6 February 2023

Ejarque: «Rifondare il prodotto Italia»

[ 0 ]

Josef Ejarque

Un Libro bianco sull’Italia turistica, un’analisi critica da cui ripartire. In questo modo Federturismo ha colto l’occasione del suo ventennale per dare slancio e prospettive a un settore che in questo momento soffre la mancanza di idee, competitività, progetti strutturati a lungo termine.

«Molti gli aspetti che la realizzazione del Libro bianco ha messo in evidenza, primo fra tutti il problema della competitività della nostra offerta, che dipende dalle aziende ma anche dall’attrattività della destinazione in cui operano – ha detto Renzo Iorio, presidente Federturismo -. Per quanto riguarda le istituzioni e il Paese, abbiamo un problema di governance, che andrebbe risolto per arrivare ad avere un masterplan Paese. Abbiamo bisogno di costruire un brand forte ed unitario e che le poche risorse a disposizione siano utilizzate effettivamente per il nostro settore. C’è bisogno di lavorare su mercato del lavoro e fisco, con l’esigenza di una formazione secondaria professionale forte e valida e di una maggiore equità fiscale. Guardando alle aziende, invece, si evidenzia la necessità di una presa d’atto che il consumatore è cambiato. Lo stimolo dell’acquisto al viaggio passa attraverso lo stimolo all’esperienza di viaggio: cosa si fa conta più di dove. Poi, la polverizzazione del nostro settore chiede di trovare economie di scala per fare massa critica sufficiente e attrarre competenze anche esterne al nostro settore, attraverso le reti d’impresa».

Tutte queste indicazioni nascono appunto da un’analisi attenta del turismo, che in 1100 pagine di Libro bianco, ha evidenziato le maggiori problematiche di strategia ma anche operative che stanno rendendo l’Italia sempre meno competitiva.

«Il turismo di oggi ha bisogno di attrattività delle risorse e strutture – ha detto Josep Ejarque,amministratore delegato Four Tourism -. In Italia in generale abbiamo gravi problemi di prodotto, continuiamo a vendere il territorio, ma il turista non lo vuole più. Abbiamo un ridotto uso del web come elemento di comunicazione e promozione. Gravi carenze di commercializzazione, di un’offerta turistica comunque inadeguata».

Dall’analisi del comparto è infatti uscito che in Italia si pensa con la logica del passato, mentre low cost e internet hanno cambiato il turista e il mercato. Il turista di oggi è molto informato, è impaziente, vuole risposte in tempi brevi ed è infedele, intossicato dalle moltissime proposte che riceve. Il turista oggi viaggia spesso e per soggiorni brevi, il che in un paese ricco di mete come l’Italia potrebbe rappresentare un vantaggio. Se non fosse che l’offerta italiana risponde poco al cambiamento della domanda e continua ad usare solo la leva del prezzo invece di differenziare le proposte.

«E’ fondamentale che anche le amministrazioni capiscano l’esigenza di cambiare – ha continuato -. Ci manca il prodotto motivazionale, esperenziale. Non siamo integrati ne organizzati in Italia. La politica e la pubblica amministrazione vanno per conto oro, gli operatori fanno quello che ritengono, ognuno va dove vuole. Manca una visione strategica e questo ci porta ad un’offerta standardizzata e poco innovativa».

Inoltre, ci stiamo concentrando troppo sui mercati cosiddetti emergenti, dimenticando quelli tradizionali che costituiscono i maggiori numeri del comparto. «Siamo indietro – ha concluso Ejarque -. Se guardiamo ai diretti concorrenti, loro utilizzano un modello di governante di quarta generazione, noi usiamo ancora quello dell’apt, di seconda generazione. Il turismo lo fanno le imprese, non la pubblica amministrazione. Stiamo ancora pensando di creare l’ennesimo portale Italia.it mentre i concorrenti stanno già lavorando su portali di aggregazione e social media. Dobbiamo avere una strategia chiara come paese, per poi trasferirla sui territori. Bisogna agire, non vorrei ritrovarmi qui tra 5 anni a dire le stesse cose».

E noi non vorremmo ritrovarci qui a sentirle, anche perché tra cinque anni, vista la situazione, per molte imprese turistiche sarà troppo tardi.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438742 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Rebranding in casa Minor Hotels, con il Grand Hotel Convento di Amalfi che cambia insegna, passando da Nh Collection ad Anantara e diventando così la seconda struttura di quest'ultimo brand in Italia, dopo il Palazzo Naiadi di Roma, e l'ottavo in Europa. Lo storico albergo della costiera Amalfitana, che si trova all’interno di un ex convento dei frati Cappuccini del tredicesimo secolo, arroccato su una scogliera a 80 metri sul mare, andrà incontro per l'occasione a un completo restyling. Per mantenere la continuità con il patrimonio storico dell’edificio, le 52 camere e suite vedranno in particolare preservati i pavimenti in piastrelle, i soffitti a volta e le pareti imbiancate a calce. L'ospitalità firmata Anantara si tradurrà piuttosto nell’utilizzo di tessuti pregiati, mobili di design e pezzi di arte contemporanea di provenienza locale. Le suite conserveranno inoltre le terrazze con piccole piscine e ampie vedute sulla costiera, mentre la zona del resort con la piscina sarà ridisegnata con arredi su misura e arricchita da un progetto di pizzeria gourmet. Le aree bar e lounge saranno valorizzate da una nuova illuminazione più calda, tappeti realizzati con fibre naturali e sedute in tonalità crema. Il ristorante principale, Dei Cappuccini, continuerà quindi a proporre la cucina e i sapori della tradizione mediterranea grazie all’estro dello chef Claudio Lanuto. La nuova Anantara Spa, infine, sarà rivestita in travertino e caratterizzata da tre sale per trattamenti e cure di bellezza. Le aree benessere del resort includeranno anche una zona relax-spa fronte mare e una Panoramic gym completamente attrezzata per allenamenti con vista su Amalfi.   [post_title] => Rebranding per il Grand Hotel Convento di Amalfi: da Nh Collection ad Anantara [post_date] => 2023-02-06T10:46:53+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675680413000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438689 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => 13 mila posti letto e 7 comuni: il consorzio Promozione Turistica Versilia rappresenta 7 località differenti che l’immaginario collettivo identifica nella Versilia. «La Versilia non va vista come località turistica – spiega il presidente del Consorzio, Carlo Alberto Carrai – è la seconda casa,  il luogo dove vivere l’estate. Un territorio che è anche “stile di vita”. Tra i punti di forza la possibilità di poter scegliere quasi sartorialmente le risposte ai bisogni dell’ospite in modo sicuro e di qualità. Dalla pedalata in bicicletta alla passeggiata sulla via Francigena, dagli eventi mondani della Versiliana e Villa Bertelli all’ opera di Puccini, dalla degustazione degli erbi selvatici ai ristoranti stellati il tutto girando in bicicletta o in monopattino elettrico». Promozione Turistica Versilia definisce il 2022 come  un’ottima stagione di ripartenza. «Senza dubbio il meteo ha giocato a favore del turismo in tutta Italia ed in particolare in Versilia – aggiunge Carrai -  L’aumento dei costi dei servizi e la scarsità numerica del personale però hanno intaccato sensibilmente gli utili». Hanno giocato a favore della Versilia gli spazi importanti, l’opportunità di allargarsi nell’entroterra, caratteristiche che hanno consacrato la zona tra le mete più sicure e organizzate dove passare brevi e lunghi periodi di vacanza con tutta la famiglia. Nel 2023 torneranno i grandi eventi, come i concerti e il Campionato europeo di vela. «Il punto di debolezza maggiore e’ sicuramente il breve periodo in cui ci troviamo a rispondere alle tante richieste – conclude il presidente -  Il mio consiglio per chi vuole vivere la Versilia è venire a scoprirla da febbraio (Carnevale) a maggio per poi tornare tra settembre e dicembre. Si potrebbe godere in esclusiva degli spazi e di servizi di altissimo livello. Alle agenzie di Viaggio consiglierei di venire a conoscere le strutture e le famiglie che le gestiscono per poter offrire ai propri clienti il pacchetto fatto su misura. Non si può vendere bene quello che non si conosce».     [post_title] => Promozione Turistica Versilia, obiettivo puntare su servizi costruiti su misura per l'ospite [post_date] => 2023-02-06T10:35:53+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675679753000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438731 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Novità nel team di Travel World Escape, che dà il benvenuto a Riccardo Santagostino nel ruolo di direttore sales, con la responsabilità diretta su Lombardia, Piemonte, Liguria ed Emilia Romagna, nonché a Bruno Normanno in qualità di consulente commerciale. “Portare nelle agenzie di viaggio i nostri itinerari, significa proiettarle verso il futuro, rispondendo alle nuove esigenze di un mercato sempre più attento alle tematiche ambientali e sociali”, commenta lo stesso Santagostino. Con l’ingresso di queste figure di spessore e competenti, già conosciute in ambito agenziale, il to comincia a dare forma alla sua rete commerciale dedicata alla comunicazione e alla conoscenza del prodotto dei Viaggi rigenerativi. “Questo è un passo importante per l’azienda: si tratta di una vera e propria sinergia per trasmettere quelli che sono i profondi valori del brand verso la sostenibilità - sottolinea il ceo, Cristina Laganà -. Quest’ultima, intesa come inclusione socio-ambientale ed economica, dev’essere una priorità per tutti gli stakeholders coinvolti, con l’obiettivo comune di consolidare il futuro del turismo e delle generazioni future. Siamo sempre più determinati a investire sulle figure commerciali, per raggiungere capillarmente il territorio e accelerare il processo di sensibilizzazione della platea, per far comprendere a tutti le opportunità offerte dal Turismo rigenerativo”. Sono già inoltre in corso le selezioni a livello territoriale delle agenzie di viaggio Ambassador che, in partnership con Travel World Escape, saranno protagoniste di un percorso condiviso perseguendo la mission di un reale e misurabile cambiamento nel turismo e nel modo di viaggiare. [post_title] => Riccardo Santagostino nuovo direttore vendite di Travel World Escape [post_date] => 2023-02-06T10:34:27+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675679667000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438691 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La ventisettesima edizione dei Protagonisti del Mare ha offerto l’occasione a Costa Crociere di incontrare i migliori partner a bordo di Costa Smeralda ancorata a Sanremo. La compagnia del gruppo Carnival ha appena aperto le vendite per il 2024 e dopo essersi lasciata alle spalle un 2022 oltre alle aspettative, prevede per il 2023 un’ottima stagione . «Abbiamo cominciato un nuovo percorso dopo l’uscita dalla pandemia - spiega Mario Zanetti, direttore generale Costa Crociere -. E questo inizia a dare risultati importanti. La  soddisfazione a bordo è senza precedenti, così come i risultati di vendita. Questo ci offre stimoli per andare avanti. Lavoriamo sul prodotto e sull’esperienza per renderla allineata alle esigenze». La compagnia ha aumentato la capacità, nonostante un numero di unità della flotta inferiore, con l’obiettivo di offrire classi di navi più moderne. «Questo passa attraverso un grande sforzo manageriale, la parte meno visibile ma che consente di crescere - aggiunge Zanetti -. Negli ultimi 16 mesi Costa ha assunto oltre 150 persone per portare nuove competenze. Contemporaneamente stiamo lavorando molto sui team a bordo». Un percorso, quello di Costa, in continua trasformazione, dove il contributo delle agenzie partner rappresenta un punto di forza per raggiungere insieme gli obiettivi. «Ci siamo concentrati su alcune ricerche volte a capire gusti e desideri -  commenta Beppe Carino, vice president guest experience and on-board revenues - e su questo abbiamo concentrato investimenti. Dalla gastronomia allo spettacolo: molte le partnership per creare esperienze. E ancora investimenti per rafforzare la comunicazione a bordo». [post_title] => Costa Crociere: focus su rinnovamento, investimenti e comunicazione [post_date] => 2023-02-06T09:53:50+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675677230000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438706 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Le Isole della Società sono uno degli arcipelaghi che compongono la Polinesia Francese: luoghi incantevoli, ciascuno con proprie caratteristiche. Tahiti è il cuore dell'arcipelago, con montagne, cascate e spiagge di sabbia nera, un'isola dove incontrare la natura con escursioni nella vegetazione primordiale, bagnata da brevi piogge improvvise. Quelle che i locali chiamano "blessing": benedizioni. Nelle acque dei fiumi vengono celebrati i riti di bellezza con prodotti naturali. Nella vivace Papeete si potrà scoprire la tipica danza Ori - celebrata in tutto l'arcipelago con spettacoli meravigliosi e colorati come il festival di danza “Heiva i Tahiti”. Oppure acquistare le splendide perle nere locali e i pareo colorati presso Le Grand Marché. E, ancora, farsi fare un tatuaggio i cui simboli raccontano la vita. Mo'orea è il piccolo paradiso in terra di cui parlarono i primi esploratori: il sorriso accogliente dei locali, montagne che svettano nel cielo coperte di una vegetazione lussureggiante, lagune e acque turchesi dove nuotare a fianco di piccoli squali, accarezzare mante e scorgere tartarughe. Il luogo ideale per incontrare la cucina locale, dove la tradizione, fatta di ingredienti semplici e gustosi, si è arricchita dell'elegante tocco francese e di quello asiatico, più speziato. [gallery ids="438713,438711,438714,438716,438708,438728"] Bora Bora è la meraviglia delle bianche spiagge e dei bungalow sospesi sulle acque cristalline. Raccontano una storia di accoglienza e furono realizzati negli anni '60 da due imprenditori californiani proprio nella Polinesia Francese, sull'isola di Raiatea. Rispondevano alla necessità di costruire sul mare in mancanza di ampie spiagge e hanno rivoluzionato l'industria alberghiera incantando - ogni giorno - i visitatori. L'arcipelago può essere scoperto dal cielo, con i frequenti e brevi voli di Air Tahiti Nui, o dal mare, a bordo di un catamarano. La storia più antica dice che proprio dall’oceano arrivarono i primi abitanti, a bordo di imponenti va'a: le tipiche imbarcazioni a bilanciere. Provenivano dall'Asia Orientale e, giunti a terra, per ringraziare gli dei della loro benevolenza, costruirono i Marae: terrazze pavimentate per le celebrazioni dove il mondo terreno degli uomini (te ‘ao) incontrava quello degli dei e degli antenati (te po). Erano realizzati in pietre, anche vulcaniche, prese dalla barriera corallina e dai fiumi e se ne trovano numerosi in tutto l'arcipelago. Vennero realizzati tra il XIV e il XVIII secolo. Il più ampio e suggestivo è quello di Taputapuātea, sull'isola di Raiatea. Culla della cultura polinesiana è parte del patrimonio mondiale dell’Unesco dal 2017; si estende per diverse centinaia di ettari ed è ancora oggi frequentato con rispetto dai locali. Si trova al centro del Triangolo Polinesiano, quella regione geografica e culturale che ha alle sue estremità a nord le Hawaii, a sud-est Rapa Nui/Isola di Pasqua e a sud-ovest la Nuova Zelanda. Vi si può sentire la forza del Mana: lo spirito positivo e gioioso che è parte della magia della Polinesia Francese. [gallery ids="438719,438709,438717,438707,438710,438718"] [post_title] => Polinesia Francese: viaggio attraverso la terra incantata di un popolo gioioso [post_date] => 2023-02-06T09:50:48+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675677048000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438705 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => "Le prospettive sono rosee e la voglia di viaggiare continua a crescere". Domenico Staffelli, responsabile vendite di Gb Viaggi, commenta così questo inizio di 2023 per il to capitolino: "In questi primi due mesi dell'anno abbiamo registrato un incremento del 31,74% delle prenotazioni rispetto allo stesso periodo del 2022. Il mare Italia  si riconferma in particolare la meta più gettonata per l’estate, in quanto riesce a soddisfare il desiderio dei viaggiatori, che non devono far fronte a un eccessivo aumento dei prezzi". Dati importanti, che aumentano le aspirazioni aziendali alzando l’asticella a 40 milioni di euro di fatturato per il 2023. Traguardo ambizioso, che mira di fatto a raddoppiare l'ammontare complessivo delle vendite rispetto allo scorso anno. Per raggiungere quest’importante proposito, Gb Viaggi ha quindi messo in campo una serie di novità, con un ampliamento della sfera prodotto che prevede oltre al portfolio mare Italia, anche l'apertura del settore tour e crociere, inclusi pacchetti di volo + hotel verso le principali destinazioni del mondo. Tra le mete estere più apprezzate, ecco allora oltre all’Egitto anche Paesi a lungo raggio come le Maldive o Zanzibar. «La programmazione 2023 si mantiene in continuità con quella dello scorso anno, con alcune novità di prodotto con l’ingresso dei tour, che si sta già rivelando un successo, e la prossima apertura anche al mercato delle crociere – conclude il Staffelli –. Inoltre abbiamo riconfermato in toto la politica commerciale del 2022, che prevede una serie di vantaggi e promozioni come il Prima prenoti e più risparmi tanto apprezzato dagli utenti che possono approfittare di sconti fino al 25% sul prezzo di listino ufficiale, oltre che tutto il panorama di offerte, dai Bimbi gratis all’assicurazione inclusa, fino a organizzare delle vacanze flessibili con la possibilità di modificare gratuitamente e senza penali le date del soggiorno o all’opportunità di pagare la vacanza a rate a partire da 49 euro al mese». [post_title] => Gb Viaggi: nuovi prodotti tour e crociere. E nel 2023 l'obiettivo è il raddoppio del fatturato [post_date] => 2023-02-06T09:46:39+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675676799000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438668 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nasce a Milano la prima Brussels House d’Europa. La cerimonia di inaugurazione, nel quartiere di Porta Nuova della città e alla presenza del sindaco Giuseppe Sala, dà il via a una nuova concezione per la promozione del made in Bruxelles. L'ente del turismo di Bruxelles e Brussels Hub, (rappresentanza economica e commerciale della Regione di Brussels Capitale), rappresenteranno il turismo e il commercio di Bruxelles in un’unica sede. Il nuovo spazio dal concept originale e innovativo, manifesto dell’eco-design e dell’economia circolare brusselese, rappresenta un progetto pilota che sarà poi replicato in altre città europee. “Sarà una casa per gli italiani, dove accoglieremo t.o. e agenzie di viaggio in uno spazio polifunzionale per la formazione ed esposizioni permanenti con eventi, meeting, workshop e academy day ogni due mesi dove acquisire gli strumenti per conoscere e promuovere un turismo city break. Ci sarà uno spazio anche per la moda e le sfilate. Sarà la casa delle aziende brussellesi che investono in Italia” - spiega Ursula Jone Gandini, direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles. Un luogo di incontro del sistema produttivo turistico e commerciale, per le istituzioni e la cultura brussellese dove poter sviluppare nuove sinergie e opportunità e moltiplicare le occasioni di collaborazione tra Bruxelles e l’Italia. E poiché Bruxelles non è solo Parlamento, è anche quartieri vivaci e dinamici, la capitale delle capitali viene anche definita la città “perfettamente imperfetta” dal segretario di stato Pascal Smet. “Bruxelles è design, tecnologia, mobilità sostenibile- sottolinea Smet -. Stiamo trasformando la città delle macchine nella città per le persone; una città internazionale con una popolazione non nativa di Bruxelles del 70% in cui convivono tante culture diverse. Il nostro impegno sarà mostrare agli italiani ciò che Bruxelles ha da offrire in tutti i settori, dalla cultura, al cibo, al turismo”. Da oggi, è previsto il primo workshop che ospita i primi partner aziendali che collaboreranno con Brussels House e tour operator che programmano la destinazione, primi contatti diretti per le agenzie di viaggio italiane. [gallery ids="438676,438672,438675,438671,438674,438673"] [post_title] => Apre i battenti a Milano la prima Brussels House d’Europa. Nuove opportunità per il trade [post_date] => 2023-02-03T13:36:32+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675431392000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438653 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_438654" align="alignleft" width="300"] Il Fehmarnbelt[/caption] La Danimarca e la Germania saranno presto collegate da un tunnel sottomarino lungo 18 chilometri. Il Fehmarnbelt sarà il tunnel ferroviario e stradale più lungo al mondo quando sarà completato nel 2029. Questo progetto da 10 miliardi di euro collegherà Rødbyhavn sull'isola danese di Lolland e Puttgarden nel nord della Germania e avrà due autostrade a doppia corsia e due binari elettrificati. Ottimizzazione del tragitto Il viaggio attraverso di esso richiederà sette minuti in treno e 10 minuti in auto, evitando una deviazione di 160 chilometri attraverso il territorio danese. I tempi di viaggio in treno da Amburgo a Copenaghen in saranno ridotti da circa cinque ore a meno di tre. Un collegamento stradale sostituirà un servizio di traghetti incredibilmente trafficato che trasporta milioni di passeggeri all'anno. La Danimarca prevede inoltre di costruire linee ferroviarie elettriche ad alta velocità. L'idea di collegare la Germania alla Danimarca con un tunnel non è nuova. Dopo 10 anni di progettazione, la costruzione è iniziata nel 2020 sul lato danese e poi nel 2021 sul lato tedesco. Il tunnel costerà complessivamente 10 miliardi di euro, con un contributo di 1,1 miliardi di euro da parte dell'UE. [post_title] => Danimarca e Germania collegate con un progetto da 10 miliardi  [post_date] => 2023-02-03T12:46:37+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675428397000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438629 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_438630" align="alignleft" width="300"] Valtteri Helve[/caption] Finnair ha deciso che la vendita a bordo di tabacchi, orologi, cosmetici e accessori non serva e diventa la prima compagnia aerea a sopprimere questa linea di affari. Dal 18 aprile non si potrà acquistare nulla nemmeno nel negozio pre-vendita.  Per questo motivo, a partire da questo mercoledì, tutti i prodotti venduti a bordo, hanno uno sconto del 40%. Costi e reddito Tuttavia, ciò che colpisce è che Finnair deve aver fatto i conti e concluso che i costi per la gestione dei prodotti sull'aereo hanno coinvolto molte persone e di conseguenza più spese di reddito. Inoltre i profitti che sono stati ottenuti non pareggiavano i conti. La merce e il carrello hanno un peso che a fine anno rappresenta una notevole spesa in carburante. Naturalmente la compagnia aerea mantiene il servizio bar a bordo. Perché cibo e bevande sono esclusi da questa decisione. Allo stesso modo, i titolari della carta fedeltà Finnair continueranno a ricevere il proprio catalogo di prodotti da consegnare in cambio di punti. «Questo servizio sta perdendo importanza per i nostri clienti - ha affermato Valtteri Helve, product manager di Finnair -. Nella primavera del 2020 avevamo annunciato che avremmo interrotto le vendite in volo sui voli all'interno dell'Europa. Ora è il momento di fare il passo successivo». [post_title] => Finnair è la prima compagnia a abolire le vendite a bordo [post_date] => 2023-02-03T11:33:59+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675424039000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "ejarque rifondare il prodotto italia" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":61,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":4416,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438742","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Rebranding in casa Minor Hotels, con il Grand Hotel Convento di Amalfi che cambia insegna, passando da Nh Collection ad Anantara e diventando così la seconda struttura di quest'ultimo brand in Italia, dopo il Palazzo Naiadi di Roma, e l'ottavo in Europa.\r\n\r\nLo storico albergo della costiera Amalfitana, che si trova all’interno di un ex convento dei frati Cappuccini del tredicesimo secolo, arroccato su una scogliera a 80 metri sul mare, andrà incontro per l'occasione a un completo restyling. Per mantenere la continuità con il patrimonio storico dell’edificio, le 52 camere e suite vedranno in particolare preservati i pavimenti in piastrelle, i soffitti a volta e le pareti imbiancate a calce. L'ospitalità firmata Anantara si tradurrà piuttosto nell’utilizzo di tessuti pregiati, mobili di design e pezzi di arte contemporanea di provenienza locale. Le suite conserveranno inoltre le terrazze con piccole piscine e ampie vedute sulla costiera, mentre la zona del resort con la piscina sarà ridisegnata con arredi su misura e arricchita da un progetto di pizzeria gourmet.\r\n\r\nLe aree bar e lounge saranno valorizzate da una nuova illuminazione più calda, tappeti realizzati con fibre naturali e sedute in tonalità crema. Il ristorante principale, Dei Cappuccini, continuerà quindi a proporre la cucina e i sapori della tradizione mediterranea grazie all’estro dello chef Claudio Lanuto. La nuova Anantara Spa, infine, sarà rivestita in travertino e caratterizzata da tre sale per trattamenti e cure di bellezza. Le aree benessere del resort includeranno anche una zona relax-spa fronte mare e una Panoramic gym completamente attrezzata per allenamenti con vista su Amalfi.\r\n\r\n ","post_title":"Rebranding per il Grand Hotel Convento di Amalfi: da Nh Collection ad Anantara","post_date":"2023-02-06T10:46:53+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1675680413000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438689","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"13 mila posti letto e 7 comuni: il consorzio Promozione Turistica Versilia rappresenta 7 località differenti che l’immaginario collettivo identifica nella Versilia.\r\n\r\n«La Versilia non va vista come località turistica – spiega il presidente del Consorzio, Carlo Alberto Carrai – è la seconda casa,  il luogo dove vivere l’estate. Un territorio che è anche “stile di vita”. Tra i punti di forza la possibilità di poter scegliere quasi sartorialmente le risposte ai bisogni dell’ospite in modo sicuro e di qualità. Dalla pedalata in bicicletta alla passeggiata sulla via Francigena, dagli eventi mondani della Versiliana e Villa Bertelli all’ opera di Puccini, dalla degustazione degli erbi selvatici ai ristoranti stellati il tutto girando in bicicletta o in monopattino elettrico».\r\n\r\nPromozione Turistica Versilia definisce il 2022 come  un’ottima stagione di ripartenza. «Senza dubbio il meteo ha giocato a favore del turismo in tutta Italia ed in particolare in Versilia – aggiunge Carrai -  L’aumento dei costi dei servizi e la scarsità numerica del personale però hanno intaccato sensibilmente gli utili».\r\n\r\nHanno giocato a favore della Versilia gli spazi importanti, l’opportunità di allargarsi nell’entroterra, caratteristiche che hanno consacrato la zona tra le mete più sicure e organizzate dove passare brevi e lunghi periodi di vacanza con tutta la famiglia.\r\n\r\nNel 2023 torneranno i grandi eventi, come i concerti e il Campionato europeo di vela.\r\n\r\n«Il punto di debolezza maggiore e’ sicuramente il breve periodo in cui ci troviamo a rispondere alle tante richieste – conclude il presidente -  Il mio consiglio per chi vuole vivere la Versilia è venire a scoprirla da febbraio (Carnevale) a maggio per poi tornare tra settembre e dicembre. Si potrebbe godere in esclusiva degli spazi e di servizi di altissimo livello. Alle agenzie di Viaggio consiglierei di venire a conoscere le strutture e le famiglie che le gestiscono per poter offrire ai propri clienti il pacchetto fatto su misura. Non si può vendere bene quello che non si conosce».\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Promozione Turistica Versilia, obiettivo puntare su servizi costruiti su misura per l'ospite","post_date":"2023-02-06T10:35:53+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1675679753000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438731","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Novità nel team di Travel World Escape, che dà il benvenuto a Riccardo Santagostino nel ruolo di direttore sales, con la responsabilità diretta su Lombardia, Piemonte, Liguria ed Emilia Romagna, nonché a Bruno Normanno in qualità di consulente commerciale. “Portare nelle agenzie di viaggio i nostri itinerari, significa proiettarle verso il futuro, rispondendo alle nuove esigenze di un mercato sempre più attento alle tematiche ambientali e sociali”, commenta lo stesso Santagostino.\r\n\r\nCon l’ingresso di queste figure di spessore e competenti, già conosciute in ambito agenziale, il to comincia a dare forma alla sua rete commerciale dedicata alla comunicazione e alla conoscenza del prodotto dei Viaggi rigenerativi. “Questo è un passo importante per l’azienda: si tratta di una vera e propria sinergia per trasmettere quelli che sono i profondi valori del brand verso la sostenibilità - sottolinea il ceo, Cristina Laganà -. Quest’ultima, intesa come inclusione socio-ambientale ed economica, dev’essere una priorità per tutti gli stakeholders coinvolti, con l’obiettivo comune di consolidare il futuro del turismo e delle generazioni future. Siamo sempre più determinati a investire sulle figure commerciali, per raggiungere capillarmente il territorio e accelerare il processo di sensibilizzazione della platea, per far comprendere a tutti le opportunità offerte dal Turismo rigenerativo”.\r\n\r\nSono già inoltre in corso le selezioni a livello territoriale delle agenzie di viaggio Ambassador che, in partnership con Travel World Escape, saranno protagoniste di un percorso condiviso perseguendo la mission di un reale e misurabile cambiamento nel turismo e nel modo di viaggiare.","post_title":"Riccardo Santagostino nuovo direttore vendite di Travel World Escape","post_date":"2023-02-06T10:34:27+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1675679667000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438691","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La ventisettesima edizione dei Protagonisti del Mare ha offerto l’occasione a Costa Crociere di incontrare i migliori partner a bordo di Costa Smeralda ancorata a Sanremo. La compagnia del gruppo Carnival ha appena aperto le vendite per il 2024 e dopo essersi lasciata alle spalle un 2022 oltre alle aspettative, prevede per il 2023 un’ottima stagione .\r\n«Abbiamo cominciato un nuovo percorso dopo l’uscita dalla pandemia - spiega Mario Zanetti, direttore generale Costa Crociere -. E questo inizia a dare risultati importanti. La  soddisfazione a bordo è senza precedenti, così come i risultati di vendita. Questo ci offre stimoli per andare avanti. Lavoriamo sul prodotto e sull’esperienza per renderla allineata alle esigenze».\r\n\r\nLa compagnia ha aumentato la capacità, nonostante un numero di unità della flotta inferiore, con l’obiettivo di offrire classi di navi più moderne. «Questo passa attraverso un grande sforzo manageriale, la parte meno visibile ma che consente di crescere - aggiunge Zanetti -. Negli ultimi 16 mesi Costa ha assunto oltre 150 persone per portare nuove competenze. Contemporaneamente stiamo lavorando molto sui team a bordo».\r\n\r\nUn percorso, quello di Costa, in continua trasformazione, dove il contributo delle agenzie partner rappresenta un punto di forza per raggiungere insieme gli obiettivi. «Ci siamo concentrati su alcune ricerche volte a capire gusti e desideri -  commenta Beppe Carino, vice president guest experience and on-board revenues - e su questo abbiamo concentrato investimenti. Dalla gastronomia allo spettacolo: molte le partnership per creare esperienze. E ancora investimenti per rafforzare la comunicazione a bordo».","post_title":"Costa Crociere: focus su rinnovamento, investimenti e comunicazione","post_date":"2023-02-06T09:53:50+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1675677230000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438706","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Le Isole della Società sono uno degli arcipelaghi che compongono la Polinesia Francese: luoghi incantevoli, ciascuno con proprie caratteristiche. Tahiti è il cuore dell'arcipelago, con montagne, cascate e spiagge di sabbia nera, un'isola dove incontrare la natura con escursioni nella vegetazione primordiale, bagnata da brevi piogge improvvise. Quelle che i locali chiamano \"blessing\": benedizioni. Nelle acque dei fiumi vengono celebrati i riti di bellezza con prodotti naturali.\r\n\r\nNella vivace Papeete si potrà scoprire la tipica danza Ori - celebrata in tutto l'arcipelago con spettacoli meravigliosi e colorati come il festival di danza “Heiva i Tahiti”. Oppure acquistare le splendide perle nere locali e i pareo colorati presso Le Grand Marché. E, ancora, farsi fare un tatuaggio i cui simboli raccontano la vita.\r\n\r\n Mo'orea è il piccolo paradiso in terra di cui parlarono i primi esploratori: il sorriso accogliente dei locali, montagne che svettano nel cielo coperte di una vegetazione lussureggiante, lagune e acque turchesi dove nuotare a fianco di piccoli squali, accarezzare mante e scorgere tartarughe. Il luogo ideale per incontrare la cucina locale, dove la tradizione, fatta di ingredienti semplici e gustosi, si è arricchita dell'elegante tocco francese e di quello asiatico, più speziato.\r\n\r\n[gallery ids=\"438713,438711,438714,438716,438708,438728\"]\r\n\r\nBora Bora è la meraviglia delle bianche spiagge e dei bungalow sospesi sulle acque cristalline. Raccontano una storia di accoglienza e furono realizzati negli anni '60 da due imprenditori californiani proprio nella Polinesia Francese, sull'isola di Raiatea. Rispondevano alla necessità di costruire sul mare in mancanza di ampie spiagge e hanno rivoluzionato l'industria alberghiera incantando - ogni giorno - i visitatori. L'arcipelago può essere scoperto dal cielo, con i frequenti e brevi voli di Air Tahiti Nui, o dal mare, a bordo di un catamarano.\r\n\r\nLa storia più antica dice che proprio dall’oceano arrivarono i primi abitanti, a bordo di imponenti va'a: le tipiche imbarcazioni a bilanciere. Provenivano dall'Asia Orientale e, giunti a terra, per ringraziare gli dei della loro benevolenza, costruirono i Marae: terrazze pavimentate per le celebrazioni dove il mondo terreno degli uomini (te ‘ao) incontrava quello degli dei e degli antenati (te po). Erano realizzati in pietre, anche vulcaniche, prese dalla barriera corallina e dai fiumi e se ne trovano numerosi in tutto l'arcipelago. Vennero realizzati tra il XIV e il XVIII secolo. Il più ampio e suggestivo è quello di Taputapuātea, sull'isola di Raiatea.\r\n\r\nCulla della cultura polinesiana è parte del patrimonio mondiale dell’Unesco dal 2017; si estende per diverse centinaia di ettari ed è ancora oggi frequentato con rispetto dai locali. Si trova al centro del Triangolo Polinesiano, quella regione geografica e culturale che ha alle sue estremità a nord le Hawaii, a sud-est Rapa Nui/Isola di Pasqua e a sud-ovest la Nuova Zelanda. Vi si può sentire la forza del Mana: lo spirito positivo e gioioso che è parte della magia della Polinesia Francese.\r\n\r\n[gallery ids=\"438719,438709,438717,438707,438710,438718\"]","post_title":"Polinesia Francese: viaggio attraverso la terra incantata di un popolo gioioso","post_date":"2023-02-06T09:50:48+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1675677048000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438705","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\"Le prospettive sono rosee e la voglia di viaggiare continua a crescere\". Domenico Staffelli, responsabile vendite di Gb Viaggi, commenta così questo inizio di 2023 per il to capitolino: \"In questi primi due mesi dell'anno abbiamo registrato un incremento del 31,74% delle prenotazioni rispetto allo stesso periodo del 2022. Il mare Italia  si riconferma in particolare la meta più gettonata per l’estate, in quanto riesce a soddisfare il desiderio dei viaggiatori, che non devono far fronte a un eccessivo aumento dei prezzi\".\r\n\r\nDati importanti, che aumentano le aspirazioni aziendali alzando l’asticella a 40 milioni di euro di fatturato per il 2023. Traguardo ambizioso, che mira di fatto a raddoppiare l'ammontare complessivo delle vendite rispetto allo scorso anno. Per raggiungere quest’importante proposito, Gb Viaggi ha quindi messo in campo una serie di novità, con un ampliamento della sfera prodotto che prevede oltre al portfolio mare Italia, anche l'apertura del settore tour e crociere, inclusi pacchetti di volo + hotel verso le principali destinazioni del mondo.\r\n\r\nTra le mete estere più apprezzate, ecco allora oltre all’Egitto anche Paesi a lungo raggio come le Maldive o Zanzibar. «La programmazione 2023 si mantiene in continuità con quella dello scorso anno, con alcune novità di prodotto con l’ingresso dei tour, che si sta già rivelando un successo, e la prossima apertura anche al mercato delle crociere – conclude il Staffelli –. Inoltre abbiamo riconfermato in toto la politica commerciale del 2022, che prevede una serie di vantaggi e promozioni come il Prima prenoti e più risparmi tanto apprezzato dagli utenti che possono approfittare di sconti fino al 25% sul prezzo di listino ufficiale, oltre che tutto il panorama di offerte, dai Bimbi gratis all’assicurazione inclusa, fino a organizzare delle vacanze flessibili con la possibilità di modificare gratuitamente e senza penali le date del soggiorno o all’opportunità di pagare la vacanza a rate a partire da 49 euro al mese».","post_title":"Gb Viaggi: nuovi prodotti tour e crociere. E nel 2023 l'obiettivo è il raddoppio del fatturato","post_date":"2023-02-06T09:46:39+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1675676799000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438668","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Nasce a Milano la prima Brussels House d’Europa. La cerimonia di inaugurazione, nel quartiere di Porta Nuova della città e alla presenza del sindaco Giuseppe Sala, dà il via a una nuova concezione per la promozione del made in Bruxelles.\r\n\r\nL'ente del turismo di Bruxelles e Brussels Hub, (rappresentanza economica e commerciale della Regione di Brussels Capitale), rappresenteranno il turismo e il commercio di Bruxelles in un’unica sede. Il nuovo spazio dal concept originale e innovativo, manifesto dell’eco-design e dell’economia circolare brusselese, rappresenta un progetto pilota che sarà poi replicato in altre città europee.\r\n\r\n“Sarà una casa per gli italiani, dove accoglieremo t.o. e agenzie di viaggio in uno spazio polifunzionale per la formazione ed esposizioni permanenti con eventi, meeting, workshop e academy day ogni due mesi dove acquisire gli strumenti per conoscere e promuovere un turismo city break. Ci sarà uno spazio anche per la moda e le sfilate. Sarà la casa delle aziende brussellesi che investono in Italia” - spiega Ursula Jone Gandini, direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles.\r\n\r\nUn luogo di incontro del sistema produttivo turistico e commerciale, per le istituzioni e la cultura brussellese dove poter sviluppare nuove sinergie e opportunità e moltiplicare le occasioni di collaborazione tra Bruxelles e l’Italia. E poiché Bruxelles non è solo Parlamento, è anche quartieri vivaci e dinamici, la capitale delle capitali viene anche definita la città “perfettamente imperfetta” dal segretario di stato Pascal Smet. “Bruxelles è design, tecnologia, mobilità sostenibile- sottolinea Smet -. Stiamo trasformando la città delle macchine nella città per le persone; una città internazionale con una popolazione non nativa di Bruxelles del 70% in cui convivono tante culture diverse. Il nostro impegno sarà mostrare agli italiani ciò che Bruxelles ha da offrire in tutti i settori, dalla cultura, al cibo, al turismo”.\r\n\r\nDa oggi, è previsto il primo workshop che ospita i primi partner aziendali che collaboreranno con Brussels House e tour operator che programmano la destinazione, primi contatti diretti per le agenzie di viaggio italiane.\r\n\r\n[gallery ids=\"438676,438672,438675,438671,438674,438673\"]","post_title":"Apre i battenti a Milano la prima Brussels House d’Europa. Nuove opportunità per il trade","post_date":"2023-02-03T13:36:32+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1675431392000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438653","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_438654\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il Fehmarnbelt[/caption]\r\n\r\nLa Danimarca e la Germania saranno presto collegate da un tunnel sottomarino lungo 18 chilometri. Il Fehmarnbelt sarà il tunnel ferroviario e stradale più lungo al mondo quando sarà completato nel 2029.\r\n\r\nQuesto progetto da 10 miliardi di euro collegherà Rødbyhavn sull'isola danese di Lolland e Puttgarden nel nord della Germania e avrà due autostrade a doppia corsia e due binari elettrificati.\r\nOttimizzazione del tragitto\r\nIl viaggio attraverso di esso richiederà sette minuti in treno e 10 minuti in auto, evitando una deviazione di 160 chilometri attraverso il territorio danese. I tempi di viaggio in treno da Amburgo a Copenaghen in saranno ridotti da circa cinque ore a meno di tre. Un collegamento stradale sostituirà un servizio di traghetti incredibilmente trafficato che trasporta milioni di passeggeri all'anno.\r\n\r\nLa Danimarca prevede inoltre di costruire linee ferroviarie elettriche ad alta velocità. L'idea di collegare la Germania alla Danimarca con un tunnel non è nuova. Dopo 10 anni di progettazione, la costruzione è iniziata nel 2020 sul lato danese e poi nel 2021 sul lato tedesco.\r\n\r\nIl tunnel costerà complessivamente 10 miliardi di euro, con un contributo di 1,1 miliardi di euro da parte dell'UE.","post_title":"Danimarca e Germania collegate con un progetto da 10 miliardi ","post_date":"2023-02-03T12:46:37+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1675428397000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438629","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_438630\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Valtteri Helve[/caption]\r\n\r\nFinnair ha deciso che la vendita a bordo di tabacchi, orologi, cosmetici e accessori non serva e diventa la prima compagnia aerea a sopprimere questa linea di affari. Dal 18 aprile non si potrà acquistare nulla nemmeno nel negozio pre-vendita. \r\n\r\nPer questo motivo, a partire da questo mercoledì, tutti i prodotti venduti a bordo, hanno uno sconto del 40%.\r\nCosti e reddito\r\nTuttavia, ciò che colpisce è che Finnair deve aver fatto i conti e concluso che i costi per la gestione dei prodotti sull'aereo hanno coinvolto molte persone e di conseguenza più spese di reddito. Inoltre i profitti che sono stati ottenuti non pareggiavano i conti. La merce e il carrello hanno un peso che a fine anno rappresenta una notevole spesa in carburante.\r\n\r\nNaturalmente la compagnia aerea mantiene il servizio bar a bordo. Perché cibo e bevande sono esclusi da questa decisione. Allo stesso modo, i titolari della carta fedeltà Finnair continueranno a ricevere il proprio catalogo di prodotti da consegnare in cambio di punti.\r\n\r\n«Questo servizio sta perdendo importanza per i nostri clienti - ha affermato Valtteri Helve, product manager di Finnair -. Nella primavera del 2020 avevamo annunciato che avremmo interrotto le vendite in volo sui voli all'interno dell'Europa. Ora è il momento di fare il passo successivo».","post_title":"Finnair è la prima compagnia a abolire le vendite a bordo","post_date":"2023-02-03T11:33:59+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675424039000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti