28 January 2023

Danimarca faccia a faccia con il trade: oggi e domani il Global Workshop

[ 0 ]

Oltre 70 tour operator da una parte, 56 fornitori dall’altra – destinazioni locali, dmc, catene alberghiere, attrazioni e soprattutto piccoli formnitori di esperienze insolite e attività fuori dai sentieri battuti -: questi i numeri del Global Workshop digitale organizzato da VisitDenmark oggi e domani (24 e 25 gennaio). Il focus si concentrerà su esperienze outdoor, food, cultura con un unico trait d’union, quello del caratteristico  lifestyle nordico.

Un appuntamento importante per gli operatori che si apprestano a preparare la prossima stagione – ricchissima in termini di opportunità di viaggio, complici anche i numerosi ponti del 2023, e che potranno sviluppare la propria programmazione sulla Danimarca con nuovi prodotti, tour ed esperienze e renderla così ancor più accattivante e completa.

Il VisitDenmark Global Workshop, al suo quarto appuntamento, si inserisce in una serie di iniziative e attività di promozione costante che VisitDenmark porta avanti nell’ambito del Travel Trade, incentivando sempre più la collaborazione con gli operatori turistici, indispensabile per far conoscere quella parte di Danimarca meno nota.

 

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438116 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Slovenia rilancia la promozione sul mercato italiano per il 2023, per una diffusione della propria offerta turistica ancora più capillare, attraverso una serie di appuntamenti in tutta Italia, volti a consolidare i rapporti con gli operatori e a crearne di nuovi. Proprio il nostro paese nel 2022 si è posizionato al secondo posto per numero di arrivi in Slovenia, con un totale di 434.000 visitatori, pari all'11% del totale degli arrivi internazionali per circa 920.000 pernottamenti complessivi. La Germania si conferma primo mercato, con il 19% degli arrivi esteri, seguita da Austria e Paesi Bassi. Focus quindi su hospitality, ma anche su benessere e outdoor, fiori all’occhiello di una destinazione che ha saputo fare della sostenibilità il proprio marchio di fabbrica senza però rinunciare al luxury e all’innovazione. Nei mesi di febbraio e marzo l’Ente per il Turismo organizzerà 3 workshop: a Venezia (2 febbraio), Bologna (23 febbraio) e Roma (14 marzo) rivolti ad agenzie di viaggio e operatori. Evento principe di questo inizio anno sarà sicuramente, poi, la Bit di Milano, dove l'ente parteciperà con cinque co-espositori: Terme Čatež,  Jeruzalem Slovenia, Rimske terme, Alpinia Hotels - Lago di Bohinj e  Atlantida Boutique hotel. A marzo, invece, sarà la volta della Bmt di Napoli (16-18 marzo). Mentre l’evento più atteso dell’anno per gli operatori dell’incoming sloveno è lo Slovenian Incoming Workshop - SIW (8-12 maggio), in cui come ogni anno l’intera industria turistica del paese si presenterà a tutto il mondo del turismo internazionale. “L’Italia è un mercato chiave per il turismo in Slovenia – precisa il direttore dell'Ente Sloveno per il Turismo in Italia, Aljoša Ota - per noi è indispensabile collaborare con gli operatori italiani, perché siano sempre ricettivi e al corrente di quanto il nostro Paese è in grado di offrire. Non c’è modo migliore di fare rete se non attraverso un rapporto one-to-one, in presenza: in questo gli eventi trade costituiscono un’ottima occasione.” [post_title] => La Slovenia marca stretta l'Italia: dalla Bit ai workshop di formazione al trade [post_date] => 2023-01-27T15:04:04+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674831844000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438074 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_331279" align="alignleft" width="300"] Sebastian Ebel[/caption] Prosegue il progetto Ota di Tui. Già lanciato da qualche mese nei Paesi di lingua tedesca (Dach), il sistema di prenotazioni online b2c del più grande tour operator europeo si sta ora progressivamente espandendo anche nell'area scandinava. Lo scorso venerdì, il ceo Sebastian Ebel e la Northern Europe manager, Jessica Enbacka, hanno annunciato la novità a Stoccolma. Il prodotto è già disponibile dal mese di dicembre in Svezia e sarà successivamente esteso in Norvegia, Danimarca e Finlandia a partire dal prossimo febbraio. Il portale svedese include in particolare a oggi 15 mila hotel in 50 destinazioni differenti, senza tuttavia coinvolgere ancora alcuna struttura a marchio Tui. Ma il catalogo online è in continua evoluzione. Nei Paesi di lingua tedesca attualmente comprende circa 100 mila indirizzi, tra cui alcune proprietà brandizzate con le catene di proprietà della compagnia tedesca. Nonostante l'offerta online di Tui includa al momento esclusivamente hotel, il gruppo ha tutte le intenzioni di sviluppare presto anche il prodotto dei noleggi auto, dei voli e degli eventi. L'idea è quella di spingere sulla proposta dynamick packaging online, che nelle previsioni di lungo periodo della compagnia dovrebbe raggiungere i volumi dei pacchetti tour operating più tradizionali. [post_title] => Tui spinge sul progetto Ota ed espande l'offerta ai Paesi scandinavi [post_date] => 2023-01-27T11:05:51+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674817551000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438076 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Airbus assumerà oltre 13.000 persone nel 2023: di questi posti, circa 7.000 saranno nuovi posti creati in tutta l'azienda. Le nuove assunzioni saranno fondamentali per sostenere l'accelerazione industriale e l'ambiziosa tabella di marcia di Airbus per la decarbonizzazione, e per preparare il futuro dell'aviazione. La campagna di reclutamento sarà mondiale, con particolare attenzione ai profili tecnici e produttivi, nonché all'acquisizione di nuove competenze a sostegno della visione a lungo termine dell'azienda in settori quali nuove energie, informatica e digitale. Più di 9.000 di questi posti saranno in Europa, mentre il resto in tutta la nostra rete globale. Un terzo delle assunzioni totali sarà destinato a neolaureati. "Dopo il successo delle assunzioni dello scorso anno, nel 2023 assumeremo ancora oltre 13.000 dipendenti - ha dichiarato Thierry Baril, chief human resources & workplace Officer di Airbus -. Ci rivolgiamo a persone di talento di tutto il mondo affinché si uniscano a noi nel nostro viaggio per rendere l'aerospazio sostenibile una realtà e ci aiutino a costruire un ambiente di lavoro migliore, più diversificato e inclusivo per tutti i nostri dipendenti."  Airbus impiega attualmente più di 130.000 persone in tutto il mondo. Ha recentemente ottenuto la certificazione Top Employers in Europa, Nord America e Asia Pacifico da parte del Top Employers Institute, un'autorità globale indipendente che riconosce l'eccellenza nella gestione delle persone e nelle politiche HR. [post_title] => Airbus assumerà 13.000 dipendenti nel 2023: focus sull'aerospazio [post_date] => 2023-01-27T11:04:10+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674817450000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438068 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si rinnova il programma WestinWorkout lanciato una decina di anni fa dall'omonimo brand del gruppo Marriott. La compagnia ha sviluppato in particolare due nuovi kit noleggio attrezzature, che includono tra le altre cose massaggiatori a percussione e a compressione a marchio Hyperice, ideali per il recupero muscolare post-allenamento come pure per alleviare dolore e tensione muscolare dopo un lungo viaggio. Ci sono poi le soluzioni di allenamento total body del brand di accessori fitness Bala, per allenarsi in camera o all'aperto. "Il wellness è sempre stato al centro della nostra mission - spiega la global brand leader Westin Hotels & Resorts e vicepresidente distinctive premium brands, Marriott International, Jennifer Connell -. Negli ultimi dieci anni, attraverso il nostro programma WestinWorkout, abbiamo aiutato i nostri clienti a mantenere o persino migliorare le loro routine di allenamento in viaggio. Poiché il fitness e il recupero muscolare sono ormai gesti di benessere essenziali per la nostra clientela, abbiamo ripensato il nostro programma per renderlo più versatile, avvalendoci della collaborazione con le aziende più innovative del settore". Per chi volesse inoltre acquistare direttamente l'attrezzatura, è possibile richiedere un codice promozionale da utilizzare direttamente sui siti web di Bala e Hyperice. In futuro, Westin intende ampliare ulteriormente il programma di noleggio aggiungendo nuovi kit all'offerta attuale e proponendo ai clienti esperienze sempre nuove. [post_title] => Westin aggiorna il suo programma noleggio attrezzature fitness [post_date] => 2023-01-27T10:23:48+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674815028000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438054 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Futura Vacanze inaugura la stagione estiva con una serie di eventi dedicati alle agenzie di viaggio. «A tu per tu è il nome della nostra campagna, che vuole rappresentare un rilancio diretto a contatto con le persone - spiega il direttore vendite, Francesco Maio - Iniziamo da Milano, dove sono presenti circa 80 adv, e proseguiremo poi in tutto il Nord Italia (Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto), per spostarci quindi a marzo nelle regioni del Centro-Sud. Nel frattempo, a gennaio, sono partiti anche diversi educational». Fra le novità, l’uscita dei nuovi cataloghi: tre cartacei (Mare Italia, Club e Club Estero), a cui se ne aggiungono altrettanti online (Neve, Benessere, Monti Estivi), più un ulteriore in arrivo. Da segnalare pure la new entry del sardo Cala Fiorita, che va a potenziare il prodotto Italia. «Contiamo su una rete di 3.500 agenzie con cui lavoriamo in maniera meritocratica e per cluster, tramite undici venditori attivi in tutta Italia e quattro in telemarketing, che vanno a coprire ogni regione - aggiunge Maio –. Grazie ai molti feedback positivi beneficiamo di un ottimo trend di advance booking e di una buona percentuale di repeater». E la pandemia ha in qualche modo accelerato il processo di crescita di Futura. «Oggi è un dato di fatto che stiamo entrando sempre più nel novero dei maggiori player italiani del tour operating per fatturato, numero di prodotti e viaggiatori – sottolinea il direttore commerciale trade, Belinda Coccia –. Da una criticità come la pandemia abbiamo colto un’opportunità: le agenzie avevano bisogno di prodotti, di rassicurazioni… Abbiamo avvicinato non soltanto il cliente del mare Italia, ma anche chi era abituato ai viaggi all’estero e si è ritrovato a riscoprire il nostro Paese». I costi per l’adeguamento delle strutture ai decreti sull’emergenza sanitaria e i rincari energetici del 2022 sembra non abbiano insomma rallentato il cammino della compagnia, anche se sono andati un po’ a discapito delle marginalità. Le cifre dicono infatti che nel 2022 il to ha trasportato 150 mila passeggeri, ma soprattutto che il suo fatturato è cresciuto del 40% rispetto ai 53 milioni di euro del 2019. E per il futuro l’operatore capitolino conta di migliorare ulteriormente, anche tramite il contributo del prodotto estero, che si punta a portare al 30% del giro d’affari complessivo sfruttando la qualità dell’offerta Egitto e del combinato su Madeira. [post_title] => Coccia, Futura Vacanze: siamo tra i top player del settore [post_date] => 2023-01-27T09:36:20+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674812180000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438041 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Raccontare agli agenti di viaggio e ai tour operator italiani la ricca offerta turistica del Qatar attraverso le voci di alcuni tra i partner, dmc, operatori e albergatori più rappresentativi. È questo l'obiettivo del Roadshow di Qatar Tourism che si è svolto questa settimana a Milano e a Roma.   Tra le realtà che hanno partecipato all'iniziativa: Qatar Airways; le DMC Discover Qatar e Tawfeeq Travel; Mandarin Oriental Doha; Sharq Village & Spa; Sheraton Grand Doha Resort & Convention Hotel; Banana Island Resort Doha by Anantara; Rixos Hotels global; Al Messila - a Luxury Collection Resort & Spa; Golden Tulip Doha; Souq Waqif Boutique Hotels by Tivoli. [gallery ids="438042,438045,438044"] La destinazione L'Italia rimane tra i primi dieci mercati di riferimento per il Qatar. Qatar Tourism continua a lavorare a stretto contatto con i suoi partner del settore turistico in Italia e si concentra sul mercato attraverso la partecipazione a fiere turistiche, roadshow e altre attivazioni, supportate dalla campagna consumer "Feel More" attualmente in onda sui media tradizionali. Dopo aver ospitato con successo la Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022TM, il Qatar si è posizionato sulla mappa globale come destinazione turistica che offre un'ampia gamma di esperienze e attrazioni. I viaggiatori con qualsiasi budget possono visitare il Paese del Golfo con una vacanza o con uno scalo, per ammirare la cultura, il mare, il deserto e il sole tutto l'anno. Qatar Airways Il vettore era presente all'evento per presentare la sua offerta: 150 destinazioni, 16 frequenze da Milano e altrettante da Roma. Il vettore ha ricevuto, inoltre, per la settima volta, il premio come 'miglior compagnia aerea al mondo'.   [post_title] => Il Qatar Tourism Roadshow si propone ai professionisti del settore turistico a Milano e Roma [post_date] => 2023-01-27T08:30:34+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674808234000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437995 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Aruba attraversa uno dei periodi dell'anno più speciali con un mese intero di festeggiamenti in occasione del carnevale. Fino al prossimo 22 febbraio, l'isola delle Antille Olandesi propone un calendario di parate spettacolari, competizioni musicali e feste di strada che rendono la "One Happy Island", ancora più allegra e spensierata. Tra gli eventi imperdibili di questa 69esima edizione del carnevale ci sono sicuramente due parate notturne: The Torch Parade e la Lighting Parade, una stravagante parata notturna di costumi luminosi organizzata dal Tivoli Club sin dal 1981. L’Elezione della Regina e della Signora del Carnevale, un momento importante soprattutto per il valore che viene riconosciuto a queste due figure particolarmente importanti non soltanto per i loro costumi ma anche e soprattutto per l’impegno, il cuore e la passione che hanno dedicato all’organizzazione dei festeggiamenti. E ancora, il Jouvert Morning, localmente conosciuto come il “pigiama party”: nessun costume, nessun carro allegorico ma solo una festa informale e itinerante a cui tutti possono partecipare. La musica dai carri e le bande musicali percorrono le strade dando vita a una sala da ballo a cielo aperto a cui tutti sono invitati per festeggiare insieme fino al sorgere del sole. Infine. le due sfilate più sentite e partecipate dalla popolazione locale sono la Grand Carnival Parade a San Nicolas e il finale con la Grand Carnival Parade che si svolge nella capitale Oranjestad. Il Carnevale di Aruba si conclude ufficialmente alla vigilia del Mercoledì delle Ceneri con il rogo del "Re Momo". Il falò del re Momo, un’effigie a grandezza naturale, segna la fine della stagione del Carnevale di Aruba il martedì grasso, il giorno prima del mercoledì delle ceneri.  [post_title] => Aruba celebra il carnevale con un mese di eventi e spettacoli [post_date] => 2023-01-26T11:45:53+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674733553000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437989 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_437990" align="alignleft" width="300"] Edmund Bartlett ministro del turismo jamaicano[/caption] I crescenti legami tra Jamaica e Sierra Leone segnalano un bisogno da parte di entrambi i paesi di ingrandire i propri bacini d’utenza turistica oltre che alle regioni più tradizionali. E il momento perfetto per buttare reti più grandi, poiché le regioni caraibiche e africane stanno rinnovando e riconfigurando i propri settori turistici a seguito delle massicce interruzioni dovute al Covid-19. La Sierra Leone ha legami storici molto importanti con il Nord America, la popolazione ha molti legami familiari negli Stati Uniti, dove sono note le attrazioni Jamaicane e Caraibiche. Edmund Bartlett ministro del turismo jamaicano afferma : "Con la forte associazione storica e culturale tra Jiamaica e Sierra Leone, è strategico collaborare e rafforzare la nostra cooperazione turistica" e aggiunge : "Entrambi i paesi hanno molto da offrire nel turismo e possiamo capitalizzare su questo per costruire nuove esperienze per i nostri visitatori" Il ministro del turismo Sierraleonense Memunatu Pratt ha recentemente discusso di molti temi con il ministro Bartlett, parlando di connettività aerea, formazione e sviluppo, attività di marketing e promozionali, scambi culturali, diversificazione turistica, crescita e resilienza. Oltre al turismo, la cooperazione Sud-Sud di tecnologia e innovazione dovrebbe essere utile per entrambi gli stati, dato che il dinamismi dell'innovazione africana sta iniziando interessare l'attenzione dei paesi più ricchi dell'occidente. L'operazione di resilienza della Jamaica, insieme a tutti gli stati caraibici, andrá a beneficio di tutte le economie nascenti africane, che si muovono verso l'indipendenza economica. La crescita sostenibile nel turismo e in altri settori dipende fortemente dalla resilienza e dallo spazio fornito per l'innovazione e per lo sviluppo incentrato sulla comunità. "La pandemia è stata l'esempio più tangibile della vulnerabilità del turismo, quindi una delle principali aree di interesse sarà la resilienza e la costruzione della resilienza per garantire il futuro del settore. È fondamentale costruire la capacità nel turismo di resistere e recuperare e tornare più forti per i prossime interruzioni che potremmo incontrare". commenta il ministro Barlett. Entrambi i ministri parteciperanno alla prossima Global Tourism Resilience Conference a Kingston presso la sede regionale dell'Università West Indies' dal 15 al 17 di febbraio 2023. Ulteriori discussioni per finalizzare un memorandum d'intesa tra i due paesi si terranno a margine dell'incontro sul turismo. [post_title] => Intesa per il turismo fra la Jamaica e la Sierra Leone [post_date] => 2023-01-26T11:16:43+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674731803000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437979 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cresce l'appeal della formula Buy now pay later. A dimostrarlo anche una recente case-history del tour operator online Alla Tours, che nel 2022, nel solco della ripresa generale del turismo, ha registrato un incremento del 43% di pratiche di nuovi clienti rispetto al 2021, crescita su cui Scalapay, società specializzata nella rateizzazione dei pagamenti, ha inciso per il 20%. La penetration media di Scalapay, sul totale delle prenotazioni, si attesta inoltre al 12% con un picco nei mesi di giugno e agosto. La pratica media è aumentata del 9% e, nell’80% dei casi, Scalapay è stato utilizzato sul saldo della vacanza: gli utenti hanno in altre parole bloccato la prenotazione pagando un piccolo acconto all’inizio, pari al 10% del costo del soggiorno. La prima rata è stata addebitata al momento del saldo, le successive due con cadenza mensile. Per quanto riguarda il target, l’80% degli ordini effettuati con Scalapay ha visto protagonista la fascia di età 35-54 anni, seguito al 12% dai clienti compresi in quella 25-34, mentre più distaccato al 6% si attesta il segmento 55-64. “Con la possibilità di dilazionare il pagamento, i clienti hanno scelto soluzioni di fascia più alta, quali, per esempio, camere di categoria superior, con un conseguente aumento dello scontrino medio - spiega il ceo di All Tours, Ciro Di Maso -.  Scalapay si è rivelato uno strumento di marketing molto incisivo: abbiamo riscontrato un incremento di conversione al sito pari al +15% e abbiamo dimezzato le percentuali di carrelli abbondonati. Lo scontrino medio è passato da 1.890 a 2.030 euro”. [post_title] => Case-history All Tours - Scalapay: il Buy now pay later dimezza i carrelli abbandonati [post_date] => 2023-01-26T10:27:36+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674728856000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "danimarca faccia a faccia con il trade oggi e domani il global workshop" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":90,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1863,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438116","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Slovenia rilancia la promozione sul mercato italiano per il 2023, per una diffusione della propria offerta turistica ancora più capillare, attraverso una serie di appuntamenti in tutta Italia, volti a consolidare i rapporti con gli operatori e a crearne di nuovi. Proprio il nostro paese nel 2022 si è posizionato al secondo posto per numero di arrivi in Slovenia, con un totale di 434.000 visitatori, pari all'11% del totale degli arrivi internazionali per circa 920.000 pernottamenti complessivi. La Germania si conferma primo mercato, con il 19% degli arrivi esteri, seguita da Austria e Paesi Bassi.\r\n\r\nFocus quindi su hospitality, ma anche su benessere e outdoor, fiori all’occhiello di una destinazione che ha saputo fare della sostenibilità il proprio marchio di fabbrica senza però rinunciare al luxury e all’innovazione. Nei mesi di febbraio e marzo l’Ente per il Turismo organizzerà 3 workshop: a Venezia (2 febbraio), Bologna (23 febbraio) e Roma (14 marzo) rivolti ad agenzie di viaggio e operatori. Evento principe di questo inizio anno sarà sicuramente, poi, la Bit di Milano, dove l'ente parteciperà con cinque co-espositori: Terme Čatež,  Jeruzalem Slovenia, Rimske terme, Alpinia Hotels - Lago di Bohinj e  Atlantida Boutique hotel.\r\n\r\nA marzo, invece, sarà la volta della Bmt di Napoli (16-18 marzo). Mentre l’evento più atteso dell’anno per gli operatori dell’incoming sloveno è lo Slovenian Incoming Workshop - SIW (8-12 maggio), in cui come ogni anno l’intera industria turistica del paese si presenterà a tutto il mondo del turismo internazionale.\r\n\r\n“L’Italia è un mercato chiave per il turismo in Slovenia – precisa il direttore dell'Ente Sloveno per il Turismo in Italia, Aljoša Ota - per noi è indispensabile collaborare con gli operatori italiani, perché siano sempre ricettivi e al corrente di quanto il nostro Paese è in grado di offrire. Non c’è modo migliore di fare rete se non attraverso un rapporto one-to-one, in presenza: in questo gli eventi trade costituiscono un’ottima occasione.”","post_title":"La Slovenia marca stretta l'Italia: dalla Bit ai workshop di formazione al trade","post_date":"2023-01-27T15:04:04+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1674831844000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438074","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_331279\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Sebastian Ebel[/caption]\r\n\r\nProsegue il progetto Ota di Tui. Già lanciato da qualche mese nei Paesi di lingua tedesca (Dach), il sistema di prenotazioni online b2c del più grande tour operator europeo si sta ora progressivamente espandendo anche nell'area scandinava. Lo scorso venerdì, il ceo Sebastian Ebel e la Northern Europe manager, Jessica Enbacka, hanno annunciato la novità a Stoccolma. Il prodotto è già disponibile dal mese di dicembre in Svezia e sarà successivamente esteso in Norvegia, Danimarca e Finlandia a partire dal prossimo febbraio.\r\nIl portale svedese include in particolare a oggi 15 mila hotel in 50 destinazioni differenti, senza tuttavia coinvolgere ancora alcuna struttura a marchio Tui. Ma il catalogo online è in continua evoluzione. Nei Paesi di lingua tedesca attualmente comprende circa 100 mila indirizzi, tra cui alcune proprietà brandizzate con le catene di proprietà della compagnia tedesca.\r\n\r\nNonostante l'offerta online di Tui includa al momento esclusivamente hotel, il gruppo ha tutte le intenzioni di sviluppare presto anche il prodotto dei noleggi auto, dei voli e degli eventi. L'idea è quella di spingere sulla proposta dynamick packaging online, che nelle previsioni di lungo periodo della compagnia dovrebbe raggiungere i volumi dei pacchetti tour operating più tradizionali.","post_title":"Tui spinge sul progetto Ota ed espande l'offerta ai Paesi scandinavi","post_date":"2023-01-27T11:05:51+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1674817551000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438076","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Airbus assumerà oltre 13.000 persone nel 2023: di questi posti, circa 7.000 saranno nuovi posti creati in tutta l'azienda. Le nuove assunzioni saranno fondamentali per sostenere l'accelerazione industriale e l'ambiziosa tabella di marcia di Airbus per la decarbonizzazione, e per preparare il futuro dell'aviazione.\r\n\r\nLa campagna di reclutamento sarà mondiale, con particolare attenzione ai profili tecnici e produttivi, nonché all'acquisizione di nuove competenze a sostegno della visione a lungo termine dell'azienda in settori quali nuove energie, informatica e digitale. Più di 9.000 di questi posti saranno in Europa, mentre il resto in tutta la nostra rete globale. Un terzo delle assunzioni totali sarà destinato a neolaureati.\r\n\r\n\"Dopo il successo delle assunzioni dello scorso anno, nel 2023 assumeremo ancora oltre 13.000 dipendenti - ha dichiarato Thierry Baril, chief human resources & workplace Officer di Airbus -. Ci rivolgiamo a persone di talento di tutto il mondo affinché si uniscano a noi nel nostro viaggio per rendere l'aerospazio sostenibile una realtà e ci aiutino a costruire un ambiente di lavoro migliore, più diversificato e inclusivo per tutti i nostri dipendenti.\" \r\n\r\nAirbus impiega attualmente più di 130.000 persone in tutto il mondo. Ha recentemente ottenuto la certificazione Top Employers in Europa, Nord America e Asia Pacifico da parte del Top Employers Institute, un'autorità globale indipendente che riconosce l'eccellenza nella gestione delle persone e nelle politiche HR.","post_title":"Airbus assumerà 13.000 dipendenti nel 2023: focus sull'aerospazio","post_date":"2023-01-27T11:04:10+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674817450000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438068","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si rinnova il programma WestinWorkout lanciato una decina di anni fa dall'omonimo brand del gruppo Marriott. La compagnia ha sviluppato in particolare due nuovi kit noleggio attrezzature, che includono tra le altre cose massaggiatori a percussione e a compressione a marchio Hyperice, ideali per il recupero muscolare post-allenamento come pure per alleviare dolore e tensione muscolare dopo un lungo viaggio. Ci sono poi le soluzioni di allenamento total body del brand di accessori fitness Bala, per allenarsi in camera o all'aperto.\r\n\r\n\"Il wellness è sempre stato al centro della nostra mission - spiega la global brand leader Westin Hotels & Resorts e vicepresidente distinctive premium brands, Marriott International, Jennifer Connell -. Negli ultimi dieci anni, attraverso il nostro programma WestinWorkout, abbiamo aiutato i nostri clienti a mantenere o persino migliorare le loro routine di allenamento in viaggio. Poiché il fitness e il recupero muscolare sono ormai gesti di benessere essenziali per la nostra clientela, abbiamo ripensato il nostro programma per renderlo più versatile, avvalendoci della collaborazione con le aziende più innovative del settore\".\r\n\r\nPer chi volesse inoltre acquistare direttamente l'attrezzatura, è possibile richiedere un codice promozionale da utilizzare direttamente sui siti web di Bala e Hyperice. In futuro, Westin intende ampliare ulteriormente il programma di noleggio aggiungendo nuovi kit all'offerta attuale e proponendo ai clienti esperienze sempre nuove.","post_title":"Westin aggiorna il suo programma noleggio attrezzature fitness","post_date":"2023-01-27T10:23:48+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1674815028000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438054","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Futura Vacanze inaugura la stagione estiva con una serie di eventi dedicati alle agenzie di viaggio. «A tu per tu è il nome della nostra campagna, che vuole rappresentare un rilancio diretto a contatto con le persone - spiega il direttore vendite, Francesco Maio - Iniziamo da Milano, dove sono presenti circa 80 adv, e proseguiremo poi in tutto il Nord Italia (Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto), per spostarci quindi a marzo nelle regioni del Centro-Sud. Nel frattempo, a gennaio, sono partiti anche diversi educational».\r\n\r\nFra le novità, l’uscita dei nuovi cataloghi: tre cartacei (Mare Italia, Club e Club Estero), a cui se ne aggiungono altrettanti online (Neve, Benessere, Monti Estivi), più un ulteriore in arrivo. Da segnalare pure la new entry del sardo Cala Fiorita, che va a potenziare il prodotto Italia.\r\n\r\n«Contiamo su una rete di 3.500 agenzie con cui lavoriamo in maniera meritocratica e per cluster, tramite undici venditori attivi in tutta Italia e quattro in telemarketing, che vanno a coprire ogni regione - aggiunge Maio –. Grazie ai molti feedback positivi beneficiamo di un ottimo trend di advance booking e di una buona percentuale di repeater».\r\n\r\nE la pandemia ha in qualche modo accelerato il processo di crescita di Futura. «Oggi è un dato di fatto che stiamo entrando sempre più nel novero dei maggiori player italiani del tour operating per fatturato, numero di prodotti e viaggiatori – sottolinea il direttore commerciale trade, Belinda Coccia –. Da una criticità come la pandemia abbiamo colto un’opportunità: le agenzie avevano bisogno di prodotti, di rassicurazioni… Abbiamo avvicinato non soltanto il cliente del mare Italia, ma anche chi era abituato ai viaggi all’estero e si è ritrovato a riscoprire il nostro Paese».\r\n\r\nI costi per l’adeguamento delle strutture ai decreti sull’emergenza sanitaria e i rincari energetici del 2022 sembra non abbiano insomma rallentato il cammino della compagnia, anche se sono andati un po’ a discapito delle marginalità. Le cifre dicono infatti che nel 2022 il to ha trasportato 150 mila passeggeri, ma soprattutto che il suo fatturato è cresciuto del 40% rispetto ai 53 milioni di euro del 2019. E per il futuro l’operatore capitolino conta di migliorare ulteriormente, anche tramite il contributo del prodotto estero, che si punta a portare al 30% del giro d’affari complessivo sfruttando la qualità dell’offerta Egitto e del combinato su Madeira.","post_title":"Coccia, Futura Vacanze: siamo tra i top player del settore","post_date":"2023-01-27T09:36:20+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1674812180000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438041","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Raccontare agli agenti di viaggio e ai tour operator italiani la ricca offerta turistica del Qatar attraverso le voci di alcuni tra i partner, dmc, operatori e albergatori più rappresentativi. È questo l'obiettivo del Roadshow di Qatar Tourism che si è svolto questa settimana a Milano e a Roma.\r\n\r\n \r\n\r\nTra le realtà che hanno partecipato all'iniziativa:\r\n\r\n \tQatar Airways;\r\n \tle DMC Discover Qatar e Tawfeeq Travel;\r\n \tMandarin Oriental Doha;\r\n \tSharq Village & Spa;\r\n \tSheraton Grand Doha Resort & Convention Hotel;\r\n \tBanana Island Resort Doha by Anantara;\r\n \tRixos Hotels global;\r\n \tAl Messila - a Luxury Collection Resort & Spa;\r\n \tGolden Tulip Doha;\r\n \tSouq Waqif Boutique Hotels by Tivoli.\r\n\r\n[gallery ids=\"438042,438045,438044\"]\r\n\r\nLa destinazione\r\n\r\nL'Italia rimane tra i primi dieci mercati di riferimento per il Qatar. Qatar Tourism continua a lavorare a stretto contatto con i suoi partner del settore turistico in Italia e si concentra sul mercato attraverso la partecipazione a fiere turistiche, roadshow e altre attivazioni, supportate dalla campagna consumer \"Feel More\" attualmente in onda sui media tradizionali.\r\n\r\nDopo aver ospitato con successo la Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022TM, il Qatar si è posizionato sulla mappa globale come destinazione turistica che offre un'ampia gamma di esperienze e attrazioni. I viaggiatori con qualsiasi budget possono visitare il Paese del Golfo con una vacanza o con uno scalo, per ammirare la cultura, il mare, il deserto e il sole tutto l'anno.\r\n\r\nQatar Airways\r\n\r\nIl vettore era presente all'evento per presentare la sua offerta: 150 destinazioni, 16 frequenze da Milano e altrettante da Roma. Il vettore ha ricevuto, inoltre, per la settima volta, il premio come 'miglior compagnia aerea al mondo'.\r\n\r\n ","post_title":"Il Qatar Tourism Roadshow si propone ai professionisti del settore turistico a Milano e Roma","post_date":"2023-01-27T08:30:34+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1674808234000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437995","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Aruba attraversa uno dei periodi dell'anno più speciali con un mese intero di festeggiamenti in occasione del carnevale. Fino al prossimo 22 febbraio, l'isola delle Antille Olandesi propone un calendario di parate spettacolari, competizioni musicali e feste di strada che rendono la \"One Happy Island\", ancora più allegra e spensierata.\r\nTra gli eventi imperdibili di questa 69esima edizione del carnevale ci sono sicuramente due parate notturne: The Torch Parade e la Lighting Parade, una stravagante parata notturna di costumi luminosi organizzata dal Tivoli Club sin dal 1981. L’Elezione della Regina e della Signora del Carnevale, un momento importante soprattutto per il valore che viene riconosciuto a queste due figure particolarmente importanti non soltanto per i loro costumi ma anche e soprattutto per l’impegno, il cuore e la passione che hanno dedicato all’organizzazione dei festeggiamenti.\r\nE ancora, il Jouvert Morning, localmente conosciuto come il “pigiama party”: nessun costume, nessun carro allegorico ma solo una festa informale e itinerante a cui tutti possono partecipare. La musica dai carri e le bande musicali percorrono le strade dando vita a una sala da ballo a cielo aperto a cui tutti sono invitati per festeggiare insieme fino al sorgere del sole.\r\nInfine. le due sfilate più sentite e partecipate dalla popolazione locale sono la Grand Carnival Parade a San Nicolas e il finale con la Grand Carnival Parade che si svolge nella capitale Oranjestad.\r\nIl Carnevale di Aruba si conclude ufficialmente alla vigilia del Mercoledì delle Ceneri con il rogo del \"Re Momo\". Il falò del re Momo, un’effigie a grandezza naturale, segna la fine della stagione del Carnevale di Aruba il martedì grasso, il giorno prima del mercoledì delle ceneri. ","post_title":"Aruba celebra il carnevale con un mese di eventi e spettacoli","post_date":"2023-01-26T11:45:53+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1674733553000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437989","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_437990\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Edmund Bartlett ministro del turismo jamaicano[/caption]\r\n\r\nI crescenti legami tra Jamaica e Sierra Leone segnalano un bisogno da parte di entrambi i paesi di ingrandire i propri bacini d’utenza turistica oltre che alle regioni più tradizionali.\r\n\r\nE il momento perfetto per buttare reti più grandi, poiché le regioni caraibiche e africane stanno rinnovando e riconfigurando i propri settori turistici a seguito delle massicce interruzioni dovute al Covid-19.\r\n\r\nLa Sierra Leone ha legami storici molto importanti con il Nord America, la popolazione ha molti legami familiari negli Stati Uniti, dove sono note le attrazioni Jamaicane e Caraibiche.\r\n\r\nEdmund Bartlett ministro del turismo jamaicano afferma : \"Con la forte associazione storica e culturale tra Jiamaica e Sierra Leone, è strategico collaborare e rafforzare la nostra cooperazione turistica\" e aggiunge : \"Entrambi i paesi hanno molto da offrire nel turismo e possiamo capitalizzare su questo per costruire nuove esperienze per i nostri visitatori\"\r\n\r\nIl ministro del turismo Sierraleonense Memunatu Pratt ha recentemente discusso di molti temi con il ministro Bartlett, parlando di connettività aerea, formazione e sviluppo, attività di marketing e promozionali, scambi culturali, diversificazione turistica, crescita e resilienza.\r\n\r\nOltre al turismo, la cooperazione Sud-Sud di tecnologia e innovazione dovrebbe essere utile per entrambi gli stati, dato che il dinamismi dell'innovazione africana sta iniziando interessare l'attenzione dei paesi più ricchi dell'occidente.\r\n\r\nL'operazione di resilienza della Jamaica, insieme a tutti gli stati caraibici, andrá a beneficio di tutte le economie nascenti africane, che si muovono verso l'indipendenza economica. La crescita sostenibile nel turismo e in altri settori dipende fortemente dalla resilienza e dallo spazio fornito per l'innovazione e per lo sviluppo incentrato sulla comunità.\r\n\r\n\"La pandemia è stata l'esempio più tangibile della vulnerabilità del turismo, quindi una delle principali aree di interesse sarà la resilienza e la costruzione della resilienza per garantire il futuro del settore. È fondamentale costruire la capacità nel turismo di resistere e recuperare e tornare più forti per i prossime interruzioni che potremmo incontrare\". commenta il ministro Barlett.\r\n\r\nEntrambi i ministri parteciperanno alla prossima Global Tourism Resilience Conference a Kingston presso la sede regionale dell'Università West Indies' dal 15 al 17 di febbraio 2023.\r\n\r\nUlteriori discussioni per finalizzare un memorandum d'intesa tra i due paesi si terranno a margine dell'incontro sul turismo.","post_title":"Intesa per il turismo fra la Jamaica e la Sierra Leone","post_date":"2023-01-26T11:16:43+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1674731803000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437979","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Cresce l'appeal della formula Buy now pay later. A dimostrarlo anche una recente case-history del tour operator online Alla Tours, che nel 2022, nel solco della ripresa generale del turismo, ha registrato un incremento del 43% di pratiche di nuovi clienti rispetto al 2021, crescita su cui Scalapay, società specializzata nella rateizzazione dei pagamenti, ha inciso per il 20%.\r\n\r\nLa penetration media di Scalapay, sul totale delle prenotazioni, si attesta inoltre al 12% con un picco nei mesi di giugno e agosto. La pratica media è aumentata del 9% e, nell’80% dei casi, Scalapay è stato utilizzato sul saldo della vacanza: gli utenti hanno in altre parole bloccato la prenotazione pagando un piccolo acconto all’inizio, pari al 10% del costo del soggiorno. La prima rata è stata addebitata al momento del saldo, le successive due con cadenza mensile. Per quanto riguarda il target, l’80% degli ordini effettuati con Scalapay ha visto protagonista la fascia di età 35-54 anni, seguito al 12% dai clienti compresi in quella 25-34, mentre più distaccato al 6% si attesta il segmento 55-64.\r\n\r\n“Con la possibilità di dilazionare il pagamento, i clienti hanno scelto soluzioni di fascia più alta, quali, per esempio, camere di categoria superior, con un conseguente aumento dello scontrino medio - spiega il ceo di All Tours, Ciro Di Maso -.  Scalapay si è rivelato uno strumento di marketing molto incisivo: abbiamo riscontrato un incremento di conversione al sito pari al +15% e abbiamo dimezzato le percentuali di carrelli abbondonati. Lo scontrino medio è passato da 1.890 a 2.030 euro”.","post_title":"Case-history All Tours - Scalapay: il Buy now pay later dimezza i carrelli abbandonati","post_date":"2023-01-26T10:27:36+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1674728856000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti