21 September 2021

Eurostar: pacchetto di aiuti da 250 milioni di sterline, con il contributo dello stato francese

[ 0 ]

Eurostar ha ottenuto un pacchetto di rifinanziamento da 250 milioni di sterline da banche e privati guidati dal governo francese. L’operatore ferroviario del tunnel sotto la Manica, severamente colpito dalla crisi conseguente la pandemia da Covid-19, collega Londra con Parigi, Bruxelles e Amsterdam e aumenterà gradualmente il numero di corse per Parigi fino a due al giorno a partire dal 27 maggio, in seguito all’allentamento delle restrizioni di viaggio nel Regno Unito e in Francia; le frequenze saliranno a tre al giorno dalla fine di giugno, per poi aumentare progressivamente durante il resto dell’estate. In tempi normali, i treni giornalieri circolerebbero ogni mezz’ora in ciascuna direzione.

“Siamo incoraggiati da questa forte dimostrazione di sostegno da parte dei nostri azionisti e delle banche – ha affermato Jacques Damas, amministratore delegato della società -. L’accordo di rifinanziamento è il fattore chiave che ci consente di aumentare i nostri servizi mentre la situazione della diffusione della pandemia inizia a migliorare”.

La Gran Bretagna, che nel 2015 ha ceduto la sua partecipazione del 40%, ha resistito a qualunque tipo di coinvolgimento nel piano di salvataggio, guidato dalla francese Sncf, che possiede il 55% di Eurostar; gli altri proprietari includono la belga Sncb e i privati ​​Caisse de Depot et Placement du Quebec e Hermes Infrastructure.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti