29 July 2021

Virgin Blue scalda i motori per il decollo sul lungo raggio

[ 0 ]

Trattative in esclusiva con Boeing per Virgin Blue che progetta l’acquisto di sette B777-300er, ad un prezzo di listino di 2,6 miliardi di dollari, oltre a mettere in cantiere un’opzione per altri sei aeromobili. La compagnia australiana, in attesa del semaforo verde delle autorità, conta di debuttare sui collegamenti lungo raggio nella seconda metà del 2008; attualmente Virgin Blue opera con una flotta di 53 Boeing 737-700, 800 verso 30 destinazioni in Australia, Nuova Zelanda, Fiji, Vanuatu, Isole Cook, Tonga e Samoa. Il vettore, nel semestre chiuso lo scorso 31 dicembre, ha registrato un utile di 124,3 milioni di dollari australiani (circa 50,2 milioni di sterline), su ricavi in crescita del 16,7% a quota 1,12 miliardi di dollari (452,8 milioni di sterline); i passeggeri trasportati sono stati 7,79 milioni, con un Rpk in aumento del 6,4%; la capacità offerta è salita del 3,4%, spingendo il load factor a quota 82,2% (+2,3% rispetto allo stesso semestre del precedente anno fiscale)




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti