27 May 2022

Ita Airways riporta nei cieli il marchio Alitalia

[ 0 ]

Ita Airways riporta in primo piano il marchio Alitalia, che potrebbe tornare a solcare i cieli in un prossimo futuro. Lo ha dichiarato ieri in un’audizione alla Commissione Trasporti della Camera il presidente Alfredo Altavilla, insieme all’ad Fabio Lazzerini. D’altra parte, al momento dell’acquisto (per 90 milioni di euro, ndr) i vertici di Ita avevano messo in chiaro che il brand sarebbe stato momentaneamente accantonato ma che era e sarebbe rimasto un asset “di valore” e quindi potenzialmente utilizzabile. “Nel nuovo piano industriale il marchio è destinato a essere utilizzato in analogia a quanto accade nelle altre compagnie tradizionali che hanno più marchi all’interno del loro portafoglio come Transavia per Klm o Eurowings per Lufthansa” ha sottolineato Altavilla, ripreso da Il Corriere della Sera, citando realtà low cost anche se l’utilizzo del brand potrebbe spaziare dai voli nazionali a quelli intercontinentali. La decisione definitiva sarà presa nel Consiglio di amministrazione del vettore, fissato per il 31 gennaio.

L’audizione ha svelato anche il percorso difficile intrapreso da Ita Airways, decollata in un contesto particolarmente ostico per il trasporto aereo, che si è ben riflesso nei conti del vettore: a fine 2021 l’Ebit era negativo per -170 milioni di euro, “in linea con quanto previsto dal piano industriale e pur in presenza di ricavi dimezzati e dell’aumento del costo del carburante”. Nei due mesi e mezzo del 2021 i ricavi di Ita sono stati pari a 86 milioni di euro: 76,6 milioni dal trasporto passeggeri, 9,4 milioni di euro dal cargo.

Confermato l’obiettivo che punta a finalizzare un accordo di partnership entro l’estate e più precisamente fine giugno: sempre secondo fonti del quotidiano, Ita Airways agli inizi di febbraio aprirà una data room nella quale far accedere i potenziali interessati. 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti