poi aprire ufficialmente le danze il giorno successivo. Se Il rifugio Oberholz e l’alpine club LOOX incarnano il lato più sofisticato di questa perla di montagna che parla la lingua del design, sciatori e snowboarder di ogni misura ed età troveranno pane per i loro denti all’interno dello Ski Center Latemar, eletto da skiresort.de migliore area sciistica al mondo.\r\n\r\nPer cominciare col piede giusto la stagione, Dolomiti Super Première – valida dal 26 novembre al 24 dicembre 2022 - offre una giornata gratuita ogni 4, che diventano due nel caso di permanenze di 8 giorni. La proposta copre alloggio e skipass, senza contare che anche le scuole di sci e i noleggi mettono sul piatto corsi e attrezzature a prezzi incredibilmente vantaggiosi.\r\n\r\nDue comprensori a misura di bambino non potevano poi far mancare pacchetti pensati per le famiglie delle nevi. Dall’8 al 28 gennaio e dal 19 marzo al 16 aprile 2023, Obereggen For Families offre ai piccoli sciatori l’opportunità di muovere i primi passi sugli sci, di divertirsi con l’Orso Bruno e di svagarsi su due piste da slittino, volando su tre fun slopes e sbizzarrendosi in due parchi ammantati di bianco. Inclusi nel prezzo di 1400 euro, 7 pernottamenti in MP/B&B/APP, 6 giorni Skipass Fiemme-Obereggen, Skipass gratuito per bambini sotto gli 8 anni, 6 giorni di noleggio sci e attrezzatura per bambini, 1 giorno di noleggio gratuito di una slitta e ingresso gratuito a “Brunoland”.\r\nIl comprensorio di Re Laurino risponde con Carezza All Family, valida dal 7 al 15 gennaio, dal 28 gennaio al 4 febbraio e dal 4 al 19 marzo 2022. L’offerta di 7 pernottamenti comprende alloggio e skipass gratuito per tutti i bambini sotto gli 8 anni e il 30% di sconto per i bambini fino a 16 anni, 6 giorni di Skipass Fassa-Carezza.\r\n\r\n ","post_title":"Val d'Ega, molte le novità per la nuova stagione sciistica","post_date":"2022-11-24T09:56:20+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669283780000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434689","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Da fine novembre ai primi di gennaio, Bruxelles ospita la nuova edizione di Plaisirs d’Hiver (Winter Wonders), la rassegna di mercatini che ogni anno colora il centro cittadino di luci e lustrini, offrendo l’occasione ideale per vivere la magica atmosfera del Natale e comprare leccornie e regali.\r\n\r\nIl fulcro dell’evento è sicuramente il centro storico: il 25 novembre sarà acceso l’albero di Natale della Grand Place, alto venti metri, che quest’anno è decorato con 600 palline color champagne e 2 km di ghirlande luminose a led. Ad illuminare la piazza anche un suggestivo spettacolo di son et lumière dedicato al tema dell’inclusione e della valorizzazione delle diversità culturali, con video mapping ed effetti speciali.\r\n\r\nTutto intorno alla Grand Place, lungo un percorso di quasi 3 km che si snoda tra le vie del centro storico, si possono visitare oltre 250 chalet in legno, che propongono ogni tipo di idea regalo, tra prodotti di artigianato, addobbi natalizi, manufatti tipici e oggetti vintage. I più golosi troveranno tra le bancarelle il loro personale paradiso e potranno gustare specialità natalizie internazionali e locali, come le famose praline, le tipiche gouffre con cioccolata calda, il vin brulée e l’immancabile birra.\r\n\r\nE, ancora, la splendida ruota panoramica, giostre d’antan, recital di canti natalizi, gospel, una pista di pattinaggio su ghiaccio in Place De Brouckère e, per i bambini, un rarissimo esemplare di dinosauro lungo 45 metri, pronto ad offrire un pieno di divertimento ed avventure a tutti i suoi piccoli visitatori! Il momento migliore per visitare i mercatini è sicuramente la sera, quando l’area del Plaisirs d’Hiver si accende di suoni e luci, per un totale di 160 strade illuminate a festa.\r\n\r\nTante anche le novità: in Place de la Monnaie è stato allestito un vero e proprio villaggio après-ski dove si possono ripercorrere i fasti delle ultime Olimpiadi Invernali provando il curling, uno degli sport invernali più amati, mentre nel cortile dell’Hôtel de Ville si può ammirare l’installazione dedicata all’artista belga René Magritte, anteprima degli eventi che nel 2023 caratterizzeranno il centoventicinquesimo anniversario della nascita dell’artista. Da segnalare anche il Secret Garden al Grand Hospice, un vero e proprio giardino segreto nel cuore della città, che ospita un ricco programma di concerti acustici e spettacoli teatrali, offrendo un’alternativa più intima e raccolta ai festeggiamenti principali.\r\n\r\nLa magia non finisce qui! Infatti, le celebrazioni natalizie di Bruxelles continuano nella seconda location: il villaggio natalizio del Bois de la Cambre, polmone verde della città che in questo periodo si trasforma in un vero e proprio bosco incantato per conquistare grandi e piccini con le sue giostre e i suoi giocattoli giganti, che invitano a scattare indimenticabili selfie. Anche qui gli appassionati possono trovare stand gastronomici, spettacoli di luci e attività divertenti per tutta la famiglia.\r\n\r\nUrsula Jone Gandini, Direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles, dichiara: “I nostri mercatini di Natale tornano in grande stile, regalando alla città un’atmosfera magica che la rende perfetta per trascorrere qualche giorno di vacanza, prima o durante le feste. Abbiamo dedicato molta attenzione alla sostenibilità, promuovendo il commercio equo solidale, le attività artigianali locali e garantendo una maggiore accessibilità ai disabili; abbiamo inoltre istituito un sistema per il recupero e la ridistribuzione quotidiana delle eccedenze alimentari alle persone che ne hanno bisogno. Guardiamo anche alla riduzione dei consumi energetici e dell’impatto ambientale: le decorazioni luminose, ad esempio, sono realizzate con led a basso consumo e tutto lo street food è servito con stoviglie biodegradabili e compostabili”.","post_title":"A Bruxelles la nuova edizione della rassegna di mercatini di Natale Plaisir d'Hivier","post_date":"2022-11-23T10:38:30+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1669199910000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434205","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Da qualche giorno si riconcorrono le voci sul futuro di Club Med. La capogruppo Fosun, zavorrata da un debito che le è recentemente costato il declassamento al rating B2 con outlook negativo da parte di Moody’s, si starebbe infatti apprestando a cedere fino a 11 miliardi di dollari di asset non-core. Alcuni voci hanno perciò cominciato a circolare, suggerendo che in vendita ci sarebbe anche la compagnia francese, il cui valore di mercato si aggirerebbe oggi sugli 1,5 miliardi di dollari. E tra i possibili acquirenti, forse come mera suggestione, è spuntato anche il nome della Investindustrial di Andrea Bonomi, che nel 2015 contese il gruppo transalpino proprio a Fosun.\r\n\r\nPoche ore fa è però giunta quella che sembra essere una smentita categorica da parte di Club Med su qualsiasi voce di vendita. In una nota ufficiale la compagnia francese conferma in particolare le prospettive di vendita di asset non-core Fosun per 7-11 miliardi di dollari. Allo stesso tempo, però, il documento specifica che il gruppo cinese avrebbe intenzione di concentrarsi su quelli che considera i propri settori chiave, tra cui compare anche il turismo, oltre alla farmaceutica, alla vendita al dettaglio e alle assicurazioni. Fosun Tourism Group, la divisione della holding cinese dedicata all'industria dei viaggi a cui riferiscono i brand Club Med, Thomas Cook Travel e Atlantis Sanya, avrebbe tra l'altro fatto segnare risultati soddisfacenti per il primo semestre del 2022, almeno dal punto di vista dei margini operativi lordi, con l'ebitda che avrebbe raggiunto quota 169 milioni di dollari, rispetto al rosso da 72 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso.\r\n\r\nTra le opzioni a disposizione del gruppo cinese rimarrebbero tuttavia ancora quelle del ritorno in Borsa di Club Med e/o dell'entrata nel capitale di eventuali fondi di private equity. Voci, queste ultime, che non sono state ancora smentite. Fatto sta che, secondo quanto riporta recentemente Bloomberg citando fonti vicine a Fosun, le discussioni in merito alla questione cessioni sarebbero ancora in una fase estremamente prematura: nessuna decisione sarebbe quindi ancora stata presa, né sarebbe neppure stata assoldata ancora alcuna società di consulenza per la gestione delle eventuali transazioni.\r\n\r\n ","post_title":"Club Med smentisce le voci: non siamo in vendita (probabilmente)","post_date":"2022-11-16T10:08:17+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1668593297000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"433972","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Grande successo per il Travel Open Day di Genova. Oltre 20 operatori italiani ed esteri hanno incontrato numerose agenzie genovesi e liguri all’interno di Palazzo Imperiale, una delle antiche dimore dei Rolli. Ancora una volta l’incontro tra domanda ed offerta ha visto la collaborazione del Gruppo Travel con Palazzo Imperiale  e Creattivando Art & Food per un evento all’insegna della storia, della cultura, ma anche della gastronomia e dell’accoglienza locale. Dopo il work shop Raoul Bollani, responsabile di Palazzo Imperiale – Saloni delle Feste e Cristina Robello di Creattivando Art & Food hanno fatto toccare con mano a seller e buyer la storia  e la cultura di Genova ai tempi di Rubens tra il 1500 e il 1600. I partecipanti al Travel Open Day di Genova hanno potuto gustare un pranzo con piatti delle ricette rinascimentali e barocche ancora oggi indicate nei menù della tipicità tradizionale.\r\n\r\n«Ancora una volta abbiamo voluto creare, grazie al supporto di due partner d’eccezione, Palazzo Imperiale e Creattivando – sottolinea Daniela Battaglioni ad del Gruppo Travel – un evento in grado di valorizzare il territorio e far conoscere a seller e buyer le potenzialità delle nostre città. Genova entusiasma sempre gli operatori che partecipano al nostro Travel Open Day per storia, cultura ed accoglienza».\r\n\r\nQuest’anno il Gruppo Travel ha riservato un desk al Comune di Genova per offrire un supporto concreto alla città che ha potuto così incontrare i protagonisti del Turismo, o meglio chi crea pacchetti e proposte ma anche chi si rapporta direttamente con i viaggiatori: un’occasione per mostrare ed evidenziare i punti di forza di Genova.\r\n\r\nL’organizzazione di un evento di questo tipo richiede molto tempo ed investimenti ma consente, grazie alla collaborazione di partner motivati e di rilievo, di raggiungere risultati importanti. Il Gruppo Travel punta proprio sulla collaborazione con gli operatori e gli Enti locali per dare un forte contributo alla valorizzazione dei territori. Da una parte Travel con i propri strumenti editoriali online e offline  e dall’altra operatori, agenzie di viaggio ed Enti pubblici, per dare vita ad una rete in grado di creare eventi ed iniziative di grande respiro allo scopo di promuovere il territorio e di far toccare con mano ai buyer italiani e stranieri l’offerta di una destinazione.\r\n\r\nNel caso di Genova, città vivace ed accogliente, il Gruppo Travel si augura che la collaborazione con i professionisti del settore, che hanno mostrato grande disponibilità, e le istituzioni possa costituire in futuro un ulteriore momento di crescita per tutta la città.\r\n\r\nSaloni delle Feste – Palazzo Imperiale ha sede nel cuore del centro storico di Genova, nei locali del secondo piano nobile di Palazzo Imperiale a pochi passi dal Porto Antico, da Palazzo Ducale e direttamente collegato, per volere della stessa famiglia Imperiale, alla Cattedrale di San Lorenzo. Saloni delle Feste – Palazzo Imperiale è un contenitore poliedrico di 850 mq. La struttura proposta da Saloni delle Feste permette una grande modularità di intervento che permette di ottenere il miglior risultato possibile in termini di accoglienza e realizzazione di qualsiasi evento. Attualmente il Palazzo ospita nel contesto di Genova per Rubens. A network in contemporanea con l’esposizione a Palazzo Ducale dedicata a Peter Paul Rubens e il suo rapporto con la città) “Rubens e aristocratiche bellezze al Palazzo Imperiale”, un viaggio attraverso i segreti della vita privata delle dame genovesi. La mostra è visitabile fino al 31 marzo 2023.\r\n\r\nAll’interno di Palazzo Imperiale ha sede Creattivando Art & Food che fa vivere ai visitatori esperienze a contatto diretto con le tradizioni della cucina territoriale, partendo dalla storia di Genova e della Famiglia Imperiale.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Genova, grande successo per il Travel Open Day a Palazzo Imperiale","post_date":"2022-11-11T11:46:57+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1668167217000]}]}}

Lascia un commento