27 May 2022

Borsa mediterranea del turismo archeologico, attesi 120 espositori

[ 0 ]

Il sito archeologico siriano di Palmira, gravemente danneggiato dall’Isis, rivive alla Borsa mediterranea del turismo archeologico, che celebrerà il suo ventennale a Paestum dal 26 al 29 ottobre 2017. Unica fiera del turismo al mondo in lingua araba, sia con il sito, sia con l’attività di divulgazione rivolta a 70 Paesi arabi, la manifestazione vedrà tra i partecipanti i tre figli archeologi di Khaled al-Asaad, l’archeologo custode del sito di Palmira trucidato dalle milizie dello Stato Islamico: Waleed (ultimo direttore dell’area archeologica di Palmira), Fayrouz e Omar, ma anche Mohamad Saleh, ultimo direttore per il turismo di Palmira. Attesi alla Borsa mediterranea del turismo archeologico 120 espositori con 25 Paesi (per la prima volta Etiopia, Mongolia, San Marino e Sudafrica), con oltre 70 tra conferenze e incontri con 400 relatori.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti