29 September 2022

Traveller Made, in attesa di Essence of Luxury, Il Viaggio fa parlare di sé

[ 0 ]

16683829_10154147782985443_2470950076285672183_nSi terrà a Deauville, dal 26 febbraio al 3 marzo, Essence of Luxury, l’annuale riunione delle oltre 250 agenzie di viaggio di tutto il mondo che appartengono a questo prestigioso network.
Il Viaggio Journeys & Voyages ha ricevuto la certificazione di primo grado per essere tra i migliori Travel Designers: solo 50 agenzie nel mondo possono vantarsi di questo titolo.
Il “1st grade certificate as Grand (Travel) Designers” è una condizione che si raggiunge attraverso un processo di monitorizzazione che Traveller Made, il network del lusso esperienziale che fa capo a Quentin Desurmont, effettua attraverso rigidi e importanti parametri.
«Traveller Made, da agosto 2016 ha monitorato l’operato di tutte le agenzie partner, circa 250 in tutto il mondo – spiega il managing director de Il Viaggio, Ico Inanç – attraverso svariati parametri che hanno potato a selezionare le Top 50, le Top 100 e le Top 150 agenzie del network, raggruppandole nella prima fascia, (1-50, 1st Grand) nella seconda fascia (51-99, 2nd Grand) e dalla 100 alla 150 (3rd Grand). Per me e per il mio staff, senza il quale non saremmo riusciti in questa impresa, è una grande soddisfazione ricevere questo riconoscimento».
Le agenzie 1st Grand rappresentano il gotha del turismo mondiale e saranno la vetrina per offrire servizi ai clienti, mentre i fornitori avranno un occhio di riguardo per esse.
Il Viaggio Journeys & Voyages è anche in lizza per il premio come Miglior Designer per la categoria creatività, che verrà assegnato lunedì prossimo a Deauville durante la serata di gala dell’Essence of Luxury.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431124 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sempre alta l’attenzione di Corsica Sardinia Ferries sul green per ridurre l'impatto sull'ambiente. Non solo, ma la compagnia è anche molto attiva sul fronte di opzioni e servizi, allo scopo di facilitare la scelta di tariffe. Molte le tariffe ad hoc, le promozioni in tutte le stagioni. Di recente la compagnia fondata da Pascal Lota ha lanciato una nuova app per migliorare l’esperienza digitale dei viaggiatori, i quali  avranno il loro viaggio a portata di mano, grazie alle notifiche che saranno inviate in tempo reale e alla possibilità di ricevere la carta d’imbarco digitale, da mostrare il giorno della partenza. Non sarà, quindi, più necessario stampare il biglietto. Tra gli obiettivi della compagnia, continuare a investire nella direzione della transizione ecologica e della riduzione dell’impronta ambientale di tutte le attività, attraverso azioni, tecnologie e progetti, ma anche promuovere il turismo sostenibile ed essere sempre più green oriented. «Le Navi Gialle non sono solo un mezzo confortevole per raggiungere le destinazioni delle vacanze – sottolinea Cristina Pizzutti, responsabile comunicazione e marketing -ma veri e propri laboratori galleggianti, che partecipano allo sforzo collettivo, per la difesa del mare e dell’ecosistema». Corsica Sardinia Ferries è uno dei principali interlocutori degli enti di ricerca, che supporta da oltre 15 anni nei progetti di monitoraggio, studio e analisi. [post_title] => Corsica Ferries, obiettivo continuare ad investire verso la transizione ecologica [post_date] => 2022-09-28T11:10:59+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664363459000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431228 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' programmato per oggi l'incontro fra i vertici di Ita Airways e una delegazione della cordata Certares: al tavolo ci saranno il fondo Usa, con 16 persone, Air France, con il top manager François Maignè e Delta Air Lines, con Isaac Husseini, responsabile delle alleanze della compagnia aerea statunitense. Lo riporta La Repubblica, segnalando il momento quanto meno delicato di questa fase delle trattative per la vendita di Ita. In pratica, nel bel mezzo del passaggio al nuovo esecutivo italiano: ma la rotta tracciata dall'ormai ex premier Draghi sembra essere quella seguita anche dal nuovo governo a trazione Fratelli d'Italia, che tramite il responsabile economico Maurizio Leo, conferma che la cessione andrà avanti, "perché i giochi sono ormai fatti". Focus dell'incontro odierno la situazione finanziaria di Ita (dalla sofferenza della cassa, ai 430 milioni di dollari che serviranno per gestire e rafforzare la flotta da qui al 2023) e la redditività delle rotte, nonché il modello di revenue management. Infine, sotto la lente di ingrandimento, anche le aree di business di Ita. Cargo incluso. [post_title] => Ita Airways: faccia a faccia tra il management e la cordata Certares. E FdI dice sì all'affaire [post_date] => 2022-09-28T10:24:00+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664360640000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431217 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A fine anno sono previsti in Adriatico 3,3 milioni di crocieristi movimentati (imbarchi, sbarchi e transiti), in crescita del 232% sul 2021 grazie a 2.936 accosti di navi da crociera (+195% sul 2021). Un dato positivo, certo, ma ancora lontano da quello del 2019, quando i numeri parlavano di ben 5,7 milioni di passeggeri movimentati nella medesima area. Il podio della classifica 2022 vede quindi Corfù al primo posto con oltre mezzo milione di passeggeri previsti e 411 toccate nave, davanti a Kotor (400 mila passeggeri movimentati e 440 toccate nave) e Trieste (380 mila passeggeri movimentati e 230 accosti). A livello di Paesi, la previsione per la chiusura d’anno vede quindi l’Italia confermarsi al primo posto per numero di passeggeri movimentati (1,36 milioni, pari al 40% del totale), davanti a Croazia (900 mila passeggeri) e Grecia (560 mila passeggeri). La Croazia, invece, registrerà a fine 2022 il numero più alto di toccate nave (995) davanti all’Italia (927) e al Montenegro (453). Sono alcuni dei dati della nuova edizione dell'Adriatic Sea Tourism Report che, insieme alle previsioni per il 2023, verranno presentati da Risposte Turismo in occasione della quinta edizione di Adriatic Sea Forum – Cruise, Ferry, Sail & Yacht, organizzato a Bari dal 6 al 7 ottobre dalla stessa Risposte Turismo, in partnership con l'Autorità di sistema portuale del mar Adriatico meridionale e Pugliapromozione. Lanciato nel 2013, il forum vedrà la partecipazione di operatori dei settori crociere, traghetti e nautica provenienti dai sette Paesi che si affacciano sull’Adriatico (Italia, Albania, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Grecia, Montenegro e Slovenia). «La nuova edizione dell’Adriatic Sea Forum giunge in un momento particolarmente significativo per il comparto, nel quale la sfida, ancor più del passato, si gioca sulla capacità di attrazione della domanda, dunque dei turisti, nell’area adriatica - dichiara Francesco di Cesare, presidente Risposte Turismo - Nei due giorni del forum porremo agli operatori e ai rappresentanti di enti di governo una serie di temi e quesiti per comprendere quali potranno essere le future traiettorie di sviluppo di questi settori in Adriatico, e ascolteremo intenzioni, progetti, programmi e istanze che dovrebbero segnare le prossime dinamiche e consentire il raggiungimento di nuovi e più ambiziosi risultati». Tra gli altri dati del rapporto, si segnalano anche quelli sul segmento dei traghetti e degli aliscafi: i primi numeri dell'Adriatic Sea Tourism Report mostrano a fine 2022 nei porti adriatici quasi 18 milioni di passeggeri movimentati (+26% sul 2021 e risultato vicino ai 20 milioni - numeri record - registrati nel 2019). A fine 2022 Bari si confermerà inoltre primo porto in Adriatico per passeggeri movimentati su rotte internazionali (quasi 800 mila), davanti a Durazzo e Ancona che si contenderanno la seconda posizione con circa 690 mila passeggeri movimentati. Da segnalare come per tutti e tre i porti la movimentazione ferry si sviluppi per il 100% su rotte internazionali. Passando infine alla nautica, secondo i dati elaborati da Risposte Turismo in Adriatico sono attive 337 strutture per quasi 80 mila posti barca (79.171). L’Italia conferma la propria leadership grazie a 189 strutture attive (56% delle marine presenti nell’area, per un totale di 49 mila posti barca, 62% del totale), davanti a Croazia (126 strutture per quasi 21 mila posti barca) e Montenegro (8 strutture per 3.545 posti barca). Il turismo nautico in Adriatico mostra, nel quadriennio 2019 – 2022, una crescita complessiva nel numero di marine, porti turistici e posti barca. Nel periodo, infatti, sono state aperte otto nuove strutture nautiche (tre in Croazia, due in Italia e in Montenegro e una in Grecia), per un totale di quasi 4 mila nuovi posti barca. «Nonostante le incertezze che pesano sul contesto internazionale – conclude di Cesare - il turismo ha dato evidenti segnali di ripresa in questo 2022 e il maritime tourism, con le sue componenti, spicca per dinamicità. Negli scorsi mesi abbiamo registrato attraverso i nostri lavori di ricerca una intensa accelerazione sul fronte degli investimenti, con l’offerta nautica, di traghetti e crociere che tanto sul fronte porti e marine che su quello delle compagnie di navigazione sta alzando man mano il livello qualitativo, con una grande attenzione anche al tema della salvaguardia dell’ambiente». [post_title] => All'Adriatic Sea Forum di Bari i dati del report ad hoc di Risposte Turismo [post_date] => 2022-09-28T10:06:57+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664359617000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431188 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Thailandia ha esteso fino a 45 giorni  il periodo di soggiorno per i turisti provenienti da paesi/territori aventi diritto all'esenzione dal visto e a 30 giorni per quelli idonei per un visto all'arrivo. La nuova regolamentazione varata dal Centro thailandese per l'amministrazione della situazione Covid-19 su proposta del Tourism Authority of Thailand (Tat) - sarà in vigore dal 1° ottobre 2022 fino al 31 marzo 2023. Tat ha proposto l'estensione per stimolare l’inizio imminente dell’alta stagione, che normalmente va da ottobre a marzo. L'estensione del periodo di soggiorno a 45 giorni sarà valida anche per i cittadini italiani, che possono entrare in Thailandia nell'ambito di un regime di esenzione dal visto turistico.   Il visto può essere richiesto presso l'Ambasciata Reale Thailandese o il Consolato Generale reale nel paese di residenza. I numeri di contatto sono disponibili su www.thaiembassy.org.  Per procedere con le richieste online, i richiedenti possono verificare la propria idoneità sul sito web ufficiale del visto elettronico all'indirizzo www.thaievisa.go.th.   [post_title] => Thailandia: soggiorni fino a 45 giorni per i turisti provenienti da Paese esentati dal visto [post_date] => 2022-09-27T12:05:55+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664280355000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431120 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Per R Collection una stagione caratterizzata dal tutto esaurito, dal ritorno degli americani, in generale da una clientela che ha puntato su servizi personalizzati e su una vacanza tailor made. «Se è vero che gli americani sono stati numerosi è vero anche che i turisti italiani sono diminuiti  rispetto alla scorsa stagione – spiega Ludovica Rocchi, brand director R Collection – perché nel 2021 i confini erano ancora molto ristretti. Tra 2020 e 2021 gli italiani hanno avuto l’opportunità di scoprire il proprio paese e di apprezzare aree che magari non conoscevano». La R Collection include otto strutture: 4 sul Lago di Como – il Grand Hotel Victoria di Menaggio, il Royal Victoria, la Villa Cipressi di Varenna e l’Hotel Regina Olga a Cernobbio – tre a Milano – Mentana, City Life Poliziano, e Hotel King – e una in Liguria – il Grand Hotel Bristol Resort & Spa di Rapallo, nel Golfo del Tigullio. «La nostra è un’offerta di qualità che punta sul Made in Italy a 360 gradi – conclude Rocchi – dai prodotti dell’enogastronomia fino ai materiali che scegliamo per rinnovare le strutture. Portiamo avanti rapporti con aziende italiane per valorizzare l’artigianalità ed anche la sostenibilità”. Per quanto concerne i rapporti con il trade, l’obiettivo di R Collection è far conoscere le strutture per fare in modo che le agenzie di viaggi possano conoscere il prodotto da vicino e consigliarlo ai clienti. [post_title] => Per R Collection stagione con il tutto esaurito, obiettivo rafforzare rapporti con il trade [post_date] => 2022-09-27T10:24:30+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664274270000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431150 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un nuova strategia di sostenibilità, incentrata su quattro aree tematiche, nove temi materiali e 21 obiettivi conformi agli obiettivi di Carnival Corporation e in linea con l’Agenda 2030 delle Nazioni unite. Costa Crociere presenta la sedicesima edizione del proprio bilancio di sostenibilità, relativo all’anno 2021. “Siamo arrivati alla sedicesima edizione del nostro bilancio: un dato che evidenzia quanto il nostro impegno nella sostenibilità sia consolidato e pionieristico - racconta il direttore generale della compagnia, Mario Zanetti -. In particolare, il 2021 è stato un anno contraddistinto da una profonda e sostanziale evoluzione di Costa. Abbiamo lavorato per offrire un nuovo modo di viaggiare, una proposta di valore del prodotto, che trova nella sostenibilità un asset importante. Questo lavoro proseguirà anche nei prossimi anni, con una strategia che, per quanto riguarda la sostenibilità, si basa sul potere trasformativo del viaggio, the Good power of travel, come indica il titolo del nuovo report. Ovvero un modello di business che continui a soddisfare gli ospiti e allo stesso tempo sia in grado di generare valore sociale, ambientale ed economico”. Nel documento vengono quindi individuate quattro macro-priorità, che esprimono la visione di futuro della compagnia: progredire verso la neutralità climatica; rigenerare le risorse; responsabilizzare le persone; costruire un ecosistema trasformativo. Relativamente alla prima area, la neutralità climatica, l’ambizione di Costa è quella di introdurre una nuova generazione di navi che operino a zero emissioni nette entro il 2050. La compagnia sta inoltre lavorando per migliorare ulteriormente l’efficienza energetica della flotta già in servizio e supportare l’innovazione nelle infrastrutture portuali. Fanno parte di questo ambito il debutto delle prime navi alimentate a gas naturale liquefatto (Costa Toscana e Costa Smeralda), l’installazione dei più moderni sistemi di abbattimento delle emissioni su oltre il 90% delle navi e l’impegno per l’utilizzo dello shore power (alimentazione da terra durante le soste in porto), con circa un terzo delle navi già predisposte e altre cinque in fase di predisposizione. Per quanto riguarda la rigenerazione delle risorse utilizzate, strettamente legata alla salvaguardia degli ecosistemi marini, su tutte le navi viene già effettuato il 100% di raccolta differenziata e il riciclo di materiali quali plastica, carta, vetro e alluminio. Inoltre, il 90% del fabbisogno giornaliero di acqua è soddisfatto trasformando quella del mare tramite l’utilizzo di dissalatori, valore che raggiunge il 100% sulle navi più moderne della flotta. La terza area strategica, responsabilizzare le persone, riguarda sia gli ospiti sia i dipendenti della compagnia. Relativamente agli ospiti, l’obiettivo è quello di sensibilizzarli a essere viaggiatori sempre più responsabili nelle loro scelte, mentre per i dipendenti l’obiettivo è promuovere un ambiente di lavoro equo e inclusivo, nonché di accrescere le competenze. A questo proposito nel 2021 le ore di smart working, o di flexible working,sono state oltre 774 mila, mentre quelle di formazione quasi 120 mila, erogate a una comunità di dipendenti che proviene da 70 Paesi e cinque continenti diversi. L’ultima area strategica, costruire un ecosistema trasformativo, riguarda il valore generato sui territori e sulle comunità che accolgono le navi Costa. Basti pensare che nel 2021, con le unità operative nel solo  Mediterraneo per un periodo ridotto dell’anno, le navi della compagnia hanno visitato ben 31 porti, con 17 itinerari diversi, rimettendo in moto un ecosistema che comprende quasi 16 mila fornitori. [post_title] => Costa: una nuova generazione di navi a zero emissioni tra le priorità del bilancio sostenibile 2021 [post_date] => 2022-09-27T10:06:34+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664273194000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431131 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiama Disney Stars Ambassador il nuovo programma lanciato dal parco parigino e dedicato alle migliori agenzie di viaggio, capaci di rappresentare e vendere al meglio la destinazione sul mercato italiano. Le 30 agenzie di viaggio selezionate sono dislocate su tutto il territorio nazionale; grazie al programma potranno usufruire di una serie di vantaggi esclusivi tra cui la messa a disposizione di materiali digitali e fisici per la personalizzazione della propria agenzia, l’aggiornamento in anteprima sulle novità commerciali e di prodotto e la partecipazione a fam trip dedicati. “Il programma Disney Stars Ambassador è stato pensato per premiare le agenzie che hanno supportato attivamente la nostra destinazione negli ultimi due anni - ha commentato Monica Astuti, country head di Disneyland Paris Italia - e che contribuiscono al suo successo in Italia. Nei prossimi anni abbiamo l’obiettivo di raddoppiare il numero degli Ambassador selezionando altre agenzie che si distingueranno per il proprio contributo”. Per le agenzie Ambassador è inoltre previsto un percorso di formazione innovativo, la Disney Stars University, che con l’aiuto di professionisti esterni approfondirà le tecniche di vendita e di proposizione della destinazione stimolando così un approccio basato sull’ascolto e su un’offerta tailor made che possa combinare al meglio le esigenze dei clienti e la varietà dei servizi offerti. [post_title] => Nasce Disney Stars Ambassador, nuovo programma su misura per le agenzie di viaggio [post_date] => 2022-09-27T09:28:05+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664270885000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431137 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => British Airways e Qatar Airways hanno completato l’ultima fase dell’espansione della loro partnership, offrendo connettività globale tra più paesi rispetto a qualsiasi altro airline joint business. Un passo che segna la realizzazione di un piano annunciato per la prima volta nel dicembre dello scorso anno ed espande la già esistente attività congiunta che copre i collegamenti tra Doha e Londra. Sebbene un "piccolo numero" di rotte richieda ancora l'approvazione normativa, i partner hanno aggiunto 42 Paesi al loro network condiviso, tra cui Italia, Norvegia, Singapore e Svezia. I due vettori sottolineano che l'accordo crea la "il più grande joint business tra due compagnie aeree al mondo", che copre destinazioni in Europa, Medio Oriente, Africa e Asia-Pacifico.  Questa espansione "consentirà viaggi in coincidenza senza soluzione di continuità con biglietti unici via Doha e Londra, portando il numero totale di destinazioni servite dalle due compagnie aeree a 185 in oltre 60 Paesi". Sean Doyle, ceo di British, descrive gli accordi come "un'enorme pietra miliare nel nostro rapporto di lunga data con Qatar Airways". Il rapporto tra British e Qatar Airways si estende oltre l'attività comune e l'alleanza condivisa, con il vettore del Golfo già azionista del gruppo Iag, proprietario della compagnia britannica. [post_title] => Qatar Airways e British ampliano la partnership per il joint business più grande di sempre [post_date] => 2022-09-27T09:18:41+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664270321000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431127 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Riprendere le attività di promozione del Giappone, insieme al trade e spingere maggiormente alcuni segmenti di turismo come quelli legati a sostenibilità ambientale, avventura, lusso e Mice. Queste alcune delle priorità nel breve termine indicate da Satoshi Seino, presidente della Japan National Tourism Organization (Jnto), in seguito all'annuncio da parte del governo del Giappone della riapertura dei confini anche ai turisti individuali.  “Dopo più di due anni di immensi sacrifici da parte dei partner del settore è stato finalmente annunciato il ripristino dei viaggi individuali a scopo turistico – ha commentato Seino -. Anche nel corso della pandemia Jnto ha continuato a lavorare a stretto contatto con gli enti locali, i dmo, le compagnie aeree domestiche e internazionali per prepararsi alla riapertura dei flussi inbound. Sulla scia della rimozione del divieto ai viaggi individuali, del ripristino dell’esenzione dal visto e della rimozione del tetto giornaliero agli arrivi intendiamo riprendere a pieno regime le attività promozionali congiunte con compagnie aeree e agenzie di viaggi. Intendiamo poi affiancare turismo sostenibile, d’avventura, luxury e Mice alla promozione di quelli che sono stati, finora, i punti di forza dell’offerta giapponese come cultura, storia, natura e cucina per accogliere al più presto e in tutto il Giappone i visitatori internazionali". Questa riapertura " rappresenta un nuovo inizio per il Giappone e permetterà a numerosi turisti stranieri di visitare il nostro Paese, con una conseguente rivitalizzazione delle aree rurali". Dal prossimo 11 ottobre, quindi, ai viaggiatori individuali sarà semplicemente richiesto di presentare il certificato vaccinale con indicazione delle tre dosi effettuate o, in alternativa, un tampone negativo ad almeno 72 ore dall’ingresso nel Paese. [post_title] => Giappone, Jnto: "Riprendiamo la promozione con il trade. Dal turismo green, a lusso e Mice" [post_date] => 2022-09-27T09:00:36+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664269236000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "traveller made in attesa di essence of luxury il viaggio fa parlare di se" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":86,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":3596,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431124","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sempre alta l’attenzione di Corsica Sardinia Ferries sul green per ridurre l'impatto sull'ambiente. Non solo, ma la compagnia è anche molto attiva sul fronte di opzioni e servizi, allo scopo di facilitare la scelta di tariffe. Molte le tariffe ad hoc, le promozioni in tutte le stagioni.\r\n\r\nDi recente la compagnia fondata da Pascal Lota ha lanciato una nuova app per migliorare l’esperienza digitale dei viaggiatori, i quali  avranno il loro viaggio a portata di mano, grazie alle notifiche che saranno inviate in tempo reale e alla possibilità di ricevere la carta d’imbarco digitale, da mostrare il giorno della partenza. Non sarà, quindi, più necessario stampare il biglietto.\r\n\r\nTra gli obiettivi della compagnia, continuare a investire nella direzione della transizione ecologica e della riduzione dell’impronta ambientale di tutte le attività, attraverso azioni, tecnologie e progetti, ma anche promuovere il turismo sostenibile ed essere sempre più green oriented.\r\n\r\n«Le Navi Gialle non sono solo un mezzo confortevole per raggiungere le destinazioni delle vacanze – sottolinea Cristina Pizzutti, responsabile comunicazione e marketing -ma veri e propri laboratori galleggianti, che partecipano allo sforzo collettivo, per la difesa del mare e dell’ecosistema».\r\n\r\nCorsica Sardinia Ferries è uno dei principali interlocutori degli enti di ricerca, che supporta da oltre 15 anni nei progetti di monitoraggio, studio e analisi.","post_title":"Corsica Ferries, obiettivo continuare ad investire verso la transizione ecologica","post_date":"2022-09-28T11:10:59+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664363459000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431228","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' programmato per oggi l'incontro fra i vertici di Ita Airways e una delegazione della cordata Certares: al tavolo ci saranno il fondo Usa, con 16 persone, Air France, con il top manager François Maignè e Delta Air Lines, con Isaac Husseini, responsabile delle alleanze della compagnia aerea statunitense. Lo riporta La Repubblica, segnalando il momento quanto meno delicato di questa fase delle trattative per la vendita di Ita. In pratica, nel bel mezzo del passaggio al nuovo esecutivo italiano: ma la rotta tracciata dall'ormai ex premier Draghi sembra essere quella seguita anche dal nuovo governo a trazione Fratelli d'Italia, che tramite il responsabile economico Maurizio Leo, conferma che la cessione andrà avanti, \"perché i giochi sono ormai fatti\".\r\n\r\nFocus dell'incontro odierno la situazione finanziaria di Ita (dalla sofferenza della cassa, ai 430 milioni di dollari che serviranno per gestire e rafforzare la flotta da qui al 2023) e la redditività delle rotte, nonché il modello di revenue management. Infine, sotto la lente di ingrandimento, anche le aree di business di Ita. Cargo incluso.","post_title":"Ita Airways: faccia a faccia tra il management e la cordata Certares. E FdI dice sì all'affaire","post_date":"2022-09-28T10:24:00+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664360640000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431217","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"A fine anno sono previsti in Adriatico 3,3 milioni di crocieristi movimentati (imbarchi, sbarchi e transiti), in crescita del 232% sul 2021 grazie a 2.936 accosti di navi da crociera (+195% sul 2021). Un dato positivo, certo, ma ancora lontano da quello del 2019, quando i numeri parlavano di ben 5,7 milioni di passeggeri movimentati nella medesima area. Il podio della classifica 2022 vede quindi Corfù al primo posto con oltre mezzo milione di passeggeri previsti e 411 toccate nave, davanti a Kotor (400 mila passeggeri movimentati e 440 toccate nave) e Trieste (380 mila passeggeri movimentati e 230 accosti). A livello di Paesi, la previsione per la chiusura d’anno vede quindi l’Italia confermarsi al primo posto per numero di passeggeri movimentati (1,36 milioni, pari al 40% del totale), davanti a Croazia (900 mila passeggeri) e Grecia (560 mila passeggeri). La Croazia, invece, registrerà a fine 2022 il numero più alto di toccate nave (995) davanti all’Italia (927) e al Montenegro (453).\r\n\r\nSono alcuni dei dati della nuova edizione dell'Adriatic Sea Tourism Report che, insieme alle previsioni per il 2023, verranno presentati da Risposte Turismo in occasione della quinta edizione di Adriatic Sea Forum – Cruise, Ferry, Sail & Yacht, organizzato a Bari dal 6 al 7 ottobre dalla stessa Risposte Turismo, in partnership con l'Autorità di sistema portuale del mar Adriatico meridionale e Pugliapromozione. Lanciato nel 2013, il forum vedrà la partecipazione di operatori dei settori crociere, traghetti e nautica provenienti dai sette Paesi che si affacciano sull’Adriatico (Italia, Albania, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Grecia, Montenegro e Slovenia).\r\n\r\n«La nuova edizione dell’Adriatic Sea Forum giunge in un momento particolarmente significativo per il comparto, nel quale la sfida, ancor più del passato, si gioca sulla capacità di attrazione della domanda, dunque dei turisti, nell’area adriatica - dichiara Francesco di Cesare, presidente Risposte Turismo - Nei due giorni del forum porremo agli operatori e ai rappresentanti di enti di governo una serie di temi e quesiti per comprendere quali potranno essere le future traiettorie di sviluppo di questi settori in Adriatico, e ascolteremo intenzioni, progetti, programmi e istanze che dovrebbero segnare le prossime dinamiche e consentire il raggiungimento di nuovi e più ambiziosi risultati».\r\n\r\nTra gli altri dati del rapporto, si segnalano anche quelli sul segmento dei traghetti e degli aliscafi: i primi numeri dell'Adriatic Sea Tourism Report mostrano a fine 2022 nei porti adriatici quasi 18 milioni di passeggeri movimentati (+26% sul 2021 e risultato vicino ai 20 milioni - numeri record - registrati nel 2019). A fine 2022 Bari si confermerà inoltre primo porto in Adriatico per passeggeri movimentati su rotte internazionali (quasi 800 mila), davanti a Durazzo e Ancona che si contenderanno la seconda posizione con circa 690 mila passeggeri movimentati. Da segnalare come per tutti e tre i porti la movimentazione ferry si sviluppi per il 100% su rotte internazionali.\r\n\r\nPassando infine alla nautica, secondo i dati elaborati da Risposte Turismo in Adriatico sono attive 337 strutture per quasi 80 mila posti barca (79.171). L’Italia conferma la propria leadership grazie a 189 strutture attive (56% delle marine presenti nell’area, per un totale di 49 mila posti barca, 62% del totale), davanti a Croazia (126 strutture per quasi 21 mila posti barca) e Montenegro (8 strutture per 3.545 posti barca). Il turismo nautico in Adriatico mostra, nel quadriennio 2019 – 2022, una crescita complessiva nel numero di marine, porti turistici e posti barca. Nel periodo, infatti, sono state aperte otto nuove strutture nautiche (tre in Croazia, due in Italia e in Montenegro e una in Grecia), per un totale di quasi 4 mila nuovi posti barca.\r\n\r\n«Nonostante le incertezze che pesano sul contesto internazionale – conclude di Cesare - il turismo ha dato evidenti segnali di ripresa in questo 2022 e il maritime tourism, con le sue componenti, spicca per dinamicità. Negli scorsi mesi abbiamo registrato attraverso i nostri lavori di ricerca una intensa accelerazione sul fronte degli investimenti, con l’offerta nautica, di traghetti e crociere che tanto sul fronte porti e marine che su quello delle compagnie di navigazione sta alzando man mano il livello qualitativo, con una grande attenzione anche al tema della salvaguardia dell’ambiente».","post_title":"All'Adriatic Sea Forum di Bari i dati del report ad hoc di Risposte Turismo","post_date":"2022-09-28T10:06:57+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664359617000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431188","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Thailandia ha esteso fino a 45 giorni  il periodo di soggiorno per i turisti provenienti da paesi/territori aventi diritto all'esenzione dal visto e a 30 giorni per quelli idonei per un visto all'arrivo. La nuova regolamentazione varata dal Centro thailandese per l'amministrazione della situazione Covid-19 su proposta del Tourism Authority of Thailand (Tat) - sarà in vigore dal 1° ottobre 2022 fino al 31 marzo 2023.\r\nTat ha proposto l'estensione per stimolare l’inizio imminente dell’alta stagione, che normalmente va da ottobre a marzo. L'estensione del periodo di soggiorno a 45 giorni sarà valida anche per i cittadini italiani, che possono entrare in Thailandia nell'ambito di un regime di esenzione dal visto turistico.\r\n \r\nIl visto può essere richiesto presso l'Ambasciata Reale Thailandese o il Consolato Generale reale nel paese di residenza. I numeri di contatto sono disponibili su www.thaiembassy.org.  Per procedere con le richieste online, i richiedenti possono verificare la propria idoneità sul sito web ufficiale del visto elettronico all'indirizzo www.thaievisa.go.th.\r\n ","post_title":"Thailandia: soggiorni fino a 45 giorni per i turisti provenienti da Paese esentati dal visto","post_date":"2022-09-27T12:05:55+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664280355000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431120","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Per R Collection una stagione caratterizzata dal tutto esaurito, dal ritorno degli americani, in generale da una clientela che ha puntato su servizi personalizzati e su una vacanza tailor made.\r\n\r\n«Se è vero che gli americani sono stati numerosi è vero anche che i turisti italiani sono diminuiti  rispetto alla scorsa stagione – spiega Ludovica Rocchi, brand director R Collection – perché nel 2021 i confini erano ancora molto ristretti. Tra 2020 e 2021 gli italiani hanno avuto l’opportunità di scoprire il proprio paese e di apprezzare aree che magari non conoscevano».\r\n\r\nLa R Collection include otto strutture: 4 sul Lago di Como – il Grand Hotel Victoria di Menaggio, il Royal Victoria, la Villa Cipressi di Varenna e l’Hotel Regina Olga a Cernobbio – tre a Milano – Mentana, City Life Poliziano, e Hotel King – e una in Liguria – il Grand Hotel Bristol Resort & Spa di Rapallo, nel Golfo del Tigullio.\r\n\r\n«La nostra è un’offerta di qualità che punta sul Made in Italy a 360 gradi – conclude Rocchi – dai prodotti dell’enogastronomia fino ai materiali che scegliamo per rinnovare le strutture. Portiamo avanti rapporti con aziende italiane per valorizzare l’artigianalità ed anche la sostenibilità”.\r\n\r\nPer quanto concerne i rapporti con il trade, l’obiettivo di R Collection è far conoscere le strutture per fare in modo che le agenzie di viaggi possano conoscere il prodotto da vicino e consigliarlo ai clienti.","post_title":"Per R Collection stagione con il tutto esaurito, obiettivo rafforzare rapporti con il trade","post_date":"2022-09-27T10:24:30+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664274270000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431150","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\nUn nuova strategia di sostenibilità, incentrata su quattro aree tematiche, nove temi materiali e 21 obiettivi conformi agli obiettivi di Carnival Corporation e in linea con l’Agenda 2030 delle Nazioni unite. Costa Crociere presenta la sedicesima edizione del proprio bilancio di sostenibilità, relativo all’anno 2021. “Siamo arrivati alla sedicesima edizione del nostro bilancio: un dato che evidenzia quanto il nostro impegno nella sostenibilità sia consolidato e pionieristico - racconta il direttore generale della compagnia, Mario Zanetti -. In particolare, il 2021 è stato un anno contraddistinto da una profonda e sostanziale evoluzione di Costa. Abbiamo lavorato per offrire un nuovo modo di viaggiare, una proposta di valore del prodotto, che trova nella sostenibilità un asset importante. Questo lavoro proseguirà anche nei prossimi anni, con una strategia che, per quanto riguarda la sostenibilità, si basa sul potere trasformativo del viaggio, the Good power of travel, come indica il titolo del nuovo report. Ovvero un modello di business che continui a soddisfare gli ospiti e allo stesso tempo sia in grado di generare valore sociale, ambientale ed economico”.\r\n\r\nNel documento vengono quindi individuate quattro macro-priorità, che esprimono la visione di futuro della compagnia: progredire verso la neutralità climatica; rigenerare le risorse; responsabilizzare le persone; costruire un ecosistema trasformativo. Relativamente alla prima area, la neutralità climatica, l’ambizione di Costa è quella di introdurre una nuova generazione di navi che operino a zero emissioni nette entro il 2050. La compagnia sta inoltre lavorando per migliorare ulteriormente l’efficienza energetica della flotta già in servizio e supportare l’innovazione nelle infrastrutture portuali. Fanno parte di questo ambito il debutto delle prime navi alimentate a gas naturale liquefatto (Costa Toscana e Costa Smeralda), l’installazione dei più moderni sistemi di abbattimento delle emissioni su oltre il 90% delle navi e l’impegno per l’utilizzo dello shore power (alimentazione da terra durante le soste in porto), con circa un terzo delle navi già predisposte e altre cinque in fase di predisposizione.\r\n\r\nPer quanto riguarda la rigenerazione delle risorse utilizzate, strettamente legata alla salvaguardia degli ecosistemi marini, su tutte le navi viene già effettuato il 100% di raccolta differenziata e il riciclo di materiali quali plastica, carta, vetro e alluminio. Inoltre, il 90% del fabbisogno giornaliero di acqua è soddisfatto trasformando quella del mare tramite l’utilizzo di dissalatori, valore che raggiunge il 100% sulle navi più moderne della flotta.\r\n\r\nLa terza area strategica, responsabilizzare le persone, riguarda sia gli ospiti sia i dipendenti della compagnia. Relativamente agli ospiti, l’obiettivo è quello di sensibilizzarli a essere viaggiatori sempre più responsabili nelle loro scelte, mentre per i dipendenti l’obiettivo è promuovere un ambiente di lavoro equo e inclusivo, nonché di accrescere le competenze. A questo proposito nel 2021 le ore di smart working, o di flexible working,sono state oltre 774 mila, mentre quelle di formazione quasi 120 mila, erogate a una comunità di dipendenti che proviene da 70 Paesi e cinque continenti diversi.\r\n\r\nL’ultima area strategica, costruire un ecosistema trasformativo, riguarda il valore generato sui territori e sulle comunità che accolgono le navi Costa. Basti pensare che nel 2021, con le unità operative nel solo  Mediterraneo per un periodo ridotto dell’anno, le navi della compagnia hanno visitato ben 31 porti, con 17 itinerari diversi, rimettendo in moto un ecosistema che comprende quasi 16 mila fornitori.","post_title":"Costa: una nuova generazione di navi a zero emissioni tra le priorità del bilancio sostenibile 2021","post_date":"2022-09-27T10:06:34+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664273194000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431131","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiama Disney Stars Ambassador il nuovo programma lanciato dal parco parigino e dedicato alle migliori agenzie di viaggio, capaci di rappresentare e vendere al meglio la destinazione sul mercato italiano.\r\nLe 30 agenzie di viaggio selezionate sono dislocate su tutto il territorio nazionale; grazie al programma potranno usufruire di una serie di vantaggi esclusivi tra cui la messa a disposizione di materiali digitali e fisici per la personalizzazione della propria agenzia, l’aggiornamento in anteprima sulle novità commerciali e di prodotto e la partecipazione a fam trip dedicati.\r\n“Il programma Disney Stars Ambassador è stato pensato per premiare le agenzie che hanno supportato attivamente la nostra destinazione negli ultimi due anni - ha commentato Monica Astuti, country head di Disneyland Paris Italia - e che contribuiscono al suo successo in Italia. Nei prossimi anni abbiamo l’obiettivo di raddoppiare il numero degli Ambassador selezionando altre agenzie che si distingueranno per il proprio contributo”.\r\nPer le agenzie Ambassador è inoltre previsto un percorso di formazione innovativo, la Disney Stars University, che con l’aiuto di professionisti esterni approfondirà le tecniche di vendita e di proposizione della destinazione stimolando così un approccio basato sull’ascolto e su un’offerta tailor made che possa combinare al meglio le esigenze dei clienti e la varietà dei servizi offerti.","post_title":"Nasce Disney Stars Ambassador, nuovo programma su misura per le agenzie di viaggio","post_date":"2022-09-27T09:28:05+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664270885000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431137","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"British Airways e Qatar Airways hanno completato l’ultima fase dell’espansione della loro partnership, offrendo connettività globale tra più paesi rispetto a qualsiasi altro airline joint business.\r\n\r\nUn passo che segna la realizzazione di un piano annunciato per la prima volta nel dicembre dello scorso anno ed espande la già esistente attività congiunta che copre i collegamenti tra Doha e Londra. Sebbene un \"piccolo numero\" di rotte richieda ancora l'approvazione normativa, i partner hanno aggiunto 42 Paesi al loro network condiviso, tra cui Italia, Norvegia, Singapore e Svezia.\r\n\r\nI due vettori sottolineano che l'accordo crea la \"il più grande joint business tra due compagnie aeree al mondo\", che copre destinazioni in Europa, Medio Oriente, Africa e Asia-Pacifico.  Questa espansione \"consentirà viaggi in coincidenza senza soluzione di continuità con biglietti unici via Doha e Londra, portando il numero totale di destinazioni servite dalle due compagnie aeree a 185 in oltre 60 Paesi\".\r\n\r\nSean Doyle, ceo di British, descrive gli accordi come \"un'enorme pietra miliare nel nostro rapporto di lunga data con Qatar Airways\".\r\n\r\nIl rapporto tra British e Qatar Airways si estende oltre l'attività comune e l'alleanza condivisa, con il vettore del Golfo già azionista del gruppo Iag, proprietario della compagnia britannica.","post_title":"Qatar Airways e British ampliano la partnership per il joint business più grande di sempre","post_date":"2022-09-27T09:18:41+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664270321000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431127","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Riprendere le attività di promozione del Giappone, insieme al trade e spingere maggiormente alcuni segmenti di turismo come quelli legati a sostenibilità ambientale, avventura, lusso e Mice. Queste alcune delle priorità nel breve termine indicate da Satoshi Seino, presidente della Japan National Tourism Organization (Jnto), in seguito all'annuncio da parte del governo del Giappone della riapertura dei confini anche ai turisti individuali. \r\n\r\n“Dopo più di due anni di immensi sacrifici da parte dei partner del settore è stato finalmente annunciato il ripristino dei viaggi individuali a scopo turistico – ha commentato Seino -. Anche nel corso della pandemia Jnto ha continuato a lavorare a stretto contatto con gli enti locali, i dmo, le compagnie aeree domestiche e internazionali per prepararsi alla riapertura dei flussi inbound. Sulla scia della rimozione del divieto ai viaggi individuali, del ripristino dell’esenzione dal visto e della rimozione del tetto giornaliero agli arrivi intendiamo riprendere a pieno regime le attività promozionali congiunte con compagnie aeree e agenzie di viaggi. Intendiamo poi affiancare turismo sostenibile, d’avventura, luxury e Mice alla promozione di quelli che sono stati, finora, i punti di forza dell’offerta giapponese come cultura, storia, natura e cucina per accogliere al più presto e in tutto il Giappone i visitatori internazionali\".\r\n\r\nQuesta riapertura \" rappresenta un nuovo inizio per il Giappone e permetterà a numerosi turisti stranieri di visitare il nostro Paese, con una conseguente rivitalizzazione delle aree rurali\".\r\n\r\nDal prossimo 11 ottobre, quindi, ai viaggiatori individuali sarà semplicemente richiesto di presentare il certificato vaccinale con indicazione delle tre dosi effettuate o, in alternativa, un tampone negativo ad almeno 72 ore dall’ingresso nel Paese.","post_title":"Giappone, Jnto: \"Riprendiamo la promozione con il trade. Dal turismo green, a lusso e Mice\"","post_date":"2022-09-27T09:00:36+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664269236000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti