24 September 2021

Air Canada archivia il 2020 con un rosso da 3 miliardi di euro

[ 0 ]

Air Canada si lascia alle spalle il 2020 con un rosso di 4,6 miliardi di dollari canadesi (circa 3 miliardi di euro) e un calo del 73% del numero di passeggeri. Quanto mai evidente l’impatto negativo sui conti del vettore della pandemia nel confronto con i risultati dell’anno precedente, quando Air Canada aveva registrato un utile netto di 1,4 miliardi di dollari canadesi. Nel 2020 il fatturato è sceso del 70% a 5,8 miliardi di dollari (19,1 miliardi nel 2019), mentre il numero di passeggeri trasportati è sceso a poco più di 1,6 milioni nel 2020, dai circa 12 milioni dell’anno prima.

“Mentre entriamo nel nuovo anno, rimane l’incertezza legate alle nuove varianti del Covid e ai cambiamenti nelle restrizioni di viaggio – ha affermato Calin Rovinescu, ceo di Air Canada -. Le notizie sulla capacità di screening e sui vaccini sono incoraggianti e lasciano vedere la luce in fondo tunnel. Sono anche molto incoraggiato dalla natura costruttiva delle discussioni che abbiamo avuto con il governo del Canada nelle ultime settimane in merito all’assistenza finanziaria specifica del settore. Sebbene non vi sia alcuna garanzia in questa fase che raggiungeremo un accordo definitivo per il supporto al settore, sono, per la prima volta, più ottimista”. 

A differenza di molti altri paesi, il Canada ha finora rifiutato aiuti mirati per il proprio settore del trasporto aereo, spingendo le compagnie aeree prima di tutto a rimborsare i passeggeri i cui voli sono stati cancellati dall’inizio della pandemia e a riprendere i collegamenti domestici.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti