6 October 2022

Emirates: 6 mila dipendenti in più per affrontare la crescita

[ 0 ]

EmiratesEmirates prevede di aumentare la propria forza lavoro operativa assumendo più di 6.000 dipendenti nei prossimi sei mesi. Con l’allentamento delle restrizioni in tutto il mondo e il vaccino, saranno necessari più piloti, personale di bordo, specialisti di ingegneria e personale di terra. Questo per supportare le operazioni su larga scala della compagnia aerea attraverso la sua rete globale. 

Emirates ha già ripristinato il 90% della sua rete ed è sulla buona strada per raggiungere il 70% della sua capacità pre-pandemia entro la fine del 2021. La compagnia sta integrando i suoi orari dei voli con frequenze maggiori per soddisfare la domanda repressa.

Ripresa dell’economia

Sta inoltre introducendo l’A380, il suo aereo a due piani ad alta capacità, sulle rotte più popolari della sua rete. A novembre, Emirates offrirà più di 165.000 posti aggiuntivi sul suo aereo di punta.

 Al Maktoum, presidente e ceo di Emirates Airline and Group, ha dichiarato: «Emirates è sempre stato al centro della crescita di Dubai. La necessità di aggiungere altri 6.000 dipendenti operativi è un riflesso della rapida ripresa dell’economia di Dubai. Questo porterà a opportunità e altri sviluppi positivi in ​​altre attività. Comprese quelle nei settori dei consumatori, dei viaggi e del turismo».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431797 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_412544" align="alignright" width="300"] Roberta Garibaldi, ad Enit[/caption] Enit porta l'offerta congressuale italiana sul palcoscenico di Imex America, in calendario dall’11 al 13 ottobre prossimi. Ottime le performance dell’Europa per numero di meeting internazionali promossi dalle associazioni: nella Top 20 Destination Performance Index di Icca, il 70% dei paesi e l’80% delle città sono destinazioni europee. Seguono i Paesi asiatici (15%) e i Paesi nordamericani (10%), mentre l’Oceania, rappresentata dall'Australia, ha una quota di mercato del 5%. La Spagna balza di 2 posizioni rispetto al 2019 e diventa la seconda destinazione per meeting a livello globale, dopo gli Stati Uniti che restano saldi al primo posto per numero di congressi ospitati. Dopo la Germania al 3° e la Francia al 4°, l'Italia nel 2021 ottiene il 5° posto, scavalcando il Regno Unito che scende di una posizione rispetto al 2019.     Nella classifica delle città, Roma entra nelle prime 20 posizioni e si piazza al 16° posto. Nel 2021 in Italia sono stati realizzati complessivamente 86.438 eventi in presenza o in formato ibrido con una crescita del +23,7% rispetto al 2020, per un totale di 4.585.433 partecipanti (+14,7% sul 2020). Sempre lo scorso anno, la spesa internazionale per viaggi d’affari in Italia nel 2021, circa 4,3 miliardi di euro (+50,8% sul 2020), è cresciuta più di quella per vacanze (+16,8%).  Sono 10,8 milioni i viaggiatori internazionali in Italia per motivi di lavoro/affari nel 2021 (+18,2% sul 2020) per un totale di circa 33 milioni di notti (+16,7%). (Fonte Ufficio Studi su dati Banca d’Italia)    Nei primi 6 mesi del 2022, i viaggiatori dall’estero in Italia per motivi di lavoro spendono quasi 3 miliardi di euro (fonte: Ufficio Studi su dati Banca d’Italia – 2022 provvisori).     Il settore mice troverà il vigore di un tempo nel 2026. "Il successo dei meeting face to face dovrà essere basato in futuro sulla qualità dei contenuti e l’apporto che la destinazione può dare al raggiungimento degli obiettivi dell’evento, l’affiancamento di elementi virtuali, l’offerta di un’effettiva esperienza di networking, la sostenibilità" dichiara l'ad Enit, Roberta Garibaldi. "Se analizziamo i dati disponibili ci rendiamo conto di quanto sia aumentata la determinazione di fattori come la reputazione, l’accessibilità dei luoghi, i fattori ambientali, il clima, le opportunità extra conferenze, le caratteristiche delle strutture ricettive per qualità e standard di sicurezza e come ci si orienti anche su strutture con meno camere con un’ospitalità più familiare. E’ cresciuto l’interesse per strutture con aree esterne con flessibilità degli spazi, attenzione alla sostenibilità e all’enogastronomia e con avanzata dotazione tecnologica”. [post_title] => Enit porta l'Italia a Imex America: il nostro Paese è la quinta destinazione Mice al mondo [post_date] => 2022-10-06T12:41:01+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665060061000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431795 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volotea rilancia su Torino in vista delle festività natalizie: decollerà infatti dal prossimo 8 dicembre il volo alla volta di Parigi - Charles De Gaulle, collegamento che avrà 2 frequenze a settimana, ogni giovedì e domenica. Sempre l’8 dicembre, si torna a volare verso Palermo, con fino a 3 frequenze settimanali. Con l'aggiunta di queste due rotte, salgono a 8 le destinazioni servite da Volotea da Torino. Durante la stagione estiva 2022, il vettore ha trasportato a Torino oltre 158.000 passeggeri, con un’offerta complessiva di oltre 167.000 posti in vendita. “Torino e la Francia saranno più vicine grazie alla nostra nuova rotta: sarà possibile approfittarne da subito per organizzare una vacanza o uno short-break in uno dei momenti più belli dell’anno, il periodo natalizio, che in questo 2022 inizia con il lungo ponte dell’Immacolata - ha dichiarato Valeria Rebasti, country manager Italy & Southeastern Europe della compagnia -. Inoltre, grazie alla nuova rotta, amplificheremo il traffico di turisti stranieri desiderosi di raggiungere Torino e visitare le bellezze del Piemonte, sostenendo e rafforzando così l'economia locale. Infine, non va dimenticato il ripristino del collegamento verso Palermo, che rafforza ulteriormente la nostra offerta di voli domestici da e per Torino”. “Siamo certi che i due collegamenti per Parigi e per Palermo soddisferanno le esigenze di viaggio sia di chi intende trascorrere le vacanze invernali in luoghi di interesse turistico, sia di coloro che vogliono riavvicinarsi ai familiari per le feste”  ha commentato Andrea Andorno, ad Torino Airport . Il network Volotea da Torino include 6 destinazioni in Italia (Cagliari, Lampedusa, Napoli, Olbia, Palermo e Pantelleria) e 2 all’estero, 1 in Grecia (Atene) e 1 in Francia (Parigi).   [post_title] => Volotea: nuova rotta Torino-Parigi, a partire dal prossimo 8 dicembre [post_date] => 2022-10-06T12:16:17+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665058577000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431752 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si è appena concluso Futuriamo: l'evento di team building organizzato da Futura Vacanze presso il cilentano Futura Club Eleamare, ultima new entry in ordine di tempo della stagione 2022. L'appuntamento ha visto il coinvolgimento di tutto il personale del to e della rappresentanza della società di gestione Fv Hotels, con la presenza di direttori, capi ricevimento, chef, maitre e staff alberghiero per un totale di oltre 100 persone. Presente, naturalmente, anche tutto il board direzionale del gruppo. Fortemente voluta, questa tre giorni di team building è stata pensata anche come una preziosa occasione per stare insieme e festeggiare i traguardi raggiunti. Attività e sfide a squadre, momenti di intrattenimento con show e party serali sono state affidate alla conduzione di Art Swiss, società di animazione di riferimento dell’operatore. L’evento è stato poi una bella occasione per fare un bilancio sulle strutture a gestione diretta e premiare i migliori risultati ottenuti per singolo villaggio, secondo gli indici di gradimento dei clienti raccolti nel corso della stagione. “Dopo questi due anni di pandemia, molto difficili, trovare le motivazioni per ripartire è stato complicato e complesso per l’intero comparto - spiega l'amministratore unico di Futura Vacanze, Stefano Brunetti  -. Il nostro gruppo però ha reagito bene e gran parte del merito di tutto ciò è anche del personale e di tutto lo staff. Quest’anno, abbiamo superato qualunque traguardo in termini di fatturato e presenze. La distribuzione e i clienti hanno potuto scegliere tra ben 20 Futura Club, il numero passeggeri è arrivato a quota 150 mila e la società di gestione del gruppo oggi conta 1.500 camere in Italia". Emozioni condivise tra dipendenti e collaboratori per festeggiare la stagione appena conclusa e per guardare tutti insieme al futuro e ai prossimi obiettivi. “Abbiamo fortemente voluto questo evento perché desideravamo ringraziare in un momento speciale i dipendenti e tutto lo staff per l’ottimo lavoro svolto - aggiunge il direttore operativo, Emanuela di Giuseppe -. Futuriamo si è dimostrata un’importante occasione per stare insieme, conoscersi meglio e divertirsi. Inaugura, quindi, una nuova tradizione per la nostra azienda, destinata a ripetersi ogni anno”.   [post_title] => Futura Vacanze: un evento di team building per celebrare quota 150 mila pax [post_date] => 2022-10-06T09:42:08+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665049328000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431655 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Marocco ha eliminato le ultime restrizioni di viaggio in vigore per limitare la diffusione del Covid-19: dallo scorso 30 settembre, chi arriva nel Paese non è più obbligato a presentare un certificato di vaccinazione o un test Pcr. I viaggiatori sono però tenuti a compilare un modulo sanitario. All'arrivo negli aeroporti, inoltre, possono ancora essere effettuati test rapidi su gruppi selezionati di passeggeri. Dopo 48 ore dall'arrivo possono essere richiesti ulteriori test Pcr per passeggeri selezionati a caso. Non è previsto alcun requisito di ingresso per i bambini di età inferiore ai 6 anni. Intanto, l'industria turistica del Paese prosegue lungo la strada della ripresa, con un livello di entrate che si stanno avvicinando ai record pre-pandemia: a fine luglio il dato si attestava a 3,4 miliardi di dollari, pari ad un tasso di recupero dell'88,4%.   [post_title] => Anche il Marocco ha eliminato le ultime restrizioni di viaggio [post_date] => 2022-10-05T09:50:19+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664963419000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431653 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair ha trasportato 15,9 milioni di passeggeri a settembre, che diventa così il terzo mese più trafficato di sempre, con un aumento del 13% rispetto ai livelli pre-Covid. Fino a quest'anno, il mese più trafficato era stato l'agosto 2019, quando la low cost aveva trasportato 14,9 milioni di passeggeri. La percentuale media di posti vuoti per volo è salita il mese scorso al 6%, rispetto al 4% di agosto e al 3% di settembre 2019. Ryanair punta ora a trasportare 166,5 milioni di passeggeri nell'anno che si chiuderà alla fine di marzo, superando in modo significativo il precedente record annuale di 149 milioni, raggiunto prima che la pandemia bloccasse l'industria del trasporto aereo. Nei dodici mesi sino ad oggi la low cost ha trasportato 153 milioni di passeggeri, con un balzo in avanti del +209% rispetto ai 49,5 milioni di passeggeri trasportati nello stesso periodo dell'anno scorso. [post_title] => Ryanair: settembre da 15,9 milioni di passeggeri trasportati, +13% sul 2019 [post_date] => 2022-10-05T09:34:21+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664962461000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431649 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air New Zealand ha scelto di affidarsi a Discover the World per i servizi gsa in Europa; la collaborazione è già attiva in America Latina e Sud-est asiatico. Christine Sutton (in precedenza con Sta Travel ed Emirates) è stata nominata senior sales manager Uk & Europe con base a Londra. “Per noi era fondamentale scegliere un partner che potesse rappresentare i valori del nostro marchio e fornire un servizio premium ai nostri partner commerciali - ha dichiarato Aaron Gilden, head of sales Ssea, Uk and Eu per Air New Zealand -. Grazie alla joint venture Singapore Airlines, proponiamo "Moreways to New Zealand", offrendo ai nostri clienti opzioni impareggiabili per raggiungere Aotearoa grazie ad un network globale". Oggi il vettore neozelandese opera con una flotta composta da 98 aeromobili (Boeing 787-9 Dreamliner, Airbus A320, ATR e Q300), con un'età media di 6,7 anni. Pre-Covid, Air New Zealand trasportava oltre 17 milioni di passeggeri all’anno, con 3.400 voli a settimana. [post_title] => Air New Zealand sceglie Discover the World come gsa per l'Europa [post_date] => 2022-10-05T09:01:01+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664960461000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431643 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Blue Air ha rimandato la ripresa dei voli programmata per il 10 ottobre. La compagnia aerea aveva sospeso i voli lo scorso 6 settembre, dopo aver accusato il Ministero dell'Ambiente di aver bloccato l'accesso ai suoi conti bancari. Nella nota ufficiale in cui annuncia che i voli non ripartiranno il 10 ottobre, la low cost rumena spiega che sta lavorando "al meglio per riprendere le operazioni di volo (...) A tal fine, Blue Air sta attualmente discutendo con potenziali investitori, finanziatori e il governo rumeno per ristrutturare il suo profilo di capitale in modo da poter riprendere le operazioni aeree". Grave incertezza per i passeggeri: sarebbero infatti già stati venduti circa 16.000 biglietti per voli previsti tra il 10 ottobre 2022 e il 30 ottobre 2023. [post_title] => Blue Air resta a terra: posticipata la ripresa dei voli prevista per il 10 ottobre [post_date] => 2022-10-05T08:50:31+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664959831000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431601 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ripartono le attività al Museo del Tessuto con tanti appuntamenti per approfondire i temi delle mostre in corso. La programmazione inizia con la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo prevista in tutta Italia domenica 9 ottobre. Per l'occasione il Museo propone il laboratorio motorio "La danza delle righe e dei pois" sul tema del "ritmo" che parte dall'osservazione dei motivi decorativi dei tessuti esposti alla mostra Due secoli di Textile e Fashion Design. (riservato  ai bambini di 4/6 anni, domenica 9 ottobre alle ore 17.00, ingresso gratuito). Alla stessa mostra - che racconta le trasformazioni del design nel tessile e nella moda tra Sette e Novecento - il Museo dedica altri cinque appuntamenti: Sabato 22 ottobre (in replica sabato 26 novembre) ore 17.00 è la volta di "Vestiti impossibili per avventure impossibili". Un laboratorio creativo per la fascia 4/6 anni per diventare piccoli stilisti. Domenica 23 ottobre  ore 16.30 "Guanti da paura" attende i bambini più grandi (7/10 anni), con un laboratorio a tema Halloween. Sabato 12 novembre (in replica sabato 10 dicembre) ore 17.00 i tessuti stampati di Gio Pomodoro saranno oggetto dell'attività "Un viaggio in Tasmania" per i bambini 4/6 anni. Alla mostra "Mr and Mrs Clark. Ossie Clark and Celia Birtwell" sono invece dedicati tre incontri tra novembre e dicembre, tutti dedicati ai bambini della fascia 7/10 anni. Agli straordinari e particolarissimi abiti di carta creati da Ossie Clark e presenti in moda è dedicato un laboratorio in calendario domenica 13 novembre e in replica domenica 11 dicembre sempre alle 16.30. "Paper dress: quando la carta si trasformò in abito" prevede la visita alla mostra e la creazione di un proprio personalissimo abito in carta. "Lanciamoci in pista. A tempo di musica" cercherà di calare i partecipanti nell'atmosfera della Londra degli anni Sessanta. Domenica 27 novembre alle ore 16.30 musica, moda e danza saranno gli ingredienti di questo laboratorio creativo. Tariffa per tutti i laboratori 5 euro Info e prenotazioni sul sito www.museodeltessuto.it/eventi/ Grazie alla sponsorizzazione tecnica di Unicoop Firenze, il Museo ha inoltre organizzato un ciclo di visite guidate alla mostra "Mr and Mrs Clark" che si svolgeranno il sabato o la domenica ore 17 secondo un calendario stabilito.   [post_title] => Museo del Tessuto di Prato, un autunno tra mostre, eventi ed iniziative [post_date] => 2022-10-04T15:10:49+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664896249000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431616 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_431617" align="alignleft" width="300"] Elena Muntoni, brand manager di Delphina[/caption] Migliore gruppo alberghiero indipendente green d’ Europa, migliore gruppo alberghiero italiano, migliore green resort d’Europa e d'Italia al Resort Valle dell’Erica, migliore beach resort d'Italia al resort & spa Le Dune di Badesi: Delphina Hotels & Resorts vince cinque riconoscimenti ai World Travel Awards 2022, gli "Oscar del turismo mondiale". L'organizzazione dei World Travel Awards ha premiato Delphina hotels & resorts come il gruppo alberghiero indipendente più green d’Europa e il Resort Valle dell’Erica è stato riconfermato “Europes’s Leading Green Resort” e “ Italy’s Leading Green Resort”, migliore green resort d'Europa e d’Italia nel 2022. Una vittoria che riconferma i successi ottenuti già nel 2021, a partire dal titolo di “Italy's Leading Hotel Group 2022”, migliore gruppo alberghiero italiano, assegnato a Delphina hotels & resorts per il terzo anno consecutivo. Ed il gruppo alberghiero sardo potrebbe rientrare nella rosa dei possibili vincitori a livello mondiale per essere riconfermato come World’s Leading Green Independent Hotel Group, migliore gruppo alberghiero indipendente green al mondo, premio che sarà reso noto a Novembre. «Questi riconoscimenti- dichiara Elena Muntoni, brand manager Delphina- ci riempiono di orgoglio e sono la prova che la strada intrapresa 30 anni fa si è dimostrata visionaria e giusta, continuiamo a seguirla con sempre più importanti azioni volte alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente e della natura che ci accoglie. Ringraziamo i nostri sostenitori che con entusiasmo hanno premiato le nostre azioni e la nostra filosofia green che fin dall'inizio si è basata su sostenibilità, amore per la natura e quel tocco locale e familiare che cerchiamo continuamente di trasmettere».Un progetto che nasce dalla natura e confluisce nella missione aziendale di Delphina: offrire ospitalità mediterranea autentica in luoghi unici con 12 hotel 5 stelle, 4 stelle superior e 4 stelle, residence esclusivi, 6 SPA e prestigiose ville tutte immerse in verdi parchi mediterranei affacciati sul mare tra la Costa Smeralda, l'Arcipelago di La Maddalena e il Golfo dell’Asinara, nelle località di Cannigione, Palau, Santa Teresa Gallura, Isola Rossa e Badesi. La catena alberghiera sarda ha da anni adottato politiche di crescita sostenibile nei confronti dell'ambiente e del territorio ed è in prima linea nel sostegno dell’economia locale. Un percorso iniziato ancor prima della nascita delle strutture e confluito nel marchio “We are green®”, creato e registrato da Delphina per rappresentare il suo amore per la natura. E dal 2018 l'azienda è entrata nella "Lounge" di Intesa San Paolo di Elite, il progetto di Borsa Italiana- Gruppo Euronext per le imprese ad alto potenziale realizzato in collaborazione con Confindustria.Premiato anche il Resort Valle dell’Erica, eletto per la quarta volta “Europe’s Leading Green Resort”, migliore green resort d'Europa a cui si aggiunge la riconferma per la terza volta a livello nazionale come “Italy's Leading Green Resort”. «La natura unica della Sardegna è la nostra risorsa primaria ed è sempre stata al centro dei nostri progetti. - continua Muntoni – Vincere per quattro anni consecutivi questo titolo e essere stati premiati come migliore gruppo alberghiero indipendente green d’Europa è la prova che siamo sulla giusta strada. È il segnale di come sia possibile fare impresa rispettando e valorizzando i territori. E fin dagli inizi abbiamo fatto sì che ogni singolo edificio si inserisse armoniosamente nel paesaggio circostante, vicino alla natura e alle tradizioni di questa terra».   Un grande traguardo per l'elegante resort dall’anima green a pochi minuti da Santa Teresa Gallura, pensato per offrire una vacanza 5 stelle in libertà. Una location esclusiva nel Mediterraneo immersa in 28 ettari di parco, tra arbusti ed essenze mediterranee, affacciata sugli Arcipelaghi di La Maddalena e del sud della Corsica davanti a 1400 metri di costa incontaminata e spiagge da sogno di sabbia bianca. Come tutte le strutture Delphina, il Valle dell’Erica utilizza solo energia 100% verde proveniente da fonti rinnovabili, ha adottato importanti politiche plastic free e sostiene una cucina sana e locale basata su ingredienti genuini e preferibilmente a km 0. Il riconoscimento come migliore gruppo alberghiero indipendente green in Europa per Delphina e come migliore green resort d’Europa e d’Italia per il Resort Valle dell’Erica si aggiunge a un altro riconoscimento internazionale, The Norns Awards, che ha assegnato il premio speciale ad Elena Muntoni, Brand Manager di Delphina hotels & resorts per l’impegno concreto nel preservare la natura unica della Sardegna e averne fatto una risorsa primaria per offrire una vacanza sempre più ecosostenibile, alla scoperta delle tradizioni e della cucina genuina dell’isola, nel rispetto del protocollo “We are green” Riconferma per il terzo anno consecutivo anche per il Resort & SPA Le Dune di Badesi, rieletto Italy's Leading Beach Resort 2022, migliore beach resort d'Italia. Immerso in un parco di 280.000 metri quadrati tra dune di sabbia, ginepri e profumata macchia mediterranea, questo paradiso delle famiglie è una vera oasi naturale con 5 hotel, 10 ristoranti, un'elegante SPA, numerose attività gratuite per il tempo libero e servizi per praticare sport acquatici. «Questo premio - conclude Muntoni - ci riempie di orgoglio e ci ispira a fare sempre meglio. A rendere unica la nostra offerta la bellezza della spiaggia di Li Junchi Bandiera Blu anche quest’anno. Lunga 8 chilometri e proprio di fronte al resort, è molto amata dagli ospiti che possono fare lunghe passeggiate su zone quasi deserte e, grazie al centro nautico, praticare diversi sport acquatici: canoa, corsi di vela con catamarani, windsurf e kitesurf. Le dune di sabbia dietro la spiaggia hanno una vegetazione affascinante con ginepri, rose marine e altre essenze, mentre il panorama spazia dall’isolotto di Isola Rossa all'Asinara.  E' aperta alle visite di adulti e bambini anche una fattoria di cinque ettari con orto, frutteto, vigneto e uliveto per conoscere le piante tipiche e ampliare la produzione a km 0 del resort. Il Resort Valle dell’Erica e il Resort Le Dune, come le altre strutture della collezione Delphina, sono eccellenze dell’ospitalità sostenibile».   [post_title] => Delphina hotels & resorts: migliore gruppo alberghiero indipendente green d'Europa [post_date] => 2022-10-04T15:07:27+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664896047000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "emirates 6 mila dipendenti in piu" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":27,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1584,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431797","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_412544\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Roberta Garibaldi, ad Enit[/caption]\r\n\r\nEnit porta l'offerta congressuale italiana sul palcoscenico di Imex America, in calendario dall’11 al 13 ottobre prossimi. Ottime le performance dell’Europa per numero di meeting internazionali promossi dalle associazioni: nella Top 20 Destination Performance Index di Icca, il 70% dei paesi e l’80% delle città sono destinazioni europee. Seguono i Paesi asiatici (15%) e i Paesi nordamericani (10%), mentre l’Oceania, rappresentata dall'Australia, ha una quota di mercato del 5%. La Spagna balza di 2 posizioni rispetto al 2019 e diventa la seconda destinazione per meeting a livello globale, dopo gli Stati Uniti che restano saldi al primo posto per numero di congressi ospitati. Dopo la Germania al 3° e la Francia al 4°, l'Italia nel 2021 ottiene il 5° posto, scavalcando il Regno Unito che scende di una posizione rispetto al 2019.  \r\n \r\nNella classifica delle città, Roma entra nelle prime 20 posizioni e si piazza al 16° posto. Nel 2021 in Italia sono stati realizzati complessivamente 86.438 eventi in presenza o in formato ibrido con una crescita del +23,7% rispetto al 2020, per un totale di 4.585.433 partecipanti (+14,7% sul 2020). Sempre lo scorso anno, la spesa internazionale per viaggi d’affari in Italia nel 2021, circa 4,3 miliardi di euro (+50,8% sul 2020), è cresciuta più di quella per vacanze (+16,8%).  Sono 10,8 milioni i viaggiatori internazionali in Italia per motivi di lavoro/affari nel 2021 (+18,2% sul 2020) per un totale di circa 33 milioni di notti (+16,7%). (Fonte Ufficio Studi su dati Banca d’Italia) \r\n \r\nNei primi 6 mesi del 2022, i viaggiatori dall’estero in Italia per motivi di lavoro spendono quasi 3 miliardi di euro (fonte: Ufficio Studi su dati Banca d’Italia – 2022 provvisori).  \r\n \r\nIl settore mice troverà il vigore di un tempo nel 2026. \"Il successo dei meeting face to face dovrà essere basato in futuro sulla qualità dei contenuti e l’apporto che la destinazione può dare al raggiungimento degli obiettivi dell’evento, l’affiancamento di elementi virtuali, l’offerta di un’effettiva esperienza di networking, la sostenibilità\" dichiara l'ad Enit, Roberta Garibaldi.\r\n\r\n\"Se analizziamo i dati disponibili ci rendiamo conto di quanto sia aumentata la determinazione di fattori come la reputazione, l’accessibilità dei luoghi, i fattori ambientali, il clima, le opportunità extra conferenze, le caratteristiche delle strutture ricettive per qualità e standard di sicurezza e come ci si orienti anche su strutture con meno camere con un’ospitalità più familiare. E’ cresciuto l’interesse per strutture con aree esterne con flessibilità degli spazi, attenzione alla sostenibilità e all’enogastronomia e con avanzata dotazione tecnologica”.","post_title":"Enit porta l'Italia a Imex America: il nostro Paese è la quinta destinazione Mice al mondo","post_date":"2022-10-06T12:41:01+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1665060061000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431795","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volotea rilancia su Torino in vista delle festività natalizie: decollerà infatti dal prossimo 8 dicembre il volo alla volta di Parigi - Charles De Gaulle, collegamento che avrà 2 frequenze a settimana, ogni giovedì e domenica. Sempre l’8 dicembre, si torna a volare verso Palermo, con fino a 3 frequenze settimanali. Con l'aggiunta di queste due rotte, salgono a 8 le destinazioni servite da Volotea da Torino.\r\nDurante la stagione estiva 2022, il vettore ha trasportato a Torino oltre 158.000 passeggeri, con un’offerta complessiva di oltre 167.000 posti in vendita.\r\n“Torino e la Francia saranno più vicine grazie alla nostra nuova rotta: sarà possibile approfittarne da subito per organizzare una vacanza o uno short-break in uno dei momenti più belli dell’anno, il periodo natalizio, che in questo 2022 inizia con il lungo ponte dell’Immacolata - ha dichiarato Valeria Rebasti, country manager Italy & Southeastern Europe della compagnia -. Inoltre, grazie alla nuova rotta, amplificheremo il traffico di turisti stranieri desiderosi di raggiungere Torino e visitare le bellezze del Piemonte, sostenendo e rafforzando così l'economia locale. Infine, non va dimenticato il ripristino del collegamento verso Palermo, che rafforza ulteriormente la nostra offerta di voli domestici da e per Torino”.\r\n“Siamo certi che i due collegamenti per Parigi e per Palermo soddisferanno le esigenze di viaggio sia di chi intende trascorrere le vacanze invernali in luoghi di interesse turistico, sia di coloro che vogliono riavvicinarsi ai familiari per le feste”  ha commentato Andrea Andorno, ad Torino Airport .\r\nIl network Volotea da Torino include 6 destinazioni in Italia (Cagliari, Lampedusa, Napoli, Olbia, Palermo e Pantelleria) e 2 all’estero, 1 in Grecia (Atene) e 1 in Francia (Parigi).\r\n ","post_title":"Volotea: nuova rotta Torino-Parigi, a partire dal prossimo 8 dicembre","post_date":"2022-10-06T12:16:17+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1665058577000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431752","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si è appena concluso Futuriamo: l'evento di team building organizzato da Futura Vacanze presso il cilentano Futura Club Eleamare, ultima new entry in ordine di tempo della stagione 2022. L'appuntamento ha visto il coinvolgimento di tutto il personale del to e della rappresentanza della società di gestione Fv Hotels, con la presenza di direttori, capi ricevimento, chef, maitre e staff alberghiero per un totale di oltre 100 persone. Presente, naturalmente, anche tutto il board direzionale del gruppo.\r\n\r\nFortemente voluta, questa tre giorni di team building è stata pensata anche come una preziosa occasione per stare insieme e festeggiare i traguardi raggiunti. Attività e sfide a squadre, momenti di intrattenimento con show e party serali sono state affidate alla conduzione di Art Swiss, società di animazione di riferimento dell’operatore. L’evento è stato poi una bella occasione per fare un bilancio sulle strutture a gestione diretta e premiare i migliori risultati ottenuti per singolo villaggio, secondo gli indici di gradimento dei clienti raccolti nel corso della stagione.\r\n\r\n“Dopo questi due anni di pandemia, molto difficili, trovare le motivazioni per ripartire è stato complicato e complesso per l’intero comparto - spiega l'amministratore unico di Futura Vacanze, Stefano Brunetti  -. Il nostro gruppo però ha reagito bene e gran parte del merito di tutto ciò è anche del personale e di tutto lo staff. Quest’anno, abbiamo superato qualunque traguardo in termini di fatturato e presenze. La distribuzione e i clienti hanno potuto scegliere tra ben 20 Futura Club, il numero passeggeri è arrivato a quota 150 mila e la società di gestione del gruppo oggi conta 1.500 camere in Italia\".\r\n\r\nEmozioni condivise tra dipendenti e collaboratori per festeggiare la stagione appena conclusa e per guardare tutti insieme al futuro e ai prossimi obiettivi. “Abbiamo fortemente voluto questo evento perché desideravamo ringraziare in un momento speciale i dipendenti e tutto lo staff per l’ottimo lavoro svolto - aggiunge il direttore operativo, Emanuela di Giuseppe -. Futuriamo si è dimostrata un’importante occasione per stare insieme, conoscersi meglio e divertirsi. Inaugura, quindi, una nuova tradizione per la nostra azienda, destinata a ripetersi ogni anno”.\r\n\r\n ","post_title":"Futura Vacanze: un evento di team building per celebrare quota 150 mila pax","post_date":"2022-10-06T09:42:08+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1665049328000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431655","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Marocco ha eliminato le ultime restrizioni di viaggio in vigore per limitare la diffusione del Covid-19: dallo scorso 30 settembre, chi arriva nel Paese non è più obbligato a presentare un certificato di vaccinazione o un test Pcr. I viaggiatori sono però tenuti a compilare un modulo sanitario.\r\n\r\nAll'arrivo negli aeroporti, inoltre, possono ancora essere effettuati test rapidi su gruppi selezionati di passeggeri. Dopo 48 ore dall'arrivo possono essere richiesti ulteriori test Pcr per passeggeri selezionati a caso. Non è previsto alcun requisito di ingresso per i bambini di età inferiore ai 6 anni.\r\n\r\nIntanto, l'industria turistica del Paese prosegue lungo la strada della ripresa, con un livello di entrate che si stanno avvicinando ai record pre-pandemia: a fine luglio il dato si attestava a 3,4 miliardi di dollari, pari ad un tasso di recupero dell'88,4%.\r\n\r\n ","post_title":"Anche il Marocco ha eliminato le ultime restrizioni di viaggio","post_date":"2022-10-05T09:50:19+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1664963419000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431653","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ryanair ha trasportato 15,9 milioni di passeggeri a settembre, che diventa così il terzo mese più trafficato di sempre, con un aumento del 13% rispetto ai livelli pre-Covid. Fino a quest'anno, il mese più trafficato era stato l'agosto 2019, quando la low cost aveva trasportato 14,9 milioni di passeggeri.\r\n\r\nLa percentuale media di posti vuoti per volo è salita il mese scorso al 6%, rispetto al 4% di agosto e al 3% di settembre 2019.\r\n\r\nRyanair punta ora a trasportare 166,5 milioni di passeggeri nell'anno che si chiuderà alla fine di marzo, superando in modo significativo il precedente record annuale di 149 milioni, raggiunto prima che la pandemia bloccasse l'industria del trasporto aereo.\r\n\r\nNei dodici mesi sino ad oggi la low cost ha trasportato 153 milioni di passeggeri, con un balzo in avanti del +209% rispetto ai 49,5 milioni di passeggeri trasportati nello stesso periodo dell'anno scorso.","post_title":"Ryanair: settembre da 15,9 milioni di passeggeri trasportati, +13% sul 2019","post_date":"2022-10-05T09:34:21+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664962461000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431649","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air New Zealand ha scelto di affidarsi a Discover the World per i servizi gsa in Europa; la collaborazione è già attiva in America Latina e Sud-est asiatico. Christine Sutton (in precedenza con Sta Travel ed Emirates) è stata nominata senior sales manager Uk & Europe con base a Londra.\r\n\r\n“Per noi era fondamentale scegliere un partner che potesse rappresentare i valori del nostro marchio e fornire un servizio premium ai nostri partner commerciali - ha dichiarato Aaron Gilden, head of sales Ssea, Uk and Eu per Air New Zealand -. Grazie alla joint venture Singapore Airlines, proponiamo \"Moreways to New Zealand\", offrendo ai nostri clienti opzioni impareggiabili per raggiungere Aotearoa grazie ad un network globale\".\r\n\r\nOggi il vettore neozelandese opera con una flotta composta da 98 aeromobili (Boeing 787-9 Dreamliner, Airbus A320, ATR e Q300), con un'età media di 6,7 anni. Pre-Covid, Air New Zealand trasportava oltre 17 milioni di passeggeri all’anno, con 3.400 voli a settimana.","post_title":"Air New Zealand sceglie Discover the World come gsa per l'Europa","post_date":"2022-10-05T09:01:01+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664960461000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431643","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Blue Air ha rimandato la ripresa dei voli programmata per il 10 ottobre. La compagnia aerea aveva sospeso i voli lo scorso 6 settembre, dopo aver accusato il Ministero dell'Ambiente di aver bloccato l'accesso ai suoi conti bancari.\r\n\r\nNella nota ufficiale in cui annuncia che i voli non ripartiranno il 10 ottobre, la low cost rumena spiega che sta lavorando \"al meglio per riprendere le operazioni di volo (...) A tal fine, Blue Air sta attualmente discutendo con potenziali investitori, finanziatori e il governo rumeno per ristrutturare il suo profilo di capitale in modo da poter riprendere le operazioni aeree\".\r\n\r\nGrave incertezza per i passeggeri: sarebbero infatti già stati venduti circa 16.000 biglietti per voli previsti tra il 10 ottobre 2022 e il 30 ottobre 2023.","post_title":"Blue Air resta a terra: posticipata la ripresa dei voli prevista per il 10 ottobre","post_date":"2022-10-05T08:50:31+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664959831000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431601","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ripartono le attività al Museo del Tessuto con tanti appuntamenti per approfondire i temi delle mostre in corso.\r\nLa programmazione inizia con la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo prevista in tutta Italia domenica 9 ottobre. Per l'occasione il Museo propone il laboratorio motorio \"La danza delle righe e dei pois\" sul tema del \"ritmo\" che parte dall'osservazione dei motivi decorativi dei tessuti esposti alla mostra Due secoli di Textile e Fashion Design. (riservato  ai bambini di 4/6 anni, domenica 9 ottobre alle ore 17.00, ingresso gratuito).\r\nAlla stessa mostra - che racconta le trasformazioni del design nel tessile e nella moda tra Sette e Novecento - il Museo dedica altri cinque appuntamenti:\r\nSabato 22 ottobre (in replica sabato 26 novembre) ore 17.00 è la volta di \"Vestiti impossibili per avventure impossibili\". Un laboratorio creativo per la fascia 4/6 anni per diventare piccoli stilisti.\r\nDomenica 23 ottobre  ore 16.30 \"Guanti da paura\" attende i bambini più grandi (7/10 anni), con un laboratorio a tema Halloween.\r\nSabato 12 novembre (in replica sabato 10 dicembre) ore 17.00 i tessuti stampati di Gio Pomodoro saranno oggetto dell'attività \"Un viaggio in Tasmania\" per i bambini 4/6 anni.\r\n\r\nAlla mostra \"Mr and Mrs Clark. Ossie Clark and Celia Birtwell\" sono invece dedicati tre incontri tra novembre e dicembre, tutti dedicati ai bambini della fascia 7/10 anni.\r\nAgli straordinari e particolarissimi abiti di carta creati da Ossie Clark e presenti in moda è dedicato un laboratorio in calendario domenica 13 novembre e in replica domenica 11 dicembre sempre alle 16.30. \"Paper dress: quando la carta si trasformò in abito\" prevede la visita alla mostra e la creazione di un proprio personalissimo abito in carta.\r\n\"Lanciamoci in pista. A tempo di musica\" cercherà di calare i partecipanti nell'atmosfera della Londra degli anni Sessanta. Domenica 27 novembre alle ore 16.30 musica, moda e danza saranno gli ingredienti di questo laboratorio creativo.\r\nTariffa per tutti i laboratori 5 euro Info e prenotazioni sul sito www.museodeltessuto.it/eventi/\r\n\r\nGrazie alla sponsorizzazione tecnica di Unicoop Firenze, il Museo ha inoltre organizzato un ciclo di visite guidate alla mostra \"Mr and Mrs Clark\" che si svolgeranno il sabato o la domenica ore 17 secondo un calendario stabilito.\r\n\r\n ","post_title":"Museo del Tessuto di Prato, un autunno tra mostre, eventi ed iniziative","post_date":"2022-10-04T15:10:49+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1664896249000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431616","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\n[caption id=\"attachment_431617\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Elena Muntoni, brand manager di Delphina[/caption]\r\n\r\n\r\nMigliore gruppo alberghiero indipendente green d’ Europa, migliore gruppo alberghiero italiano, migliore green resort d’Europa e d'Italia al Resort Valle dell’Erica, migliore beach resort d'Italia al resort & spa Le Dune di Badesi: Delphina Hotels & Resorts vince cinque riconoscimenti ai World Travel Awards 2022, gli \"Oscar del turismo mondiale\".\r\n\r\nL'organizzazione dei World Travel Awards ha premiato Delphina hotels & resorts come il gruppo alberghiero indipendente più green d’Europa e il Resort Valle dell’Erica è stato riconfermato “Europes’s Leading Green Resort” e “ Italy’s Leading Green Resort”, migliore green resort d'Europa e d’Italia nel 2022.\r\nUna vittoria che riconferma i successi ottenuti già nel 2021, a partire dal titolo di “Italy's Leading Hotel Group 2022”, migliore gruppo alberghiero italiano, assegnato a Delphina hotels & resorts per il terzo anno consecutivo.\r\nEd il gruppo alberghiero sardo potrebbe rientrare nella rosa dei possibili vincitori a livello mondiale per essere riconfermato come World’s Leading Green Independent Hotel Group, migliore gruppo alberghiero indipendente green al mondo, premio che sarà reso noto a Novembre.\r\n\r\n«Questi riconoscimenti- dichiara Elena Muntoni, brand manager Delphina- ci riempiono di orgoglio e sono la prova che la strada intrapresa 30 anni fa si è dimostrata visionaria e giusta, continuiamo a seguirla con sempre più importanti azioni volte alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente e della natura che ci accoglie. Ringraziamo i nostri sostenitori che con entusiasmo hanno premiato le nostre azioni e la nostra filosofia green che fin dall'inizio si è basata su sostenibilità, amore per la natura e quel tocco locale e familiare che cerchiamo continuamente di trasmettere».Un progetto che nasce dalla natura e confluisce nella missione aziendale di Delphina: offrire ospitalità mediterranea autentica in luoghi unici con 12 hotel 5 stelle, 4 stelle superior e 4 stelle, residence esclusivi, 6 SPA e prestigiose ville tutte immerse in verdi parchi mediterranei affacciati sul mare tra la Costa Smeralda, l'Arcipelago di La Maddalena e il Golfo dell’Asinara, nelle località di Cannigione, Palau, Santa Teresa Gallura, Isola Rossa e Badesi. La catena alberghiera sarda ha da anni adottato politiche di crescita sostenibile nei confronti dell'ambiente e del territorio ed è in prima linea nel sostegno dell’economia locale. Un percorso iniziato ancor prima della nascita delle strutture e confluito nel marchio “We are green®”, creato e registrato da Delphina per rappresentare il suo amore per la natura.\r\n\r\nE dal 2018 l'azienda è entrata nella \"Lounge\" di Intesa San Paolo di Elite, il progetto di Borsa Italiana- Gruppo Euronext per le imprese ad alto potenziale realizzato in collaborazione con Confindustria.Premiato anche il Resort Valle dell’Erica, eletto per la quarta volta “Europe’s Leading Green Resort”, migliore green resort d'Europa a cui si aggiunge la riconferma per la terza volta a livello nazionale come “Italy's Leading Green Resort”.\r\n\r\n«La natura unica della Sardegna è la nostra risorsa primaria ed è sempre stata al centro dei nostri progetti. - continua Muntoni – Vincere per quattro anni consecutivi questo titolo e essere stati premiati come migliore gruppo alberghiero indipendente green d’Europa è la prova che siamo sulla giusta strada. È il segnale di come sia possibile fare impresa rispettando e valorizzando i territori. E fin dagli inizi abbiamo fatto sì che ogni singolo edificio si inserisse armoniosamente nel paesaggio circostante, vicino alla natura e alle tradizioni di questa terra».\r\n \r\nUn grande traguardo per l'elegante resort dall’anima green a pochi minuti da Santa Teresa Gallura, pensato per offrire una vacanza 5 stelle in libertà. Una location esclusiva nel Mediterraneo immersa in 28 ettari di parco, tra arbusti ed essenze mediterranee, affacciata sugli Arcipelaghi di La Maddalena e del sud della Corsica davanti a 1400 metri di costa incontaminata e spiagge da sogno di sabbia bianca. Come tutte le strutture Delphina, il Valle dell’Erica utilizza solo energia 100% verde proveniente da fonti rinnovabili, ha adottato importanti politiche plastic free e sostiene una cucina sana e locale basata su ingredienti genuini e preferibilmente a km 0.\r\n\r\nIl riconoscimento come migliore gruppo alberghiero indipendente green in Europa per Delphina e come migliore green resort d’Europa e d’Italia per il Resort Valle dell’Erica si aggiunge a un altro riconoscimento internazionale, The Norns Awards, che ha assegnato il premio speciale ad Elena Muntoni, Brand Manager di Delphina hotels & resorts per l’impegno concreto nel preservare la natura unica della Sardegna e averne fatto una risorsa primaria per offrire una vacanza sempre più ecosostenibile, alla scoperta delle tradizioni e della cucina genuina dell’isola, nel rispetto del protocollo “We are green”\r\nRiconferma per il terzo anno consecutivo anche per il Resort & SPA Le Dune di Badesi, rieletto Italy's Leading Beach Resort 2022, migliore beach resort d'Italia. Immerso in un parco di 280.000 metri quadrati tra dune di sabbia, ginepri e profumata macchia mediterranea, questo paradiso delle famiglie è una vera oasi naturale con 5 hotel, 10 ristoranti, un'elegante SPA, numerose attività gratuite per il tempo libero e servizi per praticare sport acquatici.\r\n\r\n«Questo premio - conclude Muntoni - ci riempie di orgoglio e ci ispira a fare sempre meglio. A rendere unica la nostra offerta la bellezza della spiaggia di Li Junchi Bandiera Blu anche quest’anno. Lunga 8 chilometri e proprio di fronte al resort, è molto amata dagli ospiti che possono fare lunghe passeggiate su zone quasi deserte e, grazie al centro nautico, praticare diversi sport acquatici: canoa, corsi di vela con catamarani, windsurf e kitesurf. Le dune di sabbia dietro la spiaggia hanno una vegetazione affascinante con ginepri, rose marine e altre essenze, mentre il panorama spazia dall’isolotto di Isola Rossa all'Asinara.  E' aperta alle visite di adulti e bambini anche una fattoria di cinque ettari con orto, frutteto, vigneto e uliveto per conoscere le piante tipiche e ampliare la produzione a km 0 del resort. Il Resort Valle dell’Erica e il Resort Le Dune, come le altre strutture della collezione Delphina, sono eccellenze dell’ospitalità sostenibile».\r\n \r\n\r\n","post_title":"Delphina hotels & resorts: migliore gruppo alberghiero indipendente green d'Europa","post_date":"2022-10-04T15:07:27+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664896047000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti