5 February 2023

Swiss da record: 16,5 milioni di passeggeri nel 2016

[ 0 ]

Bombardier_CSeries_CS100_in_Swiss_livery_at_PAS15Swiss ha chiuso il 2016 con un record in termini di passeggeri trasportati: 16,5 milioni, pari ad una crescita dell’1,3% rispetto al dato già da primato dell’anno precedente. Il numero dei voli è salito dello 0,5% a quasi 146.000, di cui 127.000 in Europa (+0,3%) e quasi 19.000 sulle rotte intercontinentali (+2,1%). Il load factor è diminuito all’81,3% (-2,1 punti): la flessione ha interessato sia il corto (-2,1 punti al 76,4%) sia il lungo raggio (-2,2 punti all’83,4%). Nel settore merci il coefficiente di carico è sceso di 0,7 punti al 75,2%. Nel solo mese dicembre i passeggeri sono aumentati (su base annua) del 5,7% a 1,3 milioni, mentre sono scesi i voli (-1,7% a 11’000). L’occupazione è quindi migliorata, salendo all’80,5% (+1 punto percentuale). I risultati finanziari dell’anno saranno comunicati il prossimo 16 marzo.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438653 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_438654" align="alignleft" width="300"] Il Fehmarnbelt[/caption] La Danimarca e la Germania saranno presto collegate da un tunnel sottomarino lungo 18 chilometri. Il Fehmarnbelt sarà il tunnel ferroviario e stradale più lungo al mondo quando sarà completato nel 2029. Questo progetto da 10 miliardi di euro collegherà Rødbyhavn sull'isola danese di Lolland e Puttgarden nel nord della Germania e avrà due autostrade a doppia corsia e due binari elettrificati. Ottimizzazione del tragitto Il viaggio attraverso di esso richiederà sette minuti in treno e 10 minuti in auto, evitando una deviazione di 160 chilometri attraverso il territorio danese. I tempi di viaggio in treno da Amburgo a Copenaghen in saranno ridotti da circa cinque ore a meno di tre. Un collegamento stradale sostituirà un servizio di traghetti incredibilmente trafficato che trasporta milioni di passeggeri all'anno. La Danimarca prevede inoltre di costruire linee ferroviarie elettriche ad alta velocità. L'idea di collegare la Germania alla Danimarca con un tunnel non è nuova. Dopo 10 anni di progettazione, la costruzione è iniziata nel 2020 sul lato danese e poi nel 2021 sul lato tedesco. Il tunnel costerà complessivamente 10 miliardi di euro, con un contributo di 1,1 miliardi di euro da parte dell'UE. [post_title] => Danimarca e Germania collegate con un progetto da 10 miliardi  [post_date] => 2023-02-03T12:46:37+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675428397000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438596 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si è svolta presso lo stabilimento di Ancona la cerimonia di varo della Seven Seas Grandeur, terza nave da crociera che Fincantieri realizzerà per Regent Seven Seas Cruises, brand di lusso del gruppo Norwegian Cruise Line Holdings. La consegna è prevista per novembre 2023. Come le prime due unità della sua classe, l'unità avrà 55.500 tonnellate di stazza lorda e potrà ospitare a bordo 746 passeggeri, con un rapporto personale-ospiti tra i più alti del settore. Sarà inoltre costruita adottando le più avanzate tecnologie in tema di protezione ambientale. L’allestimento sarà particolarmente ricercato, con una grande attenzione all’esperienza a bordo dei passeggeri. Oltre a Regent, a cui Fincantieri ha consegnato la Seven Seas Explorer (2016) e la Seven Seas Splendor (2020), fanno parte del gruppo anche i marchi Norwegian Cruise Line (Ncl), che riceverà da Fincantieri altre cinque unità della classe Prima, e Oceania Cruises, per cui l'azienda italiana ha in portafoglio due navi di nuova generazione che daranno avvio alla classe Allura. [post_title] => Varata negli stabilimenti Fincantieri di Ancona la Seven Seas Grandeur [post_date] => 2023-02-03T10:00:05+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675418405000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438532 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Hong Kong ha lanciato una nuova campagna di promozione globale - 'Hello, Hong Kong' - che prevede la distribuzione gratuita di 500.000 biglietti aerei nell'intento di attrarre un maggior numero di visitatori. Il leader della città John Lee ha dichiarato che si tratta "probabilmente del più grande benvenuto del mondo".  La maggior parte dei biglietti - per un valore di 2 miliardi di dollari di Hong Kong (210 milioni di sterline) - verrà offerta gratuitamente da tre compagnie aeree (Cathay Pacific Airways, la divisione low cost HK Express e Hong Kong Airlines International Holdings) attraverso varie attività promozionali, ha sottolineato Fred Lam, amministratore delegato dell'Autorità aeroportuale della città. L'offerta prenderà il via all'inizio di marzo e durerà sei mesi durante i quali ci saranno diversi modi per vincere i biglietti, come dalla lotteria agli acquisti due per uno. "Crediamo che l'iniziativa possa contribuire a portare a Hong Kong oltre 1,5 milioni di visitatori" ha dichiarato Lam. Le compagnie aeree distribuiranno i biglietti in fasi successive, con i mercati del Sud-est asiatico che ne beneficeranno per primi. Altri 80.000 biglietti aerei saranno regalati ai residenti di Hong Kong durante l'estate. Il governo sta cercando di rilanciare l'economia e di ricostruire l'immagine globale di Hong Kong, penalizzata dagli eventi del 2019, dall'imposizione di severe leggi sulla sicurezza nel 2020 e dai tre anni di isolamento autoimposto durante la pandemia. Il prodotto interno lordo si è ridotto del 3,5% lo scorso anno, la terza contrazione in quattro anni. Secondo l'ente del turismo, nel 2022 Hong Kong ha accolto circa 605.000 visitatori grazie alla progressiva riduzione delle restrizioni Covid, rispetto ai 91.000 del 2021. Il dato si confronta con i quasi 56 milioni del 2019, prima dell'arrivo della pandemia. [post_title] => 'Hello, Hong Kong': 500.000 biglietti aerei gratuiti per attrarre visitatori nella città [post_date] => 2023-02-02T12:49:57+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675342197000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438423 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cambio al vertice di Brussels Airlines: l'attuale ceo, Peter Gerber, si è dimesso ieri e lascerà il Gruppo Lufthansa. Gerber ha guidato la compagnia aerea belga dal 1° marzo 2021, oltre a ricoprire la posizione di rappresentante capo del Gruppo Lufthansa per gli affari europei. Ad assumere la guida della compagnia, ad interim, è Christina Foerster, membro del Comitato esecutivo del Gruppo Lufthansa e già chief commercial officer di Brussels Airlines (dal 2016) e ceo tra il 2018 e il 2020.  Peter Gerber ha iniziato la sua carriera nel Gruppo Lufthansa nel 1992 e dal 1997 in poi è stato responsabile dell'area Group Accounting, Fees and Charges. Tra il 2001 e il 2004, Gerber è stato il project manager responsabile del programma "D-Check" a livello di gruppo per la salvaguardia degli utili. In seguito ha assunto responsabilità nell'ambito della politica di contrattazione collettiva e della sicurezza sociale del Gruppo Lufthansa. Nel giugno 2009, Gerber è stato nominato membro del Comitato esecutivo di Lufthansa Cargo AG e responsabile delle Finanze e delle Risorse umane. Nel giugno 2012 Gerber è passato al Comitato esecutivo di Lufthansa Passage Airlines ed è stato responsabile delle Risorse umane, dell'IT e dei Servizi. Da maggio 2014, Peter Gerber è presidente del Comitato esecutivo di Lufthansa Cargo AG. [post_title] => Brussels Airlines, Gerber lascia e Christina Foerster è la nuova ceo ad interim [post_date] => 2023-02-01T11:07:05+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675249625000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438343 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Gli aeroporti di Bari e Brindisi hanno chiuso il 2022 con oltre 9 milioni di passeggeri (6.190,490 a Bari e 3.058.999 a Brindisi); nel dettaglio 9.249.489, con un incremento del 12,45% rispetto a quanto registrato nel 2019. Su base annua il traffico di linea nazionale, tra Bari e Brindisi, è cresciuto del +17,06%; quello di linea internazionale ha segnato un +8,12% rispetto al 2019. L’aeroporto di Bari ha superato un traguardo storico: nel 2022, infatti, i passeggeri in arrivo e partenza sono stati 6.190.490, il +11,91% rispetto al totale 2019. Di questi 3.503.774 (+16,57%) si riferiscono ai voli di linea internazionali. Eccellente anche il dato di Brindisi dove nel 2022 i passeggeri sono stati 3.058.999, il +13,56% rispetto al 2019. Di questi 2.290.634, cioè il 17,81%, in più rispetto al 2019, si riferiscono ai voli di linea nazionale. A questi si aggiungono i circa 7.100 passeggeri in arrivo e partenza da Foggia dall’avvio dei voli di linea dal mese di ottobre. “Un dato inaspettato, ma al tempo stesso straordinario - ha commentato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile -. Questi numeri da record, secondo le previsioni, avremmo dovuto raggiungerli nel 2026. Invece siamo andati al di là delle aspettative, grazie al lavoro di tutta la squadra di AdP, della Regione Puglia e all’avvio di nuove rotte. Lavoriamo costantemente per migliorare e accrescere il network delle rotte nazionali e internazionali e per offrire maggiori e migliori servizi ai passeggeri in transito nei nostri aeroporti. E il nostro impegno è stato premiato attraverso il raggiungimento di indici di crescita superiori alla media registrata dal sistema aeroportuale nazionale”. [post_title] => Bari e Brindisi: traffico passeggeri 2022 a più 12,45% rispetto al 2019 [post_date] => 2023-02-01T09:15:43+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675242943000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438308 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Performance positive per i Caraibi che nel 2022 sono stati protagonisti di un ritorno significativo dei flussi turistici. Dal Messico alla Colombia passando per  Repubblica Dominicana e Porto Rico. In Messico, che accoglie quasi la metà di tutti i visitatori internazionali in America Latina, secondo le società di consulenza Statista e Latinometrics, lo stato sudorientale di Quintana Roo ha stabilito un record l'anno scorso con oltre 30 milioni di arrivi all'aeroporto di Cancun. La Repubblica Dominicana ha chiuso il 2022 con il record di 7,1 milioni di turisti in aereo e 1,3 milioni sulle navi da crociera, superando il livello pre-pandemia, tanto da guadagnarsi un riconoscimento da parte dell'Unwto per la ripresa turistica "esemplare". Un 2022 record anche per Porto Rico almeno in termini di persone impiegate nel settore turistico (più di 91.000), nonché per quanto riguarda i ricavi da alloggi (1,6 miliardi di dollari) e i passeggeri transitati dall'aeroporto internazionale dell'isola (più di 10 milioni). "Il 2022 è stato un anno molto positivo, che ha superato il 2021, che fino a quel momento era stato l'anno migliore nella storia di Porto Rico in termini di turismo", ha dichiarato a EFE Ricardo Cortes, direttore degli Affari Pubblici dell'organizzazione ufficiale di promozione turistica Discover Puerto Rico. La Colombia ha infine centrato una ripresa quasi totale, con oltre 3,5 milioni di viaggiatori internazionali che hanno visitato il Paese tra gennaio e ottobre 2022, pari ad una crescita del 145,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Se confrontati con gli stessi mesi del 2019, l'anno precedente alla pandemia, i dati per il 2022 mostrano una ripresa del 98,6%. [post_title] => La rincorsa dei Caraibi, dalla Repubblica Dominicana alla Colombia [post_date] => 2023-01-31T10:39:58+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675161598000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438292 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Gli aeroporti italiani hanno centrato una ripresa importante nel 2022, con 164,6 milioni di passeggeri, pari all'85% del dato 2019 e più del doppio rispetto al 2021, anno ancora segnato della pandemia e dalle restrizioni alla circolazione. A trainare la ripresa del traffico aereo, come si evince dall'analisi di Assaeroporti, sono stati gli aeroporti medi e piccoli, molti dei quali hanno messo a segno performance eccellenti, superando i livelli del 2019. Tra questi spiccano gli scali di Milano Linate, Bari, Palermo e Napoli per la fascia tra i 5 e i 15 milioni di passeggeri; gli aeroporti di Brindisi, Alghero, Olbia e Torino per la categoria tra 1 e 5 milioni di passeggeri; gli scali di Foggia, Bolzano, Trapani, Grosseto, Cuneo, Perugia, Parma, Taranto, Lampedusa, Comiso, Pescara e Crotone per la classe con meno di 1 milione di passeggeri annui. Proprio il dettaglio dei piccoli scali, con meno di un milione di passeggeri, mostra un vero e proprio boom di traffico: +1.721% per Foggia; + 513,9% per Bolzano; + 116,7 per Trapani; +81,6% per Grosseto e +73,4% per Cuneo. A livello geografico, il 2022 ha premiato gli aeroporti del Sud Italia: oltre a Milano Linate, infatti, Palermo, Bari e Napoli sono gli unici tra i dieci aeroporti di maggiori dimensioni in Italia ad aver registrato un incremento rispetto al 2019. Bari ha segnato una crescita dell'11,9%, con 6,205 milioni di passeggeri; Palermo ha registrato un aumento dell'1,4%, a quota 7,117 milioni. Milano Linate ha avuto un'impennata del 17,5%, a quota 7,719 milioni. La top ten 2022 è dunque la seguente: Roma Fiumicino con 29.360.613, Milano Malpensa con 21.347.652, Milano Bergamo con 13.155.806, Napoli con 10.918.234, Catania con 10.099.441, Venezia con 9.319.156, Bologna con 8.496.000, Milano Linate con 7.719.977, Palermo con 7.117.822 e Bari con 6.205.461. Gli aeroporti con un traffico superiore ai 15 milioni di passeggeri sono caratterizzati da tassi di incremento meno marcati, penalizzati dal recupero più tardivo del lungo raggio: "Il divario sul 2019 - spiega la nota di Assaeroporti - è attribuibile principalmente al segmento intercontinentale che, dopo due anni di pandemia, ha ricominciato a crescere in maniera strutturale solo a partire dai mesi estivi del 2022”. Il recupero del traffico durante il 2022, rispetto ai 193 milioni di passeggeri pre-Covid, è stato progressivo: il gap si è ridotto passando dal -39% del primo trimestre al -12% del secondo, fino al record dei mesi estivi, -7%, seguito dal -9% degli ultimi tre mesi dell'anno. [post_title] => Aeroporti italiani: traffico raddoppiato nel 2022. Exploit dei piccoli scali [post_date] => 2023-01-31T09:48:00+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675158480000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438195 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volano alti gli utili di Ryanair nel terzo trimestre dell'esercizio 2022-23: nei tre mesi chiusi lo scorso 31 dicembre la low cost ha riportato un utile di 211 milioni di euro rispetto al dato pre-Covid dello stesso periodo di 88 milioni di euro. Ryanair ha sottolineato in una nota che la forte domanda di viaggi repressa durante le festività natalizie e di ottobre (senza alcun impatto negativo da Covid o dalla guerra in Ucraina) ha stimolato traffico e tariffe elevate in tutti i mercati.  "Ryanair si è assicurata forti guadagni di quote di mercato nei principali mercati dell'Unione europea poiché abbiamo gestito il 112% della nostra capacità pre-Covid durante i primi 9 mesi dell'anno fiscale - ha affermato il ceo del gruppo, Michael O'Leary - Le crescite più significative di market share sono state in Italia (dal 26% al 40%), Polonia (dal 27% al 38%), Irlanda (dal 49% al 58%) e Spagna (dal 21% al 23%)". "Con i turisti asiatici che stanno tornando e un forte dollaro Usa che incoraggia gli americani a viaggiare in Europa, stiamo assistendo a una forte domanda di voli per la Pasqua e l'estate 2023", ha aggiunto. Ryanair si aspetta ancora di trasportare 168 milioni di passeggeri nell'anno fiscale fino al 31 marzo, ben al di sopra del precedente record annuale di 149 milioni raggiunto prima della pandemia. Allo stesso modo la low cost ha confermato le stime al rialzo per i profitti dell'intero esercizio, che saranno compresi tra 1,325-1,425 miliardi di euro (precedentemente 1,00-1,20 miliardi). [post_title] => Ryanair da record nel terzo trimestre. Domanda robusta per Pasqua ed estate [post_date] => 2023-01-30T08:41:08+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675068068000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438092 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_438093" align="alignleft" width="300"] Grotte di Frasassi[/caption] Il 2022 si certifica un anno da record per le Grotte di Frasassi. Alla partenza del nuovo anno il Consorzio Grotte di Frasassi fa un primo bilancio con fatturati che superano quelli del 2019, anno pre covid, e con un afflusso di circa 270.000 visitatori che riconferma il primato delle Grotte di Frasassi come uno dei siti naturalistici tra i più visitati e apprezzati d’Italia. “Numeri importanti che con soddisfazione premiano il nostro impegno - Ha dichiarato il Sindaco di Genga Marco Filipponi- Grazie ad un attento piano di marketing, studiato per rilanciare l’area dopo i difficili anni della pandemia che ha visto la pianificazione di azioni strategiche di promozione e l’organizzazione di grandi eventi con una forte risonanza nazionale ed internazionale, oggi le Grotte con un aumento degli afflussi sia dei visitatori italiani che stranieri, si riconfermano tra i siti naturalistici più visitati d’Italia.” A partire dai festeggiamenti del 50° Anniversario della scoperta delle Grotte di Frasassi che ha visto protagonisti di un concerto andato in onda su Rai 1 e testimonial del sito carsico i tre celebri tenori Piero Gianluca e Ignazio de Il Volo nel docufilm diretto dal Maestro Vittorio Storaro. Un messaggio di pace Nella Pasqua 2022, le Grotte di Frasassi, hanno lanciato un forte messaggio di pace con la suggestiva proiezione di Armondo Linus Acosta   “The last supper. The living tableau” ispirato all’ “Ultima Cena” di Leonardo Da Vinci e realizzato con i tre grandi maestri della cinematografia mondiale vincitori di Premi Oscar: Vittorio Storaro, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo. Per quanto riguarda l’offerta alle scuole, il 2022 ha visto il Consorzio Grotte di Frasassi impegnato nell’implementazione dei prodotti didattici elaborati appositamente per gli studenti, di secondarie e superiori. Grazie alla convenzione stipulata con la Sezione di Geologia dell’Università di Camerino il Consorzio Grotte di Frasassi ha creato a Genga un hub internazionale di ricerca in ambito geologico che ha coinvolto gli studenti di istituti ed università di tutto il mondo. Tra le altre iniziative di partnership ricordiamo l’accordo siglato con Trenitalia per la promozione integrata e sostenibile del territorio che ha garantito ai visitatori oltre al trasporto diretto e facilitato davanti alla biglietteria delle Grotte di Frasassi anche uno sconto speciale nel biglietto d’ingresso.     [post_title] => Grotte di Frasassi: 270 mila visitatori nel 2022. Superato il 2019 [post_date] => 2023-01-27T12:07:43+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674821263000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "swiss da record 165 milioni di passeggeri nel 2016" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":37,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":794,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438653","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_438654\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il Fehmarnbelt[/caption]\r\n\r\nLa Danimarca e la Germania saranno presto collegate da un tunnel sottomarino lungo 18 chilometri. Il Fehmarnbelt sarà il tunnel ferroviario e stradale più lungo al mondo quando sarà completato nel 2029.\r\n\r\nQuesto progetto da 10 miliardi di euro collegherà Rødbyhavn sull'isola danese di Lolland e Puttgarden nel nord della Germania e avrà due autostrade a doppia corsia e due binari elettrificati.\r\nOttimizzazione del tragitto\r\nIl viaggio attraverso di esso richiederà sette minuti in treno e 10 minuti in auto, evitando una deviazione di 160 chilometri attraverso il territorio danese. I tempi di viaggio in treno da Amburgo a Copenaghen in saranno ridotti da circa cinque ore a meno di tre. Un collegamento stradale sostituirà un servizio di traghetti incredibilmente trafficato che trasporta milioni di passeggeri all'anno.\r\n\r\nLa Danimarca prevede inoltre di costruire linee ferroviarie elettriche ad alta velocità. L'idea di collegare la Germania alla Danimarca con un tunnel non è nuova. Dopo 10 anni di progettazione, la costruzione è iniziata nel 2020 sul lato danese e poi nel 2021 sul lato tedesco.\r\n\r\nIl tunnel costerà complessivamente 10 miliardi di euro, con un contributo di 1,1 miliardi di euro da parte dell'UE.","post_title":"Danimarca e Germania collegate con un progetto da 10 miliardi ","post_date":"2023-02-03T12:46:37+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1675428397000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438596","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si è svolta presso lo stabilimento di Ancona la cerimonia di varo della Seven Seas Grandeur, terza nave da crociera che Fincantieri realizzerà per Regent Seven Seas Cruises, brand di lusso del gruppo Norwegian Cruise Line Holdings. La consegna è prevista per novembre 2023.\r\n\r\nCome le prime due unità della sua classe, l'unità avrà 55.500 tonnellate di stazza lorda e potrà ospitare a bordo 746 passeggeri, con un rapporto personale-ospiti tra i più alti del settore. Sarà inoltre costruita adottando le più avanzate tecnologie in tema di protezione ambientale. L’allestimento sarà particolarmente ricercato, con una grande attenzione all’esperienza a bordo dei passeggeri.\r\n\r\nOltre a Regent, a cui Fincantieri ha consegnato la Seven Seas Explorer (2016) e la Seven Seas Splendor (2020), fanno parte del gruppo anche i marchi Norwegian Cruise Line (Ncl), che riceverà da Fincantieri altre cinque unità della classe Prima, e Oceania Cruises, per cui l'azienda italiana ha in portafoglio due navi di nuova generazione che daranno avvio alla classe Allura.","post_title":"Varata negli stabilimenti Fincantieri di Ancona la Seven Seas Grandeur","post_date":"2023-02-03T10:00:05+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1675418405000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438532","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Hong Kong ha lanciato una nuova campagna di promozione globale - 'Hello, Hong Kong' - che prevede la distribuzione gratuita di 500.000 biglietti aerei nell'intento di attrarre un maggior numero di visitatori. Il leader della città John Lee ha dichiarato che si tratta \"probabilmente del più grande benvenuto del mondo\". \r\n\r\nLa maggior parte dei biglietti - per un valore di 2 miliardi di dollari di Hong Kong (210 milioni di sterline) - verrà offerta gratuitamente da tre compagnie aeree (Cathay Pacific Airways, la divisione low cost HK Express e Hong Kong Airlines International Holdings) attraverso varie attività promozionali, ha sottolineato Fred Lam, amministratore delegato dell'Autorità aeroportuale della città. L'offerta prenderà il via all'inizio di marzo e durerà sei mesi durante i quali ci saranno diversi modi per vincere i biglietti, come dalla lotteria agli acquisti due per uno.\r\n\r\n\"Crediamo che l'iniziativa possa contribuire a portare a Hong Kong oltre 1,5 milioni di visitatori\" ha dichiarato Lam. Le compagnie aeree distribuiranno i biglietti in fasi successive, con i mercati del Sud-est asiatico che ne beneficeranno per primi. Altri 80.000 biglietti aerei saranno regalati ai residenti di Hong Kong durante l'estate.\r\n\r\nIl governo sta cercando di rilanciare l'economia e di ricostruire l'immagine globale di Hong Kong, penalizzata dagli eventi del 2019, dall'imposizione di severe leggi sulla sicurezza nel 2020 e dai tre anni di isolamento autoimposto durante la pandemia. Il prodotto interno lordo si è ridotto del 3,5% lo scorso anno, la terza contrazione in quattro anni.\r\n\r\nSecondo l'ente del turismo, nel 2022 Hong Kong ha accolto circa 605.000 visitatori grazie alla progressiva riduzione delle restrizioni Covid, rispetto ai 91.000 del 2021. Il dato si confronta con i quasi 56 milioni del 2019, prima dell'arrivo della pandemia.","post_title":"'Hello, Hong Kong': 500.000 biglietti aerei gratuiti per attrarre visitatori nella città","post_date":"2023-02-02T12:49:57+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1675342197000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438423","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Cambio al vertice di Brussels Airlines: l'attuale ceo, Peter Gerber, si è dimesso ieri e lascerà il Gruppo Lufthansa. Gerber ha guidato la compagnia aerea belga dal 1° marzo 2021, oltre a ricoprire la posizione di rappresentante capo del Gruppo Lufthansa per gli affari europei.\r\n\r\nAd assumere la guida della compagnia, ad interim, è Christina Foerster, membro del Comitato esecutivo del Gruppo Lufthansa e già chief commercial officer di Brussels Airlines (dal 2016) e ceo tra il 2018 e il 2020. \r\n\r\nPeter Gerber ha iniziato la sua carriera nel Gruppo Lufthansa nel 1992 e dal 1997 in poi è stato responsabile dell'area Group Accounting, Fees and Charges. Tra il 2001 e il 2004, Gerber è stato il project manager responsabile del programma \"D-Check\" a livello di gruppo per la salvaguardia degli utili. In seguito ha assunto responsabilità nell'ambito della politica di contrattazione collettiva e della sicurezza sociale del Gruppo Lufthansa. Nel giugno 2009, Gerber è stato nominato membro del Comitato esecutivo di Lufthansa Cargo AG e responsabile delle Finanze e delle Risorse umane. Nel giugno 2012 Gerber è passato al Comitato esecutivo di Lufthansa Passage Airlines ed è stato responsabile delle Risorse umane, dell'IT e dei Servizi. Da maggio 2014, Peter Gerber è presidente del Comitato esecutivo di Lufthansa Cargo AG.","post_title":"Brussels Airlines, Gerber lascia e Christina Foerster è la nuova ceo ad interim","post_date":"2023-02-01T11:07:05+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675249625000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438343","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Gli aeroporti di Bari e Brindisi hanno chiuso il 2022 con oltre 9 milioni di passeggeri (6.190,490 a Bari e 3.058.999 a Brindisi); nel dettaglio 9.249.489, con un incremento del 12,45% rispetto a quanto registrato nel 2019. Su base annua il traffico di linea nazionale, tra Bari e Brindisi, è cresciuto del +17,06%; quello di linea internazionale ha segnato un +8,12% rispetto al 2019.\r\n\r\nL’aeroporto di Bari ha superato un traguardo storico: nel 2022, infatti, i passeggeri in arrivo e partenza sono stati 6.190.490, il +11,91% rispetto al totale 2019. Di questi 3.503.774 (+16,57%) si riferiscono ai voli di linea internazionali. Eccellente anche il dato di Brindisi dove nel 2022 i passeggeri sono stati 3.058.999, il +13,56% rispetto al 2019. Di questi 2.290.634, cioè il 17,81%, in più rispetto al 2019, si riferiscono ai voli di linea nazionale.\r\n\r\nA questi si aggiungono i circa 7.100 passeggeri in arrivo e partenza da Foggia dall’avvio dei voli di linea dal mese di ottobre.\r\n\r\n“Un dato inaspettato, ma al tempo stesso straordinario - ha commentato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile -. Questi numeri da record, secondo le previsioni, avremmo dovuto raggiungerli nel 2026. Invece siamo andati al di là delle aspettative, grazie al lavoro di tutta la squadra di AdP, della Regione Puglia e all’avvio di nuove rotte. Lavoriamo costantemente per migliorare e accrescere il network delle rotte nazionali e internazionali e per offrire maggiori e migliori servizi ai passeggeri in transito nei nostri aeroporti. E il nostro impegno è stato premiato attraverso il raggiungimento di indici di crescita superiori alla media registrata dal sistema aeroportuale nazionale”.","post_title":"Bari e Brindisi: traffico passeggeri 2022 a più 12,45% rispetto al 2019","post_date":"2023-02-01T09:15:43+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675242943000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438308","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Performance positive per i Caraibi che nel 2022 sono stati protagonisti di un ritorno significativo dei flussi turistici. Dal Messico alla Colombia passando per  Repubblica Dominicana e Porto Rico.\r\n\r\nIn Messico, che accoglie quasi la metà di tutti i visitatori internazionali in America Latina, secondo le società di consulenza Statista e Latinometrics, lo stato sudorientale di Quintana Roo ha stabilito un record l'anno scorso con oltre 30 milioni di arrivi all'aeroporto di Cancun.\r\nLa Repubblica Dominicana ha chiuso il 2022 con il record di 7,1 milioni di turisti in aereo e 1,3 milioni sulle navi da crociera, superando il livello pre-pandemia, tanto da guadagnarsi un riconoscimento da parte dell'Unwto per la ripresa turistica \"esemplare\".\r\n\r\nUn 2022 record anche per Porto Rico almeno in termini di persone impiegate nel settore turistico (più di 91.000), nonché per quanto riguarda i ricavi da alloggi (1,6 miliardi di dollari) e i passeggeri transitati dall'aeroporto internazionale dell'isola (più di 10 milioni). \"Il 2022 è stato un anno molto positivo, che ha superato il 2021, che fino a quel momento era stato l'anno migliore nella storia di Porto Rico in termini di turismo\", ha dichiarato a EFE Ricardo Cortes, direttore degli Affari Pubblici dell'organizzazione ufficiale di promozione turistica Discover Puerto Rico.\r\n\r\nLa Colombia ha infine centrato una ripresa quasi totale, con oltre 3,5 milioni di viaggiatori internazionali che hanno visitato il Paese tra gennaio e ottobre 2022, pari ad una crescita del 145,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Se confrontati con gli stessi mesi del 2019, l'anno precedente alla pandemia, i dati per il 2022 mostrano una ripresa del 98,6%.","post_title":"La rincorsa dei Caraibi, dalla Repubblica Dominicana alla Colombia","post_date":"2023-01-31T10:39:58+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1675161598000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438292","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Gli aeroporti italiani hanno centrato una ripresa importante nel 2022, con 164,6 milioni di passeggeri, pari all'85% del dato 2019 e più del doppio rispetto al 2021, anno ancora segnato della pandemia e dalle restrizioni alla circolazione.\r\n\r\nA trainare la ripresa del traffico aereo, come si evince dall'analisi di Assaeroporti, sono stati gli aeroporti medi e piccoli, molti dei quali hanno messo a segno performance eccellenti, superando i livelli del 2019. Tra questi spiccano gli scali di Milano Linate, Bari, Palermo e Napoli per la fascia tra i 5 e i 15 milioni di passeggeri; gli aeroporti di Brindisi, Alghero, Olbia e Torino per la categoria tra 1 e 5 milioni di passeggeri; gli scali di Foggia, Bolzano, Trapani, Grosseto, Cuneo, Perugia, Parma, Taranto, Lampedusa, Comiso, Pescara e Crotone per la classe con meno di 1 milione di passeggeri annui.\r\n\r\nProprio il dettaglio dei piccoli scali, con meno di un milione di passeggeri, mostra un vero e proprio boom di traffico: +1.721% per Foggia; + 513,9% per Bolzano; + 116,7 per Trapani; +81,6% per Grosseto e +73,4% per Cuneo.\r\n\r\nA livello geografico, il 2022 ha premiato gli aeroporti del Sud Italia: oltre a Milano Linate, infatti, Palermo, Bari e Napoli sono gli unici tra i dieci aeroporti di maggiori dimensioni in Italia ad aver registrato un incremento rispetto al 2019. Bari ha segnato una crescita dell'11,9%, con 6,205 milioni di passeggeri; Palermo ha registrato un aumento dell'1,4%, a quota 7,117 milioni. Milano Linate ha avuto un'impennata del 17,5%, a quota 7,719 milioni.\r\n\r\nLa top ten 2022 è dunque la seguente: Roma Fiumicino con 29.360.613, Milano Malpensa con 21.347.652, Milano Bergamo con 13.155.806, Napoli con 10.918.234, Catania con 10.099.441, Venezia con 9.319.156, Bologna con 8.496.000, Milano Linate con 7.719.977, Palermo con 7.117.822 e Bari con 6.205.461.\r\n\r\nGli aeroporti con un traffico superiore ai 15 milioni di passeggeri sono caratterizzati da tassi di incremento meno marcati, penalizzati dal recupero più tardivo del lungo raggio: \"Il divario sul 2019 - spiega la nota di Assaeroporti - è attribuibile principalmente al segmento intercontinentale che, dopo due anni di pandemia, ha ricominciato a crescere in maniera strutturale solo a partire dai mesi estivi del 2022”.\r\n\r\nIl recupero del traffico durante il 2022, rispetto ai 193 milioni di passeggeri pre-Covid, è stato progressivo: il gap si è ridotto passando dal -39% del primo trimestre al -12% del secondo, fino al record dei mesi estivi, -7%, seguito dal -9% degli ultimi tre mesi dell'anno.","post_title":"Aeroporti italiani: traffico raddoppiato nel 2022. Exploit dei piccoli scali","post_date":"2023-01-31T09:48:00+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675158480000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438195","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volano alti gli utili di Ryanair nel terzo trimestre dell'esercizio 2022-23: nei tre mesi chiusi lo scorso 31 dicembre la low cost ha riportato un utile di 211 milioni di euro rispetto al dato pre-Covid dello stesso periodo di 88 milioni di euro. Ryanair ha sottolineato in una nota che la forte domanda di viaggi repressa durante le festività natalizie e di ottobre (senza alcun impatto negativo da Covid o dalla guerra in Ucraina) ha stimolato traffico e tariffe elevate in tutti i mercati. \r\n\r\n\"Ryanair si è assicurata forti guadagni di quote di mercato nei principali mercati dell'Unione europea poiché abbiamo gestito il 112% della nostra capacità pre-Covid durante i primi 9 mesi dell'anno fiscale - ha affermato il ceo del gruppo, Michael O'Leary - Le crescite più significative di market share sono state in Italia (dal 26% al 40%), Polonia (dal 27% al 38%), Irlanda (dal 49% al 58%) e Spagna (dal 21% al 23%)\".\r\n\r\n\"Con i turisti asiatici che stanno tornando e un forte dollaro Usa che incoraggia gli americani a viaggiare in Europa, stiamo assistendo a una forte domanda di voli per la Pasqua e l'estate 2023\", ha aggiunto.\r\n\r\nRyanair si aspetta ancora di trasportare 168 milioni di passeggeri nell'anno fiscale fino al 31 marzo, ben al di sopra del precedente record annuale di 149 milioni raggiunto prima della pandemia. Allo stesso modo la low cost ha confermato le stime al rialzo per i profitti dell'intero esercizio, che saranno compresi tra 1,325-1,425 miliardi di euro (precedentemente 1,00-1,20 miliardi).","post_title":"Ryanair da record nel terzo trimestre. Domanda robusta per Pasqua ed estate","post_date":"2023-01-30T08:41:08+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675068068000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438092","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_438093\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Grotte di Frasassi[/caption]\r\n\r\nIl 2022 si certifica un anno da record per le Grotte di Frasassi. Alla partenza del nuovo anno il Consorzio Grotte di Frasassi fa un primo bilancio con fatturati che superano quelli del 2019, anno pre covid, e con un afflusso di circa 270.000 visitatori che riconferma il primato delle Grotte di Frasassi come uno dei siti naturalistici tra i più visitati e apprezzati d’Italia.\r\n\r\n“Numeri importanti che con soddisfazione premiano il nostro impegno - Ha dichiarato il Sindaco di Genga Marco Filipponi- Grazie ad un attento piano di marketing, studiato per rilanciare l’area dopo i difficili anni della pandemia che ha visto la pianificazione di azioni strategiche di promozione e l’organizzazione di grandi eventi con una forte risonanza nazionale ed internazionale, oggi le Grotte con un aumento degli afflussi sia dei visitatori italiani che stranieri, si riconfermano tra i siti naturalistici più visitati d’Italia.”\r\n\r\nA partire dai festeggiamenti del 50° Anniversario della scoperta delle Grotte di Frasassi che ha visto protagonisti di un concerto andato in onda su Rai 1 e testimonial del sito carsico i tre celebri tenori Piero Gianluca e Ignazio de Il Volo nel docufilm diretto dal Maestro Vittorio Storaro.\r\nUn messaggio di pace\r\nNella Pasqua 2022, le Grotte di Frasassi, hanno lanciato un forte messaggio di pace con la suggestiva proiezione di Armondo Linus Acosta   “The last supper. The living tableau” ispirato all’ “Ultima Cena” di Leonardo Da Vinci e realizzato con i tre grandi maestri della cinematografia mondiale vincitori di Premi Oscar: Vittorio Storaro, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo.\r\n\r\nPer quanto riguarda l’offerta alle scuole, il 2022 ha visto il Consorzio Grotte di Frasassi impegnato nell’implementazione dei prodotti didattici elaborati appositamente per gli studenti, di secondarie e superiori. Grazie alla convenzione stipulata con la Sezione di Geologia dell’Università di Camerino il Consorzio Grotte di Frasassi ha creato a Genga un hub internazionale di ricerca in ambito geologico che ha coinvolto gli studenti di istituti ed università di tutto il mondo.\r\n\r\nTra le altre iniziative di partnership ricordiamo l’accordo siglato con Trenitalia per la promozione integrata e sostenibile del territorio che ha garantito ai visitatori oltre al trasporto diretto e facilitato davanti alla biglietteria delle Grotte di Frasassi anche uno sconto speciale nel biglietto d’ingresso.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Grotte di Frasassi: 270 mila visitatori nel 2022. Superato il 2019","post_date":"2023-01-27T12:07:43+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1674821263000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti