21 September 2021

Il Tar del Lazio boccia il ricorso Ryanair su gratuità posti vicini per genitori e minori

[ 0 ]

ryanairNessun costo aggiuntivo per l’assegnazione del posto in aereo vicino tra genitori e/o accompagnatori di minori o disabili: il Tar del Lazio in un’ordinanza ha respinto le richieste mosse da Ryanair, dopo la pubblicazione nel luglio scorso del nuovo Regolamento tecnico dell’Enac per l’assegnazione dei posti a sedere dei minori (da 2 a 12 anni) dei disabili e delle persone a ridotta mobilità vicino ai genitori e/o accompagnatori.

“Accogliamo con soddisfazione la pronuncia del Tar – dichiara in una nota il presidente dell’Enac Pierluigi Di Palma – afferma ciò per cui l’Enac si batte da sempre, ovvero la centralità del passeggero all’interno del sistema dell’aviazione civile, la tutela della qualità del viaggio, la garanzia dei diritti dei viaggiatori e della sicurezza del volo. Un ringraziamento particolare anche al Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, che aveva da subito sostenuto il provvedimento riconoscendone il valore a favore dei soggetti più fragili e del diritto alla mobilità”. 

Per correttezza, prosegue la nota dell’ente, “Enac ha voluto specificare che Ryanair, durante l’incontro deIl’8 settembre 2021 con Michael O’Leary, formalizzato con nota del 10 settembre u.s., ha ribadito che Ryanair continua a conformarsi alla Disposizione Enac rimborsando il costo per il posto a sedere dell’adulto accompagnatore del bambino minorenne/disabile, ma ha, altresì, espresso la volontà di continuare nel corso del giudizio, avendo la pratica del “surcharge” solo una dimensione commerciale non censurabile da Enac.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti