21 September 2021

Cortina d’Ampezzo ricorda Lacedelli, lo “scoiattolo” che conquistò il K2  

[ 0 ]

Lacedelli e Compagnoni sul K2

Il 31 luglio del 1954 Lino Lacedelli, ampezzano purosangue, conquistava il K2, primo scalatore assieme ad Achille Compagnoni.
Il duo conquistò la seconda montagna  più alta del pianeta. Lacedelli era parte degli Scoiattoli, un gruppo di arrampicatori non professionisti nato nel 1939 a Cortina e, tuttora, attivo nella scoperta delle meravigliose Dolomiti.
Fu un’impresa straordinaria soprattutto considerando quali erano i mezzi tecnici a disposizione allora, che ancora oggi, a più di mezzo secolo di distanza, fa parlare di sé. 
Ci fu, alle spalle di questa impresa, una squadra di trenta persone, tra i quali Walter Bonatti e Amir Mahdi, il cui contributo si rivelò fondamentale per la riuscita dell’impresa, guidata da Ardito Desio e patrocinata dal Club Alpino Italiano, dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, dall’Istituto Geografico Militare e dallo Stato. L’impresa, di certo estrema, durò circa due mesi per arrivare a tracciare la via che condusse gli alpinisti agli 8.611 metri di quota lungo lo “Sperone degli Abruzzi”, dove furono posti nove campi, oltre al campo base e al bivacco finale Bonatti-Mahdi.

Ghedina, sindaco di Cortina d’Ampezzo

Il sindaco di Cortina, Gianpietro Ghedina, così celebra quell’eroico evento: «La spedizione sul K2 è stata un’impresa titanica che ha dato vita ad una storia affascinante che racconta tutta la passione dell’uomo per la montagna, tanto per la sua bellezza come per i suoi lati “oscuri”. Ostacoli che diventano, nella salita, una sfida con sé stessi. Per Cortina è motivo di orgoglio che questa impresa sia legata anche al nome di un ampezzano, uno degli storici Scoiattoli, un alpinista che è stato protagonista di tante imprese in alta quota, tracciando vie di arrampicata originali e di enorme difficoltà, testimoniando il suo grande amore per le nostre Dolomiti e per tutte le montagne del mondo». 
E Cortina si prepara a celebrare la storia dell’Alpinismo con tante iniziative.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti