27 May 2022

Ferrovia retica, Bernasconi: «Tra giugno e novembre raggiunto l’85% dei livelli pre-crisi»

[ 0 ]

La Ferrovia retica corre dritta lungo i binari della ripresa, centrando obiettivi «che vanno oltre le nostre stesse aspettative» dichiara Enrico Bernasconi, rappresentante per l’Italia. I  numeri, peraltro, parlano chiaro: «In sei mesi, da giugno a novembre 2021, abbiamo realizzato cifre che rappresentano l’85% di quelle relative allo stesso periodo del 2019, un anno che per noi è stato da record. Proprio questi dati mi consentono di essere realisticamente ottimista per l’andamento del 2022, quando credo non saremo lontani, anzi magari raggiungeremo i livelli del 2019, e prima di quanto previsto».

Bernasconi evidenzia tre punti in particolare, che spingono al rialzo le previsioni positive per il prossimo anno: «In primis, uno zoccolo duro costituito dalla riprogrammazione dei viaggi di coloro che, causa Covid, hanno dovuto rinunciare agli spostamenti, e parlo sia di gruppi sia di individuali. Una componente che andrà ad esaurirsi non prima di metà 2022. In seconda battuta, il trend ormai consolidato da parte dei viaggiatori che sempre più prediligono il turismo di montagna, in risposta a quella ricerca di vacanza open air e di luoghi incontaminati scaturita proprio a seguito della pandemia. Infine, e sono particolarmente orgoglioso di questo terzo punto, l’attenzione alla sostenibilità, ormai diventata un elemento dirimente nelle scelte dei viaggiatori. Ecco, se è vero che l’industria turistica si sta progressivamente adeguando a questa filosofia di sviluppo, noi lo abbiamo già fatto, da sempre: ricordo, solo per fare un esempio, che l’energia elettrica utilizzata dai nostri treni è prodotta attraverso l’utilizzo delle acque del lago Bianco. Il nostro è un sistema di trasporto praticamente a zero impatto ambientale». Tutto ciò si somma alle «peculiarità intrinseche del nostro prodotto, che da sempre attraggono la clientela: l’elevata qualità del servizio offerto, l’appartenenza al Patrimonio dell’Umanità Unesco, le destinazioni raggiunte a cominciare da St. Moritz».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti