29 January 2023

South Australia, nuovo hotel di lusso sulla costa di Adelaide

[ 0 ]

fullpage_Glenelg_beachUn nuovo albergo di lusso da 110 milioni di dollari australiani sarà costruito a Glenelg, sulla costa di Adelaide (South Australia), creando una spinta economica che porterà alla creazione di 200 nuovi posti di lavoro nella fase di costruzione. Il progetto del nuovo hotel cinque stelle, che prevede 12 piani, rientra nel quadro dello sviluppo del lungomare. Si chiamerà Langham Place e sostituirà il vecchio Comfort Inn Hotel su Adelphi Terrace. Il ministro del turismo del South Australia, Leon Bignell, ha già incontrato i rappresentanti di Langham Hospitality Group insieme a quelli di Lustro Hotel Group per la cerimonia del taglio del nastro sul sito. Langham Place sarà gestito da Lustro Hotel Group. La demolizione del Comfort Inn Hotel avrà inizio nel mese di aprile 2017 e il Langham Hotel dovrebbe essere completato entro la metà del 2019. Sarà il primo hotel gestito dalla Langham Hotel Group in South Australia. Il turismo ha fatto registrare in South Australia un vero e proprio boom grazie alla cifra record di 6,2 miliardi di dollari australiani derivanti dalla spesa dei visitatori. Sono stati già annunciati 11 nuovi hotel ad Adelaide da qui al 2020 per accogliere flussi turistici in continuo aumento.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438061 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Chioggia ospiterà il primo vertiporto dedicato agli airtaxi del Veneto: l'iniziativa, in collaborazione con il comune della città, farà da apripista ad altre che il Sistema aeroportuale del Nord Est ha elaborato, in linea con il Piano Strategico Nazionale “Advanced Air Mobility - AAM (2021-2030)” di Enac La roadmap per la realizzazione del piano di mobilità aerea avanzata del Gruppo Save si snoda su un arco temporale di tre anni e, per lo sviluppo dell'intero progetto, il gruppo partecipa alla società UrbanV, costituita ad ottobre 2021 con gli scali di Roma, Bologna e della Costa Azzurra. L’aeroporto di Venezia, terzo hub intercontinentale italiano, ospiterà due vertiporti: il primo nell’area landside per connettere il Nord Est dell’Italia, il secondo nell’area airside. In grado di collegare l’aeroporto con le principali aree logistiche e di attrazione turistica del territorio lagunare, si prevede possano movimentare intorno ai 340.000 passeggeri all’anno. Ma non sarà solo il territorio lagunare a beneficiare delle nuove tecnologie. Il piano di mobilità aerea avanzata infatti prevederà un sistema di oltre una decina di vertiporti che, partendo da Venezia, collegheranno tutto il Nord Est arrivando a lambire i territori di Cortina, Brescia e Bologna. Un’innovazione che si integrerà, seguendo un modello di intermodalità, con l’attuale rete di trasporti, così da ridurre i tempi di spostamento tra Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna. L'intero progetto, "è in linea con la nostra strategia di sostenibilità che è volta a favorire non solo la riduzione delle emissioni di CO2, ma anche lo sviluppo di un sistema intermodale di collegamento tra i nostri aeroporti e con i centri urbani - ha dichiarato Monica Scarpa, ad del gruppo Save -. Attraverso la partecipazione nella joint venture UrbanV, diamo concretezza alla volontà di accelerare lo sviluppo dei vertiporti, e avviamo un percorso condiviso per lo studio e la progettazione di infrastrutture di mobilità aerea urbana, in grado di decongestionare il traffico dell’area in cui incide il Marco Polo ad elevato traffico automobilistico”.   [post_title] => Airtaxi: sarà realizzato a Chioggia il primo vertiporto del Veneto [post_date] => 2023-01-27T10:05:07+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674813907000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438059 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si è conclusa ieri la stagione di debutto di Norwegian Cruise Line in Sudafrica: la Jade è stata la prima delle 18 navi della flotta Ncl ad avere Città del Capo come home port, da cui è salpata per una serie di itinerari di 12 giorni lungo le coste del Paese di Mandela e della Namibia. Una proposta di successo, visto che la compagnia ha recentemente annunciato l'arrivo nella regione della Norwegian Dawn nell'inverno del 2024. Con scalo sempre a Città del Capo, nonché a Port Louis, a Mauritius, la nave da 2.340 passeggeri offrirà una serie di viaggi tra gennaio e marzo 2024 Kevin Bubolz, Managing "Nell'ambito della nostra filosofia Guest first, ci siamo focalizzati sul miglioramento della nostra offerta di destinazioni, fornendo ai nostri ospiti itinerari più coinvolgenti - spiega il managing director continental Europe, Israel, Middle East & Africa, Kevin Bubolz -. I nostri nuovi viaggi in Africa ne sono la prova, combinando località da non perdere come Città del Capo e Mauritius, con gemme nascoste quali Pomene e Maputo in Mozambico o Fort Dauphin in Madagascar. Con una media di quasi 12 ore in ogni porto, che consente di avere più tempo per vivere appieno queste destinazioni, i nuovi viaggi sono già tra le nostre crociere più vendute per il 2024 e stanno attirando ospiti da quasi 60 Paesi in tutto il mondo". Il 3 gennaio 2024, la Norwegian Dawn partirà quindi per una crociera di riposizionamento di 17 giorni, navigando per la prima volta nei 56 anni di storia della compagnia da Doha a Mauritius. L'itinerario prevede una combinazione di scali negli Emirati Arabi, Oman, Seychelles, Kenya, Tanzania e Madagascar. Successivamente, il 20 gennaio, la nave effettuerà un itinerario di 12 giorni da Port Louis, Mauritius, con scali a Pointe des Galets, Réunion; Fort Dauphin (Toalagnaro), Madagascar; Pomene e Maputo, Mozambico; Richard's Bay, Port Elizabeth (Gqeberha), Mossel Bay e Cape Town, Sudafrica. Il 1° febbraio e l'8 marzo, la Dawn salperà per viaggi di andata e ritorno di 12 giorni attraverso il Sudafrica e la Namibia con scali a Mossel Bay e Durban in Sudafrica e a Luderitz e Walvis Bay in Namibia, prima di intraprendere il suo itinerario più lungo, il 20 marzo, navigando da Città del Capo, Sudafrica, a Barcellona, Spagna. Il viaggio di 21 giorni lungo la costa occidentale dell'Africa toccherà porti in Namibia, Angola, Sao Tomé e Principe, Costa d'Avorio, Gambia, Senegal, Capo Verde, Isole Canarie e Marocco. [post_title] => Ncl conferma il proprio impegno sul Sudafrica. Nel 2024 sarà la volta della Dawn [post_date] => 2023-01-27T10:00:17+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674813617000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438050 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si conferma la ripresa turistica della Capitale: oltre ai dati confortanti, presentati nel corso dell'Albergatore Day manifestazione organizzata da Federalberghi Roma, emergono anche nuovi investimenti per lo sviluppo turistico che segnano il ritorno dell'appeal del brand della città. I capitali impiegati in operazioni immobiliari hospitality in Italia nel 2022 sono stati 1,29 miliardi di euro (un rallentamento deciso nell'ultimo trimestre dell'anno ha impedito di raggiungere i livelli del 2021, ndr), ma oltre il 20% di questi si è concentrato a Roma secondo World Capital Group. E lo scenario real estate nella Città eterna sembra crescere sempre di più. Tra le novità più importanti, spicca in particolare la riapertura del Grand Hotel de la Minerve con il restyling curato da Orient Express: "L'inaugurazione è prevista per il 2024, sperando di non rallentare troppo per la burocrazia - ha spiegato Gilda Cotzias di Real Estate & Construction Arsenale Group -. Siamo molto orgogliosi di rilanciare e di dare luce a una struttura storica e rappresentativa. Stiamo notando che la richiesta luxury da parte dei brand è altissima; confermiamo inoltre che Roma è oggi il mercato più interessante nel segmento lusso". Un'ulteriore testimonianza della ripresa della destinazione è rappresentata da quello che sarà il primo Nobu Hotel in Italia: "Da anni ci avevano chiesto il rilancio di via Veneto e vorremmo vederla di nuovo vivace. Abbiamo pensato che il brand ideale fosse Nobu, perché servivano novità importanti come il nostro 5 stelle lusso lifestyle - ha aggiunto il proprietario del Nobu Hotel Roma & Nobu Restaurant Roma, Carlo Acampora -. Apriremo nella fase finale del 2023 e siamo certi che il mercato sia in espansione". Hilton con il nuovo Roma La Lama punta invece sul quartiere Eur offrendo oltre 400 camere: "Dopo alcuni rallentamenti inaugureremo l'hotel prima dell'estate 2023 - ha concluso il cluster general manager Hilton, Paolo Bellè -. Abbiamo puntato sull'Eur per creare una destinazione all'interno di Roma dalle grandi potenzialità". Infine, dai dati del turismo incoming secondo le rilevazioni ufficiali finali dell’Ente bilaterale turismo del Lazio (Ebtl) nel 2022 gli arrivi complessivi negli esercizi alberghieri e nelle Rta (residence) di Roma Capitale sono stati 9.666.238 con un incremento di +245,22% sul 2021 (e un recupero del 74,15% sul 2019). Le presenze complessive sono state 21.552.631 con una crescita del +291,47% (e un recupero del 70,24% sul 2019). [post_title] => Albergatore Day: Roma al centro degli investimenti del segmento lusso [post_date] => 2023-01-27T09:26:29+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674811589000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438008 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volotea amplia gli investimenti su Olbia da cui decolleranno cinque nuove rotte per un totale di 7 nuovi collegamenti internazionali. Gli aeromobili basati passeranno quindi da due a tre, con l'aggiunto di un altro A320. Verrà inoltre ripristinato il collegamenti su Bari mentre sono confermati i voli per Roma Fiumicino in regime di continuità territoriale, senza compensazione economica. Volotea è dunque la prima compagnia per numero di destinazioni raggiungibili da Olbia, con un’offerta complessiva di circa 1,2 milioni di posti in vendita. Queste le cinque new entry: Parigi Charles de Gaulle (2 frequenze settimanali, ogni lunedì e giovedì a partire dal 29 maggio), Marsiglia (rotta esclusiva disponibile ogni martedì e venerdì a partire dal 26 maggio), Tolosa (dal 28 maggio, ogni giovedì e domenica), Bilbao (rotta esclusiva in partenza dal 27 maggio, ogni mercoledì e sabato) e Valencia (rotta esclusiva, ogni martedì e sabato in partenza dal 27 maggio), che si aggiungono ai nuovi voli recentemente annunciati per Madrid e Nizza. Un’offerta di 7 nuove rotte per 70.000 biglietti in vendita. Grazie ai nuovi voli, che si aggiungono alle ultime tratte annunciate dallo scalo olbiense dirette a Firenze, Lille e Barcellona svelate a fine 2022, e alla riapertura del collegamento per Bari, sale a 28 il totale delle destinazioni raggiungibili del vettore dallo scalo olbiense, 14 in Italia e 14 all’estero. "Non abbiamo mai smesso di investire a livello locale, attraverso l’apertura di basi sul territorio, la creazione di nuove opportunità lavorative e importanti direttrici turistiche, sia leisure sia business - afferma Valeria Rebasti, country manager Italy & Southeastern Europe della compagnia spagnola -. Non è nei nostri programmi abbandonare l’isola. Al contrario! Un’ulteriore riprova della particolare vicinanza di Volotea alle esigenze di viaggio dei sardi si concretizza con la volontà a operare, per tutto il periodo previsto dal bando e senza alcuna compensazione economica, i collegamenti in regime di continuità tra Olbia e Roma Fiumicino. I voli tra la Costa Smeralda e la capitale verranno operati come da calendario fino ad ottobre 2024". [post_title] => Volotea spinge su Olbia con cinque nuove rotte internazionali [post_date] => 2023-01-26T13:02:26+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674738146000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437994 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuova organizzazione interna per i Grandi Viaggi, che presenta un team di product manager inedito, composto per ben cinque sesti da new entry. "Dopo esserci lasciati alle spalle anni tanti difficili – spiega l’amministratore delegato iGv, Corinne Clementi – era giusto ricominciare da una squadra come questa: con grande professionalità e passione". Gabriella Miranda e Federica Ferrara, l'una pm Australia, Nuova Zelanda e isole del Pacifico, l'altra pm Oriente, vantano una lunga esperienza in Australian Travel (20 anni la prima; 11 la seconda). Insieme hanno gestito la responsabilità proprio del prodotto Australia, Nuova Zelanda e isole del Pacifico. L’ultimo incarico prima di iGv di Daniela Pennati, responsabile Giappone, è stato invece in Master Explorer. Per circa due decadi ha pianificato e organizzato viaggi in massima parte nel Nord America, ma anche nel Sud-Est Asiatico, in Australia e nelle isole del Pacifico. Nadia Maggioni, pm Africa sub-equatoriale, viaggia all’estero da quanto ha 18 anni. Ha cooperato con numerosi tour operator, tra cui Gastaldi, Kuoni, Caleidoscopio e Alidays, con un focus particolare sul segmento del lusso. Anche la responsabile prodotto, programmazione e booking oceano Indiano, Emirati Arabi, Medio Oriente, India e Mediterraneo, Paola Omboni, ha lavorato a lungo lontano dall’Italia, principalmente tra Medio Oriente e oceano Indiano. Si è inoltre occupata di programmazione Africa e Oriente presso vari to e incentive house. Cesare Ferrari, storico pm Nord America, rappresenta infine l'unica figura di continuità del team prodotto: in iGv da oltre 30 anni, da 20 è product manager Nord America. Sul numero di Travel Quotidiano in uscita in occasione del prossimo Tove / Bit, il 12 febbraio, verrà pubblicata un'intervista a più voci dedicata a tutto il team prodotto dei Grandi Viaggi [post_title] => iGv rivoluziona il team prodotto: tutte le new entry del to [post_date] => 2023-01-26T11:43:24+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674733404000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437895 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono ben 35 le offerte Mappamondo dedicate a Thailandia e Indonesia, con numerose partenze garantite a conferma immediata. L'operatore capitolino gioca d'anticipo su due tra le destinazioni a lungo raggio più richieste per l'estate e apre le vendite su entrambe le mete. Sulla Thailandia gli allotment sono tra il 29 luglio e il 17 agosto con voli di linea da Milano, Bologna, Roma e Napoli, mentre per l’Indonesia si può partire da Milano, Venezia, Bologna e Roma tra il 29 luglio e il 19 agosto. L'iniziativa è stata pensate per garantire alle agenzie partner molto prodotto in allotment, sia sui voli sia sui servizi a terra nelle date più richieste dell’estate. “Per le partenze estive di alta stagione, ci siamo concentrati soprattutto su Thailandia e Indonesia – spiega Andrea Mele, ceo Mappamondo –: mete che mantengono un rapporto qualità-prezzo che non ha eguali nel resto del mondo. Continuiamo a proporre pacchetti esclusivi, altamente concorrenziali, con un prodotto di qualità garantito, grazie anche alla contrattualistica diretta, che da sempre abbiamo con le principali strutture alberghiere”. Tutte le proposte Thailandia e Indonesia con partenza garantita includono un’ampia offerta alberghiera che permette di scegliere fra numerose tipologie di sistemazione (dalla categoria turistica al lusso), con itinerari studiati ad hoc che comprendono escursioni, tour e servizi esclusivi per i soli clienti Mappamondo. Infine, per prenotare in tutta serenità la propria vacanza, Mappamondo garantisce sempre il rimborso integrale per cancellazioni fino a 72 ore dalla partenza, in caso di forza maggiore dovuta a norme di restrittività in Italia, chiusura delle frontiere o degli aeroporti del Paese di destinazione. [post_title] => Mappamondo apre le vendite per l'estate su Thailandia e Indonesia [post_date] => 2023-01-25T10:20:08+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674642008000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437858 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Repubblica Dominicana è una destinazione molto amata da chi ama le vacanze mare, in particolare le aree di La Romana, Punta Cana, Samanà e Puerto Plata. «Tuttavia tra le tendenze che hanno caratterizzato il 2022 ci sono state sicuramente l’ecoturismo insieme al turismo sostenibile e il turismo di lusso – spiega Neyda Garcia, direttrice dell’Ufficio del Turismo della Repubblica Dominicana  -. Ecoturismo e turismo sostenibile sono segmenti in crescita nel paese, grazie anche alle tante attività che si possono fare. Negli ultimi anni, sono sorte diverse strutture ricettive sostenibili nel paese, per accontentare chi ama un contatto più diretto con la natura senza impattare sull’ambiente».  Tra i punti di forza dell’offerta 2023, Miches, uno dei nuovi gioielli turistici del Paese, sulla sponda meridionale della baia di Samanà: sarà un nuovo polo turistico con resort e boutique hotel e strutture per convegni. Rafforzare l’offerta significa anche rafforzare i rapporti con il trade. «Abbiamo in essere una serie di accordi con alcuni tour operator e realtà turistiche italiane – conclude Garcia -  per sensibilizzare gli agenti di viaggi nei confronti della Repubblica Dominicana. Sono previsti webinar, campagne pubblicitarie, famtrip per agenti di viaggi e seminari nel corso dell’anno». [post_title] => Repubblica Dominicana, focus su turismo sostenibile e turismo del lusso [post_date] => 2023-01-25T09:45:16+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674639916000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437864 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => EasyJet punta i riflettori sulla rotta Milano Malpensa-Marrakech: «È una rotta che operiamo dal 2007, una destinazione storica da Malpensa, che ha sempre funzionato molto bene - sottolinea Lorenzo Lagorio, country manager di easyJet Italia -  e che oggi viene proposta con fino a otto frequenze settimanali. Lavoriamo tutto l'anno con un misto di clientela che viaggia per turismo e una grossa componente vfr. Dal 2007 sono stati trasportati in Marocco più di 1,2 milioni di passeggeri italiani: un risultato straordinario che, con l’inizio del 2023, ci ha portato ad aumentare del 48% il numero di posti disponibili rispetto al 2019, l’ultimo anno prima della pandemia». Marrakech offre al viaggiatore il fascino della tradizione e della storia, insieme con la vitalità di una città moderna, spaziosa, sicura e ricca di opportunità per il turista. Le atmosfere del passato e di una cultura millenaria sono nella Medina, la città antica dove il minareto della Moschea della Koutoubia si innalza sulla vasta piazza Jemaa el-Fna, brulicante a tutte le ore di venditori, piena del suono delle percussioni berbere, di cibi speziati e di incantatori di serpenti. Proprio nella Medina si può riscoprire il passato nelle testimonianze raccolte al Museo delle Confluenze, allestito nel palazzo del pascià – e il tradizionale Hammam Les Bains du Lotus – per sperimentare i locali riti dell’acqua e un intenso massaggio. E poi il raffinato palazzo del Moroccan Culinary Arts Museum, per cucinare i piatti della tradizione marocchina. Dalle porte che si aprono nelle mura si diramano eleganti viali dove si trovano hotel raffinati e pieni di tradizione (Jadali Hotel & Spa) e ristoranti in design dalla proposta gastronomica locale, pieni di musica, raffinati e accoglienti (Dar Rhizlane, Nouba, Lotus Garden). A Marrakech si trova anche un museo dedicato allo stilista Yves Saint Laurent, che qui, a fianco degli incantevoli Giardini Majorelle, visse per lunghi periodi a partire dal 1966 e mise i colori del Marocco nelle sue creazioni. Nell’antica capitale del paese c’è spazio anche per il lifestyle e il lusso di M Street, la strada pensata da Nebile Slitine che ospita un centro culturale interattivo, eventi artistici, ristoranti cosmopoliti e hotel di design. E Marrakech è anche avventura e sport: un volo in mongolfiera per ammirare nel silenzio il sorgere del sole (Marrakech Dream Ballooning). Un the nel deserto al tramonto nell’esclusivo Yeswacamp Bivouac e nelle sue tende/stanze affascinanti e colorate. Oppure un’escursione in mountain-bike a partire dal parco avventura Terres d'Amanar, presso Agafay, per scoprire le pendici della catena dell’Atlante.  [gallery ids="437868,437865,437866,437867,437869,437870"] [post_title] => Il Marocco di easyJet: viaggio a Marrakech fra passato e futuro [post_date] => 2023-01-25T09:15:09+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674638109000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437847 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cambio di direzione al nuovo hotel La Palma. Non sarà più Fabio Datteroni a guidare la riapertura della struttura della Oetker Collection di Capri prevista per il 2023, ma Imelda Shllaku, che ne assumerà il timone a partire dal prossimo 6 marzo. Con una carriera quasi trentennale alle spalle, la futura general manager vanta numerose esperienze nel settore dell’ospitalità di lusso su scala globale. Dopo il suo primo ruolo come hotel manager presso il Sina The Gray di Milano, ha lavorato per il gruppo The Ritz Carlton dapprima a Dublino, poi sull’isola thailandese di Krabi. Successivamente, si è occupata per sette anni della gestione delle proprietà di Londra e Milano di Bulgari Hotel & Resorts, ricoprendo varie posizioni, per diventare, infine, director of rooms presso l’Armani Hotel di Dubai e il One & Only alle Maldive. Dopo un anno di pausa, nel quale si è occupata di consulenze per 15 importanti hotel di lusso, diventa quindi general manager del Baglioni Hotel London. Il suo ultimo ruolo prima di approdare a Capri, l’ha vista diventare global director of rooms & guest experiences per il gruppo Kerzner International. “Sono entusiasta del mio nuovo ruolo come general manager dell’hotel La Palma - commenta la stessa Imelda Shllaku -. Credo che la mia esperienza mi permetterà di guidare i vari team al meglio, per garantire agli ospiti un’esperienza impeccabile. Non vediamo l’ora di aprire le porte di questo luogo speciale e accogliere, sia i locali sia gli ospiti provenienti da ogni parte del mondo". La Palma, costruito nel 1822, e completamente ristrutturato dalla Oetker Collection, è il primo progetto di hôtellerie che porta la firma di Francis Sultana. L'interior designer ha collaborato con i migliori artigiani locali per rendere omaggio alla tradizione. A pochi passi dalla leggendaria Piazzetta, l’hotel offrirà un ristorante e un bar sulla terrazza, un beach club, una nuova piscina, una spa, un fitness centre e tre boutique. La ristorazione sarà curata da chef Gennaro Esposito. [post_title] => Imelda Shllaku al timone della Palma di Capri per la sua riapertura [post_date] => 2023-01-24T13:51:28+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674568288000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "south australia hotel lusso sulla costa adelaide" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":69,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1292,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438061","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Chioggia ospiterà il primo vertiporto dedicato agli airtaxi del Veneto: l'iniziativa, in collaborazione con il comune della città, farà da apripista ad altre che il Sistema aeroportuale del Nord Est ha elaborato, in linea con il Piano Strategico Nazionale “Advanced Air Mobility - AAM (2021-2030)” di Enac\r\n\r\nLa roadmap per la realizzazione del piano di mobilità aerea avanzata del Gruppo Save si snoda su un arco temporale di tre anni e, per lo sviluppo dell'intero progetto, il gruppo partecipa alla società UrbanV, costituita ad ottobre 2021 con gli scali di Roma, Bologna e della Costa Azzurra. L’aeroporto di Venezia, terzo hub intercontinentale italiano, ospiterà due vertiporti: il primo nell’area landside per connettere il Nord Est dell’Italia, il secondo nell’area airside. In grado di collegare l’aeroporto con le principali aree logistiche e di attrazione turistica del territorio lagunare, si prevede possano movimentare intorno ai 340.000 passeggeri all’anno.\r\nMa non sarà solo il territorio lagunare a beneficiare delle nuove tecnologie. Il piano di mobilità aerea avanzata infatti prevederà un sistema di oltre una decina di vertiporti che, partendo da Venezia, collegheranno tutto il Nord Est arrivando a lambire i territori di Cortina, Brescia e Bologna. Un’innovazione che si integrerà, seguendo un modello di intermodalità, con l’attuale rete di trasporti, così da ridurre i tempi di spostamento tra Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna.\r\nL'intero progetto, \"è in linea con la nostra strategia di sostenibilità che è volta a favorire non solo la riduzione delle emissioni di CO2, ma anche lo sviluppo di un sistema intermodale di collegamento tra i nostri aeroporti e con i centri urbani - ha dichiarato Monica Scarpa, ad del gruppo Save -. Attraverso la partecipazione nella joint venture UrbanV, diamo concretezza alla volontà di accelerare lo sviluppo dei vertiporti, e avviamo un percorso condiviso per lo studio e la progettazione di infrastrutture di mobilità aerea urbana, in grado di decongestionare il traffico dell’area in cui incide il Marco Polo ad elevato traffico automobilistico”.\r\n ","post_title":"Airtaxi: sarà realizzato a Chioggia il primo vertiporto del Veneto","post_date":"2023-01-27T10:05:07+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674813907000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438059","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si è conclusa ieri la stagione di debutto di Norwegian Cruise Line in Sudafrica: la Jade è stata la prima delle 18 navi della flotta Ncl ad avere Città del Capo come home port, da cui è salpata per una serie di itinerari di 12 giorni lungo le coste del Paese di Mandela e della Namibia. Una proposta di successo, visto che la compagnia ha recentemente annunciato l'arrivo nella regione della Norwegian Dawn nell'inverno del 2024. Con scalo sempre a Città del Capo, nonché a Port Louis, a Mauritius, la nave da 2.340 passeggeri offrirà una serie di viaggi tra gennaio e marzo 2024\r\n\r\nKevin Bubolz, Managing\r\n\r\n\"Nell'ambito della nostra filosofia Guest first, ci siamo focalizzati sul miglioramento della nostra offerta di destinazioni, fornendo ai nostri ospiti itinerari più coinvolgenti - spiega il managing director continental Europe, Israel, Middle East & Africa, Kevin Bubolz -. I nostri nuovi viaggi in Africa ne sono la prova, combinando località da non perdere come Città del Capo e Mauritius, con gemme nascoste quali Pomene e Maputo in Mozambico o Fort Dauphin in Madagascar. Con una media di quasi 12 ore in ogni porto, che consente di avere più tempo per vivere appieno queste destinazioni, i nuovi viaggi sono già tra le nostre crociere più vendute per il 2024 e stanno attirando ospiti da quasi 60 Paesi in tutto il mondo\".\r\n\r\nIl 3 gennaio 2024, la Norwegian Dawn partirà quindi per una crociera di riposizionamento di 17 giorni, navigando per la prima volta nei 56 anni di storia della compagnia da Doha a Mauritius. L'itinerario prevede una combinazione di scali negli Emirati Arabi, Oman, Seychelles, Kenya, Tanzania e Madagascar. Successivamente, il 20 gennaio, la nave effettuerà un itinerario di 12 giorni da Port Louis, Mauritius, con scali a Pointe des Galets, Réunion; Fort Dauphin (Toalagnaro), Madagascar; Pomene e Maputo, Mozambico; Richard's Bay, Port Elizabeth (Gqeberha), Mossel Bay e Cape Town, Sudafrica. Il 1° febbraio e l'8 marzo, la Dawn salperà per viaggi di andata e ritorno di 12 giorni attraverso il Sudafrica e la Namibia con scali a Mossel Bay e Durban in Sudafrica e a Luderitz e Walvis Bay in Namibia, prima di intraprendere il suo itinerario più lungo, il 20 marzo, navigando da Città del Capo, Sudafrica, a Barcellona, Spagna. Il viaggio di 21 giorni lungo la costa occidentale dell'Africa toccherà porti in Namibia, Angola, Sao Tomé e Principe, Costa d'Avorio, Gambia, Senegal, Capo Verde, Isole Canarie e Marocco.","post_title":"Ncl conferma il proprio impegno sul Sudafrica. Nel 2024 sarà la volta della Dawn","post_date":"2023-01-27T10:00:17+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1674813617000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438050","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si conferma la ripresa turistica della Capitale: oltre ai dati confortanti, presentati nel corso dell'Albergatore Day manifestazione organizzata da Federalberghi Roma, emergono anche nuovi investimenti per lo sviluppo turistico che segnano il ritorno dell'appeal del brand della città. I capitali impiegati in operazioni immobiliari hospitality in Italia nel 2022 sono stati 1,29 miliardi di euro (un rallentamento deciso nell'ultimo trimestre dell'anno ha impedito di raggiungere i livelli del 2021, ndr), ma oltre il 20% di questi si è concentrato a Roma secondo World Capital Group. E lo scenario real estate nella Città eterna sembra crescere sempre di più.\r\n\r\nTra le novità più importanti, spicca in particolare la riapertura del Grand Hotel de la Minerve con il restyling curato da Orient Express: \"L'inaugurazione è prevista per il 2024, sperando di non rallentare troppo per la burocrazia - ha spiegato Gilda Cotzias di Real Estate & Construction Arsenale Group -. Siamo molto orgogliosi di rilanciare e di dare luce a una struttura storica e rappresentativa. Stiamo notando che la richiesta luxury da parte dei brand è altissima; confermiamo inoltre che Roma è oggi il mercato più interessante nel segmento lusso\".\r\n\r\nUn'ulteriore testimonianza della ripresa della destinazione è rappresentata da quello che sarà il primo Nobu Hotel in Italia: \"Da anni ci avevano chiesto il rilancio di via Veneto e vorremmo vederla di nuovo vivace. Abbiamo pensato che il brand ideale fosse Nobu, perché servivano novità importanti come il nostro 5 stelle lusso lifestyle - ha aggiunto il proprietario del Nobu Hotel Roma & Nobu Restaurant Roma, Carlo Acampora -. Apriremo nella fase finale del 2023 e siamo certi che il mercato sia in espansione\".\r\n\r\nHilton con il nuovo Roma La Lama punta invece sul quartiere Eur offrendo oltre 400 camere: \"Dopo alcuni rallentamenti inaugureremo l'hotel prima dell'estate 2023 - ha concluso il cluster general manager Hilton, Paolo Bellè -. Abbiamo puntato sull'Eur per creare una destinazione all'interno di Roma dalle grandi potenzialità\".\r\n\r\nInfine, dai dati del turismo incoming secondo le rilevazioni ufficiali finali dell’Ente bilaterale turismo del Lazio (Ebtl) nel 2022 gli arrivi complessivi negli esercizi alberghieri e nelle Rta (residence) di Roma Capitale sono stati 9.666.238 con un incremento di +245,22% sul 2021 (e un recupero del 74,15% sul 2019). Le presenze complessive sono state 21.552.631 con una crescita del +291,47% (e un recupero del 70,24% sul 2019).","post_title":"Albergatore Day: Roma al centro degli investimenti del segmento lusso","post_date":"2023-01-27T09:26:29+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1674811589000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438008","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volotea amplia gli investimenti su Olbia da cui decolleranno cinque nuove rotte per un totale di 7 nuovi collegamenti internazionali. Gli aeromobili basati passeranno quindi da due a tre, con l'aggiunto di un altro A320. Verrà inoltre ripristinato il collegamenti su Bari mentre sono confermati i voli per Roma Fiumicino in regime di continuità territoriale, senza compensazione economica. Volotea è dunque la prima compagnia per numero di destinazioni raggiungibili da Olbia, con un’offerta complessiva di circa 1,2 milioni di posti in vendita.\r\nQueste le cinque new entry: Parigi Charles de Gaulle (2 frequenze settimanali, ogni lunedì e giovedì a partire dal 29 maggio), Marsiglia (rotta esclusiva disponibile ogni martedì e venerdì a partire dal 26 maggio), Tolosa (dal 28 maggio, ogni giovedì e domenica), Bilbao (rotta esclusiva in partenza dal 27 maggio, ogni mercoledì e sabato) e Valencia (rotta esclusiva, ogni martedì e sabato in partenza dal 27 maggio), che si aggiungono ai nuovi voli recentemente annunciati per Madrid e Nizza. Un’offerta di 7 nuove rotte per 70.000 biglietti in vendita.\r\nGrazie ai nuovi voli, che si aggiungono alle ultime tratte annunciate dallo scalo olbiense dirette a Firenze, Lille e Barcellona svelate a fine 2022, e alla riapertura del collegamento per Bari, sale a 28 il totale delle destinazioni raggiungibili del vettore dallo scalo olbiense, 14 in Italia e 14 all’estero.\r\n\"Non abbiamo mai smesso di investire a livello locale, attraverso l’apertura di basi sul territorio, la creazione di nuove opportunità lavorative e importanti direttrici turistiche, sia leisure sia business - afferma Valeria Rebasti, country manager Italy & Southeastern Europe della compagnia spagnola -. Non è nei nostri programmi abbandonare l’isola. Al contrario! Un’ulteriore riprova della particolare vicinanza di Volotea alle esigenze di viaggio dei sardi si concretizza con la volontà a operare, per tutto il periodo previsto dal bando e senza alcuna compensazione economica, i collegamenti in regime di continuità tra Olbia e Roma Fiumicino. I voli tra la Costa Smeralda e la capitale verranno operati come da calendario fino ad ottobre 2024\".","post_title":"Volotea spinge su Olbia con cinque nuove rotte internazionali","post_date":"2023-01-26T13:02:26+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674738146000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437994","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuova organizzazione interna per i Grandi Viaggi, che presenta un team di product manager inedito, composto per ben cinque sesti da new entry. \"Dopo esserci lasciati alle spalle anni tanti difficili – spiega l’amministratore delegato iGv, Corinne Clementi – era giusto ricominciare da una squadra come questa: con grande professionalità e passione\".\r\n\r\nGabriella Miranda e Federica Ferrara, l'una pm Australia, Nuova Zelanda e isole del Pacifico, l'altra pm Oriente, vantano una lunga esperienza in Australian Travel (20 anni la prima; 11 la seconda). Insieme hanno gestito la responsabilità proprio del prodotto Australia, Nuova Zelanda e isole del Pacifico. L’ultimo incarico prima di iGv di Daniela Pennati, responsabile Giappone, è stato invece in Master Explorer. Per circa due decadi ha pianificato e organizzato viaggi in massima parte nel Nord America, ma anche nel Sud-Est Asiatico, in Australia e nelle isole del Pacifico.\r\n\r\nNadia Maggioni, pm Africa sub-equatoriale, viaggia all’estero da quanto ha 18 anni. Ha cooperato con numerosi tour operator, tra cui Gastaldi, Kuoni, Caleidoscopio e Alidays, con un focus particolare sul segmento del lusso. Anche la responsabile prodotto, programmazione e booking oceano Indiano, Emirati Arabi, Medio Oriente, India e Mediterraneo, Paola Omboni, ha lavorato a lungo lontano dall’Italia, principalmente tra Medio Oriente e oceano Indiano. Si è inoltre occupata di programmazione Africa e Oriente presso vari to e incentive house. Cesare Ferrari, storico pm Nord America, rappresenta infine l'unica figura di continuità del team prodotto: in iGv da oltre 30 anni, da 20 è product manager Nord America.\r\n\r\nSul numero di Travel Quotidiano in uscita in occasione del prossimo Tove / Bit, il 12 febbraio, verrà pubblicata un'intervista a più voci dedicata a tutto il team prodotto dei Grandi Viaggi","post_title":"iGv rivoluziona il team prodotto: tutte le new entry del to","post_date":"2023-01-26T11:43:24+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1674733404000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437895","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono ben 35 le offerte Mappamondo dedicate a Thailandia e Indonesia, con numerose partenze garantite a conferma immediata. L'operatore capitolino gioca d'anticipo su due tra le destinazioni a lungo raggio più richieste per l'estate e apre le vendite su entrambe le mete.\r\n\r\nSulla Thailandia gli allotment sono tra il 29 luglio e il 17 agosto con voli di linea da Milano, Bologna, Roma e Napoli, mentre per l’Indonesia si può partire da Milano, Venezia, Bologna e Roma tra il 29 luglio e il 19 agosto. L'iniziativa è stata pensate per garantire alle agenzie partner molto prodotto in allotment, sia sui voli sia sui servizi a terra nelle date più richieste dell’estate. “Per le partenze estive di alta stagione, ci siamo concentrati soprattutto su Thailandia e Indonesia – spiega Andrea Mele, ceo Mappamondo –: mete che mantengono un rapporto qualità-prezzo che non ha eguali nel resto del mondo. Continuiamo a proporre pacchetti esclusivi, altamente concorrenziali, con un prodotto di qualità garantito, grazie anche alla contrattualistica diretta, che da sempre abbiamo con le principali strutture alberghiere”.\r\n\r\nTutte le proposte Thailandia e Indonesia con partenza garantita includono un’ampia offerta alberghiera che permette di scegliere fra numerose tipologie di sistemazione (dalla categoria turistica al lusso), con itinerari studiati ad hoc che comprendono escursioni, tour e servizi esclusivi per i soli clienti Mappamondo. Infine, per prenotare in tutta serenità la propria vacanza, Mappamondo garantisce sempre il rimborso integrale per cancellazioni fino a 72 ore dalla partenza, in caso di forza maggiore dovuta a norme di restrittività in Italia, chiusura delle frontiere o degli aeroporti del Paese di destinazione.","post_title":"Mappamondo apre le vendite per l'estate su Thailandia e Indonesia","post_date":"2023-01-25T10:20:08+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1674642008000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437858","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Repubblica Dominicana è una destinazione molto amata da chi ama le vacanze mare, in particolare le aree di La Romana, Punta Cana, Samanà e Puerto Plata. «Tuttavia tra le tendenze che hanno caratterizzato il 2022 ci sono state sicuramente l’ecoturismo insieme al turismo sostenibile e il turismo di lusso – spiega Neyda Garcia, direttrice dell’Ufficio del Turismo della Repubblica Dominicana  -. Ecoturismo e turismo sostenibile sono segmenti in crescita nel paese, grazie anche alle tante attività che si possono fare. Negli ultimi anni, sono sorte diverse strutture ricettive sostenibili nel paese, per accontentare chi ama un contatto più diretto con la natura senza impattare sull’ambiente». \r\n\r\nTra i punti di forza dell’offerta 2023, Miches, uno dei nuovi gioielli turistici del Paese, sulla sponda meridionale della baia di Samanà: sarà un nuovo polo turistico con resort e boutique hotel e strutture per convegni.\r\n\r\nRafforzare l’offerta significa anche rafforzare i rapporti con il trade. «Abbiamo in essere una serie di accordi con alcuni tour operator e realtà turistiche italiane – conclude Garcia -  per sensibilizzare gli agenti di viaggi nei confronti della Repubblica Dominicana. Sono previsti webinar, campagne pubblicitarie, famtrip per agenti di viaggi e seminari nel corso dell’anno».","post_title":"Repubblica Dominicana, focus su turismo sostenibile e turismo del lusso","post_date":"2023-01-25T09:45:16+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1674639916000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437864","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"EasyJet punta i riflettori sulla rotta Milano Malpensa-Marrakech: «È una rotta che operiamo dal 2007, una destinazione storica da Malpensa, che ha sempre funzionato molto bene - sottolinea Lorenzo Lagorio, country manager di easyJet Italia -  e che oggi viene proposta con fino a otto frequenze settimanali. Lavoriamo tutto l'anno con un misto di clientela che viaggia per turismo e una grossa componente vfr. Dal 2007 sono stati trasportati in Marocco più di 1,2 milioni di passeggeri italiani: un risultato straordinario che, con l’inizio del 2023, ci ha portato ad aumentare del 48% il numero di posti disponibili rispetto al 2019, l’ultimo anno prima della pandemia».\r\n\r\nMarrakech offre al viaggiatore il fascino della tradizione e della storia, insieme con la vitalità di una città moderna, spaziosa, sicura e ricca di opportunità per il turista. Le atmosfere del passato e di una cultura millenaria sono nella Medina, la città antica dove il minareto della Moschea della Koutoubia si innalza sulla vasta piazza Jemaa el-Fna, brulicante a tutte le ore di venditori, piena del suono delle percussioni berbere, di cibi speziati e di incantatori di serpenti. Proprio nella Medina si può riscoprire il passato nelle testimonianze raccolte al Museo delle Confluenze, allestito nel palazzo del pascià – e il tradizionale Hammam Les Bains du Lotus – per sperimentare i locali riti dell’acqua e un intenso massaggio. E poi il raffinato palazzo del Moroccan Culinary Arts Museum, per cucinare i piatti della tradizione marocchina. Dalle porte che si aprono nelle mura si diramano eleganti viali dove si trovano hotel raffinati e pieni di tradizione (Jadali Hotel & Spa) e ristoranti in design dalla proposta gastronomica locale, pieni di musica, raffinati e accoglienti (Dar Rhizlane, Nouba, Lotus Garden).\r\n\r\nA Marrakech si trova anche un museo dedicato allo stilista Yves Saint Laurent, che qui, a fianco degli incantevoli Giardini Majorelle, visse per lunghi periodi a partire dal 1966 e mise i colori del Marocco nelle sue creazioni. Nell’antica capitale del paese c’è spazio anche per il lifestyle e il lusso di M Street, la strada pensata da Nebile Slitine che ospita un centro culturale interattivo, eventi artistici, ristoranti cosmopoliti e hotel di design. E Marrakech è anche avventura e sport: un volo in mongolfiera per ammirare nel silenzio il sorgere del sole (Marrakech Dream Ballooning). Un the nel deserto al tramonto nell’esclusivo Yeswacamp Bivouac e nelle sue tende/stanze affascinanti e colorate. Oppure un’escursione in mountain-bike a partire dal parco avventura Terres d'Amanar, presso Agafay, per scoprire le pendici della catena dell’Atlante. \r\n\r\n[gallery ids=\"437868,437865,437866,437867,437869,437870\"]","post_title":"Il Marocco di easyJet: viaggio a Marrakech fra passato e futuro","post_date":"2023-01-25T09:15:09+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1674638109000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437847","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Cambio di direzione al nuovo hotel La Palma. Non sarà più Fabio Datteroni a guidare la riapertura della struttura della Oetker Collection di Capri prevista per il 2023, ma Imelda Shllaku, che ne assumerà il timone a partire dal prossimo 6 marzo. Con una carriera quasi trentennale alle spalle, la futura general manager vanta numerose esperienze nel settore dell’ospitalità di lusso su scala globale. Dopo il suo primo ruolo come hotel manager presso il Sina The Gray di Milano, ha lavorato per il gruppo The Ritz Carlton dapprima a Dublino, poi sull’isola thailandese di Krabi. Successivamente, si è occupata per sette anni della gestione delle proprietà di Londra e Milano di Bulgari Hotel & Resorts, ricoprendo varie posizioni, per diventare, infine, director of rooms presso l’Armani Hotel di Dubai e il One & Only alle Maldive. Dopo un anno di pausa, nel quale si è occupata di consulenze per 15 importanti hotel di lusso, diventa quindi general manager del Baglioni Hotel London. Il suo ultimo ruolo prima di approdare a Capri, l’ha vista diventare global director of rooms & guest experiences per il gruppo Kerzner International.\r\n\r\n“Sono entusiasta del mio nuovo ruolo come general manager dell’hotel La Palma - commenta la stessa Imelda Shllaku -. Credo che la mia esperienza mi permetterà di guidare i vari team al meglio, per garantire agli ospiti un’esperienza impeccabile. Non vediamo l’ora di aprire le porte di questo luogo speciale e accogliere, sia i locali sia gli ospiti provenienti da ogni parte del mondo\". La Palma, costruito nel 1822, e completamente ristrutturato dalla Oetker Collection, è il primo progetto di hôtellerie che porta la firma di Francis Sultana. L'interior designer ha collaborato con i migliori artigiani locali per rendere omaggio alla tradizione. A pochi passi dalla leggendaria Piazzetta, l’hotel offrirà un ristorante e un bar sulla terrazza, un beach club, una nuova piscina, una spa, un fitness centre e tre boutique. La ristorazione sarà curata da chef Gennaro Esposito.","post_title":"Imelda Shllaku al timone della Palma di Capri per la sua riapertura","post_date":"2023-01-24T13:51:28+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1674568288000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti