21 September 2021

Austrian Airlines: nuove misure per riemergere dalla crisi a fronte di una ripresa lenta

[ 0 ]

Austrian Airlines affina ulteriormente il piano di ristrutturazione che vedrà riemergere dalla pandemia “una compagnia aerea più piccola” spiega il chief operating officer Jens Ritter, sottolineando come ad uscire vincitore dalla crisi “sarà chiunque saprà adattarsi alla nuova normalità con la massima flessibilità possibile”.

 

Il vettore del Gruppo Lufthansa attualmente opera circa il 15% della capacità pre-Covid, a fronte di previsioni iniziali che puntavano ad offrire il 50% della capacità abituale durante la stagione invernale che terminerà a marzo.
Sebbene le casse della compagnia siano “sufficientemente piene” grazie al pacchetto di sostegno finanziario concordato dal governo austriaco e dal gruppo Lufthansa nel 2020, oltre che dalle iniziative in atto per ridurre i costi, la seconda ondata di Covid-19 e le nuove restrizioni di viaggio impongono ulteriori provvedimenti. Anche perché l’estate potrebbe rivelarsi più debole del previsto, così come la ripresa sul lungo termine potrebbe trascinarsi molto più a lungo di quanto immaginato. Austrian intende pertanto attuare misure per “garantire ulteriormente” la liquidità a breve termine e migliorare la performance finanziaria dell’azienda a lungo termine. 

 

Non è del tutto accantonata, comunque, la previsione di una sensibile ripresa della domanda di viaggio per l’estate,  soprattutto per il segmento leisure, fascia di mercato sulla quale la compagnia intende focalizzarsi maggiormente rispetto al passato.

In base al piano di riduzione della flotta varato nel 2020, Austrian intende passare da 80 a 60 aeromobili.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti