3 August 2021

Giustizia: disgelo Draghi-Conte, miglioramenti tecnici ma riforma resta blindata/Adnkronos (2)

(Adnkronos) - Al premier, spiega il leader in pectore dei 5 Stelle, "ho assicurato un contributo attento e costruttivo del M5S. Il Movimento si era già distinto e aveva lavorato per l'accelerazione dei processi e anche in Parlamento darà un contributo per migliorare e velocizzare i processi. Ma a Draghi ho ribadito che saremo molto vigili nello scongiurare che non si creino soglie di impunità".

Sulla giustizia, rimarca ancora l'ex premier a margine di un incontro che definisce "proficuo e cordiale", "mettiamo da parte bandierine e ideologie, vogliamo dare agli italiani un'amministrazione della giustizia con tempi chiari e definiti ma assicurando anche il principio che alle vittime dei reati venga assicurata giustizia. Non possiamo assolutamente creare le condizioni e il rischio che possano svanire i processi". Quanto alla tempistica, "al governo stanno a cuore tempi molto rapidi nell'approvazione, ma c'è una dialettica parlamentare ed è giusto si sviluppi", rimarca Conte.

Che mette in chiaro, incalzato dai cronisti, di non ambire ad entrare in Parlamento passando dalle suppletive. "Per me la politica è dappertutto, nelle piazza, nei territori - risponde secco a chi gli domanda se correrà per un seggio - In questo momento il mio impegno prioritario è lavorare per il rilancio del M5S". Un rilancio che passa anche dall'approvazione di una riforma che a molti, nel Movimento, è suonata come uno schiaffo, e contro la quale aveva manifestato malcontento lo stesso ex premier nelle ore immediatamente successive al via libera del Cdm al testo Cartabia. Starà a Conte ora trovare un punto di caduta onorevole, che non crei tumulti nel governo ma neppure sconfessi la linea grillina sulla giustizia: per lui, la prima vera prova da leader del M5S.

Fonte Adnkronos






Array ( )