17 April 2021

A tre anni dall’annuncio Sheraton svela finalmente il look del nuovo concept

[ 0 ]

Ci sono voluti ben tre anni, la novità era stata annunciata nel 2018, ma alla fine Sheraton ha inaugurato le prime sei strutture rinnovate secondo il nuovo concept della compagnia (due negli Usa, altrettante in Cina, più una a Dubai e una in Israele). Il marchio era stato acquistato nel 2016 dal gruppo Marriott, nell’ambito dell’operazione che ha visto la società con base nel Maryland accaparrarsi il gruppo Starwood. E fin da subito molti analisti avevano indicato proprio nel brand Sheraton uno dei punti deboli dell’intera operazione. Nel tempo, infatti, il marchio aveva perso parte della propria connotazione di lusso, sviluppando un’offerta giudicata da molti troppo eterogenea e incapace di mantenere gli stessi livelli di standard ovunque. Di qui la necessità di un cambio di passo, a cui Marriott ha dato il la nel 2018 con l’annuncio del nuovo concept.

C’è voluto però parecchio prima che questi cominciasse a prendere effettivamente forma. Ora i piani della compagnia prevedono che entro la fine del 2022 vengano completati più di 40 riqualificazione di strutture Sheraton in tutto il mondo. Un po’ pochine, per la verità, visto che il marchio al momento conta più di 400 indirizzi complessivi a livello globale, ma da Marriott si sono affettati a dichiarare che il ritmo di diffusione del nuovo concept rispecchia quello già adottato per il restyling degli hotel Marriott annunciato nel 2012.

Ma quali sono le caratteristiche principali del modello Sheraton 2021? Co-working e community paiono essere le parole d’ordine a cui la compagnia si è ispirata per il nuovo volto del brand. Al centro, una lobby che vuole anche essere una pubblica piazza, dove stimolare le relazioni tra le persone, grazie anche alla presenza di tavole di comunità (community table), attorno a cui gli ospiti possono lavorare, bere o mangiare qualcosa e naturalmente chiacchierare tra di loro.

Gli Studios sono invece degli spazi di co-working  con le pareti di vetro realizzati sopra piattaforme rialzate, mentre sempre nella lobby sono comprese delle aree insonorizzate, nelle quali le persone possono godere di una privacy adeguata per telefonate private o d’affari. L’offerta f&b si traduce quindi nel Coffee Bar Bar, metà locale, metà mercato, dove sono disponibili  prodotti del territorio, semplici da consumare anche mentre si lavora.

All’insegna della flessibilità sono anche le camere, ben illuminate, con un design residenziale e soprattutto dotate di una serie di funzioni pensate appositamente per le esigenze di chi lavora, tra cui un tavolino adattabile a varie esigenze, numerose e diversificate fonti di ricarica per i device elettronici e un sistema di illuminazione ad hoc. Da segnalare, infine, le nuove Sheraton Club lounge riservate ai membri élite del programma fedeltà Marriott Bonvoy e agli ospiti dello stesso Sheraton Club.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353724 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lo split ticket e la nuova funzionalità Easy Book Pro, che consente alle adv di realizzare pacchetti per i propri clienti usufruendo dell'organizzazione tecnica di Easy Market. Sono le novità 2019 della società romagnola di distribuzione di servizi turistici rivolti alle agenzie. A ciò si aggiunge inoltre l'annuncio di Revolution 2020: un investimento da oltre 300 mila euro che punta a migliorare sensibilmente la piattaforma Easy Market, grazie a un'interfaccia completamente nuova, più veloce e intuitiva e con un aspetto e un "feeling" assolutamente diverso rispetto a quella attuale. «E' un progetto molto importante, che cominceremo a testare con alcune adv selezionate a partire già dal prossimo mese di giugno», ha spiegato Massimiliano Renzi a margine dell'evento Revolution Spring Thai, realizzato a Milano dalla stessa Easy Market, in collaborazione con Amazing Thailand e Thai Airways. «Lo split ticket riguarda invece la possibilità di visualizzare e di acquistare dai gds i voli di andata e ritorno in maniera separata, e non più solo combinati secondo gli schemi imposti dalle compagnie e dagli stessi global distribution system - ha aggiunto il direttore commerciale di Easy Market -. Più importante ancora è però forse la funzione Easy Book Pro, che abbiamo sviluppato per venire incontro alla nuova normativa pacchetti in vigore dallo scorso 1° luglio. In questo modo, gli agenti hanno la tranquillità di lavorare nel pieno rispetto delle regole. Per intenderci, con questo sistema è un po' come se le adv agissero da product manager poggiando sull'organizzazione tecnica della nostra società. L'applicazione che abbiamo rilasciato da poche settimane è solo la versione 1.0. L'obiettivo è arrivare presto alla 4.0, che consentirà agli agenti di rimodulare i pacchetti già preparati, cambiandone semplicemente le date e ottenendo le nuove quotazioni in tempo reale». [post_title] => Easy Market annuncia la nuova piattaforma Revolution 2020 [post_date] => 2019-05-30T12:00:31+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559217631000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353631 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Go Australia presenta alle agenzie di viaggi la nuova collezione di viaggi esclusivi per l’autunno/inverno 2019/2020. Un’opportunità di vendita più flessibile per le agenzie di viaggio che collaborano con Go Australia grazie all’inserimento di nuove proposte adatte al mercato in evoluzione che cerca l’esotico con mete come Vanuatu e Tonga, indimenticabili Isole del Pacifico. Le nuove ed esotiche destinazioni si affiancano naturalmente alle classiche per il mercato italiano ovvero Fiji, Nuova Caledonia, Isole Cook e Polinesia Francese. Sul versante Australia in cantiere itinerari inediti nel South Australia come quello "Sulle orme di Priscilla” (ispirato al famoso film) e nuovi itinerari alla scoperta della fauna e di paesaggi più incredibili del Western Australia tra Quokka, Orche, Canguri e Delfini. «Guarderemo con nuovi occhi – afferma Ludovico Scortichini, Presidente di Go World – anche il Queensland con nuove mete mare e un inedito Outback ed Northern Territory con nuove possibilità di alloggio nell'Outback più rosso». Anche per la nuova Zelanda Go Australia propone nuovi itinerari in Self Drive, vero cavallo di battaglia del tour operator. Tra le migliori proposte due pacchetti da non perdere: Paradisi Remoti, Fiji e Vanuatu (17gg/15 notti quota a persona 4.200€ voli inclusi), un’occasione unica per visitare due arcipelaghi del Pacifico in una volta sola. In Viaggio alle Samoa (13gg/10 notti quota a persona 2.900€ voli inclusi) è un pacchetto pensato per visitare due isole principali delle Samoa: Upolu, e Savai’i con la loro meravigliosa barriera corallina e per provare nei villaggi “Fa’a Samoa”, ovvero la tipica vita Samoana.     [post_title] => Go Australia, Vanuatu e Tonga tra le novità per l'autunno/inverno [post_date] => 2019-05-29T12:42:05+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559133725000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353543 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' finalmente accordo tra Air Italy ed Alitalia con la Regione Sardegna, in relazione alle rotte di continuità territoriale di Olbia. I dettagli sono ancora in fase di definizione, spiega una nota di Air Italy, ma l'obiettivo principale della compagnia di proteggere il proprio personale di Olbia e gli investimenti in Sardegna negli ultimi 50 anni, è stato raggiunto, grazie all'impegno dei propri azionisti. «Questo è stato indubbiamente un periodo molto impegnativo per tutte le parti - ha dichiarato il chief operating officer di Air Italy, Rossen Dimitrov -. Ma oggi, grazie all'impegno dei nostri azionisti e agli sforzi della Regione Sardegna e di Alitalia, abbiamo raggiunto un accordo quadro che soddisfa le nostre esigenze principali: proteggere il personale, che conta oltre 500 dipendenti nella nostra sede di Olbia e permetterci di continuare servire la Sardegna come abbiamo fatto per più di mezzo secolo. «Ora siamo in fase di definizione dei dettagli in modo da poter mettere in vendita i voli il prima possibile e permettere ai sardi e ai turisti una brillante stagione estiva 2019». [post_title] => Air Italy e Alitalia: c'è finalmente l'intesa sui voli da Olbia [post_date] => 2019-05-28T15:21:50+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559056910000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353440 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_353441" align="alignright" width="300"] Un momento dell'inizio dei lavori[/caption] La catena di alberghi di proprietà di Sir Richard Branson, Virgin Hotels, ha iniziato i lavori per la costruzione della sua settima struttura, il Virgin Hotel New Orleans, la cui inaugurazione è prevista per il 2021. Alla cerimonia svoltasi ieri nella città del jazz, il fondatore del Virgin Group ha confermato che la proprietà, che proporrà 200 stanze, avrà oltre che la firma ormai inconfondibile di “Virgin” anche un sapore tipicamente di New Orleans. «E’ una città speciale New Orleans ed anche un crogiuolo di culture e tradizioni - ha detto Branson -. Il nostro intento è quello di fare in modo che si possa celebrare la principale caratteristica locale, “The Big Easy”, attraverso la gestione del nostro albergo, del quale non vedo l’ora del completamento». Il Virgin hotel No sorgerà nel Warehouse District, esattamente al centro di un quartiere dove stanno nascendo un certo numero di ristoranti, gallerie e negozi, e per aumentare l’offerta proporrà diversi punti di ristorazione e drink incluso il Commons Club, punta di diamante del marchio, e il recentemente annunciato Funny Library Coffee Shop, un bar sul tetto con piscina, lounge, e anche una palestra con spazi dedicati a meeting ed eventi. Non è da poco che New Orleans è nel mirino della compagnia, e Virgin Hotels ha finalmente fatto il grande passo. Questa “prima pietra” arriva immediatamente a seguire l’inaugurazione del nuovo Virgin Hotels San Francisco, la seconda proprietà del gruppo, avvenuta all’inizio del 2019. Il primo hotel del marchio aprì a Chicago nel 2015, poi, in coda, vi sono nuove aperture a raffica: Virgin Hotel Dallas, Virgin Hotel Nashville, Virgin Hotel New York, Virgin Hotel Las Vegas e Virgin Hotel Edinburgo, tutti in costruzione. [post_title] => Virgin Hotels: al via la costruzione del settimo, a New Orleans [post_date] => 2019-05-28T09:39:39+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559036379000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353334 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Marriott International aprirà il primo Aloft Hotel in Irlanda, a Dublino. L’Aloft Dublin City si trova a Blackpitts, all’interno del quartiere dublinese The Liberties. «Siamo entusiasti di debuttare con il nostro brand dedicato a chi ama ascoltare e fare la musica sull'isola di Smeraldo - spiega John Licence, vice president premium and select brands Europe di Marriott International - Dublino è una città che condivide la nostra passione: dagli artisti di strada di Grafton Street ai concerti della National Concert Hall, l’esperienza della musica dal vivo nella città è unica e non vediamo l’ora di far parte della sia divertente nightlife, invitando artisti emergenti a salire sul palco durante i nostri eventi Live At Aloft». Con il suo design accattivante e i suoi spazi accoglienti, Aloft Dublin City dà un nuovo ritmo alla città. Il signature bar del brand, W Xyz è localizzato al settimo piano dell’hotel, dove prendere un drink ammirando sensazionali vedute sulla città: dalle montagne fino alla Guinness Storehouse o alla cattedrale di San Patrizio. Il bar, aperto anche agli esterni, ospiterà il programma Live at Aloft che porta la musica in hotel con concerti acustici in un’atmosfera raccolta e incontri nel backstage con i più ricercati artisti emergenti. Le 202 ampie camere e suite sono dotate di letti soffici e confortevoli con testiere disegnate dall’artista dublinese Sketchy, kit di cortesia firmati Bliss Spa, Wi-Fi veloce e gratuito e televisioni da 49 pollici collegate a un pannello interattivo plug & play. Aloft Dublin City offre il servizio mobile key, che consente di accedere alla propria stanza tramite smartphone o Apple watch. In hotel sono inoltre presenti il centro benessere Re:chargeSm e sale riunioni attrezzate con le migliori tecnologie audio e video e Wi-Fi veloce e gratuito. [post_title] => Marriot apre il primo Aloft irlandese a Dublino [post_date] => 2019-05-27T11:36:13+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558956973000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353343 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Costituzione di cartello tra imprese e abuso di posizione dominante. Sono queste le due ipotesi di reato che Ectaa individua nell’attività di Iata, l’Associazione internazionale dei vettori aerei, alla quale aderiscono circa 290 compagnie aeree sviluppando oltre l’80% del traffico totale. Si configurerebbe quindi, se il Garante farà sue le posizioni del documento presentato questa mattina, l’infrazione degli articoli 101 e 102 del Trattato di funzionamento europeo. «Un passo compiuto con responsabilità, valutando tutte le possibili conseguenze, coscienti del fatto che si tratta di un atto dovuto nei confronti delle oltre 70.000 agenzie di viaggio che, tramite le rispettive organizzazioni nazionali, si riconoscono in Ectaa». Così Alfredo Pezzani di Fto, componente Confturismo-Confcommercio del gruppo di lavoro trasporto aereo di Ectaa, riassume il lavoro preparatorio svolto, che ha portato l’organizzazione a depositare, questa mattina, un esposto al Garante europeo della concorrenza. La parola passa ora all’Antitrust . «Ci auguriamo che le conclusioni arrivino presto e, soprattutto, che l’avvio del procedimento induca Iata ad aprire finalmente con il nostro mondo una interlocuzione degna di questo nome - spiega Pezzani -. La sequenza ininterrotta di decisioni prese unilateralmente in tema di procedure e regole, distribuzione delle responsabilità, gestione delle contestazioni ed altro ancora, alle quali Iata ci ha abituato in questi ultimi anni, è diventata incompatibile con lo stesso ruolo dell’agente di viaggio che, prima ancora di essere distributore dei servizi delle compagnie aeree, è colui al quale il cliente si affida per ricevere una consulenza qualificata e ritagliata sulle sue specifiche esigenze».   [post_title] => Ectaa presenta un esposto contro Iata al Garante europeo della concorrenza [post_date] => 2019-05-27T10:54:36+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => ectaa [1] => fto [2] => iata [3] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Ectaa [1] => fto [2] => iata [3] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558954476000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353261 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Vola con Gully ha debuttato a Genova in occasione di una serata dedicata alle agenzie di viaggio. In realtà l'operatore nasce nel 1991 come agenzia dettagliante, Il Tempo Ritrovato, e poi nel 2005 si trasforma in tour operator. Di recente l’operatore è stato acquisito da Sirius Ship Management (gruppo d’Amico, società di navigazione) con l’obiettivo di dare rilievo all’operatore, e quindi ampliare l’operativo e rafforzare la struttura commerciale con un marchio nuovo: Vola con Gully. «Nel 2014 l'operatore decise di staccarsi dall'agenzia e di proseguire con i programmi di punta - commenta Franco Travini prima titolare de Il Tempo Ritrovato e ora responsabile commerciale e sviluppo to per la Liguria di Vola con Gully – che includono le Antille Francesi, le Isole Cook e le Seychelles e che proponiamo ormai da diversi anni grazie allo spirito organizzativo che ha sempre contraddistinto tutto il team». In autunno saranno organizzati altri eventi, anche in collaborazione con Gattinoni, per far conoscere il marchio. L’operatore punta a rafforzare la programmazione mantenendo le tre destinazioni Antille Francesi, le Isole Cook e le Seychelles, allo scopo di essere identificati dalle agenzie per una consulenza e assistenza specifiche. «L'obiettivo è quello di mantenere lo stesso approccio - aggiunge Francesca Manzi, direttore generale Sirius Ship Management - puntando sempre su un servizio personalizzato. Perchèé i rapporti personali, in questo caso con le agenzie di viaggio, fanno la differenza». Il team molto affiatato de Il Tempo Ritrovato è stato confermato ed è stato aggiunto Piero Spina, proveniente da un'esperienza di 18 anni in Air France. [post_title] => Debutta il brand Vola con Gully e punta su Antille Francesi, Isole Cook e Seychelles [post_date] => 2019-05-27T10:53:31+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558954411000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352946 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_352951" align="alignleft" width="225"] Alessandro Azzola[/caption] Lusso, servizio, haute cusine, ospitalità, butler, overwater, mare cristallino, romanticismo, honeymoon, sono tutte parole che ben si sposano ad un resort maldiviano. Ce ne sono più di 120 che occupano isole più o meno piccole in una area enorme dell’Oceano Indiano, ormai divenuta un sogno ad occhi aperti, fatta di grandi distanze e atolli da non crederci. E allora come fare a differenziarsi? Lo ha capito Azemar e lo ha capito la mente imprenditoriale della famiglia Azzola, della quale, Alessandro, rappresenta il motore dell’accoglienza alle Maldive. Cocoon è un resort situato sull’isola di Ookolhufinolhu, atollo di Lhaviyani. Fa parte dell’ampia programmazione Azemar sull’arcipelago (50 resort in commercializzazione più due in comproprietà, Cocoon, appunto e You & Me by Cocoon aperto il 1° marzo). Ci sono delle menti creative che hanno concettualizzato il primo hotel di design delle Maldive. Si tratta di Daniele Lago, Simona Fabini, Tomaso Schiaffino e Gian Luca Innocenzi, insieme a Vito Di Bari, il “core” di designer coinvolti nella formazione e nella costituzione di Cocoon. [caption id="attachment_352952" align="alignright" width="225"] Un particolare del doppio lavabo con fondo in vetro[/caption] «Cocoon Maldives è il frutto di uno sforzo collaborativo - spiega Alessandro Azzola, managing director di Cocoon Maldives – fra Daniele Lago, ceo e chief designer della principale società di design italiana, Lago e me. Il nostro incontro è stato foriero di un concetto che oggi rappresenta un successo imprenditoriale innegabile. Leader creativo, inventivo e innovativo, Daniele Lago ha lanciato il successo del marchio Lago sin dal suo esordio ed oggi è molto affermato e riconosciuto in tutto il mondo, in particolare nel settore del mobile. Il marchio ha anche una forte presenza sui social media, con un milione e mezzo di followers». L'alleanza di Cocoon con un'azienda di design come Lago ha portato ad un connubio vincente, un rapporto “win win” dove Lago ha interpretato l'immagine di Cocoon come un marchio di sostenibilità, leggerezza, ospitalità ed empatia con l'ambiente circostante. «Ogni mobile è selezionato per allinearsi al concetto dell'azienda; letti sospesi su lastre di vetro che danno l’effetto “fluttuante”, lavabi con il sistema di scarico contemporaneo di legno antico con il fondo di vetro, appositamente creati, autentici tavoli in ceramica siciliana dipinta a mano e altalene nelle camere e nelle parti comuni, fanno parte di questo concept - spiega ancora Azzola – Ma c’è anche altro...». [post_title] => Cocoon by Azemar: il primo resort di design alle Maldive. Ma cosa c’è dietro? [post_date] => 2019-05-25T09:15:21+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558775721000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353067 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_353068" align="alignleft" width="271"] Andrea Gargiullo, a sinistra[/caption] Nei giorni 14 e 15 maggio si sono svolti a Treviso e Bologna due workshop, dedicati al trade, organizzati dell’ente nazionale austriaco per il turismo. «La nuova formula adottata ha riscosso molto successo tra i nostri partner austriaci e soprattutto fra le agenzie di viaggio e i tour operator partecipanti, che finalmente sono riusciti a parlare con le realtà presenti ed a seguire le presentazioni di tutti gli espositori - spiega Andrea Gargiullo, responsabile marketing per l’Italia di Austria Turismo -. Per il mercato italiano crediamo sia ancora fondamentale questo tipo di approccio conoscitivo». La prima fase, riservata agli incontri one to one, ha introdotto la fase vera e propria del workshop, nella quale gli ospiti sono stati divisi in piccoli gruppi per seguire un percorso apposito con soste presso i tavoli di tutti i partner presenti. A seguire la cena servita al tavolo - ciascuno dei quali rappresentante un partner e composto da 6/8 posti - è stata animata da un gioco a quiz, che ha visto premiare il tavolo vincitore. I prossimi incontri saranno a Torino e Brescia il 5 e 6 novembre 2019.   [post_title] => Austria Turismo, la formula workshop per promuovere la destinazione [post_date] => 2019-05-23T14:19:20+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558621160000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti