8 December 2022

Il gruppo tedesco Numa apre a Roma il Numa Vici Hotel

[ 0 ]

Gabriele Coen

Il gruppo Numa apre il Numa Vici Hotel a Roma. L’edificio del XVIII secolo completamente rimodernato con 16 camere è ubicato nei pressi di Piazza Venezia e della Fontana di Trevi.

Con Numa Vici, il gruppo tedesco Numa amplia la propria offerta in Italia, a Roma, a pochi mesi dal lancio sul mercato italiano. L’azienda offre già da ottobre 2021 hotel digitalizzati a Firenze e Milano per turisti moderni e business traveller. A Roma – come in tutte le metropoli europee – Numa punta su location privilegiate come principale driver per turisti e viaggiatori d’affari.

Situato direttamente in Piazza Venezia, i principali monumenti storico-artistici di Roma sono raggiungibili in pochi minuti a piedi dalla struttura. Gli appartamenti si estendono su 1.000 mq. e sono progettati secondo standard elevati:  check-in e check-out flessibili tramite smartphone e un team internazionale di assistenza per gli ospiti 24 ore su 24 assicurano un’esperienza di viaggio contemporanea. Spazi di lavoro con connessione internet veloci e cucine completamente attrezzate consentono di lavorare facilmente presso la struttura, ideale anche per i viaggiatori d’affari e nomadi digitali. 

Numa in Italia è gestita da Gabriele Coen, director real estate expansion. Per quattro anni, Gabriele Coen è stato in precedenza responsabile del mercato italiano nel suo ruolo General Manager di Sonder, società provider di soggiorni a breve termine con sede negli Stati Uniti: oggi apporta nel Gruppo Numa un ampio know-how sul mercato.

«In quanto metropoli cosmopolita, la capitale italiana offre joie de vivre e fascino per milioni di viaggiatori provenienti da tutto il mondo. Con Numa Vinci i viaggiatori possono trovare una casa temporanea in una posizione privilegiata – afferma Gabriele Coen -. E aggiunge: “Per i proprietari di immobili, per il mondo real estate e per gli investitori, il modello ibrido di Numa, permettendo uno switch facile e flessibile tra soggiorni brevi e medi, esercita un grande potere di attrazione, a basso rischio. Siamo alla ricerca di nuove proprietà in posizioni privilegiate. Per gli operatori alberghieri italiani i requisiti sono cresciuti enormemente ai tempi del corona virus. L’elevato potenziale di risparmio sui costi può essere determinante. Attraverso la digitalizzazione dei processi operativi interni. Numa offre soluzioni comprovate a livello internazionale e di facile implementazione».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435531 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_309863" align="alignleft" width="300"] Stefano Gargiulo[/caption] Anche quest’anno, per la sesta edizione consecutiva, l’indagine “Migliori in Italia - Campioni del servizio” realizzata dall’Istituto tedesco di qualità e finanza, premia Europcar Mobility Group Italy come il Miglior autonoleggio in Italia per l’eccellente servizio offerto con il suo brand Europcar. La chiave per fidelizzare i clienti? Senza dubbio un servizio eccellente. Ed è proprio sulla Customer Satisfaction, da sempre una priorità per Europcar Mobility Group, che si basa “Migliori in Italia – Campioni del Servizio”, la più ampia indagine sul livello del servizio offerto dalle aziende in Italia che, quest’anno, ha raccolto il giudizio dei consumatori di quasi 2.000 aziende suddivise in 190 diversi settori.  Per ciascuno dei 190 settori del mercato analizzati è stato calcolato un punteggio “Service Experience Score” (SES) che indica la quota media degli italiani che hanno dato un giudizio positivo al servizio ricevuto dalle aziende appartenenti a quel settore. Europcar, con un punteggio SES del 78,2% si è collocato al primo posto nel mercato di appartenenza ricevendo il sigillo “N.1 Servizio”.  «Aggiudicarsi un premio prestigioso è sempre motivo di grande orgoglio, ma nulla ci gratifica più della soddisfazione dei nostri Ccienti che con costanza, anno dopo anno, scelgono di premiare Europcar - ha detto Stefano Gargiulo, managing director di Europcar Mobility Group Italia -. Il Sigillo di Qualità che ci viene riconosciuto dall’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza, non rappresenta un traguardo, ma un invito a continuare a fare il massimo per garantire un servizio sempre più innovativo, con la qualità che contraddistingue un brand Premium come Europcar». [post_title] => Europcar premiato come miglior autonoleggio italiano [post_date] => 2022-12-07T12:00:15+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1670414415000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435484 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una delegazione del Parco Alpi Liguri, tra cui il presidente del Parco Alessandro Alessandri, i sindaci di Triora Massimo Di Fazio, di Pigna Roberto Trutalli e di Rezzo Renato Adorno, assieme a 4 aziende turistiche del territorio e agli operatori del Parco Alpi Liguri e della Regione Liguria, hanno fatto visita al Parlamento Europeo in occasione della cerimonia di premiazione formale del prestigioso riconoscimento della CETS Carta Europea del Turismo Sostenibile, ottenuta dal Parco nel 2021. L’evento, organizzato dalla Europarc Federation, ha visto insignire i Parchi europei che hanno ottenuto il marchio tra il 2020 ed il 2022. Il marchio ottenuto è per il Parco un importante traguardo internazionale che certifica una virtuosa gestione del territorio in ambito turistico ed ambientale e consente l’ingresso nella rete di destinazioni sostenibili a livello internazionale. Il risultato raggiunto rappresenta un primato in quanto il Parco naturale regionale delle Alpi Liguri è il primo parco regionale in Liguria ad averla ottenuta. «La Regione Liguria e il Parco delle Alpi Liguri - spiega il vice presidente della Regione con delega ai Parchi Alessandro Piana - per due giorni a Bruxelles al Parlamento Europeo hanno celebrato un momento importante nel percorso di ottenimento della certificazione della Carta Europea del Turismo Sostenibile. Un percorso realizzato grazie ai fondi del progetto transfrontaliero Alcotra Piter Alpimed Patrim e ai tavoli della governance del progetto PITEM MITO - Dalle Alpi al Mare: la terra dell’Outdoor tra Italia e Francia. Un impegno concreto capace di parlare alle comunità legate alle proprie tradizioni, di simboleggiare quell'Europa che finanzia e supporta processi economici innovativi, sostenibili anche nei territori più piccoli. Un esempio di coesione, collaborazione, partecipazione, rete». «Il Parco naturale regionale delle Alpi Liguri - ha sottolineato il Presidente Alessandri - ha una grande vocazione internazionale, una grande voglia di crescere e fare squadra per conservare e sviluppare il territorio. Sono orgoglioso del risultato ottenuto che voglio condividere con tutti i collaboratori e gli uffici del Parco, che ringrazio, e con i colleghi sindaci. Aver conseguito la Carta europea del turismo sostenibile vuol dire offrire una ulteriore garanzia di qualità a turisti e visitatori, considerata la grande attenzione spesa per il turismo che rispetta l’ambiente e le comunità locali». [post_title] => Parco Alpi Liguri, con il riconoscimento della CETS l’ingresso nella rete delle destinazioni sostenibili [post_date] => 2022-12-07T09:54:33+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1670406873000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435576 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il tradizionale saluto all'anno che volge al termine dell'Ente nazionale croato per il turismo in Italia questa volta ha i profumi e i sapori della cucina istriana. La regione, una delle più visitate delle Croazia dai turisti sia nazionali sia stranieri, è un territorio ricco di tradizioni, esperienze autentiche e un patrimonio naturale e culturale da scoprire. E la gastronomia riserva più di una sorpresa, fra pregiati vini e olio extravergine di oliva passando dal prosciutto istriano. Un 2022 che ha portato con sé "ottimi risultati" in termini di arrivi dall'Italia: "Nei primi 11 mesi l'aumento dei visitatori italiani è stato del 112% per un totale di 920.000 turisti e 4,1 milioni di pernottamenti (l’85% in più rispetto allo stesso periodo del 2021) - ha dichiarato Viviana Vukelić, direttrice dell’ufficio rappresentanza dell’Ente Nazionale Croato per il Turismo in Italia -. Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti, l’anno turistico continua e siamo felici che anche le previsioni per il Natale e Capodanno siano molto buone. I risultati finora raggiunti, confermano che la stagione di quest'anno è stata ben preparata nonostante tutte le sfide". Numeri che posizionano l'Italia tra i primi dieci mercati di riferimento per gli arrivi turistici in Croazia. Lo sguardo è però già proiettato al 2023: il Paese punta a posizionarsi sempre più come destinazione turistica sostenibile di alto valore, con una vasta gamma di esperienze autentiche e di alta qualità a diversi segmenti della domanda. Focus su vicinanza, sicurezza, varietà, ma anche un ulteriore sviluppo basato su un approccio sostenibile, ecologico e digitale. Infine, ma non certo per importanza, elemento della promozione 2023 sarà l’ingresso del Paese in Schengen e nella zona euro. [gallery ids="435588,435586,435585"] [post_title] => Croazia: «Ottimi risultati dal mercato italiano, tra i primi dieci per numero di arrivi» [post_date] => 2022-12-06T14:34:32+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1670337272000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435517 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Riapre il prossimo 25 dicembre dopo un importante intervento di ristrutturazione il 4 stelle Garberhof in Alta Val Venosta. Il restyling ha mirato a creare un ambiente all'insegna di quello che la stessa proprietà definisce un modello di lusso silenzioso. Guidata dal proprietario Klaus Pobitzer, con la collaborazione dell’architetto, nonché amico di famiglia, Thomas Rampp, questa trasformazione ha coinvolto le camere, gli ambienti comuni e l’architettura esterna. Gli spazi abitativi si sono quindi rinnovati nel look, ampliandosi con 23 nuove chiavi, per un'offerta complessiva che ora conta 20 stanze, altrettante suite e due chalet. Il giardino esterno si è inoltre arricchito di un laghetto balneare naturale trattato in modo completamente biologico. L’ampia area benessere Mii: Amo, di 2.200 metri quadrati, è cambiata completamente nell’interior design introducendo materiali naturali quali l’argilla, il larice, il legno di abete rosso e rovere, migliorando l’isolamento acustico e arricchendosi di una nuova spaziosa sala relax con accesso al giardino. Vanno ad aggiungersi l’Hamam, tra i più grandi d’Italia e comprensivo di sei diverse aree per il rituale di purificazione, biosauna, sauna finlandese panoramica, docce emozionali, zona esterna con vasca ad acqua fredda, piscina interna ed esterna riscaldata panoramica, area fitness e zona beauty per massaggi e trattamenti con la linea cosmetica sviluppata in esclusiva a base di albicocca Prunus Armaniaca, antico cultivar dell'Alto Adige. Infine il cuore pulsante del Garberhof, il lounge bar 1981 che, oltre a offrire una selezione di 70 etichette di gin (incluso il Felix Luis realizzato in esclusiva per il proprietario Klaus a base di albicocca), si arricchisce di una nuova sala dedicata alle bollicine e una stanza per le degustazioni di vini locali per un’esperienza che si completa con la proposta enogastronomica del ristorante Pobitzer, guidato dallo chef Christian Lechthaler. Sin dalla sua nascita, il Garberhof ha poi sempre avuto l’amore per la natura circostante tra i suoi principali interessi. Da qui l’intuizione di piantare un vigneto di vitigni autoctoni Souvignier Gris, Solaris e Johanniter nel giardino della struttura, a oltre mille metri di altitudine, che quest’anno è stato vendemmiato per la prima volta con un risultato molto soddisfacente. Anche nella progettazione della struttura l’attenzione all’ambiente è sempre stata alla base della filosofia della famiglia Pobitzer: già dal 1983, solo dopo due anni dall’inaugurazione, il riscaldamento di tutti gli ambienti proviene unicamente dall’utilizzo del cippato; il Garberhof fu tra i primi inval Venosta a utilizzare questo tipo di riscaldamento naturale. Nel corso degli anni, si è quindi aggiunto l’uso del fotovoltaico, da cui oggi proviene il 25% del fabbisogno energetico elettrico ed è già nei progetti della famiglia Pobitzer un nuovo impianto per arrivare al 50%. L’utilizzo di apparecchiature elettriche e luci a basso consumo e un sistema di programmazione e automatismi in grado di utilizzare in modo intelligente l’energia è già attivo all’interno delle camere e in tutta la struttura. Inoltre, l’hotel utilizza la filtrazione e riciclo dell’acqua delle piscine per il riutilizzo come irrigazione nel giardino. La nuova ristrutturazione ha visto coinvolta anche l’architettura esterna: la facciata esposta a sud è stata lavorata con la sabbiatura del legno affinché il complesso possa inserirsi al meglio nel paesaggio alpino circostante; una riqualificazione energetica e un progetto di isolamento della struttura attraverso l’utilizzo del legno sulle facciate esterne ha poi creato elementi di ombreggiamento volti a migliorare la termoregolazione e a favorire la riduzione del calore dovuto all’esposizione solare. L’obiettivo nei prossimi tre anni è quello di ottenere le principali certificazioni ambientali e arrivare a essere sostenibili energeticamente fino al 90%. [post_title] => Riapre a Natale dopo il restyling l'alto-atesino Garberhof con 20 camere in più [post_date] => 2022-12-06T12:13:10+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1670328790000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435483 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Trasporto aereo. Il 5G è entrato nell'agenda del settore dell'aviazione europea con un orizzonte pieno di minacce. Le compagnie aeree sono preoccupate per il loro possibile impatto sulla sicurezza delle operazioni in futuro, in linea con le voci di allarme che si sono levate negli Stati Uniti.  Eurocontrol ritiene che l'impatto di questo problema sarà minore in Europa. Tuttavia, il suo direttore generale, Eamonn Brennan, avverte che «potrebbe minacciare la sicurezza aerea e comportare costi finanziari significativi per le compagnie aeree».  «Un anno di deviazioni causate dall'interruzione delle operazioni 5G nei giorni di scarsa visibilità potrebbe costare alle compagnie aeree e agli aeroporti fino a 180 milioni di euro e interrompere i piani di viaggio fino a 1,2 milioni di passeggeri», avverte. Teme infatti che «se non facciamo nulla, c'è il rischio reale che l'aviazione venga frenata nei prossimi anni, poiché i sistemi attuali troveranno sempre più difficile soddisfare i requisiti operativi». Sforzi coordinati Di fronte a questo rischio reale, richiede sforzi coordinati e urgenti per modernizzare i sistemi di comunicazione, navigazione e sorveglianza. Con ciò intende evitare una saturazione dei canali che potrebbe ostacolare il passaggio a sistemi più moderni e capaci. Tra le loro richieste vi sono il miglioramento del filtraggio della banda adiacente, nonché il mantenimento degli standard delle apparecchiature aeronautiche per i sistemi legacy. Allo stesso modo, insistono sulla necessità di raggiungere il giusto equilibrio tra il dispiegamento coordinato di nuovi sistemi radio. [post_title] => Trasporto aereo: incombono le minacce del 5G per la sicurezza [post_date] => 2022-12-06T10:53:25+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1670324005000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435423 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tokyo celebra le imminenti festività con atmosfere dal sapore magico. Meguro e Roppongi, in particolare, si riempiono di illuminazioni suggestive e un mercatino natalizio dai tratti mitteleuropei. Nonostante sia ormai l’apice del kōyō, il foliage autunnale, i sakura lungo il fiume Meguro tornano a essere protagonisti con il Megurogawa Minna no Illumination. Le schiere di ciliegi, che si estendono per circa due chilometri tra le stazioni di Gotanda e Osaki, sembrano rifiorire, illuminate da ben 350 mila luci Led. I sakura sul fiume Meguro diventano uno spettacolo che può essere ammirato fino all’11 gennaio 2023. Anche Roppongi Hills si veste di luce: come ogni anno, gli alberi di zelkova lungo la via Keiyakizaka si caricano di filari luminosi, creando una cornice intorno alla Tokyo Tower, che appare in fondo alla discesa. La passeggiata per Roppongi Hills può proseguire per Roku-Roku Plaza, per ammirare l’albero di Natale di 8 metri allestito da Cartier, e il Giardino Mohri, che per l’occasione delle feste è avvolto da un oceano sfavillante di illuminazioni blu. Nella vicina O-yane plaza, fino al giorno di Natale, si potranno vivere le atmosfere suggestive dell'Avvento tedesco in un mercatino che ricrea il famoso Weihnachtsmarkt di Stoccarda, il mercatino natalizio più grande del mondo. Durante manifestazione, organizzata da Mori Building Co., Ltd., con il sostegno dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania, dell’Ente Nazionale Germanico per il Turismo e di Goethe-Institut Tokyo, sarà possibile vivere l’esperienza quasi surreale di sorseggiare un buon bicchiere di caldo Glühwein e assaggiare sapori mitteleuropei, rimanendo nel centro di Tokyo. Attorno al fiume Meguro si sviluppa il quartiere di Nakameguro che, non lontano dalle zone trendy di Daikan’yama e Ebisu, ospita una miriade di caffè e ristoranti alla moda e il Nakameguro Koukashita, una galleria di negozi sotto i binari ferroviari. Roppongi Hills è invece l’area che si sviluppa attorno alla Mori Tower, con il Mori Art Museum, imperdibile per gli amanti dell’arte contemporanea,  e il Tokyo City View, da cui si può godere di una vista mozzafiato di tutta la città, anche di sera. [post_title] => Tokyo: il fascino e la magia delle festività natalizie avvolgono l'intera metropoli [post_date] => 2022-12-05T12:01:23+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1670241683000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435417 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ha preso il via nel weekend il nuovo collegamento tra Milano Malpensa e Jeddah targato Wizz Air, che viene operato due volte alla settimana. La tratta rientra nel più ampio network - ben 23 rotte - che la low cost ha annunciato verso l'Arabia Saudita, a conferma dell'impegno della compagnia nel sostenere il settore turistico in crescita del Paese, portando oltre un milione di passeggeri nel Regno. Nell'aprile 2023, Wizz Air inaugurerà voli da Milano Malpensa verso Riyadh. La crescente presenza di Wizz Air è in linea con il programma del regno saudita, Vision 2030, che mira a triplicare il traffico passeggeri in Arabia entro il 2030. "Con questa nuova rotta Wizz Air conferma ancora una volta il suo impegno verso l’Arabia Saudita, dove continuerà a innovare e a portare avanti la bandiera del volo low cost a beneficio dei residenti e dei visitatori sauditi e dell'economia in via di diversificazione del Paese” ha dichiarato Daria Sergeeva, corporate communications manager della low cost. "L’apertura  della rotta per Gedda, e il previsto lancio del volo per Riyadh ad aprile, segnano una tappa importante nella partnership tra Sea e Wizz Air che grazie agli sviluppi annunciati del network vede migliorata la connettività internazionale dello scalo - ha sottolineato Andrea Tucci, vice president Aviation Business Development di Sea -. Siamo contenti di essere il primo aeroporto italiano che Wizz Air ha scelto per aprire questa rotta, la 28esima destinazione operata dalla compagnia dall'aeroporto di Malpensa: una testimonianza di sviluppo della sua presenza a Milano, che porta a un’ulteriore crescita economica oltre che a collegare la città e il Nord Italia con i Paesi turistici e le destinazioni business ancora da scoprire.” Fahd Hamidaddin, ceo e membro del cda del Saudi Tourism Authority, ha concluso: “L’Arabia Saudita è la più grande nuova destinazione al mondo, inesplorata, unica e inaspettata. L'offerta turistica saudita è incomparabile, per ampiezza e diversità, dalla natura incontaminata, ai diversi paesaggi, alla ricca cultura, all'offerta di intrattenimento in rapida espansione e all'autentica ospitalità araba". [post_title] => Wizz Air ha aperto il volo Milano Malpensa-Jeddah. Da aprile si volerà anche a Riyadh [post_date] => 2022-12-05T11:24:31+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1670239471000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435347 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_435348" align="alignleft" width="300"] Torsten Weihrich[/caption] Si rafforza il team executive del gruppo Numa che vede l'ingresso in azienda di Torsten Weihrich e Nick Abrahams rispettivamente nei ruoli di chief financial officer e chief revenue officer della compagnia. Negli ultimi tempi, Torsten Weihrich, 51 anni, ha ricoperto il ruolo di cfo presso aziende in rapida crescita nei settori media, e-commerce e venture capital. Tra le altre cose è stato infatti chief financial officerpresso Vitafy, ceo S&L Medien Group e ancora cgo rispettivamente presso Rtv Family Entertainment e BayTech Venture Capital. Ha anche lavorato per la casa automobilistica Bmw e la società di consulenza Roland Berger. Nick Abrahams, 42 anni, è stato invece impiegato come esperto di strategia per più di 17 anni con una vasta esperienza alla guida di team importanti nel settore tecnologico. Di recente è stato vice presidente pricing e marketplace presso Sennder Technologies. In precedenza, ha trascorso quasi cinque anni in vari ruoli di manager presso Uber. Ha guidato poi la strategia di Flutter Plc ed è stato responsabile della divisione eGaming per le società dello stesso gruppo Flutter. Torsten commenta il suo nuovo ruolo: [caption id="attachment_435349" align="alignright" width="300"] Nick Abrahams[/caption] "Numa diventerà una delle aziende più importanti del mercato europeo dell’ospitalità - commenta Weihrich -. Il gruppo sta definendo nuovi standard per questo mercato enorme e frammentato, con soluzioni guidate dalla tecnologia. Sono molto contento di contribuire dal punto di vista strategico e operativo. Apporterò la mia esperienza e il mio know-how all’ambizioso percorso di crescita, insieme all’intero team finanziario". "Negli ultimi 17 anni ho ricoperto ruoli primari in diversi ambiti - aggiunge Abrahams -: strategia, analisi, ricerca, pricing e prodotto, presso diverse aziende leader. Numa adotta un approccio innovativo, guidato dalla tecnologia, in un settore che è maturo per il cambiamento. Non vedo l’ora di portare la mia esperienza per aiutare il gruppo a realizzare i suoi ambiziosi piani di crescita nei prossimi anni". [post_title] => Torsten Weihrich e Nick Abrahams nuovi cfo e cro del gruppo Numa [post_date] => 2022-12-05T09:20:31+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1670232031000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435178 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_435179" align="alignleft" width="300"] Un particolare di un appartamento Numa Fiore a Firenze[/caption] Prosegue l'espansione in Italia del gruppo Numa, che aggiunge 58 boutique apartment a Firenze e Roma al proprio portfolio tricolore. Nel capoluogo toscano, in particolare, dopo il Vita e il Rodo arriva Numa Fiore, situato nel quartiere turistico di San Giovanni, a pochi minuti a piedi da piazza della Signoria. A Roma invece è stata firmata una serie di accordi per un altro complesso di boutique apartment in zona stazione Termini da inaugurarsi nell'estate 2023 fa seguito all'apertura del Numa Vici di piazza Venezia dello scorso marzo. “Con l’apertura di altre due nuove proprietà in Italia, stiamo portando avanti la nostra strategia di espansione. La Penisola ospita il maggior numero di siti patrimonio Unesco al mondo ed è una calamita turistica in Europa - racconta il director real estate expansion di Numa Italia, Gabriel Coen -. Per noi è uno dei mercati più importanti del futuro e il nostro modello, con i nostri eleganti boutique apartment, si adatta perfettamente alle caratteristiche del mercato nazionale. Siamo quindi alla ricerca di ulteriori proprietà in posizioni strategiche a Roma, Milano e Firenze, già per il prossimo anno”. [post_title] => Gruppo Numa: in arrivo altri 58 boutique apartment tra Firenze e Roma [post_date] => 2022-12-01T09:30:37+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669887037000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "il gruppo tedesco numa apre a roma il numa vici hotel" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":66,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":709,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435531","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_309863\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Stefano Gargiulo[/caption]\r\n\r\nAnche quest’anno, per la sesta edizione consecutiva, l’indagine “Migliori in Italia - Campioni del servizio” realizzata dall’Istituto tedesco di qualità e finanza, premia Europcar Mobility Group Italy come il Miglior autonoleggio in Italia per l’eccellente servizio offerto con il suo brand Europcar.\r\n\r\nLa chiave per fidelizzare i clienti? Senza dubbio un servizio eccellente. Ed è proprio sulla Customer Satisfaction, da sempre una priorità per Europcar Mobility Group, che si basa “Migliori in Italia – Campioni del Servizio”, la più ampia indagine sul livello del servizio offerto dalle aziende in Italia che, quest’anno, ha raccolto il giudizio dei consumatori di quasi 2.000 aziende suddivise in 190 diversi settori.\r\n\r\n Per ciascuno dei 190 settori del mercato analizzati è stato calcolato un punteggio “Service Experience Score” (SES) che indica la quota media degli italiani che hanno dato un giudizio positivo al servizio ricevuto dalle aziende appartenenti a quel settore. Europcar, con un punteggio SES del 78,2% si è collocato al primo posto nel mercato di appartenenza ricevendo il sigillo “N.1 Servizio”.\r\n\r\n «Aggiudicarsi un premio prestigioso è sempre motivo di grande orgoglio, ma nulla ci gratifica più della soddisfazione dei nostri Ccienti che con costanza, anno dopo anno, scelgono di premiare Europcar - ha detto Stefano Gargiulo, managing director di Europcar Mobility Group Italia -. Il Sigillo di Qualità che ci viene riconosciuto dall’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza, non rappresenta un traguardo, ma un invito a continuare a fare il massimo per garantire un servizio sempre più innovativo, con la qualità che contraddistingue un brand Premium come Europcar».","post_title":"Europcar premiato come miglior autonoleggio italiano","post_date":"2022-12-07T12:00:15+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1670414415000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435484","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una delegazione del Parco Alpi Liguri, tra cui il presidente del Parco Alessandro Alessandri, i sindaci di Triora Massimo Di Fazio, di Pigna Roberto Trutalli e di Rezzo Renato Adorno, assieme a 4 aziende turistiche del territorio e agli operatori del Parco Alpi Liguri e della Regione Liguria, hanno fatto visita al Parlamento Europeo in occasione della cerimonia di premiazione formale del prestigioso riconoscimento della CETS Carta Europea del Turismo Sostenibile, ottenuta dal Parco nel 2021. L’evento, organizzato dalla Europarc Federation, ha visto insignire i Parchi europei che hanno ottenuto il marchio tra il 2020 ed il 2022.\r\n\r\nIl marchio ottenuto è per il Parco un importante traguardo internazionale che certifica una virtuosa gestione del territorio in ambito turistico ed ambientale e consente l’ingresso nella rete di destinazioni sostenibili a livello internazionale. Il risultato raggiunto rappresenta un primato in quanto il Parco naturale regionale delle Alpi Liguri è il primo parco regionale in Liguria ad averla ottenuta.\r\n\r\n«La Regione Liguria e il Parco delle Alpi Liguri - spiega il vice presidente della Regione con delega ai Parchi Alessandro Piana - per due giorni a Bruxelles al Parlamento Europeo hanno celebrato un momento importante nel percorso di ottenimento della certificazione della Carta Europea del Turismo Sostenibile. Un percorso realizzato grazie ai fondi del progetto transfrontaliero Alcotra Piter Alpimed Patrim e ai tavoli della governance del progetto PITEM MITO - Dalle Alpi al Mare: la terra dell’Outdoor tra Italia e Francia. Un impegno concreto capace di parlare alle comunità legate alle proprie tradizioni, di simboleggiare quell'Europa che finanzia e supporta processi economici innovativi, sostenibili anche nei territori più piccoli. Un esempio di coesione, collaborazione, partecipazione, rete».\r\n\r\n«Il Parco naturale regionale delle Alpi Liguri - ha sottolineato il Presidente Alessandri - ha una grande vocazione internazionale, una grande voglia di crescere e fare squadra per conservare e sviluppare il territorio. Sono orgoglioso del risultato ottenuto che voglio condividere con tutti i collaboratori e gli uffici del Parco, che ringrazio, e con i colleghi sindaci. Aver conseguito la Carta europea del turismo sostenibile vuol dire offrire una ulteriore garanzia di qualità a turisti e visitatori, considerata la grande attenzione spesa per il turismo che rispetta l’ambiente e le comunità locali».","post_title":"Parco Alpi Liguri, con il riconoscimento della CETS l’ingresso nella rete delle destinazioni sostenibili","post_date":"2022-12-07T09:54:33+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1670406873000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435576","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il tradizionale saluto all'anno che volge al termine dell'Ente nazionale croato per il turismo in Italia questa volta ha i profumi e i sapori della cucina istriana. La regione, una delle più visitate delle Croazia dai turisti sia nazionali sia stranieri, è un territorio ricco di tradizioni, esperienze autentiche e un patrimonio naturale e culturale da scoprire. E la gastronomia riserva più di una sorpresa, fra pregiati vini e olio extravergine di oliva passando dal prosciutto istriano.\r\n\r\nUn 2022 che ha portato con sé \"ottimi risultati\" in termini di arrivi dall'Italia: \"Nei primi 11 mesi l'aumento dei visitatori italiani è stato del 112% per un totale di 920.000 turisti e 4,1 milioni di pernottamenti (l’85% in più rispetto allo stesso periodo del 2021) - ha dichiarato Viviana Vukelić, direttrice dell’ufficio rappresentanza dell’Ente Nazionale Croato per il Turismo in Italia -. Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti, l’anno turistico continua e siamo felici che anche le previsioni per il Natale e Capodanno siano molto buone. I risultati finora raggiunti, confermano che la stagione di quest'anno è stata ben preparata nonostante tutte le sfide\". Numeri che posizionano l'Italia tra i primi dieci mercati di riferimento per gli arrivi turistici in Croazia.\r\n\r\nLo sguardo è però già proiettato al 2023: il Paese punta a posizionarsi sempre più come destinazione turistica sostenibile di alto valore, con una vasta gamma di esperienze autentiche e di alta qualità a diversi segmenti della domanda. Focus su vicinanza, sicurezza, varietà, ma anche un ulteriore sviluppo basato su un approccio sostenibile, ecologico e digitale. Infine, ma non certo per importanza, elemento della promozione 2023 sarà l’ingresso del Paese in Schengen e nella zona euro.\r\n\r\n[gallery ids=\"435588,435586,435585\"]","post_title":"Croazia: «Ottimi risultati dal mercato italiano, tra i primi dieci per numero di arrivi»","post_date":"2022-12-06T14:34:32+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1670337272000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435517","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Riapre il prossimo 25 dicembre dopo un importante intervento di ristrutturazione il 4 stelle Garberhof in Alta Val Venosta. Il restyling ha mirato a creare un ambiente all'insegna di quello che la stessa proprietà definisce un modello di lusso silenzioso. Guidata dal proprietario Klaus Pobitzer, con la collaborazione dell’architetto, nonché amico di famiglia, Thomas Rampp, questa trasformazione ha coinvolto le camere, gli ambienti comuni e l’architettura esterna. Gli spazi abitativi si sono quindi rinnovati nel look, ampliandosi con 23 nuove chiavi, per un'offerta complessiva che ora conta 20 stanze, altrettante suite e due chalet.\r\n\r\nIl giardino esterno si è inoltre arricchito di un laghetto balneare naturale trattato in modo completamente biologico. L’ampia area benessere Mii: Amo, di 2.200 metri quadrati, è cambiata completamente nell’interior design introducendo materiali naturali quali l’argilla, il larice, il legno di abete rosso e rovere, migliorando l’isolamento acustico e arricchendosi di una nuova spaziosa sala relax con accesso al giardino. Vanno ad aggiungersi l’Hamam, tra i più grandi d’Italia e comprensivo di sei diverse aree per il rituale di purificazione, biosauna, sauna finlandese panoramica, docce emozionali, zona esterna con vasca ad acqua fredda, piscina interna ed esterna riscaldata panoramica, area fitness e zona beauty per massaggi e trattamenti con la linea cosmetica sviluppata in esclusiva a base di albicocca Prunus Armaniaca, antico cultivar dell'Alto Adige. Infine il cuore pulsante del Garberhof, il lounge bar 1981 che, oltre a offrire una selezione di 70 etichette di gin (incluso il Felix Luis realizzato in esclusiva per il proprietario Klaus a base di albicocca), si arricchisce di una nuova sala dedicata alle bollicine e una stanza per le degustazioni di vini locali per un’esperienza che si completa con la proposta enogastronomica del ristorante Pobitzer, guidato dallo chef Christian Lechthaler.\r\n\r\nSin dalla sua nascita, il Garberhof ha poi sempre avuto l’amore per la natura circostante tra i suoi principali interessi. Da qui l’intuizione di piantare un vigneto di vitigni autoctoni Souvignier Gris, Solaris e Johanniter nel giardino della struttura, a oltre mille metri di altitudine, che quest’anno è stato vendemmiato per la prima volta con un risultato molto soddisfacente. Anche nella progettazione della struttura l’attenzione all’ambiente è sempre stata alla base della filosofia della famiglia Pobitzer: già dal 1983, solo dopo due anni dall’inaugurazione, il riscaldamento di tutti gli ambienti proviene unicamente dall’utilizzo del cippato; il Garberhof fu tra i primi inval Venosta a utilizzare questo tipo di riscaldamento naturale. Nel corso degli anni, si è quindi aggiunto l’uso del fotovoltaico, da cui oggi proviene il 25% del fabbisogno energetico elettrico ed è già nei progetti della famiglia Pobitzer un nuovo impianto per arrivare al 50%. L’utilizzo di apparecchiature elettriche e luci a basso consumo e un sistema di programmazione e automatismi in grado di utilizzare in modo intelligente l’energia è già attivo all’interno delle camere e in tutta la struttura. Inoltre, l’hotel utilizza la filtrazione e riciclo dell’acqua delle piscine per il riutilizzo come irrigazione nel giardino. La nuova ristrutturazione ha visto coinvolta anche l’architettura esterna: la facciata esposta a sud è stata lavorata con la sabbiatura del legno affinché il complesso possa inserirsi al meglio nel paesaggio alpino circostante; una riqualificazione energetica e un progetto di isolamento della struttura attraverso l’utilizzo del legno sulle facciate esterne ha poi creato elementi di ombreggiamento volti a migliorare la termoregolazione e a favorire la riduzione del calore dovuto all’esposizione solare. L’obiettivo nei prossimi tre anni è quello di ottenere le principali certificazioni ambientali e arrivare a essere sostenibili energeticamente fino al 90%.","post_title":"Riapre a Natale dopo il restyling l'alto-atesino Garberhof con 20 camere in più","post_date":"2022-12-06T12:13:10+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1670328790000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435483","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Trasporto aereo. Il 5G è entrato nell'agenda del settore dell'aviazione europea con un orizzonte pieno di minacce. Le compagnie aeree sono preoccupate per il loro possibile impatto sulla sicurezza delle operazioni in futuro, in linea con le voci di allarme che si sono levate negli Stati Uniti. \r\n\r\nEurocontrol ritiene che l'impatto di questo problema sarà minore in Europa. Tuttavia, il suo direttore generale, Eamonn Brennan, avverte che «potrebbe minacciare la sicurezza aerea e comportare costi finanziari significativi per le compagnie aeree». \r\n\r\n«Un anno di deviazioni causate dall'interruzione delle operazioni 5G nei giorni di scarsa visibilità potrebbe costare alle compagnie aeree e agli aeroporti fino a 180 milioni di euro e interrompere i piani di viaggio fino a 1,2 milioni di passeggeri», avverte. Teme infatti che «se non facciamo nulla, c'è il rischio reale che l'aviazione venga frenata nei prossimi anni, poiché i sistemi attuali troveranno sempre più difficile soddisfare i requisiti operativi».\r\nSforzi coordinati\r\nDi fronte a questo rischio reale, richiede sforzi coordinati e urgenti per modernizzare i sistemi di comunicazione, navigazione e sorveglianza. Con ciò intende evitare una saturazione dei canali che potrebbe ostacolare il passaggio a sistemi più moderni e capaci.\r\n\r\nTra le loro richieste vi sono il miglioramento del filtraggio della banda adiacente, nonché il mantenimento degli standard delle apparecchiature aeronautiche per i sistemi legacy. Allo stesso modo, insistono sulla necessità di raggiungere il giusto equilibrio tra il dispiegamento coordinato di nuovi sistemi radio.","post_title":"Trasporto aereo: incombono le minacce del 5G per la sicurezza","post_date":"2022-12-06T10:53:25+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1670324005000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435423","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Tokyo celebra le imminenti festività con atmosfere dal sapore magico. Meguro e Roppongi, in particolare, si riempiono di illuminazioni suggestive e un mercatino natalizio dai tratti mitteleuropei.\r\nNonostante sia ormai l’apice del kōyō, il foliage autunnale, i sakura lungo il fiume Meguro tornano a essere protagonisti con il Megurogawa Minna no Illumination. Le schiere di ciliegi, che si estendono per circa due chilometri tra le stazioni di Gotanda e Osaki, sembrano rifiorire, illuminate da ben 350 mila luci Led. I sakura sul fiume Meguro diventano uno spettacolo che può essere ammirato fino all’11 gennaio 2023.\r\nAnche Roppongi Hills si veste di luce: come ogni anno, gli alberi di zelkova lungo la via Keiyakizaka si caricano di filari luminosi, creando una cornice intorno alla Tokyo Tower, che appare in fondo alla discesa. La passeggiata per Roppongi Hills può proseguire per Roku-Roku Plaza, per ammirare l’albero di Natale di 8 metri allestito da Cartier, e il Giardino Mohri, che per l’occasione delle feste è avvolto da un oceano sfavillante di illuminazioni blu. Nella vicina O-yane plaza, fino al giorno di Natale, si potranno vivere le atmosfere suggestive dell'Avvento tedesco in un mercatino che ricrea il famoso Weihnachtsmarkt di Stoccarda, il mercatino natalizio più grande del mondo. Durante manifestazione, organizzata da Mori Building Co., Ltd., con il sostegno dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania, dell’Ente Nazionale Germanico per il Turismo e di Goethe-Institut Tokyo, sarà possibile vivere l’esperienza quasi surreale di sorseggiare un buon bicchiere di caldo Glühwein e assaggiare sapori mitteleuropei, rimanendo nel centro di Tokyo.\r\nAttorno al fiume Meguro si sviluppa il quartiere di Nakameguro che, non lontano dalle zone trendy di Daikan’yama e Ebisu, ospita una miriade di caffè e ristoranti alla moda e il Nakameguro Koukashita, una galleria di negozi sotto i binari ferroviari. Roppongi Hills è invece l’area che si sviluppa attorno alla Mori Tower, con il Mori Art Museum, imperdibile per gli amanti dell’arte contemporanea,  e il Tokyo City View, da cui si può godere di una vista mozzafiato di tutta la città, anche di sera.","post_title":"Tokyo: il fascino e la magia delle festività natalizie avvolgono l'intera metropoli","post_date":"2022-12-05T12:01:23+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1670241683000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435417","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Ha preso il via nel weekend il nuovo collegamento tra Milano Malpensa e Jeddah targato Wizz Air, che viene operato due volte alla settimana. La tratta rientra nel più ampio network - ben 23 rotte - che la low cost ha annunciato verso l'Arabia Saudita, a conferma dell'impegno della compagnia nel sostenere il settore turistico in crescita del Paese, portando oltre un milione di passeggeri nel Regno. Nell'aprile 2023, Wizz Air inaugurerà voli da Milano Malpensa verso Riyadh. La crescente presenza di Wizz Air è in linea con il programma del regno saudita, Vision 2030, che mira a triplicare il traffico passeggeri in Arabia entro il 2030.\r\n\r\n\"Con questa nuova rotta Wizz Air conferma ancora una volta il suo impegno verso l’Arabia Saudita, dove continuerà a innovare e a portare avanti la bandiera del volo low cost a beneficio dei residenti e dei visitatori sauditi e dell'economia in via di diversificazione del Paese” ha dichiarato Daria Sergeeva, corporate communications manager della low cost.\r\n\r\n\"L’apertura  della rotta per Gedda, e il previsto lancio del volo per Riyadh ad aprile, segnano una tappa importante nella partnership tra Sea e Wizz Air che grazie agli sviluppi annunciati del network vede migliorata la connettività internazionale dello scalo - ha sottolineato Andrea Tucci, vice president Aviation Business Development di Sea -. Siamo contenti di essere il primo aeroporto italiano che Wizz Air ha scelto per aprire questa rotta, la 28esima destinazione operata dalla compagnia dall'aeroporto di Malpensa: una testimonianza di sviluppo della sua presenza a Milano, che porta a un’ulteriore crescita economica oltre che a collegare la città e il Nord Italia con i Paesi turistici e le destinazioni business ancora da scoprire.”\r\n\r\nFahd Hamidaddin, ceo e membro del cda del Saudi Tourism Authority, ha concluso: “L’Arabia Saudita è la più grande nuova destinazione al mondo, inesplorata, unica e inaspettata. L'offerta turistica saudita è incomparabile, per ampiezza e diversità, dalla natura incontaminata, ai diversi paesaggi, alla ricca cultura, all'offerta di intrattenimento in rapida espansione e all'autentica ospitalità araba\".","post_title":"Wizz Air ha aperto il volo Milano Malpensa-Jeddah. Da aprile si volerà anche a Riyadh","post_date":"2022-12-05T11:24:31+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1670239471000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435347","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_435348\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Torsten Weihrich[/caption]\r\n\r\nSi rafforza il team executive del gruppo Numa che vede l'ingresso in azienda di Torsten Weihrich e Nick Abrahams rispettivamente nei ruoli di chief financial officer e chief revenue officer della compagnia. Negli ultimi tempi, Torsten Weihrich, 51 anni, ha ricoperto il ruolo di cfo presso aziende in rapida crescita nei settori media, e-commerce e venture capital. Tra le altre cose è stato infatti chief financial officerpresso Vitafy, ceo S&L Medien Group e ancora cgo rispettivamente presso Rtv Family Entertainment e BayTech Venture Capital. Ha anche lavorato per la casa automobilistica Bmw e la società di consulenza Roland Berger.\r\n\r\nNick Abrahams, 42 anni, è stato invece impiegato come esperto di strategia per più di 17 anni con una vasta esperienza alla guida di team importanti nel settore tecnologico. Di recente è stato vice presidente pricing e marketplace presso Sennder Technologies. In precedenza, ha trascorso quasi cinque anni in vari ruoli di manager presso Uber. Ha guidato poi la strategia di Flutter Plc ed è stato responsabile della divisione eGaming per le società dello stesso gruppo Flutter.\r\n\r\nTorsten commenta il suo nuovo ruolo:\r\n\r\n[caption id=\"attachment_435349\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Nick Abrahams[/caption]\r\n\r\n\"Numa diventerà una delle aziende più importanti del mercato europeo dell’ospitalità - commenta Weihrich -. Il gruppo sta definendo nuovi standard per questo mercato enorme e frammentato, con soluzioni guidate dalla tecnologia. Sono molto contento di contribuire dal punto di vista strategico e operativo. Apporterò la mia esperienza e il mio know-how all’ambizioso percorso di crescita, insieme all’intero team finanziario\". \"Negli ultimi 17 anni ho ricoperto ruoli primari in diversi ambiti - aggiunge Abrahams -: strategia, analisi, ricerca, pricing e prodotto, presso diverse aziende leader. Numa adotta un approccio innovativo, guidato dalla tecnologia, in un settore che è maturo per il cambiamento. Non vedo l’ora di portare la mia esperienza per aiutare il gruppo a realizzare i suoi ambiziosi piani di crescita nei prossimi anni\".","post_title":"Torsten Weihrich e Nick Abrahams nuovi cfo e cro del gruppo Numa","post_date":"2022-12-05T09:20:31+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1670232031000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435178","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_435179\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Un particolare di un appartamento Numa Fiore a Firenze[/caption]\r\n\r\nProsegue l'espansione in Italia del gruppo Numa, che aggiunge 58 boutique apartment a Firenze e Roma al proprio portfolio tricolore. Nel capoluogo toscano, in particolare, dopo il Vita e il Rodo arriva Numa Fiore, situato nel quartiere turistico di San Giovanni, a pochi minuti a piedi da piazza della Signoria. A Roma invece è stata firmata una serie di accordi per un altro complesso di boutique apartment in zona stazione Termini da inaugurarsi nell'estate 2023 fa seguito all'apertura del Numa Vici di piazza Venezia dello scorso marzo.\r\n\r\n“Con l’apertura di altre due nuove proprietà in Italia, stiamo portando avanti la nostra strategia di espansione. La Penisola ospita il maggior numero di siti patrimonio Unesco al mondo ed è una calamita turistica in Europa - racconta il director real estate expansion di Numa Italia, Gabriel Coen -. Per noi è uno dei mercati più importanti del futuro e il nostro modello, con i nostri eleganti boutique apartment, si adatta perfettamente alle caratteristiche del mercato nazionale. Siamo quindi alla ricerca di ulteriori proprietà in posizioni strategiche a Roma, Milano e Firenze, già per il prossimo anno”.","post_title":"Gruppo Numa: in arrivo altri 58 boutique apartment tra Firenze e Roma","post_date":"2022-12-01T09:30:37+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1669887037000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti