1 March 2024

1193

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

AGENZIA DETTAGLIANTE PROVINCIA DI NAPOLI CERCA UN ADDETTO/A ALLE VENDITE/BIGLIETTERIA CON UN’ESPERIENZA NEL SETTORE DI ALMENO 2/3 ANNI. INVIARE CURRICULUM A: info@airterminalviaggi.it


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462187 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emirates conquista anche Wimbledon e diventa compagnia aerea ufficiale del quarto "Grande Slam". In base alla partnership pluriennale siglata con The Championships, Wimbledon il vettore godrà di un'ampia gamma di vantaggi, tra cui: branding on-court nel Centre Court e nel No.1 Court; attivazioni in loco per coinvolgere gli appassionati di tennis; diritti di marketing, digitali e sui social media; biglietti per l'ospitalità; e l'opportunità per la compagnia aerea di entrare a far parte del popolare "Wimbleworld" sulla piattaforma Roblox, con i campi da tennis e i percorsi a ostacoli brandizzati Emirates. "Dal campo di cemento al campo d’erba - siamo orgogliosi di far crescere la nostra presenza nel mondo del tennis - ha dichiarato Tim Clark, presidente di Emirates Airline -. Wimbledon è un grande evento sportivo visto da milioni di persone in tutto il mondo, e siamo lieti di essere associati a un marchio così rispettato. Emirates è sempre stata una sostenitrice del tennis e, in quanto sponsor di tutti e quattro i Grandi Slam, il nostro impegno nei confronti di questo sport è più che mai costante". Emirates e Wimbledon uniranno le forze anche per sostenere iniziative di impatto sociale nel Regno Unito: verrà creato un fondo multimilionario "Force for Good" per sostenere e promuovere iniziative che abbiano un impatto positivo sulla società e supportino le comunità locali. Ulteriori dettagli su questo fondo saranno annunciati nel corso del 2024. Emirates è la compagnia aerea ufficiale dell'ATP Tour dal 2013 e Premier Partner dal 2016. Il portafoglio della compagnia aerea comprende alcuni degli eventi di più alto profilo dei tour ATP e WTA. Oltre a tutti e quattro i tornei del Grande Slam, tra cui: US Open (dal 2012); Roland-Garros (dal 2013); Australian Open (dal 2015); e The Championships, Wimbledon (annunciato per il 2024) - la compagnia aerea supporta anche altri 60 tornei durante l'anno. Emirates sostiene anche i Dubai Duty Free Tennis Championships sin dalla loro nascita nel 1993. [post_title] => Emirates è il vettore ufficiale di Wimbledon, il suo quarto Grande Slam [post_date] => 2024-02-26T09:15:24+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708938924000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461954 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Italia è stato il mercato europeo che nel 2023 ha registrato il più alto tasso di crescita di turisti verso il Portogallo. I numeri sono ancora provvisori ma secondo l'Ine - Istituto Nazionale di Statistica e la Banca del Portogallo, l'Italia ha avuto la più alta crescita percentuale su base annua dei mercati turistici europei monitorati da queste due istituzioni, in numero di ospiti, pernottamenti e entrate. Complessivamente, nel 2023, gli arrivi italiani in Portogallo sono stati 823.900 e i pernottamenti hanno raggiunto quota 1,9 milioni per una crescita, rispettivamente, del +22,5% e del +20,8% rispetto al 2022; i ricavi turistici si attestano nell'ordine di 668,8 milioni di euro, anche questi con una variazione positiva del +26,5 % rispetto all'anno precedente. «Il dato ancor più significativo è che si registra una crescita in tutte e tre le voci anche rispetto al 2019 - sottolinea una nota del Turismo de Portugal nel nostro paese -  con il mercato italiano che cresce del +14,1% negli ospiti, del +14,4% nei pernottamenti e del + 41,3 % nei ricavi: numeri che classificano il 2023 come il migliore anno di sempre per i flussi turistici italiani in Portogallo». In termini globali, nel 2023, i pernottamenti nel paese lusitano sono stati 77,1 milioni e sono aumentati del 10,7% (+2,1% per i residenti e +14,9% per i non residenti), con il Regno Unito che è il principale mercato, con un quota del 18%, seguito dalla Germania con l'11,3%, e dalla Spagna con il 10,1%, mentre l'Italia ha una quota di mercato del 3,6%. [post_title] => Portogallo: boom di arrivi dall'Italia, che è il mercato europeo a maggiore crescita [post_date] => 2024-02-21T09:22:29+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708507349000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461914 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Alpe di Siusi è una notissima meta vacanziera dell’Alto Adige situata nel cuore del territorio dolomitico. La circondano picchi montuosi di rara bellezza e suggestivi pascoli verdi. Le stagioni turistiche di punta sono quelle quella estiva e quella invernale, ma anche durante la primavera e l’autunno non mancano i visitatori in cerca di panorami mozzafiato, benessere e relax. Quando si apre la stagione sciistica, nella prima settimana di dicembre, le piste del comprensorio sciistico brulicano di appassionati che fin dalla mattina mettono alla prova le loro doti sugli sci. Se anche voi siete fra quelli che amano le varie discipline invernali, dovreste prendere in considerazione una settimana bianca in questo paradiso terrestre magari soggiornando in questo eccezionale eccezionale hotel 5 stelle sull'Alpe di Siusi, il Seiser Alm Urthaler di Compaccio, una struttura di grande raffinatezza ed eleganza gestita dalla famiglia Urthaler da ben quattro generazioni. Al Seiser Alm Urthaler gli ospiti possono usufruire di molti servizi di alto livello; solo per citarne alcuni: piscina panoramica interna con acqua riscaldata a 30 °C, piscina all’aperto, area saune (con sauna finlandese, bagno turco e biosauna), percorso Kneipp, zona relax con accesso al giardino, area fitness di 200 metri quadrati, trattamenti benessere di vario tipo (massaggi, peeling, bagno al fieno ecc.), cucina gourmet, cantina di vini e tanto altro ancora. Compaccio, la località ideale per divertirsi sull’Alpe di Siusi Scegliere di soggiornare a Compaccio è un’ottima idea per una vacanza estiva o per una settimana bianca sull’Alpe di Siusi. Da qui partono cabinovie e seggiovie che portano sull’altopiano più esteso d’Europa. Bellissimo è poi il panorama che lo circonda. Il comprensorio sciistico dell’Alpe di Siusi Non c’è un’attività invernale che non si possa svolgere soggiornando sull’Alpe di Siusi. L’area sciistica dell’Alpe, unita a quella della Val Gardena, forma un comprensorio sciistico di eccezionale livello che arriva a contare circa 180 km di piste e 79 impianti di risalita. Si deve poi sottolineare la presenza del Re Laurino Snowpark Alpe di Siusi, considerato il migliore snowpark d’Italia; non è certo un caso che abbia ricevuto molti riconoscimenti. Anche l’offerta per lo sci di fondo è notevolissima tant’è che qui vengono spesso ad allenarsi anche campioni di livello internazionale. Si ricordano per esempio la pista Compaccio-Ritsch-Compaccio (5,4 km), la pista Möser (5,5 km), la pista Col del Lupo (8,9 km), la pista Hartl (12 km), la pista Panorama (11,3) e diverse altre. Sull’Alpe di Siusi si possono poi fare interessanti e rilassanti escursioni invernali; la rete di sentieri ha una lunghezza di circa 60 km. Sul sito ufficiale dell’Alpe di Siusi si possono trovare diverse indicazioni sui sentieri da percorrere con la specifica della lunghezza e del grado di difficoltà. Se poi sentite il bisogno di un po’ di romanticismo potreste prenotare una gita in carrozza sulla neve; vi godrete panorami innevati stupendi. Per le prenotazioni basta recarsi all’Ufficio Informazioni di Compaccio. Si devono infine segnalare diverse altre iniziative invernali come per esempio i tour guidati a Castel Prösels (XIII sec.) a Fiè allo Sciliar; dopo un tour di un'ora, viene servita una bibita calda. Nel mese di marzo 2024 inoltre, dal 14 al 16 e dal 20 al 22, si terrà la 16esima edizione di Swing on Snow; è una manifestazione che prevede che per 6 giorni al mattino gli sciatori e gli snowboarder siano accompagnati dalle note musicali di varie band. A mezzogiorno invece saranno gli ospiti delle baite a godere delle melodie. Insomma, non c’è proprio modo di annoiarsi durante una settimana bianca sull’Alpe di Siusi. [post_title] => Alpe di Siusi: perché sceglierla per una settimana bianca? [post_date] => 2024-02-20T11:30:08+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio [1] => informazione-pr ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio [1] => Informazione PR ) [post_tag] => Array ( [0] => alpe-di-siusi [1] => alto-adige [2] => comprensorio-sciistico-compaccio [3] => hotel-5-stelle-alpe-di-siusi-alto-adige [4] => hotel-5-stelle-compaccio [5] => hotel-a-compaccio [6] => hotel-di-lusso-alto-adige [7] => sciare-a-compaccio [8] => seiser-alm-urthaler-di-compaccio [9] => settimana-bianca-compaccio-alto-adige [10] => vacanze-in-alto-adige ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Alpe di Siusi [1] => Alto Adige [2] => comprensorio sciistico compaccio [3] => hotel 5 stelle alpe di siusi alto adige [4] => hotel 5 stelle compaccio [5] => hotel a compaccio [6] => hotel di lusso alto adige [7] => sciare a compaccio [8] => Seiser Alm Urthaler di Compaccio [9] => settimana bianca compaccio alto adige [10] => vacanze in alto adige ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708428608000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461462 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => C'è anche Alpitour tra i grandi marchi inclusi nella mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands. Voluta dal ministero delle Imprese e del made in Italy, l'esposizione è ospitata a palazzo Piacentini a Roma. L'iniziativa, a cui hanno aderito 100 aziende, per un totale di 113 marchi, del settore abbigliamento e cura della persona, arredamento, automotive e agroalimentare, nasce per celebrare i 140 anni dell’Ufficio italiano brevetti e marchi, che nel 2019 si è arricchito del Registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale, contenente i brand iscritti da più di cinquant’anni e ancora attivi. Lo scopo della mostra, curata dai professori Carlo Martino e Francesco Zurlo, docenti di design all’università La Sapienza di Roma e al Politecnico di Milano, disponibile fino al 6 aprile nell’atrio principale di palazzo Piacentini, è quello di valorizzare un patrimonio industriale, progettuale e materiale di inestimabile valore per il Paese, fatto di storie imprenditoriali di successo e di designer che hanno cambiato il modo di comunicare l’immagine aziendale dei prodotti. “Essere stati scelti dal Mimit ci onora e ci rende orgogliosi – sottolinea Gabriele Burgio, presidente e amministratore delegato di Apitour World – perché significa che Alpitour ha saputo rimanere nel cuore e nella mente di milioni di italiani, crescendo insieme a loro. In questi 75 anni abbiamo raggiunto grandi risultati con impegno, passione e lavoro di squadra. Oggi il brand Alpitour è più vivo che mai e presta il suo nome anche al gruppo, Alpitour World: un’eredità che abbiamo sempre voluto proteggere e celebrare, perché questo marchio ha fatto il turismo italiano”. [post_title] => Alpitour tra i grandi marchi presenti alla mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands [post_date] => 2024-02-14T11:23:12+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707909792000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460732 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il conto alla rovescia per l’apertura del secondo ostello italiano di a&o Hostels è iniziato: Firenze ospiterà la trentanovesima struttura del gruppo berlinese che aprirà le proprie porte a inizio estate, con indirizzo in via Mannelli 119, giusto fuori dalla stazione Campo di Marte. La novità giunge dopo un 2023 da numeri record per la compagnia, che ha registrato 217 milioni di euro di fatturato, con 6,1 milioni di pernottamenti (5,55 milioni nel 2022) e 2,7 milioni di ospiti nelle sue 38 strutture presenti in nove paesi. Il tutto con un'occupazione media del 76% (67% nel 2022). In tale contesto la domanda dei viaggiatori italiani si piazza nella top 10, prima di quella danese, svizzera e francese. Altro dato interessante riguarda il segmento gruppi, che pesa per il 38% dei volumi complessivi. “In tempi difficili dal punto di vista economico, le persone non smettono di viaggiare ma scelgono un prodotto low budget. E una volta fatta l’esperienza e aver capito che funziona sceglieranno più rapidamente di affidarsi a una struttura comoda, confortevole ed economica - commenta il ceo del gruppo, Oliver Winter -. Stiamo crescendo anche nel comparto business travel: chiaramente ci sono ancora margini di miglioramento, ma sono molto fiducioso che il segmento continuerà a svilupparsi”. [post_title] => Appuntamento a Firenze a inizio estate per la seconda struttura italiana di a&o Hostels [post_date] => 2024-02-02T15:03:12+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706886192000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460546 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Gli aeroporti italiani hanno ufficialmente superato i dati di traffico 2019, stabilendo così il nuovo record storico raggiungendo per la prima volta i 197,2 milioni di passeggeri, +2,1% rispetto al dato pre-Covid. A certificarlo ufficialmente sono i dati di Assaeroporti - dopo l'anticipazione di qualche settimana fa da parte del presidente, Carlo Borgomeo - che mostrano come a fronte di una ripresa post-pandemia che aveva visto il ruolo centrale del mercato domestico, il 2023 ha segnato il pieno recupero del segmento internazionale, la parte più qualificante del traffico aereo, che raggiunge i 128 milioni di passeggeri, lo 0,1% in più sul 2019. Un leggero gap rispetto ai livelli pre-Covid si riscontra invece per i movimenti aerei, che nel 2023 sono stati inferiori del 2,6% sul 2019, attestandosi a 1.601.059 unità. Più passeggeri e meno aerei che, quindi, viaggiano con un load factor maggiore, comportando benefici anche in termini ambientali.  Voglia di volare «Il 2023 si è chiuso con quasi 200 milioni di passeggeri, un record assoluto per gli aeroporti italiani, un'importante soglia psicologica raggiunta - ha ribadito Borgomeo -. Si conferma una straordinaria voglia di volare, a riprova della resilienza del nostro comparto, che è in ottima salute e resta strategico per il Paese. Il 2023 però è stato anche un anno caratterizzato da forti "turbolenze": penso al modo con cui è stata gestita la vicenda del caro voli, all'ennesimo rinvio del dossier Ita - Lufthansa, così come al tema dell'addizionale comunale, sul quale regna una grande confusione. «Gli operatori dovrebbero invece poter contare su un quadro di riferimento più stabile, meno estemporaneo. I gestori per essere competitivi hanno la necessità di pianificare per tempo gli investimenti e possono farlo solo con un miglior coordinamento delle politiche. Speriamo che il Piano Nazionale degli Aeroporti di prossima pubblicazione definisca chiare linee strategiche per il comparto». Intanto, la classifica 2023 dei primi 10 aeroporti italiani per numero di passeggeri vede in testa Roma Fiumicino con 40,5 milioni, Milano Malpensa con 26,1 milioni, Milano Bergamo con 16 milioni, Napoli con 12,4 milioni, Venezia con 11,3 milioni, Catania con 10,7 milioni, Bologna con 10 milioni, Milano Linate con 9,4 milioni, Palermo con 8,1 e Bari con 6,5 milioni. [post_title] => Record storico 2023 degli scali italiani: passeggeri a +2,1% sul 2019 [post_date] => 2024-02-01T09:00:48+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706778048000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460346 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Korean Air archivia il 2023 con un fatturato record di 11,3 miliardi di dollari e un utile operativo di 1,23 miliardi (non consolidati): quest'ultimo dato è superiore rispetto al risultato del 2019. L'utile operativo della compagnia aerea per il 2023 è aumentato su base annua del 10,9%, un tasso superiore alla media del settore. Il calo dell'utile operativo del quarto trimestre rispetto all'anno precedente è dovuto a un aumento delle retribuzioni del personale che comprendeva incentivi per il raggiungimento degli obiettivi annuali di performance e sicurezza. I ricavi annuali del settore passeggeri sono aumentati rispetto al 2019, grazie alla forte domanda di viaggi e alla maggiore richiesta di classi premium, nonostante la capacità abbia recuperato 'solo' l'80% dei livelli pre-pandemia. Nel settore cargo, sebbene i ricavi siano diminuiti a causa della ripresa della capacità di trasporto passeggeri e della normalizzazione del trasporto marittimo, è stato mantenuto un livello di redditività più elevato rispetto al 2019. Korean Air prevede che la domanda e la capacità passeggeri si riprenderanno completamente nel primo trimestre 2024: le stime indicano che la domanda di lungo raggio rimarrà robusta e che la domanda leisure aumenti durante l'alta stagione invernale. Korean Air massimizzerà i ricavi riprendendo le rotte e aumentando la capacità verso le destinazioni turistiche più popolari del Sud-est asiatico e del Giappone. [post_title] => Korean Air: domanda e capacità passeggeri verso il pieno recupero nel primo trimestre [post_date] => 2024-01-30T11:16:07+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706613367000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460002 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dieci nuove rotte per l'estate firmata Ryanair da Milano: nel dettaglio, cinque da Bergamo - Beni Mellal, Castellon, Dubrovnik, Sarajevo e Skiathos - e cinque da Malpensa - Atene, Budapest, Parigi, Marrakech e Tallinn. A sottolineare la valenza del bacino di Milano il country manager Italia, Mauro Bolla, insieme al ceo del gruppo, Michael O'Leary. Si comincia da Milano Bergamo dove quest'anno Ryanair posiziona 23 aeromobili e opera un totale di 113 rotte con l'obiettivo di trasportare 15 milioni di passeggeri, il 13% in più rispetto all'anno precedente. Qui sono un migliaio i posti di lavoro diretti e oltre 11.800 quelli nell'indotto. A Malpensa sono otto i velivoli basati, per 36 rotte complessive, incluse le cinque new entry, e nel mirino ci sono 5 milioni di passeggeri, per una crescita di circa il +15%.   Complessivamente, quindi, quest'estate saranno 31 i Boeing 737 basati negli scali di Malpensa e Milano Bergamo con un investimento di circa 3.1 miliardi di dollari; il traffico generato sui due aeroporti sarà di 20 milioni di passeggeri, il 14% in più rispetto allo scorso anno.  [post_title] => Ryanair: dieci nuove rotte da Milano (Bergamo e Malpensa). Obiettivo 20 milioni di passeggeri [post_date] => 2024-01-24T10:23:01+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706091781000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458952 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'inizio del 2024 è tempo di giri del mondo in crociera. Quasi in concomitanza con il viaggio intorno al globo di Costa, salpa infatti oggi da Genova anche la World Cruise targata Msc. Guidata dal comandante Roberto Leotta, la Poesia navigherà per 121 giorni toccando 50 destinazioni in 31 paesi differenti.   La nave ospita a bordo circa 2.300 passeggeri appartenenti a 57 diverse nazionalità diverse che visiteranno località di spicco come Città del Capo, Rio de Janeiro, New York oltre a tante altre mete come Manaus, Nuuk e Zanzibar. L’itinerario prevede in particolare la circumnavigazione del mar Mediterraneo, l'esplorazione delle coste africane fino all'oceano Atlantico, la visita del Brasile, dei Caraibi, degli Stati Uniti e del Canada, per poi fare ritorno in Europa attraversando la Groenlandia e l'Islanda. “Genova si conferma anche quest’anno capitale delle crociere intorno al mondo e non solo - commenta l'area manager di Msc Crociere, Gianni Pilato -. I notevoli risultati ottenuti dimostrano l'importanza cruciale del porto ligure nel contesto turistico europeo, con oltre 1 milione di passeggeri trasportati e 260 scali complessivi realizzati nel corso del 2023. Sono cifre notevoli se consideriamo che si tratta di dati registrati da una sola compagnia. Ma non intendiamo fermarci e nel prossimo futuro continueremo a puntare su Genova, città da cui prenderanno il largo anche le prossime crociere intorno al mondo nel 2025 e nel 2026”. A questo proposito, grande protagonista del giro del mondo del prossimo anno sarà la nave Magnifica, che presenterà un nuovo itinerario di 116 notti in grado di toccare 50 mete in 21 diverse nazioni offrendo agli ospiti l'opportunità di partire da quattro diversi porti in Europa. Nello specifico, i viaggiatori potranno scegliere se imbarcarsi da Genova, da Civitavecchia, da Marsiglia o da Barcellona. La nave toccherà inizialmente le coste di Italia, Francia e Spagna, per poi dirigersi più a sud verso il Marocco e attraversare l'Atlantico per visitare il Sud America. Qui il viaggio prevede tappe a Rio de Janeiro, Buenos Aires e alle Falkland. La Magnifica si dirigerà successivamente nell’oceano Pacifico del sud, toccando luoghi esotici come come l'isola di Pasqua e le Cook. Farà quindi tappa in Nuova Zelanda e Australia, con una visita a Sydney e un viaggio lungo le coste meridionali e occidentali dell'Australia. L'itinerario proseguirà attraverso l'Asia con soste a Bali, Singapore, Malaysia e Thailandia. Durante il transito attraverso l'oceano Indiano, sarà possibile visitare Colombo e Aqaba in Giordania, seguite da Sharm El-Sheik, Luxor, il canale di Suez e Alessandria in Egitto. Infine, la nave ritornerà in Europa, facendo scalo in quattro città italiane, prima di concludere il viaggio a Genova. Msc ha aperto anche le vendite per la World Cruise 2026 che vedrà protagonista ancora una volta la Magnifica, con un itinerario di 119 giorni con partenza da Genova e Civitavecchia. Il viaggio toccherà ben 47 destinazioni in 32 paesi diversi con tappe, tra l’altro, a San Francisco, Honolulu, Auckland, Sydney, Manila, Tokyo e Dubai. Dopo le mete europee, la nave esplorerà infatti la costa occidentale degli Stati Uniti e trascorrerà un mese nell'oceano Pacifico. Successivamente il viaggio si sposterà in Asia con tappe a Tokyo, Shanghai e Hong Kong. Infine, i passeggeri esploraeranno destinazioni storiche come Dubai e Oman, prima di rientrare in Europa attraverso la Grecia. [post_title] => In partenza oggi da Genova anche la World Cruise griffata Msc [post_date] => 2024-01-05T15:37:27+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704469047000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1193" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":100,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462187","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Emirates conquista anche Wimbledon e diventa compagnia aerea ufficiale del quarto \"Grande Slam\". In base alla partnership pluriennale siglata con The Championships, Wimbledon il vettore godrà di un'ampia gamma di vantaggi, tra cui: branding on-court nel Centre Court e nel No.1 Court; attivazioni in loco per coinvolgere gli appassionati di tennis; diritti di marketing, digitali e sui social media; biglietti per l'ospitalità; e l'opportunità per la compagnia aerea di entrare a far parte del popolare \"Wimbleworld\" sulla piattaforma Roblox, con i campi da tennis e i percorsi a ostacoli brandizzati Emirates.\r\n\"Dal campo di cemento al campo d’erba - siamo orgogliosi di far crescere la nostra presenza nel mondo del tennis - ha dichiarato Tim Clark, presidente di Emirates Airline -. Wimbledon è un grande evento sportivo visto da milioni di persone in tutto il mondo, e siamo lieti di essere associati a un marchio così rispettato. Emirates è sempre stata una sostenitrice del tennis e, in quanto sponsor di tutti e quattro i Grandi Slam, il nostro impegno nei confronti di questo sport è più che mai costante\".\r\nEmirates e Wimbledon uniranno le forze anche per sostenere iniziative di impatto sociale nel Regno Unito: verrà creato un fondo multimilionario \"Force for Good\" per sostenere e promuovere iniziative che abbiano un impatto positivo sulla società e supportino le comunità locali. Ulteriori dettagli su questo fondo saranno annunciati nel corso del 2024.\r\nEmirates è la compagnia aerea ufficiale dell'ATP Tour dal 2013 e Premier Partner dal 2016. Il portafoglio della compagnia aerea comprende alcuni degli eventi di più alto profilo dei tour ATP e WTA. Oltre a tutti e quattro i tornei del Grande Slam, tra cui: US Open (dal 2012); Roland-Garros (dal 2013); Australian Open (dal 2015); e The Championships, Wimbledon (annunciato per il 2024) - la compagnia aerea supporta anche altri 60 tornei durante l'anno. Emirates sostiene anche i Dubai Duty Free Tennis Championships sin dalla loro nascita nel 1993.","post_title":"Emirates è il vettore ufficiale di Wimbledon, il suo quarto Grande Slam","post_date":"2024-02-26T09:15:24+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708938924000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461954","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Italia è stato il mercato europeo che nel 2023 ha registrato il più alto tasso di crescita di turisti verso il Portogallo. I numeri sono ancora provvisori ma secondo l'Ine - Istituto Nazionale di Statistica e la Banca del Portogallo, l'Italia ha avuto la più alta crescita percentuale su base annua dei mercati turistici europei monitorati da queste due istituzioni, in numero di ospiti, pernottamenti e entrate.\r\nComplessivamente, nel 2023, gli arrivi italiani in Portogallo sono stati 823.900 e i pernottamenti hanno raggiunto quota 1,9 milioni per una crescita, rispettivamente, del +22,5% e del +20,8% rispetto al 2022; i ricavi turistici si attestano nell'ordine di 668,8 milioni di euro, anche questi con una variazione positiva del +26,5 % rispetto all'anno precedente.\r\n«Il dato ancor più significativo è che si registra una crescita in tutte e tre le voci anche rispetto al 2019 - sottolinea una nota del Turismo de Portugal nel nostro paese -  con il mercato italiano che cresce del +14,1% negli ospiti, del +14,4% nei pernottamenti e del + 41,3 % nei ricavi: numeri che classificano il 2023 come il migliore anno di sempre per i flussi turistici italiani in Portogallo».\r\nIn termini globali, nel 2023, i pernottamenti nel paese lusitano sono stati 77,1 milioni e sono aumentati del 10,7% (+2,1% per i residenti e +14,9% per i non residenti), con il Regno Unito che è il principale mercato, con un quota del 18%, seguito dalla Germania con l'11,3%, e dalla Spagna con il 10,1%, mentre l'Italia ha una quota di mercato del 3,6%.","post_title":"Portogallo: boom di arrivi dall'Italia, che è il mercato europeo a maggiore crescita","post_date":"2024-02-21T09:22:29+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708507349000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461914","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Alpe di Siusi è una notissima meta vacanziera dell’Alto Adige situata nel cuore del territorio dolomitico. La circondano picchi montuosi di rara bellezza e suggestivi pascoli verdi. Le stagioni turistiche di punta sono quelle quella estiva e quella invernale, ma anche durante la primavera e l’autunno non mancano i visitatori in cerca di panorami mozzafiato, benessere e relax.\r\n\r\nQuando si apre la stagione sciistica, nella prima settimana di dicembre, le piste del comprensorio sciistico brulicano di appassionati che fin dalla mattina mettono alla prova le loro doti sugli sci.\r\n\r\nSe anche voi siete fra quelli che amano le varie discipline invernali, dovreste prendere in considerazione una settimana bianca in questo paradiso terrestre magari soggiornando in questo eccezionale eccezionale hotel 5 stelle sull'Alpe di Siusi, il Seiser Alm Urthaler di Compaccio, una struttura di grande raffinatezza ed eleganza gestita dalla famiglia Urthaler da ben quattro generazioni.\r\n\r\nAl Seiser Alm Urthaler gli ospiti possono usufruire di molti servizi di alto livello; solo per citarne alcuni: piscina panoramica interna con acqua riscaldata a 30 °C, piscina all’aperto, area saune (con sauna finlandese, bagno turco e biosauna), percorso Kneipp, zona relax con accesso al giardino, area fitness di 200 metri quadrati, trattamenti benessere di vario tipo (massaggi, peeling, bagno al fieno ecc.), cucina gourmet, cantina di vini e tanto altro ancora.\r\nCompaccio, la località ideale per divertirsi sull’Alpe di Siusi\r\nScegliere di soggiornare a Compaccio è un’ottima idea per una vacanza estiva o per una settimana bianca sull’Alpe di Siusi. Da qui partono cabinovie e seggiovie che portano sull’altopiano più esteso d’Europa. Bellissimo è poi il panorama che lo circonda.\r\nIl comprensorio sciistico dell’Alpe di Siusi\r\nNon c’è un’attività invernale che non si possa svolgere soggiornando sull’Alpe di Siusi. L’area sciistica dell’Alpe, unita a quella della Val Gardena, forma un comprensorio sciistico di eccezionale livello che arriva a contare circa 180 km di piste e 79 impianti di risalita.\r\n\r\nSi deve poi sottolineare la presenza del Re Laurino Snowpark Alpe di Siusi, considerato il migliore snowpark d’Italia; non è certo un caso che abbia ricevuto molti riconoscimenti.\r\n\r\nAnche l’offerta per lo sci di fondo è notevolissima tant’è che qui vengono spesso ad allenarsi anche campioni di livello internazionale. Si ricordano per esempio la pista Compaccio-Ritsch-Compaccio (5,4 km), la pista Möser (5,5 km), la pista Col del Lupo (8,9 km), la pista Hartl (12 km), la pista Panorama (11,3) e diverse altre.\r\n\r\nSull’Alpe di Siusi si possono poi fare interessanti e rilassanti escursioni invernali; la rete di sentieri ha una lunghezza di circa 60 km. Sul sito ufficiale dell’Alpe di Siusi si possono trovare diverse indicazioni sui sentieri da percorrere con la specifica della lunghezza e del grado di difficoltà.\r\n\r\nSe poi sentite il bisogno di un po’ di romanticismo potreste prenotare una gita in carrozza sulla neve; vi godrete panorami innevati stupendi. Per le prenotazioni basta recarsi all’Ufficio Informazioni di Compaccio.\r\n\r\nSi devono infine segnalare diverse altre iniziative invernali come per esempio i tour guidati a Castel Prösels (XIII sec.) a Fiè allo Sciliar; dopo un tour di un'ora, viene servita una bibita calda.\r\n\r\nNel mese di marzo 2024 inoltre, dal 14 al 16 e dal 20 al 22, si terrà la 16esima edizione di Swing on Snow; è una manifestazione che prevede che per 6 giorni al mattino gli sciatori e gli snowboarder siano accompagnati dalle note musicali di varie band. A mezzogiorno invece saranno gli ospiti delle baite a godere delle melodie.\r\n\r\nInsomma, non c’è proprio modo di annoiarsi durante una settimana bianca sull’Alpe di Siusi.","post_title":"Alpe di Siusi: perché sceglierla per una settimana bianca?","post_date":"2024-02-20T11:30:08+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio","informazione-pr"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio","Informazione PR"],"post_tag":["alpe-di-siusi","alto-adige","comprensorio-sciistico-compaccio","hotel-5-stelle-alpe-di-siusi-alto-adige","hotel-5-stelle-compaccio","hotel-a-compaccio","hotel-di-lusso-alto-adige","sciare-a-compaccio","seiser-alm-urthaler-di-compaccio","settimana-bianca-compaccio-alto-adige","vacanze-in-alto-adige"],"post_tag_name":["Alpe di Siusi","Alto Adige","comprensorio sciistico compaccio","hotel 5 stelle alpe di siusi alto adige","hotel 5 stelle compaccio","hotel a compaccio","hotel di lusso alto adige","sciare a compaccio","Seiser Alm Urthaler di Compaccio","settimana bianca compaccio alto adige","vacanze in alto adige"]},"sort":[1708428608000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461462","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"C'è anche Alpitour tra i grandi marchi inclusi nella mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands. Voluta dal ministero delle Imprese e del made in Italy, l'esposizione è ospitata a palazzo Piacentini a Roma. L'iniziativa, a cui hanno aderito 100 aziende, per un totale di 113 marchi, del settore abbigliamento e cura della persona, arredamento, automotive e agroalimentare, nasce per celebrare i 140 anni dell’Ufficio italiano brevetti e marchi, che nel 2019 si è arricchito del Registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale, contenente i brand iscritti da più di cinquant’anni e ancora attivi. Lo scopo della mostra, curata dai professori Carlo Martino e Francesco Zurlo, docenti di design all’università La Sapienza di Roma e al Politecnico di Milano, disponibile fino al 6 aprile nell’atrio principale di palazzo Piacentini, è quello di valorizzare un patrimonio industriale, progettuale e materiale di inestimabile valore per il Paese, fatto di storie imprenditoriali di successo e di designer che hanno cambiato il modo di comunicare l’immagine aziendale dei prodotti.\r\n\r\n“Essere stati scelti dal Mimit ci onora e ci rende orgogliosi – sottolinea Gabriele Burgio, presidente e amministratore delegato di Apitour World – perché significa che Alpitour ha saputo rimanere nel cuore e nella mente di milioni di italiani, crescendo insieme a loro. In questi 75 anni abbiamo raggiunto grandi risultati con impegno, passione e lavoro di squadra. Oggi il brand Alpitour è più vivo che mai e presta il suo nome anche al gruppo, Alpitour World: un’eredità che abbiamo sempre voluto proteggere e celebrare, perché questo marchio ha fatto il turismo italiano”.","post_title":"Alpitour tra i grandi marchi presenti alla mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands","post_date":"2024-02-14T11:23:12+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1707909792000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460732","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il conto alla rovescia per l’apertura del secondo ostello italiano di a&o Hostels è iniziato: Firenze ospiterà la trentanovesima struttura del gruppo berlinese che aprirà le proprie porte a inizio estate, con indirizzo in via Mannelli 119, giusto fuori dalla stazione Campo di Marte. La novità giunge dopo un 2023 da numeri record per la compagnia, che ha registrato 217 milioni di euro di fatturato, con 6,1 milioni di pernottamenti (5,55 milioni nel 2022) e 2,7 milioni di ospiti nelle sue 38 strutture presenti in nove paesi. Il tutto con un'occupazione media del 76% (67% nel 2022).\r\n\r\nIn tale contesto la domanda dei viaggiatori italiani si piazza nella top 10, prima di quella danese, svizzera e francese. Altro dato interessante riguarda il segmento gruppi, che pesa per il 38% dei volumi complessivi. “In tempi difficili dal punto di vista economico, le persone non smettono di viaggiare ma scelgono un prodotto low budget. E una volta fatta l’esperienza e aver capito che funziona sceglieranno più rapidamente di affidarsi a una struttura comoda, confortevole ed economica - commenta il ceo del gruppo, Oliver Winter -. Stiamo crescendo anche nel comparto business travel: chiaramente ci sono ancora margini di miglioramento, ma sono molto fiducioso che il segmento continuerà a svilupparsi”.","post_title":"Appuntamento a Firenze a inizio estate per la seconda struttura italiana di a&o Hostels","post_date":"2024-02-02T15:03:12+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1706886192000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460546","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Gli aeroporti italiani hanno ufficialmente superato i dati di traffico 2019, stabilendo così il nuovo record storico raggiungendo per la prima volta i 197,2 milioni di passeggeri, +2,1% rispetto al dato pre-Covid. \r\n\r\nA certificarlo ufficialmente sono i dati di Assaeroporti - dopo l'anticipazione di qualche settimana fa da parte del presidente, Carlo Borgomeo - che mostrano come a fronte di una ripresa post-pandemia che aveva visto il ruolo centrale del mercato domestico, il 2023 ha segnato il pieno recupero del segmento internazionale, la parte più qualificante del traffico aereo, che raggiunge i 128 milioni di passeggeri, lo 0,1% in più sul 2019.\r\n\r\nUn leggero gap rispetto ai livelli pre-Covid si riscontra invece per i movimenti aerei, che nel 2023 sono stati inferiori del 2,6% sul 2019, attestandosi a 1.601.059 unità. Più passeggeri e meno aerei che, quindi, viaggiano con un load factor maggiore, comportando benefici anche in termini ambientali. \r\nVoglia di volare\r\n«Il 2023 si è chiuso con quasi 200 milioni di passeggeri, un record assoluto per gli aeroporti italiani, un'importante soglia psicologica raggiunta - ha ribadito Borgomeo -. Si conferma una straordinaria voglia di volare, a riprova della resilienza del nostro comparto, che è in ottima salute e resta strategico per il Paese. Il 2023 però è stato anche un anno caratterizzato da forti \"turbolenze\": penso al modo con cui è stata gestita la vicenda del caro voli, all'ennesimo rinvio del dossier Ita - Lufthansa, così come al tema dell'addizionale comunale, sul quale regna una grande confusione.\r\n\r\n«Gli operatori dovrebbero invece poter contare su un quadro di riferimento più stabile, meno estemporaneo. I gestori per essere competitivi hanno la necessità di pianificare per tempo gli investimenti e possono farlo solo con un miglior coordinamento delle politiche. Speriamo che il Piano Nazionale degli Aeroporti di prossima pubblicazione definisca chiare linee strategiche per il comparto».\r\n\r\nIntanto, la classifica 2023 dei primi 10 aeroporti italiani per numero di passeggeri vede in testa Roma Fiumicino con 40,5 milioni, Milano Malpensa con 26,1 milioni, Milano Bergamo con 16 milioni, Napoli con 12,4 milioni, Venezia con 11,3 milioni, Catania con 10,7 milioni, Bologna con 10 milioni, Milano Linate con 9,4 milioni, Palermo con 8,1 e Bari con 6,5 milioni.","post_title":"Record storico 2023 degli scali italiani: passeggeri a +2,1% sul 2019","post_date":"2024-02-01T09:00:48+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1706778048000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460346","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Korean Air archivia il 2023 con un fatturato record di 11,3 miliardi di dollari e un utile operativo di 1,23 miliardi (non consolidati): quest'ultimo dato è superiore rispetto al risultato del 2019. L'utile operativo della compagnia aerea per il 2023 è aumentato su base annua del 10,9%, un tasso superiore alla media del settore. Il calo dell'utile operativo del quarto trimestre rispetto all'anno precedente è dovuto a un aumento delle retribuzioni del personale che comprendeva incentivi per il raggiungimento degli obiettivi annuali di performance e sicurezza.\r\n\r\nI ricavi annuali del settore passeggeri sono aumentati rispetto al 2019, grazie alla forte domanda di viaggi e alla maggiore richiesta di classi premium, nonostante la capacità abbia recuperato 'solo' l'80% dei livelli pre-pandemia. Nel settore cargo, sebbene i ricavi siano diminuiti a causa della ripresa della capacità di trasporto passeggeri e della normalizzazione del trasporto marittimo, è stato mantenuto un livello di redditività più elevato rispetto al 2019.\r\n\r\nKorean Air prevede che la domanda e la capacità passeggeri si riprenderanno completamente nel primo trimestre 2024: le stime indicano che la domanda di lungo raggio rimarrà robusta e che la domanda leisure aumenti durante l'alta stagione invernale. Korean Air massimizzerà i ricavi riprendendo le rotte e aumentando la capacità verso le destinazioni turistiche più popolari del Sud-est asiatico e del Giappone.","post_title":"Korean Air: domanda e capacità passeggeri verso il pieno recupero nel primo trimestre","post_date":"2024-01-30T11:16:07+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706613367000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460002","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dieci nuove rotte per l'estate firmata Ryanair da Milano: nel dettaglio, cinque da Bergamo - Beni Mellal, Castellon, Dubrovnik, Sarajevo e Skiathos - e cinque da Malpensa - Atene, Budapest, Parigi, Marrakech e Tallinn.\r\n\r\nA sottolineare la valenza del bacino di Milano il country manager Italia, Mauro Bolla, insieme al ceo del gruppo, Michael O'Leary. Si comincia da Milano Bergamo dove quest'anno Ryanair posiziona 23 aeromobili e opera un totale di 113 rotte con l'obiettivo di trasportare 15 milioni di passeggeri, il 13% in più rispetto all'anno precedente. Qui sono un migliaio i posti di lavoro diretti e oltre 11.800 quelli nell'indotto.\r\n\r\nA Malpensa sono otto i velivoli basati, per 36 rotte complessive, incluse le cinque new entry, e nel mirino ci sono 5 milioni di passeggeri, per una crescita di circa il +15%.\r\n\r\n \r\n\r\nComplessivamente, quindi, quest'estate saranno 31 i Boeing 737 basati negli scali di Malpensa e Milano Bergamo con un investimento di circa 3.1 miliardi di dollari; il traffico generato sui due aeroporti sarà di 20 milioni di passeggeri, il 14% in più rispetto allo scorso anno. ","post_title":"Ryanair: dieci nuove rotte da Milano (Bergamo e Malpensa). Obiettivo 20 milioni di passeggeri","post_date":"2024-01-24T10:23:01+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706091781000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458952","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'inizio del 2024 è tempo di giri del mondo in crociera. Quasi in concomitanza con il viaggio intorno al globo di Costa, salpa infatti oggi da Genova anche la World Cruise targata Msc. Guidata dal comandante Roberto Leotta, la Poesia navigherà per 121 giorni toccando 50 destinazioni in 31 paesi differenti.   La nave ospita a bordo circa 2.300 passeggeri appartenenti a 57 diverse nazionalità diverse che visiteranno località di spicco come Città del Capo, Rio de Janeiro, New York oltre a tante altre mete come Manaus, Nuuk e Zanzibar. L’itinerario prevede in particolare la circumnavigazione del mar Mediterraneo, l'esplorazione delle coste africane fino all'oceano Atlantico, la visita del Brasile, dei Caraibi, degli Stati Uniti e del Canada, per poi fare ritorno in Europa attraversando la Groenlandia e l'Islanda.\r\n\r\n“Genova si conferma anche quest’anno capitale delle crociere intorno al mondo e non solo - commenta l'area manager di Msc Crociere, Gianni Pilato -. I notevoli risultati ottenuti dimostrano l'importanza cruciale del porto ligure nel contesto turistico europeo, con oltre 1 milione di passeggeri trasportati e 260 scali complessivi realizzati nel corso del 2023. Sono cifre notevoli se consideriamo che si tratta di dati registrati da una sola compagnia. Ma non intendiamo fermarci e nel prossimo futuro continueremo a puntare su Genova, città da cui prenderanno il largo anche le prossime crociere intorno al mondo nel 2025 e nel 2026”.\r\n\r\nA questo proposito, grande protagonista del giro del mondo del prossimo anno sarà la nave Magnifica, che presenterà un nuovo itinerario di 116 notti in grado di toccare 50 mete in 21 diverse nazioni offrendo agli ospiti l'opportunità di partire da quattro diversi porti in Europa. Nello specifico, i viaggiatori potranno scegliere se imbarcarsi da Genova, da Civitavecchia, da Marsiglia o da Barcellona. La nave toccherà inizialmente le coste di Italia, Francia e Spagna, per poi dirigersi più a sud verso il Marocco e attraversare l'Atlantico per visitare il Sud America. Qui il viaggio prevede tappe a Rio de Janeiro, Buenos Aires e alle Falkland. La Magnifica si dirigerà successivamente nell’oceano Pacifico del sud, toccando luoghi esotici come come l'isola di Pasqua e le Cook. Farà quindi tappa in Nuova Zelanda e Australia, con una visita a Sydney e un viaggio lungo le coste meridionali e occidentali dell'Australia. L'itinerario proseguirà attraverso l'Asia con soste a Bali, Singapore, Malaysia e Thailandia. Durante il transito attraverso l'oceano Indiano, sarà possibile visitare Colombo e Aqaba in Giordania, seguite da Sharm El-Sheik, Luxor, il canale di Suez e Alessandria in Egitto. Infine, la nave ritornerà in Europa, facendo scalo in quattro città italiane, prima di concludere il viaggio a Genova.\r\n\r\nMsc ha aperto anche le vendite per la World Cruise 2026 che vedrà protagonista ancora una volta la Magnifica, con un itinerario di 119 giorni con partenza da Genova e Civitavecchia. Il viaggio toccherà ben 47 destinazioni in 32 paesi diversi con tappe, tra l’altro, a San Francisco, Honolulu, Auckland, Sydney, Manila, Tokyo e Dubai. Dopo le mete europee, la nave esplorerà infatti la costa occidentale degli Stati Uniti e trascorrerà un mese nell'oceano Pacifico. Successivamente il viaggio si sposterà in Asia con tappe a Tokyo, Shanghai e Hong Kong. Infine, i passeggeri esploraeranno destinazioni storiche come Dubai e Oman, prima di rientrare in Europa attraverso la Grecia.","post_title":"In partenza oggi da Genova anche la World Cruise griffata Msc","post_date":"2024-01-05T15:37:27+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1704469047000]}]}}

Lascia un commento