26 November 2022

Santanchè: «2,4 miliardi del Pnrr per il turismo è troppo poco»

[ 0 ]

Daniela Santanchè

A dire la verità quando Garavaglia aveva sbandierato i 2,4 miliardi per il turismo non pochi (questo giornale soprattutto) avevano storto il naso. 2,4 miliardi su 209, ci sembrava sul serio poco. Ora il nuovo ministro rimette al centro la questione. «Non è possibile» che nel Pnrr ci siano solo «2,4 miliardi» per il turismo secondo il ministro Daniela Santanchè che ha spiegato di aver avuto «una interlocuzione con il ministro Raffaele Fitto anche perché abbiamo già raggiunto tutti gli obiettivi. Faremo una battaglia per avere di più», ha aggiunto parlando della possibilità di utilizzare anche i fondi europei di coesione e sviluppi.

Più risorse

«Quando è stato scritto il Pnrr eravamo in un altro mondo. Prima della guerra e dei rincari delle materie prime e oggi la paura è che le gare vadano deserte dati gli aumenti – ha sottolineato la Santanchè -. Quindi di questo bisogna tenere conto senza essere attaccati dicendo che siamo nemici di qualcuno. Non siamo nemici di nessuno. Ma abbiamo la responsabilità della execution».

«Voglio rassicurare che ci saranno più risorse per il turismo in tutti i comparti, incluso quello della neve. In cinque anni – ha concluso il ministro – ho la grande ambizione che il ministero del turismo diventi ‘IL’ ministero, perché il turismo deve diventare la prima azienda della nostra nazione». 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434825 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Porta la firma degli architetti Hugo e Alessia Demetz, la nuova struttura che la famiglia Margesin, già proprietaria dell'alto-atesino Alpiana Green Luxury di Foiana, si appresta ad aprire il prossimo luglio ad Albisano, sopra Torri del Benaco, sul lago di Garda:  55 suite, 15 mila metri quadrati di superficie, una spa da 2 mila metri quadrati con sette sale per trattamenti, saune, piattaforme fitness e yoga, tre piscine, due ristoranti, 450 metri quadrati di ambiente acquatico e un panorama a oltre 180 gradi sul lago. Questi alcuni dei numeri del nuovo progetto Spa-Hideaway Cape of Senses (adults only). Tutte le stanze saranno realizzate in materiali naturali e con colori essenziali: 22 saranno Junior suite vista lago, 22 suite vista lago, sette Signature spa suite vista lago, due Sky suite vista lago con jacuzzi e terrazza e infine due Sky pool suite vista lago con piscina privata 6x3 metri, su una terrazza di 100 metri quadrati e una struttura mobile per dormire guardando le stelle. Due quindi i ristoranti: il fine dining Al tramonto, con cucina gourmet à la carte e l’osteria la Pergola, con eccellente cucina tradizionale, sempre à la carte e terrazza con un panorama unico. A completare l’offerta, due bar e una palestra di 130 metri quadrati con personal trainer. In un'area separata è stata progettata una sala per riunioni e piccoli eventi; a disposizione degli ospiti anche 60 posti auto sotterranei. Ulivi secolari e vegetazione mediterranea si estendono su tutta la proprietà. Nell'ampio giardino, aree relax, lettini, una piscina sportiva di 25 metri e una piattaforma per lo yoga inviteranno gli ospiti a rilassarsi. [post_title] => In arrivo a luglio il Cape of Senses: un all-suite sul lago di Garda [post_date] => 2022-11-25T11:45:25+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669376725000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434809 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A trent’anni di distanza dalla realizzazione del primo importante intervento di riqualificazione urbana firmato da Renzo Piano per la sua città, con oltre 90 milioni di presenze all’attivo, Porto Antico di Genova si anima dal 29 novembre al 3 dicembre con un programma di eventi eclettico e multitarget. Il primo degli appuntamenti in programma, già sold out dopo meno di due giorni dall’annuncio, è l’incontro di martedì 29 novembre alle 18 a Porta Siberia.   Un dialogo, moderato da Mario Paternostro, tra l’architetto Renzo Piano e il presidente della società Porto Antico di Genova Mauro Ferrando che toccherà i grandi temi della riqualificazione del waterfront del capoluogo ligure, dal primo esempio di successo, l’area del Porto Antico, al Waterfront di Levante per accennare, con tutte le sue complessità, alla Genova del futuro. Mercoledì 30 novembre alle 20.30, in Calata Falcone Borsellino, un grande spettacolo a ingresso libero, nel segno della migliore tradizione canora e cabarettistica della città. Quattro gli artisti genovesi che si alterneranno: Antonio Ornano con i suoi irresistibili racconti di vita; Antonella Ruggiero e il suo inarrivabile repertorio; la star internazionale della disco-dance Sabrina Salerno e il rapper Alfa, amatissimo dai giovani. Sabato 3 dicembre alle ore 21 nella Sala Maestrale dei Magazzini del Cotone si terrà lo speciale concerto dell’Ensemble Simone Molinaro “Swinging in the Snow”, in collaborazione con la Fondazione Teatro Carlo Felice. Da venerdì 2 dicembre sarà inoltre riaperta al pubblico La Città dei Bambini e dei Ragazzi, realizzata in collaborazione da Porto Antico di Genova e Costa Edutainment, che si presenterà in una veste totalmente rinnovata: un “experience museum” dedicato ai cinque sensi. «30 anni fa – sottolinea il presidente Mauro Ferrando - nasceva il Porto Antico, grazie anche alla brillante intuizione dell’Architetto Renzo Piano. In questi anni, l’area è cresciuta di importanza e rappresenta, oggi, il cuore pulsante della città. Allo scadere dei 30 anni di vita, Porto Antico S.p.A., sempre per mano  dell’Architetto Piano, si ritrova protagonista dell’ambizioso progetto di riqualificazione urbana del nuovo Waterfront di levante, progetto che interessa le sue darsene, le aree a mare ed il padiglione Fieristico Jean Nouvel». «Il Porto Antico è uno dei luoghi simbolo non solo di Genova e della Liguria, è un simbolo della rinascita e della riconversione di questa città, di una visione di futuro, capace di recuperare una zona affacciata direttamente sul mare e integrarla con la città, rendendola viva e attrattiva- spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti -, il primo passo di quel percorso di crescita della città che l’ha resa, in questi ultimi anni, una meta turistica sempre più apprezzata, una città d’arte affascinante e ricca di sfaccettature. Partendo proprio dall’esempio del Porto Antico, il nostro lavoro va nella direzione di rendere sempre più forte e significativo il legame tra l’acqua e la città, riqualificando e recuperando il fronte mare con il grande lavoro del Waterfront di Levante, il grande progetto, ancora una volta firmato da Renzo Piano, destinato a rendere Genova sempre più iconica, vera capitale del Mediterraneo”. Mario Zanetti, direttore generale di Costa Crociere: «Costa Crociere è lieta di essere a fianco del Porto Antico nei suoi festeggiamenti. Siamo particolarmente vicini a questa realtà, non solo in quanto compagnia genovese che ama e ha sempre sostenuto la sua città. Ma anche perché il Porto Antico è un luogo storico, nel cuore di Genova, che ha saputo rinnovarsi e diventare un volano per la trasformazione in chiave turistica di tutta città. Un processo a cui anche Costa, in oltre 70 anni di storia, ha dato il suo importante contributo».   A fianco di Porto Antico di Genova Spa, per questo importante anniversario, i partner Regione Liguria, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova, Fondazione Teatro Carlo Felice. Sponsor: Iren, Costa Crociere, Free To X. [post_title] => Genova, ricco programma di eventi per i 30 anni del Porto Antico realizzato da Renzo Piano [post_date] => 2022-11-25T10:05:20+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669370720000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434776 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'Oman e la regione del Dhofar saranno più facilmente raggiungibili dall'Italia, grazie ad una maggiore capacità voli. Dal 7 dicembre prossimo, in particolare, decolleranno i nuovi voli Air Arabia: da Milano Bergamo verso Sharjah, 4 volte a settimana (martedì, mercoledì, venerdì, domenica), da Sharjah a Muscat, 2 volte a settimana (martedì, venerdì) della durata di un'ora; e uno diretto da Sharjah a Salalah due volte a settimana (martedì e venerdì), della durata di 1h45.   Neos, attualmente opera un volo di domenica, con partenza da Milano Malpensa (e scalo a Roma Fiumicino), e, a partire dal 25 dicembre, aggiunge un volo da Verona con destinazione Salalah. Fra i collegamenti esistenti su Salalah, c'è anche Qatar Airways che opera con scalo a Doha e la compagnia di bandiera Oman Air, con scalo a Muscat, per procedere con un viaggio interno con destinazione Salalah. Tutti i voli citati, come pure Oman Air, fanno base all'aeroporto internazionale di Salalah che dista pochi km dal centro città ed è il secondo scalo per traffico passeggeri del Sultanato dell’Oman.    Salalah è la terza città più grande del Sultanato nel Dhofar, conosciuta per il mito della Via dell’Incenso, per la sua vegetazione tropicale e i panorami mozzafiato. Affacciata sull’oceano Indiano, la regione gode di clima tropicale lungo la costa ed è coperta per buona parte dalla vasta area del deserto Rub Al Khali. Terra di forti contrasti e dal fascino leggendario; prima fra tutte la Via dell'Incenso, crocevia di popoli, conosciuta già da Marco Polo e località amata dai turisti, dichiarata anche Patrimonio Unesco.  È un mix di cultura e paesaggi naturali, il Dhofar: si passa dalla storica Mosque Sultan Qaboos, la più grande di tutta la regione, alle splendide cascate presenti sul territorio grazie al fenomeno estivo del khareef, fino ad arrivare alla spiaggia Al Mughsayl Beach. [post_title] => L'Oman punta i riflettori sulla regione del Dhofar: più voli da e per Salalah [post_date] => 2022-11-25T09:40:27+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669369227000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434772 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volotea aggiunge la destinazione Lione al network già operativo da Milano Bergamo: dal 6 aprile 2023 la città francese sarà servita con due frequenze a settimana, ogni giovedì e domenica. La nuova rotta, che prevede un’offerta complessiva di più di 27.200 posti e oltre 150 voli. “Con tre voli domestici e tre internazionali, l’offerta Volotea da Milano Bergamo è perfettamente bilanciata - ha dichiarato Valeria Rebasti, country manager Italy & Southeastern Europe del vettore -. Grazie ai nostri voli diretti e a prezzi concorrenziali, per la prossima estate i viaggiatori in partenza dal Caravaggio possono scegliere se pianificare una vacanza all’insegna del relax e del bel mare italiano oppure optare per l’estero e visitare due vivaci località francesi, come Lione e Nantes, o la capitale delle Asturie nella Spagna del Nord. Allo stesso tempo, non va dimenticato che le nuove destinazioni aumenteranno il flusso di viaggiatori incoming, desiderosi di raggiungere Milano Bergamo e visitare le bellezze dell’intero territorio lombardo, sostenendo così l’economia locale”. “La destinazione di Lione si rivela altamente strategica, sia per l’importanza della città, nota come capitale gastronomica francese e sede del più grande quartiere rinascimentale d'Europa dopo Venezia, sia perché crocevia della regione sud-orientale del Paese transalpino - ha sottolineato Giacomo Cattaneo, direttore commerciale aviation di Sacbo –. Inoltre, è motivo di soddisfazione che Volotea abbia deciso di aggiungere, ai tradizionali collegamenti domestici, tre nuove destinazioni internazionali, potenziando la sua presenza e operatività all’aeroporto di Milano Bergamo”. Diventano così 6 le destinazioni collegate dalla compagnia spagnolo all’aeroporto di Milano Bergamo, 3 in Italia (Lampedusa, Olbia e Pantelleria), 1 in Spagna (Oviedo) e 2 in Francia (Nantes e Lione). [post_title] => Volotea cresce da Milano Bergamo con una nuova rotta per Lione, dal prossimo aprile [post_date] => 2022-11-25T09:30:57+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669368657000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434748 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volotea in allungo su Firenze da dove il prossimo anno decolleranno due nuovi collegamenti esclusivi per Marsiglia e Lione. Il volo per la Costa Azzurra, operativo dal 7 aprile 2023, avrà 2 frequenze settimanali, ogni lunedì e venerdì, mentre dal giorno successivo, ogni martedì e sabato, sarà possibile raggiungere Lione. Le nuove rotte d’oltralpe prevedono un’offerta complessiva di circa 40.000 posti, pari a oltre 250 voli e si affiancano ai collegamenti Volotea già annunciati in partenza dal Vespucci per un totale di 10 destinazioni, 4 in Italia e 6 all’estero. L'annuncio di una undicesima rotta in partenza dallo scalo fiorentino è attesa nelle prossime settimane. L’annuncio dei nuovi voli rafforza ulteriormente l’asse Toscana – Francia, confermando l’impegno del vettore a livello locale. Non va dimenticato poi che, grazie al suo portfolio di voli, la low-cost si classifica come seconda compagnia all’Amerigo Vespucci di Firenze per numero di mete raggiunte. Nel dettaglio, le destinazioni servite da Firenze sono 5 in Francia (Bordeaux, Nantes, Tolosa, Lione e Marsiglia), 4 in Italia (Bari, Cagliari, Catania, Palermo) e 1 in Spagna (Bilbao).    [post_title] => Volotea: salgono a 10 le destinazioni da Firenze con il lancio di Marsiglia e Lione, da aprile [post_date] => 2022-11-24T13:17:20+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669295840000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434715 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emirates e flydubai al giro di boa dei primi cinque anni di partnership: i due vettori hanno dato il via alla loro collaborazione nel novembre del 2017, per offrire ai clienti opzioni di viaggio in tutto il mondo. In questi anni il network di rotte congiunte si è notevolmente ampliato consentendo a più di 11 milioni di viaggiatori di muoversi su oltre 250.000 voli. La partnership va oltre il modello standard di codeshare e oggi include una collaborazione di rete integrata, ottimizzazione degli orari, connettività senza interruzioni con l'aeroporto internazionale di Dubai tra i Terminal 2 e 3, trasferimenti di bagagli su un unico itinerario, nonché vantaggi di fidelizzazione reciproci nell'ambito del programma fedeltà, Emirates Skywards. In particolare, il network odierno consente ai passeggeri di scegliere tra 215 destinazioni in 98 paesi, con oltre 250 voli in codeshare; i clienti Emirates possono prenotare voli per oltre 80 destinazioni offerte da flydubai mentre i clienti di quest'ultima possono scegliere tra oltre 99 destinazioni offerte da Emirates. Le destinazioni più richieste, per affari o per piacere, includono: Kathmandu, Kuwait, Maldive, Tel Aviv e Zanzibar. [post_title] => Emirates e flydubai: oltre 11 milioni di passeggeri in cinque anni di partnership [post_date] => 2022-11-24T11:37:05+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669289825000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434561 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Per la Val d’Ega, nel cuore delle Dolomiti, si preannuncia come una stagione sciistica eccezionale, che si aprirà come da tradizione in notturna il 25 novembre 2022. Se agli impianti che servono il leggendario Ski Center Latemar si aggiunge quest’anno l’avveniristica seggiovia “Campanil” di Pampeago, dotata di 29 seggiole da 6 posti ciascuna, la nuova pista “Zanggen II” a Obereggen va ad arricchire un autentico parco giochi degli sport sulla neve che, tra Obereggen e Carezza, conta già 90 km di piste, 3 circuiti da slittino, 2 snowpark e 1 nightpark, tanti sentieri per escursioni e ciaspolate in un candido panorama fiabesco e 160 km di tappeti bianchi per il fondo. Tra le sorprese della stagione in arrivo, è prevista la possibilità di avventurarsi anche in inverno sul Sentiero delle Stelle che collega gli Astrovillaggi di S. Valentino in Campo e Collepietra, per immergersi nei segreti del firmamento e dell'universo in un abbraccio di montagne innevate. L’area di Carezza alza il sipario su quello che si conferma uno dei teatri invernali più amati dalle famiglie il 26 novembre. Ad attendere le piccole star di sci e snowboard con genitori al seguito, c’è il risultato di una formula magica data dalla moltiplicazione di 13 impianti di risalita per 40 km di piste perfettamente preparate (55% blu - 30% rosse - 15% nere), alle quali vanno assommati 1 Snowpark con Family Fun Line & Kids Line, 3 parchi per bambini e
1 miniclub con assistenza ai bambini, la pista da slittino “Hubertus”, quella a tema “Re Laurino”
e il percorso leggende “Re Laurino”. Obereggen si presenta dal canto suo come un’esplosione di emozione e piacere, che mette a disposizione dei patiti della neve 48 km di piste di tutte le difficoltà servite da 18 impianti di risalita, snowpark e un’offerta gastronomica originale e di qualità, per un’esperienza moderna su sci, snowboard e slittino in uno scenario dal fascino eterno. Due parchi per bambini e 1 Miniclub, 4 piste da slittino e la mitologica Apline Coaster non fanno che aumentare la portata dell'offerta. Ed è proprio al calar del sole che l’area sciistica prepara come di consueto l’anteprima di stagione il 25 novembre, per poi aprire ufficialmente le danze il giorno successivo. Se Il rifugio Oberholz e l’alpine club LOOX incarnano il lato più sofisticato di questa perla di montagna che parla la lingua del design, sciatori e snowboarder di ogni misura ed età troveranno pane per i loro denti all’interno dello Ski Center Latemar, eletto da skiresort.de migliore area sciistica al mondo. Per cominciare col piede giusto la stagione, Dolomiti Super Première – valida dal 26 novembre al 24 dicembre 2022 - offre una giornata gratuita ogni 4, che diventano due nel caso di permanenze di 8 giorni. La proposta copre alloggio e skipass, senza contare che anche le scuole di sci e i noleggi mettono sul piatto corsi e attrezzature a prezzi incredibilmente vantaggiosi. Due comprensori a misura di bambino non potevano poi far mancare pacchetti pensati per le famiglie delle nevi. Dall’8 al 28 gennaio e dal 19 marzo al 16 aprile 2023, Obereggen For Families offre ai piccoli sciatori l’opportunità di muovere i primi passi sugli sci, di divertirsi con l’Orso Bruno e di svagarsi su due piste da slittino, volando su tre fun slopes e sbizzarrendosi in due parchi ammantati di bianco. Inclusi nel prezzo di 1400 euro, 7 pernottamenti in MP/B&B/APP, 6 giorni Skipass Fiemme-Obereggen, Skipass gratuito per bambini sotto gli 8 anni, 6 giorni di noleggio sci e attrezzatura per bambini, 1 giorno di noleggio gratuito di una slitta e ingresso gratuito a “Brunoland”. Il comprensorio di Re Laurino risponde con Carezza All Family, valida dal 7 al 15 gennaio, dal 28 gennaio al 4 febbraio e dal 4 al 19 marzo 2022. L’offerta di 7 pernottamenti comprende alloggio e skipass gratuito per tutti i bambini sotto gli 8 anni e il 30% di sconto per i bambini fino a 16 anni, 6 giorni di Skipass Fassa-Carezza.   [post_title] => Val d'Ega, molte le novità per la nuova stagione sciistica [post_date] => 2022-11-24T09:56:20+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669283780000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434725 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A dire la verità quando Garavaglia aveva sbandierato i 2,4 miliardi per il turismo non pochi (questo giornale soprattutto) avevano storto il naso. 2,4 miliardi su 209, ci sembrava sul serio poco. Ora il nuovo ministro rimette al centro la questione. «Non è possibile» che nel Pnrr ci siano solo «2,4 miliardi» per il turismo secondo il ministro Daniela Santanchè che ha spiegato di aver avuto «una interlocuzione con il ministro Raffaele Fitto anche perché abbiamo già raggiunto tutti gli obiettivi. Faremo una battaglia per avere di più», ha aggiunto parlando della possibilità di utilizzare anche i fondi europei di coesione e sviluppi. Più risorse «Quando è stato scritto il Pnrr eravamo in un altro mondo. Prima della guerra e dei rincari delle materie prime e oggi la paura è che le gare vadano deserte dati gli aumenti - ha sottolineato la Santanchè -. Quindi di questo bisogna tenere conto senza essere attaccati dicendo che siamo nemici di qualcuno. Non siamo nemici di nessuno. Ma abbiamo la responsabilità della execution». «Voglio rassicurare che ci saranno più risorse per il turismo in tutti i comparti, incluso quello della neve. In cinque anni - ha concluso il ministro - ho la grande ambizione che il ministero del turismo diventi 'IL' ministero, perché il turismo deve diventare la prima azienda della nostra nazione».  [post_title] => Santanchè: «2,4 miliardi del Pnrr per il turismo è troppo poco» [post_date] => 2022-11-24T09:10:49+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669281049000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434689 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Da fine novembre ai primi di gennaio, Bruxelles ospita la nuova edizione di Plaisirs d’Hiver (Winter Wonders), la rassegna di mercatini che ogni anno colora il centro cittadino di luci e lustrini, offrendo l’occasione ideale per vivere la magica atmosfera del Natale e comprare leccornie e regali. Il fulcro dell’evento è sicuramente il centro storico: il 25 novembre sarà acceso l’albero di Natale della Grand Place, alto venti metri, che quest’anno è decorato con 600 palline color champagne e 2 km di ghirlande luminose a led. Ad illuminare la piazza anche un suggestivo spettacolo di son et lumière dedicato al tema dell’inclusione e della valorizzazione delle diversità culturali, con video mapping ed effetti speciali. Tutto intorno alla Grand Place, lungo un percorso di quasi 3 km che si snoda tra le vie del centro storico, si possono visitare oltre 250 chalet in legno, che propongono ogni tipo di idea regalo, tra prodotti di artigianato, addobbi natalizi, manufatti tipici e oggetti vintage. I più golosi troveranno tra le bancarelle il loro personale paradiso e potranno gustare specialità natalizie internazionali e locali, come le famose praline, le tipiche gouffre con cioccolata calda, il vin brulée e l’immancabile birra. E, ancora, la splendida ruota panoramica, giostre d’antan, recital di canti natalizi, gospel, una pista di pattinaggio su ghiaccio in Place De Brouckère e, per i bambini, un rarissimo esemplare di dinosauro lungo 45 metri, pronto ad offrire un pieno di divertimento ed avventure a tutti i suoi piccoli visitatori! Il momento migliore per visitare i mercatini è sicuramente la sera, quando l’area del Plaisirs d’Hiver si accende di suoni e luci, per un totale di 160 strade illuminate a festa. Tante anche le novità: in Place de la Monnaie è stato allestito un vero e proprio villaggio après-ski dove si possono ripercorrere i fasti delle ultime Olimpiadi Invernali provando il curling, uno degli sport invernali più amati, mentre nel cortile dell’Hôtel de Ville si può ammirare l’installazione dedicata all’artista belga René Magritte, anteprima degli eventi che nel 2023 caratterizzeranno il centoventicinquesimo anniversario della nascita dell’artista. Da segnalare anche il Secret Garden al Grand Hospice, un vero e proprio giardino segreto nel cuore della città, che ospita un ricco programma di concerti acustici e spettacoli teatrali, offrendo un’alternativa più intima e raccolta ai festeggiamenti principali. La magia non finisce qui! Infatti, le celebrazioni natalizie di Bruxelles continuano nella seconda location: il villaggio natalizio del Bois de la Cambre, polmone verde della città che in questo periodo si trasforma in un vero e proprio bosco incantato per conquistare grandi e piccini con le sue giostre e i suoi giocattoli giganti, che invitano a scattare indimenticabili selfie. Anche qui gli appassionati possono trovare stand gastronomici, spettacoli di luci e attività divertenti per tutta la famiglia. Ursula Jone Gandini, Direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles, dichiara: “I nostri mercatini di Natale tornano in grande stile, regalando alla città un’atmosfera magica che la rende perfetta per trascorrere qualche giorno di vacanza, prima o durante le feste. Abbiamo dedicato molta attenzione alla sostenibilità, promuovendo il commercio equo solidale, le attività artigianali locali e garantendo una maggiore accessibilità ai disabili; abbiamo inoltre istituito un sistema per il recupero e la ridistribuzione quotidiana delle eccedenze alimentari alle persone che ne hanno bisogno. Guardiamo anche alla riduzione dei consumi energetici e dell’impatto ambientale: le decorazioni luminose, ad esempio, sono realizzate con led a basso consumo e tutto lo street food è servito con stoviglie biodegradabili e compostabili”. [post_title] => A Bruxelles la nuova edizione della rassegna di mercatini di Natale Plaisir d'Hivier [post_date] => 2022-11-23T10:38:30+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669199910000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "santanche 2" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":13,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1026,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434825","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Porta la firma degli architetti Hugo e Alessia Demetz, la nuova struttura che la famiglia Margesin, già proprietaria dell'alto-atesino Alpiana Green Luxury di Foiana, si appresta ad aprire il prossimo luglio ad Albisano, sopra Torri del Benaco, sul lago di Garda:  55 suite, 15 mila metri quadrati di superficie, una spa da 2 mila metri quadrati con sette sale per trattamenti, saune, piattaforme fitness e yoga, tre piscine, due ristoranti, 450 metri quadrati di ambiente acquatico e un panorama a oltre 180 gradi sul lago. Questi alcuni dei numeri del nuovo progetto Spa-Hideaway Cape of Senses (adults only).\r\n\r\nTutte le stanze saranno realizzate in materiali naturali e con colori essenziali: 22 saranno Junior suite vista lago, 22 suite vista lago, sette Signature spa suite vista lago, due Sky suite vista lago con jacuzzi e terrazza e infine due Sky pool suite vista lago con piscina privata 6x3 metri, su una terrazza di 100 metri quadrati e una struttura mobile per dormire guardando le stelle. Due quindi i ristoranti: il fine dining Al tramonto, con cucina gourmet à la carte e l’osteria la Pergola, con eccellente cucina tradizionale, sempre à la carte e terrazza con un panorama unico. A completare l’offerta, due bar e una palestra di 130 metri quadrati con personal trainer.\r\n\r\nIn un'area separata è stata progettata una sala per riunioni e piccoli eventi; a disposizione degli ospiti anche 60 posti auto sotterranei. Ulivi secolari e vegetazione mediterranea si estendono su tutta la proprietà. Nell'ampio giardino, aree relax, lettini, una piscina sportiva di 25 metri e una piattaforma per lo yoga inviteranno gli ospiti a rilassarsi.","post_title":"In arrivo a luglio il Cape of Senses: un all-suite sul lago di Garda","post_date":"2022-11-25T11:45:25+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1669376725000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434809","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"A trent’anni di distanza dalla realizzazione del primo importante intervento di riqualificazione urbana firmato da Renzo Piano per la sua città, con oltre 90 milioni di presenze all’attivo, Porto Antico di Genova si anima dal 29 novembre al 3 dicembre con un programma di eventi eclettico e multitarget.\r\n\r\nIl primo degli appuntamenti in programma, già sold out dopo meno di due giorni dall’annuncio, è l’incontro di martedì 29 novembre alle 18 a Porta Siberia.   Un dialogo, moderato da Mario Paternostro, tra l’architetto Renzo Piano e il presidente della società Porto Antico di Genova Mauro Ferrando che toccherà i grandi temi della riqualificazione del waterfront del capoluogo ligure, dal primo esempio di successo, l’area del Porto Antico, al Waterfront di Levante per accennare, con tutte le sue complessità, alla Genova del futuro.\r\n\r\nMercoledì 30 novembre alle 20.30, in Calata Falcone Borsellino, un grande spettacolo a ingresso libero, nel segno della migliore tradizione canora e cabarettistica della città. Quattro gli artisti genovesi che si alterneranno: Antonio Ornano con i suoi irresistibili racconti di vita; Antonella Ruggiero e il suo inarrivabile repertorio; la star internazionale della disco-dance Sabrina Salerno e il rapper Alfa, amatissimo dai giovani.\r\n\r\nSabato 3 dicembre alle ore 21 nella Sala Maestrale dei Magazzini del Cotone si terrà lo speciale concerto dell’Ensemble Simone Molinaro “Swinging in the Snow”, in collaborazione con la Fondazione Teatro Carlo Felice.\r\n\r\nDa venerdì 2 dicembre sarà inoltre riaperta al pubblico La Città dei Bambini e dei Ragazzi, realizzata in collaborazione da Porto Antico di Genova e Costa Edutainment, che si presenterà in una veste totalmente rinnovata: un “experience museum” dedicato ai cinque sensi.\r\n\r\n«30 anni fa – sottolinea il presidente Mauro Ferrando - nasceva il Porto Antico, grazie anche alla brillante intuizione dell’Architetto Renzo Piano. In questi anni, l’area è cresciuta di importanza e rappresenta, oggi, il cuore pulsante della città. Allo scadere dei 30 anni di vita, Porto Antico S.p.A., sempre per mano  dell’Architetto Piano, si ritrova protagonista dell’ambizioso progetto di riqualificazione urbana del nuovo Waterfront di levante, progetto che interessa le sue darsene, le aree a mare ed il padiglione Fieristico Jean Nouvel».\r\n\r\n«Il Porto Antico è uno dei luoghi simbolo non solo di Genova e della Liguria, è un simbolo della rinascita e della riconversione di questa città, di una visione di futuro, capace di recuperare una zona affacciata direttamente sul mare e integrarla con la città, rendendola viva e attrattiva- spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti -, il primo passo di quel percorso di crescita della città che l’ha resa, in questi ultimi anni, una meta turistica sempre più apprezzata, una città d’arte affascinante e ricca di sfaccettature. Partendo proprio dall’esempio del Porto Antico, il nostro lavoro va nella direzione di rendere sempre più forte e significativo il legame tra l’acqua e la città, riqualificando e recuperando il fronte mare con il grande lavoro del Waterfront di Levante, il grande progetto, ancora una volta firmato da Renzo Piano, destinato a rendere Genova sempre più iconica, vera capitale del Mediterraneo”.\r\n\r\nMario Zanetti, direttore generale di Costa Crociere: «Costa Crociere è lieta di essere a fianco del Porto Antico nei suoi festeggiamenti. Siamo particolarmente vicini a questa realtà, non solo in quanto compagnia genovese che ama e ha sempre sostenuto la sua città. Ma anche perché il Porto Antico è un luogo storico, nel cuore di Genova, che ha saputo rinnovarsi e diventare un volano per la trasformazione in chiave turistica di tutta città. Un processo a cui anche Costa, in oltre 70 anni di storia, ha dato il suo importante contributo».  \r\n\r\nA fianco di Porto Antico di Genova Spa, per questo importante anniversario, i partner Regione Liguria, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova, Fondazione Teatro Carlo Felice. Sponsor: Iren, Costa Crociere, Free To X.","post_title":"Genova, ricco programma di eventi per i 30 anni del Porto Antico realizzato da Renzo Piano","post_date":"2022-11-25T10:05:20+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669370720000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434776","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'Oman e la regione del Dhofar saranno più facilmente raggiungibili dall'Italia, grazie ad una maggiore capacità voli. Dal 7 dicembre prossimo, in particolare, decolleranno i nuovi voli Air Arabia: da Milano Bergamo verso Sharjah, 4 volte a settimana (martedì, mercoledì, venerdì, domenica), da Sharjah a Muscat, 2 volte a settimana (martedì, venerdì) della durata di un'ora; e uno diretto da Sharjah a Salalah due volte a settimana (martedì e venerdì), della durata di 1h45.\r\n \r\nNeos, attualmente opera un volo di domenica, con partenza da Milano Malpensa (e scalo a Roma Fiumicino), e, a partire dal 25 dicembre, aggiunge un volo da Verona con destinazione Salalah. Fra i collegamenti esistenti su Salalah, c'è anche Qatar Airways che opera con scalo a Doha e la compagnia di bandiera Oman Air, con scalo a Muscat, per procedere con un viaggio interno con destinazione Salalah. Tutti i voli citati, come pure Oman Air, fanno base all'aeroporto internazionale di Salalah che dista pochi km dal centro città ed è il secondo scalo per traffico passeggeri del Sultanato dell’Oman. \r\n \r\nSalalah è la terza città più grande del Sultanato nel Dhofar, conosciuta per il mito della Via dell’Incenso, per la sua vegetazione tropicale e i panorami mozzafiato. Affacciata sull’oceano Indiano, la regione gode di clima tropicale lungo la costa ed è coperta per buona parte dalla vasta area del deserto Rub Al Khali. Terra di forti contrasti e dal fascino leggendario; prima fra tutte la Via dell'Incenso, crocevia di popoli, conosciuta già da Marco Polo e località amata dai turisti, dichiarata anche Patrimonio Unesco.  È un mix di cultura e paesaggi naturali, il Dhofar: si passa dalla storica Mosque Sultan Qaboos, la più grande di tutta la regione, alle splendide cascate presenti sul territorio grazie al fenomeno estivo del khareef, fino ad arrivare alla spiaggia Al Mughsayl Beach.","post_title":"L'Oman punta i riflettori sulla regione del Dhofar: più voli da e per Salalah","post_date":"2022-11-25T09:40:27+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1669369227000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434772","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volotea aggiunge la destinazione Lione al network già operativo da Milano Bergamo: dal 6 aprile 2023 la città francese sarà servita con due frequenze a settimana, ogni giovedì e domenica. La nuova rotta, che prevede un’offerta complessiva di più di 27.200 posti e oltre 150 voli.\r\n“Con tre voli domestici e tre internazionali, l’offerta Volotea da Milano Bergamo è perfettamente bilanciata - ha dichiarato Valeria Rebasti, country manager Italy & Southeastern Europe del vettore -. Grazie ai nostri voli diretti e a prezzi concorrenziali, per la prossima estate i viaggiatori in partenza dal Caravaggio possono scegliere se pianificare una vacanza all’insegna del relax e del bel mare italiano oppure optare per l’estero e visitare due vivaci località francesi, come Lione e Nantes, o la capitale delle Asturie nella Spagna del Nord. Allo stesso tempo, non va dimenticato che le nuove destinazioni aumenteranno il flusso di viaggiatori incoming, desiderosi di raggiungere Milano Bergamo e visitare le bellezze dell’intero territorio lombardo, sostenendo così l’economia locale”.\r\n“La destinazione di Lione si rivela altamente strategica, sia per l’importanza della città, nota come capitale gastronomica francese e sede del più grande quartiere rinascimentale d'Europa dopo Venezia, sia perché crocevia della regione sud-orientale del Paese transalpino - ha sottolineato Giacomo Cattaneo, direttore commerciale aviation di Sacbo –. Inoltre, è motivo di soddisfazione che Volotea abbia deciso di aggiungere, ai tradizionali collegamenti domestici, tre nuove destinazioni internazionali, potenziando la sua presenza e operatività all’aeroporto di Milano Bergamo”.\r\nDiventano così 6 le destinazioni collegate dalla compagnia spagnolo all’aeroporto di Milano Bergamo, 3 in Italia (Lampedusa, Olbia e Pantelleria), 1 in Spagna (Oviedo) e 2 in Francia (Nantes e Lione).","post_title":"Volotea cresce da Milano Bergamo con una nuova rotta per Lione, dal prossimo aprile","post_date":"2022-11-25T09:30:57+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669368657000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434748","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volotea in allungo su Firenze da dove il prossimo anno decolleranno due nuovi collegamenti esclusivi per Marsiglia e Lione. Il volo per la Costa Azzurra, operativo dal 7 aprile 2023, avrà 2 frequenze settimanali, ogni lunedì e venerdì, mentre dal giorno successivo, ogni martedì e sabato, sarà possibile raggiungere Lione. Le nuove rotte d’oltralpe prevedono un’offerta complessiva di circa 40.000 posti, pari a oltre 250 voli e si affiancano ai collegamenti Volotea già annunciati in partenza dal Vespucci per un totale di 10 destinazioni, 4 in Italia e 6 all’estero. L'annuncio di una undicesima rotta in partenza dallo scalo fiorentino è attesa nelle prossime settimane.\r\nL’annuncio dei nuovi voli rafforza ulteriormente l’asse Toscana – Francia, confermando l’impegno del vettore a livello locale. Non va dimenticato poi che, grazie al suo portfolio di voli, la low-cost si classifica come seconda compagnia all’Amerigo Vespucci di Firenze per numero di mete raggiunte.\r\nNel dettaglio, le destinazioni servite da Firenze sono 5 in Francia (Bordeaux, Nantes, Tolosa, Lione e Marsiglia), 4 in Italia (Bari, Cagliari, Catania, Palermo) e 1 in Spagna (Bilbao). \r\n ","post_title":"Volotea: salgono a 10 le destinazioni da Firenze con il lancio di Marsiglia e Lione, da aprile","post_date":"2022-11-24T13:17:20+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669295840000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434715","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Emirates e flydubai al giro di boa dei primi cinque anni di partnership: i due vettori hanno dato il via alla loro collaborazione nel novembre del 2017, per offrire ai clienti opzioni di viaggio in tutto il mondo. In questi anni il network di rotte congiunte si è notevolmente ampliato consentendo a più di 11 milioni di viaggiatori di muoversi su oltre 250.000 voli.\r\nLa partnership va oltre il modello standard di codeshare e oggi include una collaborazione di rete integrata, ottimizzazione degli orari, connettività senza interruzioni con l'aeroporto internazionale di Dubai tra i Terminal 2 e 3, trasferimenti di bagagli su un unico itinerario, nonché vantaggi di fidelizzazione reciproci nell'ambito del programma fedeltà, Emirates Skywards.\r\nIn particolare, il network odierno consente ai passeggeri di scegliere tra 215 destinazioni in 98 paesi, con oltre 250 voli in codeshare; i clienti Emirates possono prenotare voli per oltre 80 destinazioni offerte da flydubai mentre i clienti di quest'ultima possono scegliere tra oltre 99 destinazioni offerte da Emirates. Le destinazioni più richieste, per affari o per piacere, includono: Kathmandu, Kuwait, Maldive, Tel Aviv e Zanzibar.","post_title":"Emirates e flydubai: oltre 11 milioni di passeggeri in cinque anni di partnership","post_date":"2022-11-24T11:37:05+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669289825000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434561","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Per la Val d’Ega, nel cuore delle Dolomiti, si preannuncia come una stagione sciistica eccezionale, che si aprirà come da tradizione in notturna il 25 novembre 2022.\r\n\r\nSe agli impianti che servono il leggendario Ski Center Latemar si aggiunge quest’anno l’avveniristica seggiovia “Campanil” di Pampeago, dotata di 29 seggiole da 6 posti ciascuna, la nuova pista “Zanggen II” a Obereggen va ad arricchire un autentico parco giochi degli sport sulla neve che, tra Obereggen e Carezza, conta già 90 km di piste, 3 circuiti da slittino, 2 snowpark e 1 nightpark, tanti sentieri per escursioni e ciaspolate in un candido panorama fiabesco e 160 km di tappeti bianchi per il fondo.\r\n\r\nTra le sorprese della stagione in arrivo, è prevista la possibilità di avventurarsi anche in inverno sul Sentiero delle Stelle che collega gli Astrovillaggi di S. Valentino in Campo e Collepietra, per immergersi nei segreti del firmamento e dell'universo in un abbraccio di montagne innevate.\r\n\r\nL’area di Carezza alza il sipario su quello che si conferma uno dei teatri invernali più amati dalle famiglie il 26 novembre. Ad attendere le piccole star di sci e snowboard con genitori al seguito, c’è il risultato di una formula magica data dalla moltiplicazione di 13 impianti di risalita per 40 km di piste perfettamente preparate (55% blu - 30% rosse - 15% nere), alle quali vanno assommati 1 Snowpark con Family Fun Line & Kids Line, 3 parchi per bambini e
1 miniclub con assistenza ai bambini, la pista da slittino “Hubertus”, quella a tema “Re Laurino”
e il percorso leggende “Re Laurino”.\r\n\r\nObereggen si presenta dal canto suo come un’esplosione di emozione e piacere, che mette a disposizione dei patiti della neve 48 km di piste di tutte le difficoltà servite da 18 impianti di risalita, snowpark e un’offerta gastronomica originale e di qualità, per un’esperienza moderna su sci, snowboard e slittino in uno scenario dal fascino eterno. Due parchi per bambini e 1 Miniclub, 4 piste da slittino e la mitologica Apline Coaster non fanno che aumentare la portata dell'offerta.\r\n\r\nEd è proprio al calar del sole che l’area sciistica prepara come di consueto l’anteprima di stagione il 25 novembre, per poi aprire ufficialmente le danze il giorno successivo. Se Il rifugio Oberholz e l’alpine club LOOX incarnano il lato più sofisticato di questa perla di montagna che parla la lingua del design, sciatori e snowboarder di ogni misura ed età troveranno pane per i loro denti all’interno dello Ski Center Latemar, eletto da skiresort.de migliore area sciistica al mondo.\r\n\r\nPer cominciare col piede giusto la stagione, Dolomiti Super Première – valida dal 26 novembre al 24 dicembre 2022 - offre una giornata gratuita ogni 4, che diventano due nel caso di permanenze di 8 giorni. La proposta copre alloggio e skipass, senza contare che anche le scuole di sci e i noleggi mettono sul piatto corsi e attrezzature a prezzi incredibilmente vantaggiosi.\r\n\r\nDue comprensori a misura di bambino non potevano poi far mancare pacchetti pensati per le famiglie delle nevi. Dall’8 al 28 gennaio e dal 19 marzo al 16 aprile 2023, Obereggen For Families offre ai piccoli sciatori l’opportunità di muovere i primi passi sugli sci, di divertirsi con l’Orso Bruno e di svagarsi su due piste da slittino, volando su tre fun slopes e sbizzarrendosi in due parchi ammantati di bianco. Inclusi nel prezzo di 1400 euro, 7 pernottamenti in MP/B&B/APP, 6 giorni Skipass Fiemme-Obereggen, Skipass gratuito per bambini sotto gli 8 anni, 6 giorni di noleggio sci e attrezzatura per bambini, 1 giorno di noleggio gratuito di una slitta e ingresso gratuito a “Brunoland”.\r\nIl comprensorio di Re Laurino risponde con Carezza All Family, valida dal 7 al 15 gennaio, dal 28 gennaio al 4 febbraio e dal 4 al 19 marzo 2022. L’offerta di 7 pernottamenti comprende alloggio e skipass gratuito per tutti i bambini sotto gli 8 anni e il 30% di sconto per i bambini fino a 16 anni, 6 giorni di Skipass Fassa-Carezza.\r\n\r\n ","post_title":"Val d'Ega, molte le novità per la nuova stagione sciistica","post_date":"2022-11-24T09:56:20+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669283780000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434725","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"A dire la verità quando Garavaglia aveva sbandierato i 2,4 miliardi per il turismo non pochi (questo giornale soprattutto) avevano storto il naso. 2,4 miliardi su 209, ci sembrava sul serio poco. Ora il nuovo ministro rimette al centro la questione. «Non è possibile» che nel Pnrr ci siano solo «2,4 miliardi» per il turismo secondo il ministro Daniela Santanchè che ha spiegato di aver avuto «una interlocuzione con il ministro Raffaele Fitto anche perché abbiamo già raggiunto tutti gli obiettivi. Faremo una battaglia per avere di più», ha aggiunto parlando della possibilità di utilizzare anche i fondi europei di coesione e sviluppi.\r\nPiù risorse\r\n«Quando è stato scritto il Pnrr eravamo in un altro mondo. Prima della guerra e dei rincari delle materie prime e oggi la paura è che le gare vadano deserte dati gli aumenti - ha sottolineato la Santanchè -. Quindi di questo bisogna tenere conto senza essere attaccati dicendo che siamo nemici di qualcuno. Non siamo nemici di nessuno. Ma abbiamo la responsabilità della execution».\r\n\r\n«Voglio rassicurare che ci saranno più risorse per il turismo in tutti i comparti, incluso quello della neve. In cinque anni - ha concluso il ministro - ho la grande ambizione che il ministero del turismo diventi 'IL' ministero, perché il turismo deve diventare la prima azienda della nostra nazione». ","post_title":"Santanchè: «2,4 miliardi del Pnrr per il turismo è troppo poco»","post_date":"2022-11-24T09:10:49+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1669281049000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434689","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Da fine novembre ai primi di gennaio, Bruxelles ospita la nuova edizione di Plaisirs d’Hiver (Winter Wonders), la rassegna di mercatini che ogni anno colora il centro cittadino di luci e lustrini, offrendo l’occasione ideale per vivere la magica atmosfera del Natale e comprare leccornie e regali.\r\n\r\nIl fulcro dell’evento è sicuramente il centro storico: il 25 novembre sarà acceso l’albero di Natale della Grand Place, alto venti metri, che quest’anno è decorato con 600 palline color champagne e 2 km di ghirlande luminose a led. Ad illuminare la piazza anche un suggestivo spettacolo di son et lumière dedicato al tema dell’inclusione e della valorizzazione delle diversità culturali, con video mapping ed effetti speciali.\r\n\r\nTutto intorno alla Grand Place, lungo un percorso di quasi 3 km che si snoda tra le vie del centro storico, si possono visitare oltre 250 chalet in legno, che propongono ogni tipo di idea regalo, tra prodotti di artigianato, addobbi natalizi, manufatti tipici e oggetti vintage. I più golosi troveranno tra le bancarelle il loro personale paradiso e potranno gustare specialità natalizie internazionali e locali, come le famose praline, le tipiche gouffre con cioccolata calda, il vin brulée e l’immancabile birra.\r\n\r\nE, ancora, la splendida ruota panoramica, giostre d’antan, recital di canti natalizi, gospel, una pista di pattinaggio su ghiaccio in Place De Brouckère e, per i bambini, un rarissimo esemplare di dinosauro lungo 45 metri, pronto ad offrire un pieno di divertimento ed avventure a tutti i suoi piccoli visitatori! Il momento migliore per visitare i mercatini è sicuramente la sera, quando l’area del Plaisirs d’Hiver si accende di suoni e luci, per un totale di 160 strade illuminate a festa.\r\n\r\nTante anche le novità: in Place de la Monnaie è stato allestito un vero e proprio villaggio après-ski dove si possono ripercorrere i fasti delle ultime Olimpiadi Invernali provando il curling, uno degli sport invernali più amati, mentre nel cortile dell’Hôtel de Ville si può ammirare l’installazione dedicata all’artista belga René Magritte, anteprima degli eventi che nel 2023 caratterizzeranno il centoventicinquesimo anniversario della nascita dell’artista. Da segnalare anche il Secret Garden al Grand Hospice, un vero e proprio giardino segreto nel cuore della città, che ospita un ricco programma di concerti acustici e spettacoli teatrali, offrendo un’alternativa più intima e raccolta ai festeggiamenti principali.\r\n\r\nLa magia non finisce qui! Infatti, le celebrazioni natalizie di Bruxelles continuano nella seconda location: il villaggio natalizio del Bois de la Cambre, polmone verde della città che in questo periodo si trasforma in un vero e proprio bosco incantato per conquistare grandi e piccini con le sue giostre e i suoi giocattoli giganti, che invitano a scattare indimenticabili selfie. Anche qui gli appassionati possono trovare stand gastronomici, spettacoli di luci e attività divertenti per tutta la famiglia.\r\n\r\nUrsula Jone Gandini, Direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles, dichiara: “I nostri mercatini di Natale tornano in grande stile, regalando alla città un’atmosfera magica che la rende perfetta per trascorrere qualche giorno di vacanza, prima o durante le feste. Abbiamo dedicato molta attenzione alla sostenibilità, promuovendo il commercio equo solidale, le attività artigianali locali e garantendo una maggiore accessibilità ai disabili; abbiamo inoltre istituito un sistema per il recupero e la ridistribuzione quotidiana delle eccedenze alimentari alle persone che ne hanno bisogno. Guardiamo anche alla riduzione dei consumi energetici e dell’impatto ambientale: le decorazioni luminose, ad esempio, sono realizzate con led a basso consumo e tutto lo street food è servito con stoviglie biodegradabili e compostabili”.","post_title":"A Bruxelles la nuova edizione della rassegna di mercatini di Natale Plaisir d'Hivier","post_date":"2022-11-23T10:38:30+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1669199910000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti