27 October 2021

Lundgren: «Non siamo contrari alle acquisizioni. Ma al prezzo giusto»

[ 0 ]
easyjet

Johan Lundgren, ceo di easyJet

Easyjet presume che sarà difficile continuare da soli e il suo ceo, Johan Lundgren, ha osservato dopo l’offerta di Wizzair che «dal punto di vista delle fusioni e acquisizioni, non siamo contrari, ma deve fornire valore agli azionisti. E questo non era nemmeno vicino» come riportato da thisismoney.co.uk.

La compagnia aerea britannica potrebbe essere interessante anche per IAG, che nonostante la sua quota di viaggiatori d’affari, è la più colpita dalla crisi. British Airways vuole creare una propria low cost, con un modello simile a quello di Vueling, e ha chiesto supporto ai sindacati per riformulare i suoi voli a corto raggio a Gatwick.

Le azioni Easyjet sono scambiate alla metà dei livelli pre-pandemia, mentre le azioni ungheresi Wizzair hanno completamente recuperato le perdite dovute al coronavirus, toccando i massimi storici quest’anno, raggiungendo una capitalizzazione di mercato di 5 miliardi di sterline contro i 3 miliardi 300 milioni dei britannici.

La pandemia potrebbe costringere il mercato europeo ad assomigliare di più agli Stati Uniti, dove il consolidamento ha lasciato cinque attori principali. Lundgren ha ammesso che «tutti sono d’accordo che quando si verificano situazioni come questa, si punta sempre al consolidamento», dopo aver chiarito che l’unico problema sono le condizioni.

Easyjet ha lanciato un nuovo aumento di capitale per oltre 1.000 milioni di sterline (1.170 milioni di euro). Ha 2,9 miliardi di sterline di liquidità e dice che sta bruciando contanti a un ritmo di 160 milioni al mese, il che gli dà spazio per resistere per altri 18 mesi.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti