24 April 2024

Crociere 2023, alla Spezia previsti 700 mila pax (+35%), a Marina di Carrara 30 mila

[ 0 ]

Le previsioni per il 2023 indicano per il porto della Spezia l’arrivo di oltre 700.000 passeggeri (+ 35% rispetto al 2022) e per quello di Marina di Carrara circa 30.000. Valori che se confermati rappresenterebbero il record per lo scalo spezzino ed apuano.

Porti La Spezia e Carrara hanno partecipato al Seatrade Cruise Global di Fort Lauderdale. L’AdSP del Mar Ligure Orientale era presente con un proprio spazio all’interno dello stand di Assoporti, Cruise Italy. La delegazione dell’Ente, guidata dal Segretario Generale, Federica Montaresi e composta dalla responsabile Settore Promozione e Marketing dell’AdSP, Monica Fiorini e dai due rappresentanti di Spezia & Carrara Cruise Terminal, il Direttore Generale Daniele Ciulli, il Direttore Operativo Giacomo Erario, è stata impegnata in questi giorni nella promozione delle due destinazioni, La Spezia e Carrara, incontrando numerosi rappresentanti delle maggiori compagnie crocieristiche internazionali.

Quest’anno l’interesse delle compagnie che già scalano o sono interessate a scalare i porti della Spezia e Marina di Carrara si è concentrato, molto più che nel periodo pre COVID, sulle innovazioni in grado di ridurre l’impatto ambientale delle navi ed anche su azioni tese a garantire un ritorno adeguato alle città e alle loro comunità locali.

«Abbiamo illustrato ai rappresentanti delle compagnie, assieme a SCCT, tutti i nostri progetti di sviluppo infrastrutturale dedicati al settore crocieristico e al porto green in generale, con un’attenzione particolare alla sostenibilità, all’efficientamento energetico, all’utilizzo di carburanti a basso impatto ambientale e all’implementazione del cold ironing i cui lavori sono stati recentemente avviati, incontrando grande interesse da parte degli operatori – ha detto Federica Montaresi – Quello spezzino si conferma essere uno scalo molto apprezzato, i numeri sono in crescita e continuiamo così a contribuire al cluster crocieristico ligure, primo in Italia. La tendenza positiva ha trovato conferma nel corso degli incontri con le compagnie che continuano a scegliere il porto della Spezia e sono interessate ai futuri progetti di sviluppo in chiave green. Molto apprezzata la destinazione di Marina di Carrara, soprattutto alla luce delle opere previste per il nuovo waterfront che porteranno nuove opportunità anche per il turismo crocieristico».

«Puntiamo a raggiungere l’obiettivo di realizzare un terminal crociere che minimizzi l’impatto ambientale, convinti che sia la strada da seguire per far convivere porto e città, elemento senza il quale non ci sono le condizioni di business, come ci hanno ricordato tutte le Compagnie che abbiamo incontrato. I meeting di questi giorni hanno confermato l’interesse per Spezia, Carrara ed anche per il piccolo, ma affascinante scalo di Lerici. Dal punto di vista commerciale, il tentativo che stiamo facendo è quello di evitare la concentrazione degli scali su alcuni giorni della settimana, oltre a quello di promuovere gli arrivi delle navi passeggeri anche in mesi invernali, in modo da allungare la stagione turistica – ha detto Daniele Ciulli.

 

 

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466273 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' stata varata ieri presso gli stabilimenti Fincantieri di Marghera la Norwegian Aqua, unità che inaugura la classe Prima Plus di Ncl. La cerimonia sancisce il completamento dei lavori esterni effettuati sulla nave per prepararla al debutto, previsto per l’aprile del 2025. Per celebrare l’importante evento, secondo un antico rito della tradizione marinara, due monete, che simboleggiano un’offerta agli antichi dei e dee del mare in cambio di buona fortuna e di una navigazione sicura, sono state saldate sulla Aqua. Con 156.300 tonnellate di stazza lorda e una lunghezza di circa 322 metri, la nuova unità sarà più grande del 10% rispetto alle prime due navi della classe Prima, anch’esse costruite da Fincantieri, e disporrà di più offerte innovative, tra cui l’Aqua Slidecoaster, le prime montagne russe e scivolo d’acqua ibridi al mondo, il Glow Court, un nuovo complesso sportivo digitale con pavimento interattivo a Led, e la Ocean Boulevard, la passeggiata all’aperto a 360 gradi più grande mai realizzata da Ncl. La nave vanterà anche le prime Haven Duplex Suite di Ncl dotate di tre camere da letto. La nave prenderà servizio ad aprile 2025, effettuando itinerari di sette giorni nei Caraibi con partenza da Port Canaveral, in Florida. Sono previsti scali nelle destinazioni tropicali di Puerto Plata (Repubblica Dominicana), Tortola (Isole Vergini Britanniche), St. Thomas (Isole Vergini Americane) e Great Stirrup Cay, l’isola privata di Ncl alle Bahamas. Dopo la stagione caraibica, da agosto a ottobre 2025 la Aqua effettuerà itinerari di cinque e sette giorni a Bermuda partendo da New York City, e successivamente crociere di cinque e sette giorni nei Caraibi orientali con partenza da Miami, da ottobre 2025 ad aprile 2026. [post_title] => Fincantieri: varata la Norwegian Aqua, unità di debutto della classe Prima Plus di Ncl [post_date] => 2024-04-24T12:55:52+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713963352000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466234 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ripartono da oggi mercoledì 24 aprile i collegamenti SNAV da Ancona per il porto di Spalato, in Croazia. La compagnia del Gruppo MSC impegnerà sulla linea il cruise ferry MSC Aurelia, dotato di ampi spazi e comfort per i passeggeri. I collegamenti sono previsti fino ad ottobre con tre partenze settimanali, il lunedì, mercoledì e venerdì da Ancona con rientro il martedì, giovedì e la domenica da Spalato. Nei periodi di alta stagione, per offrire una maggiore disponibilità, le partenze saranno giornaliere. Per l’inizio della linea Ancona-Spalato, SNAV ha lanciato la “Promo 25 Aprile” con uno sconto fino al 20% più auto e moto gratis sul viaggio di ritorno, escluso supplementi e diritti. L’offerta è soggetta a disponibilità limitata ed è valida per le prenotazioni effettuate dal 23 al 29 aprile, per i viaggi da aprile e giugno 2024. Anche quest’anno SNAV conferma la formula “Zero Pensieri” che prevede la possibilità di cancellazione della prenotazione con rimborso del 100% (escluso i diritti di prevendita, di prenotazione e assicurazione) fino a 30 giorni prima della partenza.       [post_title] => Snav, al via i collegamenti per la Croazia con Msc Aurelia [post_date] => 2024-04-24T11:53:58+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713959638000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466031 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una proposta innovativa che vuole superare gli individualismi e puntare al benessere del Paese. E’ stata costruita al termine di un convegno sul sistema portuale, dopo il quale La Spezia ha lanciato agli altri scali dal Nord Tirreno, da Carrara a Savona,  un appello per una strategia congiunta e una collaborazione operativa che consenta di difendere i traffici esistenti, svilupparne nuovi e tutelare gli interessi dell’economia produttiva del Paese. «Da sempre – afferma Mario Sommariva, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar ligure orientale – i porti non collaborano, si combattono e perdono il vero confronto, che è quello con i porti del Nord Europa. Oggi in una situazione di allerta, La Spezia, forte dell’esperienza di successo di reale coordinamento e integrazione con Carrara, lancia un’offerta di collaborazione concreta in prima battuta a Genova e Savona, per presentarsi sul mercato come un sistema coordinato che abbia nella logistica, nelle ferrovie e nell’offerta di servizi anche supplettivi alle difficoltà altrui, la sua chiave vincente». Una richiesta di collaborazione lanciata in un momento di assoluta emergenza determinato in primis dalla situazione di tensione internazionale che penalizza il Mediterraneo. «E la risposta – aggiunge il segretario generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure orientale, Federica Montaresi – transita attraverso una risposta di sistema che oggi non è più uno slogan, bensì una necessità cogente per spendere razionalmente le risorse e per porre le grandi opere e in primis i porti al servizio  della domanda che nasce dal sistema economico del Paese uscendo anche da schemi mentali e culturali ormai obsoleti. Nel caso della Liguria coordinando e non contrapponendo lo sforzo di La Spezia e Carrara con quello di Genova e Savona che nei prossimi anni si troveranno ad affrontare l’impatto operativo proprio dei cantieri per la realizzazione delle grandi opere». «È il momento – confermato Paolo Pessina, Presidente di Assagenti – di superare le contrapposizioni e lanciare una grande operazione di marketing territoriale specie presso l’industria, italiana e no, l’immagine reale di un sistema portuale dell’arco tirrenico in grado di rispondere anche con una logistica coordinata ed efficiente alla domanda di servizi». Non casuali le conclusioni del convegno, svolte da Pierpaolo Ribuffo, Ammiraglio diventato proprio in queste ore il coordinatore del Cipom, l’organismo interministeriale incaricato di mettere fine ai conflitti di competenze fra ministeri e di concretizzare una politica del mare nel reale interesse del Paese. «Interesse – ha sottolineato Ribuffo – che può essere raggiunto solo attraverso la concretezza che è stata auspicata dal segretario Montaresi e da un effettivo interfaccia fra porto e attività produttive e industriali». [post_title] => Liguria, una proposta per coordinare i porti della Spezia, Carrara, Genova e Savona [post_date] => 2024-04-23T10:14:33+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713867273000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466028 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si avvicina sempre di più l'apertura del Bawe Island, il nuovo resort di Zinzibar della Cocoon Collection, e Azemar intensifica gli incontri con gli agenti di viaggi per parlare della novità in arrivo il prossimo giugno. Questa volta l'appuntamento si è svolto a Torino, presso il ristorante Opera. Situato a soli 15 minuti di trasferimento in barca da Stone Town, il Bawe sarà un 5 stelle luxury “one island one resort”, che garantirà agli ospiti massima privacy su un’area di 30 ettari dove sono state realizzate 70 ville di superficie compresa tra i 200 metri quadrati della Beach Villa sino ai 600 mq del Sultan Palace. Per Azemar alla serata erano presenti Alessandro Azzola (managing director Azemar e The Cocoon Collection), Loris Giusti (key account Azemar), nonché Federico Calo’ (area sales Azemar Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta). Tra gli agenti di viaggio di Torino, Elisabetta della Interasse Viaggi, Gabriella della Cercavacanze, Erika della Lumiere Viaggi, Fabrizio della Just Book, Paolo della Smiling Sun Travel, Maria Grazia della Farfalla Viaggi, Linda della Almagestum Viaggi, Giovanni della Saili Viaggi, Federica della Pianeta Gaia, Barbara della Fionda Viaggi, Stefania della Bluvacanze Le Gru, Ilaria della Yeg Viaggi, Tiziana della Gattinoni Sede, Elena della Salmenta Travel, Luca della Travel Quick, Claudia della Viaggi Chiara e Tiziana della Cta Travels. Dal resto della regione si sono inoltre presentati Luca della Ciao Viaggi di Chivasso, Andrea della Gabry e Max di Chieri, Valentina della Melaspasso Viaggi di Collegno, Silvia della Silchy Viaggi di Leinì, Filomena della Bluvacanze di Collegno e Ornella della Wanderlust Viaggi di Rivoli. [post_title] => Azemar a Torino per parlare alle adv del nuovo Bawe Island di Zanzibar [post_date] => 2024-04-22T11:11:34+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713784294000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466023 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un comparto in grande espansione a livello europeo, con 169 milioni di euro di fatturato nel 2023, 192 imprese attive e un parco auto di 3.456 unità. I numeri che arrivano da Driverso’s Analysis Lab riguardano il mercato del car hiring d’alta gamma nel Continente e segnalano anche un costo medio per noleggio di 2.916 euro per 58.074 transazioni nell’anno. La durata media dei contratti è stata di 5,4 giorni per 313.600 giornate complessive, con ricavi medi sul singolo veicolo pari a 49 mila euro. Ma c’è soprattutto un’aspettativa di crescita rilevante: il fatturato del settore è atteso a 195 milioni di euro già alla fine di quest’anno, per poi salire via via fino ai 714 milioni previsti nel 2030. Il bacino di mercato potenziale, comunque, è enorme, dato che il giro d’affari del luxury travel è calcolato oggi in 1.380 miliardi di euro. Decine di aziende, esperti, stakeholder qualificati e appassionati provenienti da tutta Europa si sono ritrovati recentemente nel suggestivo scenario del museo Maxxi di Roma per il secondo global meeting di Driverso, la piattaforma digitale europea, nata in Italia, su cui opera una quarantina di imprese del comparto. Durante l'evento sono emersi numeri, scenari e tendenze di un ramo dell’automotive che incrocia i temi del lusso, del lifestyle, dell’economia digitale e soprattutto le sempre mutevoli abitudini di consumo turistico. Durante la giornata sono intervenuti esperti del calibro di Ryan Sarver, partner Redpoints Ventures e soprattutto ex direttore della piattaforma Twitter, Massimiliano Archiapatti, ceo di Hertz Italy, Jasmine Boni-Ball, executive assistant di Tuscany Now and More, Ferruccio Rossi, direttore generale di Sanlorenzo Yacht e Maurizio Iperti, ceo di LoJack. “Il noleggio auto di alta gamma riveste un ruolo chiave nell’offerta turistica italiana e internazionale e agisce come un elemento in grado di caratterizzare e arricchire l’intera esperienza di viaggio - spiega Pierluigi Galassetti, co-founder con Saverio Castellaneta di Driverso -. Questa proposta si inserisce in un contesto in cui la clientela ricerca non solo comfort ed esclusività, ma richiede esperienze immersive e personalizzate in ogni dettaglio del soggiorno, dalla cucina all'alloggio, fino agli spostamenti in auto, che completano la gamma dei servizi. Nell’ambito del settore lusso, fortemente in crescita, la mobilità di alta gamma beneficia inoltre di un’ulteriore spinta propulsiva derivante dalla novità del servizio ancora poco conosciuto dalla maggior parte dei potenziali clienti. Per queste ragioni abbiamo stimato che in Italia e in Europa possa seguire dei trend di crescita di oltre il 20% annuo nei prossimi tre-cinque anni”.   [post_title] => Global meeting Driverso: tutto il potenziale del noleggio auto d'alta gamma [post_date] => 2024-04-22T10:52:26+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713783146000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465936 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_465939" align="alignright" width="300"] Foto Beatrice Pilotto[/caption] Masseria AuraTerrae il punto di partenza ideale per scoprire un territorio ricco di perle uniche, tra borghi storici, di mare e di terra ed esperienze local. L'antica dimora, rinnovata e trasformata in una struttura di pregio, fonde abilmente le tracce del passato con il comfort moderno. Oltre ad esperienze sensoriali uniche da sperimentare all’interno della struttura, propone coinvolgenti attività da vivere sul territorio, tra mare e terra: inediti tour in barca che prevedono la visita alla costa di Polignano ed a tutte le sue famose grotte marine, guida a bordo e aperitivo pugliese a fine tour; alcuni tour partono da San Vito, località attigua a Polignano. Altre escursioni arrivano fino a Monopoli. Chi lo desidera, può partecipare anche a tour romantici al tramonto, con biblioteca marina, musica e aperitivo ed anche godere di un’intera imbarcazione in esclusiva, per feste private a bordo. Ma la vera novità del 2024,  è l’esperienza autentica di pesca turismo con pesca sostenibile all’aragosta sulle secche di Polignano a Mare e Monopoli, in compagnia di veri pescatori locali: si partecipa a tutte le attività dell'equipaggio a bordo, alla colazione con i pescatori, si imparano a conoscere pesci e attrezzature di pesca; è incluso un delizioso momento di condivisione del pescato fresco appena colto. Per chi ama esplorare l’entroterra, la struttura organizza romantici tour in carrozza per conoscere i dintorni, tra piacevoli stradine di campagna e scorci panoramici con vista sul mare. O ancora piacevoli e-bike tour (di circa 4 h) che, attraversando caratteristiche contrade ricche di vigneti ed uliveti, accompagnano a due piccoli borghi tutti da scoprire: Conversano, con  il suo centro storico ed i meravigliosi monumenti. AuraTerrae offre l’opportunità di scoprire anche autonomamente le mete circostanti più note: oltre alla vicina Polignano, a soli 15 min di auto, si trovano le sopracitate Conversano e Monopoli, o ancora le Grotte di Castellana, spettacolare complesso di cavità sotterranee di origine carsica. Ma AuraTerrae è anche l’hotel perfetto da cui partire alla scoperta di borghi e città interessanti, ma meno conosciuti: come ad esempio Rutigliano, patria dei fischietti in terracotta; Bitetto, un borgo storico che è un viaggio sulle tracce dei Templari; Adelfia, un inno al folklore delle feste popolari; Casamassima, l’unico borgo azzurro in Italia. Su richiesta, la struttura organizza transfer con NCC su itinerari selezionati e noleggio auto senza conducente. [post_title] => Masseria AuraTerrae, tour e attività per vivere sul territorio, tra mare e terra [post_date] => 2024-04-19T12:48:16+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713530896000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465912 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_402267" align="alignleft" width="300"] Angelo Cartelli[/caption] Dopo il successo dell’Half Marathon di Rimini dello scorso week-end, Club del Sole supporta due importanti eventi nel mondo outdoor e delle due ruote: la Giornata del Ciclismo giovanile, in programma il 21 aprile e l’Emilia-Romagna Bike Trail, previsto giovedì 25. Ambedue le manifestazioni avranno come palcoscenico la regione dell’Emilia-Romagna e, in particolare, le strutture firmate Club del Sole di Bologna, Lido di Spina, Punta Marina Terme e Riccione. Angelo E. Cartelli, Ddrettore generale di Club del Sole dichiara: Gli eventi sportivi si sposano perfettamente con il nostro dna e con il nostro modello ricettivo innovativo - Full Life Holidays - che racconta di un’esperienza di vacanza completa, in cui la natura è l’elemento che moltiplica e aumenta il comfort. Nelle nostre strutture promuoviamo infatti una vacanza active&healthy dove, fra le diverse proposte, spicca il progetto Bike Experience, potenziato lo scorso anno, con il quale proponiamo ospitalità full service ed esperienze dedicate a chi vuole aggiungere l’energia di una pedalata in bici alla propria vacanza nella natura».  Prima iniziativa in calendario - la 5° Giornata del Ciclismo giovanile - che avrà come punto di partenza e arrivo il Romagna Family Village. Un’opportunità unica per coinvolgere la partecipazione attiva dei giovani, promuovere spirito e pratica sportiva come elemento formativo e favorire attività all’aria aperta. La gara, inclusa nel calendario ufficiale della Federazione Ciclistica Italiana che ha visto 650 iscritti lo scorso anno, si svilupperà fra le strade di Riccione in un circuito che sarà ripetuto più volte a seconda delle categorie dei partecipanti. Il giorno della Festa della Liberazione andrà in scena, invece, l’Emilia-Romagna Bike Trail, quattro percorsi differenti che porteranno sportivi ed appassionati a scoprire, su due ruote, i paesaggi pittoreschi del territorio emiliano – romagnolo fra sentieri collinari, strade ghiaiate, oasi lagunari e borghi storici fino a raggiungere il mare. L’iniziativa non prevede nessun cronometro e limiti di tempo e coinvolgerà ben 4 strutture del gruppo: dalla partenza al Centro Turistico Città di Bologna, passando per lo Spina Family Camping Village e l’Adriano Family Camping Village per tagliare il traguardo al Romagna Family Village. L’evento, quest’anno alla Quinta Edizione e di cui Club del Sole è Hospitality partner, ogni anno incrementa il numero degli iscritti, a conferma di un crescente interesse verso l’attività, contandone quest’anno oltre 300 (+50 % rispetto all’edizione 2023). [post_title] => Club del Sole supporta due importanti eventi outdoor e su due ruote [post_date] => 2024-04-19T11:12:12+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713525132000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465780 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sarà l’elegante Venaria Reale, gioiello nel cuore del Piemonte, la protagonista della grande partenza della 107° edizione del Giro d’Italia 2024 il prossimo 4 maggio. La città, che nel 2025 sarà anche Capitale europea dello sport, offre una combinazione unica di patrimonio culturale e natura, da scoprire in occasione del grande appuntamento sportivo (e non solo) con itinerari da percorrere a piedi o in bici. Si parte all’esplorazione della città dalla Reggia di Venaria Reale, grandioso complesso che con i suoi 80mila metri quadrati di edificio monumentale e 60 ettari di giardini, è uno dei luoghi iconici del nostro Paese. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 1997, è aperta al pubblico dal 2007 dopo essere stata il cantiere di restauro più rilevante d’Europa per i beni culturali. La Reggia vanta alcune delle più alte espressioni del barocco universale: l'incantevole scenario della Sala di Diana progettato da Amedeo di Castellamonte, la solennità della Galleria Grande e della Cappella di Sant’Uberto con l’immenso complesso delle Scuderie, opere settecentesche di Filippo Juvarra, le fastose decorazioni, il celebre Bucintoro e la spettacolare Fontana del Cervo nella Corte d’onore rappresentano la cornice ideale del Teatro di Storia e Magnificenza, il percorso espositivo dedicato ai Savoia che accompagna il visitatore lungo quasi 2.000 metri, tra piano interrato e piano nobile della Reggia. In occasione della partenza del Giro d’Italia la Reggia di Venaria propone per la visita delle tariffe speciali. La visita prosegue nel centro storico: uscendo dalla Torre dell’orologio della Reggia, si attraversa Piazza a Esedra (oggi Piazza della Repubblica) e ci si incammina lungo via Mensa, animata da locali e caffè dove sostare per uno spuntino o assaggiare i prodotti enogastronomici del territorio. Da qui si giunge nella Piazza della SS. Annunziata, elegante piazza e cuore del seicentesco borgo di Venaria Reale. La piazza è dedicata all’Annunciazione di Maria, rappresentata dalle due statue, opera di Giuseppe Maria e Giovanni Domenico Carlone (1678), scultori luganesi, autori anche delle statue dei quattro Evangelisti collocate sempre sulla piazza. Sulla piazza un tempo si affacciavano due locali: Nuova Cernaia (tutt’oggi in attività) e Vecchia Cernaia (ora scomparso), denominati così in ricordo della guerra di Crimea, poiché l'artiglieria impegnata nel conflitto era partita proprio da Venaria. E' possibile spingersi alla scoperta delle vie che si snodano dal centro, cercando i molti scorsi ancora autentici della cittadina. In particolare Via Boglione, che era la sede di alcune attività artigianali com il maniscalco, la tipografia e l’erboristeria, e Via Pavesio, dove ci si immerge ancora una volta nel tempo passato camminando lungo l’edificio delle Corte pagliere, le scuderie e la Cavallerizza Lamarmora. In alternativa chi ama passeggiare nel verde urbano può percorrere i sentieri lungo la Ceronda, l’ampio torrente affluente della Stura che bagna Venaria. Un’esperienza totally green è il Parco della Mandria, un vasto parco naturale che offre splendide opportunità per escursioni, e osservazione della fauna selvatica e rappresenta il principale polmone verde dell’area torinese. Si tratta del più antico e conservato esempio di bosco planiziale (cioè in pianura) del Piemonte. Per la sera non mancano le proposte, tra cui spicca il Teatro della Concordia, cuore culturale dell’intero territorio nord ovest di Torino che compie venti anni di attività proprio nel 2024. Il suo cartellone spazia dalla stand up comedy alla grande prosa, dagli spettacoli per famiglie ai concerti. Ma non manca una tappa per i più golosi. Impossibile partire da Venaria Reale senza aver assaggiato il Canestrello di Altessano, dolce povero ma saporito che già un secolo fa faceva parlare di sé politici e letterati come Michele Lessona, venariese doc e senatore del Regno.         [post_title] => Venaria Reale, meta insolita da scoprire sulla scia del Giro d'Italia [post_date] => 2024-04-18T10:58:22+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713437902000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465744 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo Milano, che ospitò la prima edizione nel 2022, Casa Vallonia ha scelto Torino per presentare la regione più interna francofona del Belgio. L’appuntamento biennale, organizzato dalla Rappresentanza Economica della Vallonia  (AWEx), in collaborazione con Wallonie-Bruxelles International (Wbi) e VisitWallonia, ha offerto una visione a 360° in ambito turistico, accademico, culturale ed economico a riconferma dei legami fra Belgio e Italia, Paesi fondatori dell’Unione europea. Introdotti da Pierre-Emmanuel De Bauw, ambasciatore del Belgio in Italia, Silvia Lenzi e Romano Simonelli, rispettivamente italian market manager e trade development account VisitWallonia, affiancati dal ceo di VisitWallonia, Etienne Claude, hanno presentato una destinazione che nel 2023 ha registrato un +14,3% di pernottamenti dei turisti italiani rispetto al 2022 (dato provvisorio), confermando l’Italia come quinto mercato di provenienza. Charleroi, aeroporto collegato a 23 scali italiani, è una delle porte di accesso di questa regione di circa 17.000 kmq incastonata fra Francia, Germania e Lussemburgo. Meta trendy che, grazie alla sua versatilità, è congeniale a turisti dai molteplici interessi. Dalla storia che spazia da Waterloo, il cui nome rimanda alla disfatta di Napoleone alle foreste delle Ardenne, teatro di molti scontri della Prima e della Seconda Guerra Mondiale ma anche scenario unico di percorsi trekking e di cicloturismo; ai richiami mistici dei 7 Cammini di Santiago e delle abbazie trappiste. E ancora i 50 beni materiali ed immateriali del Patrimonio Unesco, e 1500 castelli e dimore storiche privati ma visitabili, in parte trasformati in hotel. Punta di diamante di una ricettività dal buon rapporto qualità – prezzo che contempla anche confortevoli ostelli, campeggi classici o glamping, ma anche originali soluzioni in lodges, carovane circensi e case galleggianti. Capace di sorprendere, la Vallonia punta a rafforzare la propria identità fidelizzando la clientela ed aumentando i pernottamenti e la spesa procapite. Obiettivo che impegna VisitWallonia su più fronti. «Stiamo implementando il sito con pagine dedicate a chi viaggia in moto e offerte per i camperisti - dichiara Silva Lenzi - al tempo stesso, lavoriamo a prodotti per tutti, dalle famiglie alle coppie. Per tour operator e agenzie di viaggi, optiamo per una formazione “one to one” che consente di seguirli costantemente». [post_title] => La Vallonia punta ad aumentare pernottamenti e spesa dei turisti italiani [post_date] => 2024-04-17T12:26:32+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713356792000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "crociere 2023 alla spezia previsti 700 mila pax 35 marina carrara 30 mila" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":41,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1043,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466273","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' stata varata ieri presso gli stabilimenti Fincantieri di Marghera la Norwegian Aqua, unità che inaugura la classe Prima Plus di Ncl. La cerimonia sancisce il completamento dei lavori esterni effettuati sulla nave per prepararla al debutto, previsto per l’aprile del 2025. Per celebrare l’importante evento, secondo un antico rito della tradizione marinara, due monete, che simboleggiano un’offerta agli antichi dei e dee del mare in cambio di buona fortuna e di una navigazione sicura, sono state saldate sulla Aqua.\r\n\r\nCon 156.300 tonnellate di stazza lorda e una lunghezza di circa 322 metri, la nuova unità sarà più grande del 10% rispetto alle prime due navi della classe Prima, anch’esse costruite da Fincantieri, e disporrà di più offerte innovative, tra cui l’Aqua Slidecoaster, le prime montagne russe e scivolo d’acqua ibridi al mondo, il Glow Court, un nuovo complesso sportivo digitale con pavimento interattivo a Led, e la Ocean Boulevard, la passeggiata all’aperto a 360 gradi più grande mai realizzata da Ncl. La nave vanterà anche le prime Haven Duplex Suite di Ncl dotate di tre camere da letto.\r\n\r\nLa nave prenderà servizio ad aprile 2025, effettuando itinerari di sette giorni nei Caraibi con partenza da Port Canaveral, in Florida. Sono previsti scali nelle destinazioni tropicali di Puerto Plata (Repubblica Dominicana), Tortola (Isole Vergini Britanniche), St. Thomas (Isole Vergini Americane) e Great Stirrup Cay, l’isola privata di Ncl alle Bahamas. Dopo la stagione caraibica, da agosto a ottobre 2025 la Aqua effettuerà itinerari di cinque e sette giorni a Bermuda partendo da New York City, e successivamente crociere di cinque e sette giorni nei Caraibi orientali con partenza da Miami, da ottobre 2025 ad aprile 2026.","post_title":"Fincantieri: varata la Norwegian Aqua, unità di debutto della classe Prima Plus di Ncl","post_date":"2024-04-24T12:55:52+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1713963352000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466234","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ripartono da oggi mercoledì 24 aprile i collegamenti SNAV da Ancona per il porto di Spalato, in Croazia.\r\n\r\nLa compagnia del Gruppo MSC impegnerà sulla linea il cruise ferry MSC Aurelia, dotato di ampi spazi e comfort per i passeggeri.\r\n\r\nI collegamenti sono previsti fino ad ottobre con tre partenze settimanali, il lunedì, mercoledì e venerdì da Ancona con rientro il martedì, giovedì e la domenica da Spalato. Nei periodi di alta stagione, per offrire una maggiore disponibilità, le partenze saranno giornaliere.\r\n\r\nPer l’inizio della linea Ancona-Spalato, SNAV ha lanciato la “Promo 25 Aprile” con uno sconto fino al 20% più auto e moto gratis sul viaggio di ritorno, escluso supplementi e diritti. L’offerta è soggetta a disponibilità limitata ed è valida per le prenotazioni effettuate dal 23 al 29 aprile, per i viaggi da aprile e giugno 2024.\r\n\r\nAnche quest’anno SNAV conferma la formula “Zero Pensieri” che prevede la possibilità di cancellazione della prenotazione con rimborso del 100% (escluso i diritti di prevendita, di prenotazione e assicurazione) fino a 30 giorni prima della partenza.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Snav, al via i collegamenti per la Croazia con Msc Aurelia","post_date":"2024-04-24T11:53:58+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1713959638000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466031","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una proposta innovativa che vuole superare gli individualismi e puntare al benessere del Paese. E’ stata costruita al termine di un convegno sul sistema portuale, dopo il quale La Spezia ha lanciato agli altri scali dal Nord Tirreno, da Carrara a Savona,  un appello per una strategia congiunta e una collaborazione operativa che consenta di difendere i traffici esistenti, svilupparne nuovi e tutelare gli interessi dell’economia produttiva del Paese.\r\n\r\n«Da sempre – afferma Mario Sommariva, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar ligure orientale – i porti non collaborano, si combattono e perdono il vero confronto, che è quello con i porti del Nord Europa. Oggi in una situazione di allerta, La Spezia, forte dell’esperienza di successo di reale coordinamento e integrazione con Carrara, lancia un’offerta di collaborazione concreta in prima battuta a Genova e Savona, per presentarsi sul mercato come un sistema coordinato che abbia nella logistica, nelle ferrovie e nell’offerta di servizi anche supplettivi alle difficoltà altrui, la sua chiave vincente».\r\n\r\nUna richiesta di collaborazione lanciata in un momento di assoluta emergenza determinato in primis dalla situazione di tensione internazionale che penalizza il Mediterraneo. «E la risposta – aggiunge il segretario generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure orientale, Federica Montaresi – transita attraverso una risposta di sistema che oggi non è più uno slogan, bensì una necessità cogente per spendere razionalmente le risorse e per porre le grandi opere e in primis i porti al servizio  della domanda che nasce dal sistema economico del Paese uscendo anche da schemi mentali e culturali ormai obsoleti. Nel caso della Liguria coordinando e non contrapponendo lo sforzo di La Spezia e Carrara con quello di Genova e Savona che nei prossimi anni si troveranno ad affrontare l’impatto operativo proprio dei cantieri per la realizzazione delle grandi opere».\r\n\r\n«È il momento – confermato Paolo Pessina, Presidente di Assagenti – di superare le contrapposizioni e lanciare una grande operazione di marketing territoriale specie presso l’industria, italiana e no, l’immagine reale di un sistema portuale dell’arco tirrenico in grado di rispondere anche con una logistica coordinata ed efficiente alla domanda di servizi».\r\n\r\nNon casuali le conclusioni del convegno, svolte da Pierpaolo Ribuffo, Ammiraglio diventato proprio in queste ore il coordinatore del Cipom, l’organismo interministeriale incaricato di mettere fine ai conflitti di competenze fra ministeri e di concretizzare una politica del mare nel reale interesse del Paese. «Interesse – ha sottolineato Ribuffo – che può essere raggiunto solo attraverso la concretezza che è stata auspicata dal segretario Montaresi e da un effettivo interfaccia fra porto e attività produttive e industriali».","post_title":"Liguria, una proposta per coordinare i porti della Spezia, Carrara, Genova e Savona","post_date":"2024-04-23T10:14:33+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1713867273000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466028","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si avvicina sempre di più l'apertura del Bawe Island, il nuovo resort di Zinzibar della Cocoon Collection, e Azemar intensifica gli incontri con gli agenti di viaggi per parlare della novità in arrivo il prossimo giugno. Questa volta l'appuntamento si è svolto a Torino, presso il ristorante Opera. Situato a soli 15 minuti di trasferimento in barca da Stone Town, il Bawe sarà un 5 stelle luxury “one island one resort”, che garantirà agli ospiti massima privacy su un’area di 30 ettari dove sono state realizzate 70 ville di superficie compresa tra i 200 metri quadrati della Beach Villa sino ai 600 mq del Sultan Palace.\r\n\r\nPer Azemar alla serata erano presenti Alessandro Azzola (managing director Azemar e The Cocoon Collection), Loris Giusti (key account Azemar), nonché Federico Calo’ (area sales Azemar Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta). Tra gli agenti di viaggio di Torino, Elisabetta della Interasse Viaggi, Gabriella della Cercavacanze, Erika della Lumiere Viaggi, Fabrizio della Just Book, Paolo della Smiling Sun Travel, Maria Grazia della Farfalla Viaggi, Linda della Almagestum Viaggi, Giovanni della Saili Viaggi, Federica della Pianeta Gaia, Barbara della Fionda Viaggi, Stefania della Bluvacanze Le Gru, Ilaria della Yeg Viaggi, Tiziana della Gattinoni Sede, Elena della Salmenta Travel, Luca della Travel Quick, Claudia della Viaggi Chiara e Tiziana della Cta Travels. Dal resto della regione si sono inoltre presentati Luca della Ciao Viaggi di Chivasso, Andrea della Gabry e Max di Chieri, Valentina della Melaspasso Viaggi di Collegno, Silvia della Silchy Viaggi di Leinì, Filomena della Bluvacanze di Collegno e Ornella della Wanderlust Viaggi di Rivoli.","post_title":"Azemar a Torino per parlare alle adv del nuovo Bawe Island di Zanzibar","post_date":"2024-04-22T11:11:34+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1713784294000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466023","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un comparto in grande espansione a livello europeo, con 169 milioni di euro di fatturato nel 2023, 192 imprese attive e un parco auto di 3.456 unità. I numeri che arrivano da Driverso’s Analysis Lab riguardano il mercato del car hiring d’alta gamma nel Continente e segnalano anche un costo medio per noleggio di 2.916 euro per 58.074 transazioni nell’anno. La durata media dei contratti è stata di 5,4 giorni per 313.600 giornate complessive, con ricavi medi sul singolo veicolo pari a 49 mila euro. Ma c’è soprattutto un’aspettativa di crescita rilevante: il fatturato del settore è atteso a 195 milioni di euro già alla fine di quest’anno, per poi salire via via fino ai 714 milioni previsti nel 2030. Il bacino di mercato potenziale, comunque, è enorme, dato che il giro d’affari del luxury travel è calcolato oggi in 1.380 miliardi di euro.\r\n\r\nDecine di aziende, esperti, stakeholder qualificati e appassionati provenienti da tutta Europa si sono ritrovati recentemente nel suggestivo scenario del museo Maxxi di Roma per il secondo global meeting di Driverso, la piattaforma digitale europea, nata in Italia, su cui opera una quarantina di imprese del comparto. Durante l'evento sono emersi numeri, scenari e tendenze di un ramo dell’automotive che incrocia i temi del lusso, del lifestyle, dell’economia digitale e soprattutto le sempre mutevoli abitudini di consumo turistico. Durante la giornata sono intervenuti esperti del calibro di Ryan Sarver, partner Redpoints Ventures e soprattutto ex direttore della piattaforma Twitter, Massimiliano Archiapatti, ceo di Hertz Italy, Jasmine Boni-Ball, executive assistant di Tuscany Now and More, Ferruccio Rossi, direttore generale di Sanlorenzo Yacht e Maurizio Iperti, ceo di LoJack.\r\n\r\n“Il noleggio auto di alta gamma riveste un ruolo chiave nell’offerta turistica italiana e internazionale e agisce come un elemento in grado di caratterizzare e arricchire l’intera esperienza di viaggio - spiega Pierluigi Galassetti, co-founder con Saverio Castellaneta di Driverso -. Questa proposta si inserisce in un contesto in cui la clientela ricerca non solo comfort ed esclusività, ma richiede esperienze immersive e personalizzate in ogni dettaglio del soggiorno, dalla cucina all'alloggio, fino agli spostamenti in auto, che completano la gamma dei servizi. Nell’ambito del settore lusso, fortemente in crescita, la mobilità di alta gamma beneficia inoltre di un’ulteriore spinta propulsiva derivante dalla novità del servizio ancora poco conosciuto dalla maggior parte dei potenziali clienti. Per queste ragioni abbiamo stimato che in Italia e in Europa possa seguire dei trend di crescita di oltre il 20% annuo nei prossimi tre-cinque anni”.\r\n\r\n ","post_title":"Global meeting Driverso: tutto il potenziale del noleggio auto d'alta gamma","post_date":"2024-04-22T10:52:26+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1713783146000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465936","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_465939\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Foto Beatrice Pilotto[/caption]\r\n\r\nMasseria AuraTerrae il punto di partenza ideale per scoprire un territorio ricco di perle uniche, tra borghi storici, di mare e di terra ed esperienze local.\r\n\r\nL'antica dimora, rinnovata e trasformata in una struttura di pregio, fonde abilmente le tracce del passato con il comfort moderno.\r\n\r\nOltre ad esperienze sensoriali uniche da sperimentare all’interno della struttura, propone coinvolgenti attività da vivere sul territorio, tra mare e terra: inediti tour in barca che prevedono la visita alla costa di Polignano ed a tutte le sue famose grotte marine, guida a bordo e aperitivo pugliese a fine tour; alcuni tour partono da San Vito, località attigua a Polignano. Altre escursioni arrivano fino a Monopoli. Chi lo desidera, può partecipare anche a tour romantici al tramonto, con biblioteca marina, musica e aperitivo ed anche godere di un’intera imbarcazione in esclusiva, per feste private a bordo.\r\n\r\nMa la vera novità del 2024,  è l’esperienza autentica di pesca turismo con pesca sostenibile all’aragosta sulle secche di Polignano a Mare e Monopoli, in compagnia di veri pescatori locali: si partecipa a tutte le attività dell'equipaggio a bordo, alla colazione con i pescatori, si imparano a conoscere pesci e attrezzature di pesca; è incluso un delizioso momento di condivisione del pescato fresco appena colto.\r\n\r\nPer chi ama esplorare l’entroterra, la struttura organizza romantici tour in carrozza per conoscere i dintorni, tra piacevoli stradine di campagna e scorci panoramici con vista sul mare. O ancora piacevoli e-bike tour (di circa 4 h) che, attraversando caratteristiche contrade ricche di vigneti ed uliveti, accompagnano a due piccoli borghi tutti da scoprire: Conversano, con  il suo centro storico ed i meravigliosi monumenti.\r\n\r\nAuraTerrae offre l’opportunità di scoprire anche autonomamente le mete circostanti più note: oltre alla vicina Polignano, a soli 15 min di auto, si trovano le sopracitate Conversano e Monopoli, o ancora le Grotte di Castellana, spettacolare complesso di cavità sotterranee di origine carsica.\r\n\r\nMa AuraTerrae è anche l’hotel perfetto da cui partire alla scoperta di borghi e città interessanti, ma meno conosciuti: come ad esempio Rutigliano, patria dei fischietti in terracotta; Bitetto, un borgo storico che è un viaggio sulle tracce dei Templari; Adelfia, un inno al folklore delle feste popolari; Casamassima, l’unico borgo azzurro in Italia.\r\n\r\nSu richiesta, la struttura organizza transfer con NCC su itinerari selezionati e noleggio auto senza conducente.","post_title":"Masseria AuraTerrae, tour e attività per vivere sul territorio, tra mare e terra","post_date":"2024-04-19T12:48:16+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1713530896000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465912","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_402267\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Angelo Cartelli[/caption]\r\n\r\nDopo il successo dell’Half Marathon di Rimini dello scorso week-end, Club del Sole supporta due importanti eventi nel mondo outdoor e delle due ruote: la Giornata del Ciclismo giovanile, in programma il 21 aprile e l’Emilia-Romagna Bike Trail, previsto giovedì 25. Ambedue le manifestazioni avranno come palcoscenico la regione dell’Emilia-Romagna e, in particolare, le strutture firmate Club del Sole di Bologna, Lido di Spina, Punta Marina Terme e Riccione.\r\n\r\nAngelo E. Cartelli, Ddrettore generale di Club del Sole dichiara: Gli eventi sportivi si sposano perfettamente con il nostro dna e con il nostro modello ricettivo innovativo - Full Life Holidays - che racconta di un’esperienza di vacanza completa, in cui la natura è l’elemento che moltiplica e aumenta il comfort. Nelle nostre strutture promuoviamo infatti una vacanza active&healthy dove, fra le diverse proposte, spicca il progetto Bike Experience, potenziato lo scorso anno, con il quale proponiamo ospitalità full service ed esperienze dedicate a chi vuole aggiungere l’energia di una pedalata in bici alla propria vacanza nella natura».\r\n\r\n Prima iniziativa in calendario - la 5° Giornata del Ciclismo giovanile - che avrà come punto di partenza e arrivo il Romagna Family Village. Un’opportunità unica per coinvolgere la partecipazione attiva dei giovani, promuovere spirito e pratica sportiva come elemento formativo e favorire attività all’aria aperta. La gara, inclusa nel calendario ufficiale della Federazione Ciclistica Italiana che ha visto 650 iscritti lo scorso anno, si svilupperà fra le strade di Riccione in un circuito che sarà ripetuto più volte a seconda delle categorie dei partecipanti.\r\n\r\nIl giorno della Festa della Liberazione andrà in scena, invece, l’Emilia-Romagna Bike Trail, quattro percorsi differenti che porteranno sportivi ed appassionati a scoprire, su due ruote, i paesaggi pittoreschi del territorio emiliano – romagnolo fra sentieri collinari, strade ghiaiate, oasi lagunari e borghi storici fino a raggiungere il mare. L’iniziativa non prevede nessun cronometro e limiti di tempo e coinvolgerà ben 4 strutture del gruppo: dalla partenza al Centro Turistico Città di Bologna, passando per lo Spina Family Camping Village e l’Adriano Family Camping Village per tagliare il traguardo al Romagna Family Village.\r\n\r\nL’evento, quest’anno alla Quinta Edizione e di cui Club del Sole è Hospitality partner, ogni anno incrementa il numero degli iscritti, a conferma di un crescente interesse verso l’attività, contandone quest’anno oltre 300 (+50 % rispetto all’edizione 2023).","post_title":"Club del Sole supporta due importanti eventi outdoor e su due ruote","post_date":"2024-04-19T11:12:12+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1713525132000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465780","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sarà l’elegante Venaria Reale, gioiello nel cuore del Piemonte, la protagonista della grande partenza della 107° edizione del Giro d’Italia 2024 il prossimo 4 maggio.\r\n\r\nLa città, che nel 2025 sarà anche Capitale europea dello sport, offre una combinazione unica di patrimonio culturale e natura, da scoprire in occasione del grande appuntamento sportivo (e non solo) con itinerari da percorrere a piedi o in bici.\r\n\r\nSi parte all’esplorazione della città dalla Reggia di Venaria Reale, grandioso complesso che con i suoi 80mila metri quadrati di edificio monumentale e 60 ettari di giardini, è uno dei luoghi iconici del nostro Paese. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 1997, è aperta al pubblico dal 2007 dopo essere stata il cantiere di restauro più rilevante d’Europa per i beni culturali. La Reggia vanta alcune delle più alte espressioni del barocco universale: l'incantevole scenario della Sala di Diana progettato da Amedeo di Castellamonte, la solennità della Galleria Grande e della Cappella di Sant’Uberto con l’immenso complesso delle Scuderie, opere settecentesche di Filippo Juvarra, le fastose decorazioni, il celebre Bucintoro e la spettacolare Fontana del Cervo nella Corte d’onore rappresentano la cornice ideale del Teatro di Storia e Magnificenza, il percorso espositivo dedicato ai Savoia che accompagna il visitatore lungo quasi 2.000 metri, tra piano interrato e piano nobile della Reggia. In occasione della partenza del Giro d’Italia la Reggia di Venaria propone per la visita delle tariffe speciali.\r\n\r\nLa visita prosegue nel centro storico: uscendo dalla Torre dell’orologio della Reggia, si attraversa Piazza a Esedra (oggi Piazza della Repubblica) e ci si incammina lungo via Mensa, animata da locali e caffè dove sostare per uno spuntino o assaggiare i prodotti enogastronomici del territorio.\r\n\r\nDa qui si giunge nella Piazza della SS. Annunziata, elegante piazza e cuore del seicentesco borgo di Venaria Reale. La piazza è dedicata all’Annunciazione di Maria, rappresentata dalle due statue, opera di Giuseppe Maria e Giovanni Domenico Carlone (1678), scultori luganesi, autori anche delle statue dei quattro Evangelisti collocate sempre sulla piazza. Sulla piazza un tempo si affacciavano due locali: Nuova Cernaia (tutt’oggi in attività) e Vecchia Cernaia (ora scomparso), denominati così in ricordo della guerra di Crimea, poiché l'artiglieria impegnata nel conflitto era partita proprio da Venaria.\r\n\r\nE' possibile spingersi alla scoperta delle vie che si snodano dal centro, cercando i molti scorsi ancora autentici della cittadina. In particolare Via Boglione, che era la sede di alcune attività artigianali com il maniscalco, la tipografia e l’erboristeria, e Via Pavesio, dove ci si immerge ancora una volta nel tempo passato camminando lungo l’edificio delle Corte pagliere, le scuderie e la Cavallerizza Lamarmora.\r\n\r\nIn alternativa chi ama passeggiare nel verde urbano può percorrere i sentieri lungo la Ceronda, l’ampio torrente affluente della Stura che bagna Venaria.\r\n\r\nUn’esperienza totally green è il Parco della Mandria, un vasto parco naturale che offre splendide opportunità per escursioni, e osservazione della fauna selvatica e rappresenta il principale polmone verde dell’area torinese. Si tratta del più antico e conservato esempio di bosco planiziale (cioè in pianura) del Piemonte.\r\n\r\nPer la sera non mancano le proposte, tra cui spicca il Teatro della Concordia, cuore culturale dell’intero territorio nord ovest di Torino che compie venti anni di attività proprio nel 2024. Il suo cartellone spazia dalla stand up comedy alla grande prosa, dagli spettacoli per famiglie ai concerti.\r\n\r\nMa non manca una tappa per i più golosi. Impossibile partire da Venaria Reale senza aver assaggiato il Canestrello di Altessano, dolce povero ma saporito che già un secolo fa faceva parlare di sé politici e letterati come Michele Lessona, venariese doc e senatore del Regno.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Venaria Reale, meta insolita da scoprire sulla scia del Giro d'Italia","post_date":"2024-04-18T10:58:22+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1713437902000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465744","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dopo Milano, che ospitò la prima edizione nel 2022, Casa Vallonia ha scelto Torino per presentare la regione più interna francofona del Belgio. L’appuntamento biennale, organizzato dalla Rappresentanza Economica della Vallonia  (AWEx), in collaborazione con Wallonie-Bruxelles International (Wbi) e VisitWallonia, ha offerto una visione a 360° in ambito turistico, accademico, culturale ed economico a riconferma dei legami fra Belgio e Italia, Paesi fondatori dell’Unione europea.\r\n\r\nIntrodotti da Pierre-Emmanuel De Bauw, ambasciatore del Belgio in Italia, Silvia Lenzi e Romano Simonelli, rispettivamente italian market manager e trade development account VisitWallonia, affiancati dal ceo di VisitWallonia, Etienne Claude, hanno presentato una destinazione che nel 2023 ha registrato un +14,3% di pernottamenti dei turisti italiani rispetto al 2022 (dato provvisorio), confermando l’Italia come quinto mercato di provenienza.\r\n\r\nCharleroi, aeroporto collegato a 23 scali italiani, è una delle porte di accesso di questa regione di circa 17.000 kmq incastonata fra Francia, Germania e Lussemburgo. Meta trendy che, grazie alla sua versatilità, è congeniale a turisti dai molteplici interessi. Dalla storia che spazia da Waterloo, il cui nome rimanda alla disfatta di Napoleone alle foreste delle Ardenne, teatro di molti scontri della Prima e della Seconda Guerra Mondiale ma anche scenario unico di percorsi trekking e di cicloturismo; ai richiami mistici dei 7 Cammini di Santiago e delle abbazie trappiste.\r\n\r\nE ancora i 50 beni materiali ed immateriali del Patrimonio Unesco, e 1500 castelli e dimore storiche privati ma visitabili, in parte trasformati in hotel. Punta di diamante di una ricettività dal buon rapporto qualità – prezzo che contempla anche confortevoli ostelli, campeggi classici o glamping, ma anche originali soluzioni in lodges, carovane circensi e case galleggianti.\r\n\r\nCapace di sorprendere, la Vallonia punta a rafforzare la propria identità fidelizzando la clientela ed aumentando i pernottamenti e la spesa procapite. Obiettivo che impegna VisitWallonia su più fronti. «Stiamo implementando il sito con pagine dedicate a chi viaggia in moto e offerte per i camperisti - dichiara Silva Lenzi - al tempo stesso, lavoriamo a prodotti per tutti, dalle famiglie alle coppie. Per tour operator e agenzie di viaggi, optiamo per una formazione “one to one” che consente di seguirli costantemente».","post_title":"La Vallonia punta ad aumentare pernottamenti e spesa dei turisti italiani","post_date":"2024-04-17T12:26:32+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1713356792000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti