13 May 2021

La Corte Suprema Uk costringe gli assicuratori a ripagare le adv

[ 0 ]

Una decisione della Corte Suprema stabilisce che gli assicuratori dovranno ripagare le piccole imprese, comprese le agenzie di viaggio, per i dati causati da Covid. I lavoratori del turismo britannici hanno considerato, secondo il Financial Times, questa “la migliore notizia” da mesi per il settore dei viaggi. 

La decisione del tribunale significa che i rivenditori di viaggi – e migliaia di altre aziende – che avevano un’assicurazione contro una sospensione forzata delle loro attività dovranno essere risarciti.

Le compagnie di assicurazione hanno cercato di evitare questi pagamenti dicendo che non avrebbero mai previsto di dover pagare una chiusura commerciale imposta dal governo.

I giudici hanno respinto l’argomento costringendo gli assicuratori a pagare fino a un miliardo di sterline (circa 850 milioni di euro per questo concetto). In Gran Bretagna, si stima che circa 370 mila imprese beneficeranno della decisione del tribunale.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353088 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Al Four Seasons Hotel Milano, l’Executive Chef Fabrizio Borraccino presenta la nuova cucina italiana del ristorante La Veranda: ricette regionali e materie prime della tradizione interagiscono in piatti contraddistinti da estetiche essenziali e sapori autentici. La rinnovata offerta gastronomica dello chef abruzzese è pronta a rivelare la sua nuova veste: due proposte rispettivamente dedicate a una leggera pausa pranzo e a una cena gourmet. Piatti leggeri per un pranzo all’insegna di un incontro di lavoro o tra amici, da gustare all’aperto nell’incantevole corte quattrocentesca dell’albergo: la Tartare di manzo selezione Macelleria Damini con puntarelle, Capperi di Pantelleria IGP e Parmigiano Reggiano DOP, la toscana bresaola di razza Maremmana Podere Aia Colonna, Pecorino di Pienza con giardiniera e infine il delicato Salmone Upstream delle Isole Fær Øer alla griglia, radicchio, spinacini e limone. Viceversa la discreta informalità del giorno lascia spazio alla sofisticata atmosfera serale, la cornice perfetta per un’esperienza gastronomica in cui spiccano l’Animella di vitello con crema di pomodoro verde, papavero in foglie, briciole di pane e caviale Calvisius, il Risotto “Gran Gallo Riserva” carnaroli con robiola di capra, piselli, limone candito e capperi, il Maialino “Cinturello Orvietano” con cipollotto, rapa rossa acidula e salsa al timo. L'arrivo di Fabrizio Borraccino a Four Seasons Hotel Milano porta quindi con sé la sua cucina dell’autenticità: una visione contemporanea della gastronomia italiana che mira alla riscoperta di sapori nostalgici e ricette tradizionali con influenze regionali, esaltazione delle materie prime e del terroir che le contraddistingue.     [post_title] => Four Seasons Milano, il ristorante La Veranda rinnova con Fabrizio Borraccino [post_date] => 2019-05-24T08:34:33+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558686873000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352855 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La maggior parte dei fiumi del Canton Ticino, che rappresentano una suggestiva attrazione turistica per il loro ambiente naturale e paesaggistico, sono pure un luogo ideale per lo svago e la pratica di numerosi sport tra cui il canyoning. Il canyoning, o torrentismo, è una disciplina sportiva che prevede la discesa a piedi di tratti di corsi d'acqua montani, gli ostacoli del percorso sono scivoli naturali, pozze, cascate che vengono superati con l'ausilio di corde o effettuando tuffi, scivolate o passaggi di arrampicata in discesa. In Ticino è possibile praticare il torrentismo in vari siti sparsi in tutta la regione. I canali, che spesso sono stati scavati e levigati dall’azione erosiva dell’acqua, sono le forre, chiamate anche gole o fossi, e la loro discesa, che può presentare diversi livelli di difficoltà, viene effettuata con un misto di trekking e tecniche alpinistiche e con un equipaggiamento che potremmo definire scherzosamente mare e monti (mute da sub e attrezzatura per l’arrampicata in montagna). Con tanto di caschetto, muta e imbracatura, ci si lancia giù per rocce, canali, cascate e gole profonde. Si tratta di una attività molto divertente, soprattutto se praticata a livelli di difficoltà bassi o medi. Livelli più impegnativi portano a ridurre l’approccio giocoso, ma in compenso ripagano con un grado di soddisfazione particolarmente elevato. Tra tutte le attività acquatiche outdoor, è forse quella con il maggior coinvolgimento fisico e paesaggistico. Si può andare alla scoperta di bellezze altrimenti non visibili, se non con il canyoning. Il canyoning non è uno sport individuale ma di gruppo e per praticarlo è necessaria una buona attrezzatura che forniscono i Club sportivi organizzati. Le guide alpine che accompagnano, grazie alla loro preparazione tecnica e alla conoscenza dei percorsi, garantiscono la massima sicurezza.   [post_title] => Canton Ticino, un paradiso per gli appassionati di canyoning [post_date] => 2019-05-22T11:29:42+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558524582000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352613 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_352614" align="alignleft" width="225"] Mike Kupier al dive briefing[/caption] Nel nuovissimo resort di Azemar, nell’atollo di Raa il diving, come del resto in tutte le Maldive, è una cosa seria. Il centro di immersione è affidato alle cure di Mike Kupier, olandese, conoscitore dell’area con più di 10 anni di esperienza in queste acque. «Gli sport acquatici - spiega Kupier  - sono tutti presenti al centro nautico, mentre per la subacquea ce ne occupiamo noi di Emperor Divers, azienda con sede in UK, con una buona presenza anche in Egitto in tre località del mar Rosso. Il centro offre la didattica Padi, e rilascia tutti i brevetti a disposizione partendo dall’open water fino al massimo livello, incluso il Nitrox. Disponiamo di 20 set completi per vestire i nostri ospiti che non avessero portato la propria attrezzatura, tutto materiale di prima qualità (Scubapro) e soprattutto nuovissimo. Per le uscite disponiamo di un dhoni da 14 posti con il quale spesso facciamo immersioni doppie, e speedboat per dive privati o per gli sport nautici». L’atollo è ancora abbastanza “unspoiled” e per questo è difficilissimo incontrare altri gruppi di subacquei, ma soprattutto si stanno cercano altri interessanti punti di immersione oltre ai 18 già individuati. Fra questi spiccano 3 spot dedicati all’osservazione delle maestose mante e, proprio in uno di questi abbiamo provato questa emozionante esperienza di persona. «Il sito di Madi Gaa dista solo 5 km dallo You & Me - precisa Mike - circa 20 minuti di dhoni, poi ci si immerge e come per incanto vi troverete circondati da mante che qui vengono a pulirsi l’apparato attraverso il quale ingeriscono il plancton ed aquile di mare, oltre ad una quantità enorme di pesci multicolori». E così è stato, in un’immersione non profonda (massimo 17 metri) con 67 minuti di dive a 12 metri, 55 dei quali nel bel mezzo di un gruppo di mante, talmente tranquille ed a loro agio che pareva eseguissero la loro lenta e maestosa danza solo per noi osservatori, aggrappati al fondale. Mike ha mantenuto la promessa e, se con una sola immersione questo è ciò che abbiamo potuto ammirare, pensate con un’intera settimana a disposizione cosa si potrà incontrare. I diving spot sono molteplici come Broken Rock, un sito che va da 5 a 35 metri in cui si possono ammirare squali grigi del reef, barracuda, razze, o Nino Tila, dove la fanno da padrone piccole cavità ed un canyon che la taglia in due popolato di corallo soffice, oppure Lunboahanoo un po’ più a nord, circa un’ora di barca, che riunisce le caratteristiche dei precedenti. «Potrete immergervi con tre istruttori - conclude Kupier - che vi guideranno in inglese, cinese, russo, olandese, tedesco e, presto, speriamo anche in italiano». Le prossime tappe di sviluppo di Emperor Divers saranno: Emperor Raa, 5 stelle  adults only resort e Emperor Explorer  previsto per l'agosto 2019, ambedue alle Maldive e l' Emperor Harmoni che aprirà nel luglio 2020 in Indonesia. [gallery ids="352626,352625,352624,352623,352622,352621,352620,352619,352618"] [post_title] => Azemar: allo You & Me by Cocoon, il diving alle Maldive secondo Emperor Divers [post_date] => 2019-05-22T08:45:41+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558514741000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352680 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Anche l’inverno australiano, che si estende fino ad agosto, può essere adatto per scoprire il territorio. Dalle escursioni immersive in antichi paesaggi dell'entroterra, fino alla scoperta di mondi sottomarini e alla caccia ai fantasmi sulla Limestone Coast, il letargo non è consentito in South Australia. Ghost Mushroom Lane è lo spettacolo di luci più esclusivo del South Australia e i funghi  sono i protagonisti principali. Scovare il bagliore ultraterreno dei cosiddetti “funghi fantasma” che illumina la pineta di Glencoe è un po’ come andare a caccia di piccoli ectoplasmi. Risultato di una reazione chimica tra enzimi fungini e ossigeno, i funghi fantasma di solito emergono dopo le piogge autunnali tardive, ed è un fenomeno che dura solo poche settimane magiche all’anno, generalmente durante maggio e giugno. L’accesso a Ghost Mushroom Lane, a circa 16 chilometri da Mount Gambier, è totalmente gratuito. Il Kilsby Sinkhole nella Limestone Coast è famoso in tutto il mondo come uno dei migliori siti di immersione, con acqua cristallina e visibilità mozzafiato. Immersioni subacquee, snorkeling o tour del sito sono disponibili con una guida qualificata per esplorare questa meraviglia subacquea. Mentre sei lì, assicurati di assaggiare l'altro miracolo locale, il Gin Sinkhole, prodotto con acqua cristallina filtrata e piante autoctone. Nel profondo del deserto del South Australia, sorge l’Arkaroola Wilderness Sanctuary: una meta importante dell’ecoturistico famoso per le sue incredibili visite astronomiche e per l’osservazione delle stelle. Ad Arkaroola ci sono i cieli più limpidi dell’emisfero australe ed è la sede di uno dei più grandi osservatori astronomici privati d’Australia. L’inverno è il momento migliore per scrutare le stelle perché le notti sono più lunghe e in prevalenza senza nuvole.   [post_title] => South Australia, le proposte per scoprire il territorio in inverno [post_date] => 2019-05-21T12:45:32+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558442732000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352528 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Clima tropicale, oceano e giardini lussureggianti: questi sono i principali ingredienti di una vacanza a Mauritius. A questi scenari di impareggiabile bellezza si aggiunge una vasta gamma di incantevoli resort, disseminati lungo i 330 chilometri della costa dell'isola, ciascuno con caratteristiche di grande pregio e facilities di ogni genere. Il mercoledì è il giorno dedicato al benessere nei Constance Hotels & Resorts, che invitano gli ospiti a prendersi cura di sé con «Wellness Wednesday», un esclusivo programma per ritemprarsi e rilassarsi. Heritage Le Telfair Golf and Wellness Resortoffre uno splendido rifugio per chi è alla ricerca di una pausa benessere presso la spa Seven Colours: 2500mq di rigenerante perfezione. Tra lussureggianti giardini tropicali, il LUX Grand Gaube è avvolto da calette ondulate, una tranquilla laguna e vanta due spiagge riparate e due piscine spettacolari. Sulla costa est, The Residence Mauritius racchiude The Sanctuary, l’unico centro benessere dell’Oceano Indiano firmato Carita, il prestigioso marchio francese fondato nel 1956.  I giardini di Trou aux Biches Beachcomber Golf Resort & Spa si estendono per circa 111 ettari. Lo stress semplicemente si dissolve mentre gli ospiti Sun Resorts si concedono  qualche ora in uno degli spettacolari centri termali dei quattro resort della catena a Mauritius. Immersi in aree appartate e delimitati da lussureggianti paesaggi tropicali, i centri benessere sono stati progettati con cura per garantire un’esperienza termale sensazionale. L’impareggiabile bellezza degli accoglienti bungalow dal tetto di paglia, strutture uniche nel loro genere, situate in un lussureggiante giardino di palme da cocco, di fronte ad una spiaggia inondata dalla luce del tramonto: è questa la splendida cornice de La Pirogue, un’oasi di pace e intimità. Oltre alle numerose attività sportive proposte, La Pirogue offre un centro fitness interamente attrezzato firmato Aura e una Spa tropicale unica del suo genere targata Cinq Mōndes, che propone diversi trattamenti di salute e benessere. I principali pilastri sono i trattamenti di bellezza e rilassamento per il recupero mentale e fisico, Yoga, recupero profondo & meditazione. [post_title] => Mauritius: vacanze wellness lungo 330 chilometri di costa [post_date] => 2019-05-20T12:54:36+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558356876000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352470 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nell’era che qualcuno ha definito della “disintermediazione”, caratterizzata dal ricorso sempre più frequente all’organizzazione diretta dei pacchetti da parte delle agenzie, ERGO Assicurazione Viaggi lancia una garanzia assicurativa inedita in Italia, pensata proprio per supportare gli organizzatori, aiutandoli a fronteggiare il carico crescente di rischi e responsabilità imposti dalla normativa.  [caption id="attachment_352473" align="alignleft" width="218"] Daniela Panetta[/caption] A presentare la novità è Daniela Panetta, direttore commerciale della Compagnia: “Si tratta di una garanzia contro il fallimento dei fornitori dei servizi che compongono il pacchetto turistico, come vettori, hotel, DMC e altri attori della filiera. La copertura prevede un indennizzo che arriva fino a 10.000 euro a passeggero: le agenzie possono inserirla nelle nostre polizze collettive, ottemperando così all’obbligo di riprotezione prescritto dalla direttiva pacchetti”. Sviluppata sulla base della normativa più recente, la garanzia fallimento fornitori è stata già adottata da importanti network. “Entro l’anno – prosegue Panetta – abbiamo in programma anche la revisione di alcune polizze Trade e il potenziamento di determinate aree commerciali. Stiamo lavorando inoltre alla nuova release della polizza RC Professionale, che sarà ancora più completa nelle coperture e perfettamente allineata ai requisiti imposti dalla direttiva pacchetti”. E a chi le chiede le motivazioni del cambio di denominazione da ERV a ERGO Assicurazione Viaggi la Manager risponde: “Questo rebranding è stato voluto da ERGO, nostro azionista di riferimento dal 2009, per potenziare l’immagine globale del marchio. A parte il nome, tutti gli altri riferimenti societari sono rimasti invariati, senza alcuna conseguenza per gli assicurati. Abbiamo cambiato brand, ma l’esperienza e l’affidabilità restano le stesse della Compagnia che ha inventato le polizze viaggi, scrivendone la storia dal 1907 a oggi”. b2b.ergoassicurazioneviaggi.it [gallery size="medium" ids="352532,352533,352534"] ERGO ha sedi in 30 Paesi e nel 2018 ha raccolto premi per 19 miliardi di euro: oltre al ramo Viaggi e Mobilità, opera nei settori Danni, Salute e Vita e fa parte di Munich Re, tra i principali riassicuratori sul mercato.   Per maggiori informazioni: Tel. 02 76416652 da lunedì a venerdì dalle 9 alle 20; sabato dalle 9 alle 14 E-mail: info@ergoassicurazioneviaggi.it Piattaforma Trade: b2b.ergoassicurazioneviaggi.it    Impara a organizzare pacchetti per i tuoi clienti senza rischi. Leggi le novità per il Trade di ERGO Assicurazione Viaggi. Scopri la garanzia inedita contro il fallimento dei fornitori. [post_title] => Organizzazione diretta senza rischi: la soluzione di Ergo [post_date] => 2019-05-20T10:25:39+00:00 [category] => Array ( [0] => informazione-pr [1] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Informazione PR [1] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => assicurazione [1] => assicurazione-viaggi [2] => assicurazioni-viaggio [3] => ergo [4] => ergo-assicurazione-viaggi [5] => erv [6] => insurance [7] => travel-insurance ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Assicurazione [1] => assicurazione viaggi [2] => assicurazioni viaggio [3] => ERGO [4] => ergo assicurazione viaggi [5] => erv [6] => insurance [7] => travel insurance ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558347939000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352352 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Fra i fiori all’occhiello di una delle due strutture di punta della programmazione Azemar sull’arcipelago dell’Ocean indiano, è il water sport gestito da una delle migliori organizzazioni maldiviane, Extreme Maldive. Fra i vari sport che si possono praticare possiamo elencare l’adrenalinico “Fly board” la tavola sospita in alto da getti d’acqua, uno degli ultimi divertimenti acquatici, gite in barca veloce con snorkeling come punto forte, “kyte surf” il surf con l’aquilone che traina il surfista, moto d’acqua, sci nautico e tavola nautica, banana boat, wind surf, vela, canoa. Ma il pezzo forte alle Maldive è il diving. Ogni resort ha un diving per consentire un modo piano di vivere l’esperienza sportiva. Il centro gestito da Extreme Maldive, qui nella parte sud dell’atollo di Lhaviyani, mette a disposizione dei propri subacquei 3 istruttori e 3 dive master. «Il centro - spiega il responsabile Thoal - è attrezzato per venti subacquei in totale, gestito secondo la didattica Padi. Possiamo brevettare dall’open water in su fino al divemaster, sia con aria che Nitrox, la miscela arricchita di ossigeno. Per le uscite disponiamo di piccole “speedboat” per raggiungere i punti di immersione più lontani, o di un dhoni perfettamente attrezzato per i gruppi numerosi (20)». [caption id="attachment_352353" align="alignleft" width="225"] Thoal, divemaster del centro sport Cocoon Maldives[/caption] Sono circa venti i punti d’immersione localizzati nell’atollo su cui si trova il Cocoon principalmente situati nella parte sud orientale dell’atollo di Lhaviyani, tutti comunque nel raggio di 45 minuti di barca veloce dal resort, sul cui pontile è ospitato il centro immersioni. «Facciamo immersioni per ogni livello di allievi o subacquei – conclude Thoal – e con noi è possibile vedere squali, mante, razze, aquile di mare, barracuda che popolano queste acque, in tutta sicurezza, per lasciarvi uno splendido ricordo delle Maldive» Anche l’attrezzatura per la fotografia e i film subacquei è noleggiabile, come è consigliabile prenotare e prepagare i pacchetti di immersioni prima di partire, così da poter sfruttare al meglio e razionalizzare le attività. [gallery ids="352356,352357,352358,352359,352360,352361"] [post_title] => Cocoon Maldives (2): sport acquatici ma soprattutto diving “add on” [post_date] => 2019-05-17T14:17:02+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558102622000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352387 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'arcipelago di Turks & Caicos, nonostante il lieve calo causato dal passaggio dell’uragano Irma nel 2017, è tra le destinazioni che registrano una maggiore crescita di arrivi nell’aera caraibica , +17 %. Le isole sono ben collegate al resto del mondo sia da connessioni aeree verso Stati Uniti, Caraibi e Regno Unito, sia tramite crociere che fanno scalo nel terminal di Grand Turk, dove sono attraccate nel 2018 323 navi, (+23 % di visitatori rispetto al 2017). Guardando ai pernottamenti, i visitatori sono stati 434.220 nel 2018, ma l’obiettivo è di superare i 470.000 pernottamenti turistici internazionali entro il 2021, grazie anche all’apertura di nuove importanti strutture alberghiere. Il settore del turismo rappresenta il 46,49 % del Pil nazionale. L’ecoturismo, in particolare, rappresenta un segmento imprescindibile: Turks & Caicos ha abolito la plastica monouso, e si sta apprestando alla messa al bando del polistirolo. Le spiagge sono già da anni smoke free e tutte le nuove aperture, soprattutto nelle isole di nuovo sviluppo come South Caicos, sono fortemente eco-compatibili e collegate a iniziative promosse delle comunità locali. «Siamo molto soddisfatti di come il turismo europeo, e italiano in particolare, stia crescendo verso Turks & Caicos - ha dichiarato Courtney Robinson, regional marketing manager UK & Europe dell'Ente del turismo dell'arcipelago, in occasione della Turks & Caicos Conference (Tacc) -. La partecipazione a Tacc ha permesso di approfondire la conoscenza dei prodotti già presenti sul mercato e di scoprire nuove potenzialità ancora da lanciare. Oltre alla visita di strutture lungo Grace Bay Beach, le inspection nelle isole di South Caicos, Ambergis Cay, Pine Cay e lungo Long Bay Beach e North Shore nell’isola di Providenciales hanno permesso di avere un’idea più completa della varietà della nostra offerta. Siamo certi che i prossimi anni saranno decisivi per una crescita ancora più sostenuta». [post_title] => Turks & Caicos investe su lusso ed ecosostenibilità [post_date] => 2019-05-17T11:42:34+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558093354000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352371 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Turkish Airlines aprirà cinque nuove lounge presso l’Istanbul Airport, riservate ai passeggeri di business class e ai membri dei programmi Miles & Smiles Elite Plus & Elite, Star Alliance Gold e Corporate Club. Tre sono le lounge già inaugurate - Turkish Airlines Business Lounge, Miles & Smiles Lounge e Domestic Lounge – mentre l’apertura della Exclusive Lounge e della Arrival Lounge è prevista per l’estate 2019. La Turkish Airlines Business Lounge si sviluppa su una superficie di oltre 5.500 mq ed è in grado di accogliere 765 ospiti seduti. Questo spazio dispone anche 13 suite private con doccia. Inoltre, in collaborazione con l’Istanbul Modern, istituzione artistica e culturale, Turkish Airlines ha allestito nella lounge un museo di 130 mq. Anche la Turkish Airlines Miles & Smiles Lounge si estende su oltre 5.500 mq e può ospitare 765 passeggeri. Tra i plus, 11 suite private con doccia e aree in cui gli ospiti possono riposare su confortevoli divani, assaporare deliziosi ed esclusivi assaggi della cucina turca e internazionale, oppure rilassarsi con un massaggio. Grande spazio anche all’intrattenimento con videogame, simulatori di golf, un’ampia area giochi per bambini, oltre ad un centro tecnologico con occhiali 3D e realtà virtuale, che sarà introdotto a breve. Le due lounge dispongono inoltre di sale riunioni, una biblioteca e una sala per la preghiera. La Turkish Airlines Domestic Lounge è accessibile da uno speciale ingresso situato all’esterno del terminal che permette ai passeggeri di completare le procedure di check-in e di spostarsi direttamente verso l’aeromobile in bus. L’offerta della lounge include comodi divani, cucina turca, un’ampia area giochi per i bambini, numerosi schermi tv e una sala per la preghiera. Il concept di design delle lounge business class e Miles & Smiles rende omaggio alla regione dell’Egeo riprendendo motivi grafici che ricordano questo territorio. Il Ribbon wall, l’elemento più distintivo delle lounge di Turkish Airlines, è formato da pannelli di legno massello che scorrono lungo le pareti delle lounge, creando un movimento fluido che richiama il tema delle onde. I passeggeri della compagnia possono accedere alle lounge presentando il loro biglietto di business class o le proprie card dei programmi Miles & Smiles Elite Plus & Elite, Star Alliance Gold e Corporate Club. [post_title] => Turkish Airlines apre cinque lounge nel nuovo Istanbul Airport [post_date] => 2019-05-17T09:31:15+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558085475000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti