5 August 2021

Castelrotto: il benessere secondo l’hotel Lamm in tre passi

[ 0 ]

Oggi, complici le limitazioni, ciascuno di noi trascorre in media quasi 7 ore al giorno connesso alla rete, di cui oltre 2 e mezzo su dispositivi mobili. Questo secondo i dati riportati dal recente studio Digital 2021.
Praticamente lo stesso tempo che dovremmo spendere dormendo!
Allungare la mano verso il comodino e afferrare lo smartphone è tra le prime azioni che compiamo appena svegli. Tutto ciò a scapito del nostro benessere psico-fisico. Urge, allora, un detox digitale, in questo momento di lento ritorno alla normalità.
Curare il corpo e anche la mente sarà quindi il mantra dei prossimi mesi, per recuperare energie positive. Soprattutto la montagna  è luogo ideale per un recharge post-Covid: paesaggi, aria pulita, boschi, prati, laghi e cascate, scenari perfetti per ritemprare il proprio io e ristabilire un contatto diretto e salutare con la natura.
L’Hotel Lamm di Castelrotto, 4 stelle Superior, immerso nel suggestivo scenario dell’Alpe di Siusi, ha da sempre a cuore il benessere e la salute di corpo e mente grazie alle proposte della gm, Verena Gabriell, che  ha studiato insieme a tutto lo staff dell’hotel: dai trattamenti mirati da prenotare alla spa ai programmi wellness che comprendono meditazioni, mindfullness ed escursioni, fino ai deliziosi piatti preparati dallo Chef Marc Oberhofer per un’alimentazione sana e a km 0.

Postura: uno dei problemi di chi sta seduto alla scrivania. Contratture muscolari e dolori da postura scorretta possono protrarsi a lungo nel tempo diventando fastidiosi disagi cronici. Ecco la soluzione: massaggi esclusivi e mirati che non solo portano sollievo alla parte interessata ma riossigenano anche i tessuti, eliminano le tossine e regalano una sensazione di generale benessere davvero unica. Come il “Relaxing neck and head massagge”, 50 minuti di tecniche di massaggio modulate e potenti estratti vegetali che eliminano le tensioni della testa, della nuca e delle spalle, stimolando in contemporanea la microcircolazione, gli organi sensoriali e il sistema nervoso.

 Se preferite ritemprarvi all’aperto, l’Alpe di Siusi è un vero paradiso, un aiuto per eliminare stress e tossine che può venire anche dalla natura, che qui è indiscussa padrona. Respirare i profumi e gli odori del bosco e abbracciando un albero (treehugging), camminando a piedi nudi sull’erba (forest bathing) o facendo yoga e meditazione a contatto con la terra sono tra le pratiche più adatte allo scopo e l’Hotel Lamm, che crede molto in questa filosofia, mette a disposizione dei propri ospiti valide insegnanti che, in piccoli gruppi, accompagnano chi lo desidera in un percorso outdoor di profonda consapevolezza. Poi, camminate in quota con sosta alle malghe, le escursioni più impegnative con la guida, il nordic walking, le passeggiate a cavallo, i percorsi in mountainbike dove potersi mettere alla prova su pendii e discese adrenaliniche, le partite di golf sul green del vicino Golf Club San Vigilio, la visita del Parco Naturale Sciliar-Catinaccio e delle sue meraviglie naturali fino alla rinfrescante nuotata nelle acque limpide del Lago di Fié.

Anche l’alimentazione ha la sua importanza all’Hotel Lamm. Nei piatti preparati dallo chef Marc Oberhofer si trovano solo ingredienti locali, di stagione e di alta qualità prodotti che rispettino il criterio di sostenibilità: la frutta e la verdura di stagione, quindi, le erbe alpine, il latte e i prodotti caseari, le uova e la carne provenienti dai masi contadini dell’Alto Adige fanno davvero la differenza. Ogni giorno, reinterpretazioni originali della tradizione altoatesina che conquistano il palato e anche lo sguardo. Da gustare nell’elegante sala del ristorante Zum Lampl (dove sono state messe a punto delle misure anti-Covid per la tranquillità degli ospiti, come ad esempio l’eliminazione del buffet sostituito dal servizio a tavolo di tutte le portate, dagli antipasti ai dolci, sia per la colazione che per la cena) o nell’esclusiva saletta privé del nuovo ristorante gourmet Lamplstube, 3 tavoli per un massimo di 10 posti a sedere dove lo chef altoatesino continua a deliziare gli ospiti in un ambiente privato ed esclusivo. Non solo. L’hotel prepara anche, su prenotazione, meravigliosi zaini/cestini da picnic per poter gustare la raffinata cucina dello chef anche sui prati dell’Alpe, tra natura, aria pulita e silenzio.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti