3 August 2021

Sicilia: l'annuncio di Zambuto, 'direttiva per cambiare criteri premialità dirigenti regionali'

Palermo, 13 lug. (Adnkronos) - Una direttiva che modifica i criteri di premialità per i dirigenti regionali siciliani. In futuro saranno "valutati in base alla loro capacità di spesa". Un piccolo terremoto ai vertici della burocrazia della Regione siciliana. La novità è stata annunciata in una intervista all'Adnkronos dall'assessore regionale delle Autonomie locali e della Funzione pubblica della Sicilia, Marco Zambuto, che va così incontro alle parole del Presidente dell'Assemblea regionale siciliana Gianfranco Miccichè che oggi, durante la cerimonia del ventaglio, ha affermato: "Non c'è dubbio che la politica potrebbe cambiare la burocrazia, ma non è successo. Vi dico una mia convinzione: I direttori generali hanno un peso enorme, eppure una legge italiana prevede che si possa prendere un tot per cento della dirigenza dall'esterno. Tranne che in Sicilia perché i dirigenti siciliani puntualmente convincono il presidente della Regione che non è possibile. La cosa mi puzza, probabilmente sono loro il problema. Sia io sia Musumeci viviamo un sentimento di impotenza...".

"Nel nuovo contratto che riguarderà i dirigenti regionali - spiega Zambuto - andremo a modificare i criteri sulla premialità dei burocrati, mettendo in rilievo il fatto della capacità di spesa di ogni dirigente. Una premialità in relazione alla capacità di spesa in ogni dipartimento. Come lo stesso presidente della Regione Musumeci ha più volte sollecitato". L'assessore pensa, dunque, di dare la premialità "in relazione alla capacità di spesa di ogni dipartimento, proprio per superare qualche vincolo". "Il problema è riuscire a rendere l'ammnistrazione regionale più efficiente e più vicina alle istanze del cittadino".

Poi Zambuto conclude: "Come governo convocherò l'Aran e i sindacati perché si vada a una modifica del sistema di valutazione che tenga conto di questi elementi".

Fonte Adnkronos






Array ( )