26 September 2021

Isole Cook: è tempo di riapertura e di formazione con la piattaforma ‘Cook Islands Specialist’

[ 0 ]

Le Isole Cook, dopo una prima riapertura con la Nuova Zelanda grazie al corridoio “free quarantine” tra i due Paesi, si preparano a spalancare i propri confini anche all’Europa. Una preparazione che vede il lancio di un portale trade che permette agli operatori turistici di diventare Cook Islands Specialist. La piattaforma di formazione online, in lingua inglese, oltre a presentare info pratiche su clima, valuta e collegamenti aerei con i diversi continenti e alla video/image library, con alcuni dei più divertenti video clips creati durante le varie campagne promozionali del passato, offre la possibilità di seguire 5 lezioni su altrettante tematiche – Isole Cook in generale, le due isole principali Rarotonga ed Aitutaki, le isole minori e l’offerta per matrimoni e luna di miele – che si concludono con un quiz per misurare le conoscenza acquisite.

L’obiettivo è quello di dare la possibilità a tutti gli agenti di avere una prima infarinatura sulla destinazione, sulle principali isole e le attività a disposizione. Nel prossimo futuro, una volta diventati Cook Island Specialists, gli operatori potranno affinare le loro competenze grazie ad un training che verrà ideato in collaborazione i principali tour operator specialisti della destinazione e realizzato durante un roadshow o un webinar online.

Il corridoio con la Nuova Zelanda aperto lo scorso 17 maggio “è frutto di una lunga collaborazione fra le autorità neozelandesi e quelle delle Cook che, con grande pazienza, hanno lasciato nulla al caso in termini di procedure di sicurezza per i turisti in arrivo e la popolazione locale – commenta Nick Costantini, gm Southern Europe per Cook Islands Tourism Corporation   i Governi di entrambi i Paesi, unitamente a Cook Islands Tourism Commission, hanno sviluppato degli strumenti importanti, di promozione, compresi: il Cook Island Promise (impegno pratico da parte della comunità locale di salvaguardare la salute di tutti i visitatori), la Covid Response Alert, procedure di allerta nel caso dell’individuazione di un caso Covid, e l’App CookSafe+ da scaricare con codice QR appena atterrati per la tracciabilità. Questi passi, insieme alla programmata vaccinazione di tutto il territorio nelle prossime settimane, sono di buon auspicio per l’apertura verso gli altri paesi, ottimisticamente verso fine 2021 o inizio 2022”.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti