16 January 2022

Il Canada aumenta test e restrizioni per gli arrivi dall’estero (Usa esclusi)

[ 0 ]

Il Canada ha aggiunto nuovi paesi alla lista delle nazioni soggette a restrizioni federali di viaggio, e ha imposto nuovi requisiti di test a tutti i viaggiatori stranieri, ad eccezione di quelli provenienti dagli Stati Uniti, nell’intento di limitare la diffusione della variante Omicron.

Attualmente il divieto di ingresso in Canada riguarda anche i viaggiatori che siano stati in Nigeria, Malawi ed Egitto nei 14 giorni precedenti all’arrivo nel Paese; questi tre si affiancano dunque a Sudafrica, Mozambico, Namibia, Zimbabwe, Botswana, Lesotho ed Eswatini. 

Tutti coloro che giungono in Canada – statunitensi esclusi – sono tenuti a sottoporsi ad un ulteriore test Covid all’arrivo in aeroporto, oltre a presentare il risultato negativo di quello effettuato prima dell’imbarco. I vaccinati dovranno isolarsi fino a quando non otterranno un risultato negativo, mentre i passeggeri non vaccinati resteranno in quarantena per 14 giorni e faranno il test il primo e l’ottavo giorno.

La nuova normativa entrerà in vigore “nei prossimi giorni”, ha dichiarato il ministro della salute Jean-Yves Duclos che ha anche anticipato che il Canada si sta preparando per una “possibile estensione” di questa policy, includendo quindi anche gli Stati Uniti e le frontiere terrestri, qualora la situazione si evolva al punto da giustificare ulteriori restrizioni alle frontiere del Canada.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti