25 January 2021

Norwegian: semestre in profondo rosso. Servono altri fondi

[ 0 ]

Una perdita netta di 5,3 miliardi di corone (oltre 503 milioni di euro) contro quella di 1,4 miliardi dell’anno scorso; 5,31 milioni di passeggeri trasportati, il 71% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019: Norwegian chiude il primo semestre 2020 facendo i conti con le conseguenze della pandemia.

La compagnia è riuscita ad accedere a prestiti garantiti dallo Stato, per mantenere l’attività fino alla ripresa della domanda e ha avviato un severo piano di riduzione dei costi: “Siamo grati per la garanzia del prestito messa a nostra disposizione dal governo norvegese che abbiamo lavorato duramente per ottenere – ha sottolineato in una nota l’amministratore delegato di Norwegian Air, Jacob Schram -. Tuttavia, considerate le attuali condizioni di mercato, non è sufficiente per superare questa crisi prolungata”.

Il 1 ° Norwegian ha riaperto 76 rotte, riportando in servizio altri 15 aeromobili e al lavoro più di 600 dipendenti. “Il mercato è ancora molto incerto, soprattutto a causa della modifica delle restrizioni di viaggio in Europa. Quando un governo cambia i suoi consigli di viaggio, la domanda ne risente immediatamente” prosegue una nota della compagnia, che per il mese di settembre rimetterà in volo 5 velivoli portando il totale a 25, mentre a terra ne rimangono ancora 115.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353901 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Due esperienze da vivere 'con il naso all'insù'. È la proposta alle agenzie di viaggi  fatta da 4 Winds, con focus su Islanda e Giordania. Per l'isola dei geyser l'operatore romano propone un programma di 5 giorni, dall'1 al 5 novembre, con volo Neos diretto da Roma a Reykjavik e due declinazioni diverse. "Un normale city break a Reykjavik - spiega Franco Fenili, direttore generale -, che comprende 4 pernottamenti e 4 escursioni, e un tour del Sud dell'isola, che include due pernottamenti in provincia e due a Reykiavik".  L'Islanda, unica nel suo genere, è un'isola caratterizzata da spettacolari paesaggi con vulcani,  acque termali calde, campi di lava e imponenti ghiacciai. "Nonostante la latitudine, grazie alla corrente del golfo, gode di un clima meno freddo di quanto si possa immaginare. D'inverno infatti la temperatura media si aggira intorno allo zero".  La seconda destinazione proposta è la Giordania. "Cogliamo l'occasione per mettere in risalto i nostri programmi di gruppo in partenza ogni settimana da Roma con voli Royal Jordanian, programmi che prevedono la sosta per una notte in campo tendato nel deserto del Wadi Rum, permettendo così di ammirare una volta stellata tra le più belle al mondo". Queste iniziative hanno la durata di una settimana e, oltre al deserto, includono la visita di Amman, Madaba, Monte Nebo, Beida, Petra, il Mar Morto, Jerash, i Castelli del Deserto, con possibilità di estensioni ad Awaba, sul Mar Rosso. La proposta prevede tour privati, con auto a noleggio, combinati con estensioni a Gerusalemme e altre possibilità visionabili sul sito dell'operatore.     [post_title] => Le esperienze 'con il naso all'insù' di 4 Winds [post_date] => 2019-05-31T15:45:25+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559317525000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353872 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La prima compagnia a introdurre l'acqua calda in camera, ma anche l'aria climatizzata, la televisione, il minibar e le amenities dedicate alle donne. Sono alcuni dei primati del gruppo Hilton, che proprio nel 2019 celebra il secolo di storia: fondata nel 1919 in un’area rurale del Texas, la compagnia conta oggi 5.700 hotel distribuiti in 113 Paesi del mondo. In quest'anno davvero speciale fioccano quindi le iniziative in tutto il globo per celebrare degnamente un compleanno tanto importante. Ieri sera è stata la volta dell'Hilton Milan che nella sua terrazza ha organizzato un evento a tema, dedicato alle atmosfere del country texano. Per l'occasione, il direttore della struttura, Nassos Papazoglou, ha sottolineato anche l'impatto positivo che la presenza degli hotel Hilton ha sui territori in cui opera il gruppo. Nel caso dell'albergo meneghino, merita per esempio citare la collaborazione che dura ormai da otto anni con la onlus Farsi Prossimo, e in particolare con il suo progetto M'ama Food, legato alle mansioni in ambito f&b. A tal fine l'Hilton Milan si è reso infatti disponibile a organizzare momenti di training professionale, giornate di volontariato aziendale e raccolte fondi. Ma pure a ospitare i protagonisti del programma per stage che a volte sono persino sfociati in assunzioni dirette. [post_title] => L'Hilton Milan in festa per i 100 anni della compagnia [post_date] => 2019-05-31T11:23:31+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559301811000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353852 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' stato firmato il nuovo patto per il lavoro nel turismo tra Regione, organizzazioni sindacali (Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil) ed enti datoriali (Confindustria, Confcommercio, Confesercenti). L'intesa dà continuità al patto siglato il 2 febbraio 2018, varato per favorire la destagionalizzazione del turismo e una maggiore stabilità dei molti lavoratori stagionali impiegati nel settore in Liguria. A seguito della firma del 2018 era stato emanato un bando, in chiusura in questi giorni, che ha avuto un ottimo riscontro e ha esaurito tutte le risorse disponibili (3 milioni di euro da fondi FSE) che sono servite a erogare bonus assunzionali per oltre mille contratti (ad oggi 1086) della durata minima di otto mesi. «Abbiamo raggiunto un accordo con le parti sociali - ha detto l'assessore al lavoro e al turismo Gianni Berrino - e abbiamo introdotto qualche novità per rendere ancora più efficace una misura che è arrivata alla sua scadenza con ottimi risultati. Il rinnovo del patto, e il nuovo bando che seguirà, si rendono necessari per le molte domande arrivate che soddisfano i requisiti ma che sono rimaste pendenti per l'esaurimento dei fondi». Altra importante novità è l'estensione dell'opportunità anche ad altre tipologie di imprese. Se il patto dell'anno scorso era rivolto alla ricettività turistica e agli stabilimenti balneari, il patto 2019 si rivolge anche ai gestori di ristoranti e bar che faranno contratti di almeno otto mesi e che prolungheranno di conseguenza il loro periodo di apertura annuale: si viene incontro in questo modo, in particolare ma non solo, ai molti esercizi sui lungomare delle più importanti località balneari della regione che spesso non fanno attività oltre i sei mesi della primavera e dell'estate.   [post_title] => Liguria, firmato nuovo patto per il lavoro nel turismo [post_date] => 2019-05-31T09:59:03+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559296743000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353693 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un sistema premiante per i dipendenti, un'assicurazione sanitaria per i  lavoratori non solo fissi ma anche stagionali e maggiore attenzione per la tutela dell'ambiente e della salute degli stessi lavoratori. Sono queste le novità inserite nel contratto sottoscritto da Fisascat Cisl e Filcams Cgil con la Riva del Sole Spa, azienda del comparto alberghiero che gestisce l'omonimo villaggio turistico a Castiglione della Pescaia. Con questo accordo i lavoratori potranno ottenere premi di risultato da 600 a 2 mila euro, ovvero dall'8 all'11 percento del compenso e potranno godere di un'assicurazione sanitaria integrativa, grazie all'iscrizione al fondo Fast. Il rinnovo contrattuale, appena siglato è di secondo livello e interessa complessivamente fino a 180 persone, impiegate dall'azienda nei diversi servizi offerti. «Siamo molto soddisfatti. La nostra struttura è tra le principali realtà turistiche della regione. Siamo perciò orgogliosi di offrire un contributo decisivo non solo allo sviluppo dell'economia locale e nazionale, e dell'occupazione, ma anche al miglioramento delle prestazioni lavorative dei nostri dipendenti. Un traguardo, quest'ultimo, direttamente connesso al raggiungimento degli obiettivi fissati da Riva del Sole secondo diversi requisiti di produttività ed efficienza organizzativa, nell'ottica anche di una maggiore e omogenea valorizzazione dei dipendenti» , dichiara Carlo Castelli, direttore generale del resort [post_title] => Riva del Sole Resort&SPA crede nel welfare aziendale come fattore di sviluppo [post_date] => 2019-05-30T11:09:00+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559214540000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353709 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Negli articoli 37 e 50 del Decreto Crescita, il governo ha previsto che verranno prelevati 650 milioni dalle bollette per garantire la continuità industriale di Alitalia. Questa è la notizia. Dobbiamo dire che la sola lettura fa rabbrividire per la superficialità della scelta di distrarre fondi così ingenti che hanno una ben definita origine e dislocarli per mantenere in vita un'azienda che, in poche parole, almeno ad oggi non è appetibile. A questo punto si pronuncia l'Autorità per l'Energia, Reti e Ambiente  con parole inequivocabili:«Non usate i soldi delle bollette degli italiani per il salvataggio di Alitalia, c'è il rischio di un aumento delle tariffe di luce e gas per i consumatori». Infatti si tratta di si tratta di versamenti «suscettibili di generare ripercussioni negative sull'intero sistema, che potrebbero tramutarsi in un incremento improprio dei prezzi dell'energia per le famiglie e le imprese qualora ciò dovesse tradursi in un aumento dei corrispettivi a copertura degli oneri generali, con possibili effetti sfavorevoli sul ciclo economico generale». E con la frase: c'è il rischio, diciamo che ci sono andati leggeri. C'è la certezza che le tariffe aumentino. [post_title] => Alitalia: il governo punta a 650 milioni dalle bollette. Stop dell'Autorità [post_date] => 2019-05-30T10:47:07+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559213227000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353695 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Conto alla rovescia per il debutto della nuova rotta Bologna-Philadelphia di American Airlines (il 7 giugno prossimo) e il Marconi Express, il people mover di Bologna, si tinge di bianco, rosso e blu, in omaggio alla bandiera americana, e riporta sulle fiancate lo slogan scelto dalla compagnia aerea per pubblicizzare il nuovo collegamento: “Da Blq agli Usa”. Si concretizza così l’accordo a 3 tra Aeroporto Marconi di Bologna, American Airlines e Marconi Express Spa – la società incaricata della realizzazione e gestione del servizio di trasporto su rotaia sopraelevata – per la personalizzazione delle navette che collegheranno l’aeroporto e la stazione ferroviaria Bologna Centrale in 7 minuti e che per 6 mesi avranno la stessa “livrea” degli aeromobili del vettore americano. Il servizio di collegamento tra il Marconi e il centro città entrerà in funzione a breve, ma le navette sono già visibili lungo tutto il percorso, in quanto impegnate nella fase di pre-esercizio definito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. [post_title] => American Airlines: conto alla rovescia per il debutto del Bologna-Philadelphia [post_date] => 2019-05-30T10:05:12+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559210712000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353678 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Delphina hotels & resorts,  vincitrice del premio Italia Travel Awards 2019 e presente in Gallura con 12 hotel 4 e 5 stelle, due residence esclusivi, sei spa e 23 ville, si prepara ad entrare nel clou della stagione estiva. Libero Muntoni, responsabile comunicazione e marketing di Delphina hotels & resorts, dichiara: «Per il momento siamo soddisfatti, ma ancora non possiamo fare un bilancio definitivo. Stiamo riscontrando un incremento degli ospiti provenienti dal Nord Europa, a discapito forse di clienti francesi. Abbiamo visto anche un aumento delle giovani coppie in cerca di hotel romantici». Ottimo successo per i pacchetti con il viaggio in nave o in aereo e per le escursioni alla scoperta delle autenticità del territorio. Il benessere degli ospiti e dell’ambiente rimane una prerogativa grazie ai centri specializzati nella talassoterapia e all’utilizzo in tutte le strutture di energia certificata 100% verde proveniente da fonti rinnovabili.   [post_title] => Ottimo inizio di stagione per Delphina hotels & resorts [post_date] => 2019-05-30T08:00:03+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559203203000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353631 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Go Australia presenta alle agenzie di viaggi la nuova collezione di viaggi esclusivi per l’autunno/inverno 2019/2020. Un’opportunità di vendita più flessibile per le agenzie di viaggio che collaborano con Go Australia grazie all’inserimento di nuove proposte adatte al mercato in evoluzione che cerca l’esotico con mete come Vanuatu e Tonga, indimenticabili Isole del Pacifico. Le nuove ed esotiche destinazioni si affiancano naturalmente alle classiche per il mercato italiano ovvero Fiji, Nuova Caledonia, Isole Cook e Polinesia Francese. Sul versante Australia in cantiere itinerari inediti nel South Australia come quello "Sulle orme di Priscilla” (ispirato al famoso film) e nuovi itinerari alla scoperta della fauna e di paesaggi più incredibili del Western Australia tra Quokka, Orche, Canguri e Delfini. «Guarderemo con nuovi occhi – afferma Ludovico Scortichini, Presidente di Go World – anche il Queensland con nuove mete mare e un inedito Outback ed Northern Territory con nuove possibilità di alloggio nell'Outback più rosso». Anche per la nuova Zelanda Go Australia propone nuovi itinerari in Self Drive, vero cavallo di battaglia del tour operator. Tra le migliori proposte due pacchetti da non perdere: Paradisi Remoti, Fiji e Vanuatu (17gg/15 notti quota a persona 4.200€ voli inclusi), un’occasione unica per visitare due arcipelaghi del Pacifico in una volta sola. In Viaggio alle Samoa (13gg/10 notti quota a persona 2.900€ voli inclusi) è un pacchetto pensato per visitare due isole principali delle Samoa: Upolu, e Savai’i con la loro meravigliosa barriera corallina e per provare nei villaggi “Fa’a Samoa”, ovvero la tipica vita Samoana.     [post_title] => Go Australia, Vanuatu e Tonga tra le novità per l'autunno/inverno [post_date] => 2019-05-29T12:42:05+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559133725000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353639 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Agatino Falco fondatore e owner di Australian Travel ha recentemente firmato l’accordo di collaborazione con il network Gattinoni Mondo di Vacanze quale partner per la veicolazione delle destinazioni programmate. «Il nostro progressivo posizionamento nel settore del viaggio leisure e di altra natura - spiega Agatino Falco - sta ottenendo sempre più riconoscimenti da importanti player del settore. Ci piace pensare che divenire un partner del network Gattinoni sia un ennesimo riconoscimento alla nostra professionalità sulle destinazioni che curiamo con amore e dedizione. Abbiamo sempre puntato sulla conoscenza diretta e profonda delle mete che proponiamo e sulla selezione dei partner locali cui affidare i nostri clienti nella costruzione del viaggio, sulla velocità di risposta al preventivo, sulla capacità di compararci con qualunque offerta sul mercato, certi di avere sempre un rapporto qualità prezzo migliore di altri colleghi. Per questo motivo, un riconoscimento come quello ottenuto da Gattinoni Mondo di Vacanze, non può essere che un ulteriore sprone al costante miglioramento dei nostri servizi». La potenzialità di lavorare con le circa 900 agenzie del gruppo è una sfida e una possibilità davvero motivante, il che significa anche essere riconosciuti autorevoli, competenti e capaci, in un mercato che ha un eccesso di offerta e spesso non troppo specializzata. «Il mondo dei network, per mia passata e più che decennale esperienza - conclude Falco - è un importante banco di prova ma siamo consapevoli che la passione e l’estrema specializzazione, siano due ottimi alleati per riuscire ad avere successo in questa stimolante sfida». [post_title] => Australian Travel, partnership commerciale con Gattinoni Mondo di Vacanze [post_date] => 2019-05-29T12:34:18+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559133258000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti