6 February 2023

Tunisia: un video promuove il meglio dell’offerta mare, cultura e benessere

[ 0 ]

La Tunisia promuove la riapertura delle sue frontiere al turismo attraverso un video che si concentra sui molteplici prodotti che il Paese è in grado di offrire ai turisti, locali e internazionali.

Il breve film, della durata di 3 minuti (disponibile alla pagina Facebook dell’ente nazionale tunisino per il turismo) illustra la bellezza delle spiagge di sabbia fine che invitano ancora una volta i viaggiatori a godersi una vacanza rilassante al sole. Per i turisti che cercano di coniugare il relax con l’avventura, sono numerose le possibilità di praticare sport acquatici nei tanti centri nautici che punteggiano la costa tunisina. Per chi, invece, è alla ricerca di storia e cultura, le Medine di Tunisi, Kairouan e Sousse sono dei veri e propri musei a cielo aperto. Il video è stato realizzato in collaborazione con la Cooperazione Tedesca e il progetto “Promozione del turismo sostenibile” (un’azione congiunta dell’Ue e del Ministero Federale per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) –

La Tunisia ha ospitato il suo primo volo charter con vacanzieri dalla fine dello scorso aprile, nonostante le restrizioni imposte dai Paesi europei da cui provengono i turisti, per arginare l’aumento dei casi di coronavirus. Previo esito negativo di un test Pcr effettuato al massimo 72 ore prima dell’imbarco, i turisti sono  tenuti al rigoroso rispetto del Protocollo tunisino anti Covid-19 per la salute del turismo, sin dal loro arrivo in Tunisia.

Dal 1° giugno 2021 il test Pcr negativo non è più richiesto ai viaggiatori che arrivano in Tunisia se hanno ricevuto le due dosi di vaccino, presentando il certificato con QR Code, oppure se hanno contratto il Covid-19 nelle 6 settimane precedenti la data di imbarco, previa presentazione di certificato medico rilasciato dalle autorità competenti.
Contestualmente è stata avviata una campagna di vaccinazione su larga scala da parte del Ministero del Turismo tunisino in collaborazione con le Federazioni Professionali del Turismo per vaccinare i dipendenti del settore turistico che lavorano, in presenza e stabilmente, in alberghi e ristoranti, agenzie di viaggio, musei e siti archeologici.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438758 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un viaggio slow, di 15 giorni, declinato in tre modalità diverse per venire incontro ad altrettante ispirazioni differenti, da scegliere a seconda del proprio mood. E' l'Indonesia di KiboTours, che si traduce nei pacchetti Wonderful, Magic e Beautiful, con alcune tappe imprescindibili per tutti gli itinerari: Ubud e Seminyak, a Bali, così come le due notti conclusive del viaggio a Singapore. Nel dettaglio, per il pacchetto Wonderful, il cuore della vacanza al mare si trascorre su una piccola isola tropicale molto accogliente. A Gili Trawangan si soggiorna presso l'hotel Villa Ombak, prima struttura internazionale realizzato qui, che vanta una vista mozzafiato sulle dolci colline di Lombok, sull'imponente monte Rinjani e sulle isole vicine. Una tappa in meno, solo una sosta a Seminyak anziché due, per il tour Magic, che porta direttamente da Ubud a Gili Trawangan. Il programma dà agli ospiti inoltre la possibilità di partecipare nella cittadina dell’interno a un tour privato aperto a sole otto persone (fino a esaurimento posti). Qui si soggiorna all’Alaya Resort da 105 camere. Gli amanti della natura possono infine scegliere l’itinerario Beautiful. Solo in questo viaggio si trascorrono ben sei notti a Labuan Bajo, immaginario luogo di origine della Perla di Labuan, la Marianna di Sandokan. punto di partenza privilegiato per esplorare il vicinissimo arcipelago di Komodo, dove vivono i preistorici rettili noti come dragoni di Komodo, nonché meta ideale per chi desidera fare snorkeling e immersioni. Il soggiorno è all’Angel Island Resort con i suoi soli dieci cottage in stile indonesiano, dove è possibile anche provare trattamenti benessere. [post_title] => L'Indonesia di KiboTours: tre modi diversi di vivere la destinazione [post_date] => 2023-02-06T11:08:22+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675681702000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438742 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Rebranding in casa Minor Hotels, con il Grand Hotel Convento di Amalfi che cambia insegna, passando da Nh Collection ad Anantara e diventando così la seconda struttura di quest'ultimo brand in Italia, dopo il Palazzo Naiadi di Roma, e l'ottavo in Europa. Lo storico albergo della costiera Amalfitana, che si trova all’interno di un ex convento dei frati Cappuccini del tredicesimo secolo, arroccato su una scogliera a 80 metri sul mare, andrà incontro per l'occasione a un completo restyling. Per mantenere la continuità con il patrimonio storico dell’edificio, le 52 camere e suite vedranno in particolare preservati i pavimenti in piastrelle, i soffitti a volta e le pareti imbiancate a calce. L'ospitalità firmata Anantara si tradurrà piuttosto nell’utilizzo di tessuti pregiati, mobili di design e pezzi di arte contemporanea di provenienza locale. Le suite conserveranno inoltre le terrazze con piccole piscine e ampie vedute sulla costiera, mentre la zona del resort con la piscina sarà ridisegnata con arredi su misura e arricchita da un progetto di pizzeria gourmet. Le aree bar e lounge saranno valorizzate da una nuova illuminazione più calda, tappeti realizzati con fibre naturali e sedute in tonalità crema. Il ristorante principale, Dei Cappuccini, continuerà quindi a proporre la cucina e i sapori della tradizione mediterranea grazie all’estro dello chef Claudio Lanuto. La nuova Anantara Spa, infine, sarà rivestita in travertino e caratterizzata da tre sale per trattamenti e cure di bellezza. Le aree benessere del resort includeranno anche una zona relax-spa fronte mare e una Panoramic gym completamente attrezzata per allenamenti con vista su Amalfi.   [post_title] => Rebranding per il Grand Hotel Convento di Amalfi: da Nh Collection ad Anantara [post_date] => 2023-02-06T10:46:53+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675680413000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438691 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La ventisettesima edizione dei Protagonisti del Mare ha offerto l’occasione a Costa Crociere di incontrare i migliori partner a bordo di Costa Smeralda ancorata a Sanremo. La compagnia del gruppo Carnival ha appena aperto le vendite per il 2024 e dopo essersi lasciata alle spalle un 2022 oltre alle aspettative, prevede per il 2023 un’ottima stagione . «Abbiamo cominciato un nuovo percorso dopo l’uscita dalla pandemia - spiega Mario Zanetti, direttore generale Costa Crociere -. E questo inizia a dare risultati importanti. La  soddisfazione a bordo è senza precedenti, così come i risultati di vendita. Questo ci offre stimoli per andare avanti. Lavoriamo sul prodotto e sull’esperienza per renderla allineata alle esigenze». La compagnia ha aumentato la capacità, nonostante un numero di unità della flotta inferiore, con l’obiettivo di offrire classi di navi più moderne. «Questo passa attraverso un grande sforzo manageriale, la parte meno visibile ma che consente di crescere - aggiunge Zanetti -. Negli ultimi 16 mesi Costa ha assunto oltre 150 persone per portare nuove competenze. Contemporaneamente stiamo lavorando molto sui team a bordo». Un percorso, quello di Costa, in continua trasformazione, dove il contributo delle agenzie partner rappresenta un punto di forza per raggiungere insieme gli obiettivi. «Ci siamo concentrati su alcune ricerche volte a capire gusti e desideri -  commenta Beppe Carino, vice president guest experience and on-board revenues - e su questo abbiamo concentrato investimenti. Dalla gastronomia allo spettacolo: molte le partnership per creare esperienze. E ancora investimenti per rafforzare la comunicazione a bordo». [post_title] => Costa Crociere: focus su rinnovamento, investimenti e comunicazione [post_date] => 2023-02-06T09:53:50+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675677230000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438706 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Le Isole della Società sono uno degli arcipelaghi che compongono la Polinesia Francese: luoghi incantevoli, ciascuno con proprie caratteristiche. Tahiti è il cuore dell'arcipelago, con montagne, cascate e spiagge di sabbia nera, un'isola dove incontrare la natura con escursioni nella vegetazione primordiale, bagnata da brevi piogge improvvise. Quelle che i locali chiamano "blessing": benedizioni. Nelle acque dei fiumi vengono celebrati i riti di bellezza con prodotti naturali. Nella vivace Papeete si potrà scoprire la tipica danza Ori - celebrata in tutto l'arcipelago con spettacoli meravigliosi e colorati come il festival di danza “Heiva i Tahiti”. Oppure acquistare le splendide perle nere locali e i pareo colorati presso Le Grand Marché. E, ancora, farsi fare un tatuaggio i cui simboli raccontano la vita. Mo'orea è il piccolo paradiso in terra di cui parlarono i primi esploratori: il sorriso accogliente dei locali, montagne che svettano nel cielo coperte di una vegetazione lussureggiante, lagune e acque turchesi dove nuotare a fianco di piccoli squali, accarezzare mante e scorgere tartarughe. Il luogo ideale per incontrare la cucina locale, dove la tradizione, fatta di ingredienti semplici e gustosi, si è arricchita dell'elegante tocco francese e di quello asiatico, più speziato. [gallery ids="438713,438711,438714,438716,438708,438728"] Bora Bora è la meraviglia delle bianche spiagge e dei bungalow sospesi sulle acque cristalline. Raccontano una storia di accoglienza e furono realizzati negli anni '60 da due imprenditori californiani proprio nella Polinesia Francese, sull'isola di Raiatea. Rispondevano alla necessità di costruire sul mare in mancanza di ampie spiagge e hanno rivoluzionato l'industria alberghiera incantando - ogni giorno - i visitatori. L'arcipelago può essere scoperto dal cielo, con i frequenti e brevi voli di Air Tahiti Nui, o dal mare, a bordo di un catamarano. La storia più antica dice che proprio dall’oceano arrivarono i primi abitanti, a bordo di imponenti va'a: le tipiche imbarcazioni a bilanciere. Provenivano dall'Asia Orientale e, giunti a terra, per ringraziare gli dei della loro benevolenza, costruirono i Marae: terrazze pavimentate per le celebrazioni dove il mondo terreno degli uomini (te ‘ao) incontrava quello degli dei e degli antenati (te po). Erano realizzati in pietre, anche vulcaniche, prese dalla barriera corallina e dai fiumi e se ne trovano numerosi in tutto l'arcipelago. Vennero realizzati tra il XIV e il XVIII secolo. Il più ampio e suggestivo è quello di Taputapuātea, sull'isola di Raiatea. Culla della cultura polinesiana è parte del patrimonio mondiale dell’Unesco dal 2017; si estende per diverse centinaia di ettari ed è ancora oggi frequentato con rispetto dai locali. Si trova al centro del Triangolo Polinesiano, quella regione geografica e culturale che ha alle sue estremità a nord le Hawaii, a sud-est Rapa Nui/Isola di Pasqua e a sud-ovest la Nuova Zelanda. Vi si può sentire la forza del Mana: lo spirito positivo e gioioso che è parte della magia della Polinesia Francese. [gallery ids="438719,438709,438717,438707,438710,438718"] [post_title] => Polinesia Francese: viaggio attraverso la terra incantata di un popolo gioioso [post_date] => 2023-02-06T09:50:48+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675677048000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438705 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => "Le prospettive sono rosee e la voglia di viaggiare continua a crescere". Domenico Staffelli, responsabile vendite di Gb Viaggi, commenta così questo inizio di 2023 per il to capitolino: "In questi primi due mesi dell'anno abbiamo registrato un incremento del 31,74% delle prenotazioni rispetto allo stesso periodo del 2022. Il mare Italia  si riconferma in particolare la meta più gettonata per l’estate, in quanto riesce a soddisfare il desiderio dei viaggiatori, che non devono far fronte a un eccessivo aumento dei prezzi". Dati importanti, che aumentano le aspirazioni aziendali alzando l’asticella a 40 milioni di euro di fatturato per il 2023. Traguardo ambizioso, che mira di fatto a raddoppiare l'ammontare complessivo delle vendite rispetto allo scorso anno. Per raggiungere quest’importante proposito, Gb Viaggi ha quindi messo in campo una serie di novità, con un ampliamento della sfera prodotto che prevede oltre al portfolio mare Italia, anche l'apertura del settore tour e crociere, inclusi pacchetti di volo + hotel verso le principali destinazioni del mondo. Tra le mete estere più apprezzate, ecco allora oltre all’Egitto anche Paesi a lungo raggio come le Maldive o Zanzibar. «La programmazione 2023 si mantiene in continuità con quella dello scorso anno, con alcune novità di prodotto con l’ingresso dei tour, che si sta già rivelando un successo, e la prossima apertura anche al mercato delle crociere – conclude il Staffelli –. Inoltre abbiamo riconfermato in toto la politica commerciale del 2022, che prevede una serie di vantaggi e promozioni come il Prima prenoti e più risparmi tanto apprezzato dagli utenti che possono approfittare di sconti fino al 25% sul prezzo di listino ufficiale, oltre che tutto il panorama di offerte, dai Bimbi gratis all’assicurazione inclusa, fino a organizzare delle vacanze flessibili con la possibilità di modificare gratuitamente e senza penali le date del soggiorno o all’opportunità di pagare la vacanza a rate a partire da 49 euro al mese». [post_title] => Gb Viaggi: nuovi prodotti tour e crociere. E nel 2023 l'obiettivo è il raddoppio del fatturato [post_date] => 2023-02-06T09:46:39+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675676799000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438668 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nasce a Milano la prima Brussels House d’Europa. La cerimonia di inaugurazione, nel quartiere di Porta Nuova della città e alla presenza del sindaco Giuseppe Sala, dà il via a una nuova concezione per la promozione del made in Bruxelles. L'ente del turismo di Bruxelles e Brussels Hub, (rappresentanza economica e commerciale della Regione di Brussels Capitale), rappresenteranno il turismo e il commercio di Bruxelles in un’unica sede. Il nuovo spazio dal concept originale e innovativo, manifesto dell’eco-design e dell’economia circolare brusselese, rappresenta un progetto pilota che sarà poi replicato in altre città europee. “Sarà una casa per gli italiani, dove accoglieremo t.o. e agenzie di viaggio in uno spazio polifunzionale per la formazione ed esposizioni permanenti con eventi, meeting, workshop e academy day ogni due mesi dove acquisire gli strumenti per conoscere e promuovere un turismo city break. Ci sarà uno spazio anche per la moda e le sfilate. Sarà la casa delle aziende brussellesi che investono in Italia” - spiega Ursula Jone Gandini, direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles. Un luogo di incontro del sistema produttivo turistico e commerciale, per le istituzioni e la cultura brussellese dove poter sviluppare nuove sinergie e opportunità e moltiplicare le occasioni di collaborazione tra Bruxelles e l’Italia. E poiché Bruxelles non è solo Parlamento, è anche quartieri vivaci e dinamici, la capitale delle capitali viene anche definita la città “perfettamente imperfetta” dal segretario di stato Pascal Smet. “Bruxelles è design, tecnologia, mobilità sostenibile- sottolinea Smet -. Stiamo trasformando la città delle macchine nella città per le persone; una città internazionale con una popolazione non nativa di Bruxelles del 70% in cui convivono tante culture diverse. Il nostro impegno sarà mostrare agli italiani ciò che Bruxelles ha da offrire in tutti i settori, dalla cultura, al cibo, al turismo”. Da oggi, è previsto il primo workshop che ospita i primi partner aziendali che collaboreranno con Brussels House e tour operator che programmano la destinazione, primi contatti diretti per le agenzie di viaggio italiane. [gallery ids="438676,438672,438675,438671,438674,438673"] [post_title] => Apre i battenti a Milano la prima Brussels House d’Europa. Nuove opportunità per il trade [post_date] => 2023-02-03T13:36:32+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675431392000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438639 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tour operator italiani a tu per tu con l'offerta turistica della Polinesia Francese: una delegazione di operatori specializzati sulla destinazione  - composta da Alidays, Aquadiving, Discover Australia, Gattinoni, Go Australia, Idee per Viaggiare, Kia Ora, Mappamondo, Tinky Winky e Turisanda - ha partecipato al Parau Parau Tahiti 2023. Polinesia sinonimo di una riserva di biodiversità da sempre impegnata nella sostenibilità e attenta alle esigenze degli abitanti. Fondamentale il ruolo del Gstc (Global Sustainable Tourism Council), che mette a punto i Criteri Globali del Turismo Sostenibile e sta lavorando con Tahiti Tourisme. Nell’ambito del Parau Parau 2023, David Emen, trainer&consultant del gruppo, ha parlato di “Turismo responsabile nella Polinesia Francese”. «Il turismo è una cosa molto buona per la Polinesia Francese, ma dev’esserci un equilibrio, la certezza che porti benefici per la comunità locale, preservi la cultura e rispetti la natura. Guardando al 2027 Gstc è stata messa a punto una strategia puntuale e coesiva che potrà essere adottata dalle Isole di Tahiti. Un impegno volto a risolvere elementi fondamentali, come la stagionalità. Vogliamo ampliare il mercato attirando i viaggiatori nella bassa stagione e rendere accessibili al turismo nuove isole dell’arcipelago. Ma tutto dev’essere fatto incontrando le organizzazioni locali e favorendo il loro confronto con il turismo». «Il viaggiatore è cambiato - evidenzia Emen -. Sceglie spostamenti più brevi; è più responsabile e pensa al proprio impatto sulla destinazione, all’autenticità e alla sostenibilità; cerca un turismo più vicino alla natura e si preoccupa degli aspetti assicurativi e sanitari del proprio viaggio. Scopre la destinazione con visite culturali, percorsi naturali e l’incontro con l’ambiente che lo circonda. Inoltre la sostenibilità sta diventando sempre più importante e il turista è pronto a compensare le emissioni di carbonio del suo viaggio. Il Gstc è un’organizzazione indipendente che indica un percorso di recupero ma non offre la soluzione - spiega il trainer&consultant -. Il suo focus è su quello che dovrebbe essere fatto e offre criteri di valutazione sia per le destinazioni che per le industrie. L’attenzione del Gstc va alla gestione della sostenibilità e al suo impatto socio-economico, culturale e ambientale». David Emen ha concluso la sua presentazione con una bella frase del presidente della Polinesia Francese Édouard Fritch, che ha compreso l’importanza di “rafforzare legami autentici e sinceri tra coloro che vengono da lontano e coloro che abitano qui e li accolgono». [post_title] => Parau Parau 2023: il futuro di Tahiti parla di sostenibilità e di attenzione al popolo [post_date] => 2023-02-03T13:06:22+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675429582000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438617 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_396670" align="alignleft" width="300"] Isabella Candelori[/caption] Il gruppo Nicolaus incrementa il proprio impegno a favore delle agenzie. Il nuovo accordo commerciale 2023 prevede infatti, per l’intero canale trade, una remunerazione minima che parte da una soglia importante del 12% fino al 31 marzo. Inoltre, per sostenere al meglio la stagione estiva 2023, già aperta nello scorso mese di ottobre con la campagna Crazy days che ha portato i migliori risultati di sempre, prosegue l’incentivazione delle vendite con il programma Early booking per i marchi Nicolaus Club e Valtur. I termini prevedono il 28 febbraio come data ultima per prenotare una vacanza: chi lo farà, scegliendo tra un’ampia rosa di strutture italiane e internazionali, potrà avere numerosi vantaggi, quali la tariffa più conveniente del 2023 e miglior offerta garantita, il soggiorno gratuito del primo bambino, la possibilità di annullare la vacanza fino a 21 giorni dalla partenza, senza penali, nonché degli incentivi (100 euro per l’Italia, 150 per l’estero) per una seconda vacanza. “La scelta di premiare un inizio anno commerciale che ci auguriamo brillante per tutto il trade dimostra, ancora una volta, l’importanza delle agenzie di viaggio quali partner prioritari per il nostro gruppo - sottolinea il direttore commerciale, Isabella Candelori -. Per sostenerle nelle perfomance, lanciamo quindi un advance booking molto concreto che va nella direzione del new normal: le persone desiderano sentirsi protette, libere e sicure di avere un ritorno chiaro e facilmente leggibile quando si parla di vantaggi economici. Le vendite sono partite già dà un po’ e dopo il canonico inizio della nuova stagione con i Crazy days, le nostre prevendite summer, con questa promozione intendiamo dare un forte incentivo all’estate e strumenti efficaci alla distribuzione”.   [post_title] => Nicolaus: commissione base al 12% fino al 31 marzo. Al via la campagna Early booking [post_date] => 2023-02-03T11:08:02+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675422482000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438611 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => "Rispetto al 2022 abbiamo praticamente raddoppiato il volato di Teorema e triplicato i contratti diretti. Per il solo periodo di Capodanno 2023/2024 abbiamo per esempio già bloccato oltre 7 mila posti volo". E' un mea culpa dolce amaro, quello di Luigi Deli, ceo e founder del gruppo Volonline, che lo scorso anno ha acquisito lo storico brand generalista: “Il 2022 è stato un esercizio a metà, perché il marchio è arrivato in aprile, ma l’operatività è partita a giugno. Al momento dell’acquisizione avevamo già budget, contratti, prodotto e struttura commerciale a regime, realizzati sulla base dello storico delle nostre partenze speciali per i periodi di punta, l’alta stagione estiva e le vacanze di fine anno. Non ci aspettavamo però un riscontro così positivo da parte del mercato e a metà luglio, così come a fine novembre, avevamo già esaurito il prodotto venduto per pieno. In questi casi, seppur felici dei risultati, è stato opportuno fare autocritica ed è uno dei motivi per cui abbiamo attuato un piano di sviluppo importante". Il 2023 si appresta quindi a diventare l’anno zero di Teorema Vacanze, dopo che nel 2022 il brand ha totalizzato oltre 5 mila passeggeri: cifra che intende triplicare proprio nel 2023. E per raggiungere tali obiettivi, il to ha investito anche lato personale. Di recente, in particolare, è entrato in azienda Danilo Gorla (precedenti esperienze in Alba Tour, Kibo Tour e Criand), in qualità di product manager, che avrà il ruolo di consolidare il prodotto su Caraibi, Maldive e Grecia per l’estate, ma soprattutto di lanciare una nuova programmazione su Spagna, isole Baleari e Canarie. “Stiamo registrando anche un costante aumento del valore medio della pratica, grazie alla crescente fiducia delle agenzie di viaggi”, aggiunge il brand manager, Luca Frolino. Attualmente sono oltre 2.700 le adv codificate che consultano quotidianamente il sito di Teorema: “Un numero che rappresenta un ottimo risultato - prosegue Frolino -. Grazie a loro, a quasi un anno dall’acquisizione del brand, sappiamo quali sono le destinazioni e la tipologia di prodotto più richieste, ma anche le aree che meglio hanno accolto questa novità e pertanto su quali aeroporti investire per i collegamenti per le mete di vacanza”. “Abbiamo pianificato pure delle nuove release della piattaforma, con la ferma convinzione che la semplicità e la facilità di utilizzo siano e debbano rimanere il plus del marchio”, conclude Deli. Il 1° febbraio, Teorema Vacanze ha infine aperto ufficialmente le vendite online del prodotto estivo. [post_title] => Deli: sottovalutato l'effetto Teorema. Per il 2023 raddoppiamo il volato [post_date] => 2023-02-03T10:57:50+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675421870000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "tunisia un video promuove il meglio dellofferta mare cultura e benessere" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":55,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":2934,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438758","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un viaggio slow, di 15 giorni, declinato in tre modalità diverse per venire incontro ad altrettante ispirazioni differenti, da scegliere a seconda del proprio mood. E' l'Indonesia di KiboTours, che si traduce nei pacchetti Wonderful, Magic e Beautiful, con alcune tappe imprescindibili per tutti gli itinerari: Ubud e Seminyak, a Bali, così come le due notti conclusive del viaggio a Singapore.\r\n\r\nNel dettaglio, per il pacchetto Wonderful, il cuore della vacanza al mare si trascorre su una piccola isola tropicale molto accogliente. A Gili Trawangan si soggiorna presso l'hotel Villa Ombak, prima struttura internazionale realizzato qui, che vanta una vista mozzafiato sulle dolci colline di Lombok, sull'imponente monte Rinjani e sulle isole vicine.\r\n\r\nUna tappa in meno, solo una sosta a Seminyak anziché due, per il tour Magic, che porta direttamente da Ubud a Gili Trawangan. Il programma dà agli ospiti inoltre la possibilità di partecipare nella cittadina dell’interno a un tour privato aperto a sole otto persone (fino a esaurimento posti). Qui si soggiorna all’Alaya Resort da 105 camere.\r\n\r\nGli amanti della natura possono infine scegliere l’itinerario Beautiful. Solo in questo viaggio si trascorrono ben sei notti a Labuan Bajo, immaginario luogo di origine della Perla di Labuan, la Marianna di Sandokan. punto di partenza privilegiato per esplorare il vicinissimo arcipelago di Komodo, dove vivono i preistorici rettili noti come dragoni di Komodo, nonché meta ideale per chi desidera fare snorkeling e immersioni. Il soggiorno è all’Angel Island Resort con i suoi soli dieci cottage in stile indonesiano, dove è possibile anche provare trattamenti benessere.","post_title":"L'Indonesia di KiboTours: tre modi diversi di vivere la destinazione","post_date":"2023-02-06T11:08:22+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1675681702000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438742","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Rebranding in casa Minor Hotels, con il Grand Hotel Convento di Amalfi che cambia insegna, passando da Nh Collection ad Anantara e diventando così la seconda struttura di quest'ultimo brand in Italia, dopo il Palazzo Naiadi di Roma, e l'ottavo in Europa.\r\n\r\nLo storico albergo della costiera Amalfitana, che si trova all’interno di un ex convento dei frati Cappuccini del tredicesimo secolo, arroccato su una scogliera a 80 metri sul mare, andrà incontro per l'occasione a un completo restyling. Per mantenere la continuità con il patrimonio storico dell’edificio, le 52 camere e suite vedranno in particolare preservati i pavimenti in piastrelle, i soffitti a volta e le pareti imbiancate a calce. L'ospitalità firmata Anantara si tradurrà piuttosto nell’utilizzo di tessuti pregiati, mobili di design e pezzi di arte contemporanea di provenienza locale. Le suite conserveranno inoltre le terrazze con piccole piscine e ampie vedute sulla costiera, mentre la zona del resort con la piscina sarà ridisegnata con arredi su misura e arricchita da un progetto di pizzeria gourmet.\r\n\r\nLe aree bar e lounge saranno valorizzate da una nuova illuminazione più calda, tappeti realizzati con fibre naturali e sedute in tonalità crema. Il ristorante principale, Dei Cappuccini, continuerà quindi a proporre la cucina e i sapori della tradizione mediterranea grazie all’estro dello chef Claudio Lanuto. La nuova Anantara Spa, infine, sarà rivestita in travertino e caratterizzata da tre sale per trattamenti e cure di bellezza. Le aree benessere del resort includeranno anche una zona relax-spa fronte mare e una Panoramic gym completamente attrezzata per allenamenti con vista su Amalfi.\r\n\r\n ","post_title":"Rebranding per il Grand Hotel Convento di Amalfi: da Nh Collection ad Anantara","post_date":"2023-02-06T10:46:53+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1675680413000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438691","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La ventisettesima edizione dei Protagonisti del Mare ha offerto l’occasione a Costa Crociere di incontrare i migliori partner a bordo di Costa Smeralda ancorata a Sanremo. La compagnia del gruppo Carnival ha appena aperto le vendite per il 2024 e dopo essersi lasciata alle spalle un 2022 oltre alle aspettative, prevede per il 2023 un’ottima stagione .\r\n«Abbiamo cominciato un nuovo percorso dopo l’uscita dalla pandemia - spiega Mario Zanetti, direttore generale Costa Crociere -. E questo inizia a dare risultati importanti. La  soddisfazione a bordo è senza precedenti, così come i risultati di vendita. Questo ci offre stimoli per andare avanti. Lavoriamo sul prodotto e sull’esperienza per renderla allineata alle esigenze».\r\n\r\nLa compagnia ha aumentato la capacità, nonostante un numero di unità della flotta inferiore, con l’obiettivo di offrire classi di navi più moderne. «Questo passa attraverso un grande sforzo manageriale, la parte meno visibile ma che consente di crescere - aggiunge Zanetti -. Negli ultimi 16 mesi Costa ha assunto oltre 150 persone per portare nuove competenze. Contemporaneamente stiamo lavorando molto sui team a bordo».\r\n\r\nUn percorso, quello di Costa, in continua trasformazione, dove il contributo delle agenzie partner rappresenta un punto di forza per raggiungere insieme gli obiettivi. «Ci siamo concentrati su alcune ricerche volte a capire gusti e desideri -  commenta Beppe Carino, vice president guest experience and on-board revenues - e su questo abbiamo concentrato investimenti. Dalla gastronomia allo spettacolo: molte le partnership per creare esperienze. E ancora investimenti per rafforzare la comunicazione a bordo».","post_title":"Costa Crociere: focus su rinnovamento, investimenti e comunicazione","post_date":"2023-02-06T09:53:50+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1675677230000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438706","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Le Isole della Società sono uno degli arcipelaghi che compongono la Polinesia Francese: luoghi incantevoli, ciascuno con proprie caratteristiche. Tahiti è il cuore dell'arcipelago, con montagne, cascate e spiagge di sabbia nera, un'isola dove incontrare la natura con escursioni nella vegetazione primordiale, bagnata da brevi piogge improvvise. Quelle che i locali chiamano \"blessing\": benedizioni. Nelle acque dei fiumi vengono celebrati i riti di bellezza con prodotti naturali.\r\n\r\nNella vivace Papeete si potrà scoprire la tipica danza Ori - celebrata in tutto l'arcipelago con spettacoli meravigliosi e colorati come il festival di danza “Heiva i Tahiti”. Oppure acquistare le splendide perle nere locali e i pareo colorati presso Le Grand Marché. E, ancora, farsi fare un tatuaggio i cui simboli raccontano la vita.\r\n\r\n Mo'orea è il piccolo paradiso in terra di cui parlarono i primi esploratori: il sorriso accogliente dei locali, montagne che svettano nel cielo coperte di una vegetazione lussureggiante, lagune e acque turchesi dove nuotare a fianco di piccoli squali, accarezzare mante e scorgere tartarughe. Il luogo ideale per incontrare la cucina locale, dove la tradizione, fatta di ingredienti semplici e gustosi, si è arricchita dell'elegante tocco francese e di quello asiatico, più speziato.\r\n\r\n[gallery ids=\"438713,438711,438714,438716,438708,438728\"]\r\n\r\nBora Bora è la meraviglia delle bianche spiagge e dei bungalow sospesi sulle acque cristalline. Raccontano una storia di accoglienza e furono realizzati negli anni '60 da due imprenditori californiani proprio nella Polinesia Francese, sull'isola di Raiatea. Rispondevano alla necessità di costruire sul mare in mancanza di ampie spiagge e hanno rivoluzionato l'industria alberghiera incantando - ogni giorno - i visitatori. L'arcipelago può essere scoperto dal cielo, con i frequenti e brevi voli di Air Tahiti Nui, o dal mare, a bordo di un catamarano.\r\n\r\nLa storia più antica dice che proprio dall’oceano arrivarono i primi abitanti, a bordo di imponenti va'a: le tipiche imbarcazioni a bilanciere. Provenivano dall'Asia Orientale e, giunti a terra, per ringraziare gli dei della loro benevolenza, costruirono i Marae: terrazze pavimentate per le celebrazioni dove il mondo terreno degli uomini (te ‘ao) incontrava quello degli dei e degli antenati (te po). Erano realizzati in pietre, anche vulcaniche, prese dalla barriera corallina e dai fiumi e se ne trovano numerosi in tutto l'arcipelago. Vennero realizzati tra il XIV e il XVIII secolo. Il più ampio e suggestivo è quello di Taputapuātea, sull'isola di Raiatea.\r\n\r\nCulla della cultura polinesiana è parte del patrimonio mondiale dell’Unesco dal 2017; si estende per diverse centinaia di ettari ed è ancora oggi frequentato con rispetto dai locali. Si trova al centro del Triangolo Polinesiano, quella regione geografica e culturale che ha alle sue estremità a nord le Hawaii, a sud-est Rapa Nui/Isola di Pasqua e a sud-ovest la Nuova Zelanda. Vi si può sentire la forza del Mana: lo spirito positivo e gioioso che è parte della magia della Polinesia Francese.\r\n\r\n[gallery ids=\"438719,438709,438717,438707,438710,438718\"]","post_title":"Polinesia Francese: viaggio attraverso la terra incantata di un popolo gioioso","post_date":"2023-02-06T09:50:48+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1675677048000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438705","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\"Le prospettive sono rosee e la voglia di viaggiare continua a crescere\". Domenico Staffelli, responsabile vendite di Gb Viaggi, commenta così questo inizio di 2023 per il to capitolino: \"In questi primi due mesi dell'anno abbiamo registrato un incremento del 31,74% delle prenotazioni rispetto allo stesso periodo del 2022. Il mare Italia  si riconferma in particolare la meta più gettonata per l’estate, in quanto riesce a soddisfare il desiderio dei viaggiatori, che non devono far fronte a un eccessivo aumento dei prezzi\".\r\n\r\nDati importanti, che aumentano le aspirazioni aziendali alzando l’asticella a 40 milioni di euro di fatturato per il 2023. Traguardo ambizioso, che mira di fatto a raddoppiare l'ammontare complessivo delle vendite rispetto allo scorso anno. Per raggiungere quest’importante proposito, Gb Viaggi ha quindi messo in campo una serie di novità, con un ampliamento della sfera prodotto che prevede oltre al portfolio mare Italia, anche l'apertura del settore tour e crociere, inclusi pacchetti di volo + hotel verso le principali destinazioni del mondo.\r\n\r\nTra le mete estere più apprezzate, ecco allora oltre all’Egitto anche Paesi a lungo raggio come le Maldive o Zanzibar. «La programmazione 2023 si mantiene in continuità con quella dello scorso anno, con alcune novità di prodotto con l’ingresso dei tour, che si sta già rivelando un successo, e la prossima apertura anche al mercato delle crociere – conclude il Staffelli –. Inoltre abbiamo riconfermato in toto la politica commerciale del 2022, che prevede una serie di vantaggi e promozioni come il Prima prenoti e più risparmi tanto apprezzato dagli utenti che possono approfittare di sconti fino al 25% sul prezzo di listino ufficiale, oltre che tutto il panorama di offerte, dai Bimbi gratis all’assicurazione inclusa, fino a organizzare delle vacanze flessibili con la possibilità di modificare gratuitamente e senza penali le date del soggiorno o all’opportunità di pagare la vacanza a rate a partire da 49 euro al mese».","post_title":"Gb Viaggi: nuovi prodotti tour e crociere. E nel 2023 l'obiettivo è il raddoppio del fatturato","post_date":"2023-02-06T09:46:39+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1675676799000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438668","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Nasce a Milano la prima Brussels House d’Europa. La cerimonia di inaugurazione, nel quartiere di Porta Nuova della città e alla presenza del sindaco Giuseppe Sala, dà il via a una nuova concezione per la promozione del made in Bruxelles.\r\n\r\nL'ente del turismo di Bruxelles e Brussels Hub, (rappresentanza economica e commerciale della Regione di Brussels Capitale), rappresenteranno il turismo e il commercio di Bruxelles in un’unica sede. Il nuovo spazio dal concept originale e innovativo, manifesto dell’eco-design e dell’economia circolare brusselese, rappresenta un progetto pilota che sarà poi replicato in altre città europee.\r\n\r\n“Sarà una casa per gli italiani, dove accoglieremo t.o. e agenzie di viaggio in uno spazio polifunzionale per la formazione ed esposizioni permanenti con eventi, meeting, workshop e academy day ogni due mesi dove acquisire gli strumenti per conoscere e promuovere un turismo city break. Ci sarà uno spazio anche per la moda e le sfilate. Sarà la casa delle aziende brussellesi che investono in Italia” - spiega Ursula Jone Gandini, direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles.\r\n\r\nUn luogo di incontro del sistema produttivo turistico e commerciale, per le istituzioni e la cultura brussellese dove poter sviluppare nuove sinergie e opportunità e moltiplicare le occasioni di collaborazione tra Bruxelles e l’Italia. E poiché Bruxelles non è solo Parlamento, è anche quartieri vivaci e dinamici, la capitale delle capitali viene anche definita la città “perfettamente imperfetta” dal segretario di stato Pascal Smet. “Bruxelles è design, tecnologia, mobilità sostenibile- sottolinea Smet -. Stiamo trasformando la città delle macchine nella città per le persone; una città internazionale con una popolazione non nativa di Bruxelles del 70% in cui convivono tante culture diverse. Il nostro impegno sarà mostrare agli italiani ciò che Bruxelles ha da offrire in tutti i settori, dalla cultura, al cibo, al turismo”.\r\n\r\nDa oggi, è previsto il primo workshop che ospita i primi partner aziendali che collaboreranno con Brussels House e tour operator che programmano la destinazione, primi contatti diretti per le agenzie di viaggio italiane.\r\n\r\n[gallery ids=\"438676,438672,438675,438671,438674,438673\"]","post_title":"Apre i battenti a Milano la prima Brussels House d’Europa. Nuove opportunità per il trade","post_date":"2023-02-03T13:36:32+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1675431392000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438639","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Tour operator italiani a tu per tu con l'offerta turistica della Polinesia Francese: una delegazione di operatori specializzati sulla destinazione  - composta da Alidays, Aquadiving, Discover Australia, Gattinoni, Go Australia, Idee per Viaggiare, Kia Ora, Mappamondo, Tinky Winky e Turisanda - ha partecipato al Parau Parau Tahiti 2023.\r\n\r\nPolinesia sinonimo di una riserva di biodiversità da sempre impegnata nella sostenibilità e attenta alle esigenze degli abitanti. Fondamentale il ruolo del Gstc (Global Sustainable Tourism Council), che mette a punto i Criteri Globali del Turismo Sostenibile e sta lavorando con Tahiti Tourisme. Nell’ambito del Parau Parau 2023, David Emen, trainer&consultant del gruppo, ha parlato di “Turismo responsabile nella Polinesia Francese”.\r\n\r\n«Il turismo è una cosa molto buona per la Polinesia Francese, ma dev’esserci un equilibrio, la certezza che porti benefici per la comunità locale, preservi la cultura e rispetti la natura. Guardando al 2027 Gstc è stata messa a punto una strategia puntuale e coesiva che potrà essere adottata dalle Isole di Tahiti. Un impegno volto a risolvere elementi fondamentali, come la stagionalità. Vogliamo ampliare il mercato attirando i viaggiatori nella bassa stagione e rendere accessibili al turismo nuove isole dell’arcipelago. Ma tutto dev’essere fatto incontrando le organizzazioni locali e favorendo il loro confronto con il turismo».\r\n\r\n«Il viaggiatore è cambiato - evidenzia Emen -. Sceglie spostamenti più brevi; è più responsabile e pensa al proprio impatto sulla destinazione, all’autenticità e alla sostenibilità; cerca un turismo più vicino alla natura e si preoccupa degli aspetti assicurativi e sanitari del proprio viaggio. Scopre la destinazione con visite culturali, percorsi naturali e l’incontro con l’ambiente che lo circonda. Inoltre la sostenibilità sta diventando sempre più importante e il turista è pronto a compensare le emissioni di carbonio del suo viaggio. Il Gstc è un’organizzazione indipendente che indica un percorso di recupero ma non offre la soluzione - spiega il trainer&consultant -. Il suo focus è su quello che dovrebbe essere fatto e offre criteri di valutazione sia per le destinazioni che per le industrie. L’attenzione del Gstc va alla gestione della sostenibilità e al suo impatto socio-economico, culturale e ambientale». David Emen ha concluso la sua presentazione con una bella frase del presidente della Polinesia Francese Édouard Fritch, che ha compreso l’importanza di “rafforzare legami autentici e sinceri tra coloro che vengono da lontano e coloro che abitano qui e li accolgono».","post_title":"Parau Parau 2023: il futuro di Tahiti parla di sostenibilità e di attenzione al popolo","post_date":"2023-02-03T13:06:22+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1675429582000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438617","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_396670\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Isabella Candelori[/caption]\r\n\r\nIl gruppo Nicolaus incrementa il proprio impegno a favore delle agenzie. Il nuovo accordo commerciale 2023 prevede infatti, per l’intero canale trade, una remunerazione minima che parte da una soglia importante del 12% fino al 31 marzo. Inoltre, per sostenere al meglio la stagione estiva 2023, già aperta nello scorso mese di ottobre con la campagna Crazy days che ha portato i migliori risultati di sempre, prosegue l’incentivazione delle vendite con il programma Early booking per i marchi Nicolaus Club e Valtur.\r\n\r\nI termini prevedono il 28 febbraio come data ultima per prenotare una vacanza: chi lo farà, scegliendo tra un’ampia rosa di strutture italiane e internazionali, potrà avere numerosi vantaggi, quali la tariffa più conveniente del 2023 e miglior offerta garantita, il soggiorno gratuito del primo bambino, la possibilità di annullare la vacanza fino a 21 giorni dalla partenza, senza penali, nonché degli incentivi (100 euro per l’Italia, 150 per l’estero) per una seconda vacanza.\r\n\r\n“La scelta di premiare un inizio anno commerciale che ci auguriamo brillante per tutto il trade dimostra, ancora una volta, l’importanza delle agenzie di viaggio quali partner prioritari per il nostro gruppo - sottolinea il direttore commerciale, Isabella Candelori -. Per sostenerle nelle perfomance, lanciamo quindi un advance booking molto concreto che va nella direzione del new normal: le persone desiderano sentirsi protette, libere e sicure di avere un ritorno chiaro e facilmente leggibile quando si parla di vantaggi economici. Le vendite sono partite già dà un po’ e dopo il canonico inizio della nuova stagione con i Crazy days, le nostre prevendite summer, con questa promozione intendiamo dare un forte incentivo all’estate e strumenti efficaci alla distribuzione”.\r\n\r\n ","post_title":"Nicolaus: commissione base al 12% fino al 31 marzo. Al via la campagna Early booking","post_date":"2023-02-03T11:08:02+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1675422482000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438611","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\"Rispetto al 2022 abbiamo praticamente raddoppiato il volato di Teorema e triplicato i contratti diretti. Per il solo periodo di Capodanno 2023/2024 abbiamo per esempio già bloccato oltre 7 mila posti volo\". E' un mea culpa dolce amaro, quello di Luigi Deli, ceo e founder del gruppo Volonline, che lo scorso anno ha acquisito lo storico brand generalista: “Il 2022 è stato un esercizio a metà, perché il marchio è arrivato in aprile, ma l’operatività è partita a giugno. Al momento dell’acquisizione avevamo già budget, contratti, prodotto e struttura commerciale a regime, realizzati sulla base dello storico delle nostre partenze speciali per i periodi di punta, l’alta stagione estiva e le vacanze di fine anno. Non ci aspettavamo però un riscontro così positivo da parte del mercato e a metà luglio, così come a fine novembre, avevamo già esaurito il prodotto venduto per pieno. In questi casi, seppur felici dei risultati, è stato opportuno fare autocritica ed è uno dei motivi per cui abbiamo attuato un piano di sviluppo importante\".\r\n\r\nIl 2023 si appresta quindi a diventare l’anno zero di Teorema Vacanze, dopo che nel 2022 il brand ha totalizzato oltre 5 mila passeggeri: cifra che intende triplicare proprio nel 2023. E per raggiungere tali obiettivi, il to ha investito anche lato personale. Di recente, in particolare, è entrato in azienda Danilo Gorla (precedenti esperienze in Alba Tour, Kibo Tour e Criand), in qualità di product manager, che avrà il ruolo di consolidare il prodotto su Caraibi, Maldive e Grecia per l’estate, ma soprattutto di lanciare una nuova programmazione su Spagna, isole Baleari e Canarie.\r\n\r\n“Stiamo registrando anche un costante aumento del valore medio della pratica, grazie alla crescente fiducia delle agenzie di viaggi”, aggiunge il brand manager, Luca Frolino. Attualmente sono oltre 2.700 le adv codificate che consultano quotidianamente il sito di Teorema: “Un numero che rappresenta un ottimo risultato - prosegue Frolino -. Grazie a loro, a quasi un anno dall’acquisizione del brand, sappiamo quali sono le destinazioni e la tipologia di prodotto più richieste, ma anche le aree che meglio hanno accolto questa novità e pertanto su quali aeroporti investire per i collegamenti per le mete di vacanza”.\r\n\r\n“Abbiamo pianificato pure delle nuove release della piattaforma, con la ferma convinzione che la semplicità e la facilità di utilizzo siano e debbano rimanere il plus del marchio”, conclude Deli. Il 1° febbraio, Teorema Vacanze ha infine aperto ufficialmente le vendite online del prodotto estivo.","post_title":"Deli: sottovalutato l'effetto Teorema. Per il 2023 raddoppiamo il volato","post_date":"2023-02-03T10:57:50+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1675421870000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti