18 September 2021

Tunisia: ingresso libero ai viaggiatori vaccinati. Campagna vaccinale per i lavoratori del turismo

[ 0 ]

La Tunisia aggiorna le norme di ingresso nel Paese mentre, di pari passo, prende il via la campagna vaccinale dedicata ai lavoratori del comparto turistico.

Da domani, 1° giugno, il test Pcr negativo non è più richiesto ai viaggiatori in arrivo che hanno ricevuto le due dosi di vaccino, presentando il certificato con QR Code; se hanno contratto il Covid-19 nelle 6 settimane precedenti la data di imbarco, previa presentazione di certificato medico rilasciato dalle autorità competenti.
Per tutti i viaggiatori di età superiore ai 12 anni che non sono stati vaccinati, è obbligatorio presentare un test Pcr negativo effettuato meno di 72 ore prima dell’imbarco, munito di “QR Code” o fornito dalle autorità sanitarie competenti. I viaggiatori individuali non residenti non vaccinati, oltre a presentare il esito negativo del test Pcr, sono tenuti a presentare un certificato sull’onore e l’impegno d’auto-isolamento per 7 giorni.

I viaggiatori non residenti che arrivano in Tunisia a bordo di voli charter o di linea (block seats) nell’ambito di viaggi organizzati (inclusive tours) devono rispettare le condizioni di cui sopra, restare in gruppo (cohorting) dall’arrivo in Tunisia, trasporto su mezzi turistici e spostamenti all’esterno delle strutture ricettive turistiche. Applicare rigorosamente le misure sanitarie del Protocollo sanitario del turismo tunisino per combattere il covid-19.

Potranno essere eseguiti test rapidi casuali all’arrivo per alcuni passeggeri. Ogni caso positivo verrà posto in isolamento in un centro dedicato. Le agenzie ricettive devono assicurare la vigorosa applicazione delle condizioni di
cui sopra al fine di garantire il regolare svolgimento della stagione turistica.

In parallelo parte anche il programma di vaccinazione del primo gruppo di addetti del settore turistico che lavorano a stretto contatto e stabilmente in hotel e ristoranti, agenzie di viaggio, musei e siti archeologici, guide turistiche, nonché tutti i dipendenti il cui compito richiede il contatto diretto con turisti e visitatori in Tunisia.
Questa campagna sarà realizzata in diverse regioni del paese, in collaborazione con il Ministero della Salute, il Ministero degli Affari Sociali (Medicina del Lavoro) e le Federazioni Professionali.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti